Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
4Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
I Pirati: un ambiente di esperienze matematiche e scientifiche

I Pirati: un ambiente di esperienze matematiche e scientifiche

Ratings: (0)|Views: 1,153 |Likes:
Presentazione dettagliata di un'esperienza didattica triennale rivolta a creare un ambiente di apprendimento incluso della matematica. A cura di Annalisa Sodi, Scuola Città Pestalozzi, dalla classe 1° alla classe 3° (2004-2007)
Gli allegati indicati nel testo sono in:
http://gold.indire.it/nuovo/gen/show.php?ObjectID=BDP-GOLD00000000002386E5
Presentazione dettagliata di un'esperienza didattica triennale rivolta a creare un ambiente di apprendimento incluso della matematica. A cura di Annalisa Sodi, Scuola Città Pestalozzi, dalla classe 1° alla classe 3° (2004-2007)
Gli allegati indicati nel testo sono in:
http://gold.indire.it/nuovo/gen/show.php?ObjectID=BDP-GOLD00000000002386E5

More info:

Categories:Types, School Work
Published by: Curricolo Matematica Pestalozzi on Jun 03, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

01/18/2014

pdf

text

original

 
 1
 
Istituto comprensivo 
SCUOLA- CITTÀ PESTALOZZI
Scuola sperimentale statale
D.M. 10.03.06 - ex art. 11 D.P.R. n. 275/1999 Scuola Laboratorio - Centro Risorse per la formazione docenti 
Via delle Casine,1 50122 Firenze - tel. 055-2340825 - fax 055-2261070 - URL:
http://ospitiweb.indire.it/pestalozzi
 
E-mail:
fiee02100x@istruzione.it
-
pestal@tin.it
 
 Esperienza condotta dall’insegnante dell’Area matematica Annalisa Sodi negli anni scolastici 2004 – 2007, con la stessa classe, dalla prima alla terza primaria.
L’uso di personaggi o ambienti di fantasia nella prima classe della scuola primaria è abbastanzadiffuso: la continuità con la scuola dell’infanzia, la ricchezza del mondo fantastico dei bambini diquella età incoraggia nelle maestre l’invenzione di gnomi, animaletti amici, fate e simili. Anche perme è sempre stato di grande interesse ed utilità approfittare di questi personaggi per dare unacoloritura affettiva alle attività di matematica e farne un oggetto di conoscenza caldo e accattivante.Alcuni anni fa mi sono trovata a insegnare in una classe di piccoli caratterizzata dalla presenza dinumerosi bambini con vari livelli di svantaggio e molte eccellenze. C’era bisogno di potersidedicare agli uni ed agli altri con modalità diverse, ma coerenti ed inserite in un quadro comune, sidovevano gestire tempi di apprendimento e realizzazione diversissimi senza vuoti e nel rispetto ditutti.Così, quello che era un gioco episodico si è strutturato nel tempo in un percorsomatematico/fantastico che conteneva dentro di sé tutte le attività logico/matematiche della classe, incui i bambini potevano trovare motivi di interesse su più piani.Lo si può anche pensare come un percorso suscettibile di ampliamento dall’area matematica ad altrearee, componendo un labirinto di rimandi, richiami, attività, esperienze in cui i bambini possonocostruire le loro conoscenze.
I Pirati
:
un ambiente di avventure matematiche e scientifiche
Questa è la storia di come una maestra, costretta da una gruppo particolarmente variegato amobilitare tutte le sue risorse, abbia trovato, insieme ai suoi bambini, l’amicizia di una ciurma dipirati matematici che hanno accompagnato la classe per tre anni della loro vita comune.
PARTE PRIMA
PRIMA PRIMARIA
In prima, per dare una colorazione emotiva più forte ai numeri che stavamo formalizzando, hocercato di trovare una canzone o una filastrocca che rammentasse il numero stesso.Per il quattro ho trovato questa:
 
 2
4 PIRATI
 DO SOLQuattro pirati del Mar dei Sargassi DOsopra una barca fatta di assiFA DOstanno remando, dicono loroSOL DOalla ricerca di un grande tesoroUno è alto, uno è basso e un po’ zoppoed il terzo ha una benda sull’occhio,al capitano la mano han tagliataal suo posto ne ha un’ altra uncinataSono arrivati su un’isola stranadove hanno incontrato una ranache saltando con aria distrattanelle mani gli ha messo una mappa
 
Se il tesoro volete trovareli’ di certo dovete scavaredopo avere scavato due buchi per disdetta ci sono cadutiUno è bello, uno è brutto, uno è mattoad un altro gli manca l’olfattoe per colpa di questo difettoscambia la cacca per un confetto I 4 pirati del mar dei sargassison risaliti sopra le assistanno remando e cantano in corotornano a casa, ma senza il tesoro
La canzoncina doveva solo servire per illustrare il numero 4, ma il successo è strepitoso: vieneimparata, divisa in sequenze ed illustrata.Cominciano a nascere storie e fantasie sui 4 pirati e soprattutto tanti disegni di mappe del tesoro,che vengono raccolte e usate per giocare in giardino durante la ricreazione.Ne propongo una anch'io, anzi la faccio trovare una mattina in classe, accompagnata da una letteradella “rana distratta” citata nella canzone. Si tratta dell’immagine di un'isola su cui è tracciata unalinea dei numeri non rettilinea, ma sinuosa, che ha, ad ogni numero da 1 a 10, un luogo “piratesco”(il porto, il fortino,le paludi, la caverna, ecc.)Su questa isola i 4 pirati hanno avventure numerico/piratesche andando avanti e indietro sulla lineadei numeri.Il lavoro si è svolto in più lezioni disseminate nell’arco di qualche settimana
ed è servito perl’approfondimento della conoscenza della linea dei numeri.
 
 3
CARI BAMBINI DI PRIMASONO LA RANA DISTRATTA DELLA CANZONE DEI PIRATIREGALO ANCHE A VOI UNA MAPPA DEL TESORO.

Activity (4)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
libribelli liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->