Il Re D'inverno by Stefan M. Nardi by Stefan M. Nardi - Read Online

Book Preview

Il Re D'inverno - Stefan M. Nardi

You've reached the end of this preview. Sign up to read more!
Page 1 of 1

Ghiaccio

Per la mia adorata Kat e i miei fantastici fratelli, Jacob e Aaron. Senza i vostri commenti e il vostro supporto sarei ancora al primo capitolo.

E ai miei straordinari genitori che mi leggevano storie tutte le sere e mi hanno donato il mio amore per esse.

We must take adventures in order to know where we truly belong.

Indice

PRIMA PARTE.........................................................................................................................5

Un difficile inizio....................................................................................................................6

Un brusco risveglio...............................................................................................................9

Il freddo ferro.......................................................................................................................10

Toc Toc...................................................................................................................................14

La fuga....................................................................................................................................15

Il Capitano.............................................................................................................................18

Progetti...................................................................................................................................21

La principessa......................................................................................................................24

SECONDA PARTE...............................................................................................................28

I mercati di schiavi..............................................................................................................29

Rorschach..............................................................................................................................32

Rivelazioni.............................................................................................................................36

Il Praesidium.........................................................................................................................39

Ombra.....................................................................................................................................41

Il cambio della guardia......................................................................................................43

Vecchi ricordi.......................................................................................................................45

Kaldorn...................................................................................................................................47

La chiamata...........................................................................................................................49

Hibernis..................................................................................................................................51

Il Minotauro..........................................................................................................................53

Il demone...............................................................................................................................56

Lo scambio.............................................................................................................................57

Ritorno....................................................................................................................................58

Ammon Immenand..............................................................................................................59

Segreti....................................................................................................................................61

Ricongiungimento...............................................................................................................62

Il piano....................................................................................................................................64

Fuga.........................................................................................................................................65

I fratelli ed il Re...................................................................................................................67

Il maestro e l’apprendista.................................................................................................69

Shaide.....................................................................................................................................71

Fallimenti...............................................................................................................................73

La famiglia.............................................................................................................................75

In visita...................................................................................................................................76

La festa...................................................................................................................................78

Attimi rubati..........................................................................................................................80

Il consiglio di guerra..........................................................................................................82

Una cavalcata notturna.....................................................................................................84

Turno di guardia..................................................................................................................85

L’alba......................................................................................................................................86

L’invasione............................................................................................................................87

Sparito....................................................................................................................................89

Il Pirata Nobile.....................................................................................................................91

È una trappola......................................................................................................................93

L’assalto................................................................................................................................95

Il Re di Ghiaccio...................................................................................................................96

La battaglia...........................................................................................................................99

Il risveglio del demone....................................................................................................101

Un nuovo potere................................................................................................................102

L’Elemental e il demone.................................................................................................103

Il salvatore..........................................................................................................................105

Fuoco e Ghiaccio...............................................................................................................107

Troppo tardi........................................................................................................................109

L’ultimo respiro.................................................................................................................110

Il Re di Ghiaccio................................................................................................................111

PRIMA PARTE

Capitolo Uno

Un difficile inizio

I fulmini squarciavano il cielo, illuminando l'oceano sottostante. La pioggia si riversava sul piccolo naviglio, martellando sul ponte di legno. L'oceano era in tumulto, imponenti onde si innalzavano dalle profondità minacciando di travolgere la nave. La Fenice Nera vagava nel mare, sballottata da un'onda all'altra.

Eldirc Whittaker era appollaiato sul sartiame, tentando di riavvolgere le vele per cercare di riconquistare il controllo. Era zuppo dalla testa ai piedi, i lunghi capelli neri gli ricadevano a ciocche attorno alla testa, l'acqua si riversava sul petto nudo. I pantaloni fradici lo appesantivano, rendendo ancora più difficile mantenere l'equilibrio. Richiuse l'ultima vela e tirò un sospiro di sollievo. Aveva avvertito suo fratello che avrebbero avuto bisogno di un equipaggio sin dal principio, che sarebbe potuta succedere una cosa come questa. Ma Dean aveva insistito che potevano cavarsela da soli, e che avrebbero trovato un equipaggio durante il viaggio. Pessima idea.

Si aggrappò all'albero per riscendere giù; un movimento sbagliato e sarebbe scivolato, rischiando di morire. Rimase sul ponte facendo presa sull'albero per maggior supporto, mentre il vento e la pioggia gli sferzavano la pelle e i vestiti. Poteva vedere suo fratello a poppa che lottava con il timone; non ne era sicuro per via della pioggia, ma avrebbe giurato che quell’idiota stava sorridendo. Sì, l’avrebbe ucciso per questo.

All'improvviso, la nave si inclinò, Eldric rafforzò la presa, aggrappandosi all’albero e alla propria vita. Dean venne scaraventato lungo il ponte, ma l'àncora di salvezza che aveva legata attorno alla vita lo fermò poco dopo. Eldric lo guardò col fiato sospeso mentre veniva sballottato. Dean riuscì a rotolare e a riafferrare il timone.

Erano sopravvissuti entrambi fino a quel momento, ma dovevano andarsene dal ponte prima che uno dei due rimanesse ucciso. Controllò che la sua àncora fosse ben assicurata e poi lasciò la presa. Barcollò dirigendosi verso il fratello. Scivolò un paio di volte, ma alla fine lo raggiunse.

Lo guardò furioso attraverso la fitta pioggia. Te l'avevo detto che avevamo bisogno di un equipaggio, urlò, ma no, hai detto 'possiamo cavarcela da soli', ' troveremo un equipaggio lungo la strada'. Certo, Dean. Bella idea. Guarda dove siamo finiti!

Dean si voltò verso il fratello sfoggiando un largo sorriso. I suoi capelli corti e castani gli ricadevano proprio sopra agli occhi come un mocio bagnato. Un rivolo d'acqua scendeva giù dal pizzetto fin sulla maglia. Se la situazione non fosse stata così seria, Eldric sarebbe scoppiato a ridere.

Dov'è finito il tuo spirito d'avventura, fratellino?

Eldric lo guardò accigliato un istante ancora, domandandosi se poteva picchiarlo senza cadere. Decise di lasciar perdere.

È caduto in mare e per poco non l'ho seguito. Ora sbrigati e blocca il timone, dobbiamo andare sottocoperta prima che uno di noi faccia la stessa fine.

Guastafeste, borbottò Dean abbattuto.

Afferrò una corda dalla ringhiera vicina e assicurò il timone.

Così dovrebbe andar bene, urlò.

Ok. Andiamocene.

Non c'era nessuna ringhiera a cui reggersi nel tragitto dal timone alle scale che portavano ai dormitori, così, per evitare di finire in mare, dovettero abbassarsi e gattonare. La nave oscillò violentemente mentre si facevano strada attraverso il ponte. Scivolavano e scivolavano, Eldric pregò che la nave non si ribaltasse di nuovo facendoli finire fuori bordo.

Si trovava leggermente più avanti di Dean, quando sentì suo fratello lasciarsi scappare una lunga serie di volgarità. Si voltò per guardarlo.

Che è successo?, gridò.

La mia corda non è abbastanza lunga. Mi sono dimenticato di cambiarla.

Eldric cominciò a pensare; dovevano trovare una soluzione velocemente. Di sicuro non potevano rimanere lì.

Non c'era niente su cui sostenersi. Improvvisamente, il viso di Dean s'illuminò.

Hai ancora il coltello con te?

Eldric era confuso. Sì, perché?

Torna indietro. Ho un'idea.

Eldric eseguì gli ordini, e i fratelli ripercorsero al contrario la strada da cui erano venuti. Dopo alcuni metri, Dean si fermò, Eldric gli scivolò vicino e prese il coltello dalla sua fusciacca.

Ok, dovrebbe andar bene. Passami il coltello e prendi la corda attorno alla mia vita. Qualsiasi cosa succeda, non lasciarla.

Eldric fece come gli era stato ordinato e gli passò il pugnale. Dean raccolse la corda, la allentò e poi la tranciò.

Ora voltati, così posso legarla alla tua. Eldric lo fece, e Dean fissò le corde insieme.

Perfetto, andiamo prima che la tempesta peggiori.

Alcuni minuti dopo, attraversarono la porta che conduceva alle loro cabine. Eldric tagliò le corde, le gettò verso il ponte e richiuse con forza la porta, lasciando fuori la tempesta.

I fratelli crollarono a terra, uno accanto all'altro. Eldric si voltò a guardarlo.

Appena avrò la forza di alzarmi, ti ucciderò.

Dean fece l'espressione più innocente che gli riuscì, Ehi, non dare la colpa a me, anche tu pensavi fosse una buona idea.

Errore mio, rispose atono Eldric.

Si fissarono per un minuto, poi Dean scoppiò a ridere. Era soltanto il secondo giorno del loro viaggio ed erano già nei guai. Ora, seduti sul pavimento, erano completamente fradici, e la loro nave veniva sballottata nella tempesta come un giocattolo. Era l'avventura che sognavano. Eldric, guardando il fratello, non resistette – erano ridicoli – e cominciò anche lui a ridere.

Rimasero lì per qualche istante, ridendo. Dean si alzò in piedi; barcollò un po' finché non ritrovò equilibrio e porse la mano ad Eldric.

Forza, fratellino. Ancora non siamo fuori pericolo. Mettiamoci addosso dei vestiti asciutti.

Eldric afferrò la mano del fratello e si tirò su. Ondeggiarono lungo il corridoio verso le loro camere. I fulmini che illuminavano la notte.

Cavolo, non va bene. Dean...

Non riuscì a finire la frase, venne scaraventato dall'altra parte della stanza e tutto diventò nero.

Capitolo Due

Un brusco risveglio

Quando si svegliò, la prima cosa che Dean notò fu il dolore pulsante alla testa, lì dove aveva sbattuto contro la branda. La seconda cosa fu più preoccupante. Non era solo nella stanza. Lentamente, aprì gli occhi e alzò lo sguardo.

Buongiorno, raggio di sole! disse la figura arruffata sopra di lui.

L'ultima cosa che vide fu un pugno sfrecciare verso di lui. Ci fu un'esplosione di dolore e poi, di nuovo l'oscurità.

Capitolo Tre

Il freddo ferro

Dean era circondato dall'oscurità. Era sicuro di avere gli occhi aperti, ma non riusciva a vedere niente. Di fronte a lui comparvero due minuscoli barlumi. Lentamente, si trasformarono in due piccole sfere ardenti; quella a sinistra aveva un bagliore blu, mentre quella a destra arancione. Allungò la mano verso la sfera blu ma la ritrasse subito, fuoriuscirono delle fiamme che gli sfiorarono le dita. Si aspettava di sentire calore, invece erano fredde come il ghiaccio.

Una risata tonante riecheggiò nel vuoto. Il suono lo avvolse, scuotendolo, riempiendo l'oscurità.

Poveri, sciocchi ragazzi. Se solo sapeste chi erano i vostri padri. Cosa fareste allora?

La voce venne interrotta da una seconda. Questa era una voce acuta e femminile, eppure minacciosa quanto la prima.

Sì, piccolo Dean, cosa farai?

La risata della seconda voce si unì alla prima, e Dean tremò ancora più forte.

Aprì di scatto gli occhi.

Guardò in alto e vide Eldric, piegato su di lui che gli scuoteva la spalla.

Bentornato.

La testa gli pulsava, e il naso gli doleva come fosse stato colpito da una mazza.

Osservò intorno a sé, la stanza in cui si trovavano era piccola e umida; aveva il soffitto basso di legno e le pareti curvate. Si trovavano nella stiva di una nave, e non erano da soli. Erano circondati da una massa di volti: molti sporchi e trasandati come se non vedessero acqua pulita da settimane e i loro vestiti sembravano lacerati e stracciati tanto quanto i loro spiriti. Si accorse che si trattava di schiavi e, improvvisamente, fu grato di avere il naso pieno di sangue e non poter sentire alcun odore.

Cosa... dove siamo?

Eldric alzò le braccia e gli mostrò le catene che le legavano.

Una nave negriera, disse cupo.

Dean abbassò gli occhi verso le braccia; erano legate allo stesso modo.

Come?, domandò.

"Non lo so, sono stato messo al tappeto dalla tempesta e mi sono risvegliato alla bellissima vista di una pistola puntata alla testa. A giudicare dalla bozza che hai vale lo stesso per te, e dal resto della faccia direi che non ti hanno svegliato