Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Sentenza Tar Su Deposito Ghiaia

Sentenza Tar Su Deposito Ghiaia

Ratings: (0)|Views: 41|Likes:
Published by associazione

More info:

Categories:Topics, Art & Design
Published by: associazione on Jun 11, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

06/11/2011

pdf

text

original

 
Il Tribunale Amministrativo Regionale per le Marche(Sezione Prima)ha pronunciato la presenteORDINANZAsul ricorso numero di registro generale 1065 del 2010, integrato da motivi aggiunti, proposto da:Comune di Civitanova Marche, rappresentato e difeso dall'avv. Stefano Pollastrelli, condomicilio eletto presso Avv. Maria Paola Giannotti in Ancona, via Palestro, 5;controMinistero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, rappresentato e difesodall'Avvocatura Distr. Dello Stato, domiciliata per legge in Ancona, piazza Cavour, 29;nei confronti diRegione Marche, Provincia di Macerata, Agenzia Regionale Protezione Ambiente(Arpa) - Marche, Ministero dell'Economia e delle Finanze, Agenzia del Demanio -Filiale di Ancona; per la declaratoria di illegittimità del silenzio-rifiuto serbato dal Ministero dell’Ambiente edella Tutela del Territorio e de1 Mare;e per l’annullamento del Decreto direttoriale prot. 1169/TRI del 14.2.2011 di approvazione delverbale della conferenza di servizi decisoria 10.2.2011;nonché per il risarcimento del danno.Visti il ricorso, i motivi aggiunti e i relativi allegati;
 
Visto l'atto di costituzione in giudizio di Ministero dell'Ambiente e della Tutela delTerritorio e del Mare;Vista la domanda di sospensione dell'esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;Visto l'art. 55 cod. proc. amm.;Visti tutti gli atti della causa;Ritenuta la propria giurisdizione e competenza;Relatore nella camera di consiglio del giorno 9 giugno 2011 il dott. Gianluca Morri euditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;Rilevato e considerato:- che con ricorso per motivi aggiunti, depositato in data 19.5.2011, viene impugnato ilDecreto direttoriale prot. 1169/TRI del 14.2.2011 di approvazione del verbale dellaconferenza di servizi decisoria 10.2.2011, connesso con l’oggetto dell’odiernacontroversia instaurata avverso il preteso silenzio serbato dal Ministero dell'Ambiente edella tutela del territorio e del mare a seguito di diffida in data 17.5.2010 prot. 25771inoltrata dall'Amministrazione comunale oggi ricorrente;- che va quindi applicato l’art. 117 comma 5 del D.Lgs. 104/2010, con prosecuzione delgiudizio osservando il rito ordinario;- che l’originaria azione giudiziaria, proposta formalmente contro il preteso silenziosopra indicato, è rivolta, nella sostanza, ad accertare quale sia l'amministrazionecompetente a provvedere agli interventi di bonifica definitiva, tra cui, in particolare, larimozione di un deposito di ghiaia accumulato a seguito dell'intervento di messa insicurezza del sito;- che detta questione risulta essere aperta da tempo, perlomeno dal 29.1.2010, giorno incui il Comune di Civitanova Marche inoltrava una richiesta a tutte le amministrazionicoinvolte nel procedimento di bonifica, al fine di ottenere la rimozione del predettoaccumulo e l'attuazione degli interventi di bonifica definitiva;- che, al riguardo, va inoltre osservato che il Ministero dell'Ambiente aveva già espressola propria posizione con nota del Direttore generale in data 4.6.2008, affermando lacompetenza del Comune da questi invece negata; posizione ministeriale sostanzialmenteribadita con la successiva nota 24.1.2011 depositata in giudizio il giorno 7.2.2011;
 
- che, sulla base della documentazione versata in atti, non si può quindi affermare che ilMinistero dell'Ambiente abbia adottato e mantenuto una posizione di semplice inerzia difronte alle istanze del Comune di Civitanova Marche;- che, per quanto concerne i profili impugnatori introdotti con il ricorso per motiviaggiunti, come precisati con dichiarazione a verbale, non sembra che la conferenza diservizi decisoria del 10.2.2011 abbia carattere innovativo, limitandosi a ribadire precedenti determinazioni decisorie della stessa conferenza di servizi (in particolarequelle adottate nella seduta del 30.9.2010);P.Q.M.il Tribunale Amministrativo Regionale per le Marche:- dispone la prosecuzione del giudizio secondo la disciplina del rito ordinario;- respinge le istanze di misure cautelari, sia con riguardo al ricorso introduttivo delgiudizio che con riguardo al successivo ricorso per motivi aggiunti.Compensa le spese della presente fase cautelare.La presente ordinanza è depositata presso la Segreteria del Tribunale che provvederà adarne comunicazione alle parti.Così deciso in Ancona nella camera di consiglio del giorno 9 giugno 2011 conl'intervento dei magistrati:Luigi Passanisi, PresidenteGianluca Morri, Consigliere, EstensoreTommaso Capitanio, Primo Referendario
 L'ESTENSOREIL PRESIDENTE 
DEPOSITATA IN SEGRETERIAIl 10/06/2011IL SEGRETARIO(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->