Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
La Liturgia di Martedì 13 Settembre 2011 - Ragazzo, dico a te, alzati!

La Liturgia di Martedì 13 Settembre 2011 - Ragazzo, dico a te, alzati!

Ratings: (0)|Views: 64|Likes:
Published by Gabriella Purpura

More info:

Published by: Gabriella Purpura on Sep 12, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

09/12/2011

pdf

text

original

 
La Liturgia di Martedi 13 Settembre 2011======================================================
San Giovanni Crisostomo
======================================================
Grado della Celebrazione: MemoriaColore liturgico: Bianco
Antifona d'ingresso
Il Signore gli ha aperto la boccain mezzo alla sua Chiesa;lo ha colmato dello Spirito di sapienza e d'intelletto;lo ha rivestito di un manto di gloria.
Colletta
O Dio, sostegno e forza di chi spera in te,che ci hai dato in san Giovanni Crisostomoun vescovo mirabile per l’eloquenzae per l’invitta costanza nelle persecuzioni,fa’ che il popolo cristiano,illuminato dalla sua dottrina,sappia imitare la sua fortezza evangelica.Per il nostro Signore Gesù Cristo...
 
Commento
 Il Crisostomo (Antiochia c. 349 - Comana sul Mar Nero 14 settembre 407) fu annunziatore fedeledella parola di Dio, come presbitero ad Antiochia (386-397) e come vescovo a Costantinopoli (397-404). Qui si dedicò all’evangelizzazione e alla catechesi, all’opera liturgica, caritativa e missionaria. L’anafora eucaristica da lui rielaborata in forma definitiva sull’antico schema antiocheno è ancor oggi la più diffusa in tutto l’Oriente. La sua predicazione nel campo morale e sociale gli procuròdure opposizioni e infine l’esilio (404-407), dove morì. Nella sua opera di maestro e dottore harilievo il commento alle Scritture, specialmente alle lettere paoline, e il suo contributo alla dottrinaeucaristica.
 
PRIMA LETTURA
(1Tm 3,1-13) Bisogna che il vescovo sia irreprensibile; allo stesso modo i diaconi conservino il mistero della fedein una coscienza pura.
Dalla prima lettera di san Paolo apostolo a TimòteoFiglio mio, questa parola è degna di fede: se uno aspira all’episcopato, desidera un nobile lavoro.Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile, marito di una sola donna, sobrio, prudente,dignitoso, ospitale, capace di insegnare, non dedito al vino, non violento ma benevolo, non litigioso,non attaccato al denaro. Sappia guidare bene la propria famiglia e abbia figli sottomessi e rispettosi, perché, se uno non sa guidare la propria famiglia, come potrà aver cura della Chiesa di Dio? Inoltrenon sia un convertito da poco tempo, perché, accecato dall’orgoglio, non cada nella stessa condannadel diavolo. È necessario che egli goda buona stima presso quelli che sono fuori della comunità, per non cadere in discredito e nelle insidie del demonio.Allo stesso modo i diaconi siano persone degne e sincere nel parlare, moderati nell’uso del vino e nonavidi di guadagni disonesti, e conservino il mistero della fede in una coscienza pura. Perciò siano prima sottoposti a una prova e poi, se trovati irreprensibili, siano ammessi al loro servizio. Allo stessomodo le donne siano persone degne, non maldicenti, sobrie, fedeli in tutto. I diaconi siano mariti diuna sola donna e capaci di guidare bene i figli e le proprie famiglie. Coloro infatti che avrannoesercitato bene il loro ministero, si acquisteranno un grado degno di onore e un grande coraggio nellafede in Cristo Gesù.Parola di Dio
 
SALMO RESPONSORIALE
(Sal 100)
Rit: Camminerò con cuore innocente.
Amore e giustizia io voglio cantare,voglio cantare inni a te, Signore.Agirò con saggezza nella via dell’innocenza:quando a me verrai?Camminerò con cuore innocentedentro la mia casa. Non sopporterò davanti ai miei occhi azioni malvagie,detesto chi compie delitti: non mi starà vicino.Chi calunnia in segreto il suo prossimoio lo ridurrò al silenzio;chi ha occhio altero e cuore superbonon lo potrò sopportare.I miei occhi sono rivolti ai fedeli del paese perché restino accanto a me:chi cammina nella via dell’innocenza,costui sarà al mio servizio.
Canto al Vangelo
(Lc 7,16)
 Alleluia, alleluia.Un grande profeta è sorto tra noi,Dio ha visitato il suo popolo.Alleluia.

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->