Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
4Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Sistema fotovoltaico

Sistema fotovoltaico

Ratings: (0)|Views: 100 |Likes:
Published by daniela__rigon
Corso DOL 2011-2012 - Modulo T09
Editoria elettronica: dal Kindle all'iPad
Corso DOL 2011-2012 - Modulo T09
Editoria elettronica: dal Kindle all'iPad

More info:

Published by: daniela__rigon on May 16, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/10/2013

pdf

text

original

 
Editoria elettronica: dal Kindle all’iPad Daniela Rigon | Classe I1
ENERGIE RINNOVABILI
Il sistema fotovoltaicoPotenzialità e opportunità
Proposta di lavoro interdisciplinare per la sensibilizzazionedegli studenti alla sostenibilità ambientale.
Indice
Premessa
La cella fotovoltaica: principio di funzionamento
I principali tipi di pannelli fotovoltaici
Le pellicole e le vernici fotovoltaiche
Esempi di celle fotovoltaiche di terza generazione
Celle polimeriche, organiche, ibride, a pigmenti
La rivoluzione nanotecnologica ed i nano materiali
Il futuro dei pannelli solari
 
Editoria elettronica: dal Kindle all’iPad Daniela Rigon | Classe I1
1.
Il sistema fotovoltaico è un insieme di componenti meccanici, elettrici edelettronici in grado di captare e convertire l’energia solare disponibile inenergia elettrica. Ciò avviene sfruttando un fenomeno fisico, noto come effettofotovoltaico: la capacità che hanno alcuni materiali semiconduttoriopportunamente trattati di generare elettricità se esposti alla radiazioneluminosa.Quando i fotoni (particelle di energia del sole) colpiscono una
cellafotovoltaica
, una parte di energia è assorbita dal materiale ed alcunielettroni, scalzati dalla posizione che occupano nella struttura atomica,scorrono attraverso il materiale semiconduttore opportunamente trattato,producendo una corrente continua che può essere raccolta sulle superfici dellacella.Per formare un
modulo
, che rappresenta il componete base di ogni impiantofotovoltaico, è necessario che più celle siano collegate tra loro in serie o inparallelo ed impachettate. Il collegamento di più moduli consentirà infine direalizzare impianti di produzione di energia elettrica della potenza desiderata.I sistemi fotovoltaici possono essere suddivisi in due categorie principali:
GRID-CONNECTED
Sistemi connessi alla rete elettrica in cui la corrente generata viene inviata adun
convertitore
(
inverter
) dal quale ne esce sotto forma di correntealternata per poi essere trasformata in corrente a media tensione daltrasformatore, prima di essere immessa nella linea di distribuzione. Tali sisteminon sono provvisti di sistemi di accumulo in quanto l’energia prodotta durantele ore di insolazione viene immessa nella rete elettrica; viceversa, durante leore di insolazione scarsa o nulla il carico locale viene alimentato dalla rete.
STAND-ALONE
Sistemi isolati in grado di alimentare carichi sia in corrente continua (senza lapresenza di un inverter) che in corrente alternata, ma sono in genere dotati diaccumulo. In questi tipi di sistemi è necessario immagazzinare l’energiaelettrica attraverso accumulatori elettrochimici (batterie) per garantire lacontinuità dell’erogazione anche nei momenti in cui non viene prodotta.
2.
L’EFFETTO FOTOELETTRICO
La conversione fotovoltaica è un fenomeno fisico che permette di trasformaredirettamente l'energia luminosa in energia elettrica in strutture elementari, lecelle fotovoltaiche.Questi dispositivi sono realizzati in materiali semiconduttori, materiali cioè checonducono la corrente elettrica e la cui resistività diminuisce al crescere dellatemperatura e per la presenza di impurità.
 
Editoria elettronica: dal Kindle all’iPad Daniela Rigon | Classe I1
L'effetto fotovoltaico consiste nella generazione di una differenza di potenzialeelettrico, grazie all'integrazione di un flusso di energia radiante con la materia.
LE CELLE FOTOVOLTAICHE
Le celle nello schema generale sono costituite da due strati di semiconduttore(solitamente composti a base di silicio) in contatto fra loro: uno strato è di tipon, o strato finestra (generalmente si tratta di silicio drogato con fosforo),caratterizzato da una certa quantità di cariche negative (elettroni) e uno stratoè di tipo p, o strato assorbitore (ottenuto drogando il silicio con boro), in cui siha un eccesso di cariche positive.Alla giunzione, cioè nella zona di contatto tra i due strati, si crea una barriera dipotenziale. Ciascun fotone, dotato di energia sufficiente e = h*v , è in grado diliberare all'interno della giunzione una coppia elettrone - lacuna checontribuisce alla conduzione elettrica del semiconduttore. A causa dellabarriera di potenziale gli elettroni possono passare dallo strato p a quello n, manon è possibile il passaggio inverso: si crea così un eccesso di elettroni nellostrato n .Collegando un conduttore a ciascuno degli strati p e n e chiudendo il circuito cisarà circolazione di corrente grazie al passaggio degli elettroni che siricombinano con le lacune.È importante che la radiazione solare penetri in entrambi gli strati n e p ed èper questo motivo che il primo strato è molto sottile rispetto al secondo.
3.
I
PANNELLI FOTOVOLTAICI: COSA SONO
Un
 pannello fotovoltaico
- detto anche, comunemente, "pannello solare"perché utilizza la luce del Sole - è l'elemento base di ogni impiantofotovoltaico. Esso consiste di un insieme di celle fotovoltaiche opportunamentecollegate fra loro. A seconda del tipo di cella utilizzata, si possono distinguere
3

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->