Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
2Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Marco Respinti, «WikiLeaks: diplomazia USA pro aborto e gay in Polonia», in «La Bussola Quotidiana» Milano 09-09-2011

Marco Respinti, «WikiLeaks: diplomazia USA pro aborto e gay in Polonia», in «La Bussola Quotidiana» Milano 09-09-2011

Ratings: (0)|Views: 16 |Likes:
Published by Marco Respinti
http://www.labussolaquotidiana.it/

http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-wikileaks-diplomazia-usa-pro-aborto-e-gay-in-polonia-2964.htm
http://www.labussolaquotidiana.it/

http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-wikileaks-diplomazia-usa-pro-aborto-e-gay-in-polonia-2964.htm

More info:

Published by: Marco Respinti on Sep 12, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/12/2014

pdf

text

original

 
di Marco Respinti09-09-2011
 
home
 
|
 
chi siamo
|
 
sostienici
 
|
 
contatti
 
|
 
ATTUALITÁ
 
|
 
CULTURA
 
|
 
DOSSIER
 
|
 
RUBRICHE
 
|
 
EDITORIALI
RELAZIONI INTERNAZIONALI
WikiLeaks: diplomazia USA pro aborto e gay inPolonia
 Nel giugno 2009 l’ambasciata statunitense a Varsavia inviava al propriosuperiore a Washington, il Segretario di Stato, nella fattispecie HillaryClinton, una nota di lamentela per il fatto che «sull’aborto vige in Poloniauna delle leggi più restrittive di tutta l’Europa», e questo nonostante leforti pressioni in tema sia di aborto sia di contraccezione esercitate dalleNazioni Unite. Il cablogramma informava della situazione i vertici delladiplomazia e degli affari esteri di un’Amministrazione Obama ai primipassi (eletta nel novembre 2008, era entrata in carica solo nel gennaio2009), citando espressamente gli sforzi compiuti da Anand Grover, inviatospeciale dell’ONU su questioni riguardanti la salute, per operare un mutamento che ancora stentava peròa mostrarsi.
Di fatti la grande mobilitazione del mondo
pro-life 
polacco dei mesi scorsi
ha fatto tutto tenendoall’oscuro soprattutto il mondo anglofono in cui agiscono
media
, fondazioni,
lobby
, personale politico eorganismi internazionali potenti, ricchi e in grado di intervenire in ogni angolo della Terra per bloccare "ilnemico". E questa è una buona garanzia di veridicità della notizia, visto che a darla, a poche settimanedalle elezioni politiche polacche del 9 ottobre, è nientemeno che l’entourage diJulian Assange.
Ora, della sua WikiLeaks non siamo mai stati grandi fan.
Ci lasciano perplessi questioni sia dimetodo sia di merito. Non capiamo il senso della sua azione, e ce ne sfuggono perimetri e scopi. Nonsiamo affatto sicuri che la sua sia genuina ansia di libertà, meno ancora che le sue delazioni producanodel bene. Una buona parte del mondo, però, non la pensa come noi; e così, nonostante critiche e prese didistanze più o meno sincere, WikiLeaks furoreggia.
Prendendo dunque con le pinze le sue informazioni
, cospargendo con abbondanti dosi dicondizionali le nostre sintesi, e soprattutto e anzitutto attendendo conferma o smentita delle suerivelazioni, riferiamo quanto rilevaLifeSiteNews, il portale web di difesa del diritto alla vita, della famiglianaturale e della morale tradizionale che ha avuto la pazienza di frugare nei 250mila tra carte e papelligovernativi messi in rete dai soci di Assange la settimana scorsa.
Si apprende così che, oltre al cablo sull’aborto di cui sopra, pochi mesi dopo
, nell’agosto sempredel 2009, la medesima ambasciata di Varsavia, evidentemente assai attenta ai "princìpi non negoziabili"- anche se non dal verso giusto -,allarmava Washingtonin merito a un’altra questione spinosa. I dirittidelle persone omosessuali, conculcati dal maggior nemico del loro riconoscimento pubblico, vale a dire laChiesa cattolica.
Gl’incaricati d’affari USA in Polonia comunicavano così all’Amministrazione Obama
che nel Paeseslavo certi parroci soprattutto di campagna si incaponivano a definire «condizione deviante» la relazionefra persone dello stesso sesso nonostante «l’episcopato polacco abbia condannato la violenza e ladiscriminazione contro
gay
e lesbiche».
L’accusa dell’ambasciata si faceva del resto più precisa e feroce
laddove stigmatizzava il fatto cheancora la Chiesa polacca «continua a etichettare gli atti omosessuali come peccati e a chiedere agliomosessuali di osservare l’astinenza», oltre a puntualizzare - in modo evidentemente intollerabile per idiplomatici USA a Varsavia - che coloro che si oppongono alle pretese degli omosessuali citano «asostegno delle proprie posizioni i "valori cattolici" e il "diritto naturale"».
Stando al cablogramma di ambasciata diffuso da WikiLeaks
, vi è poi anche un risvolto politico,giacché alcuni dei parlamentari polacchi più conservatori penserebbero d’imitare la vicina Lituania dovevige una legge che vieta alle scuole di descrivere l’omosessualità in termini positivi agli alunni. Ma,chiude l’informativa dei diploatici USA, la speranza non muore mai; e così, pur se la strada verso ilriconoscimento pubblico dei "diritti" di
gay
e lesbiche è ardua, segnali incoraggianti giù ve ne sono.
Ripetiamo: l’attendibilità delle rivelazioni di WikiLeaks è sempre tutta da verificare
e ilcomplottismo fa sorridere, ma leggere ora di queste vecchie cose rende un poco più comprensibilel’altrimenti un po’ enigmatico destino toccato alla proposta di legge d’iniziativa popolare per lacancellazione dell’aborto polacco. Il31 agostoil Sejm, la "camera bassa" di Varsavia, l’ha infatti bocciatacon una maggioranza ristretta, ma con maggioranza assai più ampia ne aveva approvato la discussionefranca in luglio. E come spiegare poi l’abissale divergenza di orientamenti tra il parlamento e i cittadini(che quell’assise eleggono), cittadini che i sondaggi danno amplissimamente contrari all’aborto e quindialle scelte dei loro deputati? 
Tutti i dossier
 
EUROPA, LA FEDE IN CAMMINO
Altro che pellegrinaggi per turisti come scrive"Repubblica". Da Santiago di Compostela aCzestochowa, da Medjugorje a Trondheim inNorvegia, ecco una mappa per conoscere le metedel Vecchio Continente che ogni anno attiranomilioni di cattolici.
Rubriche
A TAVOLA
con Vittorio Messori
A TAVOLA con VITTORIO MESSORI
L'Italia ha bisogno di politici autentici. Laguerra in Libia continua nel silenzio,soprattutto quello dei pacifisti.
LETTERE IN REDAZIONECongresso Eucaristico e Olmi
"Ascolto da qualche giorno le notizie allaradio sul Congresso eucaristico. Si parla dipovertà, di disoccupazione, e così via. Nonsento parlare di altro. Il rischio grandissimoè quello di trasformare l’Eucarestia in unsimbolo per parlare di altro..."
CONTROVENTO
a cura di Riccardo Cascioli
Governo in manovra
Francamente sono incomprensibili tuttequeste accuse al governo da partedell’opposizione. Dicono che l’esecutivonon è in grado....
APPROPRIAZIONE INDEBITACristiano pakistano ucciso durante unpellegrinaggio alla città di Maria
Sunil Masih, 25 anni, si è allontanato dalgruppo in viaggio verso Mariamabad e nonha più fatto ritorno. Il cadavere presentavasegni di ferite. Smentita l’ipotesidi un investimento accidentaleda parte di un camion. Ancora ignotal’identità degli autori dell’omicidio.Il dolore della famiglia, che ha perso l’unicofiglio.
BRICIOLE DI APOLOGETICAIl funerale è una festaPRISMA
di Robi Ronza
Crisi, positiva risposta dell'Italia
Le decisioni annunciate dal governo italianovanno nella giusta direzione, ma ci sonodue incognite: l'inefficienzadell'amministrazione e le decisioni sui tagli.
OCCHIO ALLA TVLa signora in giallo
I telespettatori italiani la conoscono ormaida anni e poco importa se la sua presenzasugli schermi televisivi di casa nostra èall’insegna del “già visto”, con serie che siripetono in replica. Lei è Jessica Fletcher, lavedova ex insegnante di inglese, autrice diromanzi gialli, docente di criminologia estudiosa di legge; soprattutto, è laprotagonista di “La signora in giallo” inonda quotidianamente su Rete 4 (ore 13).
 
La Bussola Quotidiana quotidiano cattolico di opinione online: WikiLea...http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-wikileaks-diplomazia-us...1 di 209/09/2011 12:02

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->