Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword or section
Like this
2Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Dispensa Di Diritto Privato

Dispensa Di Diritto Privato

Ratings: (0)|Views: 121|Likes:
Published by pal210

More info:

Published by: pal210 on Jun 19, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/13/2014

pdf

text

original

 
 Schemi di studio sulle fonti del diritto e sulla interpretazione
Fonti del diritto
Fonti fatto: consuetudine, necessità, rinvio a fonti di altri ordinamenti.
Fonti atto (Italia):
Costituzione, leggi costituzionali e leggi di revisione costituzionale
Trattati, regolamenti e direttive Ce (Comunità europea)
Leggi ordinarie (Stato e Regioni), decreti legge, decreti legislativi, referendum abrogativi
Regolamenti (organi costituzionali, statali, enti territoriali)
Norme corporative (cioè le norme poste dai contratti collettivi)
periodo fascista
Usi:
quando richiamati da fonti precedenti;
in materie non regolate da altra fonte (consuetudine).
Interpretazione e antinomie
Criterio gerarchico, cronologico e di competenza
Riserva di legge (assoluta e relativa)
Principio di preferenza di legge
Iniziativa legislativa: approvazione (Camere)
promulgazione (Presidente)
pubblicazione evacatio legis
Efficacia della legge
in base al tempo: irretroattività, abrogazione, illegittimità, leggi ad tempus
in base allo spazio: territorio italiano
in base ai soggetti destinatari della legge: italiani sul territorio e non
Leggi speciali e leggi eccezionali
L’interpretazione: dottrinale, analogica (legis/iuris), autentica, letterale, sistematica, estensiva(restrittiva)
Abrogazione: implicita, esplicita
Cenni sul referendum abrogativo
Fonti del diritto
: qualsiasi fatto o atto idoneo a produrre norme giuridiche in un sistema dato.
Fonti fatto
: ripetitività di comportamenti, accadimenti, e/o situazioni che determinano regole dicomportamento obbligatorie per tutti i consociati.Le fonti fatto di un ordinamento possono essere:
Consuetudine : a) è necessaria la stabilità e l’uniformità di comportamento tenuto nel tempo(carattere oggettivo) e b) che i comportamenti rilevanti siano tenuti dai soggetti nel convincimentodi conformarsi a una regola giuridica.La consuetudine ha vari utilizzi nei e tra i diversi ordinamenti: può essere usata per colmare lelacune dell’ordinamento in caso di una materia non disciplinata dalla legge; può essere conforme altesto scritto e quindi essere utilizzata come conferma; oppure può trovarsi in una situazione dicontrasto con il testo scritto.
Necessità (straordinaria): la forza normativa della necessità crea la regola di comportamento perfronteggiare evenienze altrimenti prive di disciplina giuridica.
Rinvio a fonti di altri ordinamenti: lo Stato opera un rinvio alla fonte internazionale rendendolaefficace nel nostro ordinamento. Il rinvio può essere mobile (si attribuisce efficacianell’ordinamento interno alle viarie disposizioni che la fonte internazionale produrrà nel tempo) orecettizio ( si conferisce efficacia nell’ordinamento interno a una o più disposizioni del dirittointernazionale indipendentemente dalla loro evoluzione futura).
Fonti atto
: atti produttivi di norme giuridiche adottati dagli organi di competenza e secondo leprocedure prescritte.
1
 
Costituzione
(diritto costituzionale): comprende tutte le norme che regolano i diritti e i doveri deicittadini, che sanciscano l’organizzazione dello Stato, la forma di governo, la distribuzione dei poteri eil funzionamento dei vari organi. In essa sono contenuti i fondamenti dello Stato (1948).
Leggi costituzionali e di revisione costituzionale
: leggi necessarie in caso di modifica di normecostituzionali.
Regolamenti della Ce
: hanno immediata efficacia nel diritto interno degli Stati membri e prevalgonosulle norme statuali difformi.
Direttive della Ce
: prescrizioni rivolte agli Stati membri perché provvedano, ciascuno nel proprioambito, all’armonizzazione delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative.
Legge ordinaria
: atto principale del Parlamento, costituisce l’espressione della funzione legislativa chela Costituzione attribuisce collettivamente alle due Camere (Stato e Regioni).
Decreti legge
: disposizioni emanate dal Governo in casi di straordinaria necessità e urgenza.
Decreti legislativi
: disposizione emanate dal Governo in base a una legge delega.
Regolamenti
: atti normativi di natura formalmente amministrativa aventi forza legge.
di organi costituzionali
: delle due Camere, della presidenza della Repubblica, della Corte Cost.
statali
: fonti secondarie che possono assumere la configurazione di decreti del Presidente dellaRepubblica e di decreti ministeriali.
di enti territoriali minori
: espressioni del decentramento amministrativo riconoscendo aRegioni, Province e Comuni la loro autonomia (bollettino ufficiale).
Usi
: fonte di diritto sussidiaria che fa parte dell’ordinamento:
in quanto richiamati da fonti precedenti;
in materie non regolate da altra fonte (consuetudine).
Disposizione normativa
: testo scritto (insieme di parole) a cui si deve attribuire un significato;
normagiuridica
: è il significato (risultato dell’interpretazione) della disposizione normativa.
Interpretazione
: operazione con cui si attribuisce significato alla disposizione normativa.
Antinomia
: situazione di conflitto in cui vengono a trovarsi due norme appartenenti allo stesso o adiversi ordinamenti giuridici.
Criterio gerarchico
: nell’ipotesi di fonti di grado diverso prevale quella di grado superiore.
Criterio cronologico
: nell’ipotesi di norme dello stesso grado prevale la più recente.
Criterio di competenza
: si verifica in situazioni dove esistano più fonti e a ciascuna delle quali èassegnato un differente ambito di materia. Se i limiti di competenza posti a una fonte sono violati, lanorma posta è illegittima e si ha la possibilità di procedere alla sua eliminazione.
Riserva di legge
: limitazione o esclusione della potestà legislativa, prevista dalla Costituzione peralcune particolari materie; quando una norma costituzionale riserva alla legge la disciplina specifica nonè ammessa l’adozione di altri atti normativi, quali i regolamenti o i provvedimenti del potere esecutivo.Il principio della riserva di legge comporta l’assoggettamento di tutti i provvedimenti legislativi alcontrollo di legittimità della Corte costituzionale (che invece non viene effettuata sugli atti del potereesecutivo).
Riserva assoluta
: si ha quando la disciplina della materia è riservata alla legge del Parlamento conl’eventuale possibilità, per le fonti secondarie, di emanare solo disposizioni di dettaglio strettamentenecessarie all’esecuzione.
Riserva relativa
: ricorre quando la materia può essere disciplinata oltre che dalle leggi formali ancheda altre fonti, ma soltanto dopo che siano stati fissati i limiti e i criteri direttivi: in questo caso si ha lapossibilità di regolare la materia, nei limiti fissati dalla legge, mediante l’adozione di disposizionisecondarie confliggenti con la disciplina legislativa.
Procedimento di formazione della legge
: iniziativa legislativa, approvazione, promulgazione epubblicazione.
Iniziativa legislativa
: consiste nella presentazione alle Camere di un progetto di legge; può esserefatta dal Governo (detto disegno di legge) con delibera del consiglio dei ministri e autorizzazionedel Presidente della Repubblica; dai membri del Parlamento (individualmente o collettivamente); dal
2
 
corpo elettorale con la proposta di 50.000 elettori (firme autenticate); dai Consigli regionali,provinciali e comunali e dal CNEL nei limiti delle competenze di tali organi.
Approvazione
: viene da parte di ciascuna Camera secondo 4 distinti procedimenti: ordinario,abbreviato, decentrato e misto.
Dopo l’approvazione è necessaria la
promulgazione
da parte del Presidente della Repubblica.
Pubblicazione
: la legge formata e approvata con uno dei 4 procedimenti visti viene promulgata dalPresidente della Repubblica e infine pubblicata sulla “Gazzetta Ufficiale”.
Vacatio legis
: tempo che decorre dalla pubblicazione, necessaria per rendere conoscibile a tutti lanuova disposizione. Dopo il decorrere della vacatio (15 giorni che possono essere abbreviati oprolungati) il provvedimento diventa obbligatorio e deve essere rispettato.
Efficacia della legge
: con l’entrata in vigore la legge acquista efficacia; l’efficacia della legge puòessere esaminata da diversi punti di vista:
in base al tempo : a) la legge non dispone che per l’avvenire (irretroattività) con valore assoluto incampo penale; b) cessazione dell’efficacia della legge
abrogazione o dichiarazione di illegittimitàcostituzionale; c) leggi che circoscrivono la loro efficacia temporale (leggi ad tempus).
in base allo spazio : l’efficacia spaziale delle fonti varia a seconde del tipo di ente che l’ha emanata.Nel caso di legge statale è estesa a tutto il territorio dello stato, inteso nei suoi vari elementicostitutivi (popolo, territorio, sovranità).Eccezioni per leggi valide solo in parte del territorio (come le leggi del Mezzogiorno).
in relazione ai soggetti destinatari della legge : efficacia per tutti coloro che sono soggetti allasovranità dello Stato legati ad esso per residenza o cittadinanza. Principio che subisce eccezioni nelcaso della legge penale che può obbligare anche coloro che si trovano all’estero.
Leggi speciali
: leggi che regolano particolari materie o situazioni. Non eccepiscono al principio dellageneralità poiché disciplinano situazioni ripetibili.
Leggi eccezionali
: leggi che regolano situazioni non ripetibili e che quindi derogano al principio dellageneralità.
Interpretazione dottrinale
: proposte di interpretazione che vengono avanzate dagli studiosi deldiritto. Nel nostro ordinamento ha valore ausiliario, mentre in altri ordinamenti è considerata unafonte.
Giurisprudenza
: dottrina che studia l’attività degli organi giudiziari e il flusso delle loro decisioni.
Interpretazione analogica
: si coprono le lacune (buchi) dell’ordinamento attraverso il procedimentoanalogico.
Analogia legis : se una controversia non può essere decisa con una precisa disposizione si cercherà dirisolvere il caso utilizzando disposizioni che regolano casi simili o materie analoghe.
Analogia iuris : se il caso rimane ancora dubbio, si decide secondo i principi generali dell’ordinamentogiuridico dello Stato.
Interpretazione autentica
: fatta dallo stesso legislatore che con una o più disposizioni precisa conefficacia vincolante qual’è il significato reale da attribuire alla disposizione medesima.
Interpretazione letterale
: nell’applicare la legge non si può attribuire ad essa altro senso che quellofatto palese dal significato proprio delle parole secondo la connessione di esse.
Interpretazione sistematica
: attribuire alla disposizione normativa quel significato che essa può averein quanto posta in relazione con tutte le altre che fanno parte del sistema (significati eguali per terminieguali in contesti simili e coerenti con i fini delle norme, cioè la ratio).
Interpretazione estensiva
: quando la regola, che è il risultato dell’interpretazione, ha un campo diapplicazione più esteso rispetto al significato letterale della disposizione.
Interpretazione restrittiva
: è il caso opposto al precedente.
Abrogazione
: consegue all’inesauribilità del potere legislativo; corrisponde all’esigenza logica diadeguamento delle prescrizioni legislative, al mutare delle condizioni oggettive o anche delle scelte dellegislatore.L’abrogazione ha la finalità di far cessare l’efficacia della legge precedente.Esistono tre ipotesi di abrogazione:
3

Activity (2)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 thousand reads
1 hundred reads

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->