Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
tesi

tesi

Ratings: (0)|Views: 9 |Likes:
Published by ngjika

More info:

Published by: ngjika on Nov 09, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

11/09/2010

pdf

text

original

 
Semplicit`a di alcuni gruppi classici
Laureando: Martino GaronziRelatore: Federico Menegazzo23/11/2006
 
Indice
0.1 Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2
1 Denizioni e strumenti utili 32 Il gruppo speciale lineare modulo il suo centro 7
2.1 Generazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 72.2 Il gruppo unimodulare proiettivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . 102.3 Semplicit`a . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 122.4 Le eccezioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14
3 Il gruppo simplettico modulo il suo centro 17
3.1 Le forme bilineari alternanti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 173.2 Il gruppo simplettico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 233.2.1 Le trasvezioni simplettiche . . . . . . . . . . . . . . . . . 253.2.2 Generazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 263.2.3 Semplicit`a . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 273.3 Le eccezioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 321
 
0.1 Introduzione
Nei corsi della triennale si `e studiata la semplicit`a del gruppo alterno
A
n
per
n
5, per lo pi`u strettamente collegata con la non risolubilit`a di
n
per
n
5.L’obiettivo di questa tesi `e studiare altre classi di gruppi semplici finiti.Dato un gruppo
G
, `e chiaro che il suo centro, chiamiamolo
, `e normale in
G
, e quindi l’idea per cercare di costruire un gruppo semplice a partire da
G
`e considerare il quoziente
G/Z 
. In questa tesi verr`a fatto questo in due casiparticolari: verranno presi in considerazione due gruppi di isomorfismi lineari everr`a studiata la semplicit`a del loro quoziente rispetto al centro.I due gruppi studiati sono i seguenti:1. Il gruppo speciale lineare
SL
n
(
), che consiste di tutte le trasformazionilineari invertibili di uno spazio vettoriale sul campo
in e, con determi-nante 1.2. Il gruppo simplettico
Sp
n
(
), che consiste delle
B
-isometrie di uno spaziovettoriale
di dimensione
n
sul campo
, dove
B
`e una fissata formabilineare alternante non degenere su
. Sar`a chiaro che la scelta di
B
non influir`a sulla classe di isomorfismo del particolare gruppo simpletticoassociato a
B
.I centri dei gruppi presi in esame verranno a coincidere con il nucleo della loroazione naturale sull’insieme dei sottospazi 1-dimensionali di
(chiamato “spazioproiettivo
n
1-dimensionale”) che “cambia le direzioni”, nel senso che il sot-tospazio 1-dimensionale di
di direzione
x
viene mandato tramite l’iso-morfismo lineare
nel sottospazio 1-dimensionale di
di direzione
(
x
).A meno di poche eccezioni, discusse a parte, si dimostrer`a che ognuno deidue gruppi considerati (chiamiamolo
G
) coincide col suo sottogruppo derivato.Questo, connesso con due importanti propriet`a dell’azione descritta sullo spazioproiettivo, permetter`a di concludere che il quoziente di
G
col nucleo dell’azione(e quindi col centro di
G
) `e un gruppo semplice.2

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->