Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
k speciale mondino

k speciale mondino

Ratings: (0)|Views: 67|Likes:

More info:

Published by: La redazione di Kronstadt on Feb 15, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

02/15/2011

pdf

text

original

 
©
Massimo Ghimmy
Ci sono due studenti sul tettodi uno stabile in concessioneall’università.Non chiedetevi, adesso, perquale motivo siano lì: potrebbeessere perché protestano controil riscaldamento globale, controla guerra in Aghanistan, con-tro i mefstoelici magistrati co-munisti o contro Hello Kitty. Ilpunto è che in questo momen-to due studenti sono sul tetto diuno stabile gestito dall’universi-tà e il rettore non è neanche an-dato a vedere se stiano bene.Ha detto, soltanto, di andare dalui per un incontro: acile to-gliersi così il pensiero compien-do un invito ormale che sape-va benissimo non sarebbe statoaccolto -se sto occupando seria-mente un posto ci resto, cascas-se il mondo. Ancora una volta, dunque, lamassima carica del nostro ate-neo sceglie di utilizzare la viapiù semplice e -sulla carta-ineccepibile invece di risolve-re il problema mostrandoci lacomprensione e l’attenzioneche una fgura come la sua do-vrebbe avere nei conronti de-gli studenti. Angiolino Stella trova il tem-po per are tante cose: ricevereospiti illustri, presenziare allecelebrazioni ufciali e così via.Del tempo per andare a are unapasseggiata fno in via Palestro,però, ha deciso di non voler-lo spendere. Cosa bisogna are,più che salire su di un tetto, peravere la sua attenzione sincerae interessata? E, soprattutto, sea trovarsi in una situazione delgenere non ossero stati due ra-gazzi appartenenti ad un certotipo di cultura ma due studen-ti qualunque, il suo comporta-mento sarebbe stato dierente?La storia personale di un indi-viduo o di un gruppo di indivi-dui è sufciente per ignorarliquando decidono di compieregesti di protesta simili? -Si trat-ta pur sempre di due ragazzi inuna situazione che è tutto uor-ché sicura, come il rettore hapiù volte aermato per giusti-fcare l’impossibilità di utilizza-re lo spazio occupato- Quanto èspessa la linea di demarcazionetra la persona e l’azione? E perquanto tempo ancora dovrannoesistere linee del genere?
Ginevra Sanvitale
La linea sultetto chescotta
“forse costruiscono poltrone troppo comode” 
Che robaRettore!
È preoccupante, per gli stan-dard della vita moderna, l’al-zarsi di tensioni, il atto cheormai si debba rischiare dipiù per ottenere la libertà tan-to agognata da ogni uomo. Inun’epoca in cui i valori sonosvalutati e solo la tranquilla vi-ta, il sogno americano, è ormaiimperante nella testa di mol-ti non si vuole perdere la con-dizione di bambole di porcel-lana, non ci si scontra, non silotta, si accetta: Io non ne ac-cio parte, non è aar mio, de-vo pensare alle mie cose.Per ortuna non mi sento mo-derno.Sono fero e orgoglioso dellepersone che non ci stanno agirarsi dall’altra parte. L’unicavera Italia di cui ci siamo sem-pre potuti ar regio.Non è un elogio: è la lucidaverità dell’amor di cronaca. Ese orse, personalmente, po-trei non essere d’accordo suun’idea o su un modo di a-re, di ronte a persone che so-no ancora disposte a rischiaretanto per un diritto, una liber-tà, un’idea non posso che pro-vare ammirazione.Se non ve ne siete ancora ac-corti tutto ha un prezzo, se nonun prezzo un piatto per entra-re in gioco: quanto vale la vo-stra libertà?
 Endriu
Le Catene degli Uomini Liberi
continua a pagina due...
Là dove osano gli studenti
 Nella mattina del 10 febbraio vienesgomberato lo Spazio di Mutuo Soc-corso Ex Mondino. Il presidio ha avuto inizio alle 5.00. Alle ore 9.00 una compagine di uncentinaio tra polizia carabinie-ri agenti della municipale e vigili del fuoco entrava in campo controi manifestanti. Aggirando il cordo-ne, creatosi su una delle entrate del-lo stabile, gli agenti irrompevanodall’entrata principale, che è statadifesa per quanto possibile. Nel frat-tempo, due studenti rimasti all’in-terno dello stabile salivano sul tettodell’ex Mondino, dove tutt’ora sono. Attraverso la portavoce del RettoreG. Bruttocao, alle ore 11.30 circa, si è cercato il dialogo con il Rettore A.Stella, a cui si chiedeva di interveni-re personalmente recandosi sul po-sto. A questo appello il Rettore, chenon ha garantito la sua presenza a Pavia malgrado in quelle ore si svol- gevano fatti che coinvolgevano inmodo grave i suoi studenti, ha rispo-sto chiedendo che i ragazzi sul tet-to lo abbandonassero, minacciandoaltrimenti di non riceverli né in quel momento né nelle prossime ore. Al-le ore 15.30 arriva la proposta: unadelegazione composta da alcuni stu-denti sarebbe stata ricevuta dal Ret-
tore. I ragazzi hanno però rifutato
di recarsi in Università ribadendoche il Rettore stesso avrebbe dovutoraggiungere l’assemblea per dialo- gare con i suoi studenti.
 Fino ad oggi nessuna novità, fno a
che alle ore 14.00 dell’11 febbraio la portavoce del Rettore si recava in via Palestro per prendere in consegna“una lettera dal tetto” edita nell’as-semblea permanente di stanotte.
Cosa chiedono i ragazzi dell’as-semblea e i ragazzi sul tetto delMondino, che sono lì ormai da30 ore, ad ora?“Ribadiscono la proposta attaal Rettore di recarsi in via Pale-stro per contrattare, portandoperò una proposta concreta diuno spazio adatto ad accoglierei servizi che il progetto di Spa-zio di Mutuo Soccorso si pro-pone di attuare. Quello che ilRettore ci ha proposto nei gior-ni scorsi era di costituire un ta-volo in cui decidere per l’asse-gnazione di un altro posto chenon osse l’ex Mondino, propo-sta che abbiamo giudicato pre-testuosa in quanto in anni diricerca del dialogo non si sonomai ascoltate le nostre richie-ste. Inoltre, l’idea di spazio chevorrebbero destinare è rivoltaa gruppi studenteschi: l’auto-gestione sarebbe sottoposta, inmodo incompatibile rispettoal nostro progetto, ad un’ideadi concessione solo per deter-minati eventi o singole inizia-tive. Chiediamo un reale tavo-lo di trattativa in cui venganopresi seriamente in considera-zione i bisogni di spazi relati-vi al progetto SMS; che que-sto spazio sia dato in gestioneautonoma agli studenti che siaranno carico degli oneri ge-stionali: non chiediamo soldiall’Università. Chiediamo chenon sia un tavolo chiuso, aper-
ronstadtk
Periodico MensileEdizione StraordinariaVenerdì 11Febbraio 2011ISSN 1972-9669
Un momento dello sgombero di giovedì 10 febbraio. Il manifestante in primo piano -travestito da scheletro - rappresenterebbe il futuro degli studenti italiani.

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->