Welcome to Scribd, the world's digital library. Read, publish, and share books and documents. See more
Download
Standard view
Full view
of .
Save to My Library
Look up keyword
Like this
1Activity
0 of .
Results for:
No results containing your search query
P. 1
Reti Ad-hoc

Reti Ad-hoc

Ratings: (0)|Views: 34 |Likes:
Published by Natale Guzzo

More info:

Published by: Natale Guzzo on Jul 08, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/08/2012

pdf

text

original

 
A Five-Phase Reservation Protocol (FPRP) for Mobile Ad HocNetworks
Si pone il problema di implementare l'accesso a divisione di tempo (TDMA) al mezzo da parte dei nodi nodi diuna rete ad-hoc, tenendo presente che quest'ultima è una rete multi-hop in cui quindi I nodi non sono tutti adistanza di comunicazione diretta, e questo perciò permette l'utilizzo del riuso di frequenza.Il protocollo in questione propone un nuovo sistema di assegnamento dei time slots (scheduling) ai nodi chevogliono comunicare all'interno della rete.I protocolli MAC tradizionali sono meccanismi del tipo contention-based, in cui quindi ogni nodo compete per accedere al mezzo. Perciò essi non sono molto adatti ai traffici che presentano determinati requisiti di QoS.Sono state proposte delle soluzioni per introdurre il TDMA nelle reti ad-hoc. I primi algoritmi prevedevano dellesoluzioni centralizzate in cui ci sarebbe una stazione centrale che assegna i time slots ai vari nodi della rete in base alle richieste che gli arrivano. Però questa soluzione non è scalabile perchè queste stazioni centrali devonoavere informazioni su tutta la rete, e più la rete sarà grande e più sarà difficile ricevere informazioni aggiornate equindi consistenti. Inoltre la stazione centrale costituisce un punto di caduta singolo, cioè se esso cade alloracade tutta la rete.Altri algoritmi prevedono soluzioni distribuite senza la coordinazione di una stazione centrale. Però in questasituazione, all'inizio del funzionamento della rete, ad ogni nodo dovrà essere assegnato un canale TDMA fisso, ilchè risulta complicato da implementare. Inoltre essi richiedeno alcune informazioni sulla topologia della rete(topoligy-dependent), e non consentono il riuso di frequenza.In seguito sono stati sviluppati altri algoritmi che sono topology-transparent, cioè sono indipendenti dallatopologia della rete, e sono quindi immuni alla mobilità dei nodi. Però anche qui non si è considerato la possibilità del riuso in frequenza, e inoltre essi utilizzano un canale separato per l'invio dei feedback allerichieste di riservazione dei canali.
L’algoritmo proposto
L'algoritmo proposto in questo paper consente di riservare parallelamente i timeslots da parte dei nodi che sonolontani tra loro e quindi non possono interferire sulla stessa frequenza. Esso permette trasmettere i messaggi diriservazione in un ambiente contention-based, ai soli nodi che si trovano a 2 hop di distanza. Perciò questo tipodi accesso al mezzo è resistente ai frequenti cambi di topologia, e inoltre è scalabile perchè i nodi nonnecessitano di conoscere l'intera topologia della rete e tutte le richieste di riservazione che sono state fatte.Per quanto riguarda il problema delle “hidden stations”, non viene usato il meccanismo RTS/CTS perchè può portare comunque a delle collisioni e altri problemi di vario genere. D'altra parte l'algoritmo usa sarà capace dirilevare le collisioni che avvengono in un nodo e a segnararle all'altro nodo che sta partecipando allacomunicazione.
 Assunzioni 
Le assunzioni fatte in questo lavoro sono le seguenti:
I canali sono bi-direzionali
I nodi hanno un timing ben sincronizzato tra loro
Il link tra due nodi è simmetrico e senza rumore
Durante l'applicazione dell'algoritmo la topologia della rete non cambia
 
Funzionamento
La sequenza dei frame durante la comunicazione è composta da un Reservation Frame (RF) e unasequenza di Information Frame (IF). L'IF è composto da un certo numero di Information Slots (IS) dove inodi possono trasmettere i propri dati. L'RF è composto da N Reservation Frames (RS) utilizzato dai nodi per riservare il relativo IS negli IF che seguono.Ogni RS è composto da M Reservation Cycle (RC) dove un nodo ha un dialogo in 5 fasi con i proprivicini a 2 hop di distanza, con lo scopo di riservare un IS. I vicini che ricevono la richiesta dal nodoconsiderato possono accettarla o rigettarla. Nel caso in cui si verifichino più richieste per uno stesso slot,allora si assume che avviene una collisione e nessuno dei nodi riusce a riservarlo.
Dialogo in 5 fasi 
1.Reservation phase: in cui il nodo richiedente invia ai suoi vicini un Reservation Request (RR)2.Collision report phase: in cui i nodi riportano eventuali collisioni che si verificano nella fase 1. Seun nodo rileva una collisione allora lo segnala con un Collision Report (CR). Se il nodo che hafatto la richiesta non riceve alcun CR allora vuol dire che ha vinto la riservazione e diventa unTransmission Node (TN).3.Reservation Confirmation phase: se non ci sono collisioni allora il nodo richiedente invia unaconferma di riservazione dello slot ai suoi vicini.4.Reservation Acknowledgement phase: quest'ultimi risponderanno con un ReservationAcknowledgement (RA). Questa serve più che altro al nodo richiedente per sapere seeffettivamente ci sono dei nodi vicino a lui, o se è isolato. Inoltre serve a comunicare ai nodi a 2hop di distanza l'avvenuto successo della riservazione. Il deadlock è una situazione in cui si possono venire a trovare due o pià nodi vicini che hanno riservato lo stesso IS. Il daedlock puòessere di due tipi: isolato (quando i nodi TN hanno solo vicini deadlock) e non isolato (quandohanno vicini anche non deadlock). Il deadlock accade quando questi nodi TN non hanno un vicinoin comune che gli può comunicare che è avvenuta una collisione. Perciò entrambi i nodi pensanodi aver vinto la riservazione ed entreranno nella fase 2. La fase 4 serve anche per prevenire questasituazione, infatti se i nodi che hanno fatto la riservazione non ricevono un ACK allora vuol direche potrebbe essere avvenuto un deadlock.5.Packing and Elimination phase: In questa fase si cerca di risolvere il problema del deadlock nonisolato. I nodi che si trovano a 2 hop dal TN inviano ai propri vicini un Packing Packet (PP), inmodo tale che loro sanno che una riservazione è avvenuta a 3 hop di distanza, e perciò sarannoincoraggiati a riservare quel determinato IS. Questo con lo scopo di massimizzare il riuso difrequenza all'interno della rete (maximal packing). I pacchetti sono inviati dai TN ai nodi vicini inmodo tale che se uno di loro è anch'esso un TN sullo stesso slot allora si fermerà di trasmettere.
Contention Policy 
Il protocollo FPRP ha bisogno di un metodo di accesso del tipo contention-based per accedere alReservation Frame). Si potrebbe pensare di usare il protocollo ALOHA che come sappiamo divide iltempo di accesso di un canale in time slots. Ma il protocollo ALOHA è progettato per operare in reti asingolo salto, mentre noi siamo interessati a lavorare in una rete multi-hop.Quello che allora si è proposto è di modificare
l'algoritmo Rivest’s pseudo-Bayesian broadcasting algorithm per questo scopo. Questo algorimo ogni nodo stima il numero dei propri vicini e calcola quindi la sua probabilitàdi accedere al canale come:
 
 p = 1/ndove n all'inizio è il numero dei propri vicini, e poi viene aggiornato secondo i seguenti criteri:In caso di successo della riservazione o di idle: n = n-1in caso di collisione: n = n + (e-2)
-1
E-TDMA
Il protocollo presentato è composto da due TDMA schedules: uno broadcast in cui ad ogni nodo è assegnato unsolo slot, ed è usato per scambiare informazioni di controllo tra i nodi (control schedule).Il secondo invece è usato per la trasmissione di dati (information schedule) e in questo caso un nodo puòriservare il numero di slot di cui ha bisogno.Le riservazioni, in entrambi i casi, vengono fatte nel solo vicinato a distanza di 1 hop, quindi, visto chel'algoritmo lavora solo nell'ambito locale, esso risulta molto scalabile.Se un nodo necessita di comunicare con un suo vicino, riserverà il time slot coinvolgendo solo i nodi vicini a lui.Se il nodo con il quale sta comunicando sente una collisione sul canale allora lo comunica al nodo trasmittenteche provvederà a riservare un diverso time slot.
 Assunzioni 
I nodi hanno il timing perfettamente sincronizzato tra loro
I link sono simmetrici
La topologia della rete è abbastanza stabile
Ogni nodo può applicare il Five Phase Reservetion Protocol
Struttura Frame
Il canale TDMA viene partizionato in due fasi: un’epoca di controllo dove il protocollo applica lo schedule, eun’epoca di informazione dove avvengono le trasmissioni dati degli utenti.L’epoca di informazione è suddivisa in K frame di informazione che contengono L slot, dove le stazioni possonotrasmettere. Il numero di slot assegnati ad un nodo dipende dal tipo di traffico scambiato, e viene deciso dall’E-TDMA nella fase di
information schedule
.L’epoca di controllo è composta da due fasi: un fase di contesa e una fase di allocazione.La fase di contesa è divisa in N slot suddivisi a sua volta in un certo numero di cicli in 5 fasi del protocollo FPRP per la contesa del corrispondente colore temporaneo.La fase di allocazione è composta da N frames, in ognuno di quali i nodi vicini si scambiano informazioni comestabilito nella fase precedente.Il
control schedule
avviene in broadcast, e nella teoria dei grafi un broadcast schedule corrisponde allacolorazione dei nodi a distanza di 2 hop. Per questo motivo il control shedule viene chiamato anche colore.Ci sono due tipi di colori nel
control schedule
: il colore temporaneo e il colore permanente.Un nodo può avere un solo colore temporaneo e un solo colore permanente.I colori temporanei vengono usati per effettuare la riservazione di qualche slot di informazione o per ottenere uncolore permanente. Essi durano solo il periodo di un frame.I colori permanenti servono a scambiare informazioni di scheduling con i propri vicini (non per fare leriservazioni). Essi sono usati per stabilizzare le connessioni quando i nodi sono fermi, permettendogli quindi dei periodi di trasmissione contention-free. Un colore permanente dura molto più a lungo di uno temporaneo e vieneusato fino a quando il nodo non ha più niente da trasmettere o quando avviene una collisione. Se avviene questa

You're Reading a Free Preview

Download
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->