Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
2Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Ho Provato a Difendere Un Sogno

Ho Provato a Difendere Un Sogno

Ratings: (0)|Views: 936|Likes:
Published by Tifoso Bilanciato
Un'analisi del dibattito sullo stadio di Genova
Un'analisi del dibattito sullo stadio di Genova

More info:

Published by: Tifoso Bilanciato on Mar 07, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

01/15/2013

pdf

text

original

 
1
 
Diego Tarìin collaborazione con Roberto Burlando e Fabio MasnataPrefazione di Claudio Onofri
Un’
analisideldibattitogenovesesullostadio dicalcio
H
O PROVATO ADIFENDERE UN
S
OGNO
 
 
2
1a edizione: Gennaio 20112a edizione: Giugno 2011© Diego TarìLe immagini del progetto di ristrutturazione dello
Stadio ‚Luigi Ferraris‛
realizzato dalla FondazioneGenoa 1893 sono di proprietà dell'Arch. Roberto Burlando e della LandscapeProgetti di Genova.
 
3
Nel giorno di Capodanno del 1933, per festeggiare il quarantennale del Genoa,
l’allora
Stadio Comunale di Genova fu intitolato alla memoria del Tenente LuigiFerraris, giocatore del Genoa,
Medaglia d’Argento al Valor Militare
. Durante lacerimonia la sua medaglia è stata sotterrata in prossimità della porta di giocosituata sotto la Gradinata Nord. Da allora, è
il Ferraris
.
Lettera dal Fronte
Monte Maggio, 27 agosto 1915
 Mia adorata Teresa,Vi scrivo questa missiva per sincerarVi delle mie condizioni fisiche.
(< )
Ho fatto bene ad arruolarmi volontario, anche se il peso di averVi lasciata sola con tre figlimi angustia vieppiù ogni giorno che passa. Sono certo, altresì, che Giuseppe, il piccoloGiovanni e la neonata Caterina non sentiranno la mia mancanza anche perché, al mioritorno, maggiore sarà il desiderio di stringersi attorno al loro padre. A tal proposito riferisci a Giuseppe, con parole che possa facilmente comprendere, che neimesi scorsi ho legato fraternamente con il mio omologo Tenente Luigi Ferraris da Saluzzo.Ricorderà senza dubbio quella domenica di quattro anni or sono, quando lo portai a Genovaa vedere il suo primo match di football tra il Genoa ed il Torino con lo zio Evaristo che, suotramite, ci fece conoscere e stringere la mano ad uno di quei fenomenali atleti. Ho ancora
negli occhi l’espressione felicemente stupita e trasognante di nostro figlio. Riferitegli che l’ho
ritrovato proprio qui, tra queste trincee. Omettete di dire, però, che questa piacevole frequentazione è stata, purtroppo, di breve durata. Due giorni fa, infatti, di prima mattinadurante una ricognizione, una granata ha investito il
Tenente d'Artiglieria Ferraris
 ,mentre, con la sua squadra, svolgeva il solito compito di osservatore. E' stato colpito al petto
ed è morto tra le braccia del comune amico Giovanni Pinna, quell’attendente sardo di gran
cuore, come solo i
sardegnol
i‛
possono essere, cui già Vi accennai in una precedente lettera.I genitori dello sfortunato Luigi sono già stati avvertiti; nei prossimi giorni cercheremo direcuperare il corpo per dargli degna sepoltura proprio in questi luoghi, a 1845 metri sullivello del mare.Rivolgo la mente a loro più e più volte; penso non solo al fatto che i nostri morti, tra cui
Luigi e quelli del nemico, giacciono sepolti sotto l’erba ma anche alla desolazione che cova
nei petti dei parenti e dei conoscenti.Che amari vuoti in quelle lapidi bordate di nero che non coprono ceneri!Che disperazione in quelle iscrizioni irremovibili!

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->