Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
6Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Fisiologia II-4 - Legge di Frank-Starling

Fisiologia II-4 - Legge di Frank-Starling

Ratings: (0)|Views: 5,471 |Likes:
Published by Shaun Ivan Muzic

More info:

Published by: Shaun Ivan Muzic on Oct 15, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

11/29/2012

pdf

text

original

 
Fisiologia II, Lezione 4 La legge di Starling, pagina 105/10/201
L
A
 
LEGGE
 
DI
S
TARLING
 
DEL
 
CUORE
Oggi trattiamo la legge di Starling del cuore, partendo dal passaggio dal grafico pressione-tempoche abbiamo fatto la settimana scorsa, al grafico pressione volume del ciclo cardiaco, che evidenziail fatto che si tratta di un vero e proprio ciclo. Vediamo questi punti A – chiusura della valvolamitrale, B – apertura della valvola aortica, C – volume telesistolico, chiusura della valvola aortica,D – apertura della valvola mitrale, come sono riportati nel grafico pressione-volume.Vedete esattamente quello che abbiamo costruito sulla lavagna, indicati sugli assi dei volumi, ilvolume telesistolico ESV e il volume telediastolico EDV, le corrispondenti pressioni importanti, ilEDP e ESP, la differenza tra i due volumi è il stroke volume, la gittata sistolica.
Modello dell'esperimento di Starling - elementi
Questo solo per ricapitolare quello che abbiamo visto alla fine dell'ultima lezione. Adessoiniziamo a discutere la legge di Starling, chiamata anche legge del cuore, che è fondamentalecapirla bene perché è un determinante fondamentale della funzionalità del cuore come pompa eimportante capirla bene per perché si applica anche in situazioni cliniche, ed è da tenere presente insituazioni cliniche. Per capire in profondità la legge di Starling, bisogna capire il modello sulla basedel qualela Starling propose questa legge, un modello sperimentale. La fisiologia lavore sempre conmodelli: ricordatevi l'assone del calamaro come modello di potenziale d'azione, adesso vediamo unaltro importante modello in fisiologia, preparato cuore-polmone di Starling.Cosa significa preparato? Significache si interviene su un organismomodello, in questo caso si trattatipicamente del cane come speciesperimentale, che si presta molto inesperimenti cardiovascolari, il canerisulta un buon modello, e di fatto ilprincipio di base di questo modellofisiologico è molto semplice, nel sensoche viene mantenuta la circolazionepolmonare, è intatta, e quindi grazie alfatto che il cane viene ventilatoartificialmente, l'ossigenazione delsangue viene garantita, i scambirespiratori vengono garantiti, ma vienebypassata la circolazione periferica.Vedete schematicamente il sangueche fuoriesce in aorta, e l'aorta vienepinzata, chiusa, tramite una pinza, per cui il sangue non passa tramite la circolazione periferica maviene prelevato tramite una cannula(?) nell'aorta, nel modo analogo a come si fa oggi nel bypasscardiopolmonare in operazioni di cardiochirurgia, e viene fatta passare attraverso una sorta dicircolazione artificiale, che costituisce un modello di circolazione periferica consistente in dueelementi: un elemento di resistenza, che prende il nome di
resistore di Starling
, e questo resistoredi Starling simula la resistenza periferica, cioè la resistenza opposta dalla circolazione perifericaallo scorrere del sangue, e il secondo elemento importante è il
serbatoio venoso
, che è questo qua.
 
Fisiologia II, Lezione 4 La legge di Starling, pagina 205/10/201
E tramite questo serbatoio venoso possiamo, diciamo, simulare o fare variare il ritorno venoso.Un punto importante da tenere presente è che su questo
serbatoio venoso agisce la pressioneatmosferica, ovvero in altre parole, è una circolazione aperta
. Una circolazione “aperta”significa che sul serbatoio venoso, in particolare su questo superficie, sul pelo(?) del sanguecontenuto in serbatoio venoso agisce sempre la stessa pressione, quella atmosferica, che ovviamentecambia, ma su brevi periodi cambia di poco, e possiamo assumerla come costante. Questo è unpunto importante da capire: che questo è un
sistema aperto;
non siamo più in un sistema chiuso,dove su ogni distretto circolatorio regnano pressioni differenti da quella atmosferica. Qui siamo suun sistema aperto: sul telo(?) del sangue agisce la pressione atmosferica, ergo una pressionecostante.
Regolazione del modello di Starling
Vediamo il decorso di questo sangue: viene prelevato in aorta, viene condotto a questo resistore diStarling (che è variabile dal sperimentatore, aumentata o diminuita), passa poi a valle di questaresistenza, in un circuito che permette di mantenere il sangue a temperatura costante, e poi vienefatto gocciolare in questo serbatoio venoso che è un serbatoio aperto, e da questo serbatoio venosoritorna, viene convogliato attraverso un tubo in atrio destro. Quindi vedete, io posso regolareseparatamente
1)
 
la resistenza periferica
attraverso questo resistore, questo manicotto, che puòessere compresso in maniera variabile, e posso variare separatamente
2) il ritorno venoso
, che miviene determinato dal gradiente pressorio tra la superficie superiore del sangue e il livello di questotubo, difatto l'atrio destro, il punto in cui questo tubo entra in atrio destro.Questo gradiente pressorio è determinato dalla famosa
legge di Stevino
, che uguale a
P=
ρ
gh
,dove
ρ
è la densità del sangue, che è approssimativamente uguale alla densità dell'acqua, g è ugualeall'accelerazione di gravità, h è il dislivello. Quindi, vedete che è il
dislivello
tra la superficie delsangue della colonna di sangue è il punto in cui questo tubo entra in atrio destro.Anche il ritorno venoso lo posso variare variando questa altezza, quindi alzando e abbassando ilserbatoio di sangue esattamente come io posso variare questo gradiente e quindi il flusso da unabottiglia di effusione che si usa per infondere sostanze, liquidi, in un paziente. Non so se l'avetevisto già, la bottiglia attaccata a un crespolo(?), potete variare la rata con il cui il liquido gocciolaabbassando o diminuendo il dislivello. Anche lì la bottiglia è a pressione atmosferica, c'è un tubettoche entra ed equilibra la pressione interna con la pressione atmosferica.Questi aspetti sono da tenere presente. Un'altro aspetto fondamentale del modello di Starling eche si tratta di un
cuore denervato
: tutti i nervi del sistema nervoso autonomo che innervano sonostati sezionati e asportati: il cuore, come qualsiasi organo viscerale, è innervato dal
sistema nervosoautonomo
. Quindi vengono sezionati tutti i nervi che innervano il cuore, e perciò il cuore non èsottomesso a nessun controllo nervoso, mentre, come vedremo in un cuore normale, il controllonervoso del cuore è fondamentale. E quindi, per questo motivo, trattandosi di un cuore denervato,tramite questo preparato, possiamo studiare le proprietà intrinseche della pompa cardiaca.
Misurazioni dell'esperimento nella variazione del preload
Cosa viene misurato? Le pressioni in atrio destro, la pressione in atrio sinistro, pressione aortica,e inoltre il volume ventricolare e una serie di pressioni che vediamo adesso in un graficocorrispondente. Questo è un schema simile disegnato nel lavoro originale di Starling. Questi sonodei tracciati originali ricavati da questo preparato sperimentale, e adesso è un po' laborioso,complicato la lettura di questo grafico, ma è importante capirlo bene.
 
Fisiologia II, Lezione 4 La legge di Starling, pagina 305/10/201
Abbiamo tre
tracciati
. Cos'è un tracciato? Quando io ho della carta che scorre, e un pennino chemi misura un indice di qualcosa, collegato a un misuratore, che si sposta su e giù, e dato che la cartascorre lascia una traccia. Un altro esempio di tracciato è il tracciato dell'elettrocardiogramma, latraccia che lascia un pennino sulla carta – tracciato.Partendo dall'alto, il primo tracciato, questo abbastanza largo, è il tracciato che si chiama
ventricologramma
, ovvero tracciato del
volume ventricolare
. A partire da questo tracciato, sipossono leggere questi tre volumi fondamentali nella legge di Starling, che sono, dall'alto in basso:indicato in verde il volume telesistolico, limitato in verde, questo in giallo che è il volumetelediastolico, e la differenza tra i due, istante per istante, è il stroke volume. Di fatto, non si vedonoi singoli cicli cardiaci qua, perché ogni ciclo è contrazione-rilasciamento, solamente che la scala deitempi è abbastanza stretta, per cui i singoli cicli cardiaci in una sistole non sono visibili. Se ioadesso facessi una scala dei tempi più larga e accelerassi la velocità della carta, avrei un tracciatosistole-diastole. Oltre a questo potete vedere che, per motivi tecnici, i volumi sono rappresentati incontrario: il valore più elevato è verso il basso – pensate di capovolgere l'ordinata. Semplicemente,è solo per i motivi tecnici di allora che le cose stanno così.Abbiamo il volume, che tende verso l'alto durante la sistole, e verso il basso nella diastole, eallora il volume telesistolico (che è il volume minimo) è in alto, e il volume telediastolico (che è ilvolume massimo) è in basso. Ma non cambia nulla, è solo cambiare la direzione di lettura.Il secondo tracciato è quello della
pressione aortica
. Ovviamente sappiamo che la pressioneaortica oscilla nel ciclo cardiaco, abbiamo delle oscillazioni di pressione da un massimo sistolico aun minimo diastolico. Stesso discorso: il limite superiore di questo tracciato sarà la pressionesistolica; il limite inferiore sarà la pressione diastolica in aorta. Stesso discorso vediamo in singolicicli, perché la velocità della carta è bassa.Il terzo tracciato, in blu, rappresenta la
pressione atriale
, determinata dall'altezza del serbatoiodel sangue, dal
ρ
gh, a seconda dell'altezza che posso scegliere.

Activity (6)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
DjGenny liked this
viimann liked this
Stefania Fasano liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->