Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
27Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Riassunto Economia ed Org. Aziendale L-A

Riassunto Economia ed Org. Aziendale L-A

Ratings:

5.0

(1)
|Views: 944|Likes:
Published by Ingegnere Pazzo
Premessa importante!

Non ho seguito le lezioni di Economia ed Organizzazione Aziendale L-A: ho piuttosto seguito i consigli di chi l'esame l'aveva già passato e mi sono preparato basandomi sulle esercitazioni trovate sul sito dell'università e sulla lettura dei due libri di testo. Il mio errore, tuttavia, è stato quello di svolgere solo le tre tipologie di esercizi presenti sul sito, mentre all'esame ne sono presenti altre (la tabella piena di incognite da disvelare, le voci di bilancio da riclassificare, le domande di teoria, etc...), delle quali non ero a conoscenza se non la sera prima dell'esame. Le nuove tipologie di cui sopra compaiono spesso agli esami ed è fondamentale prenderci confidenza; purtroppo, però, non ho svolto neanche uno di quegli esercizi perciò essi non compaiono in questo riassunto, che è quindi "incompleto" (e lo rimarrà per sempre - ahimé - visto che non ho intenzione di toccare MAI PIU' questa materia).

Mi raccomando, spulciate bene tutte le risorse che trovate sul sito universario e sul nuovo Campus, perché la gamma degli esercizi possibili è molto più ampia di quelle poche esercitazioni che si trovano in ing2.unibo.it (sezione "materiale didattico").

In bocca al lupo a tutti quanti!
Premessa importante!

Non ho seguito le lezioni di Economia ed Organizzazione Aziendale L-A: ho piuttosto seguito i consigli di chi l'esame l'aveva già passato e mi sono preparato basandomi sulle esercitazioni trovate sul sito dell'università e sulla lettura dei due libri di testo. Il mio errore, tuttavia, è stato quello di svolgere solo le tre tipologie di esercizi presenti sul sito, mentre all'esame ne sono presenti altre (la tabella piena di incognite da disvelare, le voci di bilancio da riclassificare, le domande di teoria, etc...), delle quali non ero a conoscenza se non la sera prima dell'esame. Le nuove tipologie di cui sopra compaiono spesso agli esami ed è fondamentale prenderci confidenza; purtroppo, però, non ho svolto neanche uno di quegli esercizi perciò essi non compaiono in questo riassunto, che è quindi "incompleto" (e lo rimarrà per sempre - ahimé - visto che non ho intenzione di toccare MAI PIU' questa materia).

Mi raccomando, spulciate bene tutte le risorse che trovate sul sito universario e sul nuovo Campus, perché la gamma degli esercizi possibili è molto più ampia di quelle poche esercitazioni che si trovano in ing2.unibo.it (sezione "materiale didattico").

In bocca al lupo a tutti quanti!

More info:

Published by: Ingegnere Pazzo on Sep 06, 2008
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/09/2014

pdf

text

original

Piccolo riassunto di Economia ed Organizzazione Aziendale L-A
1
STATO PATRIMONIALE

Lo stato patrimoniale fornisce informazioni sulla situazione patrimoniale e finanziaria di un\u2019entit\u00e0 (ad es. un\u2019impresa, un\u2019azienda, una societ\u00e0). Lo stato patrimoniale rappresenta un\u2019istantanea della posizione patrimoniale e finanziaria di un\u2019azienda e, per questo, dev\u2019essere corredato di data. In genere viene redatto su due colonne:

\u2022
quella di destra riportapa ssi vi t\u00e0 ec api ta len e tto;
\u2022
quella di sinistra lea tti vi t\u00e0.
Leatti vi t\u00e0 sono, ad es., il denaro, gli impianti, i terreni, i macchinari e altre risorse (non gli impiegati, in
quanto le risorse devono essere possedute).

Lepassi vi t\u00e0 sono obblighi costituiti prevalentemente da debiti che l\u2019azienda ha nei confronti di terzi (usualmente chiamaticre ditor i: essi, siccome hanno fornito denaro all\u2019azienda, hanno diritti nei confronti delle attivit\u00e0 aziendali in misura pari all\u2019ammontare del loro credito), ma anche da doveri o impegni a tenere un determinato comportamento.

Il capitale netto pu\u00f2 essere visto sotto varie prospettive:
\u2022
somma di capitale versato (ammontare di denaro apportato direttamente dalla Propriet\u00e0, ad es.
azionisti) + riserve di utili (ricchezza non ancora distribuita agli azionisti);
\u2022
la differenza fra attivit\u00e0 e passivit\u00e0. Il principio del duplice aspetto afferma infatti che
attivit\u00e0 = passivit\u00e0 + capitale netto
[cio\u00e8 il totale dei diritti vantati sulle attivit\u00e0 (passivit\u00e0, ci\u00f2 che hanno i creditori, e capitale netto, ci\u00f2
che hanno i proprietari) non potr\u00e0 mai essere pi\u00f9 delle attivit\u00e0]
la quale pu\u00f2 essere vista anche in questo modo:
capitale netto = attivit\u00e0 - passivit\u00e0
[ogni attivit\u00e0 sulla quale non vantano diritti i creditori sar\u00e0 rivendicata dai detentori del capitale
netto (i proprietari)]
Ci\u00f2 significa che il capitale netto pu\u00f2 essere visto come l\u2019attivit\u00e0 al netto delle passivit\u00e0 (cio\u00e8 tolte
le passivit\u00e0).
Principio di omogeneit\u00e0

Siccome le attivit\u00e0 sono eterogenee per natura (un PC \u00e8 diverso da un buono del tesoro, un fabbricato \u00e8 diverso da un\u2019azione), dobbiamo stabilire un\u2019unica unit\u00e0 di conto. Si \u00e8 scelto a questo proposito di utilizzare lamoneta, in virt\u00f9 delle sue funzioni di mezzo di scambio di beni e servizi di qualsiasi specie. Convertendo in termini monetari - attraverso un\u2019unica unit\u00e0 di misura a valore nominale costante - quantit\u00e0 che si riferiscono a risorse diverse, possiamo assoggettarle al calcolo aritmetico1. Il principio di omogeneit\u00e0 vorrebbe che l\u2019unit\u00e0 di misura conservi nel tempo la sua capacit\u00e0 di rappresentare il potere d\u2019acquisto: la moneta, ahinoi, non rispetta questo requisito (ad es. pu\u00f2 svalutarsi) per cui pu\u00f2 essere necessario fare qualche correzione2.

Principio di identit\u00e0 giuridica

La contabilit\u00e0 si riferisce all\u2019azienda e non alle persone che la possiedono: il proprietario di un\u2019azienda, se prende una certa quantit\u00e0 X di denaro dalla sua societ\u00e0 per aggiungerla al suo patrimonio personale, produce effetti diversi su di s\u00e9 e sull\u2019azienda (nonostante lui sia a tutti gli effetti il proprietario). Per questo la contabilit\u00e0 deve avere come riferimento l\u2019azienda considerata comedistinta dalle persone a essa collegate (principio di identit\u00e0 giuridica, entity concept) qualsiasi sia la forma giuridica utilizzata (s.p.a, societ\u00e0 di persone o impresa individuale).

1 Chiaramente ci sono alcune cose che non possono essere valutate (tipo le condizioni di salute del presidente dell\u2019azienda, se sia in atto uno
sciopero, etc\u2026) ma d\u2019altronde, se anche solo provassimo a stimarle, perderemmo di oggettivit\u00e0.
2 Anche se c\u2019\u00e8 chi dice che questi aggiustamenti genererebbero confusione e andrebbero a scapito dell\u2019obiettivit\u00e0 della rappresentazione.
Piccolo riassunto di Economia ed Organizzazione Aziendale L-A
2
Principio di prospettiva di funzionamento
Le aziende non sono eterne: possono infatti chiudere, fondersi con altre, fallire. Il bilancio deve tuttavia
reggersi su un\u2019ipotesi detta prospettiva di funzionamento, quale pu\u00f2 essere:
\u2022
l\u2019azienda interrompe definitivamente, entro un breve lasso di tempo, la propria attivit\u00e0 (ad es. per
liquidazione o per cessione: in questo caso si effettuano bilanci di liquidazione o bilanci di cessione);
\u2022
l\u2019azienda continua a funzionare per un tempo indeterminato (\u00e8 l\u2019ipotesi pi\u00f9 comune).
Il principio della prospettiva di funzionamento non suggerisce regole di comportamento: \u00e8 solo un\u2019ipotesi
generale che serve per applicare determinate modalit\u00e0 di redazione dei rendiconti3.
Principio del costo

Chi legge un bilancio vuole sapere qual \u00e8 il valore della attivit\u00e0 presenti nello stato patrimoniale. Il termine che indica il valore di un\u2019attivit\u00e0 \u00e8 valore di mercato (market value), cio\u00e8 il valore al quale un\u2019attivit\u00e0 potrebbe con ragionevole certezza essere venduta.

In generale, un\u2019attivit\u00e0 \u00e8 presente in bilancio al valore di mercato quando esiste un\u2019informazione oggettiva e affidabile su quale sia questo valore. Se manca, il principio del costo stabilisce che l\u2019attivit\u00e0 dev\u2019essere riportata in bilancio al suo costo di acquisto (o costo storico)4. Chiaramente col tempo il valore \u201creale\u201d potrebbe scemare (un\u2019automobile vecchia 10 anni non vale pi\u00f9 come all\u2019acquisto), sicch\u00e9 nasce il problema di rettificare nel tempo l\u2019ammontare di tale misura per tenere conto della progressiva riduzione (o, perch\u00e9 no, dell\u2019aumento) della funzionalit\u00e0 del bene5. Si preferisce tuttavia l\u2019oggettivit\u00e0 del costo storico rispetto all\u2019arbitrariet\u00e0 che pu\u00f2 avere una valutazione o una stima fatta in fieri. Qui, tra l\u2019altro, viene tirato in ballo anche il principio di prospettiva di funzionamento: si presuppone infatti che l\u2019azienda manterr\u00e0 il possesso dei suoi beni per un tempo sufficientemente lungo da rendere possibile lo svolgimento delle azioni future, rimanendo quindi nell\u2019ottica che l\u2019azienda sopravvivr\u00e0 per un tempo indeterminato.

Per quanto riguarda le attivit\u00e0 monetarie (quelle che rappresentano diritti su uno specifico ammontare di denaro, e che in fin dei conti lo sono anche concretamente6), siamo pi\u00f9 fortunati: esse sono presenti in bilancio al loro valore di mercato.

Attivit\u00e0
Approfondiamo il concetto dia ttiv it\u00e0. Per essere considerata tale, un\u2019attivit\u00e0 deve rispettare tre requisiti:
\u2022
dev\u2019essere sotto ilcont rollo dell\u2019azienda (una cosa in affitto non \u00e8 un\u2019attivit\u00e0, i dipendenti non
sono un attivit\u00e07);
\u2022
l\u2019attivit\u00e0 deve avere unvalore per l\u2019azienda (dev\u2019essere cassa in senso stretto, oppure un bene
vendibile, oppure un bene utilizzabili per creare valore);
\u2022

dev\u2019essere stata acquistata ad un costo oggettivamente quantificabile (un marchio - anche se famoso - non \u00e8 un\u2019attivit\u00e0 per l\u2019azienda che lo detiene da sempre; se per\u00f2 l\u2019azienda compra un\u2019altra azienda detentrice di un marchio prestigioso, il costo di quest\u2019ultimo pu\u00f2 essere valutato nelle attivit\u00e0).

Si fa inoltre la distinzione fra:
\u2022
attivit\u00e0correnti (o a breve termine): comprendono la cassa e quelle attivit\u00e0 che si ipotizza si
trasformeranno in cassa entro il breve periodo (ad es. entro un anno);
3 Ad esempio, una fabbrica di jeans dispone in un qualunque momento di pantaloni in diverse fasi di lavorazione, ma quelli rimasti \u201ca met\u00e0\u201d
non avrebbero alcun valore se non presupponiamo che l\u2019azienda continuer\u00e0 a vivere e questi semi-lavorati un giorno diventeranno prodotti
finiti con un certo valore di mercato.
4 Questo fa s\u00ec che l\u2019importo del capitale netto non corrisponda al valore di mercato dell\u2019azienda.
5 I terreni, i fabbricati e le rimanenze hanno in generale questa caratteristica: il loro valore di mercato non pu\u00f2 essere determinato in modo
affidabile nel tempo, eccezion fatta per il momento in cui sono stati acquistati.
6 Ad esempio la liquidit\u00e0 in un conto corrente bancario, un buono del tesoro, un titolo negoziabile in borsa.
7 Il contratto che una societ\u00e0 effettua con un calciatore, invece, lo \u00e8 (viene \u201ccomprato\u201d).
Piccolo riassunto di Economia ed Organizzazione Aziendale L-A
3
\u2022
attivit\u00e0immobilizzate (o a lungo termine): sono le attivit\u00e0 che ci si aspetta produrranno la loro
attivit\u00e0 (o si trasformeranno in cassa) nel lungo periodo.
Passivit\u00e0
Le passivit\u00e0 sono i diritti vantati da creditori e soggetti esterni all\u2019azienda su tutte le attivit\u00e0 (e non su una
parte particolare di esse). Anche qui si fa la distinzione fra:
\u2022
passivit\u00e0correnti (o a breve termine): quelli da estinguere nel breve periodo;
\u2022
passivit\u00e0 a lungo termine: da estinguere nel lungo periodo.
Quoziente di liquidit\u00e0
Viene definito come
attivit\u00e0 correnti
passivit\u00e0 correnti
e misura la capacit\u00e0 di un\u2019azienda di fare fronte ai propri impegni finanziari di breve periodo.
Capitale netto
Viene detto anche capitale di rischio o patrimonio netto e deriva da:
\u2022
capitale versato:ammontare di denaro apportato direttamente dalla Propriet\u00e0 (ad esempio dagli
azionisti o dai soci, che possono a piacimento far confluire il proprio denaro nelle casse
dell\u2019azienda). A sua volta viene suddiviso in:
o
capitale sociale;
o
riserva da sovrapprezzo delle azioni;
\u2022
riserve di utili:rappresenta la ricchezza generata attraverso la gestione sin dal momento di

costituzione dell\u2019azienda e non distribuita ai detentori del capitale di rischio sotto forma di denaro (dividendi). Tipicamente le riserve di utili vengono aggiornate al termine della compilazione delle scritture contabili e del conto economico: una volta che sono state applicate le imposte agli utili, e si \u00e8 perci\u00f2 calcolato il reddito netto, il denaro risultante va sommato alla voce \u201criserve di utili\u201d8 (). Si ha:

Riserve di utili
utili
dividendi distribuiti
utili "trattenuti"
=
\u2212
=
\u2211
\u2211
\u2211
8 Oppure, eventualmente, viene spartito tra la Propriet\u00e0 o - come gi\u00e0 detto - ridistribuito in dividendi. Se negli esercizi non viene specificato
nulla, i soldi vanno a confluire nelle riserve di utili.

Activity (27)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
Giuseppe Amato liked this
Greta Di Fusco liked this
ingegnercane liked this
Freudolo liked this
Greta Di Fusco liked this
Greta Di Fusco liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->