Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
2Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
il BARBARIGO ottobre-novembre 2011

il BARBARIGO ottobre-novembre 2011

Ratings: (0)|Views: 153|Likes:
Published by Istituto Barbarigo
Riaprono le scuole e l'Istituto è pronto per un nuovo anno assieme ai suoi ragazzi
Riaprono le scuole e l'Istituto è pronto per un nuovo anno assieme ai suoi ragazzi

More info:

Published by: Istituto Barbarigo on Jan 10, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

01/11/2015

pdf

text

original

 
In questo numero
Formare la persona:un cantiere sempre aperto2Una scuola cattolica, diocesana,paritaria, per il territorio3Open day 2011 3Tanti auguri don ilario! 4Festa dei maturati 4Educare alla sicurezza 5Buono scuola entro il 3 novembre5Corso di arabo 2011-12 5Auguri, arrivederci e benvenuti 6Calendario 6L’archivio di don Floriano6
RIPARTIAMO DALLA PERSONA
ri di un bando nazionale su “Cittadinanza,Costituzione e sicurezza” (il Barbarigo è ca-pofila della rete); vogliamo prendere semprepiù sul serio la nostra adesione a Elos checulmina sì con gli scambi internazionali in 4^superiore ma si sostanzierà anche con unospecifico curricolo formativo “europeo”;cercheremo di far fruttare il “Cantiere Perso-na”, una proposta formativa elaborata da donLorenzo e approvata dal collegio docenti che,in un’ottica di “progressione personale”, in-tende porre all’attenzione alcuni temi impor-tanti per la maturazione di ogni ragazzo eragazza. E durante l’anno non mancherannoaltre occasioni: il cantiere del Barbarigo èsempre creativamente aperto!Come preside e rettore dell’Istituto, chiedo atutti la massima fiducia reciproca e la più cor-diale collaborazione, per il bene e la crescita
(Continua a pagina 2)
Pubblicazione informativa bimestrale del Collegio Vescovile Barbarigo di Padova
IL
BARBARIGO
 
NUMERO 5
Una campana speciale, “ruspante”, ha datoavvio al nuovo anno scolastico, il 12 settem-bre scorso alle 8.30 precise, e, attraverso ilrincorrersi di campanelli lungo la giornata, ilBarbarigo ha via via assestato orari, laboratoripomeridiani, impegni vari: buon anno scolasti-co!Il 2010-11 si è concluso molto positivamente,per i risultati finali (ottimi esami di maturitàcon tutti ammessi e tutti promossi, e benquattro “100”, di cui uno con la lode; solo 9bocciati sul totale di 301) e anche per le ini-ziative vissute (dalle giornate culturali autoge-stite alla festa del libro, dai concerti ai proget-ti realizzati). Ora ci attende un 2011-12 al-trettanto pieno di impegni, alcuni riconfermatie altri nuovi: siamo chiamati a onorare unprogetto che ci ha visto, con una rete di altridieci istituti paritari cattolici padovani, vincito-
OTTOBRE-NOVEMBRE2011
INIZIA IL NUOVO ANNO
PER CHISUONALA CAMPANA
 
FORMARE LA PERSONA: UN CANTIERE SEMPRE APERTO
Pagina 2
IL
BARBARIGO
IL NUOVO PROGETTO EDUCATIVO
OTTOBRE-NOVEMBRE 2011
www.barbarigo.edu
Una scuola che sappia porre al centro diogni proposta educativa e di ogni azionela persona nella sua identità e nella suacapacità relazionale, cosicché tutti colo-ro che la frequentano (alunni, docenti,famiglie, operatori) non abbiano mai asentirsi estranei ma sempre “a casa”: è ilsogno che coltivo nel cuore e che affidoal Signore nella preghiera insistenteall’inizio di questo nuovo anno scolasti-co, pieno di attese e di speranze.L’incontro con i nuovi iscritti e gli alunnigià conosciuti negli anni scorsi, le loroemozioni e trepidazioni, il vociare alle-gro che riempie di nuovo l’austero an-drone del Barbarigo, e i colori sgargiantiche rallegrano l’elegante giardino…tutto dice un nuovo inizio, o meglio, laripresa di un cammino che continuanell’alveo della tradizione ormai cente-naria della nostra Scuola, sempre rinno-vata da migliorie e progetti, capaci diconiugare il nuovo con l’antico, perché igiovani, consapevoli della loro identità,vivano pienamente il presente e si pre-parino responsabilmente al futuro.Il Rettore, insieme al Collegio docenti,ha scelto per quest’anno l’immagine delcantiere aperto, dopo quella del volto,per rappresentare ciò che vorremmoessere nel nostro servizio educativo,all’interno della Comunità diocesana edel territorio di Padova. L’idea del can-tiere si sposa bene con il termine“progetto”; com’è noto, nella Scuola iprogetti abbondano, ma spesso, data laloro copiosità, si rischia di perderne ilsenso e l’obiettivo principale, che do-vrebbe sempre essere quellodello sviluppo della persona nellesue varie componenti, la valoriz-zazione dei “talenti” che sonodonati a ciascuno e il supera-mento delle dinamiche di fragilitào difficoltà che possono manife-starsi nelle varie fasi della vita.Guardando proprio a questoobiettivo, il Barbarigo si impe-gnerà quest’anno nella messa apunto di un percorso gradualeche in ogni anno, dal 1° dellaScuola Secondaria di Primo Gra-do al 5° della Secondaria di SecondoGrado, ponga l’accento su alcune tema-tiche da valorizzare sia nelle singolearee di insegnamento sia in sede interdi-sciplinare: abbiamo deciso anche di ren-derlo parte integrante del POF (pianodell’offerta formativa) per ribadire ilproposito di tutto l’Istituto di renderesempre più concreta l’attenzione allacrescita della personalità degli alunni eampliare la collaborazione tra scuola efamiglia. In questo percorso si innesteràanche la proposta spirituale, con la valo-rizzazione di alcuni momenti forti dipreghiera e di formazione per allievi egenitori, la riscoperta della Cappellacome “cor cordis” (cuore del cuore)del Barbarigo, l’attenzione ai cammini ealle esigenze personali degli alunni, delleloro famiglie e dei docenti.Benedetto XVI, rivolgendosi il 19 otto-bre 2006 ai partecipanti al ConvegnoEcclesiale di Verona, ricordava che «lapersona umana non è soltanto ragione eintelligenza, che pure ne sono elementicostitutivi. Porta dentro di sé iscrittonel più profondo del suo essere, il biso-gno di amore, di essere amata e di ama-re a sua volta. Per questonell’educazione della persona occorrepreoccuparsi della formazione della suaintelligenza, senza trascurare quella dellasua libertà e capacità di amare».Riconoscere che la persona umana è uncapolavoro e che la sua formazione è uncantiere sempre aperto ci permette cosìdi ravvivare il nostro entusiasmo e lanostra perseveranza nell’affrontare la“sfida” educativa e ci induce a confidarecon gratitudine e fiducia nell’Architettoche è Dio, riconoscendoci umili scalpel-lini che tentano ogni giorno di progre-dire nella conoscenza e nella realizzazio-ne del progetto che Egli traccia perciascuno.Non ci resta che augurarci “buon lavo-ro”, accompagnandolo con la preghiera.don Lorenzo Celianimatore spiritualedi ciascuno (anche di noi adulti,senz’altro!), la serenità del lavoro quoti-diano, il superamento delle inevitabili diffi-coltà. Il nostro nuovo Progetto Educativodipinge il Barbarigo con tratti ambiziosi:
scuola cattolica, diocesana, paritaria, per il territorio
 ; scuola della persona escuola della comunità; scuola con finalitàeducative
. Traguardi alti per stimolare uncammino generoso! Buon anno a tutti!don Cesare ContarinirettoreLe foto di queste pagine sono state scatta-te durante il primo giorno di scuola. Clic-ca la foto per andare alla galleria!
RIPARTIAMO DALLA PERSONA
SEGUE DALLA PRIMA
PRIMO PIANO
 
UNA SCUOLA CATTOLICA, DIOCESANA, PARITARIA, PER IL TERRITORIO
Pagina 3
PROGETTO EDUCATIVO D’ISTITUTO 1
www.barbarigo.edu
NUMERO 5
 
IL
BARBARIGO
Tracciare la carta d’identità della scuola, coni suoi obiettivi, la sua storia e i suoi valori: èquesto il senso del 
Piano educativod’istituto
Pei
 ). In questo numero iniziamola pubblicazione a puntate del documentovigente, approvato all’unanimità dal Consigliod’Istituto lo scorso 18 maggio 2011 ed en-trato in vigore nel presente anno scolastico.Una lettura forse non semplice, ma sicura-mente utile e necessaria in uno spirito di condivisione.
Il Barbarigo è anzitutto una scuola e,come tale, si propone il finedell’educazione globale degli studentimediante la trasmissione della cultura delpopolo italiano, nella prospettiva del dia-logo tra le culture presenti nel nostroPaese, in Europa e nel mondo.È scuola
cattolica
, che persegue il fineformativo nell’orizzonte della fede inCristo, secondo la tradizione educativadella Chiesa cattolica e con lo stile im-prontato al messaggio evangelico. E faproprio quanto affermato fin dal 1991 dalpapa Giovanni Paolo II: “Il primo impegnodella scuola cattolica è di essere scuola:cioè luogo di cultura e di educazione, dicultura ai fini dell’educazione”. Consape-vole che “la scuola cattolica costituisceuna grande risorsa per il Paese” (Cei,
Educare alla vita buona del Vangelo
, 2010),il Barbarigo sente vivo il compito di svi-luppare una proposta pedagogica e cultu-rale di qualità. Come scuola cattolica èaperta a tutti quelli che ne condividono ilProgetto educativo,senza discriminazionietniche, culturali, politiche, economiche,religiose.E’ scuola
diocesana
, fondata nel 1919dal vescovo Luigi Pellizzo e fin dall’inizioidentificata come “collegio vescovile”: seoggi la forma del collegio/convitto nonappare praticabile, lo stretto legame conil Vescovo e con la Diocesi resta caratte-ristica peculiare del Barbarigo. Negli anniattuali l’impegno è di essere valido segnodella passione educativa e della tradizioneculturale della Chiesa di Padova, in comu-nione e sinergia con le altre scuole catto-liche della città e della provincia e, trami-te la Fidae (Federazione Istituti di AttivitàEducative), dell’Italia intera.È scuola
paritaria
, inserita a pieno titolonel sistema nazionale di istruzione e for-mazione: partendo dai valori della Costi-tuzione italiana (specie artt. 3, 33 e 34) eseguendo la legislazione vigente, offre unservizio pubblico, in dialogo e collabora-zione con le altre scuole, le istituzionipubbliche e le realtà più vive del territo-rio veneto. Nelle diverse sedi culturali epolitiche s’impegna a promuovere la pie-na parità scolastica, che permetta a tuttele famiglie, anche a quelle meno abbienti,di iscrivere i figli nelle scuole paritarie.È scuola nel
territorio
e per il territo-rio: la posizione geografica di Padova, lasua realtà culturale segnata da una grandeUniversità, il dinamismo economico esociale del Veneto, sono condizioni strut-turali e importanti stimoli che il Barbari-go vuole valorizzare per proporre aigiovani una formazione aperta, adeguataalle esigenze della società europea emondiale, ricca di proposte e incontriappassionanti.
(1 - continua)
Si terranno
domenica 27 novembre
,giornata della scuola cattolica, e
sabato21 gennaio 2011
(sempre dalle 16 alle18.30), i prossimi Open Day del Colle-gio Vescovile. Il programma del primoincontro prevede di iniziare con unconcerto dell’orchestra musicale delCollegio, seguito dalla presentazione delrettore, nella quale verranno illustratibrevemente gli obiettivi generali e lepeculiarità dell’Istituto. Verrà quindispiegato ciascuno dei corsi di studioattivati (Scuola Media, Ginnasio LiceoClassico, Liceo Scientifico, Liceo Musi-cale, Istituto Tecnico Economico e Isti-tuto Tecnico Commerciale). Infine i
OPEN DAY VERSO IL 2012
APPUNTAMENTI
genitori avranno la possibilità di visitaregli ambienti e le strutture del Collegio edi parlare direttamente con i docenti.Le due giornate di Open Day, comesuggerisce la stessa espressione, rappre-sentano un’occasione preziosa per a-prirsi alla città, dando la possibilità airagazzi e alle famiglie di conoscerel’offerta formativa del Barbarigo, assie-me ai suoi punti di forza e ai valori per-seguiti. Per questa ragione
tutti sonochiamati a collaborare all’iniziativa,in primo luogo diffondendone lanotizia
. Ovviamente la direzione èdisponibile a incontri di presentazioneanche in altre occasioni.
PRIMO PIANO

Activity (2)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 thousand reads
1 hundred reads

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->