Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword or section
Like this
35Activity

Table Of Contents

0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Campi elettromagnetici LA

Campi elettromagnetici LA

Ratings:

4.5

(2)
|Views: 2,804 |Likes:
Published by Ingegnere Pazzo
Riassunto di Campi elettromagnetici LA
Riassunto di Campi elettromagnetici LA

More info:

Published by: Ingegnere Pazzo on Aug 03, 2008
Copyright:Attribution Non-commercial No-derivs

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

06/13/2013

pdf

text

original

 
CAPITOLO 1Propagazione elettromagnetica nelle strutture cilindriche chiuse
 
1.0 – Introduzione
Ci riferiremo spesso a due equazioni vettoriali di Maxwell
1
:
c i
 j j
ωµ ωε 
× =
× = +
E HH E J
 In queste equazioni:
 
x y z
x y z
= + +
i i i
è l’operatore
nabla
;
 
E
è il fasore del campo elettrico;
 
H
è il fasore del campo magnetico;
 
i
J
è il fasore della densità di correnti impresse.Siccome sappiamo che ogni quantità vettoriale può essere scomposta nelle sue tre componentirelative agli assi
x x y y z z
E
= + +
E i i i
 
x x y y z z
H H
= + +
H i i i
 allora possiamo dire che dalle due equazioni vettoriali scritte sopra possiamo trarre 6 (cioè 3+3)equazioni scalari.L’utilizzo dei fasori deriva dal fatto che le quantità da noi utilizzate variano in manierasinusoidale: ciò significa che possiamo associare ad un campo tempo variante
( )( )
,,
t t
eh
(funzioni del tempo
t
e del punto
P
)un fasore tempo invariante che dipende soltanto dalla pulsazione
2
:
( )( )
ω ω 
EH
(funzione della sola pulsazione).
1.1 – Strutture cilindriche: generalità
Vi sono vari modi in cui un segnale si può propagare:
 
 propagazione libera
(cioè nello spazio libero). Esempio: due antenne comunicanti poste a unacerta distanza
d
e in contatto visivo fra di loro. Questo tipo di comunicazione, affascinante emolto utilizzata, ha alcuni inconvenienti: l’attenuazione dello spazio libero è infatti molto
1
Sono equazioni formulate nel
dominio delle frequenze
.
2
Ci si può interrogare sul senso di questa operazione e obiettare che, nella realtà, non trasmetteremo mai segnalipuramente sinusoidali, in quanto essi non trasmettono alcuna informazione. Tale obiezione cade però di fronte al fattoche la nostra è soltanto un’
approssimazione
: i segnali sinusoidali sono infatti spessissimo utilizzati per creare le
 portanti
 ,righe dello spettro attorno alle quali viene concentrato il segnale; tuttavia, mentre la portante si trova generalmente afrequenze molto elevate [GHz, THz], la banda di frequenza del segnale a questa associato è spessissimo molto stretta eparecchio inferiore se facciamo un confronto [qualche KHz di banda << GHz, THz della portante]. Fatte queste ipotesi,l’approssimazione che facciamo per lo studio del campo elettromagnetico consente dunque di confonderel’oscillazione modulata con il segnale sinusoidale della portante. E ora, siccome il segnale è puramente sinusoidale,possiamo davvero passare nel mondo dei fasori.
 
consistente e quindi, a garacon elevati guadagno e ditrasmettenti due segnali ctal punto che un ricevitodisturbato e indistinguibilproblema è così notevole,talmente pervasive, che sidelle frequenze tramite l’is
 
 propagazione guidata
(cioèsupporto fisico per trasmetcilindrica molto particolare-
 
un “nucleo” diele una certa perm-
 
un “rivestimentodielettrico rifletteAbbiamo detto che il cavo è una
s
 
non omogeneo;
 
privo di sorgenti: ciò signimolto diversa da quella inelettromagnetico);
 
le cui proprietà geometricvalori dei parametri costit[conducibilità]) sono invar
assiale
(o
direzione di propag
tale direzione sono identicSi faccia attenzione che quella diche essa debba essere
eometrica
 
3
Ma posti in frequenze simili.
4
Si noti che non è possibile stabilire intutto dipende infatti dalla natura del seg
1
c
ωε 
buon conSi ricorda, a tal proposito, che
c
è la cond
5
 
0
ε 
si riferisce al vuoto;
r
ε 
è invece laconsiderazioni possono essere fatte con l
6
Inoltre, le condizioni al contorno e diperpendicolare a tale direzione.
ntire la bontà del collegamento, servonoettività. Abbiamo inoltre il problema dmpletamente diversi e indipendenti
3
poe, nelle vicinanze, finisce per ottenererispetto a quelli che si volevano trasme le applicazioni che si basano sullaè presto sentita la necessità di regolareituzione di norme molto severe;
rzata
). La propagazione elettromagnetictere un segnale. Facciamo un esempio: , cioè un cavo; la sua struttura comprendttrico
4
 , caratterizzato da una certa permabilità magnetica
0
r
 µ µ µ 
=
;” conduttore
4
 , che forza il segnale ando l’onda che si sta trasmettendo.
ruttura
 
cilindrica
; con questo termine si ifica che lo studio di una struttura cilincui è avvenuta l’alimentazione (cioè l’e ed elettromagnetiche (e quindi la diutivi
ε 
[permettività elettrica],
 µ 
[perianti rispetto ad una direzione dello sp
zione
) della struttura. Ciò significa che te
6
.struttura cilindrica è un’astrazione: no
ente
cilindrica. È sufficiente, infatti, ch
aniera assoluta se un materiale è un buon conale e dalla sua frequenza. Si ha infatti:uttore
1
c
ωε 
bucibilità elettrica del materiale scelto.permettività elettrica
relativa
 , la quale dipendea
 
permeabilità magnetica.continuità imposte al campo elettromagnetico
antenne molto potenti elle
interferenze
: antennessono “darsi fastidio” aun segnale fortementettere. L’entità di questoropagazione di segnalie centellinare lo spettroa guidata si serve di unrendiamo una strutturaettività elettrica
0
r
ε ε ε 
=
5
 imanere all’interno deltende un mezzo:rica riguarda una zonantroduzione del campotribuzione spaziale deimeabilità magnetica],
c
 azio, chiamata
direzione
utte le sezioni normali aè assolutamente dettopresenti una direzione
uttore o è un buon isolante:on dielettricoal materiale usato. Le stessesono le stesse su ogni piano
 
privilegiata
7
; a riprova di quantouna struttura cilindrica generica.anzi, la forma della struttura èconduttori e più dielettriciLa presenza di una direzione priper certi versi
semplificata
 , e di trache in tale direzione si ha un’attedove
γ  
(
costante di propagazione
) è
γ α 
=
che dipende fortemente dalla freqDunque, l’espressione del campo
e
D’altronde, sappiamo che esso sicartesiane ortogonali:Se raggruppiamo quelle che si(
componente trasverasale
), si ha:
t z
e
= +
e e k
 
7
Negli esempi che faremo in seguito, lacon la struttura cilindrica. Inoltre, tale di
8
La costante di attenuazione, espressa indata in unità logaritmiche: a questo prop
dBm
α 
=
9
Cioè quello che la direzione assiale (cio
10
Si noti che anche
z
e
dipende da
12
,
x
stessa sezione otteniamo due risultati dsignifica che sia invariante sul piano tras
appena detto, nella figura sottostantei osservi che non vi è nulla di geometriirregolare e resa piuttosto complicatailegiata ci permette di scrivere il campscurare le variazioni che si hanno lungouazione esponenziale che va col termine
z
e
γ  
 un numero complesso
 j
α  β  β 
= costante di attenuazione= costante di fase
(
8
)u
 
enza alla quale si lavora.:
( ) ( ) ( )
parte trasversaleatte121212parte assiale
,,,,
t z
x x z x x E x x e
= +
E k

uò scrivere anche scomponendo quest’
x y z
e e e
= + +
e i j k
 riferiscono al piano trasversale
9
 , sostitdove
( )
( )
( )
(
γ ω γ  
=
=
1212
,,
zt tz z
x x ee E x x e
e Ek k
direzione privilegiata è quella che coincide con lezione coincide con quella che prima abbiamo dvalori naturali, si misura (come quella di fase) iosito si ha
1m111010
20log20logm8,69m
e e
α 
α α 
= =
quella privilegiata della struttura) “buca” perp: se, cioè, valutiamo questa componente del camversi. Nonostante dunque
z
e
sia chiamata la “versale.
ediamo una sezione diamente cilindrico e che,dalla presenza di piùin maniera particolare,la direzione
z
 , sapendo
( )
nuazione
z
γ ω 
 ltimo lungo le direzioniuendo
x y
e e
+
i j
con
t
e
 
)
z
 
(10)
 
’asse
z
di un sistema solidaleetto
assiale
o
di propagazione
.
1
m
. Tuttavia essa e spessondicolarmente.po in due punti diversi dellacomponente assiale” ciò non

Activity (35)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
lockerz1 liked this
Saverio Tedesco liked this
Saverio Tedesco liked this
Saverio Tedesco liked this
Saverio Tedesco liked this
Gioggina Ferrara liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->