Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
5Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
L'Asino d'oro L'ombra di Cavalcanti e Dante - Comunicato

L'Asino d'oro L'ombra di Cavalcanti e Dante - Comunicato

Ratings: (0)|Views: 397|Likes:
Published by segnalazioni

More info:

Categories:Types, Brochures
Published by: segnalazioni on Feb 08, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

10/29/2012

pdf

text

original

 
 
Roma, 7 febbraio 2011
La sanguinosa dialettica poetica e umana tra due amici e rivali, in tutte le sue tappe.Un confronto che diventa scontro mortale sui fondamenti del pensiero classico e cristiano.
 
La “pantera profumata” e l’immagine di donna In “L’ombra di Cavalcanti e Dante” l’inchiesta sui due grandi del DuecentoScricchiola il primato creativo del Sommo Poeta? 
L’originale ipotesi confermata dall’intera rilettura dei testi. Il nuovo libro per L’Asino d’oroedizioni di Noemi Ghetti, studiosa e scrittrice, in uscita il 10 febbraio 2011 in tutta Italia
“La pantera profumata”: quell’inafferrabile turbamento del corpo e della mente che provoca a volte la visione dell’essere umano diverso da sé, oggetto di desiderio e conquista,raggiunse quasi mille anni fa con Guido Cavalcanti e Dante Alighieri l’apice di una ricercaletteraria che per tutta la vita vide impegnati con esiti molto diversi i due campioni del DolceStilnovo in dispute sulla “conoscenza d’amore”.Di un’immagine femminile molto diversa rispetto ai modelli attualmente in auge, e lacui comparsa nella scrittura, con tutta la sua corporea sensualità, diede origine alla linguaitaliana nell’arte poetica agli inizi del Duecento in Sicilia, si parla in “L’ombra di Cavalcanti eDante” (L’Asino d’oro edizioni), il nuovo libro di Noemi Ghetti, studiosa, autrice di opere di critica e di narrativa storico-letteraria, in uscita giovedì 10 febbraio 2011 in tutte le libreried’Italia.Indagando sulla duplice sfida, linguistica e filosofica, tra i due più grandi scrittori del Duecento circa la natura dell’amore e l’origine della poesia, l’autrice con “passione eaudacia”, come scrive Roberto Antonelli nella premessa, dipana con il ritmo di un’inchiesta lasanguinosa dialettica poetica e umana tra due amici e rivali, in tutte le sue tappe. Unconfronto che si tramuterà in scontro mortale sui fondamenti del pensiero classico ecristiano.Tutto ha inizio, racconta Noemi Ghetti, con la rivolta dei poeti siciliani al latino dellacultura ecclesiastica, che rompe la corazza razionale di una lingua eletta dalla Chiesa acustode del logos occidentale, usata nei secoli per tramandare quel pensiero greco che da Aristotele a Platone, annullando completamente la donna, legava la conoscenza al rapportodi pederastia tra maestro e discepolo. Nei versi dei poeti della corte di Federico II l’immaginedella donna riemerge invece sull’onda di una ricerca sulla natura e sull’origine dell’amore chetrasforma il modo di immaginare e di scrivere, dando vita a una nuova lingua: l’italianoletterario.Ed è su questa novità che Cavalcanti e Dante, toscani della Firenze comunale, si affrontano, segnando l’epilogo di quella ricerca in un intreccio di vicende politiche e private,tra amori, amicizie, rivalità, invidie e tradimenti. Una sfida che si conclude con la conversionedel Sommo Poeta dall’amore per la donna all’amore per Dio, in una sorta di resa, anchelinguistica, ai precetti della cultura classica e cristiana.Con il ritorno ai modelli del latino medievale nella
Divina Commedia
 , Dante - che pureaveva vantato il merito della novità stilnovistica - abbandona la lingua irrazionale dei siciliani da cui aveva attinto, rivelando che quel primato di creatività, da sempre attribuitogli dallacritica e dalla tradizione, non corrisponde completamente alla realtà.Un’ombra perturbante accompagna infatti l’Alighieri per tutta la vita: l’ateo Cavalcanti,maestro e “primo amico”, geniale e sensibile poeta che prima di essere esiliato aveva avutol’ardire di accusarlo di viltà e disonestà.L’intera analisi e il confronto dei testi cavalcantiani e danteschi, afferma Roberto Antonelli, fa di questo volume, arricchito da una preziosa antologia di poesie e scritto “conmodalità e stile sempre coinvolgenti”, uno strumento indispensabile per comprendere quanto

Activity (5)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
Daniela Teroni liked this
Daniela Teroni liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->