La Meta by Jyothi Zontini by Jyothi Zontini - Read Online

About

Summary

"La porta non aveva né telaio né serratura.
Girò il pomello, scrutò all'interno. La richiuse.
Si guardò indietro. Le scale c'erano ancora.
Che fare ? Proseguire oltre quella porta, verso l'ignoto ? O tornare indietro per la via più sicura?

Dopo un momento d'indecisione, spalancò la porta: dopotutto, se era arrivata fin lì non aveva senso tornare indietro.
Il nulla.
L'infinito.
Un'immenso spazio senza confini, scuro, con riflessi azzurri.
Varcò la soglia ed immediatamente la porta si chiuse alle sue spalle.
Davanti ai suoi occhi [....] "

L'idea è nata da un sogno, in cui il Dalai Lama mi pregava di parlare a tutti della scala colorata vista nel medesimo sogno.
E' il racconto di una ragazza che scopre un mondo diverso,dove non conta ciò che si HA ma ciò che si E' dentro. Attraverso un sogno Laura, la protagonista, incontra la propria anima e scopre di avere una meta, uno scopo nella vita, differente da quel che credeva.
Questa scoperta la porta a rivoluzionare la sua vita, cambiando il suo destino e quello di molti altri esseri umani.
L'idea è quella di una serie di racconti brevi che trattino argomenti potremmo dire esoterici, cercando di approfondire l'anima, la missione dell'anima, il rapporto con i proprio sogni, come sia possibile migliorare e cambiare la propria vita aprendo il proprio cuore alle novità ed ai cambiamenti.
Published: StreetLib on
ISBN: 9788892526419
Availability for La Meta
With a 30 day free trial you can read online for free
  1. This book can be read on up to 6 mobile devices.

Reviews

Book Preview

La Meta - Jyothi Zontini

You've reached the end of this preview. Sign up to read more!
Page 1 of 1

!

INTRODUZIONE

L'articolo era quasi finito; ancora poche righe e poi avrebbe potuto inviarlo al redattore capo.

Era sfinita, ci aveva lavorato tutta la notte.

Quell'articolo avrebbe segnato la sua carriera: o la promozione, o il licenziamento.

Laura aveva ventisei anni, si era laureata in sociologia, summa cum laude, a soli ventidue.

Il giornalismo era la sua passione da sempre, tanto che appena terminati gli studi era riuscita ad ottenere il posto di lavoro come giornalista presso Il Giorno, il quotidiano di Milano.

Ora aveva la possibilità, con questo articolo, di diventare la nuova capo-redattrice, visto che l'attuale sarebbe andato in pensione a marzo e lei era una delle favorite.

Si alzò ed andò in cucina; aveva bisogno di un altro caffè,non ricordava nemmeno quanti ne aveva bevuti ormai !

Prese la sua tazza fumante e tornò alla scrivania.

Fissò lo schermo, esausta.

- ACCIDENTI !

- Proprio ora doveva venirmi il blocco dello scrittore !?!  

Era ferma. Bloccata. La sua mente era vuota. Ispirazione Z-E-R-O !

Continuò a fissare lo schermo sperando in un miracolo, fino a che le palpebre iniziarono a socchiudersi, il respiro a farsi lento e costante, le membra morbide...

SBAM ! 

La tazza le cadde di mano rovesciando il caffè sul tappeto persiano. La testa barcollò, tentennò, cadde sulla tastiera.

Dormiva.

Il suo compagno, rientrando tardi dal lavoro, la trovò così dolce, addormentata sulla tastiera con un rivoletto che le colava dalle labbra sensuali... La baciò, le mise una coperta sulla schiena e andò a dormire.

CAPITOLO 1

La scala

C'era una scala colorata davanti a