Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Vino Novello

Vino Novello

Ratings: (0)|Views: 7|Likes:

More info:

Published by: Marco Lattanzi Antinori on Oct 31, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

10/20/2013

pdf

text

original

 
DAL MOSTO AL VINO: A NOVEMBREL’ITALIA DÀ IL BENVENUTO AL NOVELLO
Dalla vinificazione alla raccolta, alle sacre che loomaggiano: la storia del primissimo vino dellavendemmia appena raccolta
Tra la fine di ottobre e i primi di novembre tutta l’Italia glirende omaggio, da Nord a Sud, sagre e feste hanno uncomune denominatore: il vino novello.Una delle prime bontà di Bacco, questo vino rosso dalcolore intenso e dai forti aromi è il primo vino dellavendemmia appena trascorsa e compare sulle nostre tavolenei primi giorni di novembre.Nella nostra penisola la produzione del novello spazia suquasi tutto il territorio nazionale, isole comprese e vieneutilizzato qualsiasi tipo di uva (in preferenza rossa);tuttavia si privilegiano l’Aglianico, il Cannonau, il Barbera, ilMerlot, il Nero d’Avola, il Corvina, il Refosco, il Cabernet ilSauvignon e il Sangiovese.La sua caratteristica principale è il processo di vinificazione,denominato "macerazione carbonica" dell’uva intera. Lalegge impone infatti di utilizzare almeno il 30% di vinoottenuto con questa tecnica.Si tratta di uno preciso procedimento, che prevede lasistemazione in opportuni contenitori di acciaio di interigrappoli d'uva appena raccolta, l’aggiunta artificiale dianidride carbonica e lelevazione del tutto ad unatemperatura superiore ai 35°. I grappoli sono lasciati adautofermentare per un periodo che varia dai 5 ai 20 giorni,durante il quale gli zuccheri si trasformano in alcool,incitando la produzione di glicerolo.Successivamente luva viene pigiata e sottoposta atradizionale fermentazione che dura circa 5-6 giorni. Il vinodeve avere almeno 11° alcolici. Trasformato da mosto a
 
vino, il novello viene quindi travasato e immesso nelmercato.Proprio per il suo contenuto alcolico e polifenolico, questovino deve essere bevuto giovane, la sua sensibilità allamaturazione e la freschezza degli aromi tendono infatti adesaurirsi nell'arco di un anno appena. È bene quindi noninvecchiarlo troppo tempo e consumarlo preferibilmenteentro i primi 6-12 mesi di vita. Per tale motivo il termineultimo per l’imbottigliamento è il 31 dicembre dell’annatadi produzione delle uve. Esistono poi i novelli miscelati conaltro vino al momento dell’imbottigliamento che sono i piùlongevi e possono essere consumati fino ad agosto, mentreper i novelli 100% si suggerisce un consumo in tempibrevi.Oggi protetto e promosso dall'Istituto Vino Novello Italianocostituito nel 2000, il novello, rispetto al suo antenatofrancese, il Beaujolais ha una maggiore profusione di acidocarbonico, un colore rosso brillante, dinamico e invitante euna morbidezza vellutata che ben si rileva al palato, graziea qualche traccia zuccherina.L’altra caratteristica di questo vino è che, sempre secondouna precisa legge, può essere messo in commercio solodopo la mezzanotte del 6 novembre dello stesso anno dellavendemmia. E’ anche previsto che solo nell’ambito dialcune manifestazioni si possano degustare i novelli apartire dal 5 novembre: è il déblocage della mezzanotte,che rende ancor più esaltante l’attesa per la sua “uscita”.Ed infatti a partire dalla prima settimana di novembre intutta Italia, vengono organizzati eventi e manifestazioniinteramente dedicate al vino novello.In alcuni casi le feste si svolgono nell'arco di una solagiornata o di una sola serata, in altri casi invece siorganizzano veri e propri percorsi enogastronomici affinchéoltre alle bontà locali si possano anche apprezzare lebellezze di alcuni luoghi.
 
Tra le occasioni da non perdere si segnala, per la portatanazionale, “San Martino in Cantina: il vino novello incontrai prodotti tipici”.Da sempre la ricorrenza religiosa di San Martino èannoverata nel calendario enologico come una tappafondamentale del ciclo produttivo: i contadini, infatti, sonosoliti dire che “a San Martino ogni mosto diventa vino”.Ed è proprio per celebrare la nascita del vino novello,quello ottenuto dalla recente vendemmia, che, la secondadomenica di novembre, molte cantine di tutta Italia siaprono agli enoturisti per una degustazione speciale deivini e dei prodotti di stagione.
Di seguito scopri alcuni degli eventidedicati al vino Novello:
IN TUTTA ITALIA CANTINE APERTE PER SANMARTINO
Dal 12 al 13 novembre 2011Il vino Novello incontra i prodotti tipici delle regionidel Belpaese
Come ogni anno anche nel 2011 si festeggia “San Martinoin Cantina, leventoenogastronomicopromosso dal MovimentoTurismo del Vino che sisvolge a ridosso dellaricorrenza di SanMartino, il 13 novembre.Una manifestazione cheprevede lapertura inquasi tutte le regioni

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->