Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Le apparizioni di Maria SS. a Rue du Bac (1830) - Stampa 4,1 - 2,3

Le apparizioni di Maria SS. a Rue du Bac (1830) - Stampa 4,1 - 2,3

Ratings: (0)|Views: 21 |Likes:
Un foglio con la storia delle tre apparizioni di Maria SS. a Rue du Bac (1830) a Santa Caterina Labouré ed il dono della Medaglia Miracolosa..
NELL'ANTEPRIMA DI STAMPA IL TESTO NON E' CENTRATO, MA SCARICANDO IL FILE SUL TUO PC IL PROBLEMA SI RISOLVE. VA PERO' SEMPRE SCARICATO IN WORD, cliccando cioè sul pulsante DOC.
Si consiglia di stampare in BOZZA su di un foglio preferibilmente di colore GIALLO CHIARO o BIANCO.
L'ordine di stampa è: 4,1 - 2,3.
Si stampa fronte e retro, poi si piega in due parti.
Un foglio con la storia delle tre apparizioni di Maria SS. a Rue du Bac (1830) a Santa Caterina Labouré ed il dono della Medaglia Miracolosa..
NELL'ANTEPRIMA DI STAMPA IL TESTO NON E' CENTRATO, MA SCARICANDO IL FILE SUL TUO PC IL PROBLEMA SI RISOLVE. VA PERO' SEMPRE SCARICATO IN WORD, cliccando cioè sul pulsante DOC.
Si consiglia di stampare in BOZZA su di un foglio preferibilmente di colore GIALLO CHIARO o BIANCO.
L'ordine di stampa è: 4,1 - 2,3.
Si stampa fronte e retro, poi si piega in due parti.

More info:

Categories:Types, Brochures
Published by: TreSacriCuori di Gesù, Maria e Giuseppe on Nov 27, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

11/27/2011

pdf

text

original

 
Le apparizioni di Maria SS. a Rue du Bac
e il dono della Medaglia Miracolosa
- Il racconto di Santa Caterina Labouré -
Prima apparizione
- Notte tra il 18 e il 19 luglio 1830 -
“Alle undici e mezzo mi sentii chiamare per nome:
‘Suor Labouré! Suor La-bouré!’.
Svegliatami, guardo dalla parte da dove proveniva la voce, che eradal lato del passaggio del letto. Tirai la tenda e vidi un bambino vestito di bian-co, dai quattro ai cinque anni, il quale mi disse:
‘Venite in cappella, la SantaVergine Vi aspetta’ 
. Immediatamente mi venne da pensare:
‘Mi sentiran-no!’.
Ma quel bambino rispose pronto:
‘State tranquilla: sono le undici e mez- zo e tutti dormono profondamente. Venite che Vi aspetto!’ 
.Mi affrettai a vestirmi e seguii il bambino che era restato in piedi senzaspingersi oltre la spalliera del letto.
 
Il fanciullo mi seguì - o meglio, io seguiilui dovunque passava - tenendosi sempre alla mia sinistra. I lumi erano acce-si dappertutto dove noi passavamo, il che mi sorprendeva molto. Rimasi pe-rò assai più meravigliata all’ingresso della cappella, quando la porta si aprì,appena il bambino l’ebbe toccata con la punta di un dito. La meraviglia poifu ancora più completa quando vidi tutte le candele e tutte le torce accese,come alla Messa di mezzanotte. Però non vedevo ancora la Madonna. Il bambino mi condusse nel presbiterio, accanto alla poltrona del Signor Di-rettore, dove io mi posi in ginocchio, mentre il bambino rimase tutto il tem- po in piedi. Poiché mi sembrava che passasse molto tempo, ogni tanto guar-davo per timore che le suore vegliatrici passassero dalla tribuna.
“Il pericolo sarà grandee tutto sembrerà perduto,ma io sarò con voi” 
(Maria SS. a S. Caterina Labouré)
 
Finalmente giunse il sospirato momento. Il bambino mi avvertì, dicendomi:
‘Ecco la Santa Vergine, eccola!’ 
. Sentii un rumore, come il fruscio di vestidi seta, venire dalla parte della tribuna, presso il quadro di San Giuseppe, e vi-di la Santa Vergine che venne a posarsi sui gradini dell’altare dal lato delVangelo... Il bambino mi disse:
‘Ecco la Madonna!’ 
. Dire ciò che provai inquel momento e ciò che succedeva in me, mi sarebbe impossibile.Guardando la Santissima Vergine, spiccai allora un salto verso di Lei, ed in-ginocchiandomi sui gradini dell’altare, appoggiai le mani sulle ginocchia del-la Santa Vergine. Quello fu il momento più dolce della mia vita. La Ma-donna mi spiegò come dovevo comportarmi col mio direttore spirituale e parecchie cose che non debbo dire. Mi insegnò il modo di regolarmi nellemie pene e, mostrandomi con la sinistra i piedi dell’altare, mi disse di an-darmi a gettare ai piedi dell’altare ad espandervi il mio cuore, aggiungendoche là avrei ricevuto tutti i conforti di cui ho bisogno. La Madonna mi disse:
 Figlia mia, il buon Dio vuole affidarVi una missione. Essa sarà per Voi fonte di molte pene, ma soffrirete volentieri pensando che si tratta della glo-ria del buon Dio. Avrete la grazia; dite tutto quanto in Voi succede, con semplicità e confidenza. Vedrete certe cose, sarete ispirata nelle Vostre pre- ghiere; rendetene conto a chi è incaricato della Vostra anima’ 
. A questo punto la Madonna aggiunse con un’espressione molto triste:
‘I tempi, figliamia, sono molto tristi. Gravi sciagure stanno per colpire la Francia. Il trono sarà rovesciato; tutto sarà sconvolto da disgrazie d’ogni specie
(dicendo que-sto la Madonna aveva l’aspetto molto addolorato).
Ma venite ai piedi diquesto altare! Qui le grazie saranno sparse su tutti... sopra tutte le personeche le chiederanno con fiducia e fervore, sui piccoli e sui grandi... Figliamia, io mi compiaccio di spandere le mie grazie sulla Comunità... Soprag- giungeranno grandi mali; il pericolo sarà grande, ma non temete!... Io stessa sarò con voi, ho sempre vegliato su di voi; vi accorderò molte gra- zie... Verrà un momento in cui il pericolo sarà grande e tutto sembrerà per-duto, ma io sarò con voi; abbiate fiducia!... In altre Comunità vi sarannovittime
(la Santissima Vergine aveva le lacrime agli occhi dicendo questo)
;vittime ci saranno nel clero di Parigi e lo stesso Arcivescovo morirà
(dinuovo la Madonna versò lacrime).
 Figlia mia, la Croce sarà disprezzata; per le vie scorrerà il sangue; il mondo intero sarà nell’afflizione
(qui la
 
Vergine Santa non poteva più parlare: un gran dolore le era dipinto sulvolto)
’ 
.Quanto tempo restai con la Madonna, non saprei dirlo. Tutto quello che so èche se ne andò, scomparendo come un’ombra che svanisce, dirigendosiverso la tribuna, dalla parte da cui era venuta.Alzatami dai gradini dell’altare, rividi il bambino, là dove l’avevo lasciato, ilquale mi disse:
‘Se ne è andata!’ 
. Rifacemmo lo stesso cammino, trovandosempre tutti i lumi accesi e tenendosi quel bambino sempre alla mia sinistra.Credo che quel bambino fosse il mio Angelo Custode, resosi visibile per farmi vedere la Santa Vergine; io infatti l’avevo molto pregato di ottenermiun tal favore. Era vestito di bianco e portava con sé una luce prodigiosa, os-sia era sfolgorante di luce. Tornata a letto, sentii suonare le due e non ripresi più sonno”.
 
La seconda apparizione
- 27 novembre 1830 -
“Alle cinque e mezzo di sera, facendo la meditazione in profondo silen-zio, mi parve di sentire dal lato destro della cappella un rumore come ilfruscio di una veste di seta. Avendo volto lo sguardo a quel lato, vidi la San-tissima Vergine all’altezza del quadro di San Giuseppe. La sua statura eramedia, e la sua bellezza tale che mi è impossibile descriverla. Stava in pie-di, la sua veste era di seta e di color bianco-aurora, accollata e con mani-che lisce. Dal capo le scendeva un velo bianco sino ai piedi. Aveva i ca- pelli spartiti e una specie di cuffia con un merletto di circa tre centimetri dilarghezza, leggermente appoggiato sui capelli. Il viso era abbastanza sco- perto; i piedi poggiavano sopra un globo; o meglio, sopra un mezzo glo- bo, o almeno io non ne vidi che una metà. Le sue mani, elevate all’altezzadella cintura, mantenevano in modo naturale un altro globo più piccolo cherappresentava l’universo.Ella aveva gli occhi rivolti al cielo, e il suo volto diventò risplendente, men-tre presentava il globo a Nostro Signore. Tutto ad un tratto le sue dita si ri-coprirono di anelli, ornati di pietre preziose, le une più belle delle altre, leune più grosse e le altre più piccole, le quali gettavano dei raggi gli uni più belli degli altri.

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->