You are on page 1of 3

CONSIGLIO

DELLA

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO _________

Gruppo Consiliare Lega Nord Trentino

ILL. MO BRUNO DORIGATTI PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE PALAZZO TRENTINI

Trento, 31 agosto 2012

INTERROGAZIONE n.

STRADA PROVINCIALE 90 TRA NOMI E ALDENO. SE ERA SICURA (NONOSTANTE 20 INCIDENTI!!) PERCHE SI RETTIFICATA IMPROVVISAMENTE? IMPLICITAMENTE SI RICONOSCONO RESPONSABILITA PER GLI INCIDENTI? La strada provinciale 90, che si snoda tra Nomi e Aldeno, nel 2010, fu teatro di circa 20 incidenti stradali, anche con conseguenze mortali. Un tratto di strada che per motivi non noti, ha riservato a molti automobilisti, conseguenze gravi a fronte dimprovvisi sbandamenti o scivolate improvvise, spesso pur viaggiando a velocit moderata. Interrogazioni e proteste, non sono servite a capire le cause della pericolosit del fondo stradale e, nemmeno un esposto alla Magistratura, a oggi avrebbe chiarito se vi fosse nesso, tra fondo e conformazione stradale e incidenti di varia natura e gravit. Unici dati certi, che lente gestore, la Provincia, non si mai assunto responsabilit di sorta, nei confronti dei cittadini colpiti da tal evento.
38100 Trento - Via delle Orne, 32

Altra cosa testimoniata dallo scrivente e illustrata anche alle autorit competenti, il fatto che in una presta mattina leggermente piovosa, una signora alla guida della sua autovettura che procedeva a bassissima velocit, sbandava distruggendo la vettura. Siccome mi precedeva, per prestare i soccorsi (peraltro di lieve entit), lo scrivente non riusciva a stare i piedi per la scivolosit del fondo stradale!! Altrettanto certo il fatto, che dopo i numerosi incidenti, la Provincia, improvvisamente decide di intervenire per rettificare il percorso e sanare il fondo stradale. Da allora, magicamente, nessun incidente e tutto, si sarebbe risolto a favore di quella sicurezza stradale, che prima, non sarebbe stata garantita sufficientemente. Effetto di tutto ci, che gli automobilisti attori dei vari incidenti, si sono subiti i danni e la Provincia, ammettendo implicitamente, di fatto, la pericolosit del tratto, interviene e sosrnionamente, elimina le eventuali cause dei molti incidenti, riportando in sicurezza la strada in parola. Questi i fatti e alle famiglie interessate ad aver risposte, la necessit di capire perche la Provincia sia intervenuta se prima dichiarava che, in ogni modo la strada era sicura e non vi erano responsabilit, nei danni degli improvvisi sbandamenti avvenuti nel 2010 o in precedenza. Tutto ci premesso si interroga il Presidente della Provincia per sapere:
perche la Provincia autonoma di Trento, nella sua qualit di gestore e

responsabile della SP 90, come di tutta la rete viaria extraurbana, in Trentino, improvvisamente intervenuta a parziale rettifica del tratto di strada in oggetto, manto stradale compreso?quali le cause? la procedura, dal progetto allappalto del lavoro, quali tempi ha avuto; chi lha seguita e com stata appaltata lesecuzione dei lavori stessi? A quanto ammontato il costo dellintervento, dal progetto ai lavori? nelle ripetute denuncie di strani incidenti stradali, quali verifiche sullarteria sono state fatte, da chi e con quali risposte e, se questultime certificavano che la sicurezza era garantita e la strada non presentava alcun pericolo, perche si invece deciso di passare alla rettifica del tratto stesso, teatro delle scivolate improvvise delle vetture transitanti?

38100 Trento - Via delle Orne, 32

la Provincia, nelle varie richieste di risarcimento danni, come si rapportata nelle comunicazioni con la compagnia assicuratrice che garantisce i risarcimenti in caso di responsabilit? dopo lintervento di rettifica e rifacimento del fondo stradale, sono stati segnalati altri incidenti e nel caso negativo, come si spiega limprovvisa redenzione nella guida degli automobilisti in transito? A norma di Regolamento, si chiede risposta scritta. Cons. Claudio Civettini Lega Nord Trentino

38100 Trento - Via delle Orne, 32