Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
5Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Destino Sincronico e Creazione PDF-notes Flattened 201205260551

Destino Sincronico e Creazione PDF-notes Flattened 201205260551

Ratings: (0)|Views: 37|Likes:
Published by sterlina

More info:

Published by: sterlina on May 26, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

11/23/2012

pdf

text

original

 
IL DESTINO SINCRONICO E LA CREAZIONENoi siamo i creatori dell'universo, se solo lo sapessimo.... Noi siamo i creatori della nostra realtà. Come Esseri Quantici non conosciamo nessun limite,né spaziale né creativo.Il grande oceano di luce in cui siamo immersi, da cui veniamo continuamente creati, e dovecontinuamente creiamo, opera tramite un’infinita rete di eventi spazio-temporali, il cui perfettoincastro dà luogo alla miriade di forme, creature, paesaggi, che sono oggetto dell’amore Divino.Questa rete perfetta di relazioni è ciò che costituisce la SincronicitàAd un occhio profano, il susseguirsi della vita sembrerebbe un insieme di coincidenze casuali, cioènon aventi un nesso profondo fra loro. E’ chiaro che questa è la visione meccanicistica newtoniana,dove viene presa in considerazione l’analisi statistica, senza che fattori come l’intenzione e laconsapevolezza possano giocare un ruolo nel succedersi delle cose: infatti l’universo vieneconsiderato come una macchina che genera dati in modo casuale.Un fenomeno può avere una certa probabilità che possa verificarsi entro limiti di natura statistica,quindi entro i canoni della razionalità scientifica e non per questo deve essere considerato unasorpresa, oppure un miracolo.Per esempio una guarigione spontanea da un male incurabile, rientrerebbe in un range diprobabilità, ristretto, ma possibile. Qualsiasi altro fenomeno, come sapere chi ci sta chiamando altelefono, prima di rispondere, può rientrare, secondo la scienza ufficiale, nella norma di possibilità,cioè di coincidenze significative.Questo modo di considerare gli eventi quotidiani fu messo in discussione da Jung, il grandepsicanalista svizzero.In un caso famoso, descritto nel suo libro “ La Sincronicità “ – descrive il caso di una donna, di nonfacile trattamento, che aveva avuto in regalo, nel sogno, uno scarabeo d’oro ( lo scarabeo è ilsimbolo della rinascita ) : mentre questa racconta il sogno a Jung, si sente ai vetri della finestra dellopsicologo un rumore: era uno scarabeo, che Jung fece entrare e raccolse, mostrandolo alla donna,che ebbe un salto quantico di consapevolezza.Quale analisi statistica potrebbe spiegare un fenomeno del genere? Quante probabilità ci sono cheuno scarabeo, che in genere è attirato dalla luce, venga attratto da un ambiente buio ( Jung stavaeseguendo una seduta di analisi ) nel momento in cui si sta parlando del suo simbolo?Se osserviamo a ritroso la nostra vita, vedremo quante di queste coincidenze significative si sianoverificate per condurci dove siamo ora. Ogni relazione, ogni fatto, ogni evento sono strettamenteinterconnessi fra di loro e complici di un obiettivo elevato, che nella maggior parte dei casi cisfugge.L’oceano di luce ( e con esso anche l’essere quantico consapevole di questa realtà ) opera le suemeraviglie mettendo in relazione perfetta le pedine che condurranno alla creatura finale( galassia, stella, atomo, uomo, sogni, obiettivi, visioni ) : basterebbe un solo millisecondo disfasamento, in questa perfetta sintonia, per avere un “parto “ creativo notevolmente diverso!.
 
Siamo immersi in un oceano di sincronicità. Il nostro corpo è fra le espressioni più fini di talesincronicità, basti pensare ai rapporti fra le molecole di idrogeno ed ossigeno dell’acqua, come purei rapporti fra i minerali, le vitamine, gli aminoacidi nelle complicate e complesse vie biochimiche: irisultati di seppur piccoli sfasamenti, come per esempio nelle carenze enzimatiche, comportanoeffetti disastrosi sulla salute e sull’aspetto fisico. Non saremo come oggi ci conosciamo, se sirompesse il delicato equilibrio sincronico fra noi e l’universo ( purtroppo abbiamo apportatosfasamenti nella natura, e questo ci costerà caro!).Ciascun Essere Quantico vive in una rete di sincronicità che si evolve e cambia nel tempo( l’ambiente dell’utero materno, la famiglia, la scuola, l’ambiente sociale, il lavoro, il matrimoniocon i figli, il divorzio, nuove amicizie, il pensionamento). In ogni momento si troverà in unospecifico seme karmico, cioè interagirà con persone ed eventi spazio-temporali con cui condivideràdelle lezioni da apprendere. Se per suo libero arbitrio decide di cambiare seme karmico non ancorasvezzato, si ritroverà in un’altra rete sincronica con non pochi problemi da risolvere, fino a quandonon imparerà l’umiltà e l’ubbidienza, requisiti fondamentali per apprendere le lezioni cosmiche.Ogni qualvolta interagiamo con la delicata struttura sincronica del cosmo ( pensiamo, parliamo,agiamo, omettiamo, scegliamo ) lo costringiamo a cambiare, momentaneamente, rapporti sincroniciche inevitabilmente ci coinvolgeranno in questo cambiamento, fino a che non raggiungerà il suoequilibrio. Verremo trascinati dalla grande rete di eventi: il risultato sarà o la nostra salute e lanostra felicità, se abbiamo capito e ci lasciamo andare nella direzione degli eventi sincronici, oppurela nostra malattia, se opponiamo resistenza al flusso cosmico.Ciò accade per esempio quando non lasciamo andare, non accettiamo il momento presente ( lanostra famiglia, il nostro coniuge, il nostro lavoro, il nostro ambiente, la nostra salute ), critichiamooppure attacchiamo gli eventi sincronici in cui siamo immersi. Spenderemo enormi quantità dienergie, e faremo grossi sforzi per ottenere ciò che desideriamo. Ma arriveremo in salute edequilibrio alla meta? Oppure ci ritroveremo già vecchi, stanchi, magari con molti soldi, ma pieni diacciacchi, e di malattie?Da tutto si evince come sia importante entrare nel gioco della vita con le carte in regola. Questecarte sono la conoscenza della Sincronicità e del Destino Sincronico.Per maneggiare queste carte bisogna prendere coscienza che siamo Esseri Quantici, e che viviamoin una continua creazione a doppio senso: possiamo agire provocando le nostre sincronicità ( chenon saranno più coincidenze significative, o eventi dovuti al caso, ma strategie creative ) e/opossiamo favorire il flusso cosmico, comportandoci a nostra volta come eventi sincroniciappartenenti al seme karmico di altri esseri quantici, diventare cioè pedine di altri esseri creatori.La Sincronicità è un insieme di eventi, apparentemente sconnessi fra di loro, che accadono insieme,e che sembrano in superficie soltanto delle coincidenze significative.Per fare il salto di qualità, cioè riuscire a comprendere il meccanismo creativo, dobbiamo mettere indiscussione le nostre false certezze ( quelle legate al vecchio paradigma della fisica, dove siamotutti separati, e destinati alla corrosione del tempo, quindi alla morte, incapaci di influire su questodestino, e facili alle critiche e a dare la responsabilità al di fuori di noi ), dobbiamo capire che lecoincidenze sono eventi normali, frequenti, significativi, in armonia con la natura, e che dietro lequinte della vita vi è una intenzione che ci guida, quella del nostro Spirito, quella Divina. Infattidalla interpretazione delle “ coincidenze “ , cioè il saper leggere il piano di azione del cosmo,dipende la realizzazione dei nostri desideri.
 
“ Nulla accade per caso “.Quando prendiamo coscienza delle sincronicità, con l’intenzione di farle evolvere per realizzare ilnostro destino, stiamo attuando il Destino Sincronico. Diventiamo parte attiva nel grande pianocreativo, dando uno scopo, un significato, una direzione, una intenzione alle coincidenze; con lenostre interpretazioni e conseguenti azioni, trasformeremo le Sincronicità in Destino Sincronico,cioè acquisiremo quel software intellettuale per interagire con gli eventi spazio-temporali.Per poter padroneggiare il Destino Sincronico e quindi crearci un nostro seme karmico evolutivo,cominciando a vivere nel qui e ora, in linea con la volontà del nostro Spirito, dobbiamo conoscernei principi. La loro conoscenza ed applicazione ci mettenella condizione di non avere piùpreoccupazioni, e di incentivare il numero di sincronicità nella nostra esperienza.Questi principi hanno a che vedere con la visione olistica, olografica della vita, e con il nuovoparadigma della fisica quantistica.Il campo luminoso cosciente.Rappresenta la grande rete di luce in cui siamo tutti immersi, infatti è in ogni luogo, in ogni cosa, edè onnipresente. Costituisce la coscienza che pervade ogni sua creatura, e usa l’attenzione el’intenzione come stimoli per la trasformazione. E’ un campo di energia, informazione edintelligenza che orchestra e governa l’ambiente materiale, e di cui noi siamo creati e creatori.La sua conoscenza è essenziale perché è con il suo esempio, con il suo studio che possiamo scrutarele sincronicità e utilizzarle per il nostro Destino Sincronico.Nella sua costituzione rientrano tutte le frequenze corrispondenti ad altrettanti semi karmici, dovefrequenze simili entrano in vibrazione di risonanza attirandosi a vicenda.Ecco perché quando siamo immersi in un seme karmico, attiriamo gli esseri quantici che vibranoalla nostra stessa frequenza, inoltre possiamo essere in grado di estrarre dal Campo LuminosoCosciente qualsiasi informazione, in relazione all’ampliamento del nostro grado di percezione.Uno dei mezzi per conoscerlo ed utilizzarlo è la meditazione disciplinata, con cui possiamoinfluenzarlo con i nostri pensieri, speranze e sogni per poter manifestare i nostri desideri: è uncampo dalle possibilità infinite.Altro principio importante è il nostro dialogo interiore.Quello che un essere quantico pensa non è separato dal resto del cosmo. Il contenuto del nostrodialogo interiore influenza ogni area della nostra vita, fisica, emozionale e spirituale, oltre che ilcontenuto informativo del campo luminoso cosciente, provocando un insieme di sincronicità che ciritroveremo “ fra i piedi “ senza neanche saperle gestire a nostro favore, sempre che le riconosciamocome tali.Lungo la strada dell’illuminazione, cioè della conoscenza delle leggi della luce del Campo ( fra cuila sincronicità creativa ), il nostro dialogo deve essere basato sullo Spirito e non sulle esigenze delnostro ego.Queste ultime ci porteranno soltanto sofferenza e fatti sincronici contro corrente, con enormedispendio energetico in quanto, come detto sopra, l’universo tenderà ad equilibrarsi provocandoeventi sincronici atti a ripristinare le intenzioni creative iniziali.

Activity (5)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 hundred reads
Franco Clementi liked this
smipor liked this
MarcoCarcano liked this
MarcoCarcano liked this

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->