Start Reading

Buona rivoluzione a tutti

Ratings:
61 pages49 minutes

Summary

"Nel suo scritto Alberto Papperini racconta bene le difficoltà che ha riscontrato quando ha iniziato a riunirsi con i suoi concittadini e si è trovato a dover coordinare gli eventi e gli interventi, le assemblee, le liste, i meetup. Tutto ciò è stato possibile solo grazie a quella che lui definisce una maturazione civica sua e dei cesenaticensi che si sono uniti a lui, ben consapevoli della potenza innescata dall'azione del singolo per il bene comune. E non poche sono le difficoltà che ha riscontrato Alberto nella sua attività: se negli anni Settanta c'erano il terrorismo, i sequestri, le bombe molotov fuori dai teatri, oggi come narrato nel libro, i metodi si sono fatti più subdoli; i politici, davanti a chi manifesta il dissenso, per prima cosa cercano di "comprare" chi lo manifesta e se non ci riescono utilizzano l'arma della delegittimazione sfruttando ogni mezzo possibile. Proprio quando credi di aver trovato la chiave di volta per condurre un giusto rapporto con i tuoi - pardon, stavo dicendo compagni! - ebbene questa chiave diventa spesso faticosa e difficile da gestire". (Dalla prefazione di Dario Fo)

Read on the Scribd mobile app

Download the free Scribd mobile app to read anytime, anywhere.