Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more ➡
Download
Standard view
Full view
of .
Add note
Save to My Library
Sync to mobile
Look up keyword
Like this
6Activity
×
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
CARDIOLOGIA

CARDIOLOGIA

Ratings: (0)|Views: 6,518|Likes:
Published by FedericoPppzPippo
Fisiopatologia medica,
appunti delle lezioni,
corso di laurea in Medicina e Chirurgia,
cardiologia, Università degli Studi di Trieste.
Fisiopatologia medica,
appunti delle lezioni,
corso di laurea in Medicina e Chirurgia,
cardiologia, Università degli Studi di Trieste.

More info:

Published by: FedericoPppzPippo on Jan 25, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See More
See less

01/27/2013

pdf

text

original

 
CARDIOLOGIA 
Sommario
Introduzione ............................................................................................................................... 2Sintomi di rilevanza cardiologica ............................................................................................... 2Endocardite infettiva .................................................................................................................. 3Cardiomiopatie ............................................................................................................................ 5Insufficienza mitralica ............................................................................................................... 9Stenosi mitralica ....................................................................................................................... 13Malattie del circolo polmonare ................................................................................................. 15Embolia polmonare ......................................................................................................... 15Ipertensione del circolo polmonare ................................................................................ 19Stenosi aortica ........................................................................................................................... 21Sindrome coronariche acute ..................................................................................................... 24Elettrocardiografia .................................................................................................................... 28Scompenso cardiaco ................................................................................................................. 34Prof.Sinagra.Consigliato studiare gli argomenti dall'Harrison.12.10.10Rivedere anatomia cardiaca-grandi vasi: per es:1.Si deve ricordare che esiste una porzione intrapericardica dell'aorta: in caso di rottura la mortesopraggiunge per tamponamento cardiaco.2.Oppure che la rottura del muscolo papillare posteriore rispetto a quello anteriore è più frequentein caso di infarto;3.La distribuzione dei vasi coronarici/concetto di dominanza coronarica destra e sinistra: ossia siparla di dominanza destra, più frequente, quando la coronaria discendente posteriore si sviluppadalla coronaria destra, viceversa se nasce da quella di sinistra.Rivedere fisiologia cardiaca-grandi vasi:per es: attivazione elettrica del cuore, fasi principali delcircolo cardiaco...1.Quando si parla del complesso auscultazione della stenosi mitralica: si ha rinforzo pre-sistolico:fenomeno diastolico, si ha il I tono forte, schiocco di apertura della mitrale, rullio diastolico, ilrinforzo presistolico.Cardiologia-Pippo Federico-A.A. 2010-2011 1
 
Introduzione
La cardiologia studia sia il cuore, nonchè l'aorta nel suo segmento toracico e il circolo polmonare.Le patologie cardiache sono svariate, si parla di:1.Sindromi coronariche per es: coronarie2.Cardiomiopatie: tessuto muscolare3.Valvulopatie: valvole4.Affezioni del pericardio: pericardio5.Patologie del circolo polmonare e dell'aorta.
Sintomi di rilevanza cardiologica
1.Dispnea:1.Quando è cardiaca se il paziente è supino respira male, mentre da seduto o con dei cuscinidietro la schiena respira meglio. La dispnea da sforzo invece non è altamente caratterizzanteper il cuore. Quindi il decubito (
ortopnea
) può suggerire l'eziologia cardiaca: utile saràcapire quanti cuscini utilizza, se deve dormire in poltrona...2.Non è stagionale, come invece è l'asma. Varia in base all'emodinamica, cioè: il polmone è congesto perchè la pressione capillarepolmonare varia: si va dagli 8-12 mmHg: pressione polmonare normale, a 14-24: dispnea indiversi quadri, fino a valori >25 mmHg: edema polmonare acuto: viene vinta la capiacità deldrenaggio linfatico di eliminare i liquidi a livello del polmone.2.Dolore toracico:di diverse entità e cause, cardiache e non cardiache (patologie esofagee, embolo, herpes...):1.Angina: ha causa coronarica, dal PDV semeiologico si esplica con dolore costrittivo,gravativo, che si accentua con lo sforzo, e termina con pausa: il dolore si ha perchè il tessutoa valle della parziale ostruzione diviene ischemico, in caso di aumentate richieste.2.Il dolore toracico a riposo può essere più complesso da diagnosticare: embolo,dissecazione aorta, angina.Si riconosceranno alcune caratteristiche:a.Il dolore non è puntorio-fugace, è di superficie + o meno larga che dura qualcheminuto...irradiato collo-schiena/ collo-braccio, non varia con gli atti del respiro b.Si può associare ad altri sintomi: sudori freddi, dispnea con dolore toracico.Dal PDV epidemiologico è più frequente l'angina piuttosto che la dissezione dell'aorta.Da ricordare che un dolore dall'ipocondrio destro può irradiarsi allo sterno.Il modello ideale di angina è caratterizzato da un primo dolore da sforzo-->poi da dolore dasforzo lieve-->dolore a riposo: perchè la situazione delle coronarie peggiora con il tempo. Angina da sforzo è meno grave di quella a riposo. Angina instabile: quando è di recente insorgenza (mutazioni in arco di 2 mesi), quando è ariposo; quando altera con profondità il flusso alle cellule cardiache tale da rilasciare latroponina; quando è post infartuale; angina da sforzo ingravescente.Il rischio di morte aumenta in caso di angina instabile, rispetto a quella stabile, chepermette la formazione dei circoli collaterali.3.Edemi declivi (sarà anche un segno):se simmetrici bilaterali: escludendo quelli causati da patologie epatiche, renali, possono esserecausati anche da delle ostruzioni, delle compressioni, come per es compressione vasale: neoplasie,gravidanza...o ogni elemento che ostacola il deflusso.Per fare diagnosi differenziale tra queste situazioni e la causa cardiogena sarà utile analizzare legiugulari, che saranno turgide se l'edema è cardiogeno, viceversa in caso di ostruzione.Se invece sono asimmetrici le cause possono essere vasali.4.Palpitazioni: è la percezione del proprio battito cardiaco, può essere tachiaritmica, bradiaritmia, bradi-tachi aritmica regolare o irregolare.5.Sincope: possono comparire insieme a palpitazioni. E' descritta come incipiente perdita dei sensi,"stavo come per svenire", "vedo fosco", ma c'è coscienza; oppure perdiata completa anche diCardiologia-Pippo Federico-A.A. 2010-2011 2
 
coscienza. E' una sorta di "interruttore che si spegne e poi riaccende".La presincope sarà l'incipiente perdita dei sensi, con successiva ripresa.La sincope si determina per inadeguata perfusione cerebrale: le cause sono svariate, per es sincopineuromediate, ossia per attivazione di archi-riflessi che iperstimolano il simpatico e comecontroreazione si ha attivazione del parasimpatico: dilatazione vasi e bradicardia-->calo perfusionecerebrale.
Tilting test:
test in sincopi neurogene: si provoca tale riflesso esasperato, si mantiene lapersona legata su un tavolo facendolo passare da 60 a 90% e si studia come si attivano iriflessi.In cardiologia si può avere sincope per:1.Stenosi valvolare anatomica durante uno sforzo.2.Oppure in caso di grosso mixoma atriale: non passa sangue perchè il mixoma ostruisce gli orifizi valvolari, scendendo da atrio a ventricolo.3.Oppure in caso di aritmie lente o veloci come tachicardia ventricolare sostenuta: ventricolo pulsaa 200 b/min: senza apporto atriale, se poi avviene in un cuore già danneggiato-->apporto ematicoscarso al cervello.4.Sincope da furto della succlavia: in caso di alterazioni di impianto della succlavia che "succhiano"sangue alle carotidi: attinge dalle carotidi invece che da aorta.
Sincope per motivi neurologici (ischemia cerebrale): ci saranno anche sintomi focali, ossiadei segni neurologici di accompagnamento (disartiria, perdita di forza a parti del corpo...).
Lipotimia: si ha la sensazione di perdere i sensi, è simile alla presincope, è una fugaceperdita dei sensi, che viene percepita. E' un termine più vetusto.
Spesso le sincopi devono essere distinte dagli attacchi epilettici.6.Cianosi (sarà anche un segno)7.Astenia: a pressione sistemica bassa (e soprattutto a bassa differenziale) ed estremità malperfuse: è segno di bassa gittata cardiaca ; se il soggetto è tachicardico e pallido, ma non freddo:anemia.
Soffi, toni aggiunti, epatomegalia...sono sintomi.19.10.10
Endocardite infettiva
"Infezione delle'endotelio cardiaco, divisa in:1.Acuta: intervallo tra quando esordisce e c'è febbre passano 2 settimane; 2.Subacuta; 3.Cronica. Le valvole subiscono alterazioni, ossi presentano raccolta di germi, piastrine, collagene, unasorta di filamenti o noduli, (vegetazioni) che se si portano in circolo possono dare emboli.Colpisce valvole già malate (valvulopatie ,reumatismi articolari acuti...) opure valvole nativesane".
Ci sono dei fattori di rischio per endocardite:1.Protesi valvolare;2.Tossicodipendenza;3.Immunodepressi oncologici con portagat ossia dispositivo-catetere per infusione dei farmaci
...
Possono colpire tutte le valvole.Le endocarditi, come altre patologie cardiovascolari, sono diagnosticate grazie alla cultura delmedico: per es se si ha in cura un paziente con valvulopatia, e manifesta stati febbrili, possosospettare una endocardite, soprattutto se per es il paziente ha subito operazioni dentarie.L'endocardite batterica, nonostante i notevoli progressi di cura, ha mortalità tra il 15% e il 35%.(per infarto è < a 7%).Cardiologia-Pippo Federico-A.A. 2010-2011 3

Activity (6)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
silasjuba liked this
Francesco Evola liked this
scribdgamant liked this
scribdgamant liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->