Start Reading

A mór l’istà. Muore l'estate: Poesie in lingua ferrarese e italiana

Ratings:
39 pages19 minutes

Summary

Se si è nati dove e quando si parlava solo il dialetto, non importa quali studi si siano fatti e quali vicende ci abbiano accompagnato ad accantonare la parlata di un tempo: prima o poi emerge, con determinazione, la voglia di ripensare quegli etimi, di riascoltare quelle voci, di scrivere quello che forse non era destinato, allora, ad essere scritto. Succede. Succede anche a chi, come Luciano Montanari, sa scrivere molto bene in Italiano, prova ne siano le sue produzioni di racconti e romanzi. In questa silloge di venti poesie in lingua ferrarese troviamo voci antiche, genuine e spontanee, che documentano una conoscenza sincera e schietta di questa “strana parlata”, con l’apporto di qualche voce recente, certo, com’è naturale che sia. E sempre precisa e incisiva è la descrizione dei moti dell’animo, delle stagioni, dei luoghi e delle cose, con le parole di questa lingua “poveretta”, ma in realtà di una preziosità unica. (Floriana Guidetti Bacilieri)

Read on the Scribd mobile app

Download the free Scribd mobile app to read anytime, anywhere.