Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more ➡
Download
Standard view
Full view
of .
Add note
Save to My Library
Sync to mobile
Look up keyword
Like this
5Activity
×
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Corriere.della.sera.07.09.11

Corriere.della.sera.07.09.11

Ratings: (0)|Views: 3,474|Likes:
Published by NeXr0x
Corriere.della.sera.07.09.11
Corriere.della.sera.07.09.11

More info:

Published by: NeXr0x on Sep 08, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See More
See less

01/15/2013

pdf

text

original

 
Roma, Piazza Venezia 5Tel. 06 688281
MERCOLEDÌ 7 SETTEMBRE 2011
ANNO 136 - N. 211-212
Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 6339Servizio Clienti - Tel. 02 63797510
In Italia 
EURO1,20
Fondato nel 1876 www.corriere.it
1:25000
Carta
 Allegato a Meridiani Montagne N° 52 - Direttore Responsabile Marco Albino Ferrari - Errestampa (Orio al Serio - BG)
Sentieri, itinerari di scialpinismoe il
Mountain & Garda Bike
, grandeanello di oltre 200 chilometri
Tutti i rifugi e i numeri utili
Valle del Sarca
INREGALO
 
INREGALO
LACARTINAINEDITA
LACARINAINEDITA
Con SetteAzzurri qualificati con due turni d’anticipo
GiannelliMessaggio dalla latitanza
di
A. Bocci, A. Costa, A. Pasini, M. Sconcerti
alle pagine
64-65
Berlusconi alla Camera
Pazzini porta l’Italia agli Europei 2012
Domani in edicola a
1 euro
più il prezzo del quotidiano
«ChiedoaiutoperritrovareilferetrodipaMike»SonomortelegemellinenateuniteaBologna
I conti degli altri
I tre milioni e le manette
M
ETTETE UN
P
UNTO
NotadiLavitola«Ilpremierdisse:assistiTarantini»
Polemiche e tafferugli al via della corsa
BattutalaSloveniaconungolnelfinale
La lettera del figlioLa tragedia
IL
P
ECCATO
T
EDESCO SUL
D
EBITO
I
V
ITALIZI
S
CANDALOSIE
N
ASCOSTINELLE
R
EGIONI
L’inefficace normasui grandi evasori
«InutilizzabilileintercettazionisuRuby»
La manovra cambia ancora. Au-mento dell’Iva dal 20 al 21%, contri-butodi solidarietàdel3%suireddi-ti oltrei 300 milaeuro annui,inter- vento sulle pensioni delle donne:anticipato dal 2016 al 2014 l’iter per l’aumento a 65 anni. La Ue: bene.Cortei della Cgil, ieri, per lo sciope-ro generale. Accuse al governo.
DAPAGINA
2
APAGINA
13
Pensioni delle donne, anticipato al 2014 l’iter per l’aumento a 65 anni. La Ue: bene le misureCortei della Cgil in cento città per lo sciopero generale. L’accusa della Camusso al governo
di
ALDOGRASSO
Ineditid’autoreDonatoCarrisi
A PAGINA
35
A PAGINA
35
C
ome Achille piè veloce,che nel paradosso diZenone di Elea rincorrela tartaruga senza riusciremai a raggiungerla,l’operaio ErnestoVernacchia insegue da anni la pensione e quella  via via si allontana.Immaginate la sua rabbia:e i diritti acquisiti?Risposta dello Stato: èil destino, si metta l’animoin pace. Va da sé chequesto vale per i comunimortali. Per «loro» no.
CONTINUA A PAGINA
16
Approfondimenti su
pensioni e fisco
ALLE PAGINE
14, 15, 17
      P     o     s      t     e      I      t     a      l      i     a     n     e      S     p     e      d .      i     n      A .      P .   -      D .      L .      3      5      3      /      2      0      0      3     c     o     n     v .      L .      4      6      /      2      0      0      4     a     r      t .      1 ,     c      1 ,      D      C      B      M      i      l     a     n     o
di
LUIGI FERRARELLA
e
GIUSEPPE GUASTELLA
Ivaal21%e prelievosopra i300 milaeuro
        9       7       7        1        1        2        0        4        9        8        0        0        8        1        0        9        0       7     >
di
DARIO DI VICO
A PAGINA
29
di
BEPPESEVERGNINI
N
oi italiani, anche nei momenti di crisi nera, mentre la Borsa crolla e sale la sfiducia deipartner europei, non ci facciamo mancare nulla. L’ultima trovata è il Giro della Padania, la più immaginaria delle corse ciclistiche, visto che la Padania non si trova su nessun Baedeker, èsolo un miraggio secessionistico di una geografia immaginaria.
CONTINUA A PAGINA
31
Muschella
di
MICHELEBONGIORNO
di
MARIOPAPPAGALLO
Incontri nel 2010 dopo l’indagine della Corte dei Conti
di
MASSIMOMUCCHETTI
Il Comune di Milano annuncia controlli fiscali sui furbi del parcheggio
di
SERGIORIZZO
e
GIANANTONIOSTELLA
A PAGINA
58
A PAGINA
28
Cambia ancora la manovra, messa la fiducia. Torna, ma da una soglia di reddito più alta, il contributo di solidarietà: sarà del 3%
      A      N       S      A      /      R      A      F      F      A      E      L      E       S      A       S       S       O
di
FIORENZASARZANINI
Penatie il caso SerravalleLa diplomazia segretapergiustificare il prezzo
A
ngela Merkel paragona l’Italia alla Grecia.Per quanto si possa dir male del nostro governo, il cancelliere sbaglia.
 
CONTINUA A PAGINA
58
I
l Comune di Milano annuncia controlli fiscali per chi parcheg-giaabusivamente negli spazi riserva-ti ai portatori di handicap. Fa bene,fa male? Be’,è semplice. Farebbe ma-le se, tra i diritti dell’uomo, ci fossequello di rubare i posteggi ai disabi-li. Poiché non è così, fa bene: avanticoi controlli fiscali per i furbastri. Emagari qualche pomeriggio ad ac-compagnare anziani su e giù dalmetrò, quando l’Atm si dimentica di aggiustare le scale mobili.
CONTINUAA PAGINA
39
Caccia a chi ruba i posti dei disabili
di
MASSIMOFRACARO
di
F.BUFI
e
D.MARTIRANO
N
essuno a questopunto può offen-dersi se comincia-mo a chiamarlogoverno Penelope. Come lasposa di Ulisse anche l’ese-cutivo di centrodestra pre-sieduto da Silvio Berlusconihacucito, disfatto e ricucitola tela della manovra. Sia-mo arrivati al quarto
re-styling
e a questo punto c’èsolo da pregare che ci ri-sparmino il quinto. E cheapprovino velocemente ilprovvedimento per tampo-nare la crisi di credibilità incui siamo caduti. Già le no-stre banche stanno pagan-do a caro prezzo l’allarga-mento dello
spread
e ancheun solo punto in più di tas-so di interesse del debito cicosta a regime l’1,2 del Pil.È evidente, poi, che ope-rando con continui ram-mendi le coerenze alla finerisultanoimpossibilie ilgo- verno messo di fronte al ri-proporsi dell’emergenza, eincalzato dal Quirinale, hafinito per fare la scelta piùscontata: aumentare le tas-se dirette e indirette. Il tut-to condito da un incredibi-le balletto delle cifre che ècontinuato anche nel
weekend
di Cernobbio. Cosìieri, nell’ennesima convul-sagiornataincuil’onorena-zionaleèrimasto appesoal-l’altalena del differenzialeBtp-Bund, abbiamo dovutosubire persino lo sberleffodel portavoce del governospagnolo, il signor JoséBlanco, che ha ironizzatosullo
stop and go
del nostropiano di aggiustamento e ciha accomunati alla Greciacomeaffossatorideimerca-ti finanziari.Siachiaro:gliibericistan-no molto peggio di noi inquanto a tenuta dell’econo-mia reale ma politicamentehanno fatto le mosse giu-ste. Hanno confezionatouna manovra coerente el’hanno approvata con voto bipartisan.Noi,damasochi-sti,abbiamo operatoalcon-trario.Prendiamolepensio-ni. Un esecutivo coraggiosoavrebbecompletatolarifor-ma e avrebbe colto l’occa-sione per delineare una pri-ma
tranche
di scambio ge-nerazionale, il governo diRomainveceprimahacedu-toaiveti diunsingoloparti-to, poi ha rivolto i tagli ver-so un settore di pensionatisalvo cambiare successiva-mente direzione e rivolger-si altrove. Anche in materia di libe-ralizzazionicisiè rimangia-ti qualcosa. La
deregulation
delle aperture del commer-cio era una delle poche mi-sure rivolte a stimolare lacrescita, ebbene nottetem-po la maggioranza ha mes-so in atto un blitz amputan-doilprovvedimentoecirco-scrivendolo alle sole cittàd’arte o turistiche. Stessa(perversa) logica è stata ap-plicata alla liberalizzazionedelle farmacie, con unemendamento il centrode-strahareintrodottoilnume-ro chiuso per evitare cheprevalesse — testuale —«la logica della convenien-za economica»!Confidiamo, dunque,che la manovra venga ap-provata già oggi e che ilConsiglio dei ministri do-mani,quandovarerà ildise-gno di legge costituzionaledi abolizione delle Provin-ce,opericononestàintellet-tuale. L’iter è già di per lungo,toccaal governoscri- vereuntestorigorosoedeli-neare un percorso accelera-to. Un dubbio, però, resta:che fine ha fatto il dimezza-mento dei parlamentari?
twitter@dariodivico
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giro di Padania, in fuga dalla realtà
R
iparte l’inchiesta per abuso d’ufficio sull’ac-quisto del 15% dell’auto-strada Serravalle da partedella Provincia di Milano edalle carte spuntano lemosse di Penati, mentrel’indagine viene trasferita alla Procura di Monza chegià indaga sulla presunta tangente da due milioni al-l’esponente del Pd.Dalleintercettazionidel-la Finanza emerge ilnervo-sismo dei protagonisti del-l’affare Serravalle, a partireda Penati, quando un annofa si scoprì che la Procura contabileindagavasudi lo-ro per un danno erariale dialmeno 76,4 milioni. Sms,incontri riservati e contattiper una linea comune.
A PAGINA
27
Assegni d’oro
italia: 515249535254
Codice cliente:
 
Alla fine, nella manovra perl’anticipo del pareggio dibilancio, entra anchel’aumento dell’Iva, l’impostasui consumi. L’aliquotaordinaria sul valore aggiuntosale dal 20 al 21%, e diventatra le più alte d’Europa. Siapplica a tutti i beni e i servizidiversi dai generi alimentari diprima necessità, prodottieditoriali, alberghi, bar,ristoranti, particolarioperazioni di recupero edilizio.L’eliminazione del contributodi solidarietà sui redditi medioalti fa ripartire il prelievo suglistipendi dei dipendentipubblici e il contributo sullepensioni d’oro. Funzionari edirigenti pubblici subiranno untaglio del 5% sulleretribuzioni sopra i 90 milaeuro, e del 10% sulla parteeccedente i 150 mila. Ancheper le pensioni oltre 90 milaeuro l’anno scatta il taglio del10%.
ROMA
Aumentodell’ali-quota ordinaria dell’Iva dal20 al 21%, contributo di soli-darietà del 3% sui redditi ol-tre i 300 mila euro annui, ac-celerazione del percorso diadeguamento dell’età per lepensioni di anzianità delledonne, nel settore privato, a 65 anni. Di fronte al nervosi-smodeimercati, e dopol’ap-pellodelpresidente della Re-pubblica a rafforzare la ma-novraperrenderla più credi-bile,ilgovernorimettelema-ni sul piano per l’anticipodel pareggio di bilancio al2013.Nella manovra di Ferrago-sto, insieme a una modifica dellenuove norme penalisulcarcere per gli evasori, entra così, a integrale migliora-mentodeisaldie nonper co-prire altre spese, un nuovoaumento delle tasse che valealtri 4 miliardi di euro l’an-no. Portando il totale dellemisuredicorrezionedeldefi-cit pubblico a 4 miliardi sul2011, 10 sul 2012, 28 nel2013 e a 51 nel 2014. Che na-turalmente si sommano agliinterventi decisi già a lugliocheportanol’entitàdellama-novra complessiva a cifre da capogiro: 4 miliardi nel2011, 28 l’anno prossimo, 54 nel 2013 e 60 nel 2014. Tuttele nuove entrate arriverannodall’aumento dell’Iva, quindidalle tasse sui consumi, vi-stocheilgettitodelcontribu-to di solidarietà, come i ri-sparmidi spesa sulle pensio-ni delle donne nei primi an-ni, sono irrisori.A essere colpiti dall’ina-sprimento dell’Iva sarannotutti i servizi (da quelli pro-fessionali alle bollette e alletariffe) e un gran numero dibeni. Di fatto restano esclusidagli aumenti solo gli ali-mentari (ma non tutti, soloquelli considerati essenzia-li), l’editoria, bar, ristoranti,alberghi e ristrutturazioniedilizie.Conl’incrementode-ciso ieri, per giunta, l’aliquo-ta ordinaria dell’imposta sul valore aggiunto in Italia di- venta tra le più alte nella zo-na euro: ci superano solo la Finlandia (25%), poi Grecia ePortogallo (23%), e arrivia-mo al livello del Belgio e del-l’Irlanda.Per integrare la manovra sotto il profilo dell’equità(l’aumento dell’Iva colpiscetutti nella stessa misura,quindi fa più male ai poveriche ai ricchi), arriva anche ilcontributo di solidarietà suiredditi palti.Era già entra-to nella prima versione deldecreto (quella decisa ieri èla terza modifica sostanzialedella manovra bis), e doveva colpire con una sovrimposta del 5% i redditi oltre 90 mila euro e del 10% quelli oltre i150. Poi era saltato e ora ri-torna,masoloperisuperric-chi, e in misura più limitata.Il vertice di maggioranza, nelpomeriggio, aveva propostouna soglia di 500 mila euro,il Consiglio dei ministri l’ha ridottaa300mila.Chidichia-ra più di quella cifra dovrà versareal Fisco, sullaporzio-ne di reddito eccedente, un3% in più. A essere colpiti, inbuona sostanza, saranno ap-pena 34 mila contribuenti: il53% sono dipendenti del set-toreprivato,l’8,5%dipenden-ti pubblici, il 34% lavoratoriautonomi.Conun gettitoan-cora da cifrare, ma che do- vrebbe aggirarsi intorno ai200 milioni di euro.L’ultima modifica alla ma-novra riguarda l’età per la pensione di anzianità delledonne nel settore privato. Ilprogressivo adeguamentodai 60 ai 65 anni partirà nel2014 e si concluderà nel2026.Nelprimoannoèprevi-sto l’aumento dell’età mini-ma di un mese, due nel se-condo anno, tre nel terzo ecosì via, per procedere conscatti semestrali a partire dal2020. Anche questa è una norma di sistema, introdotta per rendere più credibile ilpiano di risanamento anchesullungoperiodo,perchéco-mincia a portare gettito do-poil2014(appena 112milio-ni di euro), quando il pareg-giodibilanciodovrebbeesse-re già raggiunto, e produce isuoi pieni effetti solo nel2026.Ieri il governo ha deciso diaccelerare anche la riforma della Costituzione, dove ver-ranno inserite la cosiddetta «regolad’oro»,ossiail vinco-lo al pareggio di bilancio, el’abolizione delle Province,con il passaggio alle Regionidi funzioni, competenze epersonale. Il disegno di leg-ge costituzionale, secondoquanto ha deciso il vertice dimaggioranza, sarà approva-to domani stesso dal Consi-glio dei ministri.
Mario Sensini
msensini@corriere.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA
L’aumento graduale dell’età della pensione delle donne a 65anni scatterà a partire dal 2014
L’imposta sui consumi sale al 21%, contributo del 3% oltre i 300 mila euro
I punti
Negozi e farmacie: la liberalizzazione rallentaRiforma degli ordini, la protesta degli avvocati
Statali e pensionati d’oroPrelievo del 5-10%
Lamanovra
Le misure
34 mila
Il superprelievo
La misura riguarda 34mila contribuenti: il53% sono dipendentidel settore privato,l’8,5% dipendentipubblici, il 34%lavoratori autonomi
100%
Enti locali
I Comuni italiani chesaranno coinvolti nellalotta all’evasionefiscale incasseranno il100% delle somme inquesto modorecuperate.
1,8 miliardi
Energia
Sulle impresedell’energia arriva unanuova tassa, la RobinHood Tax, che porteràmaggiori entrate «noninferiori» a 1,8 miliardinel 2012.
4 miliardi
Saldi
Il totale delle misure dicorrezione del deficitpubblico nellamanovra vale 4miliardi sul 2011, 10sul 2012, 28 nel 2013e 51 nel 2014.
Iva, pensioni e super prelievoEcco la nuova manovra
L’Iva sale dal 20 al 21%,Porterà 4 miliardi l’anno
Donne
ManettePer chi non sale l’Iva
Mercato e regole
     F    a    m     i    g     l     i    e    e    t    a    s    s    e
L’innalzamento dell’etàdel ritiro per le donneanticipato di 2 anni rispettoall’ipotesi di partenza
Manette ai superevasori,la soglia dei 3 milionivale se rappresentail 30% del fatturato
     F     i    s    c    o    e    t    a    g     l     i
Esclusi dagli aumenti glialimentari essenziali,editoria, bar, ristoranti,alberghi e ristrutturazioni
MILANO — Ripartono le porte girevoli della liberalizzazione. Da luglio a oggi sono tante lecategorie entrate e uscite dal testo della manovra correttiva. Adesso che si avvicina il varo definitivo si risentono proteste e appelli.Tornano a placarsi le ire dei commercianti: daltesto sparisce la possibilità per gli esercenti diderogare ai limiti su apertura e chiusura e sulperiodo di festività. Un emendamento,approvato in commissione Bilancio, fa saltareun progetto caro al ministro Brambilla e così la liberalizzazione delle chiusure sarà limitata solo alle località turistiche e alle città d'arte.Quindi si torna di fatto a quanto previsto dalla manovra varata a luglio. Situazione molto piùingarbugliata sul fronte delle professioniordinistiche: raggiunto l’accordo sulmantenimento degli esami di Stato e sulla conferma dell’attuale struttura ordinistica,rimane ancora qualche insoddisfazione. Per gliavvocati dell’Oua (Organismo unitariodell’avvocatura) non basta: «Rimane fortel’attacco alle libere professioni con una forzata e ingiusta equiparazione alle imprese: gliavvocati, come i medici e i notai, non sonoimprenditori, perché tutelano diritti sanciticostituzionalmente». Anche nel mondo deifarmaci serpeggia delusione: a lamentarsi sonoi titolari delle parafarmacie che attendevanoun’apertura che permettesse anche a loro didispensare farmaci con obbligo di ricetta. Einvece tutto rimane com’era. Infine arriva dalSenato notizia di una raccolta firme condotta da Franco Mugnani (Pdl) per non far inserirenel maxi emendamento alla manovra una norma che prevede il dimezzamentodell'indennità di senatori e deputati che hannoun introito dalla loro professione.«Rappresenterebbe una vera e propria discriminazione — sostiene Mugnani — neiconfronti di tutto il lavoro autonomo. Meglioparametrare l’indennità alle presenze in Aula».
Isidoro Trovato
©RIPRODUZIONERISERVATA
Il ministroGiulio Tremonti
2Primo Piano
Mercoledì 7 Settembre 2011
Corriere della Sera 
#
italia: 515249535254
Codice cliente:
 
La manovra anticipa ancoradi due anni l’adeguamentodelle pensioni di vecchiaiadelle donne nel settoreprivato. Il percorso chegradualmente porterà l’etàda 60 a 65 anni inizierà cosìnel 2014, per concludersi nel2026. Il primo anno ci saràun aumento dell’età dipensione di un mese, ilsecondo di due mesi e cosìvia, mentre dal 2020 gli scattisaranno di sei mesi l’anno.
La manovra stabilisce cheentro il prossimo anno siavarata la riformadell’assistenza (invalidità,pensioni di reversibilità) conun taglio di spesa di 4 miliardinel primo anno, di 12 nel2013 e 20 nel 2014. Se lariforma non arriverà a questirisultati, automaticamentescatterà il taglio lineare ditutte le agevolazioni edetrazioni fiscali, per un pariimporto.I nuovi contratti di lavoroaziendali o territoriali, conl’accordo delle imprese e deisindacati, potranno derogareal contratto collettivo e alloStatuto dei lavoratori.Compreso l’articolo 18 chetutela i lavoratori nelle aziendecon oltre 15 dipendenti. Inuovi contratti, tuttavia, nonpotranno mai derogare allenorme che impediscono illicenziamento delle donne incongedo di maternità.I dipendenti pubblici cheoptano per il pensionamentoanticipato dovranno attenderedue anni per avere dallo Statola buonuscita, che corrispondeal Trattamento di finerapporto. La misura dovrebberiguardare nel 2102 pocomeno di 20 mila lavoratori.Sparisce, invece, la norma cheprevedeva il congelamentodella tredicesima in caso disforamento degli obiettivi dibudget.
Dopo quelle degli anni scorsi,e quella decisa nello scorsomese di luglio, arriva un’altrasforbiciata alle dotazionifinanziarie dei ministeri. Lamanovra di agosto prevedeuna riduzione della spesa di 6miliardi nel 2012 e di altri 2,5l’anno successivo. Che,sommata a quelle precedenti,porta il taglio complessivo a11,5 miliardi nel 2012 e aoltre 7 miliardi di euro nel2013 e nel 2014.
I Comuni saranno coinvoltinella lotta all’evasione eincasseranno il 100% dellesomme recuperate. Lamanovra prevede poi il carcereper chi evade grosse somme(che saranno commisurate alfatturato), e un aggravio del10% sull’Ires delle società dicomodo. Il fisco potrà accederepiù disinvoltamente ai contibancari dei contribuenti, nonpiù solo caso per caso e sullabase di un accertamento.
 Il superprelievo sugli alti redditi si applicherà a partire dai 300 milaeuro di guadagno lordo annuale, per una quota del 3%
Nonostante le proteste disindaci e governatori,Regioni, Province e Comunidovranno fare altri sacrifici.La manovra prevede altri 6miliardi di tagli nel 2012, e3,2 nel 2013, che potrannoessere parzialmentecompensati con gli incassidella Robin Hood Tax. Per leamministrazioni locali, intutto, ci sono 6,5 miliardi ditagli nel 2012, 9 nel 2013,11,4 nel 2014.
Con l’Iva che passa dal 20 al 21% l’Italia si allontana dalla Germania, maanche da Francia e Gran Bretagna, raggiungendo il livello di Belgio e Irlanda
A carico delle imprese cheoperano nel settoredell’energia viene stabilitauna nuova tassa, la RobinHood Tax, che porteràmaggiori entrate «noninferiori» a 1,8 miliardi nel2012 e 900 milioni nei dueanni successivi. Il gettito chene deriverà andrà adalleviare i tagli operati acarico degli enti locali. Tassein aumento anche per lecooperative.
Domani il governoapproverà, a corredo dellamanovra, un disegno dilegge di modifica dellaCostituzione perl’inserimento del vincolo delpareggio di bilancio el’abolizione delle Province.Funzioni e competenze diqueste ultime, ma anche ilpersonale, secondo quantostabilito dal governo,saranno assorbitedirettamente dalle Regioni.
Introdotto sui redditi oltre 90mila euro, poi cancellato,ritorna nella manovra ilcontributo di solidarietà suiredditi più elevati. La sogliaoltre la quale scatterà ilprelievo è stata fissata dalConsiglio dei ministri a 300mila euro, e si applicherebbesulla quota di redditoeccedente quella cifra. Lasovrattassa sull’Irpef, secondoi dati del Tesoro, riguarderà34 mila contribuenti.
Stato ed enti locali dovrannoadeguare entro un anno leproprie leggi al principiosecondo cui «l’iniziativaprivata è libera ed èammesso tutto ciò che non èespressamente vietato». Invista c’è anche la riformadelle professioni regolatedagli Ordini. Più libertà ancheper gli esercizi commerciali:almeno nelle città turistichepotranno avere orari diapertura più lunghi.
Buonuscita, rinvio di 2 anniper incassare l’assegno
Pensioni delle donne,verso i 65 anni dal 2014
Via libera, con unemendamentodell’opposizione accolto dalgoverno, alla revisione dellaspesa storica della pubblicaamministrazione, preludioall’applicazione dei "costistandard", come per gli entilocali. Previsto l’accorpamentodegli enti previdenziali e ditutti gli uffici del governo alivello provinciale. Le normeattuative sono attese tra duemesi.
Contratti aziendali,si potrà licenziareMinisteri, nuovi taglida 6 miliardiSpesa, parte il check upverso la «SuperInps»Riforma delle professionie orari liberi nei negoziEnti locali, risparmiper altri 6 miliardiRiforma assistenzao taglio alle detrazioniImprese energia e coop,aumentano le tasseUna modifica alla Cartaper abolire le ProvinceContributo del 3%oltre i 300 mila euroContro l’evasionepiù poteri ai Comuni
Attenuanti cancellate
Imposte
Non cambia la soglia automatica dei tre milioni di euro per l’arresto di chi non paga le tasse
Restano le norme che cancellano le attenuantiper le fatture sulle operazioni inesistenti diimporto elevato, superiori ai 150 mila euro
Fisco, manetteagli evasoriper chi nascondeil 30% del fatturato
ROMA
Cambia la norma sulle manette agli eva-sori. Tarata su un valore assoluto, l’evasione o ilmancato pagamento di imposte per più di 3 milionidi euro rischiava di riempire le patrie galere di ban-chieri, per i quali un’evasione di tale portata potreb-be rivelarsi ben poca cosa, visto che diverse magi-strature in tutta Italia indagano su presunte evasio-ni di miliardi di euro. E così il vertice di maggioran-za di ieri pomeriggio ha deciso di ritoccare la nor-ma introdotta nella manovra solo pochissimi gior-ni fa con gli ultimi emendamenti del governo incommissione Bilancio. Non ci sarà più un limite in valore assoluto, ma questo sarà commisurato al fat-turato: chi evade o non paga imposte pari ad alme-no il 30% del volume d’affari non potrà più benefi-ciare della sospensione condizionale della pena.Solo in questo caso, dunque, si apriranno le por-te del carcere, con una pena che può andare da unoa sei anni. Mentre dovrebbero restare immutate tut-te le altre norme appena inserite nella manovra per rafforzare il regime penale tributario, abbassandole soglie di punibilità e aumentando i termini della prescrizione, che può arrivare a 15 anni da quandoil reato è stato commesso.Restano, dunque, le nuove norme che cancellanole attenuanti per le fatture sulle operazioni inesi-stenti di importo elevato, superiore ai 150 mila eu-ro,così come le sanzioni per le dichiarazioni fraudo-lente compiute utilizzando elementi fittizi nella de-nuncia al fisco (bastano appena 30 mila euro di eva-sione, purché l’ammontare complessivo delle com-ponenti inventate per abbattere il reddito sia di al-meno un milione). Vengono riviste al ribasso le so-glie della cosiddetta dichiarazione infedele, per la quale basterà un’imposta evasa di 50 mila euro, eper l’omessa dichiarazione, per la quale sarà suffi-ciente un’evasione di 50 mila euro.Con il nuovo giro di vite, per beneficiare delle at-tenuanti, bisognerà sempre aver prima estinto tut-to il debito con il fisco prima dell’apertura del pro-cesso di primo grado, e pagate tutte le relative san-zioni,ma lo sconto sarà decisamente minore. La pe-na si potrà ridurre al massimo di un terzo, e nonpiù della metà, come avviene oggi.
M. Sen.
©RIPRODUZIONERISERVATA
3Primo Piano
Corriere della Sera 
Mercoledì 7 Settembre 2011
#
italia: 515249535254
Codice cliente:

Activity (5)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
Asia Ricci liked this
Asia Ricci liked this
Asia Ricci liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->