Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
2Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Scienza e Fede for Dummies

Scienza e Fede for Dummies

Ratings: (0)|Views: 35 |Likes:
Published by ingdruido

More info:

Categories:Types, Research
Published by: ingdruido on Dec 28, 2008
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/15/2010

pdf

text

original

 
Mattia Butta
SCIENZA E FEDE FOR DUMMIESGUIDA PRATICA ALL'ETERNO CONFLITTO
Scienza e fede sono in conflitto? Sembrerebbe di s
 ì
, quando si leggono i giornali che riportano(spesso malamente) le parole del Papa, oppure quando si leggono i commenti di certi intellettualirazionalisti che accusano di medioevo i credenti.Eppure le cose non stanno proprio in questo modo.Tante persone – ben pi
ù
titolate di me – hanno gi
à
scritto in merito al rapporto tra scienza e fede,spiegando come non c'
è
alcun conflitto, ma che anzi le due cose possono conciliarsi in perfettaarmonia. Tuttavia mi capita ancora di sentire dire – anche da persone intelligenti e acculturate – chescienza e fede sono in contrasto. E, si badi bene, non lo dicono per convinzione ideologica, ma perignoranza, perch
é
non sanno davvero cos'
è
la scienza.Allora significa che i fiumi di inchiostro spesi fino ad ora non sono bastati e forse queste pochepagine non sono poi superflue.Cercher
ò
di spiegare in modo semplice ed intuitivo perch
é
chi fa scienza pu
ò
essere credente e chi
è
 credente non
è
nemico della scienza.
Fede
Per capire come fede e scienza si concilino bisogna innanzitutto capire di che cosa si sta parlando.Allora
è
bene comprendere cosa sono la fede e la scienza.Quando parlo di fede, in questo saggio, parlo di fede cristiana (in particolar modo cattolica). Questoperch
é
sono io stesso cattolico (ambrosiano) e perch
é
 
è
la religione che pi
ù
si pratica nel nostropaese.Le critiche poi alla fede, come contrapposta alla scienza, vengono di solito fatte al Papa, ossia alpastore dei cattolici. Non mi sembra di aver sentito molte critiche a mussulmani o ebrei in meritoalle loro posizioni sulla scienza. Lasciamo che ognuno parli per s
é
. Pertanto tutto ci
ò
che affermer
ò
 si riferisce alla fede cristiano cattolica, bench
é
molti concetti si possano applicare anche ad altrereligioni.Allora chiediamoci: cosa significa “fede cristiano cattolica”? La risposta pi
ù
semplice
è
quella dileggere il “Credo”, ossia la preghiera con cui i cattolici dichiarano la propria fede ogni domenicadurante la santa Messa.
Credo in un solo Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili ed invisibili.Credo in un solo Signore, Ges
ù
Cristo, unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli:[Dio da Dio], Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Padre; per mezzo di lui tutte le cose sono state create.Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cieloe per opera dello Spirito Santo si
è
incarnato nel seno della Vergine Maria e si
è
fatto uomo.Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, mor 
ì
e fu sepolto. Il terzo giorno
è
risuscitato, secondo le Scritture,
è
salito al cielo, siede alla destra del Padre. E di nuovo verr 
à
 , nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avr 
à
fine.Credo nello Spirito Santo, che
è
Signore e d 
à
la vita, e procede dal Padre [e dal Figlio].Con il Padre e il Figlio
è
adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti.Credo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica.Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati. Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verr 
à
. Amen.
E' il cosiddetto Credo niceno-costantinopolitano, stabilito nel primo concilio di Nicea del 325.Spesso viene alternato con il cosiddetto Simbolo Apostolico, testo simile e che viene tramandato
 
come preghiera originale degli apostoli:
 Io credo in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terrae in Ges
ù
Cristo, Suo unico Figlio, nostro Signore,il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, pat 
ì
sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, mor 
ì
e fu sepolto;discese agli inferi; il terzo giorno risuscit 
ò
da morte;sal
ì
al cielo, siede alla destra di Dio, Padre onnipotente:di l
à
verr 
à
a giudicare i vivi e i morti.Credo nello Spirito Santo,la santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi,la remissione dei peccati,la risurrezione della carne,la vita eterna. Amen.
Come si vede la sostanza
è
simile.Ora, milioni di fedeli ogni domenica recitano queste formule. Sicuramente molti di loro lo fanno inmodo ripetitivo, per abitudine consolidata negli anni. Ma un vero credente, non semplicemente unabitudinario, crede davvero a queste cose. Crede a un Dio che
è
onnipotente, crede che abbia creatol'universo, e che per opera dello Spirito Santo abbia ingravidato una fanciulla ebrea per far nasceresuo figlio. E qui mi fermo, perch
é
 
è
vero che nel “Credo” ci sono tante altre cose interessanti, maquesta gi
à
blocca tanti razionalisti. Mi
è
stato detto pi
ù
di una volta da amici atei “Dai Mattia, noncredere alle favolette... lo sappiamo tutti come nascono i bambini”.Quello che
è
la fede cristiano cattolica
è
scritto nel “Credo”, non c'
è
molto da aggiungere. Favolettesecondo alcuni, verit
à
di fede secondo altri.
La scienza
Cos'
è
invece la scienza? Qui invece vale la pena di spendere qualche parola in pi
ù
. Perch
é
mentre lafede sappiamo tutti cos'
è
(magari un po' confusamente, ma lo sappiamo), putroppo sono pochi quelliche sanno cos'
è
davvero la scienza. E questo
è
il pi
ù
grosso motivo per cui molta gente pensa chescienza e fede siano in contrasto: semplicemente non sanno cos'
è
la scienza.Questo errore, sia ben chiaro, non
è
dovuto alla sola ignoranza della gente, ma
è
principalmente daattribuire ai mezzi di comunicazione di massa che chiamano scienza, ci
ò
che molto spesso non
è
 assolutamente scienza.Vediamo allora di capire cos'
è
la scienza.
Scienza
è
tutto ci
ò
che si ottiene tramite il metodo scientifico
.E qui alcuni mi diranno: be', non hai detto niente. No, in realt
à
ho detto tutto. Chi conosce il metodoscientifico ha gi
à
capito cosa si intende in modo preciso ed inequivocabile per scienza.Il metodo scientifico
è
stato inventato da Galileo Galilei, che ci dice “se vuoi capire come funzionaun fenomeno devi applicare questo metodo in tre passi:1) osserva il fenomeno2) descrivilo3) riproducilo per verificare se la tua descrizione
è
esattase al punto 3 fallisci torna al punto 2 e formula una descrizione pi
ù
accurata, e poi torna al numero3. Continua fino a che verifichi che la tua descrizione
è
esatta.
 
Ci
ò
significa che1) innanzitutto dobbiamo osservare il fenomeno;2) dobbiamo essere in grado di descriverlo, cio
è
dobbiamo inventarci un modo permodellizzare il fenomeno. Normalmente si fa con equazioni matematiche, ma in astrattoqualsiasi descrizione del fenomeno pu
ò
essere adatta;3) il terzo punto
è
il pi
ù
importante ed
è
quello che ha stabilito il punto di rottura con il passatopre-Galileiano: non basta avere una teoria ma bisogna verificare che sia corretta ripetendo ilfenomeno per convalidarla. Prima di Galilei c'erano le scuole di pensiero, dove il maestrodava una sua teoria d'autorit
à
e nessuno la sottoponeva a una verifica. Galilei ci dice: no!non mi interessa chi pronuncia la teoria; essa non diventa valida perch
é
l'ha pronunciataTizio, essa
è
valida solo se passa la verifica sperimentale.Esempio banale: come cadono le mele?1) Innanzitutto dobbiamo osservare il fenomeno. In questo caso
è
semplice: quando una melaperde il sostegno che la tiene collegata al ramo, essa cade. Ed
è
sempre cos
 ì
, qualsiasi mela,a qualsiasi altezza
è
posta, semplicemente cade.2) Ora dobbiamo darne una descrizione: poniamo che la mela cada con velocit
à
costante.3) Verifichiamo se
è
vero che la mela cade con velocit
à
costante. Allora prendiamo un orologioe misuriamo quanto ci mette la mela a raggiungere il suolo partendo da due metri di altezza.Poi raddoppiamo la quota da cui lasciamo cadere la mela: quattro metri. Se cade con velocit
à
 costante allora ci metter
à
il doppio del tempo, ovvio. Misuriamo e scopriamo che no, non
è
 vero.2) allora dobbiamo tornare al punto due e descrivere meglio il fenomeno. Ad esempioipotizziamo che la mela cada con accelerazione costante.3) Rifacciamo le misure e... bingo! funziona proprio cos
 ì
. Facciamo 10, 100 o mille prove, mala nostra teoria non sbaglia mai. La mela cade con accelerazione costante. Anzi possiamoanche dire che questa accelerazione
è
di 9,81 m/s
2
.Benissimo il metodo scientifico finisce qui. Scienza
è
ogni conoscenza che chiunque, su questaterra, chiunque ottiene seguendo questo metodo.
Metodo scientifico: cos
 ì
affascinante, cos
 ì
approssimativo.
Il metodo scientifico
è
meraviglioso. Ha segnato il punto di rottura con il passato: se negli ultimiquattrocento anni l'umanit
à
ha avuto un ampiamento delle conoscenze enorme (molto pi
ù
che intutta la storia precente)
è
merito del metodo scientifico. Se oggi possiamo volare su aerei che ciportano da una parte all'altra del mondo in poche ore, o se in questo momento io posso scrivere suun computer col quale posso videochiamare mio pap
à
o fare calcoli che fino a pochi anni fa eranoimpossibili da fare “a mano”,
è
merito del metodo scientifico.Prima di Galilei ci si fermava al punto 2, ossia dare una teoria. Se la persona era importante allora lasua teoria era valida, ma nessuno poneva la teoria sotto verifica sperimentale. Cos
 ì
facendo siusavano per secoli teorie sbagliate, semplicemente perch
é
nessuno si prendeva la briga diverificarle.Il metodo scientifico invece ribalta la frittata: la tua teoria
è
buona solo se pu
ò
essere verificata,

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->