Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
La Prossima Crisi Dei Derivati

La Prossima Crisi Dei Derivati

Ratings: (0)|Views: 14|Likes:
Published by Domenico Bevilacqua

More info:

Published by: Domenico Bevilacqua on Dec 08, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

12/08/2011

pdf

text

original

 
1
La prossima crisi dei derivati che potrebbe distruggere l
intero sistemafinanziario globale
 La maggior parte delle persone non ha idea che Wall Street è diventata ungigantesco casinò finanziario. Le grandi banche di Wall Street stanno facendomiliardi di dollari all
anno con il mercato dei derivati, e nessuno nellacomunità finanziaria vuole che la festa finisca. La parola
derivati
sembracomplicata e tecnica, ma comprenderli non è poi così difficile. Un derivato èessenzialmente un modo elegante per dire che è stata fatta una scommessa.Originariamente, queste scommesse sono state progettate per coprire ilrischio, ma oggi il mercato dei derivati si è sviluppato in una montagna dispeculazione, diversa da qualunque cosa il mondo abbia mai visto prima. Lestime del valore nominale del mercato dei derivati in tutto il mondo vannodai 600 trilioni di dollari a 1,5 quadrilioni di dollari. Tenete presente che il PIL mondiale siavvicina ai 65 trilioni di dollari. Il pericolo per il sistema finanziario globale rappresentato daiderivati è così grande che Warren Buffet una volta li ha definiti 
 . Per ora, i poteri finanziari stanno cercando di mantenere il funzionamento del casinò, maè inevitabile che ad un certo punto l
intero pasticcio crollerà. Quando lo farà, affronteremo unacrisi dei derivati che potrebbe davvero distruggere l
intero sistema finanziario globaleLa maggior parte delle persone non parla molto di derivati perché semplicemente non li capisce.Forse un paio di definizioni sarebbero utili.Di seguito il modo in cui un recente articolo di Bloomberg ha definito i derivati ....
 I derivati sono strumenti finanziari utilizzati a copertura dei rischi o a scopo speculativo.
 
Sono derivati da azioni, obbligazioni, prestiti, valute e materie prime, o legati ad eventi  specifici come i cambiamenti nel tempo o nei tassi di interesse.
 La parola chiave è
speculazione
. Oggi quelli di Wall Street stanno speculando su qualsiasi cosasi possa immaginare.Quello che segue è il modo in cuiInvestopedia definisce i derivati ....
Una garanzia il cui prezzo dipende o deriva da una o più attività sottostanti.
 
 Il derivato stesso è semplicemente un contratto tra due o più parti.
 
 Il suo valore patrimoniale èdeterminato dalle fluttuazioni del sottostante.
 
 Le attività sottostanti più comuni includonoazioni, obbligazioni, commodities, valute, tassi d 
’ 
 interesse e indici di mercato.
 
 La maggior  parte dei derivati sono caratterizzati da elevata leva finanziaria.
 Un derivato non ha un suo proprio valore di base. Un derivato è essenzialmente una scommessalaterale. Di solito queste scommesse laterali sono fortemente indebitate. A questo punto, le scommesse laterali sono andate totalmente fuori controllo nel mondofinanziario. Scommesse laterali sono state fatte praticamente su qualsiasi cosa si possaimmaginare, e le maggiori banche di Wall Street stanno facendo un sacco di soldi con questo.Questo sistema è quasi interamente non regolamentato ed è totalmente dominato dalle grandibanche internazionali.
 
2
Negli ultimi due decenni, il mercato dei derivati si è moltiplicato. Tutto andrà bene fino a quandoil sistema rimarrà in equilibrio. Ma una volta che perderà l
equilibrio potremmo assistere a unaserie di crolli finanziari che nessun governo al mondo sarà in grado di risolvere.La quantità di denaro di cui stiamo parlando è assolutamente sconcertante.Graham Summersdella Phoenix Capital Research stima che il valore nominale del mercato globale dei derivati è di1,4 quadrilioni di dollari e in un articolo per Seeking Alpha ha provato a presentare quel numeroin prospettiva .. ..
Se si somma il valore di ogni azione del pianeta, l 
’ 
 intera capitalizzazione di mercato sarebbe di circa 36 trilioni di dollari 
.
Seguendo lo stesso procedimento per leobbligazioni, si otterrebbe una capitalizzazione di mercato di circa 72 trilioni di dollari.
 
 Il valore nominale del mercato dei derivati è di circa 1,4 QUADRILIONI 
1
di dollari.
 
 Mi rendo conto che il numero suona come qualcosa di Looney Tunes, così cercherò di  metterlo in prospettiva.
 
1,4 quadrilioni di dollari sono approssimativamente:
 
 
40 VOLTE LA BORSA MONDIALE.
 
10 VOLTE il valore di OGNI AZIONE e di ogni OBBLIGAZIONE SUL PIANETA.
 
23 VOLTE IL PIL MONDIALE.
 È difficile capire quanti soldi siano un quadrilione.Se iniziate a contare in questo momento, un dollaro al secondo, ci vorrebbero 32 milioni di anniper contare fino a un quadrilione di dollari.Sì, i ragazzi e le ragazze di Wall Street sono andati completamente e totalmente fuori controllo.In un eccellente articolo sui derivati, Webster Tarpley ha descritto il ruolo fondamentale che in questo momento i derivati giocano nel sistema finanziario globale ...
 Lungi dall 
’ 
essere una qualche attività arcana o marginale, i derivati finanziari sono giunti a rappresentare l 
’ 
attività principale dell 
’ 
oligarchia finanziaria a Wall Street, la City di  Londra, Francoforte, e di altri centri finanziari.
 
Uno sforzo concertato è stato fatto dai  politici e dai media per nascondere e camuffare il ruolo centrale svolto dalla speculazioneda derivati nei disastri economici degli ultimi anni.
 
 I giornalisti e quelli delle relazioni  pubbliche hanno fatto tutto il possibile per evitare anche solo di nominare i derivati,coniando frasi come
“ 
asset tossici 
” 
 ,
“ 
 strumenti esotici 
” 
 , e - soprattutto -
“ 
asset  problematici 
” 
 , come nel Troubled Assets Relief Program o TARP, alias il mostruoso salvataggio degli speculatori di Wall Street da 800.000 milioni di dollari che è statoemesso nel mese di ottobre 2008 con l 
’ 
appoggio di Bush, Henry Paulson, John McCain,Sarah Palin, e i democratici di Obama.
 Molti non lo sanno, ma i derivati sono stati al centro della crisi finanziaria del 2008.Saranno quasi certamente al centro della prossima crisi finanziaria.
1
Per capirci: 1 trilione = 1.000 miliardi
 – 
1 quadrilione = 1 milione di miliardi
 
3
Per molti, i campanelli d
allarme hanno smesso di suonare l
altro giorno quando è stato rivelatoche Bank of America ha spostato una grossa fetta di derivati dalla sua unità bancaria diinvestimenti in fallimento, Merrill Lynch, al suo ramo depositi.Che cosa vuol dire?Un articolo pubblicatosul The Daily Bail ha spiegato l
altro giorno che questo significa che icontribuenti degli Stati Uniti potrebbero finire nei guai ....
Ciò significa che l 
’ 
esposizione della banca d 
’ 
 investimento ai derivati europei è ormai  passata ai contribuenti americani.
 
 Bank of America non ha ottenuto l 
’ 
approvazione regolamentare per fare questo, l 
’ 
 ha fatto solo su richiesta delle controparti spaventate.
 
Ora la Fed e la Fdic litigano sul fatto se questo sia un bene.
 
 La Fed vuole
“ 
dare sollievo
” 
 alla compagnia finanziaria, che è sotto pressione.
 
Si tratta di un trasferimento diretto di rischio per il contribuente, operato dalla banca senza l 
’ 
approvazione da parte dei regolatori e senza contributo del pubblico.
  Allora, avete sentito parlare di questo al telegiornale?Probabilmente no.Oggi, il valore nominale di tutti i derivati detenuti da Bank of America arriva a circa 75 trilioni didollari . JPMorgan Chase è in possesso di strumenti derivati per un valore nominale di circa 79 trilioni didollari .È difficile anche solo immaginare questi numeri.In questo momento, le banche con la massima esposizione ai derivati sono JPMorgan Chase, Bankof America, Goldman Sachs, Citigroup, Wells Fargo e HSBC Bank USA. Anche Morgan Stanley haun
esposizione enorme ai derivati. Avrete notato che queste sono alcune delle banche
.Le maggiori banche statunitensi continuano a crescere e continuano a conquistare un poteresempre più grande.Nel 2002, le prime 10 banche Usa controllavano il 55 per cento degli attivi bancari di tutti gli Stati Uniti. Oggi, le prime 10 banche Usa hanno il controllo del 77 per cento degli attivi bancari di tutti gli Stati Uniti.Queste banche sono diventate così grandi e così potenti che se crollassero il nostro interosistema finanziario potrebbe implodere.Si sarebbe potuto pensare che avremmo imparato la lezione nel 2008 e avremmo fatto qualcosa,ma invece abbiamo permesso alle banche
troppo grandi per essere salvate
di diventare piùgrandi che mai.Ed esse fanno più o meno quello che vogliono.

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->