Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
6Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
La Guerra Dei Mondi 12

La Guerra Dei Mondi 12

Ratings: (0)|Views: 27 |Likes:
Published by Alessio Mannucci
“Liberate (e liberatevi) con un suicidio di tutti gli amici falsi che il Web partecipativo vi ha portato, di tutto lo spreco di tempo ed energie che vi causano i profili creati sui social network, e tornate a incontrare i vostri cari nel mondo vero, e non in quello virtuale”.
“Liberate (e liberatevi) con un suicidio di tutti gli amici falsi che il Web partecipativo vi ha portato, di tutto lo spreco di tempo ed energie che vi causano i profili creati sui social network, e tornate a incontrare i vostri cari nel mondo vero, e non in quello virtuale”.

More info:

Published by: Alessio Mannucci on Jan 08, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

08/14/2013

pdf

text

original

 
Credit: Jason Madara
Contemplare l’intangibile.
“AlloSphere”, è uno schermo aforma di globo progettato pefacilitare visualizzazionitridimensionali interattive di dati. Sitrova al “California NanoSystemsInstitutedella University oCalifornia di Santa Barbara.Consente a scienziati e ricercatoridi immergersi nei dati in modisenza precedenti. All’interno dellasfera si possono maneggiare gliatomi creando la strutturacristallina di nuovi materiali pecelle solari oppure entrare dentro un cervello per ascoltarne l’attività.Stando in piedi su un ponte sospeso davanti il centro della sfera si possono contemplaregrazie a speciali occhiali 3d visualizzazioni delle funzioni d’onda quantistiche dell’elettrone diun atomo di idrogeno.Per immergere completamente gli spettatori, “AlloSphere” proietta le visualizzazioni dei datiall’interno di due emisferi con un raggio di cinque metri. «
E’ come essere in un sottomarinoche si muove attraverso i dati 
», Joann Kuchera-Morin, direttore della struttura.La sfera, fatta di alluminio perforato, si trova all’interno di una stanza foderata con materialeinsonorizzante in modo che i 16 altoparlanti trasmettano un suono perfettamente pulito. I seiproiettori sotto il ponte coprono con immagini una parte della sfera mentre I 128 altoparlanticreano le ambientazioni sonore che sembrano emanare da dentro la sfera.
Google Body Browser
,un’applicazione basata su “WebGL”, permette diesplorare il corpo umano così come è possibileesplorare il mondo con “Google Earth”.La nuova applicazione sperimentale dei GoogleLabs unisce interattività, web e modellazionetridimensionale. L’applicazione web è statasviluppata grazie ai dati di “Zygote Media Group”,azienda specializzata nellideazione erealizzazione di modelli anatomici computerizzati
 
del corpo umano. Come in “Google Earth” (o “Maps”) decidiamo noi quali informazioni visualizzare agendo suilayers (strati), che in questo caso non sono altro che pelle, muscoli, ossa, organi, apparato circolatorio e sistemanervoso.Ad esempio, se vogliamo vedere solo l’apparato scheletrico, basterà nascondere tutti gli altri con i comandi asinistra del modello. Oppure, possiamo decidere di visualizzare solo gli organi interni assieme ai vasi sanguigni.Inoltre, si può impostare a piacere la trasparenza di ogni strato rispetto all’altro, sempre utilizzando gli strumentisulla sinistra, con i quali si ruota anche la visuale in tutte le direzioni. Ci interessa una struttura anatomica inparticolare? Basta usare la casella di ricerca in altro a destra (la trasparenza dei layers sarà impostataautomaticamente). Inoltre, se nell’esplorazione ci imbattiamo in qualcosa a cui non sappiamo dare un nome,basta un doppio click e un’etichetta ci dirà a cosa siamo di fronte.Per provare “Google Body Browser ” è necessario utilizzare un web browser che supporti “WebGL”, come adesempio “Chrome 9 Dev Channel”, Chrome Canary Builde “Firefox 4 beta”. Su “Chrome 8”, “WebGL” non è abilitato di default, ma è sufficiente digitare
about:flags
“ nella barra degli indirizzi, premere invio e cliccare su“Abilita” in corrispondenza della voce “WebGL”. Una volta fatto ciò sarà necessario riavviare il browser e visitarel’indirizzobodybrowser.googlelabs.comper iniziare lo studio dell’anatomia umana
Usando il “
Kinect
” diMicrosoft,studenti del “MassachusettsInstitute of Technology(MIT)hanno realizzato un'interfacciache funziona in modo simile aquella del film “Minority Report”Grazie ad una combinazione di“ROS”, un sistema meta-operativoopen source per robot, e“libfreenet”, una API che permettedi ricevere e trasmetteremessaggi attraverso unaconnessione Freenet, e checonsente la lettura e la scrittura diflussi di dati raw, “Kinect” riesce avedere la posizione delle dita edei palmi delle mani, permettendodi controllare l'interfaccia
 
agilmente: si può scorrere una lista d'immagini, nonché prenderne una e ridimensionarla, spostarla, ruotarla,cancellarla o trasferirla in un'area speciale dello schermo.Di sicuro è uno degli hack di “Kinect” più interessanti, e sembra che permetta la distinzione di circa 60mila puntidella mano, a 30 frames al secondo.
Grazie agli avanzamenti delle tecnologie di intelligenza artificiale ecomputer modeling la
ciberterapia
”, che utilizza ambientivirtuali per aiutare le persone che hanno particolari fobie, come lapaura delle altezze o degli spazi pubblici, sta diventando sempre piùefficace. I ricercatori stanno popolando i mondi digitali di umani virtualiautonomi che possono evocare le stesse tensioni degli incontri nelmondo reale.Le persone che soffrono di ansietà sociale rimangono ammutolitequando uno straniero virtuale gli fa delle domande. I bevitori pesantisentono il forte bisogno di ordinare qualcosa da un barista virtuale,mentre gli scommettitori si uniscono ad un gruppo per giocare alle slot machine virtuali.In un recente studio,ricercatori della USC hanno mostrato come un confidente virtuale riesce ad ottenere dallepersone il primo elemento cruciale in ogni terapia: l’auto-rivelazione. I ricercatori stanno incorporando le tecnicheimparate da questa ricerca in un agente virtuale sviluppato per l’Esercito chiamato “SimCoach”. Guidate da unsoftware di riconoscimento del linguaggio, numerose versioni di “SimCoach”, maschile e femminile, giovane evecchio, bianco e nero, appaiono sullo schermo del computer per condurre delle interviste rudimentali sondandocon discrezione eventuali problemi mentali.
I partecipanti al mondo virtuale di 
Da cui emerge anche che il livello di soddisfazione sessuale dellerelazioni virtuali in Second Life è del tutto uguale a quello deirapporti sessuali nel mondo reale. Il campione preso in esame hagiudicato addirittura migliori di quelle reali le relazioni nella categoria“maritale”. Metà del campione dice di riuscire a comunicare megliocon il proprio partner virtuale che non con quello reale. Un terzo del campione dice di aver stabilito una “forte connessione” con il proprio partner virtuale. Il 70% dice che la relazioneintrapresa su “Second Life” assomiglia ad una relazione reale a distanza, mentre solo il 19%ha incontrato il proprio partner virtuale nella vita reale. Riguardo il livello di soddisfazionesessuale, il 43% dice di essere maggiormente soddisfatto dalla sessualità praticata su“Second Life”.I professori Richard Gilbert e Nora Murphy hanno sondato due gruppi di utenti di “SecondLife”, uno da 199 l’altro da 217, mediante due studi. La ricerca è stata condotta come partedel progetto PROSE (“Psychological Research on Synthetic Environments”). Tutti gli utentiavevano avuto una relazione romantica in “Second Lifedi cui il 71% avevacontemporaneamente anche una relazione nel mondo reale con un altro partner. I membri del

Activity (6)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
ionel26 liked this
ionel26 liked this
ionel26 liked this
ionel26 liked this
arca777 liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->