Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more ➡
Download
Standard view
Full view
of .
Add note
Save to My Library
Sync to mobile
Look up keyword
Like this
6Activity
×
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Tumori Dell'Urotelio

Tumori Dell'Urotelio

Ratings:

4.75

(4)
|Views: 20,229|Likes:
Published by api-3733154

More info:

Published by: api-3733154 on Oct 18, 2008
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, DOC, TXT or read online from Scribd
See More
See less

03/18/2014

pdf

text

original

 
I TUMORI UROTELIALI
1. INTRODUZIONE
2. EPIDEMIOLOGIA E FATTORI DI RISCHIO
3. STORIA NATURALE
4. ISTOPATOLOGIA
5. STADIAZIONE
6. CLINICA
7. DIAGNOSI
8. OPZIONI TERAPEUTICHE (CENNI)
9. ICONOGRAFIA
 
1
 
1. INTRODUZIONE
La vescica urinaria così come tutta la via escretrice urinaria ha una parete costituitada una tonaca mucosa (epitelio di rivestimento e lamina propria), una telasottomucosa, una tonaca muscolare ed una tonaca sierosa o avventizia a seconda dellezone che vengono considerate. L’urotelio è un epitelio che riveste tutta la via urinaria,dai calici fino all’ultima parte dell’uretra, esclusa l’uretra balanica, è un epiteliocaratteristico e detto a cellule transizionali disposto in 3-7 strati sovrapposti. Vi siosserva un tappeto di cellule basali sul quale giacciono più strati di celluleintermedie. Lo strato più superficiale è composto da cellule piatte e larghe dettecellule ad ombrello. L’urotelio giace su una membrana basale di tessuto connettivale(lamina propria), nella lamina propria si osserva la muscolaris mucosae con fibremuscolari sparse disposte in modo irregolare. Al di sotto di questo strato esiste unesile strato di tessuto connettivo che prende il nome di tela sottomucosa.I tumori dell’urotelio (uroteliomi o carcinomi a cellule transizionali) sono i piùfrequenti dell’apparato urinario, principalmente si sviluppano nella vescica, ma si possono riscontrare anche a livello pielico, caliciale, ureterale ed uretrale.I tumori dell’urotelio sono stati definiti “policronotopici”, ossia queste neoplasiehanno la tendenza a localizzarsi in tempi diversi ed in sedi diverse della viaescretrice. Un paziente su cui si fa diagnosi di tumore vescicale potrà averecontemporaneamente una neoplasia nell’uretere, un paziente che presenta un tumore primitivo a livello ureterale può presentare una neoplasia nella pelvi controlaterale onella vescica. Sono neoplasie che presentano un elevato tasso di recidiva.Quando un paziente presenta una neoplasia uroteliale, dovrà essere studiataattentamente tutta la via escretrice percpotrebbe presentare anche altrelocalizzazioni della malattia.
2
 
2. EPIDEMIOLOGIA E FATTORI DI RISCHIO
Dal punto di vista epidemiologico si è detto che gli uroteliomi sono i tumoridell’apparato urinario con la più elevata incidenza ed è stata rilevata una lorocorrelazione con fattori ambientali. Sono chiamate in causa in questo senso diversesostanze chimiche prodotte a livello industriale, certe sostanze che vengono liberatenell’aria o nelle acque, ed esiste una stretta relazione tra l’insorgenza di questeneoplasie e certe abitudini di vita come ad esempio il fumo di sigaretta.Come per molte altre patologie, lo studio epidemiologico, anche in questo caso ciconsente di legare l’insorgenza di una determinata malattia, in una popolazione, a deifenomeni ambientali, abitudini alimentari, lavorative, abitudini di vita in generale.Questo permette di conoscere i meccanismi patogenetici, migliorare le conoscenzesulla malattia, impostare in maniera corretta la terapia ed un efficace intervento di prevenzione: se il tumore vescicale insorge in individui che fumano 40 sigarette algiorno è più razionale investire nella prevenzione e nelle campagne anti fumo chenella ricerca di un farmaco efficace.Sono tra i primi tumori per i quali è stata chiaramente dimostrata un’origine legata aduna attività lavorativa, infatti si dimostuna elevata incidenza nei lavoratori che sioccupavano della produzione delle vernici industriali a base di anilina. Si dimostròinfatti un rapporto tra i coloranti a base di anilina e l’insorgenza del tumore vescicale,ciò è stato possibile individuando un amina aromatica con dei gruppi in posizioneorto responsabile dell’insorgenza di tali neoplasie. Ovviamente non sono solo leamine aromatiche ed altre sostanze chimiche a determinare l’insorgenza delleneoplasie uroteliali ma sono ne sono responsabili anche le infezioni vescicalicroniche e le infestazioni da Schistosoma Haematobium e Monsonii, parassiti diffusisoprattutto in Nord Africa veicolati da una lumachina d’acqua dolce. Esistono anchecasi di tumore uroteliale di origine iatrogena come nei soggetti sottoposti achemioterapia con cytoxan. Nei soggetti fumatori le neoplasie dell’urotelio si
3

Activity (6)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
1 thousand reads
Carmen Sturiale liked this
luckylav liked this
Manuela Orani liked this
valentimix liked this

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->