Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
2Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
SUICIDI E DISPERAZIONE

SUICIDI E DISPERAZIONE

Ratings: (0)|Views: 8|Likes:
Published by Patrizia

More info:

Published by: Patrizia on May 18, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOCX, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

10/15/2012

pdf

text

original

 
SPETT. Tommaso Pevarello VR
 
SUICIDI E DISPERAZIONEIL NUOVO ORDINE MONDIALENonostante tutti gli sforzi compiuti dai media per farci credere che il governo sta facendo il
massimo per risolvere la crisi nella sua globalità, in realtà siamo consapevoli che l’Italia, come la
Grecia e altri paesi del sud Europa, stanno per essere inesorabilmente trascinati verso il precipizioeconomico a forza di debiti, spese e tasse che sono lievitate in modo abnorme. Il fatto è che lesolite anonime lobby finanziarie europee dopo aver decretato la distruzione della famiglia naturaleprovocando nevrosi, disperazione, omicidi e suicidi come mai in precedenza, adesso puntano sulladistruzione delle aziende, soprattutto medio-piccole, col risultato che i suicidi di lavoratori,imprenditori sono ormai quasi quotidiani.Si può dire che la gente adesso più che in precedenza sta male dentro, qualcunomalissimo, perché si respira un clima negativo, pesante, che andrebbe analizzato anche alla luce
della fede cristiana, ma la consapevolezza della nostra impotenza davanti all’incalzare di eventi
incontrollabili è così forte, da far scattare una sorta di meccanismo di autodifesa che impedisce divedere, di capire, di valutare e, di conseguenza, di reagire. Molti Comuni, infatti, invitano la gente aresistere a questo incalzare negativo degli eventi organizzando in
giro per l’Italia il cosiddetto‘festival della resistenza’, con balli, stand gastronomici, giochi, canti e divertimenti a volontà.
 
Non siamo certo contrari a ricorrere anche a sistemi goderecci per tirarci su ilmorale, ma siamo altrettanto convinti che senza il previo ricorso alla preghiera, soprattutto
a quella del ‘Padre nostro’ dove Gesù Cristo ci invita a chiedere al Padre: ‘Dacci oggi ilnostro pane quotidiano’, e ancora ‘Cercate prima di tutto il Regno dei Cieli e il resto vi saràdato in aggiunta!’
, in pratica se non si dà la giusta priorità a Dio e alla preghiera cristiana,non saranno i centri di benessere che stanno fiorendo a dismisura, a risolvere i nostriproblemi economici e morali.
D’altra parte, mentre le autorità ecclesiastiche continuano
la lorosconcertante catechesi del silenzio, e i laicisti si affannano a offrirci i soliti rimedi narcotizzanti dadiscoteca, noi credenti laici che abbiamo fede in Cristo e anche nella Chiesa ferita e sofferente,continueremo a ricorrere a Gesù Cristo e alla Chiesa usando i rimedi di sempre che si sono rivelativincenti lungo la storia: Santa Messa, Rosario e opere buone.Tuttavia la crisi resta sempre molto acuta, anche se il Presidente del Consiglio continua adire che, se non abbiamo ancora fatto la fine della Grecia, è sempre e solo grazie ai suoi interventi
presso l’Unione Europea, quella maledetta Unione Europea che ci sta portando tutti verso la
catastrofe.
 
E perché mai vorrebbe far questo la nostra tanto amata e declamata Unione Europea, peramore
della quale ci siamo fatti spennare vivi per potervi entrare, come se l’esserne esclusi
significasse la morte civile?
 
E per amore della quale siamo costretti a passare attraverso pesanti e interminabili gioghiche ci impongono mete sempre più irraggiungib
ili e assurde, come l’azzeramento del debito
pubblico, fatto mai verificatosi nella storia delle Nazioni?Semplice da spiegare, ma più difficile da far capire a chi ha la mente ottenebrata da ideologie,invidie, odio, imbrogli, usi e abusi sessuali di ogni tipo, a tal punto da non capire più chi è, dove staandando, che cosa vuole, e per chi vive.
Ma che cosa centra l’Unione Europea in tutto questo? Centra eccome, ma per adesso cibasti dire che i soliti potenti dell’Unione che ci comandano hanno deciso, p
rima con il Trattato diLisbona e poi con quello di Velsen del 18 ottobre 2007,
di rivoluzionare l’assetto del nostro
Continente, annullando la sovranità nazionale politica ed economica per averci tutti in
pugno e tenerci sotto il controllo del ‘Nuovo Ordine Mondiale’ massonico.
E per far questodevono raggiungere due obbiettivi indiscutibili:1.
 
portare alla fame il popolo attraverso sistemi studiati a tavolino che si manifestano conuna inspiegabile e graduale crisi economica che non si capisce a che cosa si debba attribuire, (il
diavolo è definito dalla Scrittura ‘padre della menzogna e omicida’), e contemporaneamente
devono:

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->