Welcome to Scribd. Sign in or start your free trial to enjoy unlimited e-books, audiobooks & documents.Find out more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
3Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Testimonianza di conversione del Sacerdote Alexander Carson: "Davvero libero Sacerdote"

Testimonianza di conversione del Sacerdote Alexander Carson: "Davvero libero Sacerdote"

Ratings: (0)|Views: 514|Likes:
Published by Giuseppe Piredda
Dalla mia infanzia fino all’eta’ di quarantaquattro anni, dopo 17 anni come sacerdote cattolico (1955-1972), la Chiesa Cattolica Romana era stata per me un pilastro di verita’ e una infallibile guida verso Dio. Tale “pilastro di verita’”, la Chiesa di Roma, non si fondava solamente su Scritture infallibili, ma anche su “tradizioni” umane lontane dalle Scritture, che erano considerate esse stesse rivelazioni divine, ma che in effetti contraddicevano ed erano in opposizione ai chiari insegnamenti delle scritture.

Durante il primo secolo, ai tempi degli Apostoli, la verita’ fu predicata per le strade e attorno al Tempio di Gerusalemme. Cio’ sarebbe poi diventato il contenuto del Nuovo Testamento.

Il libro degli Atti, capitolo 6 verso 7, testimonia cio’ che fu predicato:
“E la parola di Dio si diffondeva, e il numero dei discepoli si moltiplicava grandemente in Gerusalemme; e anche una gran quantità di sacerdoti ubbidiva alla fede. Pur dovendo pagare un prezzo molto alto, quei sacerdoti del Vecchio Testamento lasciarono tutto alle spalle per seguire Gesu’”. Quando i loro cuori furono trafitti dalla verita’, la “spada a doppia lama” che e’ la Parola di Dio (Ebrei 4:12), lasciarono tutto per seguire Gesu’.

Tutti gli ex-sacerdoti cattolici che sono divenuti “ubbidienti alla fede” possono certamente comprendere tale verso (Atti 6:7), da Wycliffe, Huss, e Lutero fino al giorno d’oggi. In diverse epoche e in vari modi Dio ha usato la Sua Parola scritta per liberare gli uomini, compresi i preti cattolici : “Gesù allora prese a dire a que' Giudei che aveano creduto in lui: Se perseverate nella mia parola, siete veramente miei discepoli; 32 e conoscerete la verità, e la verità vi farà liberi”. (Giovanni 8:31-32)

Nel 1972, mentre ero sacerdote nella Chiesa Cattolica del Sacro Cuore in Rayville, Louisiana, USA, la verita’ e la grazia del Signore diventarono per me chiare come il giorno.

Questa è la mia storia.
Dalla mia infanzia fino all’eta’ di quarantaquattro anni, dopo 17 anni come sacerdote cattolico (1955-1972), la Chiesa Cattolica Romana era stata per me un pilastro di verita’ e una infallibile guida verso Dio. Tale “pilastro di verita’”, la Chiesa di Roma, non si fondava solamente su Scritture infallibili, ma anche su “tradizioni” umane lontane dalle Scritture, che erano considerate esse stesse rivelazioni divine, ma che in effetti contraddicevano ed erano in opposizione ai chiari insegnamenti delle scritture.

Durante il primo secolo, ai tempi degli Apostoli, la verita’ fu predicata per le strade e attorno al Tempio di Gerusalemme. Cio’ sarebbe poi diventato il contenuto del Nuovo Testamento.

Il libro degli Atti, capitolo 6 verso 7, testimonia cio’ che fu predicato:
“E la parola di Dio si diffondeva, e il numero dei discepoli si moltiplicava grandemente in Gerusalemme; e anche una gran quantità di sacerdoti ubbidiva alla fede. Pur dovendo pagare un prezzo molto alto, quei sacerdoti del Vecchio Testamento lasciarono tutto alle spalle per seguire Gesu’”. Quando i loro cuori furono trafitti dalla verita’, la “spada a doppia lama” che e’ la Parola di Dio (Ebrei 4:12), lasciarono tutto per seguire Gesu’.

Tutti gli ex-sacerdoti cattolici che sono divenuti “ubbidienti alla fede” possono certamente comprendere tale verso (Atti 6:7), da Wycliffe, Huss, e Lutero fino al giorno d’oggi. In diverse epoche e in vari modi Dio ha usato la Sua Parola scritta per liberare gli uomini, compresi i preti cattolici : “Gesù allora prese a dire a que' Giudei che aveano creduto in lui: Se perseverate nella mia parola, siete veramente miei discepoli; 32 e conoscerete la verità, e la verità vi farà liberi”. (Giovanni 8:31-32)

Nel 1972, mentre ero sacerdote nella Chiesa Cattolica del Sacro Cuore in Rayville, Louisiana, USA, la verita’ e la grazia del Signore diventarono per me chiare come il giorno.

Questa è la mia storia.

More info:

Published by: Giuseppe Piredda on May 26, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

01/11/2013

pdf

text

original

 
Davvero libero
Sacerdote Alexander CarsonDalla mia infanzia fino all’eta’ di quarantaquattro anni, dopo 17 anni come sacerdote cattolico(1955-1972) , la Chiesa Cattolica Romana era stata per me un pilastro di verita’ e una infallibileguida verso Dio. Tale “pilastro di verita’”, la Chiesa di Roma, non si fondava solamente suScritture infallibili, ma anche su “tradizioni” umane lontane dalle Scritture, che erano considerateesse stesse rivelazioni divine, ma che in effetti contraddicevano ed erano in opposizione ai chiariinsegnamenti delle scritture.Durante il primo secolo, ai tempi degli Apostoli, la verita’ fu predicata  per le strade e attorno al Tempio di Gerusalemme. Cio’ sarebbe poi diventato il contenuto del NuovoTestamento. Il libro degli Atti, capitolo 6 verso 7, testimonia cio’ che fu predicato:“E la parola di Dio si diffondeva, e il numero dei discepoli si moltiplicava grandemente inGerusalemme; e anche una gran quantità di sacerdoti ubbidiva alla fede.Pur dovendo pagare un prezzo molto alto, quei sacerdoti del Vecchio Testamento lasciarono tutto alle spalle per seguireGesu’”. Quando i loro cuori furono trafitti dalla verita’, la “spada a doppia lama” che e’ laParola di Dio (Ebrei 4:12), lasciarono tutto per seguire Gesu’. Tutti gli ex-sacerdoti cattolici chesono divenuti “ubbidienti alla fede” possono certamente comprendere tale verso (Atti 6:7), daWycliffe, Huss, e Lutero fino al giorno d’oggi. In diverse epoche e in vari modi Dio ha usato laSua Parola scritta per liberare gli uomini, compresi i preti cattolici : “ Gesù allora prese a dire aque' Giudei che aveano creduto in lui: Se perseverate nella mia parola, siete veramente mieidiscepoli; 32 e conoscerete la verità, e la verità vi farà liberi”. (Giovanni 8:31-32) Nel 1972, mentre ero sacerdote nella Chiesa Cattolica del Sacro Cuore in Rayville,Louisiana, USA, la verita’ e la grazia del Signore diventarono per me chiare come il giorno.Questa e’ la mia storia.
Battesimo, Prima Comunione, Cresima
 Nel 1928 fui battezzato come infante e diventai parte della Chiesa Cattolica Romana. Quandoavevo solo un anno la mia famiglia si trasferi' dallo stato di New York a New Milford,Connecticut, dove fui cresciuto nella fede cattolica. Credevo pienamente in tutte le pratiche ecredenze cattoliche, e prendevo in modo serio il mio rapporto con la Chiesa, e quindi Dio. La
 
mia Prima Comunione e la Cresima furono eventi importanti per me. Dopo le scuole superiori,frequentai l’Universita’ Tufts di Boston per studiare medicina, sperando un giorno di diventareun dottore come mio zio, che rispettavo molto. Comunque, dopo due anni di studio, decisi divoler diventare sacerdote. Ero convinto che fosse piu’ importante aiutare la gente spiritualmenteche fisicamente.
Il Seminario
 Nel Settembre del 1948, cominciai i miei studi al Seminario di San Giovanni, a Brighton,Massachusetts. Il seminario mi piaceva molto. Tutto era cosi’ “santo”. Alla fine del mio primoanno in seminario, pero’, mi ritirai. Non ritenevo di essere all’altezza di diventare un sacerdote,essendo convinto a quel tempo che tale vocazione fosse la piu' grande per un giovane. Frequentaiquindi il Boston College (Gesuita) e celebrai la Messa quasi ogni mattina ad un monasterocattolico locale. In quel periodo, durante l’autunno del 1949, Dio mi salvo’ con la Sua Grazia(l’unico modo) nonostante non sapessi molto della Bibbia. Gesu’ salva il credente che si pente,anche se esso cammina in uno stato di confusione e nelle tenebre. Ero arrivato ad un punto in cuiero incerto del mio rapporto con Dio, e desideravo piu’ di ogni altra cosa arrivare ad un punto dicompleta certezza .
Una Confessione totalmente diversa
Una sera mi inginocchiai ad un confessionale e confessai tutti i peccati che potevoricordarmi . Durante la confessione avevo sempre confessato prima a Dio, anche se in presenzadi un prete che mi dava “l’assoluzione”. "Se confessiamo i nostri peccati, Egli e’ fedele e giustoe ci perdona i nostri peccati, e ci purifica da ogni iniquita’.” (I Giovanni 1:9).Dopo aver espresso il mio pentimento e mentre il sacerdote mi stava dando la rituale“assoluzione”, mi rivolsi a Dio con tutto il mio cuore, dicendo : “Dio, se mi perdoni tutti i peccati, ti chiedo di diventare Signore del mio cuore e Ti serviro’ per il resto della mia vita”."Poiche’ chiunque invochera’ il nome del Signore sara’ salvato" (Romani 10:13).Dopo aver lasciato il confessionale e nell’attraversare la chiesa, sentii una gran pace e "Abba,Padre!" risuono’ nel mio cuore. Sapevo di avere stabilito un rapporto con Dio! Cio’ non accadde perche’ ero stato in presenza di un sacerdote e di una assoluzione liturgica. Accadde a motivodella presenza di Gesu’ Cristo, il nostro Sommo Sacerdote che fece intercessione per me e mirese oggetto della Sua grazia, misericordia e compassione. Efesini 1:7 In lui abbiamo laredenzione mediante il suo sangue, il perdono dei peccati secondo le ricchezze della sua grazia.Efesini 2:8-9 “ Infatti è per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi;è il dono di Dio. Non è in virtù di opere affinché nessuno se ne vanti”.
 
L’anno successivo ritornai in seminario per completare i miei studi per diventare sacerdote, che aquel tempo ritenevo il modo migliore per servire Dio.Il vescovo Lawrence Shehan di Bridgeport, Connecticut, mi investi’ della carica di sacerdote ildue febbraio del 1955, ed iniziai il mio ministerio come sacerdote diocesiano, o secolare, nellaDiocesi di Alexandria, Louisiana. La gioia che provai nella mia importante posizione comincio’ad attenuarsi dopo alcuni anni, e, per quanto cercassi di fare tutto in maniera perfetta, la cosadivento’ un rituale vuoto e senza significato. 
La Bibbia--Uno standard nuovo
 Nel 1971, dopo essermi rivolto a Dio per tanti anni per trovare qualcosa di piu’significativo, tale ricerca termino’. Gesu’ e la Parola di Dio (le Scritture) diventarono reali.Perche’ “Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuorimediante lo Spirito Santo che ci è stato dato”. Romani 5:5Lo Spirito Santo mi porto’ a giudicare la teologia della Chiesa Cattolica usando come criterio diconfronto la Bibbia. Nel passato avevo sempre giudicato la Bibbia servendomi delle dottrine edella teologia . A quel punto le due autorita’ si scambiarono posto nella mia vita.Una domenica pomeriggio, nel luglio del 1972, cominciai a leggere la Lettera agli Ebrei nel Nuovo Testamento. Tale Lettera mette Gesu’ al primo posto, Lui, il Suo sacerdozio, e il Suosacrificio in tutto il Vecchio e Nuovo Testamento. Questo e’ in parte cio’ che lessi: “Il quale nonha ogni giorno bisogno di offrire sacrifici, come gli altri sommi sacerdoti, prima per i propri peccati e poi per quelli del popolo; poiché egli ha fatto questo una volta per sempre quando haofferto sé stesso”. (Ebrei 7:27)Questo mi sbigotti’, e cominciai a sentirmi molto a disagio. Per la  prima volta mi resi conto che il sacrificio di Gesu’ fu fatto sul Calvario una volta per tutte, sufficiente per riconciliarmi conDio e con gli altri credenti pentiti di tutte le eta’. Mi resi conto che “il santo Sacrificio dellaMessa” offerto da me e da migliaia di altri preti cattolici ogni giorno in tutto il mondo erasbagliato e completamente irrilevante. Se il “sacrificio” da me offerto come prete erainsignificante, allora il mio “Sacerdozio”, che esisteva con lo scopo di offrire il “sacrificio”, eraanch’esso insignificante. Queste rivelazioni furono ben presto confermate con l’ulteriore letturadella Lettera agli Ebrei, Capitolo 10: (v. 12-14). (v. 18): 12 Gesù, dopo aver offerto un unicosacrificio per i peccati, e per sempre, si è seduto alla destra di Dio, 13 e aspetta soltanto che isuoi nemici siano posti come sgabello dei suoi piedi. 14 Infatti con un'unica offerta egli ha reso perfetti per sempre quelli che sono santificati. 18 Ora, dove c'è perdono di queste cose, non c'è più bisogno di offerta per il peccato..
Salvato solo per grazia
Quella sera perdetti ogni fiducia nella Chiesa Cattolica, perche’ mi aveva insegnato comeverita’ cose che erano chiaramente contrarie alle Scritture. Decisi di scegliere le Scritture comestandard di verita’, non accettando piu’ l’autorita’ della Chiesa Cattolica come standard.

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->