Find your next favorite book

Become a member today and read free for 30 days
Giona delle stelle cadenti

Giona delle stelle cadenti

Read preview

Giona delle stelle cadenti

Length:
47 pages
32 minutes
Released:
Dec 8, 2016
ISBN:
9788822875181
Format:
Book

Description

Un paese di persone sole, che hanno dimenticato la propria umanità e conducono una vita costruita sul sospetto e sul rifiuto di ciò che non aderisce all’usuale. Un bambino di dieci anni di nome Giona, nato nella notte delle stelle cadenti, che abita da solo in una casa di legno sulla collina. Tutto il paese guarda a Giona come ad un essere distante, pericoloso, quasi demoniaco, ma l’unica “colpa” del bambino – se così si può chiamare – è quella di avere imparato a bastarsi. E poi, in fondo a tutti, Mattia, un altro bambino identico a lui, il quale sarà l’unico a sfidare le voci e recarsi, in una freddissima notte, sulla collina, per conoscere Giona, supportato dalla madre e da due insospettabili abitanti del paese stanchi di una situazione umanamente inaccettabile. Un'amicizia complessa fra due bambini speciali, un paese che rispecchia la società di oggi, che ha paura di ciò che non conosce ma che spesso non fa nulla per conoscere meglio, ed un epilogo che segnerà un seppur tragico ma nuovo inizio.
Released:
Dec 8, 2016
ISBN:
9788822875181
Format:
Book

About the author


Book Preview

Giona delle stelle cadenti - Simone Stabilini

Ringraziamenti

1. Dove tutto ha origine

Giona non era per il mondo, e il mondo, dal canto suo, non era per Giona.

Fina dall’inizio, si era capito che Giona avrebbe fatto della sua vita un miscuglio scombinato di misteri e credenze, e la gente del villaggio non aveva fatto nulla per cambiarne il destino. D’altra parte, era troppo interessante ritrovarsi, la sera, dietro le finestre ed osservare Giona sulla collina, la figurina stagliata contro la luna, contare le stelle, il dito puntato al cielo. Ed era così interessante speculare sui pensieri di un bambino sperduto nei ricordi, che nessuno mai si era azzardato ad andare da lui, dopo che di sua madre s'era persa traccia.

Povero bambino senza sorriso… dicevano le anziane donne del villaggio, Povero pazzo!, replicavano le madri, e nutrendo l’alone di mistero, scarne di bontà d'animo, ammonivano i loro figli: State lontani da Giona, è pericoloso!. E questa è la prova evidente di come l’uomo tema la tristezza a tal punto da confonderla con la pazzia.

Perché Giona non era pazzo, ma solo tanto, tanto triste: Tesoro era sempre stata accanto a lui, e da quando, un mattino di tanti anni prima, al suo risveglio, non l'aveva più trovata a casa, il suo piccolo cuore non aveva potuto fare altro che aspettarne inesorabilmente il ritorno, colmo di quella speranza che solo i bambini sanno mantenere viva anche a dispetto della realtà dei fatti.

Ora, a dieci anni, a Giona non restavano che le stelle, che continuava a contare ogni sera, pensando che in questo modo la distanza fra lui e sua madre si sarebbe piano piano accorciata.

Le stelle sono gli occhi delle madri che vegliano sui loro bambini diceva sempre Tesoro, accarezzandogli i fini capelli biondi, mentre lui, piccino, si addormentava fra le sue braccia.

Gli mancava così tanto, Tesoro... e gli mancava contare le stelle con lei: ogni sera le ritrovava, le accudiva, dalla casa sulla collina, le salutava ad una ad una, e c’era da scommetterci che, combattendo contro il sonno, ogni abitante del villaggio, affacciandosi alla finestra, avrebbe potuto osservare la sagoma di quel bambino che, per tutta la notte, fissava il cielo, fino a che, come spesso accadeva, non si sarebbe addormentato, raggomitolato sulla soglia del suo Rifugio, gli occhi un po' più poveri di lacrime, ed il cuore un po' più povero di speranza.

2. Imparare a bastarsi

Capitava assai di rado che Giona scendesse al villaggio, e questo era un grande mistero: tutti si chiedevano come potesse un bimbo di dieci anni accudirsi, nutrirsi, sopravvivere, senza dover apparentemente chiedere mai nulla a nessuno. E' così difficile, per le persone, immaginare che esista qualcuno al cui cuore basti sé stesso per essere un

You've reached the end of this preview. Sign up to read more!
Page 1 of 1

Reviews

What people think about Giona delle stelle cadenti

0
0 ratings / 0 Reviews
What did you think?
Rating: 0 out of 5 stars

Reader reviews