Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
P. 1
Anatomia dell'apparato cardiovascolare

Anatomia dell'apparato cardiovascolare

Ratings: (0)|Views: 10,561|Likes:
Published by Enrico Colombo
Compendio schematico dell'apparato cardiovascolare illustrato.
Compendio schematico dell'apparato cardiovascolare illustrato.

More info:

Published by: Enrico Colombo on Oct 29, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/10/2013

pdf

text

original

 
 Anatomia dell’apparato cardiovascolare
Enrico Colombo
1
Corso di anatomiacardiovascolare Enrico Colombowww.bluejayway.it
1
1
tratto dalle lezioni del prof. Rodella dell’Università di Brescia
 
Organizzazione generaledell’apparato circolatorio.
L’apparato circolatorio sanguigno è costituito da:-cuore-Vasi sanguigni:-Arterie-Vene-CapillariQuesti organi formano un sistema chiuso completamente rivestito internamente da
endotelio
, la cuiintegrità è essenziale per il mantenimento del sangue allo stato fluido.Nell’organismo, l’apparato circolatorio sanguigno svolge numerose funzioni, che schematicamente siriducono a:-trasporto di sostanze nutritizie e di ossigeno a tutte le parti dell’organismo-Allontanamento dei prodotti del catabolismo cellulare, in particolare CO
, dalla loro sede diproduzione.-Contributo al mantenimento di una temperatura corporea costante (termoregolazione)-Regolazione dell’omeostasi dei fluidi corporei-Impegno nei processi immunitari mediante il trasporto di macrofagi, cellule immunocompetenti eanticorpi.Il
cuore
, organo muscolare, svolge una
funzione di pompa
, ed è provvisto di un sistema di valvoleatte a indirizzare il flusso sanguigno nella direzione desiderata:-spinge il sangue nelle arterie-Le arterie si diramano in tutti i distretti, diminuendo progressivamente di calibro fino a formare le
arteriole
.-Sono impermeabili e svolgono soltanto funzione di trasporto-Dal segmento terminale delle arteriole nascono i
capillari
(diametro 10 µm), con parete costituitasoltanto da
endotelio
, quindi permeabili a acqua e sostanze disciolte.Nei capillari il sangue modifica la propria composizione chimica, ricevendo gas e sostanze di scarto edonando ossigeno e nutrienti:-tendono a formare delle vere e proprie
 reti 
.-Da queste reti nascono le
venule
,-Queste si riuniscono tra loro e costituiscono le
vene
, di calibro progressivamente maggiore.-Anche le vene e le venule, per la composizione della loro parete, sono impermeabili erappresentano soltanto vasi di trasporto.
Due distinte circolazioni
Nell’uomo, esiste una
circolazione doppia e completa
:-
grande circolo:
destinato all’irrorazione di tutti i segmenti corporei (circolo nutritizio)
-Piccolo circolo:
ristabilisce nel sangue un contenuto adeguato di ossigeno e anidridecarbonica.Entrambe le circolazioni iniziano e terminano a livello del cuore, nella cui particolare organizzazione,trovano la loro base organizzativa.Il
cuore
è costituito da 4 cavità, due posterosuperiori (atri) separate da un setto interatriale e dueanteroinferiori (ventricoli), separate da un setto interventricolare:
-
ciascun atrio è connesso al sottostante ventricolo mediante l’
orifizio atrioventricolare
(destroo sinistro)
-
Ciascun orifizio (detto anche
ostio
) è provvisto di un
apparato valvolare
, che impedisce ilreflusso del sangue in senso opposto a quello atrio-ventricolare.
-
Ostio atrioventricolare destro è provvisto della
valvola tricuspide
.
-
Ostio atrioventricolare sinistro è provvisto della
valvola bicuspide o mitrale
.Negli atri sboccano le vene, e dai ventricoli partono le arterie:
-
all’origine delle arterie esistono delle
valvole semilunari
(o arteriose) che permettono ilpassaggio del sangue soltanto dai ventricoli alle arterie, non viceversa.
Il grande circolo.
Il grande circolo origina dal
ventricolo sinistro
mediante un unico tronco arterioso, l’
 aorta
, cheramificandosi si distribuisce a tutto l’organismo:-a livello dei capillari il sangue cede ossigeno e sostanze nutritizie ai tessuti circostanti,-Contemporaneamente si carica di anidride carbonica e cataboliti.-Tramite il sistema venoso, il sangue ritorna al cuore, a livello dell’
atrio destro
, entrandovimediante-
Vena cava superiore
-
Vena cava inferiore
-
Seno coronario.
-Dal seno coronario il sangue passa nel sottostante ventricolo (destro).
Corso di anatomiacardiovascolare Enrico Colombowww.bluejayway.it
1
 
Il piccolo circolo.
Il piccolo circolo inizia dal
ventricolo destro
, mediante il tronco polmonare, che si biforca nelle due
 arterie polmonari 
, che trasportano il
sangue venoso
ai polmoni:-queste arterie si risolvono in una rete di capillari addossati alla parete degli alveoli polmonari-A livello degli alveoli il sangue venoso cede anidride carbonica e riceve ossigeno, diventando
sangue arterioso
.-Ritorna al cuore attraverso le quattro
vene polmonari 
, che sboccano nell’
atrio sinistro
, da cuiinizia nuovamente il grande circolo.Mentre nel grande circolo le arterie contengono sangue arterioso, ricco di ossigeno, nel piccolocircolo contengono sangue venoso.La medesima cosa avviene per le vene, che nel grande circolo contengono sangue venoso, mentrenel piccolo circolo contengono sangue arterioso.
Interconnessioni.
I due circoli sono intrecciati tra loro a formare una specie di 8, al cui punto d’incontro v’è il cuore, chefunge da pompa aspirante e premente:
 
- - - -- - - - 
- 
 
 ,
 - - 
SystemicvesselsArteries–13%Arteriolesandcapillaries–7%Heart–7%AortaPulmonary circulation–9%Veins, venules,and venoussinuses–64%Inferiorvena cavaSuperiorvena cava
 
iii l i l l i iil .
 
 
Schema della circolazionesanguigna, formata da
grande e piccolo circolo.
-la presenza dei setti interatriali e interventricolare impedisce la mescolanza tra sangue arterioso esangue venoso.-Nel feto, a causa del non funzionamento dei polmoni, il piccolo circolo riveste scarsa importanza,e la circolazione presenta una organizzazione peculiare, detta
circolazione fetoplacentare
.
Sistemi portali.
In determinate sedi si riscontrano circuiti vascolari chedifferiscono dalla organizzazione classica dellaformazione dei capillari, in relazione a particolariesigenze funzionali, costituendo i
sistemi portali
.Nel
rene
, si riscontra un
sistema portale arterioso
,formato da un’arteriola interposta a due reti dicapillari:-ciascuna arteriola afferente forma una rete di capillari,detta
glomerulo
, che riunendosi formano un’arteriolaefferente, la quale si ramifica in una seconda rete dicapillari-Dalla seconda rete di capillari si ottiene una venulaefferente.-A livello del glomerulo i capillari non hanno funzionenutritizia, ma sono sede di un processo diultrafiltrazione.Nel
fegato
e nell’
ipofisi
, si ha un
sistema portalevenoso
, ovvero la presenza di una doppia rete dicapillari a cui è interposta una venula.
 
RightheartpumpLeftheartpumpGutLungsKidneysExcretionRegulationofelectrolytesVenousendArterialendCapillariesNutrition and excretionO
2
CO
2
 
l ii il .
Corso di anatomiacardiovascolare Enrico Colombowww.bluejayway.it
2

Activity (31)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
ionel26 liked this
Giacomo Cinti liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->