Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Milano Finanza: Goldman Sachs dietro la speculazione sui Btp italiani

Milano Finanza: Goldman Sachs dietro la speculazione sui Btp italiani

Ratings: (0)|Views: 158|Likes:
"Secondo quanto risulta a MF Milano Finanza, infatti, Goldman Sachs negli ultimi giorni è stata uno dei maggiori responsabili del crollo delle quotazioni dei titoli italiani e sarà tra le prime a farne incetta a prezzi da saldo, almeno sino a quando lo spread decennale con i titoli tedeschi non si stabilizzerà di nuovo attorno ai 350 punti base, il livello che uno studio diffuso mercoledì dalla stessa Goldman indicava come punto di arrivo dai massimi segnati in questi giorni, nel caso in cui la crisi politica italiana si risolvesse con un esecutivo di larghe intese, cioè con «una sorta di governo di unità nazionale guidato da un outsider di ottima reputazione». L'identikit perfetto di Mario Monti."

Fonte: http://bit.ly/vaHjPw (Milano Finanza)
"Secondo quanto risulta a MF Milano Finanza, infatti, Goldman Sachs negli ultimi giorni è stata uno dei maggiori responsabili del crollo delle quotazioni dei titoli italiani e sarà tra le prime a farne incetta a prezzi da saldo, almeno sino a quando lo spread decennale con i titoli tedeschi non si stabilizzerà di nuovo attorno ai 350 punti base, il livello che uno studio diffuso mercoledì dalla stessa Goldman indicava come punto di arrivo dai massimi segnati in questi giorni, nel caso in cui la crisi politica italiana si risolvesse con un esecutivo di larghe intese, cioè con «una sorta di governo di unità nazionale guidato da un outsider di ottima reputazione». L'identikit perfetto di Mario Monti."

Fonte: http://bit.ly/vaHjPw (Milano Finanza)

More info:

Published by: Informare Per Resistere on Nov 16, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

11/16/2011

pdf

text

original

 
Class MeteoMF HonvemRadio ClassicaClass CNBCClassLifeItaliaOggiGli altri
news, articoli, vi ...
MF
Numero 222 pag. 2 del 11/11/2011 |Indietro
Monti frena la speculaione sui Btp
PRIMO PIANO
Di Stefania Peveraro
L'ipotesi dell'economista a capo del governo riporta lo spread in area 500 PUNTI BASE
I rendimenti ripiegano ma restano a livelli di guardia, con il 10 anni che chiude al 6,89%. L'asta Bot a 12mesi è stata interamente coperta, con un rendimento superiore al 6%. Un pasticcio di S&P affossa gli OatfrancesiL'ipotesi di un nuovo governo di larghe intese con Mario Monti a Palazzo Chigi ha messo un freno allaspeculazione contro l'Italia sin da ieri mattina, con il Ftse Mib di Piazza Affari in recupero sino a unmassimo guadagno di tre punti e mezzo (prima di chiudere con un rialzo dello 0,97%) e con il famigeratospread di rendimento tra Btp e Bund a 10 anni che si è ristretto via via a partire dai 567 punti fin sottoquota 500 con il record di sempre sul Mot sia per contratti sia per controvalore: 66.422 contratti per 2,083miliardi.La riuscita dell'asta Bot a 12 mesi ha contribuito a fare rientrare, almeno momentaneamente, l'allarmerosso: il Tesoro, pur in presenza di un rendimento in prevedibile ed enorme rialzo rispetto a quello spuntatonell'asta precedente, ha collocato l'ammontare massimo offerto di 5 miliardi di euro. Nel dettaglio, i Botannuali, dopo che mercoledì avevano toccato sul secondario l'8,4% di rendimento in denaro, sono staticollocati al 6,087%, il massimo segnato in asta dal settembre 1997, e ben 252 punti base al di sopra del3,57% spuntato nell'ultima asta dello scorso ottobre. E la domanda è stata due volte superiore all'offerta, inaumento dal rapporto di 1,88 volte di ottobre. A comprare, secondo indiscrezioni raccolte nelle saleoperative, sarebbero state prevalentemente le banche, mentre gli altri investitori istituzionali, fondi inprimis, si sarebbero mossi con maggiore circospezione; di certo il miglioramento del rapporto bid­to­cover segnala un piccolo ritorno di fiducia che necessita ovviamente di conferme.Nel frattempo lo stop alle vendite selvagge ieri c'è stato e il mercato ha registrato finalmente, dopo giornidi follia, una riduzione dei rendimenti dei governativi italiani su tutte le scadenze. In particolare, gli spreaddi rendimento tra Btp e Bund si sono ristretti in maniera significativa tra l'inizio della mattinata e il primopomeriggio, per poi tornare a riallargarsi in prima serata, anche se certo a livelli meno drammatici di quellitoccati poche ore prima. Così, lo spread a due anni, che era partito ieri mattina da quota 704, si è ridottoalle 15 di ieri sino a 577 basis point per poi chiudere poco sopra quota 600; anche il differenziale a 5 anniha seguito lo stesso schema, passando da un massimo a 689 punti base al minimo di 584 nel primopomeriggio e risalire poi verso 600. Infine, il differenziale a 10 anni, partito dal 5,67%, è sceso sino a pocosotto i 500 punti per poi risalire e attestarsi in serata attorno a 510.Detto questo, i livelli di rendimento di Bot, Btp e Cct restano estremamente elevati e la curva èpraticamente invertita nel tratto fino a un anno e poi diventa piatta, con il Bot a 12 mesi che sulsecondario ieri in serata offriva il 6,9%, il Btp a due anni che pagava il 6,4%, quello a 5 anni che offriva il6,98% e il decennale che pagava il 6,89%. Rendimenti, quindi, ancora estremamente appetibili per gliinvestitori, che ora, in vista dell'attesa formalizzazione dell'incarico a Monti da parte del Quirinale, stannoincominciando a considerare l'ipotesi di rientro sui titoli italiani.Non a caso proprio ieri MF­Milano Finanza ricordava che un importante banchiere italiano ha rivelato diaver ricevuto molte telefonate da ceo di banche internazionali e di hedge fund che chiedevano previsionisu quando si sarebbe risolta la crisi politica italiana, in modo da rientrare sugli asset tricolori ai minimi.Con Goldman Sachs in prima linea. Secondo quanto risulta a MF­Milano Finanza, infatti, la banca d'affariUsa negli ultimi giorni è stata uno dei maggiori responsabili del crollo delle quotazioni dei titoli italiani esarà tra le prime a farne incetta a prezzi da saldo, almeno sino a quando lo spread decennale con i titolitedeschi non si stabilizzerà di nuovo attorno ai 350 punti base, il livello che uno studio diffuso mercoledìdalla stessa Goldman indicava come punto di arrivo dai massimi segnati in questi giorni, nel caso in cui lacrisi politica italiana si risolvesse con un esecutivo di larghe intese, cioè con «una sorta di governo diunità nazionale guidato da un outsider di ottima reputazione». L'identikit perfetto di Monti.Intanto ieri la speculazione delle banche d'affari ha avuto buon gioco ad accanirsi contro gli Oat francesi:verso le 16 i sistemi di Standard&Poor's hanno inviato un messaggio automatico sbagliato sulla perdita delrating tripla A della Francia. S&P ha impiegato ben due ore a comunicare l'errore e ha confermato la triplaA della Francia. Ma ormai il danno era stato fatto e in serata lo spread sui dieci anni contro Bund siaggirava ancora in area 170 punti base. (riproduzione riservata)
Mercoledì ore 10:5116 Novembre 2011
Milano
Nebbia
Aggiungi localita' 
Cerca
 
Abbonamenti
 
LoginNews Il giornale di oggi Mercati Trading & Investimenti Strumenti & Analisi Multimedia MMF Meteo Oggi
MF­Milano Finana
su Facebook
1 milaMi piace
Segui l'appello su
Proposta di leggeper l'abbattimento del debito pubblico
No, gli italiani, quindi l'Italia, non ci stanno aessere ridotti sul lastrico dal combinatodisposto di molti fattori, ma principalmente datre: 1) la volonta' di altri Paesi, con in testa laGermania, di eliminare l'Italia come terzoincomodo nel sistema industriale ed ...
Caldissime correlate
Tutte
Spread e cds affossano le borse Ue, dati macro eFed salvano Wall Street
15/11/2011 22.09
Spread Francia e Spagna su nuovi record,rendimenti in rialzo
15/11/2011 16.05
Rendimento dei Btp oltre il 7%, braccio di ferro traItalia e Germania
15/11/2011 12.10
Zew più debole delle attese, tassi Btp sfiorano il 7%
15/11/2011 11.20
Milano amplia calo coi bancari e spread alle stelle,Unicredit pesante
15/11/2011 10.05
MF­Dow Jones News correlate
Tutte
*BOND: spread 10 anni Btp/Bund a 496 pb
16/11/2011 10.17
*BOND: spread 10 anni Btp/Bund a 495 pb
16/11/2011 10.04
*BOND: spread 10 anni Btp/Bund a 503 pb
16/11/2011 9.25
*BOND: +2pb spread 10 anni Austria/Germania a182 pb
16/11/2011 9.21
*BOND: ­1 pb spread 10 anni Belgio/Germania a308 pb
16/11/2011 9.19
Articoli correlati
 solo la Bce l'arma totale contro la speculazione
16/11/2011
Madrid e Parigi con il mal di spread
16/11/2011
Braccio di ferro sulla Bce stile Fed
15/11/2011
All'estero il Btp piace ancora
15/11/2011
Btp agli ultimi saldi
12/11/2011
Le due anime dello spread Il livello del costo deldebito e le prospettive di crescita sono le variabiliche determinano la nostra solvibilità
12/11/2011
Monti frena la speculazione sui Btp
11/11/2011
Acquisti di Btp, L'Italia c'è anche per Ragionieri eBioera
11/11/2011
Bini Smaghi lascia la Bce e va ad Harvard
11/11/2011
L'Eba crea soltanto confusione, la Vigilanza alla 

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->