Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
3Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Ancora un no della Consulta alle nozze tra persone omosessuali di Giancarlo Cerrelli in Iustitia 2/11 - Giuffrè.

Ancora un no della Consulta alle nozze tra persone omosessuali di Giancarlo Cerrelli in Iustitia 2/11 - Giuffrè.

Ratings: (0)|Views: 122|Likes:
Published by Giancarlo Cerrelli

More info:

Categories:Types, Business/Law
Published by: Giancarlo Cerrelli on Aug 05, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

01/05/2013

pdf

text

original

 
RIVISTA TRIMESTRALE DI CULTURA GIURIDICA 
FONDATA NEL 1948 ANNO LXIV, APRILE-GIUGNO 2011
Estratto
2 /11
PUBBL. TRIM. - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB (VARESE)
 
G
IANCARLO
C
ERRELLI
 ANCORA UN NO DELLA CONSULTA ALLE NOZZE TRA PERSONEOMOSESSUALI
(*)
S
OMMARIO
: 1. Premessa. Le ordinanza della Consulta sulle coppie omosessuali. — 2. Strategiadel “processoculturale e giuridico per l’attuazione del riconoscimento delle coppieomosessuali nel nostro ordinamento. — 3. L’ordinanza della Consulta n. 4/2011 e lequestioni di costituzionalità sollevate dal Tribunale di Ferrara. — 4. I singoli profili dipretesa incostituzionalità: i rilievi
ex
art. 2 Cost. — 5. Segue: i rilievi
ex
art. 3 Cost. — 6.Segue: i rilievi
ex
art. 29 Cost. — 7. Segue: i rilievi
ex
art. 117 Cost. — 8. Conclusione.
1. Per la terza volta, in meno di un anno, la Consulta si èpronunciata su questioni di legittimità costituzionale relative adalcuni articoli del codice civile, laddove essi non consentono la pos-sibilità per le persone dello stesso sesso di poter contrarre matrimo-nio tra di loro. Dopo l’ordinanza del 15 aprile 2010 n. 138 (
1
) e quelladel 22 luglio 2010 n. 276 (
2
), il giudice delle leggi con l’ordinanza del
* Corte Costituzionale — ordinanza 16 dicembre 2010 — 5 gennaio 2011, n. 4
 Presidente De Siervo — Relatore Criscuolo
per questi motiviLA CORTE COSTITUZIONALEa) dichiara la manifesta inammissibilità della questione di legittimità costituzionale degliarticoli 93, 96, 98, 107, 108, 143, 143-
bis
, 156-
bis
, 231 del codice civile, sollevata, in riferimentoall’articolo 2 della Costituzione, dal Tribunale di Ferrara con l’ordinanza indicata in epigrafe;b) dichiara la manifesta infondatezza della questione di legittimità costituzionale degliarticoli sopra indicati del codice civile, sollevata, in riferimento agli articoli 3 e 29 dellaCostituzione, dal Tribunale di Ferrara con la medesima ordinanza.c) Così deciso in Roma, nella sede della Corte Costituzionale, Palazzo della Consulta, il 16dicembre 2010.(
1
) Cfr. M. C
OSTANZA
,
La Corte Costituzionale e le unioni omosessuali
, in
Iustitia
, n. 3,2010, 311-317; le questioni di legittimità sono state sollevate dal Tribunale Venezia, ord. 3aprile 2009 e App. Trento, ord. 29 luglio 2009, in
G.U.
, 1
a
sr. speciale, rispettivamente, n. 26e 41 del 2009.(
2
) La Corte di appello di Firenze ha sollevato, in riferimento agli articoli 2, 3 e 29 dellaCostituzione, questione di legittimità costituzionale degli articoli 107, 108, 143, 143-
bis
,156-
bis
del codice civile, nella parte in cui non consentono il matrimonio tra persone delmedesimo sesso, in
Fam. e Dir.
, 1, 2011 pp. 18-20.
G
IANCARLO
C
ERRELLI
181
 
5 gennaio 2011 n. 4 ha dichiarato, per la terza volta in un anno,manifestamente inammissibile e infondata la questione di legittimi-tà costituzionale, questa volta sollevata dal Tribunale di Ferrara (
3
).2. Nella storia le idee vengono prima dei fatti. Tener conto che laproclamazione delle idee è decisiva perché sorgano i fatti, permettedi capire la rivoluzione culturale che si sta consumando sotto i nostriocchi, di cui noi stessi talora non siamo pienamente consapevoli. Talerivoluzione si avvale dell’arma del diritto (
4
). Tra i principali cultoridi questa rivoluzione vanno annoverati i promotori dell’ideologia digenere (
5
) e dell’ideologia
gay
(
6
), che perseguono un obiettivo sim-bolico (
7
) formidabile: quello di parificare le unioni di persone dellostesso sesso alle unioni matrimoniali che solo, per diritto naturale eper fondamentale riconoscimento costituzionale (art. 29 Cost.), costi-tuiscono la famiglia (
8
).La strategia giuridica spesso adottata vorrebbe imporre attra- verso provvedimenti giurisdizionali ciò che non è contemplato dallalegge. Questo vale, in particolare, per il tentativo di dare riconosci-mento giuridico alle unioni di persone dello stesso sesso, dopo che,durante la XV (
9
) legislatura, si era provato ad approvare unalegislazione in tale senso.
(
3
) Ordinanza del Tribunale di Ferrara 14 dicembre 2009 iscritta al n. 169 del registroordinanze 2010 e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica n. 24, prima seriespeciale, dell’anno 2010.(
4
) Cfr. M. R
ONCO
,
Il diritto al servizio della vita o contro la vita?
, in
Cristianità
, 328,2005, pp. 5-14.(
5
) Cfr. per un approfondimento delle teorie
gender
: L. P
 ALAZZANI
,
Identità di genere? Dalla differenza alla in-differenza sessuale nel diritto
, San Paolo, 2008; vedi anche perapprofondire i meccanismi psicologici, le dinamiche e le tappe evolutive che influiscono nellacostruzione dell’identità di genere: J. N
ICOLOSI
,
Identità di genere. Manuale di orientamento
,Sugarco, 2010.(
6
) Cfr. J. N
ICOLOSI
,
Omosessualità maschile: un nuovo approccio
, Sugarco, 2002, pp.100-110; cfr. anche sul tema: G. G
 AMBINO
,
Le unioni omosessuali. Un problema di filosofia deldiritto,
Giuffrè 2007, pp. 83-114.(
7
) Sulla valenza simbolica del riconoscimento delle unioni
gay
, cfr. F. D’
 AGOSTINO
,
 Riconoscere le convivenze? Le scorciatoie delle provocazioni
, in
La verità sulla famiglia. Matrimonio e unioni di fatto nelle parole di Benedetto XVI 
, Quaderni dell’Osservatore Romano,n. 77, Città del Vaticano, pp. 73-74, vedi anche G. R
OSSI
B
 ARILLI
,
Storia del movimento gay in Italia
, Feltrinelli, 1999, pp. 211-212.(
8
) È utile precisare, che i
gay,
a differenza delle persone omosessuali, sono coloro che siriconoscono in una ideologia socio-politica secondo la quale l’omosessualità è normale ed èequiparabile
in toto
all’eterosessualità. Non tutte le persone con tendenze omosessuali, però, siriconoscono nel movimento
gay
, anzi i gay rappresentano una minoranza, sebbene chiassosa emolto visibile, all’interno del mondo omosessuale. Cfr. a tal proposito, R. M
 ARCHESINI
,
L’identitàdi genere,
I Quaderni del Timone, Ed. Art, Milano, 2007, pp. 51-52; per una trattazione estesadel pensiero
gay
e delle problematiche sottese al riconoscimento delle unioni omosessuali esulla differenza terminologica tra omosessuale non-
 gay
,
gay
e
queer
cfr. G. G
 AMBINO
,
op. cit.,
inparticolare le pp. 33-40, per approfondire i significati semantici dell’omosessualità.(
9
) La XV Legislatura della Repubblica Italiana ha avuto inizio il 28 aprile 2006 e si è
182 G
IURISPRUDENZA

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->