Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Look up keyword
Like this
4Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Funzione Strumentale -Area 1- Relazione a.s.2011-12

Funzione Strumentale -Area 1- Relazione a.s.2011-12

Ratings: (0)|Views: 4,584 |Likes:
Published by Laura Thornton
1° CIRCOLO DIDATTICO DI VICO EQUENSE ANNO SCOLASTICO 2011-2012

Relazione finale FUNZIONE STRUMENTALE area 1:

GESTIONE E COORDINAMENTO P.O.F.

“D’imparare non si finisce mai e quel che non si sa è sempre più importante di quel che si sa già” (G. Rodari)
Per effettuare, a chiusura di quest’anno scolastico, un breve bilancio delle attività che ho svolto, in qualità di F.S. per l’area 1 affidatami, mi occorre risalire a quanto ho progettato all’inizio per verificare il grado di corrispondenza tra
1° CIRCOLO DIDATTICO DI VICO EQUENSE ANNO SCOLASTICO 2011-2012

Relazione finale FUNZIONE STRUMENTALE area 1:

GESTIONE E COORDINAMENTO P.O.F.

“D’imparare non si finisce mai e quel che non si sa è sempre più importante di quel che si sa già” (G. Rodari)
Per effettuare, a chiusura di quest’anno scolastico, un breve bilancio delle attività che ho svolto, in qualità di F.S. per l’area 1 affidatami, mi occorre risalire a quanto ho progettato all’inizio per verificare il grado di corrispondenza tra

More info:

Categories:Types, School Work
Published by: Laura Thornton on Jul 02, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/02/2012

pdf

text

original

 
1° CIRCOLO DIDATTICO DI VICO EQUENSEANNO SCOLASTICO 2011-2012
 
Relazione finale
 
FUNZIONE STRUMENTALE area 1: GESTIONE E COORDINAMENTO P.O.F.
 
“D’imparare non si finisce mai e quel che non si sa è sempre più importante di quel che si sa già”
(G. Rodari)
Per effettuare, a chiusura di quest’anno scolastico, un breve bilancio delle attività che ho svolto, in qualità di F.S. per l’area 1 affidatami,mi occorre risalire a quanto ho progettato all’inizio per verificare il grado di corrispondenza tra quanto programmato e quanto realizzato.Pertanto, in un’analisi particolareggiata delle varie azioni, ho messo a confronto i risultati attesi con la ricaduta effettiva per procedere poiad una analisi più soggettiva del lavoro svolto.
1.Coordinamento/elaborazione P.O.F
AZIONERISULTATIATTESIATTIVITASVOLTERICADUTACONSIDERAZIONI
Orarioscolastico deidocenti
orariorispondente alleesigenzedidatticheOrganizzazione dell’orario provvisorio edefinitivo delle lezioni in collaborazione conla vicaria Desiderio.Da un confronto, con la commissione orariae con i docenti alla fine dell’anno scolastico,è emerso che l’organizzazione dell’orariocosì strutturato è risultato adeguato alleesigenze formative degli alunni. (attivitàlaboratoriali alla fine della giornatascolastica). Per le future classi terze c’èstata la richiesta di affidare i laboratoriall’insegnante di classe (se è possibile) o adOrganizzare unorario scolasticotenendo inconsiderazione sia leesigenze scolastichesia quelle dei docentiè un punto di forzadella nostra scuola
 
un solo docente.
Revisioneedaggiornamentodel POF
Adeguare il Pof alle nuoveesigenze erenderlo piùfruibile da partedell’utenza.
-
Il lavoro di revisione, ampliamento estesura del Piano dell’Offerta Formativa èstato svolto Insieme alla FS RiccardiElisabetta.Il Pof è stato articolato in quattro Aree (la IVmiglioramento e qualità è stata aggiuntaquest’anno) a cui fanno riferimento unaserie di processi che laScuola mette in atto per garantire la qualitàdel servizio formativo.
-
Raccolta di dati relativi alle iniziativedidattiche ed educative adottate dall’Istitutoda inserire nel documento.
-
Revisione del contesto territoriale.
-
Revisione delle parti tecniche cheriguardano l’organizzazione e le risorsedell’Istituto.
-
Aggiornamento delle aree che riguardano lasfera educativo –didattica:laboratori opzionali, progetti curriculari,progetto di Istituto, progetti extracurriculari,progetti P.O.N., progetti FESR – P.O.R. eVisite e Viaggi d’Istruzione.
-
Raccolta di dati relativi alle iniziativedidattiche ed educative adottate dall’Istitutoda inserire nel documento.
-
Il Pof è stato socializzato al Collegio docentie al Consiglio di Circolo, nella seduta del04/10/2011, per la relativa approvazione edelibera.È emersa, in generale, la volontà dell’Istitutodi attivare azioni connesse con lemotivazioni e i bisogni degli allievi.Gli aggiornamenti e gli adeguamenti sonostati fatti sulla base di segnalazioni di tuttele componenti della scuola (Dirigentescolastico- referenti progetti-coordinatori deiConsigli di Classe).I momenti diraccordo tra lafunzionestrumentale, ilDirigente scolastico,la Commissione POFe i referenti deiprogetti sono statifondamentali perelaborare la versionefinale deldocumento.
Coordinamento
Garantire unitinerarioformativoSono state messe in campo le seguentiazioni:
1
-iniziative di accoglienza dei nuovi alunni
1-
Gli alunni delle classi prime si sono inseritinel nuovo gruppo classe e ambientati nellaL'ampliamento el'arricchimentodell'offerta formativa
 
Pof 
coerente con lelineeprogrammatiche ministeriali e ireali bisognidegli alunni.perfavorire il graduale inserimento nella nuovascuola (organizzazione nei primi giorni discuola di attività particolarmenteaccattivanti per gli alunni della prima classecon la presenza di una insegnante dellascuola dell’infanzia; organizzazione nei primigiorni di scuola di attività particolarmenteaccattivanti per i bambini di 3 anni con lapresenza di almeno un genitore);
2
-iniziative di continuità infanzia-primariaper agevolare il passaggio dei bambini dallascuola dell’infanzia alla scuola primaria(attività laboratoriali sulle classi prime acura dei docenti della scuola dell’infanzia(10 ore));
3-
elaborazione di programmazioni didatticherispondenti ai reali bisogni formativi deglialunni;3-elaborazione di un progetto di Istituto “LAMAGIA DEL TEMPO” nel quale sono staticoinvolti tutti gli alunni delCircolo(coinvolgimento degli alunni inesperienze particolarmente significativeproposte all’interno della progettazionecurricolare come visite guidate, uscite sulterritorio, ecc.);
4-
attivazione di laboratori extracurricolari inrisposta alle richieste delle famiglie(coinvolgimento attivo degli alunni in attivitàlaboratoriali all’interno dei progettiextracurricolari come: inglese nell’infanzia,musica e post-accoglienza classi I, Gioco-danza classi III-IV, Ceramica classi III, teatroclassi V, recupero classi III-IV-V;
5
-monitoraggio periodico del percorsonuova scuola in maniera serena e positivariuscendo a superare le iniziali ansie dovuteal cambiamento.
1-
La presenza di almeno un genitore neiprimi due giorni di scuola per i bambini di 3anni è stata un’esperienza molto positiva inquanto hanno avuto modo di familiarizzarecon le insegnanti e l’ambiente scuola senzasubire da subito il trauma del distacco dallafamiglia.
2-
La presenza di un ‘insegnante della scuoladell’infanzia nelle classi prime (anche se unavolta a settimana) nei primi mesi di scuolaha risposto a un bisogno affettivo deglialunni e ha contribuito a far vivere piùserenamente il passaggio degli alunni allascuola primaria.
3
-La progettazione di un percorso formativoall’interno del curricolo di base è servitaanche alle insegnanti dei due ordini di scuolache hanno avuto modo di condividere lineemetodologiche e didattiche comuni.
4-
Dalla verifica finale dello svolgimentodelle attività, del loro gradimento e dellaloro efficacia si è evidenziato uncambiamento positivo nel comportamentirelazionali e nell’apprendimento deglialunni..
5
-La valutazione degli alunni e della classe èstata realizzata in vari momenti(INGRESSO-IIBIMESTRE I QUADRIMESTRE III BIMESTRE IIha visto la sua azioneattraverso i progettiche hannorappresentato lasintesi di un'intensaattività collaborativae il tentativo di fruireal meglio dellerisorse messe adisposizionedall'Autonomiascolastica e dalterritorio.Il progetto d’istituto“La magia deltempo” è statoarticolato in modo daoffrire un approcciotrasversale agliambiti disciplinari .Infatti, oltre alleattività strettamentecurricolari, è stataofferta agli alunnil'opportunità diarricchire il propriobagaglio conoscitivoed esperienzialeattraverso larealizzazione didiversi percorsi diampliamento e diarricchimento del

Activity (4)

You've already reviewed this. Edit your review.
1 thousand reads
1 hundred reads

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->