Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
P. 1
Buone pratiche per l’uso razionale dell’energia in sanità Reg_ER ENEA 2010

Buone pratiche per l’uso razionale dell’energia in sanità Reg_ER ENEA 2010

Ratings: (0)|Views: 168 |Likes:
Published by John Galanti
Io spengo lo spreco. Le buone pratiche degli operatori per l’uso razionale dell’energia in sanità. Edizione 2010.
Modulo formativo frutto di una collaborazione fra l’Assessorato alle Politiche per la Salute della Regione Emilia-Romagna ed ENEA.
Hanno collaborato in qualità di autori gli ingegneri Francesco Versari e Paolo Bianco (Azienda Usl di Rimini), Massimo Taddia (Azienda Usl di Modena); il coordinamento e l’editing è stato curato da Franca Furno della Regione Emilia-Romagna.
ENEA ha validato i contenuti e curato l’edizione on-line accessibile dalla piattaforma Web per la formazione a distanza Enea e-learn (http://odl.casaccia.enea.it).

E’ possibile contenere i consumi energetici senza dover rinunciare ad adeguati livelli di comfort e di benessere, utilizzando in maniera razionale l’energia. Ciò è fattibile riducendo gli sprechi, riducendo le dispersioni energetiche ed ottimizzando il rendimento di macchine, attrezzature ed impianti.
La Regione Emilia-Romagna è da tempo impegnata a promuovere, in ogni ambito, l’uso razionale dell’energia ed il rispetto dell’ambiente.
In questo contesto anche il Servizio sanitario regionale, coerentemente con le politiche energetiche della Regione, sta mettendo in campo le risorse umane e materiali finalizzate a tali obiettivi mediante l’attuazione di programmi che prevedono, tra l’altro, la riqualificazione dei consumi energetici e l’innovazione tecnologica nelle Aziende sanitarie.
Le principali azioni perseguite sinora dalle singole Aziende sanitarie della Regione riguardano: la realizzazione di interventi di natura tecnica su strutture ed impianti (coibentazioni di muri esterni e solai, sostituzione infissi, installazione di impianti di cogenerazione, di caldaie a condensazione, di motori ad elevata efficienza, ecc.); il progressivo impiego di energia da fonti rinnovabili (fotovoltaico, solare termico, ecc.); le strategie di approvvigionamento dell’energia finalizzate al minor costo; le iniziative di sensibilizzazione degli operatori.

Fonte: www.saluter.it
Io spengo lo spreco. Le buone pratiche degli operatori per l’uso razionale dell’energia in sanità. Edizione 2010.
Modulo formativo frutto di una collaborazione fra l’Assessorato alle Politiche per la Salute della Regione Emilia-Romagna ed ENEA.
Hanno collaborato in qualità di autori gli ingegneri Francesco Versari e Paolo Bianco (Azienda Usl di Rimini), Massimo Taddia (Azienda Usl di Modena); il coordinamento e l’editing è stato curato da Franca Furno della Regione Emilia-Romagna.
ENEA ha validato i contenuti e curato l’edizione on-line accessibile dalla piattaforma Web per la formazione a distanza Enea e-learn (http://odl.casaccia.enea.it).

E’ possibile contenere i consumi energetici senza dover rinunciare ad adeguati livelli di comfort e di benessere, utilizzando in maniera razionale l’energia. Ciò è fattibile riducendo gli sprechi, riducendo le dispersioni energetiche ed ottimizzando il rendimento di macchine, attrezzature ed impianti.
La Regione Emilia-Romagna è da tempo impegnata a promuovere, in ogni ambito, l’uso razionale dell’energia ed il rispetto dell’ambiente.
In questo contesto anche il Servizio sanitario regionale, coerentemente con le politiche energetiche della Regione, sta mettendo in campo le risorse umane e materiali finalizzate a tali obiettivi mediante l’attuazione di programmi che prevedono, tra l’altro, la riqualificazione dei consumi energetici e l’innovazione tecnologica nelle Aziende sanitarie.
Le principali azioni perseguite sinora dalle singole Aziende sanitarie della Regione riguardano: la realizzazione di interventi di natura tecnica su strutture ed impianti (coibentazioni di muri esterni e solai, sostituzione infissi, installazione di impianti di cogenerazione, di caldaie a condensazione, di motori ad elevata efficienza, ecc.); il progressivo impiego di energia da fonti rinnovabili (fotovoltaico, solare termico, ecc.); le strategie di approvvigionamento dell’energia finalizzate al minor costo; le iniziative di sensibilizzazione degli operatori.

Fonte: www.saluter.it

More info:

Published by: John Galanti on Nov 25, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/12/2014

pdf

text

original

 
 
Edizione
 
2010
 
io SPENGO lo SPRECO
 
Le buone pratiche degli operatori per l’uso razionaledell’energia in sanità
 
 
Io spengo lo spreco. Le buone pratiche degli operatori per l’uso razionale dell’energia in sanità
 
2
Il modulo formativo è il frutto di una collaborazione fra l’Assessorato alle Politiche per la Salute
della Regione Emilia-Romagna ed ENEA.Hanno collaborato in qualità di autori gli ingegneri Francesco Versari e Paolo Bianco (Azienda Usl
di Rimini), Massimo Taddia (Azienda Usl di Modena); il coordinamento e l’editing è stato curato
da Franca Furno della Regione Emilia-Romagna.
ENEA ha validato i contenuti e curato l’edizione on
-line accessibile dalla piattaforma Web per laformazione a distanzaEnea e-learn(http://odl.casaccia.enea.it).
 
Io spengo lo spreco. Le buone pratiche degli operatori per l’uso razionale dell’energia in sanità
 
3
Indice

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->