Start Reading

Il Libro della Magia Naturale: De Occulta Philosophia 1531

Ratings:
195 pages2 hours

Summary

In che modo si possa conoscere da quali astri dipendono le cose naturali e quali cose siano sottoposte al Sole.
Come le cose inferiori siano sottoposte ai corpi celesti e come i corpi umani e quanto altro si riferisce all’uomo provengano dalla distribuzione dei pianeti e dei segni. Che cosa sia la Magia, in alquante parti si divida e quali requisiti debba possedere chi la professa. Dei quattro elementi, delle loro qualità e della loro mutua mescolanza. Delle mirabili nature dell’acqua dell’aria e dei venti. Dei corpi composti dei loro rapporti con gli elementi e dei rapporti fra gli elementi e l’anima, i sensi e i costumi. Della maniera con cui gli elementi si ritrovano nei cieli, negli astri, nei demoni, negli angeli e in Dio stesso. In che modo i poteri delle cose naturali dipendano immediatamente dagli elementi. Dei poteri occulti delle cose. In che modo i poteri occulti vengano infusi nelle cose per mezzo delle idee, mediante l’Anima del mondo e i raggi delle stelle, e delle cose che possiedono tali poteri in grado maggiore. Come sopra individui diversi, anche della stessa specie, i poteri esercitino varia influenza. In che modo possiamo ricevere dall’alto non solo doni celesti e vitali, ma intellettuali e divini. Come con certe sostanze si possano attrarre le divinità che governano il mondo e i demoni loro ministri. Del viso, dei gesti, della complessione del corpo e degli atteggiamenti e della corrispondenza con le stelle e della Fisiognomia, della Metoposcopia e della Chiromanzia e degli artifici divinatori. «Coloro che vorranno dedicarsi allo studio della Magia, dovranno conoscere a fondo la Fisica, che rivela la proprietà delle cose e le loro virtù occulte; dovranno essere dotti in Matematica, per scrutare gli aspetti e le immagini degli astri, da cui traggono origine le proprietà e le virtù delle cose più elevate; e infine dovranno intendere bene la Teologia, che dà la conoscenza delle sostanze immateriali che governano tutte queste cose. Perché non vi può essere alcuna opera perfetta di Magia, e neppure di vera Magia, che non racchiuda queste tre facoltà»

Read on the Scribd mobile app

Download the free Scribd mobile app to read anytime, anywhere.