Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
2Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Newsletter T&P N°48

Newsletter T&P N°48

Ratings: (0)|Views: 286|Likes:
Newsletter Trifirò & Partners Avvocati N°48 Giugno 2011
Newsletter Trifirò & Partners Avvocati N°48 Giugno 2011

More info:

Categories:Types, Business/Law
Published by: Trifirò Partners Avvocati on Jul 05, 2011
Copyright:Traditional Copyright: All rights reserved

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/12/2014

pdf

text

original

 
T
RIFIRÒ
&
 
P
 ARTNERS
 A 
VVOCATI
M
ILANO
R
OMA 
G
ENOVA 
T
ORINO
T
RENTO WWW
.
TRIFIRO
.
IT
Editoriale
Lo scorso 16 giugno si è tenuto ilConvegno sulla mediazione organizzato dal nostro Studio in collaborazione con l’ALDAI
.
 A quanto consta, si tratta della prima iniziativa, a livello nazionale, che unisceavvocati, imprenditori e dirigenti di azienda chiamati a partecipare e dibatteredi un tema di grande attualità. Il convegno era presieduto dall’avv. Salvatore Trifirò ed aveva relatori di altissimo livello: il prof. Ugo Carnevali, titolare dellacattedra di Istituzione di diritto privato presso l’Università degli Studi diMilano e il dott. Camillo Filadoro, Presidente di Sezione presso la Corte diCassazione. Il dibattito che ne è seguito, ha visto un’ampia partecipazioneed il contributo portato da più parti lo ha reso di particolare interesse.
Ne parliamo negli
“Eventi” 
 
e riprendiamo il tema nell’
 Attualità
di
DirittoCivile
,
nell’attesa della decisione della Corte Costituzionale
.Un altro importante tema è trattato nella nostra newsletter nell’
 Attualità
di
Diritto del Lavoro
: riguarda
una recentissima circolare in tema dicertificati di malattia
.
Sono state fornite le prime indicazioni operativeper la trasmissione telematica e, dal 13 settembre 2011, finirà l’epoca del“cartaceo” e non sussisterà più l’obbligo a carico dei dipendenti di inviareil certificato al proprio datore di lavoro, pur permanendo l’obbligo,previsto dalla contrattazione collettiva, di avvisare per tempo in caso diassenza per malattia.
Le
“Nostre sentenze” 
sono anch’esse di particolare interesse: la sentenzadel mese relativa alle
caratteristiche della qualifica dirigenziale in unalettura moderna del ruolo del dirigente
, le
“Altre sentenze” 
relative adargomenti sempre dibattuti ed attuali, quali il
risarcimento danni damobbing, il licenziamento del dirigente, il lavoro giornalistico
.Nell’attualità di
Diritto Civile
, oltre al già ricordato intervento sulla
mediazione
, vi proponiamo
una sentenza relativa al diritto di cronaca eal dovere di informazione
. La Corte d’Appello di Milano dà una innovativalettura dell’articolo 21 della Costituzione e del diritto - dovere di informare lapubblica opinione.Completano la newsletter le
“Assicurazioni” 
, con
recentissime sentenzedella Corte di Cassazione in tema di liquidazione del danno biologico edel diritto di rivalsa
e
“Il punto su…” 
che tratta di
una recente sentenzadella Suprema Corte in tema di responsabilità amministrativa degli Entiper reati posti in essere da amministratori, dirigenti e/o dipendent
i.Non perdete, infine, gli
Eventi
e la
Rassegna Stampa
.Buona lettura e arrivederci a fine luglio.
Stefano Beretta e il Comitato di Redazione composto da: StefanoTrifirò, Marina Tona, Francesco Autelitano, Luca D’Arco, TeresaCofano, Claudio Ponari, Tommaso Targa e Diego Meucci
 
SOMMARIO
 EDITORIALE
 DIRITTO DEL LAVORO
 
 ATTUALITÀ 2
 LE NOSTRE SENTENZE 4
 CIVILE, COMMERCIALE,ASSICURATIVO
ATTUALITÀ 7
 
ASSICURAZIONI 9
 
IL PUNTO SU... 10
 EVENTI12
 R. STAMPA13
 CONTATTI14
NEWSLETTER T&P N°48 ANNO V
GIUGNO 2011
NEWSLETTER
 Trifi& Partners Avvocati
 
T
RIFIRÒ
&
 
P
 ARTNERS
 A 
VVOCATI
M
ILANO
R
OMA 
G
ENOVA 
T
ORINO
T
RENTO WWW
.
TRIFIRO
.
IT
 Attualità
CERTIFICATI DI MALATTIA: PRIME INDICAZIONI OPERATIVE PER LA TRASMISSIONE TELEMATICA 
 A cura di Mario Cammarata e Paola Balletti
È stata pubblicata nellaGazzetta Ufficiale del 13 giugno 2011 la Circolare del 18 marzo 2011 n. 4 , emanata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento digitalizzazione P.A., avente ad oggetto la trasmissione per via telematica dei certificati di malattia.
La Circolare è stata emanata dopo che l’art. 25 della L. 183/2010, entrata in vigore il 24novembre 2010 (il cd. “Collegato Lavoro”) ha previsto anche per i dipendenti di datori dilavoro privati la trasmissione in via telematica dei certificati di malattia.
 
L’addio definitivo alcartaceo per i datori di lavoro privati scatterà il 13 settembre 2011 (data in cui scadranno i 3mesi dalla pubblicazione della Circolare) e non come inizialmente previsto il 18 giugno 2011.
Durante il periodo transitorio il datore di lavoro privato potrà chiedere al lavoratore l’invio dellacopia cartacea del certificato rilasciato dal medico, o successivamente scaricata dal dipendentedal sito dell’INPS, grazie ai servizi resi disponibili dall’Istituto stesso. In tale periodo transitorio ècostituito, presso il Dipartimento per la digitalizzazione della P.A. e l’innovazione tecnologica dellaPresidenza del Consiglio dei Ministri, un comitato tecnico di monitoraggio. Terminato il periodotransitorio, il datore di lavoro privato non potrà più richiedere al proprio lavoratore una copiacartacea dell’attestazione di malattia del dipendente, ma dovrà prendere visione delle suddetteattestazioni avvalendosi esclusivamente dei servizi resi disponibili dall’INPS. È, in ogni caso,riconosciuta al datore di lavoro privato la possibilità di richiedere al proprio dipendente dicomunicare il numero di protocollo identificativo del certificato già inviato in via telematica dalmedico curante.
Dal punto di vista operativo la Circolare, nell’evidenziare i notevoli vantaggi per i lavoratori,sia del settore pubblico, che del settore privato (che non dovranno più provvedere ad inviaretramite raccomandata A.R. o recapitare le attestazioni di malattia al proprio datore di lavoro eall’INPS entro i due giorni successivi all’inizio della malattia), fornisce alcune indicazioni perl’attuazione delle nuove disposizioni.
In particolare, con essa si intende:
dare informazione ai lavoratori dipendenti (del settore pubblico e privato) circa gli oneri e i vantaggi della nuova procedura;
descriv ere g li adempimenti a carico dei datori di lavoro (del settore pubblico e privato) per lacorretta ricezione delle attestazi oni di malattia trasmesse per via telematica.
 
NEWSLETTER T&P N°48 ANNO V
PAG. 2
Diritto del Lavoro
 
T
RIFIRÒ
&
 
P
 ARTNERS
 A 
VVOCATI
M
ILANO
R
OMA 
G
ENOVA 
T
ORINO
T
RENTO WWW
.
TRIFIRO
.
IT
NEWSLETTER T&P N°48 ANNO V
PAG. 3
In merito al primo punto
, la circolare precisa che nel corso della visita medica il lavoratoredeve fornire al proprio medico curante la propria tessera sanitaria, da cui si desume il codicefiscale, e deve eventualmente comunicare l’indirizzo di reperibilità da inserire nel certificato,se diverso da quello di residenza (o del domicilio abituale) in precedenza comunicato alproprio datore di lavoro.
Il lavoratore richiede, inoltre, al medico il numero di protocollo identificativo del certificato inviatoper via telematica ovvero, in alternativa, puòchiedere al medico di inviare copia degli stessidocumenti,in formato .pdf, alla propria casella di posta elettronica. L’invio telematico delcertificatoeffettuato dal medico soddisfa l’obbligo del lavoratore di recapitare l’attestazione dimalattia, ovvero di trasmetterla tramite raccomandata A/R, al proprio datore di lavoro entro i duegiorni lavorativi successivi all’inizio della malattia. Resta fermo l’obbligo del lavoratore disegnalare tempestivamente al datore di lavoro la propria assenza e l’indirizzo di reperibilità,qualora diverso dalla residenza o domicilio abituale, per i successivi controlli medico-fiscali.Parimenti è fatto obbligo al lavoratore del settore privato di fornire, qualora espressamenterichiesto dal proprio datore di lavoro, il numero di protocollo identificativo del certificato dimalattia comunicatogli dal medico.L'INPS mette immediatamente a disposizione dei lavoratori le attestazioni di malattia relative aicertificati ricevuti. In particolare, il lavoratore può prendere visione, ed eventualmente stampare,un proprio attestato di malattia accedendo al sito web dell’INPS (www.inps.it
 
) tramite il propriocodice fiscale e il numero di protocollo del certificato fornitogli dal medico.La Circolare precisa, tuttavia, che nel caso in cui il medico non proceda all’invio online delcertificato di malattia, ad esempio perché impossibilitato a utilizzare il sistema di trasmissionetelematica, ma rilasci la certificazione e l’attestazione di malattia in forma cartacea, il lavoratorepuò presentare l’attestazione al proprio datore di lavoro e, ove previsto, il certificato di malattiaall'INPS, secondo le modalità tradizionali.In merito al secondo punto
, si ritiene opportuno precisare che il datore di lavoro dovràprendere visione delle attestazioni di malattia dei propri dipendenti avvalendosiesclusivamente dei servizi resi disponibili dall’INPS che, in estrema sintesi, di seguitoricapitoliamo:
1.Accesso diretto al sistema INPS tramite apposite credenziali che sono rese disponibildall'INPS 2.Mediante invio alla casella di posta elettronica certificata indicata dal datore di lavoro
Si ricorda che i datori di lavoro privati possono avvalersi dei servizi resi disponibili dall'INPS ancheper tramite dei propri intermediari, come individuati dalla L. 12/1979.
LINK  Gazzetta Ufficiale N°135 - 13 Giugno 2011 Circolare 18 marzo 2011 n. 4 (PDF) 

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->