You are on page 1of 176

http://fusillialtegamino.blogspot.

com/

Il blog Presenta il pdf della raccolta

fusilli al tegamino

La pasta fatta in casa

www.marcato.net

1

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Indice delle ricette Pasta corta
Blecs ai sapori di Carnia …7 Busiate al ragù di tonno e melanzane con mentuccia e bottarga grattugiata …8 Cappellini Galletti e ricotta …10 Casoncelli bergamaschi …12 Casoncelli alla scamorza e melanzane ...14 Cavatoli e tacchie …15 Cicatielli ..16 Cjarsons con asparagi selvatici e nocciole …17 I Cjalsons, cucina friulana rivisitata in chiave vegana …18 Corzetti di farina di castagne al sugo di funghi …19 Culurgiones continentali …21 Fagottini ripieni …22 Farfalle fresche con ragù bianco di pesce, capperini e timo di Provenza …23 Gnocculi Siciliani con salsa fresca di pomodoro …24 Maccheroncini …26 Maccheroncini di castagne con salsiccia della Spisni …28 Maltagliati ai ceci ,,,29 Malfatti di zucca …30 Maltagliati bianco verde con ragù in bianco e noci …31 Maltagliati di farro con funghi e pesto di noci …32 Mezzelune d’autunno …34 Mezzelune alla quercia ripiene di pere e pecorino al profumo di pepe rosa …36 Orecchiette al forno …38 Passatelli alla contadina …39 Pierogiruskie- Mezzelune ripiene con patate e ricotta …40 Pizzoccheri di Teglio …41
2

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Pizzoccheri Valtelinnesi …42 Ravioli al cacao con gorgonzola e pere …43 Ravioli con Melanzane e formaggio …44 Ravioli con ripieno di robiola e spinaci …45 Raviolo aperto con orata …47 Ravioli della mamma …49 Ravioli di burrata ai peperoni e zucchine …50 Ravioli di melanzane grigliate e provola su dadolata di pachino …51 Ravioli di patate alla zucca e bufala con pesto verde …52 Ravioli di ricotta e speck con sugo di salsiccia e noci …54 Ravioli ricotta e spinaci 1 …55 Ravioli ricotta e spinaci 2 …56 Ravioli di zucca allo zafferano profumati al rosmarino …57 Ravioli di zucca …58 Ravioli zucca e caprino fingerfood …59 Ravioli di zucca con la zucca …61 Ravioli di magro …63 Ravioli di magro genovese …64 Ravioli di pesce spada …66 Ravioli tondi …67 Ravioli tondi ai formaggi con salsa ai peperoni …68 Cuori di raviolo alle melanzane …69 Ravioli con burro e salvia …71 Ravioli di pere con speck e aceto balsamico …72 Ravioli di ricotta e speck con ragù di salsiccia …74 Ravioli di ricotta e melanzane …76 Ravioli provola e patate al ragù Bolognese …77 Rigatoni fatti in casa con pomodoro e patè di olive… 78 Rose di pasta al forno …79 Gli skaccialtelli …81 Strangulaprievt’ al ragù Napoletano … 82
3

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Strascinati con zucchine …83 Scialatielli al basilico con sughetto di cozze e vongole …84 Strozzapreti al sugo di coniglio …85 Tortelloni di bietole e noci …87 Trofie al sugo di salsiccia …89 Tortellini di gorgonzola e stracchino …90 Triangoli di zucca e sugo di salamela Mantovana …91

Pasta lunga
Ciceri e trie …93 Fettuccine con funghi porcini e tartufo …95 Fettuccine ricotta e zucchine …97 Lasagne con fiori di zucca e burrata …99 Lagane al baccalà mantecato e pisellini …100 Lagane della nonna …101 Lagane e lenticchie alla cosentina …102 Lasagne al pesto …103 Pasta ai peperoni …104 "Paglia e fieno" al tè matcha e fichi …105 Pappardelle con zucca e porcini …107 Pappardelle con pomodori datterini e cannocchie …109 Pappardelle al basilico con persico ed uova di lompo …110 Pici con sugo di pancetta e baccelli …111 Spaghetti alla chitarra gratinati con formaggio di capra …112 Scialatielli ai gamberi e pesto di pistacchi …114 Tagliatelle ai ceci con crema di zucca e gamberetti …116 Tagliatelle al cacao …117 Tagliatelle al cacao con salsa alle noci …118
4

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliatelle all'uovo con zucchine e salmone …120 Tagliatelle al nero di seppia con pomodori datterini, scampi zucchine …122 Tagliatelle al pesto di rucola …123 Tagliatelle al sugo …124 Tagliatelle al sugo di latte della nonna Maria …125 Tagliatelle alla crema di zucchine e zafferano …126 Tagliatelle di frittatine rosse …127 Tagliatelle di kamut al ragù … 128 Tagliatelle panna e tartufo nero …129 Tagliolini ai funghi porcini con zafferano …131 Tagliolini verdi al burro e salvia …133

Gnocchi e Crepes
Gnocchi …134 Gnocchi con gorgonzola e noci …135 Gnocchi con sugo di pancetta e panna …135 Gnocchi di barbabietola …137 Gnocchi di funghi champignon con pesto di noci …138 Gnocchi di zucca 1…139 Gnocchi di zucca 2 …140 Gnocchi di zucca con fonduta alla tuma e tartufo nero …141 Gnocchi di zucca senza patate con pesto di pistacchi …143 Gnocchi alla Sorrentina …145 Gnocchi di funghi tartufati …146 Gnocchi di parmigiano al sugo di funghi …147 Gnocchi di patate 1… 148 Gnocchi di patate 2 …149 Gnocchi di patate al forno con sugo di polpette …150 Gnocchi di patate bicolore …151
5

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di patate con ragù di pesce …152 Gnocchi di patate al pomodoro 1… 153 Gnocchi di patate al pomodoro 2 …154 Gnocchi di patate e zucca al sugo di spuntature …155 Gnocchi di patate e zucca con funghi e prosciutto cotto …157 Gnocchi al Castelmagno …158 Gnocchi alla bava …159 Gnocchetti alla crema di speck con cuore filante …160 Cavatelli di patate al ragù di braciola …161 Gnocchi (raviòlas) della Val Varaita con castelmagno …163 Gnocchi di semolini ai funghi porcini …165 Gnocchi di semolino e zucca con fondue al gorgonzola e brie …166 Gnocchi ripieni in salsa al gorgonzola …167 Spatzle Calabresi …168 Le palle dei medici …169 Malloreddus … 171 Crepes al salmone …172 Crepes o crespelle alla Valdostana …173 Crepes gorgonzola e rucola …174 Bocconcini crepes farina ceci e peso al basilico …175 Timballo di crepes … 176

6

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Pasta corta
Blecs ai sapori di Carnia
http://pannacioccolatoefantasia.blogspot.com/2011/10/blecs-ai-sapori-di-carnia.html

Ingredienti 150gr di farina di grano saraceno 150gr di farina 00 40gr di burro 3 uova sale 2 salsicce una manciata di funghi secchi 100gr di Formaggio Frant 1 cipolla

Mescolare le due farine, aggiungere le uova, il burro ed il sale ed impastare. Tirare la sfoglia abbastanza sottile e tagliarla a triangoli. Lessarla in abbondante acqua calda salata e condire con il sugo. Tritare e rosolare con un pò d'olio la cipolla, aggiugere la salsiccia sminuzzata ed i funghi tritati precedentemente messi in ammollo in acqua calda . Cuocere il tutto aggiungendo se necessario un pò d'acqua e poco prima di condire i blecs aggiungere il formaggio frant .

7

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Busiate al ragù di tonno e melanzane con mentuccia e bottarga grattugiata
http://imparandocucinando.blogspot.com/2011/09/busiate-al-ragu-di-tonno-e-melenzane.html#more

Ingedienti Per la pasta 300 gr di semola di rimacinato 300 ml circa d’acqua 10 gr di sale Un giro d’olio Per il condimento Olio q.b. 1 spicchio d’aglio 200 gr di tonno sott’olio 1/2 melanzane Bottarga di tonno da grattugiare 1/2 tazza di fumetto di pesce (facoltativo)

2 pomodori maturi pepe sale peperoncino mentuccia

Setacciare la farina, aggiungere il sale, l’olio e l’acqua poco alla volta. Impastare per un po’ fino ad ottenere una pasta omogenea, coprirla con la pellicola e lasciarla riposare per mezz’ora A questo punto spianare tutta la pasta rendendola sottile formare delle tagliatelle di circa 5 mm di larghezza. Ogni tagliatella va poi arrotolata attorno allo spiedo di legno, spianata con i due palmi delle mani sul ripiano e poi sfilata delicatamente e messa ad asciugare su un panno coperto di farina. A questo punto andiamo a creare il condimento. Tagliare la melanzana a dadini piccoli, pelare il pomodoro e tagliarlo grossolanamente in una larga padella soffriggere l'aglio tagliato piccolino in un cucchiaio d'olio e subito dopo unire il tonno sgocciolato per bene io di solito uso il tonno fresco ma devo dire che anche con il tonno in scatola il risultato non e' niente male l'importante e' che sia un tonno di qualita'. Unire al tonno il pomodoro a pezzi e piano piano insaporire con parte del fumetto di pesce. Salare, pepare e unire il peperoncino

8

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Nel frattempo friggiamo le melanzane. Non appena la pasta e' piuttosto al dente la scoliamo e le facciamo continuare la cottura in padella con il condimento aggiungendo di tanto in tanto il resto del fumetto, la mentuccia e una spolveratina di bottarga e solo alla fine uniamo le melanzane Amalgamiamo il tutto e il gioco e' fatto non ci resta che impiattare e spolverare ancora con un po' di bottarga

9

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Cappellini Galletti e ricotta
http://coookingtherapy.blogspot.com/2011/11/cappellini-galletti-e-ricotta.html

Ingredienti per 2 Persone (abbondanti) Per la Pasta 2 hg di Farina 00 2 Uova Un pizzico di Sale Per il ripieno 3 hg di Galletti 80 g di Ricotta 1 Uovo 2 Cucchiai di Parmigiano 1 Cucchiaino di Prezzemolo tritato 1 Spicchio d'aglio Olio Evo,Sale e Pepe qb

Si inizia preparando la pasta. Su una spianatoia setacciare la Farina a fontana e porvi al centro le uova sgusciate e la presa di sale. Iniziare sbattendo le uova con una forchetta, incorporando piano piano la farina. Poi con le mani impastare bene con forza, tirando la pasta fino ad ottenere un bell'impasto liscio e omogeneo (almeno per 15 minuti). Formare quindi una palla e metterle a riposare sotto un canovaccio umido per 1 ora. Intanto preparare il ripieno. Pulire i funghi dal terriccio, e se necessario passarli sotto l'acqua fredda e scolarli bene. In una padella far dorare lo spicchio d'aglio in 2 cucchiai d'olio. Tagliare i funghi grossolanamente e saltarli, fino a che non avranno perso tutta l'acqua di vegetazione. Salare e pepare. A fine cottura aggiungere il prezzemolo, saltare ancora qualche minuto e poi lasciar raffreddare.
10

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tritate finemente i funghi e in una terrina uniteli alla ricotta, all'uovo e al parmigiano, mescolando bene, fino ad ottenere il ripieno omogeneo. Se necessario aggiustate di sale la preparazione. Passato il tempo di posa della pasta non resta che tirarla con la macchina a monovella, ma se volete potete anche farla a mano col mattarello. Dividere la palla in 4 parti e iniziare stendendola del massimo spessore sulla vostra macchina, ripiegandola si se stessa e ripassandola più volte, finche non sarà perfettamente liscia. Quindi iniziate a diminuire lo spessore fino a quello desiderato (in questo caso ho lasciato alla penultima tacca). Ora fare dei dischetti con la sfoglia ottenuta con un coppapasta di 4,5 - 5 cm Mettere su ogni dischetto il quantitativo di un cucchiaino da caffè di ripieno. Coprire con un nuovo dischetto facento aderire bene i bordi, schiacciandoli bene con le dita. Per terminare i cappellini ho usato le punte di una forchetta per sigillare ulteriormente i bordi, semplicemente pigiandole sul contorno...dando anche un aspetto più accattivante alla nostra pasta ripiena. Ecco pronta la nostra pasta, ottima per il pranzo della Domenica, ma in realtà per tutte le occasioni, sia a pranzo che a cena. Io li ho conditi con un pesto di pinoli, ottenuto semplicemente tritandoli finemente e facendoli saltare in padella con una noce di burro... Ottimi!!!

11

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Casoncelli bergamaschi
http://provarepergustare.blogspot.com/2011/10/casoncelli-bergamaschi-in-toscana.html

Ingredienti per la pasta 300 g di farina 00 300 g di semola di grano duro 3 uova 1 tuorlo 1 cucchiaino di sale acqua q.b. per ripieno 230 g di pasta di salame 130 g di macinato scelto 120 g di pan grattato 1 uovo 150 g di grano padano 12 g di amaretti 10 g di uva sultanina Scorza di un limone

1 pera spadona 15 g di burro Sale e pepe q.b. condimento burro pancetta tesa salvia grana padano grattugiato

Preparate la pasta mettendo la farina a fontana sul tavolo da lavoro e mettere nel centro le uova il tuorlo e il sale e mescolate con l'aggiunta dell'acqua fino a ottenere un impasto sodo lasciate riposare la pasta per mezz'ora . nel frattempo in una padella antiaderente mettete il burro la pasta del salame e il macinato (se non trovate la pasta del salame sostituitela con l'impasto della salsiccia fresca) e unite la pera sbucciata e tagliata a cubetti piccolissima e lasciate cuocere a fuoco normale per 10-15 minuti circa... lasciate intiepidire .. sbriciolate gli amaretti finemente e tagliate anche l'uvetta finemente mettete in una ciotola il macinato cotto unite il pan grattato, gli amaretti e l'uvetta tritati, il grana padano grattugiato, l'uovo , la scorza del limone tagliata finemente una spolverata di noce moscato e infine il sale e pepe quanto basta ... mescolate il tutto per amalgamare bene ... tiriamo la sfoglia a 6mm e andiamo a ricavare dei dischi con un coppapasta di 6 cm al centro
12

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

di ogni disco mettiamo un mucchietto del ripieno fatto , chiudiamo i dischi a mezza luna e facciamo aderire bene i bordi con il pollice schiacciate leggermente al centro del ripieno e lasciate essiccare un pochino ... Un una padella facciamo sciogliere la giusta quantità di burro che servirà per condire uniamo la pancetta a cubetti e la salvia facciamo cuocere anzi dorare la pancetta e il burro , lessiamo i nostri casoncelli e saltiamoli per qualche minuto nella padella con il burro servite spolverati con grano padano e buona appetito ... P.S. con questi ingredienti mi sono venuti 160 casoncelli dove ho fatto un bel sacchettino e li ho congelati per la prossima impiattata.

13

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Casoncelli alla scamorza e melanzane
http://atuttacucina.blogspot.com/2011/09/casoncelli-alla-scamorza-e-melanzane.html

Ingredienti 300g farina OO 4 uova 70g prosciutto crudo tritato 30g pangrattato 100g grana grattugiato 280g scamorza grattugiata 300g melanzane a dadini 1 spicchio d'aglio 60ml passata di pomodoro Olio Sale pepe Allestire una pasta soda, liscia e compatta, manipolando a lungo la farina con 3 uova, fimchè si sarà formato un composto elastico; avvolgerlo in pellicola e lasciare riposare per 30 minuti. Nel frattempo preparare il ripieno, riunendo in una terrina il prosciutto crudo con il pangrattato, 60g di grana, la scamorza e l'uovo, amalgamando bene il tutto. Tirare la pasta in sfoglie sottili, e con un coppapasta smerlato, del diametro di 8cm, ricavare tanti dischi. Mettere al centro di ogni disco di pasta un mucchietto di ripieno e ripiegare i dischi, ottenendo tante mezzelune, sigillando bene i bordi. Adagiare man mano i casoncelli su un tovagliolo infarinato e lasciarli riposare per 20 minuti. Rosolare le melanzane con l'aglio, in 3 cucchiai d'olio per 5 minuti; eliminare l'aglio, unirvi la passata di pomodoro, salare, pepare, coprire e proseguire la cottura a fiamma bassa, per 15 minuti. Lessare in abbondante acqua bollente e salata con l'aggiunta di 2 cucchiai d'olio, i casoncelli per 4 minuti, scolarli, passarli nella pentola con il condimento e spadellarli delicatamente. Impiattare i casoncelli, distribuirvi il grana rimasto e servirli subito.

14

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Cavatoli e tacchie
http://blog.giallozafferano.it/paciulina/2011/09/cavaioli-e-tracchie/

Ingredienti per 8 persone Per la sfoglia 500 g di farina tipo 0 3 uova acqua q.b. sale q.b. Per il ripieno 500 g di ricotta asciutta 2-3 uova 1 cucchiaio di prezzemolo tritato sale q.b. Per il sugo di pomodoro con le tracchie 500 g di tracchie di maiale 1 l di passata di pomodoro 1 cipolla 4 cucchiai di olio extravergine di oliva sale q.b.

Mettete la farina a fontana sulla spianatoia, unite una presa di sale e le uova; amalgamate gli ingredienti, unendo anche un po’ d’acqua tiepida e lavorate fino a ottenere una pasta elastica. Fatene un panetto e lasciatela riposare per mezz’ora. Nel frattempo, in una casseruola fate appassire la cipolla con l’olio, unite i pezzi di tracchie e rosolate bene. Aggiungete la passata di pomodoro, regolate di sale e fate cuocere il sugo per circa 1 ora aggiungendo un mestolo d’acqua se c’è bisogno. In un recipiente schiacciate la ricotta con la forchetta, aggiungete le uova sbattute, il prezzemolo e il sale, mescolate bene e lasciate da parte. Stendete la pasta in una sfoglia sottile, mettete su un lato il ripieno a mucchietti, copriteli con la pasta rimasta libera e ritagliate i cavaioli. Lessate i cavaioli in acqua bollente salata, scolateli al dente e conditeli con il sugo preparato.
15

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Cicatielli
http://blog.giallozafferano.it/ciccioria/cicatielli-2/

Ingredienti 500 g di farina di grano duro 250 g di acqua

Questa pasta è impastata solo con acqua e farina. Disporre la farina a fontana sulla spianatoia, versare l’acqua nella cavità centrale e iniziare ad impastare,continuare a lavorare energicamente fino a formare un panetto. Si lascia riposare e dopo mezzora riprendere l’impasto e formare tanti lunghi bigoli di pasta dello spessore di 6-8mm. Schiacciare con la punta delle dita per formare un incavo otterrete così i cicatielli. Si possono condire in tanti modi io li preferisco in bianco con broccoli

16

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Cjarsons con asparagi selvatici e nocciole
http://unacheftranoi.altervista.org/2011/10/cjarsons-asparagi-selvatici-nocciole/

Ingredienti per la pasta 200 gr di farina di grano duro 50 gr di acqua 50 gr di burro 10 gr di sale Ingredienti per il ripieno 250 gr di asparagi selvatici 50 gr di nocciole 1 mela 50 gr di ricotta cipolla sale pepe bianco noce moscata olio evo 1 uovo per spennellare

Per condire una noce di burro ricotta affumicata noce moscata

Fate sciogliere il burro nell’acqua e lasciatelo intiepidire. Impastate la farina con il sale e l’acqua con il burro e lasciate riposare l’impasto per una mezz’oretta. Nel frattempo preparate il ripieno. Fate rosolare un pò di cipolla tritata con un filo di olio e poi aggiungete gli asparagi selvatici. Cuoceteli fino a farli diventare morbidi. Aggiungete sale, pepe bianco, noce moscata, le nocciole tritate e la mela a pezzettini. Cuocete ancora per alcuni minuti dopo di che frullate con un minipimer il ripieno. Stendete la pasta sottile e formate dei dischi di 8 cm di diametro. Io ho usato il mattarello classico perchè purtroppo non ho la macchina per tirare la pasta… e di sicuro mi avrebbe semplificato le cose. Ponete al centro una bella noce di ripieno. Spennellate la circonferenza del disco con l’uovo sbattuto e piegate a metà. Fate delle pieghe sui bordi. Cuocete i cjarsons in acqua salata per alcuni minuti e serviteli con del burro, una grattuggiata di ricotta affumicata e una spolverata di noce moscata.
17

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

I Cjalsons, cucina friulana rivisitata in chiave vegana
http://la-cuoca-intollerante.blogspot.com/2011/10/contest-la-pasta-fatta-in-casa.html

Ingredienti per la pasta 100 grammi di acqua 100 grammi d burro di soia 400 grammi di farina 00 20 grammi di sale per il ripieno 4 patate lesse di medie dimensioni 400 grammi di spinaci aglio sape e pepe burro di soia o olio per saltare gli spinaci Per prima cosa preparare la pasta, sciogliere il burro di soia nell'acqua e lasciarlo raffreddare, poi impastarlo energicamente con la farina e il sale fino ad ottenere una palla di pasta liscia e senza grumi, lasciarla riposare una mezz'ora e intanto passare al ripieno. saltare in padella gli spinaci con un po' di aglio e mettere a lessare le patate, quando sono cotti amalgamare il tutto e frullare per ottenere un composto omogeneo. iniziare a tirare la pasta con la macchinetta, io sono arrivata fino allo spessore due, ma la prossima volta la farò più sottile perchè chiudendo i ravioli lo spessore è raddoppiato, comunque, tirare la pasta e tagliare delle forme rotonde, bagnare appena la pasta per facilitare la chiusura e chiuderli premendo bene, attenzione, se rimane aria poi scoppieranno in cottura (io sono riuscita a cuocerli tutti senza danni.. sono stata fortunata . Una volta chiusi li ho lasciati riposare su una teglia infarinata, così si sono seccati appena appena, poi ho fatto bollire l'acqua, li ho lessati per qualche minuto e li ho serviti con burro e salvia, come si vede dalla foto in fondo alla pagina. Mentre il giorno dopo, visto che sono avanzati, li ho fatti e conditi con del semplice sugo al pomodoro e basilico. ah, con la poca pasta avanzata ho fatto dei maltagliati (ovvero l'unico tipo di pasta che potevo fare assolutamente a caso) e ho condito anche quelli con il sugo, abbiamo mangiato tutti e due i piatti a pranzo, visto che i cjalsons erano pochi.
18

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Corzetti di farina di castagne al sugo di funghi
http://leceraseeimostaccioli.blogspot.com/search/label/CORZETTI%20AUTUNNALI%20DI%20FARI NA%20DI%20CASTAGNE%20AL%20SUGO%20DI%20FUNGHI

Ingredienti per 4 persone: 250 gr. di farina di castagne toscane 170 gr. di farina bianca 1 cucchiaio di olio EVO 150 ml di acqua tiepida un pizzico di sale fino e per il condimento: sugo di Funghi! Ingredienti per il sugo 500 gr. di funghi porcini 300 gr. di pomodori 100 gr. di burro 50 gr. di farina 100 ml di olio EVO una cipolla una carota una costa di sedano

uno spicchio d'aglio un ciuffetto di prezzemolo un pizzico di sale fino

In un tegame di medie dimensioni preparate un soffritto con olio, aglio, prezzemolo, cipolla, carota e sedano tritati. Lavate, pulite e tritate i funghi ed aggiungeteli al soffritto. A parte bollite i pomodori in acqua per qualche minuto, pelateli, tagliateli ed uniteli ai funghi e lasciate cuocere a fuoco basso. Dopo circa 20 minuti aggiungete il burro abbondantemente infarinato amalgamando con un cucchiaio di legno, infine aggiustate di sale e lasciate cuocere per altri 10 minuti circa.. Disponete sulla spianatoia le due farine a formare la classica fontana, poi a questa unite il pizzico di sale, l'Olio EVO, ed infine aggiungete poco a poco l'acqua tiepida, cominciando a raccogliere la farina prima con una forchetta e poi con le mani continuare ad impastare per dieci minuti, fino a che non otterrete un impasto liscio e consistente. Procedete a stendere la sfoglia, a piacimento potete utilizzare il mattarello o la sfogliatrice, fino a che non avrete ottenuto una sfoglia sottilissima, ma ricordate che se vorrete ottenere un risultato un pò più "rustico" potete lasciare la sfoglia leggermente più spessa.
19

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ora che la sfoglia ha raggiunto lo spessore ideale per i vostri gusti personali utilizzate la parte convessa dello stampo dei corzetti per "coppare" la pasta fresca. ed ottenere così tanti piccoli dischetti di pasta, ora ponete il dischetto di pasta sopra il primo stampo, poi con l'altra parte dello stampo esercitate una discreta pressione, in modo tale da stampare i corzetti su entrambi i lati. Quando avrete finito di "stampare" tutti i corzetti, fateli riposare su un telo di cotone o per 2 ore, girandoli di tanto in tanto. A questo punto potete procedere con la cottura, cuocete i corzetti in abbondante acqua salata, e mescolate spesso con un cucchiaio di legno per impedire che si attacchino tra di loro, poi lasciate cuocere per circa 12/15 minuti, infine scolateli delicatamente con una schiumarola e conditeli a strati direttamente nel piatto.

20

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Culurgiones continentali
http://lattefiele.blogspot.com/2011/10/culurgiones-continentali.html

Ingredienti Per la pasta 300 gr farina di semola di grano duro 150 ml acqua 5 gr olio 5 gr sale Per il ripieno 800 gr patate 300 gr pecorino fresco 30 gr olio EVO 1/2 spicchio d'aglio 10 foglie di menta In sintesi, il procedimento prevede per la sfoglia un impasto con farina di grano duro, acqua, sale e olio. Non avendo macchinette tipo nonna papera, l'ho tirata a mano. Serve un po' di sciroppo di gomito... ma si può fare ! Per il ripieno, ho cotto a vapore le patate. Una volta fredde, le ho frullate con pecorino grattugiato, olio, sale, aglio e menta. Infine ho tagliato la pasta con un coppapasta e ho affrontato l'impegnativa chiusura a spiga, seguendo un video tutorial su you tube. Il tutto con risultati probabilmente inguardabili con occhi sardi, tuttavia moderatamente dignitosi da una prospettiva continental-padana. Dopo la cottura in abbondante acqua salata (lasciar bollire ancora qualche minuto da quando vengono a galla), vanno conditi con un sugo semplice: pomodoro, cipolla e basilico. Altro pecorino a spolvero. Due precisazioni mi sento di fare: il coppapasta deve essere da 8cm, non più piccolo; inoltre la farina di semola di grano duro deve essere proprio farina (non semola rimacinata).

21

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Fagottini ripieni
http://paneeolio.blogspot.com/2011/09/fagottini-ripieni.html

Ingredienti Per la pasta 300 gr di farina 3 uova Per il ripieno 100 gr di pane grattato 200 gr di parmigiano grattato 100 gr di prosciutto cotto macinato 2 uova olio di semi q.b. 1 mestolo di brodo bollente 50 gr di burro 1 porro

Impasta la farina e le uova formare una palla e lasciar riposare. Scottate il pane grattato col brodo bollente, è un passaggio molto importante xè cosi il ripieno non uscirà dalle mezze maniche. poi unire il parmigiano, il prosciutto, le uova e amalgamare bene il tutto. Stendete la sfoglia io l'ho fatta a mano ma si può usare la macchinetta e poi ne ricavare delle strisce le riepite come da foto e arrotolate bene stretto cosi che l'aria esca fuori, poi tagliate le mezzemaniche più o meno di un cm. Buttarli in acqua salata bollente , sono pronti come i gnocchi quando vengono a galla. Vedrete che se scottate bene il pangrattato il ripieno rimarrò dentro. Far sciogliere il burro in una padellina e farci rosolare il porro tagliato a rondelle oppure la salvia come preferite voi.

22

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Farfalle fresche con ragù bianco di pesce, capperini e timo di Provenza
http://leleganzadelpolpo.blogspot.com/2011/09/farfalle-fresche-con-ragu-bianco-di.html

Ingredienti per 2 piatti abbondanti Per la sfoglia 2 uova 200 g di farina 00* Per il condimento 250 g di polpa di pesce bianco** 1 cucchiaio raso di capperini 1 scalogno Timo essicato della Provenza (va bene anche l'italiano) Sale Olio extravergine di oliva Vino bianco secco Impastate le uova con la farina, lavorare a lungo e lasciare riposare in frigorifero per almeno 30 minuti, mettere a bagno i capperini. Trascorso il tempo di riposo, tirare la sfoglia fino a raggiungere lo spessore desiderato. Tagliare la sfoglia in rettangolini, pizzicare i bordi più lunghi e poi unire bene le due increspature perchè non si aprano durante la cottura. Fate appassire lo scalogno finemente tritato in due cucchiai d'olio, fate saltare il pesce tagliato a cubetti, dopo 2 minuti spruzzate con il vino bianco, lasciate evaporare e salate, aggiungete i capperini dopo averli sciacquati e asciugati. Intanto cuocete la pasta in abbondante acqua salata, essendo fresca basteranno 3-4 minuti, il tempo esatto perchè anche il sugo sia pronto. Fate saltare tutto in padella, aggiungete il timo e servite nei piatti aggiungendo un filo di olio extravergine a crudo.
*(se tirate la sfoglia con la macchinetta, potete mischiarla a farina 0, in questo modo risulterà più ruvida e simile al passaggio con il mattarello) **(avevo già in casa della gallinella e della coda di rospo, ma si può usare qualsiasi pesce)
23

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocculi Siciliani con salsa fresca di pomodoro
panzaepresenza.blogspot.com/2011/10/i-gnocculi-siciliani-con-salsa-fresca.html

Ingredienti 350 g di semola rimacinata di grano duro siciliano 350 g di semola di grano duro 250 ml di acqua 2 uova intere 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva sale q.b. Per la salsa fresca di pomodoro pomodoro rosso da salsa cipolle olio extravergine d’oliva sale e zucchero

basilico fresco Inoltre: parmigiano grattugiato Concentrato di pomodoro

Di solito la pasta all’uovo si fa con un uovo ogni 100 g di farina ma se non si vuole esagerare con le uova ricordarsi che un uovo medio corrisponde a 50 ml di acqua per cui faccio un esempio: 500 g di semola + 5 uova 500 g di semola + 2 uova + 150 ml di acqua (si tolgono tre uova e si aggiungono 150 ml di acqua…cioè 50 ml per ogni uovo tolto) Con questo calcolo non mi è mai venuto nè un impasto troppo duro da lavorare nè troppo morbido. Sicuramente lo sapevate!! Versione bimby: Inserire tutti gli ingredienti nel bimby e fare andare per due minuti a velocità spiga. Raccogliere l’impasto a palla. Ora non resta che fare riposare la pasta,coperta da uno strofinaccio,una ventina di minuti. Versione senza il bimby: Su una tavola di legno (tavulere in siciliano) mettere i due tipi di semola,fare una conca al centro e rompere le uova,versare l’olio,il sale ed un pochino di acqua….iniziare ad impastare unendo, pian piano, tutta l’acqua necessaria.
24

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Come ho detto sopra ho aggiunto due cucchiaini di concentrato di pomodoro ad una parte di impasto. Ora è il momento di procedere alla formazione degli gnocculi Prelevare alcuni pezzettini di impasto e prepararsi dei lunghi rotolini abbastanza sottili Poggiare sopra il rotolino le punte di 8 dita (i due pollici li lasciamo riposare,stanno solo a guardare!!!) e,strisciando verso il basso,incavarli formando quindi dei solchi (buchetti) sul rotolino…..questi sono i gnocculi. Tagliare con un coltello (o spezzare manualmente la pasta) ottenendo pezzettini di pasta della lunghezza di un dito.(questa volta uno e non otto) Mettere la pasta incavata su di un tavolo infarinato e proseguire fino ad esaurimento impasto.(io non ho proseguito fino alla fine in quanto ho pensato bene di lasciare un pò di impasto per fare un’altra cosetta che poi,in un altro post,vi farò vedere). Riposare la pasta per farla seccare un pò. Cuocerla in acqua bollente con l’aggiunta di due cucchiai di olio (l’olio serve a non fare attaccare la pasta fresca durante la cottura). NB: i gnocculi si possono congelare per poi buttarli in acqua bollente ancora congelati. Per la salsa fresca al pomodoro Lavare i pomodori, tagliarli a metà e ,prima di metterli in un largo tegame,spremerli al fine di togliere l’acidità. Aggiungere cipolla tagliata grossolanamente ed abbondanti foglie di basilico. Mettere il coperchio al tegame e fare cuocere a fuoco lento. Dopo questa prima cottura procedere a passare il pomodoro con un passa pomodoro. Mettere la salsa ottenuta in un tegame pulito,aggiungere dell’olio extravergine d’oliva,sale,qualche cucchiaino di zucchero,altro basilico spezzettato e rimettere sul fuoco a cuocere la salsa. Appena è ben ristretta spegnere. Non faccio il soffritto di cipolla ma la salsa viene ottima lo stesso.

25

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Maccheroncini
http://buonumoreincucina.blogspot.com/2011/11/la-mia-prima-voltacon-la-pasta-fresca.html

Ingredienti x 8 Per la pasta 500 gr. di semola di grano duro rimacinata (più altra per lavorarla sulla spianatoia) 1 uovo intero un pizzico di sale 200 gr. di acqua Per il sugo 2 cespi di indivia belga 3 zucchine tenere 1 cipollotto fresco 50 gr di speck tagliato sottile una manciata di mandorle spellate

meno di mezzo bicchiere di vino bianco basilico fresco romano grattugiato e un po’ a scaglie olio extra vergine di oliva, sale pepe q.b

Per la preparazione della pasta fresca. Mettere in una ciotola la farina mescolata con il sale, l’uovo e l’acqua ed iniziare a mescolare bene. Una volta amalgamati gli ingredienti passateli su un piano da lavoro con altra farina e proseguite a lavorare l’impasto fino a farlo divenire sodo e compatto. Procedere quindi con la preparazione della pasta scelta. Io ho iniziato, come già ampiamente spiegato all’inizio, sperando di fare dei maccheroni al ferretto che poi sono divenuti, per necessità, maccheroncini alle manine: in pratica ho preso un po’ di pasta per volta, ho formato dei piccoli cilindretti da cui, piano piano ho creato dei filoncini sottili che ho poi arrotolato, a mo’ di caramelle, con le mani. Le ho poi messe ad asciugare un po’ su dei vassoi spolverati sempre con farina per non farli attaccare. Con la pasta in eccesso ho fatto anche degli gnocchi e delle tagliatelle, inutile suggerirvi il procedimento, di sicuro sarete tutti/e più bravi/e di me!! Per la preparazione del condimento
26

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ho messo a scaldare, in una padella. dell’olio evo, ho poi versato il cipollotto e l’ho fatto stufare con un po’ di acqua. Quindi ho aggiunto lo speck e l’indivia, precedentemente lavata e tagliata sottile. Ho aggiunto un goccio di vino bianco, l’ho fatto sfumare ed ho aggiunto, un attimo prima di spegnere il fuoco, le zucchine grattugiate, ho salato e pepato. Nel frattempo ho frullato in un miniper un po’ di condimento con delle mandorle, un goccio di olio evo e del basilico, fino a creare una crema che ho unito al condimento. Ho messo quindi a cuocere in acqua bollente e salata i maccheroncini li ho scolati al dente e li ho fatti saltare, con un po’ della loro acqua di cottura, nella padella con il sugo. Ho servito con del romano grattugiato, del pepe e del basilico fresco. E il profumo prima e l’ottimo sapore dopo ci hanno estasiato… insomma, nonostante l’inizio incerto, alla fine c'ho che conta è sempre il risultato, non credete?

27

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Maccheroncini di castagne con salsiccia della Spisni
http://zuccherofarina.blogspot.com/2011/11/maccheroncini-di-castagne-con.html

Ingredienti Per la pasta 200 g di farina bianca 200 g di farina di castagne molino rossetto 1 cucchiaino di bicarbonato 300 ml di acqua ( io ho impastato con il kenwood e mi è servita molto meno acqua, l'ho aggiunta gradatamente) Per il condimento 300 g di salsiccia di suino 1 rametto di rosmarino sale e pepe 1/2 bicchiere di vino bianco parmigiano ( io non l'ho messo)

Preparare la pasta lasciando riposare l'impasto per 30 minuti. Io non l'ho fatto in quanto usando il ken l'impasto deve avere una diversa consistenza, non soda ma a briciole. Io poi ho realizzato dei maccheroncini anzichè gli strozzapreti. Preparare il sugo cuocendo la salsiccia con il vino bianco, aggiungere il rosmarino, il sale ed il pepe. Parmigiano a piacere. A noi sono piaciuti molto, una nota: la pasta si cuoce in frettissima.

28

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Maltagliati ai ceci
http://franca-lagiostradellavita.blogspot.com/2011/10/maltagliati-ai-ceci.html

Ingredienti Per i maltagliati 200 gr di farina di grano duro rimacinata 1 uovo sale acqua q.b. Per i ceci 250 gr di ceci secchi 1 costa di sedano piccola 1 carota 1 cipolla piccola 5 pomodorini 2 ciuffi di prezzemolo olio evo sale

Mettere a bagno i ceci la sera prima di cuocerli in acqua con un cucchiaino di bicarbonato. Il giorno seguente scolare i ceci, sciacquarli e condirli con tutti gli ingredienti. Mettere in pentola a pressione e calcolare circa 30 minuti dall'inizio del fischio. Impastare la farina con l'uovo e il sale e aggiungere l'acqua poco alla volta fino a raggiungere la consistenza ottimale. Quindi stendere la pasta e tagliarla con una rotellina o un tagliapizza senza far caso alla forma. Infarinate la sfoglia prima di tagliarla, così non si attaccherà alla rotellina. Quando i ceci saranno cotti, “buttate” i maltagliati direttamente dentro la zuppa ottenuta e cuocete per circa 6 minuti. Condite con un filo d'olio a crudo e servite.

29

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Malfatti di zucca
http://ricettelle.blogspot.com/2011/10/malfatti-di-zucca-per-il-contest-di.html

Ingredienti 600 g di zucca napoletana 150 g di farina 00 1 uovo piccolo Noce moscata Sale pepe Ho proceduto così: ho cotto circa 600 g zucca napoletana in microonde, in un recipiente apposito e con un dito orizzontale d' acqua, poi ho frullato la zucca e l' ho lasciata asciugare, mescolando spesso, in una padella anti- aderente, sul fuoco medio. Ho abbattuto la temperatura e poi ho rifrullato circa 300 g crema di zucca con 150 g farina 00, 1 uovo piccolo, noce moscata, sale e pepe. Ho posto una pentola larga sul fornello con abbondante acqua e, a bollore, ho salato l' acqua e alzato la fiamma. Ho lasciato cadere strisce di impasto dalla sac-a-poche direttamente nell' acqua bollente, e, a parte, ho portato il burro quasi a colore nocciola, con due foglioline di salvia. Avevo disposto accanto al fornello una teglia in cui versare la pasta man mano che venisse a galla, per cui ho sgocciolato col ragno e via così per tre o quattro volte. Ho alternato pasta, burro, Parmigiano grattugiato. A fine cottura, ho mantecato nella teglia con Parmigiano grattugiato e scagliettine di caciocavallo podolico. Ho servito, unendo a parte altro formaggio.

30

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Maltagliati bianco verde con ragù in bianco e noci
http://ilpiaceredelpalato.blogspot.com/2011/10/maltagliati-bianco-verde-con-ragu-in.html

Ingredienti Pasta Bianca 100g farina x pasta fresca e gnocchi 1 uovo 1 filo d'olio extra vergine Pasta agli Spinaci 150g farina x pasta fresca e gnocchi 1 uovo 30g spinaci Ragù in bianco 400g macinato misto ( manzo / maiale ) olio d'oliva extra vergine qb 1 carota

1 gambo sedano 1 cipolla sale / pepe qb 1/2 bicchiere vino bianco 100g ricotta una manciata si noci tritate

Lessare gli spinaci e poi strizzarli bene e tritarli . una volta freddi fare l'impasto , formare un panetto e lasciate riposare 30 minuti. Impastare la pasta bianca e fare un panetto , mettete a riposare 30 minuti. trascorso il tempo prendete la pasta e la stendete poi ritagliate in modo non regolare . Nel frattempo preparate il ragù. Mettete il macinato in una coppa e versate il vino. In un tegame mettete un po di olio a scaldare e poi versate sedano carota e cipolla tritate finemente, cuocete a fuoco basso per 5 minuti. A questo punto versate tutto il contenuto della coppa macinato e vino e mescolate il tutto alzando la fiamma per qualche minuto , il tempo da fa evaporare il vino. Abbassate e lasciate cuocere solo verso la fine aggiustate di sale e pepe. Cuocete la pasta in acqua bollente salata e come sale a galla la lasciate ancora per qualche momento poi la scolate. Poco prima di scolare prendete un po di acqua dove la mescolate in una coppetta con la ricotta. Versate la pasta nel ragù , mescolate , versate la ricotta e mescolate ancora. Mettete nel piatto e sopra ci mettete un po di noci.
31

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Maltagliati di farro con funghi e pesto di noci
http://idolcinellamente.blogspot.com/2011/10/intermezzi-salati-maltagliati-di-farro.html

Ingredienti (per 4 porzioni) Per la pasta 200 g di farina di farro 200 g di farina 00 un cucchiaio d' olio 4 uova intere un pizzico di sale Per il condimento 500 g di funghi misti uno spicchio d' aglio 4 cucchiai d' olio sale e pepe q.b. Per il pesto 70 g di noci sgusciate qualche foglia di prezzemolo due cucchiai d' olio

Sulla spianatoia formare con la farina una fontana, mettere al centro le uova leggermente sbattute, il cucchiaio d' olio, il sale e impastare bene il tutto. Formare una palla con l' impasto, coprire con un telo e lasciare riposare per 30 minuti. Nel frattempo preparare il condimento mettendo in una padella i 4 cucchiai di olio con lo spicchio d' aglio, scaldarlo leggermente quindi aggiungere i funghi puliti e tagliati o, come ho fatto io, utilizzare dei funghi misti surgelati. Cuocere per circa 15 minuti e togliere dal fuoco. Preparare quindi il pesto mettendo in un mortaio le noci con i due cucchiai di olio e il prezzemolo. Pestare grossolanamente il tutto e lasciare da parte. Trascorso il tempo di riposo riprendere l' impasto, dividerlo in due e stendere con il mattarello due sfoglie dello spessore di circa un paio di millimetri. Con un coltello tagliare delle strisce di circa due centimetri di larghezza che taglierete di nuovo a losanga della lunghezza di circa 5/6 cm o come preferite voi. Mano a mano che tagliate la sfoglia mettete i maltagliati su un
32

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

vassoio con la farina per evitare che si attacchino tra loro. Lasciare asciugare per almeno un' oretta quindi mettere a bollire abbondante acqua e cuocervi i maltagliati per circa 6/7 minuti. Scolare la pasta condire con i funghi, mantecare bene ed infine distribuire sopra il pesto di noci.

33

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Mezzelune d’autunno
http://incucinacongioia.blogspot.com/2011/10/mezzelune-dautunno.html

Ingredienti per la pasta: 300 gr. farina di semola 100 gr. di farina 00 3 uova sale acqua q.b. per il ripieno 350 gr. di burrata 300 gr. di speck sedano carota cipolla per il condimento 500 gr. di funghi misti

1 aglio prezzemolo sale pepe

Versate le farina sul tavolo da lavoro e predisponete la classica fontanella in cui sbatterete le uova amalgamandole pian piano alla farina, con l’aggiunta di un pizzico di sale e dell’acqua tiepida. Impastate fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo dopodiché formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e fate riposare in frigo per mezzora. A parte tritate sottilmente sedano, carota e cipolla e fate soffriggere in una padella con un filo d’olio. Aggiungete in seguito le fette di speck anch’esse tagliate grossolanamente. Fate cuocere per circa 20 minuti, poi passate velocemente nel mixer. Il composto deve rimanere alquanto grezzo. Predisponete la burrata in un piatto e utilizzate un po’ insieme al composto preparato per farcire le vostre mezzelune. Stendete la pasta, utilizzando mattarello e nonna papera, coppatela e ricavate dei dischetti che andrete a riempire e a chiudere a mezzaluna. Per il condimento: Versate in una padella un filo d’olio con uno spicchio d’aglio, fate soffriggere alcuni minuti e aggiungete i funghi misti. Salate, pepate e mettete una spolverata
34

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

di prezzemolo tritato. Fate cuocere per circa venti minuti. Per creare una salsina, addensate l’acqua rilasciata dai funghi in cottura, con delle noci di burro passate in farina. Mescolate bene e aspettate qualche minuto. Lessate le vostre mezzelune in acqua salata e conditele con il composto di funghi. Servite con una spolverata di parmigiano e prezzemolo. Un’idea nata dalla simbiosi di tre appassionati di buona cucina, un bel lavoro di squadra con un ottimo risultato finale ;-)

35

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Mezzelune alla quercia ripiene di pere e pecorino al profumo di pepe rosa
http://nuvoledifarina.blogspot.com/2011/10/mezzelune-alla-quercia-ripiene-di-pere.html

Ingredienti Per la pasta 200 gr di farina 00 2 uova di media grandezza 1 pizzico di sale 4 gocce di aroma di legno di quercia 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva Per il ripieno 300 gr di pere (io varietà William) 100 gr di pecorino grattugiato (io romano) 1 noce di burro Ho disposto sulla spianatoia la farina a fontana e al suo interno ho messo le uova, il sale, l'olio e le gocce di aroma, ho iniziato a sbattere le uova con la forchetta cercando di incorporare un po' alla volta il resto degli ingredienti; quando l'impasto è diventato troppo corposo ho proseguito impastando con le mani. Ho formato quindi un panetto che ho lasciato riposare per 15 minuti e nel frattempo ho preparato il ripieno. Ho tagliato le pere in tocchetti di grandezza simile, le ho messe in una padella con la noce di burro e le ho lasciate sul fuoco a fiamma media finché non sono risultate morbide; a questo punto le ho trasferite in un frullatore e le ho ridotte in crema; ho versato la crema in un piatto e vi ho versato il pecorino grattugiato e ho mescolato affinché il tutto si amalgamasse bene e il formaggio si sciogliesse un poco grazie al calore delle pere. non ho messo sale perché il pecorino è già un formaggio gustoso e saporito di suo. Se il composto dovesse risultare un po' acquoso va rimesso un attimo sul fuoco altrimenti le mezzelune risulteranno troppo bagnate all'interno Ho ripreso a questo punto la mia pasta, l'ho stesa non troppo sottilmente e con un coppapasta ho ritagliato dei dischetti, a me ne sono usciti 14 del diametro di 8.5 cm; ho messo la crema in un sac a poche e distribuito al centro dei dischi il ripieno. Ho chiuso dando la
36

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

forma di una mezzaluna, sigillando ben bene i bordi; infine ho fatto cuocere in abbondante acqua salata finché le mezzelune non sono venute a galla, sono bastati 4 minuti. Come condimento, avendo questo piatto un suo profumo, ho evitato di usare sughi corposi e/o troppo carichi nel sapore e ho usato: 20 gr di burro fuso, bacche di pepe rosa a piacere. ho messo il burro in un padellino e l'ho fatto sciogliere, ho versato le bacche di pepe rose e ho lasciato sul fuoco per 1 minuto per far prendere profumo al burro. Ho quindi versato sopra le mie mezzelune e portato in tavola

37

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Orecchiette al forno
http://blog.giallozafferano.it/cuinalory/orecchiette-al-forno

Ingredienti Per la pasta 400g. di semola acqua Per il condimento olio 200g. di macinato 1/2 cipolla 1l di passata di pomodoro sale basilico Inoltre 5 mozzarelle parmigiano

Innanzitutto facciamo le orecchiette, sulla spianatoia preparate una fontana con la farina…cominciate a versare acqua e impastate fino a che l’impasto risulta nè troppo duro nè appiccicoso. Quindi prendete un pezzo di impasto, fate un serpentone e cominciate a ricavarne le orecchiette.. A questo punto preparate un sugo. in una casseruola versate olio, carne macinata e cipolla tritata e fate rosolare. Quindi aggiungete la passata di pomodoro, regolate di sale e aggiungete il basilico. Fate cuocere per circa 1 ora. Cuocete le orecchiette in acqua salata, non ci vorrà molto, circa 5 minuti. versatele in una teglia da forno, versateci sopra il sugo e la mozzarella tagliata a dadini..cospargete con parmigiano e mettete in forno a gratinare.

38

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Passatelli alla contadina
http://lacucinadialice.blogspot.com/2011/10/passatelli-alla-contadina.html

Ingredienti per 3 persone 3 uova 80 gr di farina 00 antigrumi 80 gr di parmiggiano grattuggiato 80 gr di pangrattato 1 pizzico di noce moscata 1/2 limone sale olio e.v.o. 1 zucchina 1 melanzana 4 cucchiai di passata di pomodoro 2 funghi champignon 1/2 cipolla Rompere le uova in un recipiente capiente e sbatterle bene con una forchetta Aggiungere il pangrattato e il parmigiano ed amalgamare Aggiungere la farina, la noce moscata, la scorza di limone grattuggiata e un pizzico di sale. Amalgamare bene con le mani un pò umide e formare una palla. Prendendo un pò di impasto alla volta pressarlo con l'apposito ferro. Tagliare i passatelli con un coltello a 4-5 cm di lunghezza.Se non cuocete subito i passatelli spolverateli con poca farina. Preparate il sughetto: tagliate cipolla, zucchina, melanzana e funghi a pezzetti e mettete in padella con 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva. Aggiungete la passata di pomodore e 172 bicchiere di acqua a temperatura ambiente. Lasciate cuocere a fiamma bassa per 20-25 minuti, girando spesso. Cuocete i passatelli in abbondante acqua salata...sono pronti in 7-8 minuti. Scolate, condite con il sughetto di verdure e servite!!!

39

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Pierogiruskie- Mezzelune ripiene con patate e ricotta
http://daleccarsiledita.blogspot.com/2011/10/pierogi-ruskie-le-mezzalune-con-il.html

Ingredienti per 50 pz Per l'impasto 0,5 kg di farina circa 300 ml d'acqua calda 1 cucchiaino di sale 2 cucchiaio d'oliva Per il ripieno 0,5 kg di patate 250g di formaggio tipo ricotta (meglio se un po' stagionata) 1 uovo 1 cipolla circa 2 cucchiai di burro

sale pepe finocchietto selvatico (oppure il prezzemolo)

Lessate le patate (meglio con la buccia che togliete dopo che le patate saranno cotte) e schiacciatele con lo schiacciapatate insieme con la ricotta. Tagliate la cipolla a pezzi piccolini e poi rosolatela lentamente con il burro finché sarà morbida (state attenti che non si bruci). Mescolate le patate, la ricotta e la cipolla, aggiungete il uovo, sale, pepe e finocchietto selvatico tagliato finemente. Preparate l’impasto per la pasta seguendo la mia ricetta (clicca qui). Stendetela con il matterello e tagliatela con la coppapasta oppure con un bicchiere (gli avanzi verranno recuperati rimpastandoli). Potete fare questa pasta anche con la forma diversa p.es. ravioloni (ma secondo me le mezzalune sono più buone). Distribuite con un cucchiaino il ripieno sulla sfoglia, quindi chiudete bene i bordi della 'mezzaluna' con le dita e mettetela su un telo, coprite bene finché non le cuocete. Pierogi (mezzalune) sono pronte per la cottura. Cuocetele in abbondante acqua salata per circa 10 min.( finché non salgono sù). Condite a piacere. Io vi consiglio il burro fuso oppure la panna acida senza cucinarla (come è nella ricetta originale).

40

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Pizzoccheri di Teglio
http://saporiinconcerto.blogspot.com/2011/11/pizzocheri-di-teglio.html

Ingredienti 400 gr farina di grano saraceno 100 gr farina bianca 200 gr burro 250 gr formaggio Casera 200 gr formaggio grana 200 gr verza 250 gr patate 1 o 2 spicchi di aglio pepe nero q.b. Lavate la verza e tagliatela a listarelle non troppo sottili . Pelate le patate e tagliatele a tocchetti . Tagliate il formaggio a dadini . Se non doveste trovare il Casera , sostituitelo con del formaggio tipo latteria . Mescolate le due farine e impastarle per 5 minuti con acqua in misura tale da ottenere un panetto morbido ma compatto. Con un mattarello tirate la sfoglia non troppo sottile , dalla quale ricavate delle lunghe strisce che andrete a infarinare e sovrapporre una sull'altra. Ricavate delle "tagliatelle" larghe circa mezzo centimetro. Allargateli sulla spianatoia facendo attenzione che non si attacchino l'uno all'altro. Portate a bollore una capiente pentola di acqua salata . Versate le verdure e dopo 5 minuti unite i pizzoccheri Nel frattempo fate imbiondire l'aglio nel burro . Dopo 10/15 minuti di cottura (assaggiate comunque la pasta ), raccogliete i pizzoccheri e le verdure con una schiumarola . Versate in una grande teglia , alternando i formaggi e il burro fuso fino alla fine degli ingredienti . Terminate con il burro fuso e una generosa manciata di pepe nero.

41

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Pizzoccheri Valtelinnesi
http://lacassataceliaca.blogspot.com/2011/10/pizzoccheri-valtellinesi.html

Ingredienti per 4 persone Tempo di preparazione: 30 min 300 gr. formaggi misti valtellinesi 3 patate 500 gr. di erbe verdi (spinaci, biete, verza) 2 spicchi aglio 1 cipolla 200 gr. burro 350 gr. pizzoccheri Buonissima ricetta tipica del nord Italia, ma con le verdure che abbiamo qui al Sud nessuno vieta di emulare. L'unica pecca è non trovare i classici formaggi valtellinesi tipo bitto, magnuca e toma, ma, come suggerisce il ricettario da dove ho preso la ricetta (Il cuocallegro), possono felicemente essere sostituiti con taleggio, fontina valdostana o Bel Paese. Io ho usato questi ultimi due. Ho apportato qualche modifica, usando farine senza glutine e non usando tutto quel burro :-) Ho pelato le patate, le ho tagliate a dadini e messo a bollire in acqua salata. Ho affettato finemente la cipolla (nel ricettario è specificato di soffriggerla assieme all'aglio in padella col burro) e l'ho fatta bollire con le patate. Mentre cuocevano ho impastato velocemente la pasta per i pizzoccheri, una specie di maltagliati rustici. Ho usato la farina di grano saraceno senza glutine e la farina Agluten per pane senza glutine in proporzione di 2 a 1 (es. 100 gr. grano saraceno, 50 gr. farina bianca). Ho usato l'acqua che serviva per ottenere un impasto liscio e morbido che ho steso col mattarello e tagliato in maniera irregolare. Ho lavato e tagliato le biete e le ho aggiunte insieme ai pizzoccheri nella pentola con le patate. Cuociono presto e quindi 6/7 minuti dopo erano pronti. Ho versato qualche ricciolo di burro sul fondo di una terrina, ho adagiato un primo strato di patate, biete e pizzoccheri ben scolati, li ho coperti con i formaggi a dadini, qualche ricciolo di burro e ancora uno strato di pasta e verdure, poi formaggi, infine un ultimo strato terminando coi formaggi e il burro. Ho messo la terrina nel forno a 180° per 8 minuti circa e ho servito quasi subito. Magnifica!!
42

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli al cacao con gorgonzola e pere
http://unastellatraifornelli.blogspot.com/2011/10/ravioli-al-cacao-con-gorgonzola-e-pere.html

Ingredienti per 4 persone 100 gr farina 00 100 gr farina di grano duro 2 uova 1 pizzico di sale 20 gr di cacao amaro per il ripieno 1/2 pera 75 gr di gorgonzola dolce noce moscata per condire burro salvia grana padano

Preparare la pasta e farla riposare mezzora. Nel frattempo preparare il ripieno tagliando a pezzettini piccoli la pera, amalgamandola con il gorgonzola e la noce moscata. Far riposare in frigo fino al momento di riempire i ravioli. Ora viene il bello. Stendere la pasta con tutta la pazienza che avete, perchè il cacao rende la pasta particolarmente capricciosa, quindi andrà stesa molte e molte volte prima di avere una sfoglia perfetta. Io l'ho stesa con la macchinetta fino alla penultima tacca. Ci ho ricavato 30 ravioli dal diametro di 6 cm. Li ho riempiti con un cucchiaino di gorgonzola e pere e li ho chiusi e schiacciati con una forchetta. Come vedete, i ravioli sono molto bassi, perchè il sapore del gorgonzola è talmente forte, che anche se addolcito dalle pere, è meglio andare scarsi, altrimenti risulterebbero troppo stucchevoli! Cuocere in abbondante acqua salata e condire con semplice burro e salvia e abbondante grana padano grattugiato.

43

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli con Melanzane e formaggio
http://saparunda.blogspot.com/2011/10/ravioli-con-melanzane-e-formaggio.html

Ingredienti per 3 persone 300 g di farina OO Antigrumi 3 uova fresche 2 melanzane medie 1 spicchio d'aglio erbette fresche: basilico, prezzemolo, erba cipollina parmigiano reggiano olio extravergine d'oliva formaggio fresco tipo galbanino sale q.b

Cuocere le melanzane, precedentemente lavate e forate con i rebbi di una forchetta, in forno a 180°C per 45-60 minuti. Nel frattempo preparare la pasta fresca: disporre la farina a fontana, aggiungere le uova, un pizzico di sale e incominciare a impastare, fino a ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso. Coprire con un panno umido e lasciar riposare per un'oretta. Una volta cotte le melanzane, prendere la polpa e strizzarla, con l'aiuto di un panno, per rimuovere l'acqua in eccesso. Passarla poi al minipimer insieme alle erbette, allo spicchio d'aglio, al parmigiano e all'olio extravergine q.b. Stendere l'impasto abbastanza sottile (per i ravioli più è sottile la pasta, meglio è!) e formare delle strisce. Con un cucchiaino mettere un po' di composto di melanzane al centro delle strisce e aggiungere un cubettino di formaggio fresco. Richiudere le strisce e tagliare i ravioli, con una rotella o lo strumento apposito. Lessare i ravioli in abbondante acqua salata bollente per 5-6 minuti e condire a piacere. Io ho optato per un sughetto con il pomodoro fresco e basilico fatto da mia nonna!
44

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli con ripieno di robiola e spinaci
http://blog.giallozafferano.it/loscrignodisusy/ravioli-con-ripieno-di-robiola-e-spinaci/

Ingredienti per la pasta all’uovo: 2 uova 140 gr di farina OO 60 gr di semola rimacinata di grano duro per il ripieno: 1 robiolina 200 gr di spinaci lessati sale fino – noce moscata Rompete le uova intere in una ciotola dove avrete già messo la farina mescolata con la semola rimacinata, mescolate con una forchetta ed appena il composto lo permetterà iniziate ad impastarlo a mano. Continuate a tirarlo e ad impastare fino a che non otterrete una palla di pasta ben compatta e liscia. Se l’impasto fosse troppo tenero aggiungete un poca di farina, nel caso invece risultasse troppo duro inumiditelo con pochissima acqua. Appena avrete raggiunto il giusto risultato, tagliate un pezzetto di pasta e passatela tra i rulli della “nonna papera” con lo spessore sulla prima tacca ( lo spessore più grosso) piegate in tre la sfoglia e ripassatela tra i rulli fino a che non esca ben compatta e liscia. se risultasse appiccicosa, prima di ripiegarla spolveratela di farina. Quando uscirà liscia e compatta regolate di nuovo lo spessore stavolta sulla seconda tacca e ripassate la sfoglia; quella che ne uscirà sarà pronta per fare i ravioli, non fatela troppo sottile altrimenti rischiate che si strappi quando la chiuderete con il ripieno. Ora con una forchetta mescolate gli spinaci ben strizzati, raffreddati e tritati grossolanamente con la robiola, un pizzico di sale ed una spolverata di noce moscata; poi con un cucchiano da caffè prendetene delle piccole dosi e poggiatele sulla sfoglia all’uovo, distanziate fra di loro di un paio di cm. verso uno dei bordi, ripiegate la sfoglia nel senso della lunghezza andando a coprire il ripieno, con le dita premete i contorni vicini al ripieno facendo attenzione a far uscire l’aria e poi con la rotella dentellata tagliate il contorno dei ravioli. vi consiglio di tagliare la sfoglia in strisce non troppo lunghe in modo da poterla piegare e maneggiare con più facilità.
45

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

mettete i ravioli in un vassoio spolverato di semola e continuate fino ad esaurire il ripieno. al termine lessateli in abbondante acqua bollente salata e conditeli con panna e formaggio. i miei li ho conditi con la panna ai funghi davvero gustosa ma delicata allo stesso tempo. siccome era la mia primissima volta, io ho fatto l’impasto con tre uova e 300 gr di mix di farine,ed oltre ai ravioli, con la pasta che mi è avanzata ho fatto anche delle buonissime tagliatelle, che ho fatto seccare….……….e il giorno successivo ho condito con il classico ragù di carne.

46

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Raviolo aperto con orata
http://www.mytasteforfood.com/2011/10/ii-lezione-di-cucina-classica-e-il-mio.html

Ingredienti per 3 persone Per il ripieno: 1 orata 1/2 limone sale olio evo Per la pasta 250 gr di farina 00 2 uova 1 tuorlo d'uovo 1 cucchiaio di olio evo 1 pizzico di sale Per la salsa 250 ml di panna fresca 1 piccolo scalogno qualche foglia di basilico qualche foglia di prezzemolo sale e pepe

La pasta: passate a setaccio la farina, disponete al centro le uova, l'olio e un pizzico di sale e impastate, prima con l'aiuto di una forchetta e poi a mano fino a quando l'impasto sarà omogeneo. Nel caso in cui l'impasto fosse troppo compatto, aggiungete poca acqua. Lasciate riposare il panetto per mezz'ora in modo che perda elasticità. Mentre aspettate che la pasta riposi, occupatevi dell'orata che costituirà il ripieno del raviolo. Il ripieno: preriscaldate il forno a 200°, lavate l'orata e posizionate al suo interno una fettina di limone. Avvolgetela nella carta di alluminio e fate cuocere per 20 minuti. Riprendete la pasta e lavoratela con il mattarello e la macchina da pasta in modo da ottenere delle sfoglie di uguale misura e sottili. Lavate tre figlie di prezzemolo, posizionate ogni foglia su una porzione di pasta e richiudetela a libro. Ripassatela nel rullo e fatela cuocere in acqua
47

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

bollente e salata per i minuti necessari (dipende dallo spessore della pasta).Per tre persone vi servono in totale 3 porzioni con decorazione (per coprire il ripieno) e 3 senza decorazione (alla base del piatto). Per la salsa: fate cucinare la panna con lo scalogno tritato finemente fino a quando il liquido si sarà ridotto alla metà. Filtratelo attraverso un passino e aggiungete il prezzemolo e basilico tritati, salate e pepate leggermente. Per comporre il piatto: mettete un primo strato di pasta alla base del piatto, adagiatevi l'orata precedentemente privata di spine e leggermente salata, aggiungete un filo d'olio evo e coprite con la pasta decorata dalla foglia di prezzemolo. Condite con la salsa alle erbe e gustate subito. Per questa ricetta mi sono servita delle tecniche testate a scuola e della ricetta del manuale per la salsa alle erbe che mi piace tantissimo. Ho pensato di utilizzare l'orata perché è un pesce che a mio avviso si accompagna bene con il condimento a base di basilico e prezzemolo.

48

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli della mamma
http://blog.giallozafferano.it/incucinadaeva/ravioli-della-mamma/

Ingredienti per 4/6 persone: Per la pasta: - 4 uova medie - 400 gr di farina - un pizzico di sale Per il ripieno - 350 gr di ricotta - 1 ciuffo di prezzemolo - 50 gr di parmiggiano - 1 uovo fresco - sale qtb - noce moscata per il sugo - 500 ml di passata di pomodoro - 2 salsicce

- cipolla - olio di oliva extravergine - sale qtb - 1/2 bicchiere di vino bianco da cucina

Preparare un sugo con la cipolla soffritta e la salsiccia e sbriciolarla bene, unire il vino sfumare e continuare a sbriciolare la salsiccia, unire la passata di pomodoro e salare leggermente, coprire con un coperchio, cuocere per 40 minuti circa, girando ogni tanto.Sulla spianatoia versare la farina a fontana e unire all’interno le uova, salare e creare una palla, e lasciarla riposare.(personalmente per fare prima ho preparato la pasta nell’impastatrice e poi l’ho passata alla macchina della pasta manuale, anche se si possono fare tranquillamente a mano).Nel frattempo preparare la farcia, scolare la ricotta unire il prezzemolo lavato e tritato, unire il parmiggiano l’uovo e la noce moscata, salare e creare un composto omogeneo.Prendere la pasta e fare delle sfoglie sottili che andrete a farcire con mucchietti del composto di ricotta, create dei ravioli rotondi e poggiarli su un vassoio infarinato per bene, altrimenti si attaccano.Mettere a bollire l’acqua per la pasta.Quando bolle unire i ravioli e cuocerli per qualche minuto, i ravioli freschi cuociono molto velocemente, di solito quando risalgono sopra sono cotti. Unire i ravioli in un recipiente grande col sugo e servire caldi con una spolverata di parmiggiano.
49

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli di burrata ai peperoni e zucchine
http://www.golosando.net/2011/10/ravioli-di-burrata-ai-peperoni-e.html

Ingredienti per 4 persone per la pasta 2 uova 2 tuorli 300 gr di farina bianca 00 2 cucchiai di semola sale per il ripieno una burrata fresca timo fresco sale e pepe per il condimento 1/3 di peperone rosso ed 1/3 di peperone giallo

2 zucchine 1 scalogno olio evo vino bianco

Preparate la pasta avvolgetela nell pellicola trasparente e fate la riposare mezz'oretta. Intanto frullate la burrata ed aggiungete il timo, il sale ed il pepe. Tagliate i peperoni a dadini Tirate la sfoglia e disponete i mucchietti di ripieno; con l'apposito attrezzo formate i ravioli In una padella stufato lo scalogno tritato nell'olio ed aggiungetevi i peperoni. Cuocete per 5 minuti ed unite la parte verde delle zucchine tagliata a julienne. Salate e sfumate con il vino bianco. Cuocete con il coperchio. Bollite i ravioli per due minuti e saltateli in padella con la salsa . La ricetta suggerisce un'alternativa per il ripieno: gorgonzola dolce ed un trito di cipolla soffritta. A voi la scelta!!

50

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli di melanzane grigliate e provola su dadolata di pachino
http://www.laromadelcaffe.com/2011/09/ravioli-di-melanzane-grigliate-e.html

Ingredienti per circa 60 ravioli (4 persone) Per la pasta 4 uova 200 gr farina 00 200 gr semola di grano duro 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva Per il ripieno 250 gr provola 1 melanzana 2 cucchiaini olio extra vergine di oliva sale e pepe e prezzemolo Per il sughetto 250 gr pomodori pachino 1 carota

1 costa di sedano 1 cipolla 4 cucchiai olio extravergine di oliva

Prima di tutto preparare la pasta fresca. Impastare le due farine con le uova, l'olio ed il pizzico di sale fino a formare una palla. Conservare in frigo per circa 30 min. Preparare il ripieno. Tagliare la melanzana a fettine di circa 1 cm di spessore. Grigliare le fettine su una piastra bollente. Far raffreddare. Tagliare la provola a tocchetti e frullarla. Frullare anche le melanzane grigliate e unire i due composti. Aggiungere l'olio, un pò di sale, pepe e del prezzemolo tritato. Riprendere la pasta dal frigo, e stenderla in una sfoglia sottile e su metà mettere dei mucchietti di composto. Chiudere la pasta con l'altra metà e tagliare i ravioli con un tagliapasta. Preparare quindi il sughetto. Soffriggere nell'olio la carota, il sedano, la cipolla. Unire i pomodori pachino tagliati anch'essi a dadini. Cuocere per circa 10-15 minuti. Lessare quindi i ravioli in acqua bollente salata per circa 15 minuti. Condirli con il sughetto.

51

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli di patate alla zucca e bufala con pesto verde
http://lacucinadimamma-loredana.blogspot.com/2011/10/ravioli-di-patate-alla-zucca-e-bufala.html

Ingredienti Per la pasta dei ravioli 300 gr di farina 1 kg di patate lesse Per la farcia 300 gr di zucca pulita 100 gr di caciotta di bufala Pesto verde 100 gr di rucola 20 gr di pinoli 20 gr di noci 10 ml vino bianco Mousse di ricotta ricotta fresca

panna fresca non zuccherata buccia di un'arancia buccia di un limone Condimento burro salvia fresca

Preparare l'impasto nel modo abituale (abituale per voi...per me ogni modo è sbagliato!!!) Versare la fontana sulla spianatoia e al centro le patate lessate e schiacciate , mescolare bene fino ad avere la consistenza voluta, cioè fino a quando l'impasto non sarà più appiccicoso, nell'eventualità unire altra farina. Nel frattempo pulire la zucca, tagliarla a fettine e posizionarla su un foglio di carta forno. Preriscaldare il forno a 180° e cuocervi la zucca per 30'. Al termine versare le fette di zucca in un frullatore, unire il formaggio a dadini e tritare fino ad avere un impasto omogeneo, non occorre aggiungere sale, se il formaggio è saporito. Stendere la pasta e versare un cucchiaino di farcia, ricoprire con altra pasta e ritagliare con una rotella dando la forma preferita, nel mio caso un raviolo tendente al rettangolo. Pesto verde. Frullare tutti gli ingredienti, unendo dell'olio EVO per avere la consistenza di una crema,regolare di sale.
52

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Mousse di ricotta. Lavorare a crema la ricotta con la panna, unire la buccia di arancia e limone a secondo del gusto personale, volendo aggiungere un pò di sale. Cuocere i ravioli per un minuto, scolarli e passarli in una padella con del burro e della salvia, farli saltare, eliminare la salvia, unire il pesto e un pò di acqua di cottura se occorre. Impiattare i ravioli e decorare con una quenelle di ricotta, decorare con un gheriglio di noce o con delle scorzette di limone e arancia.

53

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli di ricotta e speck con sugo di salsiccia e noci
http://guantonincucina.blogspot.com/2011/11/un-raviolo-con-gli-amicianzi-dueanzi.html

Ingredienti Per la sfoglia 6 uova 600 gr di semola di grano duro Per il ripieno Speck (tenete conto che ne ho usato quasi 2 etti) Ricotta - 500gr circa 1 Porro Per il sugo alla salsiccia cipolla salsiccia noci panna liquida Fare la fontana con la farina, al centro mettere le uova e sbatterle, unire un pizzico di sale e aggiungere piano piano la farina. Impastare tutto e quando sarà diventato un'impasto bella tondo ed amalgamato mettere a riposare per circa mezzora avvolta in una pellicola. Stendere a mano (o con l'apposita macchina!!) e con un coppapasta (se non avete quello giusto utilizzate un bicchiere) tagliare dei cerchi. Tagliare a fettine sottili il porro e metterlo a rosolare con un cucchiaio di olio. Quando è imbiondito aggiungere lo speck che avrete tagliato a listarelle. Una volta cotto fatelo raffreddare e poi passarlo al mixer per sminuzzarlo. Aggiungerlo alla ricotta, aggiustate di pepe e sale. A questo punto non vi rimane che assemblare il vostro raviolo mettendo al centro del tondo il vostro ripieno e poi procedete alla chiusura e i vostri ravioli saranno delle bellissime mezzelune! Fate soffriggere la cipolla tagliata a fette sottilissime, poi aggiungetevi la salsiccia e fate cuocere. Una volta che tutto è cotto tritare e sminuzzare finemente insieme a due o tre cucchiai di noci sgusciate poi aggiungete la panna. Portate ad ebollizione abbondante acqua salata, e cuocete un po' per volta i vostri ravioli che saranno pronti in pochi minuti....aggiungete il sugo...e il piatto è pronto!!!
54

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli ricotta e spinaci
http://vecchisapori.blogspot.com/2011/10/ravioli-ricotta-e-spinaci.html

Ingredienti 200 gr di farina 2 uova ( 1 a testa ) 1/2 kg di ricotta di pecora 1 kg di spinaci Sale noce moscata sugo d'umido parmigiano grattugiato

Mettere la farina sulla spianatoia a fontana e formare la buca, aggiungere le uova, una presa di sale, e iniziate a impastare fino a formare una pasta omogenea.Stendete con il mattarello una sfoglia di circa 1 cm. Lavate bene gli spinaci e lessateli in una capace pentola con 2 dita di acqua e un pò di sale grosso. Scolateli e tritateli grossolanamente con le mani. In una terrina mettete la ricotta e gli spinaci tritati, 3 cucchiai di parmigiano, una presa di sale, e 1/2 cucchiaino di noce moscata, amalgamate bene . Con l'aiuto di un cucchiaino disponete sulla sfoglia una pallottolina di ripieno accanto all'altro, richiudete su se stessa la sfoglia e con un tagliapasta ,o con un bicchiere ritagliate ciascun raviolo intorno al proprio ripieno, facendo bene attenzione a chiudere bene i bordi. Continuate per tutta la sfoglia. Cuoceteli , quindi, in abbondante acqua salata e conditeli con del buon sugo, piuttosto abbondante, e parmigiano grattugiato ....Piacciono tanto a tutti , è sempre una festa quando li faccio ed è un primo piatto che fà proprio ...DOMENICA!!!!!

55

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli ricotta e spinaci
http://blog.giallozafferano.it/ricetteditina/ravioli-ricotta-e-spinaci/

Ingredienti per 3 persone Per la pasta 3 uova 300gr di farina 00 1 cucchiaino di sale per il ripieno 150gr di spinaci(già cotti) 250gr di ricotta 1 uovo 2 cucchiai di parmigiano 1/2 cucchiaino di noce moscata per il sugo 1 litro di passata di pomodoro

olio extra vergine d’oliva delicato 1/2 cipolla basilico sale

Lavate benissimo gli spinaci, togliere le foglie più grosse tenendo le foglie più tenere, metterle in una pentola con coperchio e fatele stufare pochi minuti. Spegnere, farli raffreddare ed aggiungere in un altra padella una noce di burro, mettere gli spinaci e farli scaldare. Aggiungere in una ciotola la ricotta, l’uovo, la noce moscata, il parmigiano, sale e gli spinaci ed amalgamare, tenete il ripieno da parte e prepariamo la pasta. Mettere la farina su una spianatoia ..praticate un buco al centro ed aggiungervi le uova ed il sale.. con l’aiuto di una forchetta sbattete le uova ed aggiungete la farina man mano. .lasciate la forchetta ed impastate con le mani fino a rendere l’impasto bello sodo. Tagliate la pasta a pezzi ..infarinatela e passatela nella macchina della pasta ..per 5 volte. .deve essere stesa bella sottile. Mettiamo l’impasto dei ravioli in una siringa. .aggiungere al centro della sfoglia un mucchietto di ripieno non troppo ravvicinato uno all’altro.. ripiegate la pasta e fate una leggera pressione sopra i ravioli cercando di togliere l’aria.(io ho sbagliato mettendo una sfoglia sopra l’altra ed è avanzata tanta pasta)Con l’aiuto di uno stampo per ravioli. .formate i ravioli. Infarinateli e teneteli da parte. Preparate un sugo semplice mettendo in una casseruola.. l’olio con la cipolla.. aggiungete il sugo qualche bicchiere d’acqua.. salare e cuocere a fiamma bassa per 40 minuti. Cuocete i ravioli in acqua bollente salata ..per 5 minuti.. scolateli bene ed uniteli nel sugo e mantecateli ..aggiungete del parmigiano e servite i vostri ravioli ricotta e spinaci
56

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli di zucca allo zafferano profumati al rosmarino
http://saporidisara.blogspot.com/2011/10/ravioli-di-zucca-allo-zafferano.html#links

Ingredienti 1 scalogno 2 cucch. olio d'oliva 1 cucch.ino burro 1/2 bust. zafferano 1 rametto di rosmarino

In un pentolino mettere l'olio, il burro e soffriggere lo scalogno . poi toglierlo. Intanto cuocere - a parte - i ravioli in abbondante acqua salata , ovviamnete essendo pasta fresca avranno pochissimi minuti di cottura. Appena pronti saltarli in padella e aggiungere lo zafferano ed un mestolo di acqua di cottura. Impiattare aggiungendo un rametto di rosmarino e spolverizzare di parmigiano grattuggiato. Semplice ma d'effetto!!

57

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli di zucca
http://saporidisara.blogspot.com/2011/10/ravioli-di-zucca.html

Ingredienti 750 zucca gialla 300 gr farina per pasta fresca (la vedete in foto) 100 gr parmigiano grattugiato 2 uova qb sale noce moscata

Come prima cosa decorticate la zucca , eliminate la parte centrale e fatela cuocere in forno fino a che non si sarà ammorbidita. Togliete la polpa aiutandovi con un cucchiaio. ( Il mio libro a questo punto iniziava ad aggiungere gli ingredienti , ma io ho pensato di rendere la polpa della zucca ancora più fine e l'ho passata col minipimer fino a renderla una crema, facendo questo non ho agiunto l'uovo come invece suggeriva la ricetta per legare" l'impasto perchè non ce n'era l'esigenza ). Ho unito quindi alla crema di zucca il parmigiano , la noce moscata e qb sale. A parte ho fatto la pasta , ho preferito impastare a meno per sentirne la consistenza. Ho fatto la fontana con la farina e ho rotto le uova all'interno con 50 gr acqua. Ho impastato e messo a riposare l'impasto. Con la mia macchina della pasta ho tirato una sfoglia abbastanza sottile (6 mm). Steso - mano a mano - l'impasto sul tagliere mettevo dei mucchietti d'impasto distanziati tra loro. Risvoltavo l'impasto sul ripieno e sigillavo i bordi vicino l'impasto con le mani facendo uscire tutta l'aria , bagnavo con un pennellino bagnato d'acqua per fare aderire bene i bordi e con la rotella seghettata poi tagliavo i ravioli. Ho continuato così per tutto l'impasto.

58

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli zucca e caprino fingerfood
http://silviskitchen.blogspot.com/2011/10/ravioli-zucca-e-caprino-finger-food.html

Ingredienti Per la pasta 1 Uovo ogni 120g di farina Sale 1 cucchiaino ogni 4 uova (solo se li friggete altrimenti potete non mettere il sale e cuocerli in acqua bollente salata) Per il ripieno Zucca Caprino (latte di capra) 80 g Pepe nero q.b. Sale un q.b. Olio per friggere Albume per chiudere i ravioli

Inoltre vi consiglio di utilizzare la macchina per la pasta fresca, piuttosto che il mattarello, e la rotella taglia-pasta per dare forma ai vostri ravioli.

Per la pasta Disponete " a fontana" la farina su un piano di lavoro. All'interno mettete le uova intere e il sale ed incominciate delicatamente ad impastare, prendendo man man la farina dai bordi. Lavorare bene l'impasto fino ad ottenere un composto liscio e compatto. Se dovesse risultare duro o asciutto potete aggiungere poca acqua tiepida. Lasciate ora riposare l'impasto avvolto nella pellicola trasparente. Per il ripieno Pulite e tagliate la zucca a pezzetti. Per questi ravioli serve che l'interno sia piuttosto umido quindi vi consiglio di cuocere la zucca in padella con poca acqua e il sale. Qualora voleste fare la verisione "tradizionale" dei ravioli e cuocerli in acqua bollente vi consiglio di cuocere la zucca in forno avvolta nella stagnola così che risulti più ascuitta. Quando sarà morbida e cotta schiacciatela con la forchetta o con lo schiaccia patate e lasciate raffreddare. Aggiungete ora il caprino, il pepe e aggiustate il sale. Amalgamate gli ingredienti con cura.
59

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Componiamo i ravioli Stendete l'impasto con il mattarello o, se la possedete, con la macchina per la pasta fresca (in questo caso non tutto l'impasto insieme ma un po' alla volta). Stendete una striscia larga di pasta sul piano di lavoro e diponete il ripieno per file in punti equidistanti. La quantità di ripieno e la distanza dipende da quanto volete grandi i ravioli. Io vi consiglio di usare, per il finger food, 3/4 di cucchiano per il ripieno e di disporlo piuttosto ravvicinato perchè i ravioli devono essere piuttosto piccoli. Ora, con un pennello da cucina sporco di albume d'uovo, spennellate a scacchiera attorno al ripieno e ricoprite con una sfoglia di egual dimensioni. Con le mani partendo dal centro schiacciate riga per riga lungo gli spazi tra i ripieni, in orizzontale e in verticale (sempre partendo dal centro altrimenti i ravioli risulteranno pieni d'aria). Da ultimi, premete lungo i bordi. Ora potete tagliare, con l'ausilio della rotella taglia-pasta, i ravioli lungo le linee che avete appianato. Ripetete l'operazione fino a terminare l'impasto e il ripieno.Spero sia tutto chiaro! La prossima volta farò un bel video!!! La cottura Cuocete in olio bollente per pochi secondi per lato (controllate che il riaviolo sia dorato), riponete per qualche istante su della carta assorbente e servite ancora caldi con del caprino fresco o da soli.

60

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli di zucca con la zucca
http://www.murzillosaporito.com/post/2011/10/28/Ravioli-di-zucca-con-la-zucca.aspx

Ingredienti per due persone Per la pasta 200 gr di farina rimacinata di grano duro 1 uovo e un tuorlo 1/2 bicchiere d'acqua sale Per il ripieno e il condimento 500 circa gr di zucca 70 gr di amaretti 30 gr di burro Parmigiano grattugiato a volontà Pulite la zucca eliminando i semini e i filamenti interni, tagliatela a tocchetti e dividetela a metà. Una parte la userete per il ripieno, l'altra per il condimento. La metà destinata al ripieno andrà avvolta nella carta stagnola e cotta in forno a 180° per un'oretta. Terminata la cottura frullate la zucca insieme agli amaretti sbriciolati e il parmigiano grattugiato. Non lesinate con il parmigiano, deve essere abbondante e dovrà risultare un impasta abbastanza compatto. Aggiungete un pò di sale e lasciate riposare per almeno un'ora per lasciare il tempo agli ingredienti di insaporirsi. Nel frattempo preparate la pasta. Su una spianatoia disponete a fontana la farina e impastate con le uova, l'acqua (se necessaria) e un pizzico di sale. Incordate bene tutti gli ingredienti, la pasta deve risulatare elastica ed asciutta, e lasciate riposare. Prendete la metà di zucca che avete conservato per il condimento e fatela cuocere in tegame con poco burro e un pò d'acqua per farla ammorbidire e frullate fino a ridurla ad una crema. Passati i tempi di riposo di pasta e ripieno preparate i ravioli. Stendete la pasta abbastanza sottile e dividetela in due sfoglie. Su una sfoglia disponete il ripieno aiutandovi con un cucchiaino e distanziato di 3 cm. Spennellate la seconda sfoglia con un pò d'acqua che farà da colla e sovrapponetela alla sfoglia dove avete posizionato il ripieno, schiacciando i lati vuoti con
61

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

le mani in modo da far uscire l'aria. Con una rotella tagliapasta dentellata tagliate i ravioli intorno al ripieno in modo da formare dei quadrati di circa 4-5 cm per lato. Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata e conditeli con la crema di zucca spolverando con parmigiano grattugiato e amaretti sbriciolati.

62

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli di magro
http://blog.giallozafferano.it/timoemaggiorana/ravioli-di-magro/

Ingredienti per 10 persone Pasta fresca all’italiana 600g farina 6 uova un pizzico di sale un goccio d’olio Ripieno 1 kg di ricotta 1,5 kg di spinaci 3 spicchi d’aglio

cipolla q.b. (a seconda del proprio gusto) 2 tuorli 100g parmigiano 200g burro salvia

Impastare tutti gli ingredienti sino ad ottenere un impasto liscio e morbido e lasciare riposare almeno 20 minuti. Cuocere gli spinaci, aggiungere un soffritto di aglio e cipolla, incorporare tutti gli ingredienti con solo metà parmigiano. Tirare la pasta, mettere il ripieno nella sac a poche e distribuire a mucchiettini sulla pasta. Bagnare la pasta con un po’ d’acqua e chiudere con altra pasta facendo attenzione a non lasciare bolle d’aria. Tagliare con la rotella e far asciugare. Condire con abbondante burro spumeggiante e salvia ed il restante parmigiano.

63

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli di magro genovese
http://muffinedintorni.blogspot.com/2011/09/3-trofeo-giovanni-rana-il-trionfo-dei.html

Ingredienti (5 porzioni) Per la pasta 1 kg farina 00 4 cucchiai di farina manitoba 5 uova vino bianco frizzante acqua 2 kg biete 500 gr ricotta Per il sugo 400 gr vitellone 1 bottiglia di passato di pomodoro 1 scatola di polpa di pomodoro a pezzettoni 1 cipolla 2 gambi di sedano

vino rosso rosmarino alloro burro olio sale pepe

Preparate il ripieno. Fate bollire le bietole, salatele e passatele al mixer. Aggiungete la ricotta, un uovo, aggiustate di sale e lasciate riposare in frigo. Per l'impasto: su una spianatoia versate le due farine, amalgamatele e formate una fontana. Al centro versate 4 uova sgusciate, un bicchiere di vino e uno di acqua. Iniziate ad impastare aggiungendo acqua quanto basta per formare un panetto di pasta elastica. Mettete il panetto in una ciotola, coprite con un canovaccio per circa mezz'ora. Riprendete la pasta, e con l'aiuto di una macchina per la pasta, formate strisce sottili. Adagiate la pasta su uno stampo per ravioli infarinato, mettete il ripieno e richiudete con un'altra striscia di pasta. Con un piccolo mattarello sformate i ravioli e metteteli su un vassoio rivestito di canovacci infarinati. Continuate fino a terminare la pasta. In una pentola fate bollire l'acqua, salate e tuffatevi i ravioli. Dopo circa 3-4 minuti scolateli con la schiumarola e conditeli con il sugo.

64

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Preparate il sugo: lavate e tagliate la cipolla e il sedano a pezzi grossi, prendete una casseruola capiente, mettete 2 cucchiai di olio con 15 gr di burro e rosolate le verdure. Aggiungete la carne, fate rosolare qualche minuto e irrorate con il vino rosso. Aggiungete alloro e rosmarino e lasciate cuocere per circa un'ora. Passato questo tempo, mettete la passata di pomodoro e il pomodoro a pezzettoni, lasciate cuocere ancora un'ora e mezza. Aggiustate di sale e pepe. Condite la pasta e servite.

65

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli di pesce spada
http://lacassataceliaca.blogspot.com/2011/10/ravioli-di-pesce-spada.html

Ingredienti per 4 persone Tempo di preparazione: 1h per la pasta fresca all'uovo 400 gr. farina 4 uova per il ripieno 500 gr. bocconcini di pesce spada 50 gr. parmigiano reggiano 1 uovo noce moscata sale pepe alloro

per la salsa salsa di pomodoro tonno sott'olio olio d'oliva sale pepe

Preparare la pasta fresca all’uovo. Nella casseruola, ho scaldato l'olio d'oliva e ho fatto rosolare molto velocemente i bocconcini di pesce spada, con due foglie d'alloro, sale, pepe, noce moscata e una spruzzata di vino rosa. Ho tolto dal fuoco e tritato al coltello. Ho versato il pesce in una ciotola, ho aggiunto il parmigiano grattugiato e l'uovo (personalmente la prossima volta ne farò a meno, rassoda troppo il ripieno). Ho mescolato e ho farcito i ravioli. Ho preparato velocemente la salsa, rosolando il tonno (160 gr) sgocciolato in olio d'oliva e poi versando la salsa, ho salato, pepato e cotto qualche minuto per farla addensare. Ho cotto i ravioli in abbondante acqua salata e poi condito con la salsa: buonissimi!! Grazie mamma

66

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli tondi
http://blog.giallozafferano.it/dolcidelizie/2011/10/16/ravioloni-tondi/

Ingredienti per 4 persone per la pasta 300 gr di farina per paste fresche e gnocchi 3 uova un ciuffo di spinaci per il ripieno 150-200 gr di macinato misto un po si salsa formaggio noce moscata sale

Lessare gli spinaci e frullarli , mescolarli agli altri ingredienti e fare la pasta . Soffriggere con un po’ d’olio la carne aggiungendo pochissima salsa, giusto per non far si che sia secco, il formaggio e noce moscatacon un po di sale, girare sempre e spegnere lasciando raffreddare. Tiriamo la sfoglia e facciamo i nostri ravioloni tondi. (per farli siggillare meglio una volta tagliato con un tagliapasta, ne prendiamo uno piu piccolo e dalla parte non tagliente premiamo a formare una circonferenza interna si vede nella prima foto). Li possiamo condire a piacere, io ho usato Ciliegine semisecche , poi scaglie di ricotta salata abbellito con del porro fritto.
67

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli tondi ai formaggi con salsa ai peperoni
http://arbanelladibasilico.blogspot.com/2011/10/buon-halloween.html
Ingredienti

per la pasta 250 g di farina OO 50 g di farina di grano duro 3 uova 1 pizzico di sale qualche cucchiaio di vino bianco secco fogliolina di timo per il ripieno 180 g di ricotta piemontese 90 g di grana grattato un ciuffetto di prezzemolo noce moscata, sale, pepe bianco per il sugo 500 g di peperoni gialli e rossi

250 g di cipolla bionda 250 g di polpa pronta olio, sale 1 cucchiaio di aceto di champagne 2 cucchiai di panna

Lavorate tutti gli ingredienti per la pasta regolando la quantità di vino per avere un impasto morbido ed elastico. Avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare. Preparate il ripieno lavorando i formaggi con una forchetta, unite il prezzemolo tritato e una grattata di noce moscata, quindi regolate il sale e pepate. Per il sugo, pulite i peperoni e tagliateli a tocchi, affettate le cipolle e mettete tutto in una casseruola con 2-3 cucchiai d'olio e la polpa pronta, salate e cuocete a fuoco basso coperto per un'ora circa, unendo acqua se fosse necessario. Alla fine unite l'aceto e fatelo evaporare. Spegnete e passate al mixer. Aggiungete la panna e tenete al caldo. Tirate la pasta sottile e preparate i ravioloni servendovi di un coppapasta rotondo. Sigillate bene i bordi con i rebbi della forchetta. Lessateli in acqua bollente salata a cui avrete aggiunto un cucchiaio d'olio, per circa 5 minuti. Quando saranno pronti scolateli con la schiumarola e padellateli nel sugo. Se fosse troppo denso unite un paio di cucchiai d'acqua di cottura. Usate l'aceto di champagne che è molto delicato, forse potrebbe andare bene anche quello di mele, ma non ho mai provato. Questo sughetto è buonissimo anche per la pasta corta tipo penne o maccheroni.
68

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Cuori di raviolo alle melanzane
http://ricettedicultura.blogspot.com/2011/10/cuori-di-raviolo-alle-melanzane.html

Ingredienti per due persone per la sfoglia 200 g di farina 00 2 uova circa (un po' meno perchè la pasta deve essere molto asciutta per una migliore resa) sale Per il ripieno 1 grossa melanzana 50 g di feta greca olio sale Per il condimento circa 15 pomodori datterini olio 1 spicchio d'aglio sale Per prima cosa ho sbucciato e tagliato a cubetti la melanzana e l'ho cosparsa di sale, lasciandola scolare nel colapasta per circa un'ora. Nel frattempo ho messo la farina in un grosso recipiente; ho sbattuto due uova con un bel pizzico di sale e le ho versate quasi completamente al centro della farina. Bisogna aggiungerle alla farina man mano ed intanto impastare, facendo sì che il composto non diventi troppo morbido: sarebbe più facile da lavorare, ma terrebbe meno la cottura. Una volta che la farina era tutta impastata, ho lavorato l'impasto per dieci minuti sul tavolo, molto energicamente; poi ho messo la pasta a riposare, avvolta nella pellicola per almeno mezz'ora. Poi ho ripreso le melanzane a cubetti e le ho fatte rosolare in una padella antiaderente ben calda, senza aggiungere olio. Solo quando erano ammorbidite ho aggiunto due cucchiai d'olio e un grosso spicchio d'aglio e le ho fatte rosolare per qualche minuto.Poi ho spento e lasciato intiepidire.
69

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ho steso la pasta con il mattarello finchè non era sottilissima, ci vorrà un po' e anche un po' di pazienza. Se avete la macchinetta farete molto più in fretta. Poi ho tagliato tanti cuori con una formina per biscotti e su metà di questi cuori ho deposto un cucchiaino di ripieno di melanzana, dopo avervi aggiunto la feta sbriciolata grossolanamente. Ho ricoperto il ripieno con un altro cuore di pasta, dopo aver inumidito i bordi di quello inferiore con un goccio d'acqua. Messa l'acqua per cuocere i ravioli a bollire, ho fatto rosolare uno spicchio d'aglio nell'olio in una padella larga. Poi ho tuffato in padella i pomodorini lavati e tagliati a metà o in quarti e ho proseguito la cottura del sughetto, aggiustando di sale e aggiungendo il basilico, finchè non erano cotti anche i ravioli. Infine, dopo un veloce passaggio in padella, ho impiattato.

70

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli con burro e salvia
http://blog.giallozafferano.it/paciulina/2011/09/ravioli-con-burro-e-salvia/

Ingredienti per 6 persone 500 g di farina di tipo 0 1/2 bicchiere d’acqua 1 cucchiaino di sale 100 g di carne macinata di vitello 100 g di carne macinata di maiale 100 g di prosciutto crudo 1 pizzico di noce moscata 30 g di parmigiano grattugiato 80 g di burro + q.b. per il soffritto 12 foglie di salvia Disponete la farina a fontana su un piano di lavoro, unite il sale, 3 uova e cominciate a impastare. Aggiungete l’acqua per rendere l’impasto più lavorabile. Impastate fino ad ottenere una palla omogenea e durissima. Lasciate riposare coperta da una pellicola per circa mezz’ora. Nel frattempo, preparate il ripieno dei ravioli con burro e salvia. Soffriggete la carne in una noce di burro fino a quando non rilasci il suo liquido. Tagliate il prosciutto in pezzetti piccoli. Frullate la carne, il prosciutto, l’uovo e il parmigiano fino ad ottenere un ripieno scuro e consistente. Dividete la pasta in pezzi, stendeteli uno ad uno nella macchina per pasta fresca arrivando ad uno spessore di circa 1 mm. Rivestite con la sfoglia ottenuta uno stampo per ravioli, facendola aderire bene ai bordi. Posizionate una pallina di ripieno in ogni quadrato e richiudete sovrapponendo la restante sfoglia. Sigillate i lati dei ravioli con un matterello di legno e staccateli dallo stampo dividendoli con un movimento deciso. Sciogliete il burro in una casseruola, unitevi le foglie di salvia e tenete da parte. Lessate i ravioli in abbondante acqua salata, scolateli e versateli nel condimento di burro e salvia con due cucchiai di acqua di cottura. Servite immediatamente.
71

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli di pere con speck e aceto balsamico
http://zibaldoneculinario.blogspot.com/2011/09/ravioli-di-pere-con-speck-e-aceto.html

Ingredienti per 4 persone Pasta all'uovo 250g di farina 2 uova 1 cucchiaino di olio evo sale un goccio di acqua Ripieno 3 pere william(non troppo mature) 200g di ricotta 50g di grana padano grattugiato 1 uovo sale e pepe Condimento 5-6 fette di speck

un cucchiaio di olio 30 g di burro aceto balsamico tradizionale erba cipollina Parmigiano Reggiano grattugiato

Preparare l'impasto utilizzando l'impastatrice o facendo la classica fontana in cui verranno messe le uova, la farina e un cucchiaino di olio. Impastare con le mani per circa 10 minuti se mancasse di umidità si può aggiungere un goccio di acqua. Avvolgere con la pellicola e far riposare per 30 minuti. Preparare il ripieno, si monda la frutta e si taglia a piccoli cubetti. In una ciotola unire la ricotta, l'uovo, il formaggio, mescolare con cura e infine aggiungere le pere dopo aver aggiustato di sale e pepe. Dopo aver fatto riposare la pasta, utilizzando la macchina, sfogliare l'impasto, passandolo più volte tra i rulli impostati a distanza sempre più ravvicinata. Si termina passando nell'ultimo foro (il più sottile, è come la preferisco, ma volendo una pasta più spessa si può utilizzare il penultimo). Dopo aver fatto le sfoglie si posiziona il ripieno, con l'aiuto di un cucchiaio e un coltello, e si chiude facendo attenzione a far uscire l'aria dal raviolo (in cottura la presenza potrebbe provocare la rottura. Si tagliano con l'apposito attrezzo.
72

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Per il condimento si scalda l'olio in una padella antiaderente e si rosolano le fette di speck velocemente da ambo i lati, successivamente si tagliano a listarelle sottili su di un tagliere. Cuocere i ravioli in abbondante acqua bollente salata per pochi minuti (se appena preparati), e condire con burro fuso e speck a listarelle. Spolverizzare con erba cipollina tritata, Parmigiano Reggiano e decorare con aceto balsamico tradizionale.

73

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli di ricotta e speck con ragù di salsiccia
http://terry-lavispateresa.blogspot.com/2011/09/ravioli-di-ricotta-e-spek-con-ragu-di.html

Ingredienti per 6 persone Per il ragù 2 salsicce 50 gr di guanciale 1/2 cipolla 1 scatola di pelati da 400 gr 2 cucchiai d'olio sale qb qualche foglia di basilico Per la pasta all'uovo 300 gr di farina pasta fresca e gnocchi 3 uova un cucchiaino di sale Per il ripieno 500 gr di ricotta

50 gr grana grattugiato 100 gr di formaggio tipo filato 3 fette di spek sale pepe qb

Per il ragù, prendere un tegame e mettere l'olio, il guanciale, le salsicce sgranate e la cipolla tagliata finemente, far rosolare. Aggiungere i pomodori pelati,il sale,il pepe e il basilico spezzettato. Far cuocere per circa mezz'ora a fuoco medio a fine cottura se il ragù si presenta troppo asciutto aggiungere un pò di acqua calda,al contrario alzare la fiamma per asciugarlo. Per la pasta all'uovo; mettere la farina a fontana sù una spianatoia, al centro le uova e il sale,con una forchetta sbattere le uova prendendo un pò alla volta la farina e continuare poi a lavorare l'impasto con le mani, formare una palla e far riposare per una mezz'ora in un canovaccio. Per il ripieno;in una ciotola mettere la ricotta,lo spek tagliato a pezzetti,il formaggio grattugiato,il filato tagliato a dadini piccoli, il sale e il pepe. Aiutandosi con una forchetta amalgamare tutti gli ingredienti. Per i ravioli;stendere la pasta all'uovo con il matterello io ho usato la nonna papera,mettere una noce di ripieno sulla sfoglia larga circa 15 cm, piegare a metà e tagliare i ravioli con un coppapasta ondulato.
74

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Appoggiare i ravioli sù un vassoio foderato di carta da forno. Al momento di calarli nell'acqua bollente e salata, basterà immegerli con tutta la carta da forno che verrà tolta al momento che i ravioli si saranno staccati. Quando i ravioli saranno cotti (circa 5 minuti di cottura) scolarli un pò alla volta con una schiumarola e metterli direttamente nel piatto condire con il ragù e aggiungere una manciata di formaggio grattugiato.

75

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli di ricotta e melanzane
http://blog.giallozafferano.it/ciccioria/ricetta-di-ravioli/

Ingredienti ½ kg farina di semola 5 uova 750 gr. di ricotta vaccina 2 melanzane lunghe 250 gr. di provola affumicata 1 etto di parmigiano grattugiato 4 barattoli di pomodorini Basilico Aglio

Olio extra vergine d’oliva Olio di arachidi

Impastare la farina di semola con le 5 uova (1 uovo ogni 100 gr. di farina), due cucchiai d’olio extra vergine e un pizzico di sale. Formare un panetto e lasciar riposare per circa mezz’ora coperto da una ciotola. Tagliare le melanzane a cubetti molto piccoli e friggerle in abbondante olio di arachidi molto caldo, perchè è fondamentale un fritto ben asciutto. Scolarle su carta assorbente e lasciarle raffreddare. Unire in una ciotola la ricotta, la provola affumicata tagliata a pezzetti, una manciata di parmigiano grattugiato, un pizzico di sale, qualche foglia di basilico spezzettato e le melanzane ben raffreddate. Amalgamare con cura. Il ripieno è pronto. Preparare un sughetto semplice: imbiondire appena l’aglio nell’olio extra vergine, unire i pomodorini, sale q.b. e lasciar cuocere 10 minuti. Tagliare il panetto di pasta in più parti. Stendere ogni pezzo formando un rettangolo di sfoglia non troppo sottile. Adagiare sulla sfoglia delle cucchiaiate di ripieno, a distanza regolare l’una dall’altra, avendo cura di lasciare lo spazio necessario per ripiegare la sfoglia per formare i ravioli. Ripiegare la sfoglia e tagliare ogni quadrato di pasta con la rotella dentata (o se si preferisce tondi, con l’apposita forma). È importante, quando si chiudono i lembi di pasta, fare uscire l’aria schiacciando un po’ con le mani, altrimenti i ravioli potrebbero rompersi in cottura; a tal fine e’ altrettanto importante non riempirli troppo, basterà una noce di ripieno. Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata, pochi per volta. Appena cotti (bastano pochi minuti) scolarli delicatamente con una schiumarola. Adagiarli sul piatto di portata, condirli con il sughetto fresco, una manciata di parmigiano grattugiato e il basilico spezzettato. Servire subito.
76

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Ravioli provola e patate al ragù Bolognese
http://ladolceilaria.blogspot.com/2011/10/ravioli-provola-e-patate-al-ragu.html

Ingredienti Per la pasta 2OO g farina 2 uova intere Per il ripieno 60 g di grana padano 200 g di provola 300 g di patate lesse 1 ciuffo prezzemolo sale pepe Per il ragù 300 g di passata di pomodoro 3 cucchiai di olio 2 cucchiai di concentrato di pomodoro 200 g carne macinata maiale

200 g carne macinata vaccino 50 g di guanciale 2 bicchieri vino rosso 2 bicchieri di brodo classico 1 carota, costa sedano, cipolla

Impastare la farina con le uova. Far riposare la pasta in frigo per un'oretta. Schiacciare le patate e unire la provola(io l' ho frullata nel mix)e il prezzemolo tritato. Aromatizzare con un pizzico di noce moscata. Amalgamate il tutto e salate. Disponete una noce del ripieno ben distanziato sulla sfoglia,ripiegatela su se stessa e con l'aiuto di uno stampo ritagliate i ravioli. Rosolare nell'olio sedano, carota, cipolla e guanciale(tutto tagliato molto piccolo). Aggiungere la carne macinata,rompendola con il mestolo....far rosolare....Unire concentrato di pomodoro....sfumare con il primo bicchiere di vino....far evaporare....unire il bicchiere di brodo....e poi di nuovo il vino e poi il brodo....facendo sempre evaporare un pò.... Alla fine aggiungere la passata e far cuocere per 2 ore.... Assaggiare e regolare di sale. Cuocere i ravioli e condirli con il sugo....
77

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Rigatoni fatti in casa con pomodoro e patè di olive
http://olioeaceto.blogspot.com/2011/10/rigatoni-fatti-in-casa-con-pomodoro-e.html

Ingredienti Per la pasta 300 Gr di farina per pasta fresca Sale Acqua Per il condimento Passata di pomodoro Patè di olive Ricotta salata

In una ciotola unite farina, acqua, sale, impastate per bene, affinché l’impasto non risulti ben compatto, per fare i rigatoni ho usato la Regina della Marcato, trafila per rigatoni, (ho preparato la pasta la sera prima). Nel frattempo che portate a bollore l'acqua per cucinare la pasta, in un pentolino unite sia la passata di pomodoro che il patè e riscaldate. Cuocete e scolate la pasta al dente unite il condimento, amalgamate bene e servite con ricotta salata.

78

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Rose di pasta al forno
http://golosanto.blogspot.com/2011/10/se-son-rose-si-mangeranno.html?showComment=1317914225754

Ingredienti Per la sfoglia 400 g farina OO 4 uova medie un cucc. olio sale Per il ripieno 200 g prosciutto cotto 300 g spinaci surgelati 250 g ricotta 125 g mascarpone 2 cucc. grana grattugiato 2 uova sale, pepe e noce moscata q.b. Si mette la farina sul banco o in un contenitore ampio, nel buco in mezzo si mettono le uova, l'olio e il sale. Si impasta il tutto finché non diventa liscio. Coprire con pellicola e mettere in frigo 20-30 min. Nel frattempo si prepara il ripieno. Cuocere gli spinaci in una padella con un po' d'olio, aggiustare di sale e pepe e lasciar raffreddare. In una ciotola mescolare ricotta, mascarpone (serve per dare più morbidezza e dolcezza al ripieno; se non piace si può sostituire con un altro formaggio e con altra ricotta), grana, sale, pepe e noce moscata. Aggiungere gli spinaci freddi e sminuzzati con le forbici, correggere il gusto di sale. Stendere la pasta fresca a uno spessore di circa 2 mm (molto sottile, per capirsi), mettervi sopra le fette di prosciutto cotto, il ripieno di ricotta e spinaci e arrotolare il tutto. Chi stende la pasta a mano, avrà un unico serpente molto lungo, mentre chi usa la macchina, ne otterrà molti di circa 15-20 cm. Tagliare dai rotoli dei dischi dello spessore di 5 cm. Sistemarli un po' stretti in una teglia imburrata o con uno strato di sugo di pomodoro sul fondo, con i cerchi della pasta verso l'alto. Coprire con pomodoro o besciamella e una generosa grattugiata di grana. Infornare a 180° per 20-30 min.
79

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Dalle foto si nota che io ho fatto 2 teglie: una con il pomodoro e l'altra con la besciamella. Ovviamente io vi ho dato l'input, voi potete decidere cosa mettere nelle rose e come condirle. La prossima volta proverò a farle di pesce, con zucchine e gamberetti.

80

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gli skaccialtelli
http://skacciakitchen.blogspot.com/2011/10/gli-skacciatelli.html

Ingredienti per 4 persone Per la pasta 500 g di farina 00 5 uova delle galline di Bruno un pizzico di sale Per il ripieno 1/2 cipolla 1 carota 500 g di carne di vitello 2 fette di pane raffermo 1 tazza di brodo 2 uova 150 g di parmigiano ( in alternativa a chi piace metà pecorino e metà parmigiano) timo e prezzemolo Versare la farina formando una montagnella, al cui centro porrete le uova e il pizzico di sale. Lavorare bene la pasta e se necessario aggiungere un pò d'acqua. Impastare fino a quando non avremo ottenuto una palla soda ed elastica che lasceremo riposare. Stendiamo la pasta in sfoglie sottili utilizzando la nonna papera, l'apposita macchinetta. In una casseruola aggiungere l'olio, la cipolla e la carota e rosolarvi la carne; sfumare con del vino rosso a fiamma allegra ... lasciar cuocere poi a fuoco lento fin quando la carne non diventa abbastanza morbida. Una volta cotta la carne, tritarla con il mixer. Ammollare le fette di pane nel brodo e sbriciolarle. A questo punto aggiungere al trito di carne, il pane, il formaggio, le uova e il prezzemolo e il timo tritati. Disponiamo piccoli mucchietti di ripieno sulla sfoglia di pasta e ripiegarla; tagliarla con un coppapasta o in mancanza con un bicchiere o la "rociolella", la famosa rotella dentata che usavano le nostre nonne! Lessare gli Skacciatelli in abbondante acqua salata ... aggiungere nell'acqua anche un pò d'olio per evitare che si atticchino tra di loro. Condire gli Skacciatelli con un buon sugo di carne, impiattando alternado uno strato di pasta, poi sugo e formaggio grattuggiato!
81

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Strangulaprievt’ al ragù Napoletano
http://patespery.blogspot.com/2011/10/non-ce-due-senza-trestrangulaprievet-al.html

Ingredienti (x 4 persone) Per il ragù 5 costine di maiale 5 ossa carnose di bovino 5 fette di bovino di spessore medio 2 litri di passato di pomodoro 3 cipolle sale q.b pepe q.b aglio q.b. prezzemolo q.b parmiggiano q.b basilico q.b.

6 cucchiai di olio extravergine Per gli strangola preti 400 gr di miscela per pasta acqua q.b.

Preparare gli involtini, ponendo nel centro delle fettine di carne l'aglio, il prezzemolo. Spolverizzare con un pizzico di parmigiano, il sale e il pepe. Arrotolare le fettine su stesse e chiuderle con uno stuzzicadenti. Tagliare le cipolle a julienne e porle in un tegame dal fondo spesso insieme all'olio. Far soffriggere a fuoco medio. Quando le cipolle si saranno imbiondite ben bene, eliminarle dall'olio e aggiungere i pezzi di carne. Far rosolare la carne nell'olio e lasciar cuocere per circa trenta minuti, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. A questo punto, aggiungere il passato di pomodoro. Salare, pepare e aggiungere mezzo cucchiaino di zucchero. Quando il sugo inizierà a sobollire, abbassare la fiamma al minimo e lasciar andare per almeno 5 ore, girando di tanto in tanto, in modo che il pomodoro non si attacchi sul fondo del tegame. Impastare la farina con tanta acqua (leggermente salata) quanta ne basta ad ottenere un impasto morbido e facile da lavorare. far riposare l'impasto per 15 minuti. Trascorso questo tempo, formare dei cilindri, grossi più o meno un dito, che andranno tagliati a tocchetti. Con l'aiuto del dito indice, incavare gli gnocchi. cuocere in abbondante acqua salata. Saranno cotti, quando saliranno a galla. Condire con abbondante ragù.
82

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Strascinati con zucchine
http://blog.giallozafferano.it/graziaincucina/2011/09/21/strascinati-con-zucchine/
Ingredienti x 4 persone

Per gli strascinati 400 gr di farina per gnocchi e pasta fresca 400 ml di acqua tiepida Per il condimento polpa di pomodoro 1 zucchina grande (o due piccole) verdure x soffritto sale ,pepe q.b. olio

Si fa l’impasto con acqua e farina e si ricava una palla liscia da far riposare x 1h o anche + (x lavorarla meglio) coperta con un canovaccio infarinato;trascorso il tempo del riposo ,si divide l’impasto a tocchetti e si ricavano dei filoncini da tagliare a tocchetti lunghi 3-4 cm Il nome deriva dal metodo con cui la pasta è modellata,cioè “trascinata” sul piano di lavoro in legno con le dita della mano(indice e medio…oppure indice,medio e anulare se la pasta viene tagliata a tocchetti + lunghi). Con questo metodo di lavorazione si ottiene un lato liscio quello che è stato a contatto con il legno e uno irregolare cioè quello venuto a contatto con le dita; la parte irregolare trattiene il condimento con cui si andranno a condire ” li strascnat”. L’importante è infarinare il piano di lavoro x evitare che si attacchino. Per il condimento ho messo dell’olio in padella e ho lasciato soffriggere le verdure(sedano,carote cipolle),poi ho aggiunto i tocchetti di zucchina e lasciato andare x qualche minuto,poi ho aggiunto la polpa di pomodoro e portato a cottura . intanto ho messo una pentola con acqua da portare a bollore, ho aggiunto dell’olio x non far attaccare la pasta in cottura…. ho cotto gli strascinati ,condito e servito!
83

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Scialatielli al basilico con sughetto di cozze e vongole
http://morbidericette.blogspot.com/2011/10/scialatielli-al-basilico-con-sughetto.html

Ingredienti 4 persone Per la pasta 400 gr di farina 100 ml di latte 3-4 foglie grandi di basilico 50 gr di pecorino romano e parmigiano olio d'oliva q.b. sale pepe Per il sugo 150 gr di cozze 150 gr di vongole 300 gr di pomodori freschi olive nere q.b.

Sistemare la farina a fontana su una spianatoia, aggiungere lentamente il latte e impastate. Aggiungere successivamente il basilico tritato finissimo, l’olio, il formaggio grattugiato, un pizzico di pepe, poco sale. Lasciar riposare la pasta per una mezz’oretta circa, poi stenderla col matterello e passarla velocemente nella macchina per la pasta senza assottigliarla troppo, infine tagliarla a striscioline non troppo larghe. A questo punto sistemarla in un vassoio ben coperto di farina, in modo che non si attacchino tra di loro, per mezz'ora. Trascorso questo tempo lessarla per circa cinque minuti in acqua salata ricordando di aver già salato leggermente l'impasto.Preparare un sughetto veloce di pomodorini lavandoli tagliandoli a pezzi piccoli e sofriggendoli in abbondante olio d'oliva. Quando si saranno ammorbiditi aggiungere cozze e vongole (io ho usato quelle congelate perché non sempre si trovano fresche buone) far insaporire il tutto e versare le olive nere denocciolate tagliate a rondelle. Sarà pronto quando risulterà ristretto. Quando la pasta è cotta scolarla e condirla con il sughetto di cozze e vongole, impiattare, aggiungere qualche foglia di basilico

84

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Strozzapreti al sugo di coniglio
http://bibikitchen.wordpress.com/2011/10/30/strozzapreti-al-sugo-di-coniglio/

Ingredienti per 2 persone Per la pasta 125 gr farina 00 125 gr semola di grano duro 150 ml acqua tiepida 1 presa di sale Per il sugo 1 coniglio sgrassato, privato delle interiora e della testa 500 gr pomodori pelati 2 spicchi d’aglio vestiti 4 foglie di alloro 4 foglie di salvia 1 costa di sedano 1 carota

2 cipolle olio 1 rametto di rosmarino 2 bicchieri di vino rosso + vino per la marinata brodo

Tagliate a pezzi il coniglio e mettetelo in un contenitore con l’alloro, la cipolla a pezzi, il rosmarino, l’aglio e la salvia. Coprite con il vino e lasciate a marinare per almeno due ore in frigorifero. Fate sciogliere il sale nell’acqua e impastatevi la farina fino ad ottenere un impasto morbido e liscio. Lasciate lievitare la palla di pasta per 15 minuti. Con molta pazienza e calma stendere con il mattarello una sfoglia larga e tonda, giratela da sopra in sotto ed arrivate ad ottenere uno spessore di 1/2 cm. Arrotolate la sfoglia su sé stessa e tagliate delle striscioline di 2 cm di larghezza, che poi srotolerete. Prendete una strisciolina di pasta e fatela “rotolare” fra i due palmi delle mani facendola così arricciare e poi “stracciando” la striscia nel punto in cui è ancora liscia ottenendo così delle strisce lunghe circa 5/8 cm avvolte su sé stesse. Scolate il coniglio e fate un battuto di cipolla, sedano e carota che farete imbiondire in un giro d’olio. Aggiungete due foglie di alloro. Fate rosolare il coniglio e sfumate con un bicchiere di vino e poi aggiungete anche l’altro bicchiere.
85

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Salate e lasciate cuocere a fuoco bassissimo aggiungendo di tanto in tanto del brodo caldo finché la carne di coniglio non inizia a sfaldarsi. Togliete il coniglio dal tegame, fatelo raffreddare e separate la carne dalle ossa, tritandola poi bene con un coltello o con un robottino (non frullatela troppo però) Unite la carne tritata nel sugo che è rimasto in pentola e aggiungete i pomodori pelati, fate cuocere ancora per 15 minuti aggiustando di sale. Portate ad ebollizione abbondante acqua, salate e buttate gli strozzapreti: appena vengono a galla sono cotti, condite con il sugo.

86

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tortelloni di bietole e noci
http://lacassataceliaca.blogspot.com/2011/11/tortelloni-di-bietole-e-noci.html

Ingredienti per 4 persone Tempo di preparazione: 45 min Per la pasta all'uovo 3 uova 300 gr. farina (per me farina di riso Lo Conte senza glutine) per il ripieno: bietole noci parmigiano pangrattato (per me senza glutine Nutrifree) Per il condimento burro maggiorana Per il cestino parmigiano grattugiato

Nella versione con glutine: impastare le uova con la farina, fare riposare qualche minuto e stendere la pasta in una sfoglia sottile. Nella versione senza glutine: l'ho preparata solo per me, ma ho usato due uova, 2 grammi di gomma di xantano e tanta farina di riso (circa 200 gr. o poco più) quanto ne è servita per ottenere un panetto omogeneo e morbido, ma non troppo. Questa è una tecnica che usa mia mamma. Conta quante persone ci sono a tavola e calcola un uova a testa, poi versa gradatamente tanta farina quanta ne assorbe l'uovo, così non rischia che l'impasto sia duro e si debba aggiungere acqua o olio. Ho steso la pasta nella macchinetta sfogliatrice (ne ho una che uso solo per la pasta GF) e fin da subito la pasta era elastica e molto molto simile a quella di grano duro. L'ho stesa a 5
87

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

(la mia sfogliatrice arriva a 8 e a più di 4 non riuscivo ad arrivare perchè si spezzava) e ritagliata a quadrati (o quasi). Nel frattempo ho cotto le bietole (alle quali ho tolto i gambi bianchi) in padella con un filo d'olio. Appena si sono appassite le ho inserite nel mixer, ho aggiunto un poco di pangrattato (Nutrifree senza glutine), un poco di parmigiano e qualche noce e ho mixato il tutto. Ho distribuito il ripieno a mucchietti sulla pasta e gli ho dato la forma di tortelloni (prima li ho piegati a triangolo e poi ho unito due lembi). Li ho cotti in abbondante acqua salata, bollente e col fuoco al minimo per circa 3 minuti e poi li ho passati in padella dove avevo fatto sciogliere una noce di burro e aggiunto delle foglioline di maggiorana. Perchè il tutto fosse più chic ho preparato un cestino di parmigiano. Ho fatto scaldare tanto la padella vuota e ho versato uno strato spesso di parmigiano grattugiato; appena ha cominciato a sciogliersi e a formare un poco di bordo, l'ho girato con l'aiuto di una forchetta e delle dita (che si sono ustionate...ma per un amore mille pene!) e lasciato rapprendere qualche secondo anche dal lato opposto. Ho scaravoltato questo disco su una ciotola di vetro rovesciata, gli ho dato la forma piegandolo coi palmi e l'ho lasciato freddare qualche minuto. Al suo interno ho adagiato i tortelloni al burro e maggiorana e mi sono deliziata il palato. Erano talmente buoni, gustosi e totalmente identici (almeno per me) a quelli di grano che non sono stata capace di fermarmi e li ho spazzolati tutti...ma ho lasciato il cestino di parmigiano, non ce la facevo!

88

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Trofie al sugo di salsiccia
http://atuttacucina.blogspot.com/2011/09/trofie-al-sugo-di-salsiccia.html

Ingredienti 300g farina O 100g semola 200g salsiccia sbriciolata 600g pomodori a tocchetti 50g cipolla tritata 50g carota tritata 100g grana grattuggiato Olio Sale pepe

Setacciare la farina e lavorarla con la semola, un pizzico di sale e 200ml d'acqua tiepida, fino ad ottenere una pasta di consistenza soda; coprire l'impasto con una ciotola e lasciare riposare per 20 minuti. Dividere l'impasto in pezzetti grandi come una nocciola, schiacciarli verso le stremità in modo da ottenere un bastoncino di 5cm di lunghezza e avvitare il bastoncino su se stesso; porre man mano le trofie su un canovaccio infarinato e lasciarle riposare per 1 ora. Nel frattempo mettere in una padella la salsiccia con la carota e la cipolla, 4 cucchiai d'olio e far rosolare il tutto per 5 minuti; unirvi i pomodori, salare, coprire e cuocere a fiamma moderata per 30 minuti. Con un frullatore ad immersione amalgamare il tutto e proseguire la cottura per 5 minuti. Nel frattempo lessare in abbondante acqua bollente e salata, con l'aggiunta di 2 cucchiai d'olio, le trofie per 4 minuti, scolarle e versarle nella padella con il sugo. Spadellare e servire nei singoli piatti con il grana e una presa di pepe.

89

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tortellini di gorgonzola e stracchino
http://ricette-di-cucina-di-laura.blogspot.com/2011/10/tortellini-di-stracchino-e-zucchine.html

Ingredienti 3 uova 300 gr di farina00 per pasta fresca 300gr di stracchino 400 gr di zucchine con il fiore 80 gr di burro aglio tritato scalogno basilico panna fresca formaggio grattugiato vino bianco secco olio extra vergine di Sale pepe Come prima cosa preparare la sfoglia. Sulla spianatoia mettere la farina nel cui centro formare un incavo in cui verranno messe le uova ed un pizzico di sale. Impastare il tutto e lavorare l'impasto. Formare una palla e metterla sotto la ciotola per 30 minuti a riposare.... Staccare i fiori dalle zucchine,lavarle e tagliarle a tocchetti piccoli,saltarle in padella con olio,aglio,sale ed una manciata di pepe. A cottura ultimata eliminare l'aglio e passare nel mixer le zucchine. Farle raffreddare ed una volta avvenuto ciò amalgamarle con lo stracchino. Una volta pronta la pasta tirare una sfoglia con il matterello,tagliare la sfoglia in quadratini di 3/4 cm nel cui centro porvi il ripieno e si piega la pasta come un triangolo e le due estremità bisogna chiuderle attorno al dito indice. Lasciarli riposare per un po'. In una larga padella mettere lo scalogno tritato con un bicchiere di vino bianco,quando il vino si sarà ridotto,aggiungere un po' di burro e i fiori delle zucchine puliti e lavati, tritandoli. Salare ed aggiungere la panna piccola. Nel frattempo lessare i tortellini in acqua salata ed appena riprende il bollore,scolarli e saltarli nella padella a fuoco vivo, completare con una bella manciata di formaggio grattugiato ed il piatto vi stupirà.
90

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Triangoli di zucca e sugo di salamela Mantovana
http://saporiinconcerto.blogspot.com/2011/10/triangoli-di-zucca-e-sugo-di-salamella.html

Ingredienti per il ripieno 1 kg zucca mantovana 300 gr Grana padano 200 gr amaretti 200 gr mostarda mantovana (solo di mele) 1 tuorlo d'uovo sale q.b. Per la pasta 6 uova 600 gr farina sale q.b. olio extravergine di oliva q.b.

Per il sugo 1 salamella mantovana salsa di pomodoro q.b. pepe nero q.b.

Le dosi sono un po' indicative,nel senso che l'impasto deve risultare compatto quindi mi regolo durante la preparazione se aggiungere un po' piu' di amaretti o formaggio. L'impasto lo preparo sempre il giorno prima e lo lascio riposare cosi' gli ingredienti si amalgamano meglio coi loro sapori Tagliate la zucca a fette e farla cuocere nel forno oppure a tocchetti in una pentola col coperchio a fuoco basso con l'aggiunta di un solo goccio di acqua.. Tritatela zucca, gli amaretti,il grana grattugiato e la mostarda scolata del suo liquido. Deve risultare un composto compatto. In un pentolino fate rosolare leggermente la salamella a tocchetti con un filo di olio extravergine di oliva. Aggiungete 5 o 6 cucchiai di salsa di pomodoro , sale e fate cuocere fino a quando la salsa si sarà ridotta . Preparatela sfoglia con 6 uova e 6 hg di farina e un pizzico di sale. Tirate la sfoglia e formate dei quadrati .
91

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

In una pentola portate a bollore l'acqua nella quale avrete versato due cucchiai di olio extravergine di oliva affinchè la pasta non si attacchi. Cuocete i quadrati di pasta e toglieteli delicatamente con un mestolo forato . Adagiate i quadrati di pasta sul piatto ,mettete una cucchiaiata di ripieno e chiudete l'angolo verso il basso. Procedete cosi' per quanti triangoli volete servire ad ogni commensale . Versate il sugo alla salamella , una abbondante macinata di pepe nero e i triangoli sono pronti per essere gustati....

92

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Pasta Lunga
Ciceri e trie
http://sciroppodimirtilliepiccoliequilibri.blogspot.com/2011/10/ciceri-e-tria.html

Ingredienti Per la pasta: 300 g di semola di grano duro 100 ml di acqua ca (1 bicchiere) Per il condimento: 200 di ceci secchi 1 cipolla piccola 1 costa di sedano 2 spicchi di aglio 2 cucchiai di passata di pomodoro 2 foglie di alloro rametto di rosmarino olio extra vergine di oliva peperoncino quantità a piacere sale Il giorno prima si mettano a bagno i ceci in acqua fredda e un cucchiaino di bicarbonato. Il giorno seguente si mettano in una pentola, meglio di terracotta, ricoperti di acqua fredda, si aggiunge uno spicchio d’aglio, cipolla, sedano, foglie di alloro, rametto di rosmarino e si lascino cuocere per 2 ore circa fin quando diventano teneri. Nel frattempo si prepara la pasta. Si versa la farina a fontana, si aggiunge un po’ per volta l’acqua, si lavora fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico. Si lascia riposare per mezz’ora coperto, poi si stende con l’aiuto di un mattarello una sfoglia non sottile. Si taglia a strisce di 1 cm 1,5 circa e si lascia riposare. Una parte delle strisce si frigge in olio extra vergine di oliva, si scolano per eliminare l’olio in eccesso. Il restante delle strisce si cuociono in acqua calda salata, prima di versare la pasta si
93

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

aggiunge un po’ di olio per non farla attaccare. Si fa cuocere per alcuni minuti deve rimanere al dente, si scola e si conserva una parte dell’acqua di cottura. In una padella si fa imbiondire l’aglio tagliato a pezzetti con un po’ di peperoncino, si aggiunge la passata di pomodoro si sala e si fa cuocere per alcuni minuti. Si prende un mestolo di ceci si passano nel passaverdura, si versa la poltiglia e si lascia insaporire, si aggiungono gli altri ceci interi e parte della loro acqua di cottura si fanno cuocere per alcuni minuti. Si aggiunge la pasta appena cotta, la pasta fritta con il suo olio di frittura e l’acqua di cottura conservata, si fa mantecare per alcuni minuti, si aggiunge il peperoncino e un filo di olio extra vergine di oliva. Si lascia riposare per alcuni minuti coperto prima di servirle.

94

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Fettuccine con funghi porcini e tartufo
http://paneburroealici.blogspot.com/2011/09/fettuccine-con-funghi-porcini-e-tartufo.html

Ingredienti (dosi per due persone) per la pasta 200 g di semola di garno duro 2 uova medie 1 cucchiaio di olio 1 pizzico di sale per la salsa 400 g di funghi porcini freschi 1 piccolo tartufo 3 cucchiai d'olio un pezzetto di peperoncino piccante 1 spicchio d'aglio 1/3 di cipolla sale e pepe 1 mazzetto di prezzemolo

Prepariamo la pasta: disponiamo la semola a fontana sulla spianatoia. Al centro le uova sgusciate, l'olio e il sale. Teniamo sempre presente che la quantità di semola riportata è indicativa, perchè dipende sempre dalla sua capacità di assorbimento e da quanto sono grandi le uova. Impastiamo tutti gli ingredienti e li lavoriamo bene fino ad ottenere una palla soda e liscia. Lasciamo "riposare"la nostra pasta tra due piatti per circa 1/2 ora. Intanto prepariamo la salsa a base di funghi e tartufo. Tagliamo via la parte inferiore dei funghi, cioè quella con le radici. Li laviamo velocemente sotto l'acqua fredda sfregandoli delicatamente per eliminare i residui di terra e li asciughiamo. Facciamo lo stesso col tartufo, spazzolandolo per qualche minuto con uno spazzolino umido. In un' ampia padella scaldiamo l'olio e lasciamo stufare per qualche minuto a fiamma bassa l'aglio e la cipolla tritati con il peperoncino. Mettiamo i funghi e li rosoliamo a fiamma vivace per alcuni istanti, mantenendo una temperatura medio-alta, che ci eviterà l'eccessiva fuoriuscita di liquidi dai funghi. Mescoliamo spesso e portiamo a cottura. Saliamo e pepiamo. Pochi istanti prima di spegnere la fiamma grattugiamo sui funghi metà del nostro tartufo. Se prepariamo la salsa in anticipo mettiamo il tartufo solo dopo, al momento di condire la pasta.
95

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Riprendiamo l' impasto, lo lavoriamo ancora per qualche minuto, prima di stenderlo col matterello e tagliarlo al coltello. In alternativa possiamo dividere l'impasto in parti uguali, da stendere e tagliare con la macchinetta apposita. Lessiamo la pasta in abbondante acqua salata, la condiamo col sugo di funghi e tartufo, aromatizziamo con del prezzemolo tritato ed impiattiamo. Direttamente nel piatto aggiungere delle scaglie ricavate dall'altra metà del tartufo e, se vogliamo, un filo di olio a crudo. Note - Di solito mi piace sfumare i funghi col brandy, ma non in questo caso: per valorizzare il profumo del tartufo è meglio evitare di aggiungere altri ingredienti.

96

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Fettuccine ricotta e zucchine
http://mammapaperasblog.blogspot.com/2011/10/fettuccine-ricotta-e-zucchine.html

Ingredienti per le fettuccine: 400 gr di farina oo 4 uova Sale Ingredienti per la salsa: 4 zucchine piccole tagliate a julienne olio extra vergine di oliva q.b. formaggio grana grattugiato q.b. sale e pepe q.b. 200 gr di ricotta 1/2 bicchiere di vino bianco

In una padella fate rosolare la cipolla in un filo di olio, aggiungetevi le zucchine tagliate a julienne salate e pepate e fatele appassire, aggiungete il vino e fate sfumare. A parte stemperate la ricotta in una ciotola con pochissima acqua di cottura aiutandovi con i rebbi di una forchetta. Preparate la pasta all’uovo, disponendo la farina con il sale a fontana su una ciotola come potete vedere dalla foto o su un piano di lavoro, al centro mettete le uova sbattendole leggermente con una forchetta e un po’ alla volta incorporate la farina, con le punta delle dita. Lavorate con forza la pasta, con la parte bassa del palmo della mano per alcuni minuti, cospargendo di tanto in tanto con della farina se lavorate su un piano di lavoro, questo fa si che l’impasto non si attacchi e se ciò dovesse succedere, potete staccarla con una spatola. Quando la pasta inizia a formare delle bollicine, raccoglietele in una palla. Ogni tanto stendete la pasta e la ripiegate come per fare il pane, così facendo otterrete un impasto
97

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

abbastanza omogeneo e di media consistenza. Formate una palla, coprite con pellicola e fate riposare per quindici minuti al riparo dall’aria, così la pasta diventa più morbida e lavorabile. Stendete la pasta, magari aiutandovi con una nonna papera, e ricavatevi delle strisce che piegherete più volte su se stesse dal lato corto e taglierete cosi come nella foto. Dopodiché aprite la pasta ed ecco ponte le vostre fettuccine. Cucinate in abbondante acqua salata per alcuni minuti, tutto dipende da quando grosso è l’impasto, scolate e fate saltare con le zucchine preparate in precedenza, aggiungetevi la ricotta e una spolverata di grana facendo saltare a fiamma alta fino a che si sarà amalgamato per bene Note: Avvolte nell’impasto per la pasta all’uovo può servire aggiungere un uovo o più farina e questo dipende dalla grandezza delle uova e dalla forza della farina. Provare per credere.

98

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Lasagne con fiori di zucca e burrata
http://diariodellamiacucina.blogspot.com/2011/10/lasagne-con-fiori-di-zucca-e-burrata.html

Ingredienti: Per le lasagne 200 gr di farina (ho usato quella antigrumi) 2 uova fresche Per il condimento: fiori di zucca Burrata Parmigiano grattugiato besciamella Disponete la farina a fontana e mettete al centro le uova, sbattete con una forchetta e iniziate a impastare energicamente fino a quando otterrete un impasto liscio e compatto. Stendete l’impasto con il mattarello o con la macchina per la pasta ottenendo una sfoglia sottile. Tagliate la sfoglia in rettangoli (se l’avete tirata con il mattarello) e lasciatela nella spianatoia per asciugare un pochino. Intanto, lavate con delicatezza i fiori di zucca e con attenzione togliete il pistillo. Lasciateli a testa in giù per scolare e nel frattempo preparate la besciamella e a fine cottura mettete una manciata abbondante di parmigiano, mescolate e mettetene un mestolo nel fondo di una teglia. Iniziate a fare la lasagna alternando a strati la sfoglia, la burrata tagliata a pezzetti con le mani, i fiori di zucca saltati per 2 minuti in padella con un filo d’olio a fiamma media e per ultimo la besciamella. Fate massimo 3 strati per non renderla troppo pesante, nell’ultimo strato spolverizzate con un po’ di parmigiano. Infornate a 170° per 40minuti circa. Sfornate e fate riposare la lasagna per 15 minuti (giusto per togliere il bollore) e servite.

99

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Lagane al baccalà mantecato e pisellini
http://patespery.blogspot.com/2011/09/lagane-insolite-in-una-solita-domenica.html

Ingredienti per 4 persone Per la pasta 400 gr di semola rimacinata 200 gr di acqua Per il baccalà mantecato 250 gr di baccalà essiccato e fatto rinvenire in acqua 250 ml di latte intero 125 gr di olio evo sale dei papi qb aglio a fette qb pepe nero qb prezzemolo qb Altri ingrdienti olio evo mezza cipolla di tropea 300 gr di piselli (anche surgelati) Per la pasta, meglio avviarsi il giorno prima, in modo che possa essiccarsi. Impastare l'acqua con la farina, fino ad ottenere un impasto bello sodo. Lasciar riposare per circa mezz'ora, coperto con un canovaccio. Stendere la pasta in un unica sfoglia sottile. Arrotolare la sfoglia su se stessa e poi tagliare il rotolo ottenuto in pezzi di 2 cm circa di larghezza. Srotolare e tagliare ulteriormente le strisce, se vi sembrano troppo lunghe. Non devono essere delle fettuccine!!!!!La loro lunghezza deve essere tra i 5 e 7 cm. Lasciare essiccare in vassoi, ricoprendo con un canovaccio. Per il baccalà, cuocere il baccalà nel latte, aromatizzato con un po' di pepe. Scolare il baccalà dal latte, che verrà tenuto da parte e lasciar raffreddare. Nella ciotola di un mixer ad immersione, sbriciolare il baccalà con l'aglio e aggiungere l'olio a filo, azionando il mixer ed emulsionando proprio come si fa per la maionese. Se non dovesse risultare abbastanza cremoso, aggiungere il latte di cottura del pesce. Salare se necessario (attenzione perché il baccalà è già abbastanza salato!!!!), aggiungere il prezzemolo tritato e mettere in frigo fino all'utilizzo. Preparare il condimento per la pasta, facendo soffriggere dell'aglio con l'olio. Aggiungere i piselli e lasciar cuocerli, aggiungendo un po' d'acqua. Aggiungere il baccalà mantecato, stemperandolo con un po' d'acqua di cottura della pasta, in modo da ottenere una cremina piuttosto morbida. Nel frattempo cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Scolare la pasta e farla saltare in padella con il sugo preparato in precedenza. Sedersi a tavola e godersi il piacevole piatto. Buon appetito!!!!!
100

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Lagane della nonna
http://unapasticcionaincucina.blogspot.com/2011/10/lagane-della-nonna-con-funghi-porcini.html

Ingredienti per 4 persone Per la pasta 350 g di farina q.b. di acqua Per il condimento 5 funghi porcini di media grandezza puliti e tagliati 4 cucchiai di formaggio grattugiato 150 ml di olio extravergine di oliva 1 cucchiaio di farina mezza cipolla tritata uno spicchio d'aglio prezzemolo q.b. di sale q.b. di pepe nero

Mettete in una ciotola la farina , aggiungete un pò alla volta l'acqua ed impastate, finchè non avrà una consistenza liscia ed omogenea . Poi mettete la pasta su di una spianatoia infarinata , lavoratela con le mani per un po' e dividete l'impasto in due parti: mettete da parte un pezzo dell'impasto e lavorate con il rimanente ; incominciate a stendere la pasta con il matterello , avvolgendola di tanto in tanto attorno ad esso per allargare la pasta . Fatto questo, quando la sfoglia è abbastanza larga, infarinatela per bene , quindi , avvolgetela su se stessa, fino a formare un rotolo ed incominciate a tagliarla con un coltello in piccoli rotoli dello spessore di un dito circa; srotolate i rotolini con le mani un po' per volta , quindi, prendete un vassoio, infarinatelo ed adagiatevi le lagane , spolverizzando di farina , quindi, mettete da parte In una pentola mettete l'aglio, la cipolla, l'olio ed i funghi porcini, fateli rosolare ed aggiungete la farina ; aggiungete anche un pò d'acqua, il pepe, il sale e il prezzemolo, quindi, fate cuocere per 10-15 minuti. Intanto fate cuocere in abbondante acqua salata le lagane per 5-7 minuti; una volta cotte, scolarle, versatele in una ciotola abbastanza capiente assieme al condimento preparato, con un po' di prezzemolo e del formaggio grattugiato ; mescolate il tutto, quindi, impiattate.
101

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Lagane e lenticchie alla cosentina
http://blog.giallozafferano.it/loti64/lagane-e-lenticchie-alla-cosentina-2/

Ingredienti 250 gr di lenticchie già lessate 400 gr di farina 00 acqua q.b. olio extravergine di oliva 2 spicchi di aglio basilico 10 pomodorini freschi

In una pentola far riscaldare l’olio e aggiungere l’aglio,quando sarà appena dorato,versare i pomodorini tagliati a cubetti e il basilico. Dopo una decina di minuti aggiungere le lenticchie,precedentemente lessate, salare. Far cuocere per 15 minuti circa. Preparare l’impasto per le lagane o tagliatelle. Versare la farina 00 sul piano lavoro e,un po per volta, aggiungere l’acqua. Attenzione: l’impasto deve risultare sodo e ben lavorato. Tirare la sfoglia,preferibilmente, con la macchina per pasta e con l’ausilio della parte da taglio fare le lagane o tagliatelle. Lessare in abbondante acqua salata .Dopo circa 4 minuti scolare la pasta e aggiungere il sughetto con le lenticchie. Amalgamare il tutto e servire.

102

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Lasagne al pesto
http://lacucinadigg.blogspot.com/2011/10/lasagne-al-pesto.html

Ingredienti (per 5-6 persone) 400 g di farina Antigrumi 4 uova 1 pizzico di sale 1 barattolo di pesto* 1 mozzarella di bufala parmigiano grattugiato q.b. Per la besciamella 100 g di burro 100 g di farina 1 l di latte noce moscata q.b. 1 pizzico di sale

.

*io ne avevo uno abbastanza grande, di circa 350-400 g, preparato in casa da un'amica di mia madre

Cominciate a preparare la sfoglia: su una spianatoia fate la fontana con la farina, il pizzico di sale e le uova. Impastate fino a quando gli ingredienti si saranno ben amalgamati e lasciate riposare il composto per circa mezz'ora, poi riprendetelo e stendetelo con il mattarello o con la macchina apposita. Formate le sfoglie di lasagne delle dimensioni che preferite e scottatele in acqua che ha raggiunto il bollore per pochi minuti. Occupatevi ora della besciamella: in un pentolino ponete il burro a sciogliere, quando questo sarà liquido aggiungete la farina setacciata, dunque non ho avuto bisogno di setacciarla) e mescolate sul fuoco fino a quando non vi saranno più grumi, facendo ben attenzione che non si attacchi al fondo della pentola. Avete dunque ottenuto il cosiddetto roux. A questo punto togliete dal fuoco e aggiungete il latte scaldato in precedenza, mescolando bene con un cucchiaio di legno. Rimettete sul fuoco, aggiungete un pizzico di sale e uno di noce moscata e fate cuocere a fiamma bassa fino a quando la salsa non si sarà addensata (circa 15 minuti). Lasciate intiepidire. Aggiungete poi il pesto alla besciamella e mescolate, dopodiché siete pronti per comporre la lasagne. In una teglia abbastanza grande spalmate un sottile strato di besciamella al pesto, poi foderate con un primo strato di sfoglia, besciamella al pesto, mozzarella di bufala a dadini e parmigiano grattugiato. Continuate in questo modo fino a terminare la profila (nel caso vi avanzasse sfoglia e/o besciamella, utilizzate più contenitori, oppure congelate la sfoglia), avendo cura di finire con lo strato di besciamella, mozzarella e parmigiano. Fate cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 25 minuti circa (a seconda della potenza dl vostro forno).
103

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Pasta ai peperoni
http://lachiccacucina.blogspot.com

Ingredienti 300 gr di farina tipo 0 3 uova da 60 g 1 cucchiaio di olio di oliva peperoni tonno olive carote 1 cipolla

Amalgamare la pasta lasciare riposare per 15 minuti e stendela con il mattarello nel frattempo mettere in una padella peperoni tagliati a pezzetti carota 1 cipolla far rosolare il tutto in modo che le verdure siano morbide buttare la pasta nella pentola aggiungendo un pizzico di sale quando sarà pronta servirla nei piatti e mettere sopra le verdure aggingendo 1 scatoletta di tonno

104

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

"Paglia e fieno" al tè matcha e fichi
http://notedicioccolato.blogspot.com/2011/09/incontri-di-fine-estate.html#more

Ingredienti per 2 persone - per la "paglia" 50g farina 0 50gr di farina di grano duro 1 uovo sale - per il "fieno" 50g farina 0 50gr di farina di grano duro 3gr di tè matcha in polvere (3% sul totale della farina) 1 uovo sale - per il condimento 2-3 fichi verdi o neri, maturi ma sodi 2 fettine di finocchiona (circa 40gr) semi di finocchio pepe rosa 1 spicchio d'aglio olio evo

Setacciare insieme le farine con il pizzico di sale (e il tè matcha nel caso del "fieno"), fare la fontana, sgusciare l’uovo nel mezzo e cominciare a mescolare con una forchetta, cercando di incorporare la farina pian piano. Quando l'impasto assume una certa consistenza, lavorare con le mani fino ad avere un bel panetto liscio, compatto ma elastico. Coprire con un canovaccio e lasciar riposare per un’oretta. Stendere la pasta in una sfoglia abbastanza sottile (se siete brave come la mia sister usate il matterello; se lo siete meno come me aiutatevi con la sfogliatrice o la nonna papera come ben spiegato qui), lasciare riposare un po' in modo che la sfoglia asciughi, quindi arrotolare la sfoglia su se stessa formando un rotolo e tagliare a fettine di circa 0,5cm con un coltello ben affilato (ovviamente se avete la trafila per le tagliatelle, è il momento di usarla!). Una volta
105

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

tagliate le varie fette, srotolarle e mettere le tagliatelle su un piano infarinato (messe su un vassoio di carta si possono tranquillamente congelare). Procedere allo stesso modo per i due tipi di pasta. Preparare il condimento. In una capace padella far rosolare lo spicchio d'aglio, le bacche di pepe rosa e i semi di finocchio (circa un cucchiaino) pestati con un paio di cucchiai di olio, in modo che prenda profumo e tenere da parte. Pulire i fichi e tagliarli a fette senza spellarli. Tagliare la finocchiona a listerelle. Lessare le tagliatelle in abbondante acqua bollente salata (*), scolarle al dente e trasferirle nella padella con l'olio profumato, lasciando insaporire per un minuto su fiamma viva. Se necessario, unire ancora un filo di olio crudo, completare con la finocchiona a listerelle, le fettine di fichi, un pizzico di fleur de sal e servire subito. Nota(*) le tagliatelle congelate andranno buttate direttamente nell’acqua bollente appena tolte dal freezer, SENZA farle scongelare, pena il ritrovarsi con un ammasso colloso!

106

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Pappardelle con zucca e porcini
http://dolcemente-salato.blogspot.com/2011/10/pasta-fresca-alluovo-pappardelle-con.html

Ingredienti per la pasta (4 persone) 300 gr di farina per pasta fresca e gnocchi (oppure metà 00 e metà semola di grano duro) 3 uova medio piccole (circa 150-160 gr) Una presa di sale Un filo di olio extravergine d'oliva Ingredienti per il condimento 500 gr di zucca 20 gr di funghi porcini secchi 1/2 bicchiere di latte Olio extravergine d'oliva Sale Erba cipollina Pepe bianco

In una spianatoia versare la farina e farne una fontana. Al centro versare le uova e il sale. Con una forchetta sbattere le uova senza farle uscire dalla conca. Incorporare, sempre con una forchetta un pò di farina, finendo per impastare il tutto. (Se l'impasto fosse troppo asciutto lavorarlo con le mani umide, se fosse troppo molle aiutarsi con altra farina). Formare un panetto e ungerlo con le mani leggermente unte d'olio (questo impedirà la formazione della crosticina). Far riposare l'impasto in una ciotola, coprendola con un canovaccio. Basteranno 20-30 minuti di riposo Tagliare pochi pezzetti di pasta per volta, lasciando al riposo il resto. Spianare con le mani ogni pezzo, infarinarlo per bene e passarlo nella macchinetta per la sfoglia (detta "nonnapapera"). Passare ogni striscia più volte, ripiegata su se stessa. Inizialmente sarà particolarmente fragile, poi diventerà più compatta. Cospargere ogni striscia con altra farina. Arrotolarla prima da un lato e poi dall'altro, fermandosi un centimetro prima della metà Con un coltello o una rotellina eliminare i millimetri esterni e tagliare la striscia arrotolata a striscioline di media grandezza Inserire uno spiedo sotto le striscie ancora arrotolate Sollevare lo spiedo, in questo modo le tagliatelle si potranno "srotolare" (lo spiedo velocizza decisamente i tempi) Con l'aiuto di altra farina formare dei nidi di tagliatelle lasciandole riposare
107

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliare la zucca a pezzettoni rimuovendo buccia e semi. Lessarla in due dita di acqua bollente e farla ammorbidire per circa 15 minuti Nel frattempo immergere i funghi secchi in acqua tiepida In una padella versare un filo d'olio e unire la zucca ormai ammorbidita, insaporire con sale e pepe bianco, mescolando con un cucchiaio di legno. Unire il latte e proseguire la cottura in modo che la zucca diventi cremosa Lessare le pappardelle versando un filo d'olio nell'acqua della pentola, in modo da impedire alla pasta di attaccarsi, scolarle ben al dente e mantecarle facendole saltare due minuti in padella, unendo i funghi porcini privati della loro acqua Servire con un trito di erba cipollina

108

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Pappaderle con pomodori datterini e cannocchie
http://fridaprivatechef.blogspot.com/2011/10/pappardelle-con-pomodori-datterini-e.html

Ingredienti per 4 persone 500 gr di pappardelle fresche all'uovo 300 gr di pomodori datterini freschi 300 gr di canocchie mezzo cipollotto tritato uno spicchio d'aglio in camicia basilico un pizzico di origano olio EVO sale peperoncino a piacere mezzo bicchiere di vino per sfumare

Mettere a bollire l'acqua per la pasta. In una padella larga 30 cm almeno mettere il cipollotto e lo spicchio d'aglio ad imbiondire con un po d'olio, aggiungere poi le canocchie tagliate in 3 o 4 pezzi (tagliatele sopra la padella o comunque in un recipiente in modo da recuperarne il succo),saltate velocemente, aggiustate di sale e peperoncino e sfumate dal bordo della padella con il vino bianco. Nel frattempo bucherellate i pomodori con uno stuzzicadenti e tuffateli nell'acqua bollente per la pasta per un minuto. Scolateli e freddateli immediatamente con acqua fredda. in questo modo le pelle verrà via rapidamente. Tagliateli a dadini, o sbriciolateli con le mani se non avete tempo ed aggiungeteli al sugo di canocchie. Lasciate cuocere 5 minuti. Tuffate le tagliatelle nell'acqua bollente e salata, scolatele al dente ripassatele nella padella con il sugo. Le tagliatelle assorbono molto sugo, aggiungete quindi qualche mestolo di acqua di cottura e un filo d'olio. Spolverate col basilico ed origano ed impiattate....

109

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Pappardelle al basilico con persico ed uova di lompo
http://piccoloricettario.blogspot.com/2011/10/tagliatelle-al-basilico-con-persico-e.html

Ingredienti 300 g di zucchine 250 g di filetto di persico 200 g di farina 00 100 g di albume 40 g di basilico 50 g di uova di lompo (per chi può uova di storione ) Limone Olio sale

Frullate il basilico con 20 g di succo di limone e 60 g di acqua , poi filtrate il tutto .Ponete la farina su una spianatoia ed impastatela con il succo di basilico filtrato , la scorza grattugiata del limone , l’albume ed un pizzico di sale , fate riposar per circa un’ora in frigo avvolta da uno strato di pellicola . Tirate la sfoglia sottilmente (2 mm) e formate le tagliatelle. Scaldate in una padella un po’ di olio ed unite zucchina tagliata a tocchetti , rosolatela a fiamma vivace per un minuto , cuocete poi a fiamma più bassa per altri 6 minuti ,unite il persico a pezzetti e cuocete altri 3 minuti , nel frattempo lessate le tagliatelle in acqua aromatizzata con qualche foglia di basilico , scolatela e passatela in padella insieme alle zucchine . Dividete la pasta nei piatti e completate con le uova di lompo

110

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Pici con sugo di pancetta e baccelli
http://blog.giallozafferano.it/cucinalaura/pici-con-sugo-di-pancetta-e-baccelli/

Ingredienti Per la pasta: 500 gr. di farina acqua q.b. un pizzico si sale Per il sugo: olio di oliva mezza cipolla 100 gr. di pancetta a cubetti 100 gr. di baccelli già sgranati parmigiano grattugiato vino bianco sale e pepe q.b.

Iniziamo a fare la pasta. In una ciotola mettete la farina, un pizzico di sale e dell’acqua. Non c’è una dose precisa per l’acqua, dipende un pò dall’umidità della farina, comunque deve risultare un’impasto asciutto…. cioè dopo aver lavorato bene l’impasto dovete ottenere una palla con la stessa consistenza di quando fate la pasta all’uovo. A questo punto stendete un pò l’impasto con un mattarello, fino ad ottenere una sfoglia alta circa un centimetro, e ricavatene delle strisce per tutta la lunghezza. Una ad una dovete farla rullare sotto i palmi delle mani in modo da ottenere delle striscioline tonde. Mettete la pasta ottenuta stesa su di un piano coperto da un telo di cotone. Mettete una pentola con abbondante acqua sul fuoco e nel frattempo preparate il sugo. In una padella mettete un pò di olio di oliva e la mezza cipolla tritata. Una volta soffrito aggiungete la pancetta a cubettini. Quando vedete che si sarà un arrosolata sfumate con un pò di vino bianco. A questo punto mettete i baccelli (forse molti di voi li chiamano fave) sbucciati e dosate di sale e di pepe. Dovrete cuocere ancora solo qualche minuto, perchè i baccelli dovranno rimanere croccanti. Cuocete la pasta nell’acqua salata per circa 10 minuti, scolatela e conditela con il sugo. Spolverizzate di formaggio grattugiato e servite caldi.

111

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Spaghetti alla chitarra gratinati con formaggio di capra
http://www.langolocottura.it/?p=186

Ingredienti Per la pasta fresca all’uovo 2 uova 200 gr di semola di grano duro Per il condimento besciamella: 30 gr burro, 300 gr latte, 25 gr farina 00, sale, noce moscata 200 gr di formaggio di capra semistagionato sale pepe erba cipollina Iniziamo con la pasta fresca: setacciare la farina e preparare la fontana con le due uova e mezzo cucchiaino di sale; impastare fino ad ottenere un composto omogeneo e ben strutturato, lasciar riposare coperto per mezz’ora. Stendere l’impasto in sfoglie sottili circa un millimetro e posizionarlo sulla chitarra. Con il matterello premere la sfoglia sulle corde, così da ottenere gli spaghetti che dovranno essere infarinati e appesi o stesi su di un canovaccio. Nel frattempo mettiamo a bollire abbondante acqua salata e poi inseriamo delicatamente gli spaghetti, mescolando così da mantenerli ben separati. La cottura deve essere piuttosto veloce, circa 5 minuti, perché poi saranno gratinati in forno. Besciamella: sciogliere il burro a fuoco basso e inserire la farina, mescolando e aggiungendo piano piano il latte, per evitare la formazione di grumi; salare e portare a bollore sempre mescolando, continuare la cottura per una decina di minuti, regolare di sale e aggiungere la noce moscata grattugiata. A questo punto dobbiamo aggiungere alla besciamella 150 gr di formaggio di capra tagliato molto sottile così che, mescolando, si possa sciogliere. Incorporare la besciamella con il formaggio agli spaghetti scolati per bene e, arrotolandoli con una forchetta formare dei nidi da sistemare su una placca coperta di carta forno.

112

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Sopra ad ognuno sistemare una scaglia di formaggio di capra e inserirli nel forno già caldo a 180° con la funzione grill e ventilato. Lasciar gratinare per circa 5 minuti, o comunque finchè comincerà a formarsi una leggera crosticina dorata. Togliere da forno e impiattare, aggiungendo una bella macinata di pepe e un po’ di erba cipollina tagliata fine, concludere la decorazione con qualche filo di erba cipollina lasciato intero e una scaglia di formaggio di capra.

113

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Scialatielli ai gamberi e pesto di pistacchi
http://www.murzillosaporito.com/post/2011/10/24/Scialatielli-ai-gamberi-e-pesto-di-pistacchi.aspx

Ingredienti per 6 persone: Per la pasta a mano: 300 gr di farina rimacinata di grano duro 300 gr di farina di grano tenero 3 uova 60 gr di pecorino grattugiato 240 gr di latte 2 cucchiai di olio evo qualche foglia di basilico tritato Preparazione: sale Per il sugo: 500 gr di gamberi pesto di pistacchi di Bronte 10 pomodori pachino uno spicchi d'aglio olio d'oliva

Preparazione degli scialatielli: Disponete la farina a fontana su una spianatoia o in una ciotola molto grande, al centro ponete gli altri ingredienti e impastate raccogliendo a mano a mano la farina prima con una forchetta e poi con le mani. Lavorate l'impasto per 10-15 minuti, ottenendo un impasto elastico. Lasciate riposare l'impasto coperto per un'oretta. Passato questo tempo riprendetelo e stendetelo con un mattarello dello spessore di 2-3 mm, arrotolatelo su se stesso e tagliatelo a strisce, come per le tagliatelle, dello spessore di circa 3 mm. Se gli scialatielli risultano troppo lunghi accorciateli, devono essere lunghi più o meno 15 cm. Disponeteli su dei vassoi con un pò di farina fino al momento di cuocerli. Preparazione del condimento: Pulite i gamberi e mettete le teste in una pentola con prezzemolo, aglio e sale e lasciate bollire per un'oretta, il liquido dovrà essere circa metà, filtratelo e tenetelo da parte. In una padella molto ampia far soffriggere uno spicchio d'aglio, aggiungete i pomodorini tagliati a metà liquido di cottura dei gamberi e fate ridurre.
114

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Sciogliete il pesto con un pò di liquido di cottura dei gamberi. Aggiungete i gamberi al sugo e dopo 5 minuti aggiungete anche il pesto, amalgamate e togliete dal fuoco fino a 2 minuti prima di condire la pasta. Cuocete gli scialatielli in abbontante acqua salata e scolateli a metà cottura. Terminate la cottura in padella con il condimento, aggiungendo ancora il liquido di cottura dei gamberi. Nell'impiattamento aggiungete acora una spruzzata di pecorino....B U O N I S S I M I !!!!!!

115

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliatelle ai ceci con crema di zucca e gamberetti
http://deliziedamilleunanotte.blogspot.com/2011/11/tagliatelle-ai-ceci-con-crema-di-zucca.html

Ingredienti per 4 persone Per la pasta 300 gr di farina per pasta e gnocchi 100 gr di farina di ceci precotta 2 uova 60 ml circa di acqua Per il condimento 500 gr di zucca 1 gambo di sedano 400 ml di latte 400 ml di brodo vegetale 300 gr di code di gambero una noce di burro qualche pomodorino datterino

Setacciare insieme le due farine, metterle a fontana sulla spianatoia con al centro le uova e l'acqua. Impastare fino a formare una panetto liscio. Io poi l'ho steso con il mattarello ed ho formato le tagliatelle. Preparare il condimento: pulire e tagliare la zucca a tocchetti, metterla in una casseruola con il sedano, coprire con il latte e il brodo e cuocere per una quarantina di minuti. Quando è cotta frullate il tutto e regolate di sale e pepe. Nel frattempo rosolare i gamberi con il burro, aggiungere i datterini tagliati a metà e cuocere. Lessare la pasta in abbondante acqua salata, scolarla e metterla in una pirofila, condire con la crema di zucca ed i gamberetti. Se la crema risulta troppo densa, allungare con qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta.

116

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliatelle al cacao
http://lemienuvoledipanna.blogspot.com/2011/11/e-questa-zuppetta.html

Ingredienti Per la pasta al cacao 150 g di farina 00 20 g di buon cacao amaro 1 uovo acqua q.b. un pizzico di sale Per la composta di fichi 120 g di fichi neri 20 g di zucchero 4 cucchiai di rum panna montata zuccherata per decorare Cioccolato bianco

Prepariamo la pasta amalgamando bene tutti gli ingredienti, avvolgiamo nella pellicola e lasciamo riposare in frigo per un ora. Nel frattempo prepariamo la composta di fichi, laviamoli bene, togliamo il picciolo e tagliamo a pezzi. In un tegame mettiamo lo zucchero e facciamo lo sciogliere a fuoco basso, aggiungiamo i fichi e lasciamo sul fuoco, sempre basso, per alcuni minuti, a questo punto alziamo il gas e sfiammiamo con il rum, quando sarà evaporato quasi del tutto togliamo dal fuoco. Prendiamo la pasta dal frigo, tiriamola abbastanza sottile e poi formiamo le tagliatelle. Cuciniamo le tagliatelle in abbondante acqua e prepariamo anche la profumatissima cioccolata bianca, mettiamo quindi in una ciotolina o se preferiamo in una tazza un po' di cioccolata, aggiungiamo un po' di tagliatelle al cacao, finiamo con un cucchiaio di composta di fichi al rum e decoriamo con un ciuffetto di panna montata. Serviamo ancora caldo ... accompagnato con dell'altra ciccolata bianca .... gnam gnam ...

117

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliatelle al cacao con salsa alle noci
http://cook-zone.blogspot.com/2011/11/tagliatelle-al-cacao-con-salsa-alle.html

Ingredienti Per la pasta: 300 gr di farina di semola di grano duro 3 cucchiai di cacao amaro 3 uova sale Per la salsa alle noci: 250 gr di noci spellate 50 gr di pinoli 400 ml di panna da cucina 20 gr di parmigiano grattugiato 1 rametto di maggiorana 1 spicchio d'aglio olio, sale, pepe
Iniziate preparando la pasta. Disponete la farina a fontana su una spianatoia, mettete al centro il cacao, le tre uova sgusciate e il sale. Lavoratele con la forchetta poi, quando l'impasto si sarà accorpato un po', lavoratelo con le mani, fino a quando otterrete un impasto liscio. Avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare per 1 ora in un luogo fresco. Intanto preparate la salsa alle noci. Tritate le noci (per spellarle, lasciatele bollire per pochi minuti) con i pinoli, il parmigiano grattugiato, lo spicchio d'aglio, un rametto di maggiorana e un filo d'olio. Se la salsa dovesse risultare un po' troppo densa allungatela con un goccio di panna. Traferite il tutto in un tegame e fate cuocere per 5 minuti con un filo d'olio. Aggiungete poi la panna, aggiustate di sale e pepe e spegnete. Riprendete il vostro panetto di pasta, stendetelo con il mattarello ad uno spessore di 1/2 millimetro (e qui entreranno in pista i vostri maritozzi o i vostri padri!:D). Arrotolate la pasta attorno ad un coltello a lama liscia e confezionate le vostre tagliatelle tagliandole ad uno spessore di 1/2 centimetro. Srotolatele subito e mettetele su un canovaccio a farle seccare a circa un'ora dalla cottura.
118

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Cuocete poi le vostre tagliatelle in acqua bollente salata, assaggiandole di tanto in tanto per verificarne la cottura. Servite le tagliatelle nel piatto da portata con la salsa alle noci e una spolverata di noci tritate.

119

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliatelle all'uovo con zucchine e salmone
http://atuttacannella.blogspot.com/2011/10/tagliatelle-alluovo-con-zucchine-e.html

Ingredienti Per la pasta all’uovo 3 uova 100g farina calibrata 100g farina 0 100g farina di semola un goccio d'olio Per il condimento 1 scalogno un goccio d'olio 2 zucchine (o 1 grossa) una confezione di salmone affumicato da 100g un bicchiere di panna Come prima cosa ho voluto fare la pasta all'uovo in casa. Siccome non si fa mai solo un uovo di pasta di solito si mixa la farina calibrata (è una miscela di farine, la trovate al supermercato con proprio la dicitura farina calibrata) con la farina 0, e magari con la farina di semola; ognuna dà una particolare proprietà all’impasto che lo rende resistente, elastico e consistente:  Calibrata - Ruvidità  Tipo 00 - Elasticità  Semola – Consistenza Se vi fornite da un mulino è possibile trovare già delle miscele studiate per la pasta all'uovo, che vi evitano di miscelare voi! Una volta fatto l'impasto della pasta all'uovo va tirato sottile col mattarello, io mi ci sono cimentata. La mia vicina mi ha scorso dalla finestra mentre mi cimentavo ed è corsa in mio aiuto, munita per altro del mini tagliere per tagliare le tagliatelle. Mi sa che la prossima volta comunque mi darò alla mia collaudata nonna papera... Le macchioline che vedete sono perchè qui ho usato una farina integrale al posto della 00 Bene, ora abbiamo le tagliatelle, ecco cosa ho usato per il condimento
120

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliare lo scalogno sottile e metterlo in una padella con un filo d’olio e farlo scaldare a fuoco dolce. Quando risulta dorata unire le zucchine tagliate a julienne. Far cuocere a fuoco dolce per una decina di minuti, poi aggiungere il salmone e quando cotto anche la panna. Far ridurre per una decina di minuti e spegnere la fiamma. Far bollire abbondante acqua, salare e bollire le tagliatelle, tenendole indietro di un minutino, poi saltarle in padella. Servire subito calde.

121

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliatelle al nero di seppia con pomodori datterini, scampi zucchine
http://arbanelladibasilico.blogspot.com/2011/10/una-pasta-speciale-per-natalia.html

Ingredienti per la pasta 300 g di farina OO 3 tuorli 3 cucchiai di olio 3 mezzi gusci d'uovo di vino bianco 1 bustina di nero di seppia per il sugo 10 pomodori datterini una decina di scamponi 1 bicchiere di vino bianco secco 1-2 zucchine olio, sale, pepe 1 spicchio d'aglio 1 pizzico di zucchero di canna qualche foglia di menta

Impastate la pasta, riunendo tutti gli ingredienti sulla spianatoia, fino ad avere un impasto morbido ed elastico. Fatela riposare mezz'ora avvolta nella pellicola. Trascorso questo tempo, tiratela e preparate le tagliatelle. Mentre le tagliatelle riposano prima della cottura, preparate il sugo. Fate appassire i datterini con olio, sale, pepe e lo zucchero di canna, a fuoco basso e tenete da parte. In un'altra padella fate saltare con poco olio lo spicchio d'aglio in camicia, quindi unite gli scampi di cui 4 interi con il guscio e gli altri puliti e a pezzetti. Dopo qualche minuto sfumate con il vino e fate evaporare. Tagliate a julienne le zucchine e spadellatele in una terza padella con olio e menta. Riunite poi scampi, zucchine e pomodorini in una padella abbastanza grande da poter contenere anche la pasta; lessatela quindi in abbondante acqua salata a cui avrete aggiunto un cucchiaio d'olio. Scolatela, padellatela con il sugo, bagnate con un giro d'olio EVO e servite. Se necessario per mantecare bene pasta e sugo unite qualche cucchiaio d'acqua di cottura.
122

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliatelle al pesto di rucola
http://ledolcicreazionidimariablog.blogspot.com/2011/10/tagliatelle-al-pesto-di-rucola.html

Ingredienti 750 g di farina di semola di grano duro 2 uova Acqua calda q.b. 1 cucchiaio di olio evo 1 mazzetto di rucola 1 manciata di pinoli ½ spicchio di aglio 50 g di parmiggiano Olio evo q.b. Setacciare la farina e formare la fontana su una spianatoia. Aggiungere le uova e sbattere con una forchetta, l’olio e l’acqua un po’ alla volta e iniziare ad impastare bene. Far riposare l’impasto coperto da un canovaccio per 30 minuti. Stenderlo in una sfoglia sottile e formare le tagliatelle, oppure utilizzare l’apposita macchina per la pasta. Lavare la rucola e frullarla con i pinoli, l’aglio, il formaggio, il sale e olio q.b. a creare una cremina. Cuocere la pasta con un filo di olio nell’acqua di cottura. Condire con il pesto e una spolverata di parmigiano.

123

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliatelle al sugo
http://blog.giallozafferano.it/ricetteditina/tagliatelle-al-sugo/

Ingredienti per 4 persone 400gr di farina 00 4 uova 2 cucchiaini di sale 1 litro di passata di pomodoro olio extra vergine cipolla basilico Mettere su una spianatoia la farina a fontana..aggiungervi le uova e il sale..impastare energicamente fino a rendere l’impasto sodo.Tagliare l’impasto in piccole parti e passarli nella macchina per la pasta…stendeteli bene..prima con il n°2..poi 3,4,5…mettere le sfoglie su un canovaccio pulito cosparse di farina e farle asciugare per 15 minuti.Sempre con l’aiuto della macchina per la pasta dare la forma alle tagliatelle e dividerle una ad una e posizionarle su un vassoio infarinato..aggiungere altra farina ed girarle.Prepariamo il sugo mettendo in una pentola l’olio con la cipolla..fatelo soffriggere ed aggiungete la passata di pomodoro..salate se occorre mettete qualche bicchiere di acqua e lasciate cuocere per 30 minuti a fuoco dolce.Cuocere le tagliatelle in acqua salata..per 6 minuti..scolarle aggiungere qualche mestolo di sugo ed amalgamare..servite le vostre tagliatelle al sugo belle calde

124

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliatelle al sugo di latte della nonna Maria
http://lacucinadigg.blogspot.com/2011/10/tagliatelle-al-sugo-di-latte-della.html

Ingredienti per 4 persone 300 g di farina Antigrumi 3 uova; 1 pizzico di sale; per il sugo: 1 fetta di coppa*; -olio q.b; -cipolla; -carne macinata; -pepe q.b; -sale q.b; -1 dito di vino; -abbondante pomodoro passato; -basilico; -1 spicchio d'aglio; -1 bicchiere di latte. *in realtà io ne avevo una confezione aperta, dunque ne ho usate circa 7-8.

Sulla spianatoia, fate la fontana con farina e al centro uova e il pizzico di sale. Impastate fino a quando gli ingredienti non saranno ben amalgamati, poi lasciate riposare per una mezz'oretta. Riprendete la pasta, stendetela e ricavate le tagliatelle. Per il sugo (ricopio ciò che era scritto sul foglietto): "olio, una fettina di coppa con cipolla e fate rosolare. Aggiungete carne macinata con sale e un pizzico di pepe. Lasciare cuocere pochi istanti e quindi aggiungere un dito di vino. Assorbito il vino aggiungere abbondante pomodoro passato (pelati d'inverno), con l'aggiunta di basilico, cipolla e uno spicchio d'aglio per dare gusto al sugo e lasciare cuocere, aggiungendo un bicchiere di latte anziché acqua e lasciarlo ristringere al massimo." Fate bollire abbondante acqua salata e fate cuocere le tagliatelle per qualche minuto, scolatele e condite con il sugo.

125

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliatelle alla crema di zucchine e zafferano
http://fridaprivatechef.blogspot.com/2011/11/tagliatelle-alla-crema-di-zucchine-e.html

Ingredienti per 4 persone 4 zucchine a buccia scura 1 piccola cipolla 1 spicchio d'aglio olio evo sale e peperoncino q.b. 2 bustine di zafferano 400 gr di tagliatelle all'uovo per le tagliatelle 4 uova 400 gr di farina 00 semola per stendere la pasta

Per prima cosa, impastiamo le tagliatelle. Facciamo una fontana con la farina, io all'inizio ne metto sempre un po' meno, poi aggiungere le uova, sbatterle been con la forchetta ed incorporare pian piano la farina. Impastare per almeno 10 minuti, fino ad ottenere una palla bella liscia e morbida, copriamola con un canovaccio e facciamola rilassare per mezz'ora. In una casseruola, mettiamo la cipolla a spicchi, l'aglio intero, facciamo soffriggere leggermente ed aggiungiamo le zucchine a pezzetti. Facciamo rosolare per bene e portiamo a cottura coprendo con acqua tiepida. I tempi di cottura variano a seconda della grandezza delle zucchine, in media 15-20 minuti. A cottura ultimata aggiungete lo zafferano e frullate il tutto. Bisogna ottenere una crema molto liquida, se la vostra dovesse essere troppo densa, aggiungete dell'altra acqua, aggiustate di sale e peperoncino e tenete da parte. Stendiamo la pasta in una sfoglia sottile almeno 3 mm, ricaviamone delle strisce, che arrotoleremo su se stesse con l'aiuto di un po' di semola, per non farle attaccare, poi taglieremo una volta asciugate un po'. Tuffiamo le tagliatelle in acqua bollente salata per 2-3 minuti e saltiamole poi in padella con la crema per altri 2-3 minuti. A piacere possiamo aggiungere basilico tritato grossolanamente.
126

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliatelle di frittatine rosse
http://gustosamente.blogspot.com/2011/10/tagliatelle-di-frittatine-rosse.html

Ingredienti: 2 porzioni 4 uova 250 gr di salsa di pomodoro 4 cucchiai colmi di farina 00 4 cucchiai di parmigiano grattugiato un goccio di latte poca cipolla dorata olio extravergine d'oliva q.b. sale q.b.

Fate rosolare in poco olio la cipolla finemente tritata. Unite la salsa di pomodoro, regolate di sale e lasciate cuocere per 15-20 minuti, finchè il sugo si ispessisce. Nel frattempo amalagamate la farina con le uova sbattute, aiutandovi con una frusta in modo da togliere tutti gli eventuali grumi. Unite il parmigiano, un pizzico di sale e se la pastella vi sembra troppo densa, aggiungete anche un goccio di latte. Quando il sugo è pronto fatelo leggermente intiepidire e unitelo quasi totalmente al composto di uova (conservate qualche cucchiaio di sugo per condirle alla fine). Mescolate bene e cuocete le frittatine (o chiamiamole crespelle) in una padella antiaderente leggermente oliata. Ci vorranno 4 minuti circa da un lato, poi le girate per un minuto dall'altro lato. Cotte le crespelle tenetele in caldo su un piatto. Una volta esaurito tutto il composto, tagliate le frittatine a listarelle e servitele cosprgendo le porzioni con un abbondante cucchiaio di sugo. A piacere spolverate altro parmigiano o servitele con delle verdure come accompagnamento.

127

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliatelle di kamut al ragù
http://paola-pronto.blogspot.com/2011/10/aridajie-con-la-pasta-fresca.html

Ingredienti 2 uova 2 hg circa di farina 1/2 bianca 00 e 1/2 Kamut un cucchiaio di olio un pizzicotto di sale fino e tanto tanto tanto olio di gomito un goccio di acqua

Fare una fontana con la farina, al centro rompere le uova il sale e l'olio e iniziare a lavorare con la forchetta facendo dei cerchi in modo da incorporare poca farina alla volta. Adesso inizia il bello bisogna iniziare a lavorare con le mani impastando, impastando, e impastando ancora. Ho dovuto aggiungere un po' di acqua all'impasto perchè era diventato durissimo, credo perchè la farina aveva assorbito tutti i liquidi, la prossima volta credo che userò 2 uova e un tuorlo. Alla fine si è formata una palla abbastanza liscia che ho avvolto nella pellicola e ho lasciato riposare sotto una insalatiera per una mezzoretta. Altra fase super faticosa: stendere sottilmente, con il mattarello, tutto l'impasto. Devo dire che è un bell'esercizio per le braccia e la schiena, ma rispetto alla prima volta che l'ho fatto è stato quasi un gioco da ragazzi! Ho condito con un ragù bello sostanzioso fatto con manzo e salsiccia che ha reso felici gli uomini di casa!

128

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliatelle panna e tartufo nero
http://blog.giallozafferano.it/rossopomodorino/tagliatelle-panna-e-tartufo-nero/

Ingredienti per le tagliatelle (per 1011 persone) 6 uova 900 g di farina per pasta fresca e gnocchi per il condimento 2 cucchiai di burro 150 ml panna da cucina Salsa Tartufata qualche fettina di Carpaccio di Tartufo Nero

Pesate la farina (1) e vuotatela a fontana su di un piano. Fateci un buco al centro in cui mettete le uova (2). Cominciare a unire il composto (3) e ad impastarlo molto bene (4a-4b), fino ad ottenere un impasto omogeneo ben lavorato (5). (Come avrete notato, a differenza della ricetta della pasta all’uovo che avevo pubblicato tempo addietro in cui 1 uovo=1 hg di farina, qui ne ho utilizzata di più in quanto la farina era finissima e, impastando, ne era necessaria una quantità maggiore per ottenere un buon impasto. Quindi il mio consiglio è di cominciare utilizzando una quantità di farina standard (1uovo=1hg farina) per poi aggiungerne in caso di bisogno). Stendere ora l’impasto con il matterello (6a-6b-6c) fino ad ottenere una sfoglia sottile ma non troppo (le tagliatelle vanno lasciate un po’ grossettine). Lasciate seccare la sfoglia all’aria e, una volta secca, arrotolatela su se stessa partendo da due lati opposti (7), arrivando ad una sorta di “cilindro appiattito” di pasta. A questo punto tagliate la pasta a fettine di circa 7-8 mm (8a-8b) e strotolatene un po’ alla volta con delicatezza. Create dei “nidi” ed appoggiateli su di un vassoio. Ecco pronte le vostre tagliatelle! Sciogliete il burro in una padella capiente e versateci la salsa tartufata. Lasciate cuocere un paio di minuti ed aggiungete la panna. Lasciate cuocere ancora per poco.
129

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Nel mentre avrete portato ad ebollizione abbondante acqua salata in una pentola grande e vi avrete messo dentro le tagliatelle. Scolate la pasta ben al dente e versatela nella padella. Mescolate velocemente, unire un po’ di carpaccio di tartufo nero e servite.

130

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliolini ai funghi porcini con zafferano
http://cappuccinoandcornetto.blogspot.com/2011/09/tagliolini-ai-funghi-porcini-e.html

Ingredienti ( per 2 persone) Per la pasta fatta in casa 2 uova 200 gr di farina di semola rimacinata di grano duro sale per il condimento 1 fungo porcino fresco ( di medie dimensioni) pistilli di zafferano ( 4 a persona) un bicchierino di acqua tiepida di cottura o brodo per lo zafferano 1 spicchio di aglio sale, pepe, olio evo

Per prima cosa bisogna far rinvenire i pistilli di zafferano in una tazza di brodo caldo oppure l'acqua di cottura della pasta. La dose necessaria è di circa 4/5 pistilli a persona.Metteteli nella tazza e lasciateli rinvenire, vi accorgerete che in poco tempo il brodo avrà un bel colore giallo intenso. Preparate la pasta sul piano da lavoro mettendo la farina a fontana, aprendo un buco al centro e rompendoci le uova dentro. Sbattete inizialmente le uova con un pizzico di sale aiutandovi con una forchetta e poi impastate a mano il composto fino ad ottenere un bel panetto. Usando semola di grando duro l'impasto non è semplice da lavorare, è molto più duro della farina normale ma i risultati secondo me sono migliori per questo tipo i ricetta.La pasta avrà un bel colore giallo e manterrà perfettamente la cottura.

131

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Una volta che il panetto è bello liscio copritelo e lasciatelo riposare 10 minuti. Riprendete il panetto, stendetelo e tagliate la pasta nel formato che desiderate, io per questa ricetta ho optato per fare dei tagliolini, che erano un poco più spessi delle fettuccine. Mettete l'acqua a bollire e preparate il condimento per la pasta. Se avete i funghi freschi spennellateli e togliete la terra dal gambo( ricordate che i porcini non vanno lavati, ma spennellati e puliti con un panno umido), tagliateli a dadini e fate imbiondire in una padella con olio e uno spicchio d'aglio. Cuocete per una decina di minuti, insaporite con sale e pepe. Appena l'acqua è pronta, buttate la pasta ( ci vorranno 3 minuti di cottura), scolatela direttamente nella padella in cui farete la mantecatura, aggiungete i funghi porcini e il mezzo bicchierino di liquido allo zafferano passato al setaccio per recuperare i pistilli. Mescolate gli ingredienti per insaporirli per bene e impiattate. Usate qualche pistillo come guarnizione al piatto da portare in tavola.

132

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Tagliolini verdi al burro e salvia
http://barboncinaincucina.blogspot.com/2011/11/tagliolini-verdi-al-burro.html

Ingredienti (per circa un kg di pasta) 850 gr farina 8 uova 90 gr di spinaci (meglio se freschi) Uno spicchio d'aglio un pizzico di sale burro e qualche foglia di salvia per condire

Lavare con cura gli spinaci. Scaldare in padella poco olio con uno spicchio d'aglio. Togliere l'aglio e saltare brevemente gli spinaci facendoli ammorbidire. Lasciarli raffreddare, asciugarli con lo scottex per evitare che l'impasto venga molle e tritarli finemente nel mixer. Buttare la farina sull'asse per impastare, dandole la forma di una montagna con un cratere al centro. Nel cratere, buttare le uova dopo aver dato loro una leggera sbattuta con il sale e gli spinaci. Impastare fino ad ottenere una bella palla compatta (se fosse troppo umida, aggiungere un pochino di farina). Avvolgerla nella pellicola trasparente e lasciarla riposare per almeno un'ora (meglio ancora, sopratutto in giornate umide, anche mezza giornata: il cellophane impedirà la formazione della crosticina). Stendere la pasta e realizzare dei fogli con l'apposita macchinetta, poi cambiare rullo e creare i tagliolini. Depositarli su un vassoio ampio e infarinarli abbondantemente. Buttare la pasta in abbondante acqua salata bollente girandola con un forchettone. In due o tre minuti sarà cotta, ma dipende da quanto si è seccata, quindi bisogna assaggiarla. Il gusto dei tagliolini verdi è molto delicato, quindi mami e papi li condiscono con un po' di burro e salvia per non coprirlo. Poi, hanno guarnito con qualche foglia di spinacio cruda.

133

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi e Crepes
Gnocchi
http://blog.giallozafferano.it/rosy74/2011/10/02/gnocchi/

Ingredienti 1 kg di farina 800 di patate acqua q.b. ragù oppure condimento che preferite

Pelate le patate, tagliatele a pezzettoni e lessatele in acqua, senza sale. Una volta cotte schiacciatele. Su di un piano da lavoro disponete la farina a fontana con nel centro le patate schiacciate, incominciate ad incorporare la farina con le patate, bene a questo punto vi direi di vedere il video, sia per l’impasto che per la forma degli gnocchi. Ho condito i miei gnocchi con un sugo di ragù , un po’ di provola, li ho messi in una pirofila , li ho spolverati con il formaggio ,un pò di pepe e li ho infornati a 180° per 10m. Ma li potete gustare anche semplicemente conditi col sugo come nella foto.

134

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi con gorgonzola e noci
http://lacucinadiziasimonetta.blogspot.com/2011/10/gnocchi-con-gorgonzola-e-noci.html

Ingredienti 200 gr di farina 600 gr di patate a pasta bianca sale q.b. 200 gr di gorgonzola 50 gr di gherigli di noci 3/4 cucchiai di latte

Porre le patate in una pentola con abbondante acqua fredda , portare ad ebollizione e verificare la cottura punzecchiandole con una forchetta, quando sono tiepide spellarle, disporre la farina a fontana sulla spianatoia e al centro porre le patate schiacciate con il passaverdure ed un pizzico di sale, impastare, formando un impasto che dovrà risultare compatto ma soffice, dividere il composto, formare dei filoncini dello spessore di 2/3 cm e tagliare gli gnocchi, passarli con l'apposito utensile o con i rebbi di una forchetta, portare ad ebollizione una pentola di acqua, salare ed buttare i gnocchi, quando questi verranno a gala scolarli e condirli a piacere. Sciogliere a bagnomaria il gorgonzola con il latte, aggiungere le noci tritate finemente, condire i gnocchi direttamente nel contenitore dove è stato sciolto il gorgonzola, servire ben caldi.

135

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi con sugo di pancetta e panna
http://blog.giallozafferano.it/cucinalaura/gnocchi-con-sugo-di-pancetta-e-panna/

Ingredienti Dosi per 10 persone 1kg e 700 gr. di patate crude 500 gr. di farina (per pasta fresca e gnocchi) sale q.b. 1 uovo intero olio di oliva mezza cipolla 5 fette di pancetta 1 confezione di panna da cucina latte q.b. Iniziamo lessando le patate in acqua bollente salata. Una volta cotte schiacciatele subito con lo schiacciapatate sennò da fredde sarà molto difficile farlo. Mettetele in una ciotola e fate raffreddare un pochino, in modo da poterle poi lavorare con le mani. A questo punto aggiungete la farina e l’uovo intero, lavorate il tutto. La quantità della farina è un pò indicativa, nel senso che dipende un pò dalle patate e dall’umidità della farina, quindi vedete voi se sarà necessario aggiungerla ancora o no. Finite di impastare su di una spianatoia fino a formare un panetto morbido e non appiccicoso. Per lavorare meglio poi stendete un pò di farina sul piano di lavoro dove metterete il panetto ottenuto e dove farete gli gnocchi. Ricavate dall’impasto delle palline da cui farete dei rotolini del diametro di circa 1 centimetro (poi dipende se volete fare gli gnocchi più o meno grossi). Tagliate con un coltello tanti dadini dal rotolino in modo da formare gli gnocchi. Se volete potete farli rotolare sul rovescio della forchetta o leggermente su di una grattugia. Prepariamo adesso il sugo. Iniziamo facendo a dadini piccoli la cipolla e la pancetta. In una padella mettete un filo di olio e la cipolla. Appena inizia a soffriggere aggiungete la pancetta e fate rosolare. Quando sarà pronta versate nella padella la panna ed un pò di latte in modo da rendere un pò più fluido il sugo. Aggiustate di sale e fate bollire pochi minuti. Nel frattempo mettete l’acqua per gli gnocchi. Quando bolle salatela e versatevi gli gnocchi, appena vengono a galla sono cotti! Scolateli e conditeli con il sugo.
136

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di barbabietola
http://saporiinconcerto.blogspot.com/2011/10/gnocchi-travolti-da-un-insolito-destino.html

Ingredienti per gli gnocchi : 500 gr patate 200 gr farina sale q.b. 1 barbabietola per la pasta brisè : 300 gr farina 150 gr burro 2 cucchiaini di sale 2 barbabietole

peperoncini piccanti e una barbabietola per la decorazione

In una ciotola mescolate la farina con il sale e il burro sciolto a temperatura ambiente . Eseguite questa operazione con un cucchiaio per evitare di scaldare troppo la pasta con le mani. Aggiungete due barbabietole frullate e mescolate bene solo all'ulitimo velocemente con le mani per formare una palla . Coprite con una pellicola da cucina e riponete in frigorifero per almeno un' ora . Nel frattempo bollite le patate in abbondante acqua . Scolatele e lasciatele raffreddare leggermente . Pelatele e schiacciatele con uno schiacciapatate . Aggiungete un bel pizzico di sale e la farina setacciata . Frullate una barbabietola e aggiungetela all'impasto . Su di un piano di lavoro leggermente infarinato , preparate gli gnocchi : prendete un poco di impasto e formate un rotolino che andrete a tagliare a tocchetti (che potete passare sui rebbi di una forchetta o su di una grattugia per dare un disegno ). Togliete la pasta brisè dal frigorifero e con l'aiuto di un mattarello formate dei dischi con i quali andrete a ricoprire la parte esterna di una ciotola leggermente imburrata , per dare la forma di un contenitore . Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti . In un pentolino scaldare una noce di burro con una barbabietola frullata . Portare a bollore abbondante acqua , saltela e versate gli gnocchi che scolerete con una schiumarola man mano che salgono a galla . Condite gli gnocchi e teneteli in caldo . Sfornate il contenitore di pasta brisè ,lasciatelo raffreddare leggerrmente prima di staccarlo dalla ciotola . Su di un piatto da portata mettere sul fondo delle fette di barbabietola sulle quali adagerete il cestino di pasta brisè nel quale verserete gli gnocchi . Decorate con qualche fettina di barbabietola e peperoncini piccanti.....
137

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di funghi champignon con pesto di noci
http://pancakesacolazione.blogspot.com/2011/10/giovedi-gnocchi-gnocchi-di-funghi.html

Ingredienti per 4 persone Per gli gnocchi: 200 gr di funghi champignon 200 gr di farina 1 uovo 1/2 bicchiere di latte sale Per il pesto di noci: 70 gr di gherigli di noce 1/2 spicchio di aglio 4 cucchiai di parmigiano grattugiato 5 cucchiai di olio extravergine di oliva

Preparate il pesto mettendo nel bicchiere del mixer le noci, l'aglio, il parmigiano e 2 cucchiai di olio. Frullate a bassa velocità, aggiungendo a filo il resto dell'olio, fino ad ottenere una crema. Mettete la pentola con l'acqua per cuocere gli gnocchi sul fuoco e nel frattempo preparate l'impasto. Frullate i funghi con l'uovo, un pizzico di sale ed il latte; quindi incorporate, poco alla volta, la farina. Mescolate con cura, quindi prendete l'impasto a cucchiaini e fatelo cadere nell'acqua in ebollizione (e salata, mi raccomando!). Lasciate cuocere per una decina di minuti. Nel frattempo mettete il pesto di noci in un piatto da portata e diluitelo con un paio di cucchiai dell'acqua di cottura degli gnocchi. Trascorsi i dieci minuti ritirate gli gnocchi, man mano che tornano a galla, e trasferiteli nel piatto da portata. Mescolate con cura e... bon appétit!

138

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di zucca
http://zampetteinpasta.blogspot.com/2011/11/gnocchi-di-zucca.html

Ingredienti 800 g di polpa di zucca; 250 g di farina 1 uovo; 30 g di parmigiano grattugiato; 1 rametto di rosmarino; 1 spicchio d'aglio; burro; sale e pepe Mettete la zucca in un pentolino, aggiungete acqua sufficiente a coprirla e portate a ebollizione. Coprite, abbassate la fiamma e fate cuocere per 20 minuti o finchè la zucca non diventa molto tenera. Scolate bene e poi frullate in un mixer. Trasferite il purè di zucca sulla spianatoia e aggiungete la farina, l'uovo sbattuto, il parmigiano e un po' di sale. Con le mani impastate bene il composto formando alla fine una pagnotta che dovrà essere tagliata a fette per lungo. Ogni fetta dovrà essere allungata con le mani creando un serpentone e poi tagliato a dadi. I pezzi poi passateli su una forchetta per rigarli. Gli gnocchi per non attaccarsi tra loro devono essere cosparsi di farina (attenzione, però, a non metterne troppa, altrimenti i gnocchi si induriranno!!!). Dopodiché dovranno essere subito cucinati, oppure congelati e utilizzati in un secondo momento senza essere scongelati, ma buttati subito in pentola. Sciogliete il burro in una grande padella (io quella della Illa) con gli aghi di rosmarino e l'aglio spellato. Immergete gli gnocchi in un'altra pentola con abbastanza acqua salata. Scolateli con un mestolo forato, appena verranno a galla, e trasferiteli nella padella con il burro caldo. Lasciateli insaporire per 1 minuto a fuoco medio. Eliminate l'aglio, trasferite gli gnocchi in un piatto e spolverizzateli con una macinata di pepe e con parmigiano grattugiato.

139

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di zucca
http://oknotizie.virgilio.it/info/70e442654f52baa3/gnocchi_di_zucca._noiosi.html

Ingredienti 450 gr di polpa di zucca 450 gr di patate 280 gr di farina 1 uovo grande sale pepe noce moscata

Tagliate a fette la zucca e cuocetela a vapore nella pentola a pressione per 7-8 minuti. Cuocete allo stesso modo le patate con la buccia. Lasciate leggermente raffreddare, spellate le patate, ricavate la polpa della zucca e riducete tutto in purea con il passaverdure direttamente sulla spianatoia. Aggiustate di sale, pepe e noce moscata. Amalgamate l'uovo e la farina ed impastate con le mani. Lasciate riposare il composto per una decina di minuti e poi procedete dividendolo in pezzi e formando i classici serpentoni. Tagliate poi gli gnocchi con un coltello e adagiateli su un vassoio rivestito di carta forno. Tuffateli in abbondante acqua salata e quando inizieranno ad affiorare, con la schiumarola appoggiateli in una padella dove avrete precedentemente fatto sciogliere del burro aromatizzato alla salvia. Fateli saltare e serviteli belli caldi con una spolverata di grana grattugiato.

140

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di zucca con fonduta alla tuma e tartufo nero
http://batuffolando.blogspot.com/2011/10/gnocchi-di-zucca-con-fonduta-alla-tuma.html

Ingredienti per gli gnocchi: 1/2 kg. di zucca 350 gr. di patate lessate farina q.b. sale 1 uovo per il condimento: 40 gr. burro 30 gr. farina 00 sale 250 ml. latte 200 gr. tuma dolce (io ho usato il raschera) 1 tuorlo d'uovo Per completare (facoltativo) 2 tarfufi piccoli neri

Iniziare a preparare la fonduta. Mettere in un tegamino (ma non sul fuoco) tutti gli ingredienti, tranne il tuorlo d'uovo, e lasciate riposare in luogo caldo. Anche sul davanzale di un termosifone va benone. Tagliare a fette la zucca e farla asciugare e cuocere nel forno a 160° per una mezz'ora Fare lessare le patate con la buccia in acqua salata. Prendere la spianatoia e versare sopra un po' di farina (150 gr. circa) fare un incavo ed aggiungere le patate schiacciate e la zucca schiacciata. Regolare il sale. Quando intiepidito, aggiungere l'uovo. Aggiungere farina quanto basta per ottenere un impasto morbido non appiccicoso (ma non esagerare con la farina altrimenti risulteranno gnocchi pesanti) Formare dei salamini e tagliare tocchettini di pasta. Se volete potete passarli nella forchetta per ottenere le righine, io, questa volta li ho lasciati natùre. Mettere sul fuoco in una pentola abbondante acqua salata dove farete cuocere gli gnocchi. Ora prendete il tegamino con gli ingredienti per la fonduta e porre sul fuoco moooolto dolce, mescolando continuamente con una frusta. Quando si sarà sciolto il tutto e formata la fonduta, aggiungete il tuorlo d'uovo.
141

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Nel frattempo gli gnocchi saranno pronti. Sono pronti quando vengono a galla. Scolateli con una schiumarola e conditeli con la fonduta calda e, se vi piace, scagliette di tartufo nero.

142

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di zucca senza patate con pesto di pistacchi
http://ilpeperoncinorosso.blogspot.com/2011/11/gnocchi-di-zucca-senza-patate-con-pesto.html

Ingredienti per gli gnocchi: 800g di zucca già pulita e cotta 400g di farina circa (dipende anche da quanto è acquosa la zucca) per il pesto di pistacchi: 100g di pistacchi già sgusciati un quarto di spicchio di aglio 20g di pecorino romano 4 cucchiai di olio evo sale, se necessario (vi consiglio di assaggiare, io non l'ho messo, perchè i miei pistacchi erano già salati...)

Cuocere la zucca al forno a 180°C per circa 20 minuti o comunque sino a che non è bella morbida. Rriducete la zucca in purea con il frullatore ad immersione e aggiungete gradualmente la farina, incorporandola tutta alla zucca...il risultato sarà un impasto appiccicoso e molliccio, impossibile da modellare con le mani...per avere un impasto modellabile dovreste infatti aggiungere farina, rendendo il tutto più duro e assai meno saporito... io ho utilizzato la sac a poche monouso della Cuki, aiutandomi con un coltello bagnato e buttando gli gnocchi direttamente nell'acqua bollente e salata...come tutti gli altri gnocchi vanno tolti quando iniziano a galleggiare...per evitare che si attacchino tra loro potete mettere un po' di olio nell'acqua di cottura e anche nel recipiente dove li metterete dopo averli tolti dall'acqua, in attesa del giusto condimento... Togliete la pellicina viola ai pistacchi, buttandoli per un paio di minuti in acqua bollente...aspettate che raffreddito e passateli tra le dita...la pellicina verrà via facilmente... frullateli con il minipimer insieme al pecorino grattugiato, all'aglio e all'olio di oliva...aggiungete qualche cucchiaio di acqua per rendere il composto cremoso... ed aggiungetelo ai vostri gnocchi mescolando con delicatezza....
143

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

ho voluto sperimentare con questi gnocchi il bionomio zucca - pistacchi...e devo dire che è riuscito bene!! il sapore del pesto è sfiziosissimo e non copre il sapore dolce della zucca...

144

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi alla Sorrentina
http://dolcifolliedianna.blogspot.com/2011/10/gnocchi-alla-sorrentina.html

Ingredienti 1 kg di patate pasta gialla 300g di farina 1 uovo intero sale q.b. Per il condimento: olio, aglio passata di buona qualità sale pepe fior di latte (io tutto) parmigiano basilico e peperoncino

Lessare le patate e passarle sullo schiacciapatate. Fare una palla liscia e con l’attrezzino di legno fare gli gnocchi. In un tegame mettere olio e aglio , far soffriggere l'aglio e buttarlo. Versare una passata di buona qualità ,aggiustare di sale e una bella spruzzata di pepe, fare insaporire bene tutto con il basilico. A fine cottura ho messo metà mozzarella a pezzetti fatta sciogliere nel sugo , ho preso una pirofila ho versato tutto il sugo, gli gnocchi ..che sono affogati Ho messo l'altra rimanenza di mozzarella e una bella manciata di parmigiano grattugiato li faccio sempre così mi piace quel sughetto filante!! li ho messi nel grill qualche minuto. Eccoli qui belli filanti..

145

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di funghi tartufati
http://www.golosando.net/2011/10/gnocchi-ai-funghi-tartufati.html

Ingredienti 1 kg di patate a pasta bianca; 200 gr di misto funghi con porcini, io ho usato quelli surgelati; 250 gr di farina 00; solo in questo caso, un uovo (i funghi rendono difficile l'amalgama tra patata e farina, per cui è necessario l'uovo per legare ed evitare che si sciolgano come purè); aglio e prezzemolo; sale; burro; olio o burro tartufato (opzionale); panna.

Preparare gli gnocchi. Unica modifica, cuocendo le patate al microonde questa volta le ho pelate (tanto non entrano a contatto con acqua) e poi le ho avvolte singolarmente nella pellicola. In una padella soffriggete l' aglio nell'olio; unite i funghi , salate ed aspettate che l'acqua rilasciata dai funghi si asciughi. Sfumate con il vino bianco e spolverate con il prezzemolo fresco. Frullate i funghi ed uniteli alle patate schiacciate (tenendone una cucchiaiata da parte). Amalgamate con l'uovo precedentemente sbattuto e la farina Schiacciate con le mani e tagliate in questo modo. Formate gli gnocchi dandogli la forma che preferite; io avevo pochi funghi, aumentandone la quantità o utilizzando quelli secchi otterrete gnocchi più marroni. In una padella scaldate la panna a cui avrete aggiunto la cucchiaiata di funghi frullati che avevate tenuto da parte; se avete il burro tartufato scioglietelo, se invece avete l'olio unitelo alla fine. Lessate gli gnocchi in acqua bollente e, quando verranno a galla, scolateli con un colino di media grandezza ( nello scolapasta si schianterebbero per quanto sono morbidi). Conditeli con la panna ai funghi tartufata.
146

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di parmigiano al sugo di funghi
http://creacucina.blogspot.com/2011/10/gnocchi-di-parmigiano-al-sugo-di-funghi.html

Ingredienti *per l'impasto gr. 220 di parmigiano grattugiato gr. 280 di pangrattato gr. 60 di farina 4 uova intere + eventualmente 1 tuorlo *per il sugo gr. 500 di polpa di pomodoro gr. 50 di funghi secchi 1 spicchio d'aglio un cucchiaio di prezzemolo tritato olio extra vergine di oliva sale e pepe

Mettete i funghi secchi in ammollo in una tazza di acqua tiepida. Nel frattempo preparate i gnocchetti: in una terrina mescolate il parmigiano, il pangrattato e la farina setacciata. Fate la fontana e al centro unite le 4 uova intere, un cucchiaio di olio ed eventualmente un tuorlo in più. Impastate bene e lasciate riposare il composto per almeno 30 minuti. Intanto preparate il sugo: sbucciate l'aglio, schiacciatelo e fatelo appassire in una pentola con un paio di cucchiai di olio, poi eliminatelo. Unite i funghi ben strizzati e spezzettati, fateli insaporire e aggiungete la polpa di pomodoro. Regolate di sale e pepe e fate cuocere a fiamma moderata per circa mezz'ora. Ricavate dal composto tanti gnocchetti aiutandovi con un cucchiaio bagnato e cuoceteli in abbondante acqua bollente salata per circa 8 minuti. Scolateli con un mestolo forato, conditeli con il sugo di funghi, cospargeteli di grana e prezzemolo e servite.

147

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di patate
http://bietolinaincucina.blogspot.com/2011/10/i-preferiti-di-mio-papa-oggi-gnocchi.html

Ingredienti per 4-5 persone 1 kg circa di patate 400g circa di farina 00 1 uovo sale pepe noce moscata

Lavare bene le patate con una spazzolina in modo da eliminare tutta la terra. Metterle in una pentola, ricoperte d’acqua e lessarle per circa 30/40 minuti, verificare con una forchetta che siano effettivamente morbide altrimenti prolungare la cottura. Una volta cotte vanno spellate e passate nello schiacciapatate. Mettere il purè di patate in una bella ciotola capiente, praticare un buco al centro e mettere l’uovo sbattuto con sale, pepe ed abbondante noce moscata, metà della farina e il sale. Impastare bene tutti gli ingredienti prima con un cucchiaio di legno, poi con le mani e continuare ad aggiungere altra farina, spostandosi su un tagliere ben infarinato, finché non si ottiene un composto omogeneo ma non troppo duro. A questo punto, formare dei filoncini e tagliarli della dimensione voluta. Rigarli utilizzando la forchetta infarinata premendo leggermente gli gnocchi sui rebbi. Appena pronti metterli su vassoi infarinati (altrimenti si appicciccano tutti), finché non andranno cucinati. Per la cottura, basta portare ad ebollizione abbondante acqua salata con un filo d'olio, tuffare gli gnocchi e, quando risalgono in superficie, prelevarli con un mestolo forato, in modo che l’acqua in eccesso scoli via. Io ho poi condito gli gnocchi con un'ottima salsa di pomodoro fatta da mia suocera ed una bella spolverata di parmigiano. Servire sempre ben caldi.

148

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di patate
http://paoladany.blogspot.com/2011/11/sempre-gnocchi-il-giovedi.html

Ingredienti Patate Sale Farina Per il sughetto Olio evo Cipolla Pomodorini del piennolo del Vesuvio Sale

Cuocere le patate con la buccia, passarle con lo schiacciapatate, aggiungere sale ed impastarle con la farina fino a che ne prende, e formare un panetto. Prendere un pochino di pasta, formare un cordoncino lungo e tagliarlo a tocchetti. Continuare così e finire tutta la pasta Soffriggere la cipolla a pezzetti con l'olio evo, aggiungere 2 vasetti di Pomodorini del Pinnolo ed il sale. Lasciar cuocere per 15/20 minuti dopodichè passare tutto con il minipimer. Condire gli gnocchi.... e buon appettito!

149

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di patate al forno con sugo di polpette
http://letortedirosylai.blogspot.com/2011/10/gnocchi-di-patate-al-forno-con-sugo-di.html

Ingredienti Per 6 persone 500 gr farina 00 4 patate di media grandezza 2 pizzichi di sale

Mettete le patate in acqua fredda ,portate ad ebollizione e cuocete finchè infilzandole con una forchetta ,scivolano via. Fatele raffreddare leggermente e togliete la buccia. Su una spianatoia mettete la farina,il sale e le patate schiacciate con lo schiacciapatate. Impastate per bene e se l'impasto dovesse essere molle aggiungete un pò di farina. Nel caso in cui le patate avessero rilasciato poca acqua,aggiungetene un pò tiepida finchè non otterrete un impasto molto morbido. Ricavate dei piccoli rotolini e tagliate alla dimensione desiderata. Io per rigarli ho usato questo attrezzino che vedete in foto..Disponeteli sulla spianatoia ben infarinata per non farli appiccicare finchè non verranno cotti. Cuoceteli in abbondante acqua salata con un poco d'olio e scolateli appena salgono a galla. Io li ho disposti in una pirofila di vetro ,condendoli con abbondante sugo di polpette e parmigiano e messi in forno a 150 ° x 10 minuti.

150

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di patate bicolore Di Maria
Ingredienti 750 gr. di patate lesse 300 gr. di farina 1 uovo intero 100 gr. di spinaci lessati Per il condimento: 200 gr. di funghi porcini 500 gr. di panna scalogno olio evo, sale q.b., prezzemolo Lessare le patate, salarle e schiacciarle con uno schiacciapatate; aggiungerle alla farina e impastare; aggiungere l' uovo. Continuare ad impastare fino ad ottenere un panetto morbido. Lessare gli spinaci; dopo la cottura, passarli al ghiaccio o sotto l' acqua fredda; tritarli con il mixer. Prendere la metà dell'impasto bianco e impastarlo con gli spinaci. In questo modo si otterranno due panetti, uno bianco e uno verde. Ricavare gli gnocchi aiutandosi con una forchetta oppure con il lato opposto di una grattugia oppure semplicemente con le dita. Calare gli gnocchi in acqua bollente salata e lasciare che salgano in superficie. Dopo un paio di minuti gli gnocchi saranno pronti. Passarli sotto l'acqua fredda e versali nel condimento. Per il condimento sarà necessario soffriggere nell'olio lo scalogno; quando quest'ultimo si sarà dorato, aggiungere i funghi porcini, il sale e continuare la cottura. Versare nel composto ottenuto gli gnocchi e amalgamare il tutto con la panna. Lasciare rapprendere la panna e spolverare con il prezzemolo tritato. Questo piatto è davvero saporito! Le foto non rendono molto ma il risultato è assicurato... provare per credere!!!! E' possibile dare anche il colore rosso all'impasto aggiungendo un po' di concentrato di pomodoro.

151

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di patate con ragù di pesce
http://cucinandoconpaola.blogspot.com/2011/10/gnocchi-di-patate-con-ragu-di-pesce.html
.

Ingredienti Per 8 persone 2 kg di patate a pasta gialla 600 g di farina "00" di grano tenero antigrumi 150 g di semola rimacinata di grano duro sale q.b Per il condimento: 1 bottiglia da 70 cl di passato di pomodoro 200 g di pomodorini pachino preparato surgelato di pesce misto olio q.b prezzemolo tritato

Lavare le patate e senza sbucciarle metterle in un'ampia casseruola con acqua e appena arriva a bollore salare e lasciare cuocere per 30 minuti circa . Ancora calde , sbucciatele , schiacciarle e mettetele sul piano di lavoro ben infarinato . Aggiungete un pizzico di sale e le due farine . Impastate fino ad ottenere un composto compatto e morbido. Dividete l'impasto in tanti filoni dello spessore di 2 - 3 centimetri e iniziate a tagliare gli gnocchi riponendoli su un vassoio infarinato e rigarli con una forchetta. Nel frattempo lasciare riposare gli gnocchi. In una padella antiaderente mettere un po d'olio e il pesce misto con prezzemolo e lasciare cuocere per dieci minuti. Poi buttare il passato e lasciare cuocere a fuoco medio per 30 minuti circa. Cuocere gli gnocchi in acqua bollente salata e quando verranno a galla sono pronti . Scolarli e condirli con il ragù . Il piatto è pronto buon appetito!

152

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di patate al pomodoro
http://zuccheroenon.blogspot.com/2011/10/gnocchi-di-patate-al-pomodoro.html

Ingredienti per nr. 2 persone: 250 gr di patate 250 gr di farina 1 uovo Sale q.b, pepe q.b

Lessare le patate in abbondante acqua salata finchè non riuscirete a piantare la forchetta con estrema facilità; scolatela e passatela nello schiacciapatate disponendola su un piano per raffreddarla. Sul tagliere amalgamare bene la farina con la patate schiacciate e raffreddate, l’uovo, sale e pepe a vostro piacimento. Impastate il tutto molto bene e formate con poco impasto alla volta delle striscioline che taglierete con un coltello formando dei piccoli gnocchetti. Passateli sul dorso di una forchetta infarinata e disponeteli su un vassoio ben distanziati tra di loro perché rischiano di attaccarsi. Portate ad ebollizione dell’acqua in una pentola con del sale grosso, buttate gli gnocchi e lasciateli cuocere fino a che non vengono a galla. A parte lasciate scaldare a fuoco la polpa di pomodoro con un po’ di origano. Scolare gli gnocchi e tuffarli nella salsa mescolando bene. Servire caldi.

153

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di patate al pomodoro
http://blog.giallozafferano.it/paciulina/2011/10/gnocchi-di-patate-al-pomodoro/

Ingredienti Per 4 persone 750 g di patate piccole 250 g di farina per pasta fresca e gnocchi 1 uovo 750 g di pomodori pelati 1 ciuffo di basilico 200 g di provola 1 melanzana 4 cucchiai di olio di oliva 1 spicchio d’aglio sale q.b. noce moscata q.b. olio di semi di arachide per friggere

Lessate le patate, lavate ma con la buccia, in una pentola piena d’acqua per circa 20 minuti. Spellatele ancora calde, passatele nello schiacciapatate e disponetele a fontana su un piano di lavoro. Aggiungete l’uovo, il sale, la noce moscata e la farina. Impastate il tutto fino ad ottenere una palla dalla consistenza morbida ma soda. Lavorate dei cilindri uniformi dello spessore di circa 1 cm e ricavatene dei pezzetti lunghi al massimo 1 cm e mezzo. Passate i pezzi ottenuti sui rebbi di una forchetta, con molta delicatezza per evitare di schiacciarli e riponeteli su un vassoio infarinato, toccandoli il meno possibile. Nel frattempo, preparate il sugo di pomodoro facendo soffriggere l’aglio nell’olio. Unite i pomodori pelati e il basilico, cuocete per circa 10 minuti. Lavate e mondate la melanzana, tagliatela in fettine sottili e friggetela in abbondante olio caldo. Ponete su carta assorbente e mettete da parte. Lessate gli gnocchi di patate in acqua bollente salata e scolateli quando vengono a galla. Poneteli in una ciotola e conditeli con il sugo di pomodoro e la scamorza a dadini. Decorate il piatto di gnocchi con le melanzane e il parmigiano grattugiato. Servite immediatamente.

154

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di patate e zucca al sugo di spuntature
http://vecchisapori.blogspot.com/2011/10/gnocchi-di-patate-e-zucca-al-sugo-di.html

Ingredienti 1 kg dipatate 400 gr di zucca 500 gr di farina 1 uovo Sale noce moscata 500 gr di polpa di pomodoro olio extravergine d'oliva parmigiano grattugiato

Preparare il sugo mettendo in un tegame , preferibilmente di coccio, un soffritto di cipolla, sedano, carota e 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva. Fare prendere un pò di colore alla cipolla quindi aggiungere le spuntature e continuare la cottura per 15 minuti finchè non siano un pò rosolate. Aggiungere il 1/2 bicchiere di vino bianco, continuare la cottura. Quando si sarà ristretto un pò il vino , aggiungere la polpa di pomodoro , aggiustare di sale e lasciare cuocere per almeno un'ora e mezza. Lessare le patate , dopo averle lavate bene sotto l'acqua corrente con tutta la buccia, in una capiente pentola ricoperta d'acqua salata. Scolarle e pelarle dalla buccia; schiacciarle con lo schiacciapatate su di un piano da lavoro infarinato, lasciarle raffreddare un pò. Affettare sottilmente la zucca e metterla in un pentolino con 2 cucchiai d'olio extravergine, farla appassire fino a renderla una polpa. Con le patate e la farina formare la fontana, e mettere al centro l'uovo, la polpa di zucca, un pizzico di sale e 1 cucchiaino di noce moscata. Impastare bene tutti gli ingredienti con le mani e aggiungere altra farina finchè non si ottiene un composto omogeneo e non troppo duro. A questo punto formare dei filoncini, tagliarli delle dimensioni che si vuole, poi con una forchetta infarinata, rigarli premendo leggermente gli gnocchi sui rebbi della forchetta.. Sistemarli sul piano di lavoro facendo attenzione che non si attacchino fra di loro quindi infarinarli. In una capace pentola mettere dell'acqua salata e portarla a bollore. Calare gli gnocchi e quando questi inizieranno a risalire, scolarli perchè saranno cotti. Metterli in un piatto da portata, condire con il sugo preparato e abbondante parmigiano ....
155

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Deliziosi e gustosi ...un primo piatto che come vorrebbe la trdizione, " Domenicale " dal profumo e dal sapore autunnale.

156

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di patate e zucca con funghi e prosciutto cotto
http://paneeolio.blogspot.com/2011/10/gnocchi-di-patate-e-zucca-con-funghi-e.html

Ingredienti 300 gr di farina 00 750 gr di patate 250 gr di zucca gialla sale 1 uovo per il sughetto: 100 gr di funghi champignon 3 fette di prosciutto cotto una noce di burro sale prezzemolo vino bianco panna fresca parmigiano grattugiato

Ho lessato la zucca e le patate poi le ho passate nel passaverdure, messe su una spianatoia e impastato bene con la farina e ho aggiunto anche il sale, poi aggiungo un uovo per farla compattare bene Una volta formata la palla faccio tutti budellini e tagli i gnocchi. Si possono lasciare cosi oppure rigare con una forchetta o con un'attrezzo apposito. Non ce ne sta uno uguale, ma è il bello di farli a mano A parte in una padellina ho fatto sciogliere il burro e ho buttato i fugnhi chiampignon puliti e tagliati a fettine con il prosciutto cotto a pezzettini e fatto andare un pò. HO poi sfumato con del vino bianco e ho lasciato cuocere fino a che non si è evaporato il vino, aggiustato di sale e spento. Mi piacciono croccanti. HO aggiunto la panna ma poca giusto per amalgamare un pò e prezzemolo. Ho cotto poi gli gnocchi in acqua salata e come vengono a galla sono cotti. Amalgato bene con il sughetto, spolverato con il parmigiano grattugiato e servito. Davvero buoni e sentire quel dolce che da la zucca è davvero piacevole.

157

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi al Castelmagno
http://nanielollycucinaedintorni.blogspot.com/

Ingredienti Per gli gnocchi: 1 kg di patate 300 gr di farina "00" anti grumi Per il condimento: 200 gr di Castelmagno 1 confezione di panna una noce di burro sale

Preparate gli gnocchi. Lessate le patate con la buccia per 45 minuti(io ho usato la pentola a pressione che ci vuole meno tempo). A cottura ultimata pelate le patate e passatele allo schiacciapatate. Incorporatevi la farina e lavorate l'impasto fino a che risulterà ben amalgamato. Prendete un pò d'impasto alla volta e formate dei rotolini che taglierete a pezzetti. Rigateli con l'assicella di legno,se non l'avete usate una forchetta. Preparate il condimento per gli gnocchi sbriciolando il Castelmagno e fatelo cuocere a fuoco lento insieme a una noce di burro e alla panna in modo da ottenere una consistenza cremosa e vellutata. Aggiustate di sale. Nel frattempo avete portato ad ebollizione l'acqua salata per i gnocchi. Cuoceteli fino a quando non vengono a galla. Scolateli e versateli con la salsa. Servite gli gnocchi ben caldi e se volete a piacere aggiungete altro Castelmagno sbriciolato.

158

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi alla bava
http://www.lascimmiacruda.info/2011/09/28/gnocchi-alla-bava-e-nuova-collaborazione/

Ingredienti Per due 4 patate medie 1 pizzico di sale 1 uovo Farina antigrumi qb Per il condimento: 100 g di fontina tagliata a tocchetti 50 g di burro formaggio grattugiato Innanzitutto vanno lessate le patate con la buccia e quando, infilzandole con una forchetta, si sente che la polpa non oppone più resistenza, si tolgono dal fuoco e si pelano subito. A questo punto vanno schiacciate e fatte raffreddare un po’ per permettergli di perdere un po’ della loro umidità. Si aggiunge il sale, l’uovo e un po’ di farina e si comincia ad impastare. “Quanta farina?” ho sempre chiesto a mia mamma e la sua risposta immancabilmente è stata “quella che chiedono le patate”..all’inizio mi sembrava una cosa strana ma più provo e più capisco il concetto…la quantità varia da patata a patata..alcune qualità di patate potrebbero assorbire più farina ed altre di meno. Se ne deve comunque aggiungere il minimo indispensabile per evitare che gli gnocchi diventino troppo duri una volta cotti. Quando, impastando, vediamo che la pasta ha raggiunto un aspetto abbastanza compatto, infariniamo bene il piano di lavoro e iniziamo a stendere dei “salsicciotti” spessi più o meno un centimetro. Li tagliamo a pezzetti passando di tanto in tanto la lama del coltello nella farina per farlo scorrere meglio. Li sistemiamo sopra un canovaccio leggermente infarinato e mettiamo a bollire l’acqua. Quando l’acqua bolle, si aggiunge una goccia di olio e si buttano dentro gli gnocchi. Non appena gli gnocchi saranno cotti, versarli in una ciotola, cospargeli con i fiocchi di burro e con la fontina. Mescolare delicatamente, aggiungere il formaggio grattugiato e servire
159

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchetti alla crema di speck con cuore filante
http://cucinadicottoespazzolato.blogspot.com/2011/09/gnocchetti-alla-crema-di-speck-con.html

Ingredienti per 4 persone 1 kg patate 300g farina per gnocchi 1 uovo per la crema di speck: 250g speck, 150 g panna o philadelphia (che è più leggera) una tazzina di latte galbanino o un altro formaggio che vi piace (deve però fondere ) prosciutto crudo per decorare

Iniziamo a fare i nostri gnocchi,lessando le patate...sbucciamole,schiacciamole e iniziamo ad impastarle con la farina e un pizzico di sale..una volta impastato,aggiungiamo l'uovo e continuiamo a impastare...dividiamo l'impasto in tanti filoni di 2-3 cm e iniziamo a tagliare gli gnocchi. Per la nostra crema facciamo soffriggere lo speck in poco olio...una volta pronto tritiamolo e poi aggiungiamo la panna...amalgamiamo bene e poi aggiungiamo il latte e un cucchiaio dell'acqua salata in cui stiamo cuocendo gli gnocchi... quando gli gnocchi verranno a galla saranno pronti...scoliamoli e amalgamiamoli al sugo...aiutandoci con un coppa-pasta mettiamo gli gnocchi nel piatto e lasciamo al centro lo spazio per il galbanino,che con il calore degli gnocchi si scioglierà!!!leviamo il coppa pasta e decoriamo con il prosciutto.

160

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Cavatelli di patate al ragù di braciola
http://cucinaconaldaemariella.blogspot.com/2011/09/cavatelli-di-patate-al-ragu-di-braciola.html

Ingredienti per i cavatelli 300 gr di farina 1 kg di patate sale Ingredienti per il sugo di braciola 4 fettine per braciola 2 spicchi d'aglio un rametto di prezzemolo una manciata di pinoli grana grattugiato qb. sale qb. pepe qb. 1 passata di pomodoro

olio 4 cucchiai mezza cipolla mezzo bicchiere di vino rosso

Pelare le patate, tagliare a pezzi grandi e metterle in un pentola con acqua fredda con abbonante sale. Portale l'acqua ad ebollizione e far cuoce le patate fino a quando non diventano morbide. Una volta cotte, scolarle, passarle nello schiaccia patate e poi lasciarle raffreddare in modo che diventino più asciutte. Intanto disporre la farina a fontana e mettere a centro le patate schiacciate. Impastare con le mani fino a quando non si ottiene un panetto liscio e omogeneo. Ricavare dal panetto dei pezzi e formare dei salsicciotti aiutandosi con le mani. Tagliare dai salsicciotti piccoli pezzetti di 1,5 cm e con le dita dare al pezzetto la forma di cavatello, cioè incavare il suo interno. Procedere in questo mondo con tutta la pasta che si ha a disposizione. Lasciare i cavatelli spolverati di farina in modo che nn si attacchino tra di loro, coprire con un canovaccio fino al momento di calarli nell'acqua. Su ogni fettina adagiare l'aglio, il sale il prezzemolo, il pepe, i pinoli e il grana. Formare degli involtini e fermarli con lo spago da cucina o con gli stecchini appositi.
161

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

In una casseruola imbiondire la cipolla nell'olio. Unire le braciole, il vino rosso e lasciare evaporare. A questo punto aggiungere la passata di pomodoro, il sale. Far cuocere lentamente per 2 ore, mescolando di tanto in tanto. Con questo sugo si possono condire gli gnocchi o altri tipi di pasta che trattengono bene il sugo. Al momento della cottura, calare i cavatelli in abbondante acqua bollente e salata. Quando saranno saliti tutti in superficie allora saranno cotti. Condire i cavatelli con il ragù di braciola, formaggio e una fogliolina di basilico.

162

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi (raviòlas) della Val Varaita con castelmagno
http://batuffolando.blogspot.com/2011/09/gnocchi-raviolas-della-val-varaita-con.html

Ingredienti 1 kg. patate farina q.b. per ottenere un composto morbido ma asciutto (circa 2/3 etti) 2 tuorli d'uovo 2 etti di tumin dal Mel o toma vaccina dolce. sale grana padano Per il condimento: burro q.b. 2,5 h. di Castelmagno Fare bollire le patate con la buccia in acqua salata. Quando sono cotte, ancora calde, sbucciatele e passatele nello schiacciapatate. Aggiungere il tumin o la toma, e il grana grattugiato (quantità ad occhio a vostro piacimento), quando il composto si sarà intiepidito, aggiungere i due tuorli d'uovo precedentemente leggermente sbattuti. Impastare bene fino ad amalgamare gli ingredienti. Formare una palla, e mettere a riposare in un canovaccio da cucina per una mezz'oretta. Trascorso questo tempo, ritagliare delle strisce, arrotolararle (come fossero grissini) e tagliare a tocchi rettangolari. Con le mani allungate il tocco in modo da dare la forma tipica della raviola, c'è chi li fa più cicciosi, chi più allungati... ma non preoccupatevi, se non ci riuscite.. è solo questione d'estetica, il sapore di certo non cambierà! Cuoceteli in acqua salata a bollore. Pochissimo! Come vengono a galla, toglieteli con una schiumarola. MAI scolati nello scolapasta, sennò si disferebbero. La fonduta di castelmagno la riservo per un piatto da arricchire, siccome questi gnocchi sono già molto ricchi di formaggio e saporiti, li ho conditi facendoli mantecare per pochi istanti in una padella con burro leggermente nocciola e con il castelmagno sbriciolato. Fate saltare un minuto e servite. La foto finale, ahimè, è quel che è: era ieri sera tardi- era buio - ho dovuto usare il flash che peccato!

163

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

N.B. Se avete la possibilità di acquistare patate da un coltivatore, il sapore ne guadagnerà, ed anche la consistenza degli gnocchi, generalmente quelle comprate alla grande distribuzione sono acquosissime, richiederanno molta più farina, col risultato che gli gnocchi saranno pesanti, di peso e sullo stomaco.

164

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di semolini ai funghi porcini
http://japanthewonderland.blogspot.com/2011/11/gnocchi-di-semolino-ai-funghi-porcini.html

Ingedienti
Ricetta tratta e modificata da Più Cucina - Ottobre/Novembre 2011

125g semolino 1 tuorlo 500ml latte in polvere ricostituito 55g burro 75g parmigiano grattugiato sale 3 funghi porcini freschi 1 scalogno vino bianco q.b. olio evo q.b.

Scaldare il latte col sale in una casseruola antiaderente. Versare la semola a pioggia mescolando bene e cuocere 10 minuti fino ad addensamento. Togliere la pentola dal fuoco e aggiungere il burro, il parmigiano e il tuorlo. Stendere il semolino in una teglia imburrata e livellarlo fino all'altezza di 1cm. Lasciar raffreddare il semolino. Pulire i porcini con un panno umido e grattando via la terra dai gambi. Tagliarli a fettine e metterli da parte. In un pentolino scaldare l'olio e rosolarvi lo scalogno affettato finemente. Aggiungere i porcini, il vino bianco caldo e lasciar sfumare. Coprire col coperchio e cuocere 510 minuti. Con una formina ricavare gli gnocchi e disporli in una ciotola imburrata. Aggiungere il sugo ai funghi, abbondante parmigiano, qualche fiocco di burro e gratinare in forno a 180°.

165

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi di semolino e zucca con fondue al gorgonzola e brie
http://www.lacuochinasopraffina.com/cosa-cucino/gnocchi-di-semolino-e-zucca-con-fondue-al-gorgonzola-e-brie/4197

Ingedienti per 2 persone
Tempo di preparazione: 40 minuti

30 grammi di burro 1/2 litro di latte 80 grammi di parmigiano grattato 120 grammi di semolino 1 tuorlo 100 grammi di zucca sale Gorgonzola buona (quantità a piacere) Formaggio brie (quantità a piacere) Tagliare la zucca a dadini e cuocerla con due bicchieri di acqua fino a quando non diventa morbida. Toglierla dalla pentola e frullarla quindi travasarla in una ciotola per farla intiepidire. Bollire il latte con il burro e poco sale quindi, una volta pronto, versare il semolino a pioggia mescolando in modo che, rapprendendosi, non si formino grumi. Togliere il semolino dal fuoco e aggiungere il parmigiano grattato e il tuorlo, mescolare e versare anche la zucca usando la frusta per evitare grumi e permettere a tutti gli ingredienti di amalgamarsi per bene. Accendere il forno al massimo, prendere una teglia, imburrarla e versare tutto il composto livellandolo per bene quindi infornare abbassando a 150° con funzione grill e lasciare dentro per circa 12-13 minuti (deve iniziare a formarsi la crosticina in superficie). Togliere dal forno e usando un bicchiere ricavare tanti dischi da sistemare dentro una seconda teglia imburrata uno attaccato all’altro. Nel frattempo preparare la fondue sciogliendo in un cucchiaio di latte il gorgonzola e il brie. Versare il formaggio fuso sugli gnocchi, cospargere di altro parmigiano grattato e passare in forno per 5 minuti a 180° quindi accendere il grill, abbassare a 170° e lasciare altri 5 minuti. Servire caldissimi. Risultato: la zucca lascia un retrogusto particolarissimo che si sposa benissimo con i formaggi e la presenza del parmigiano nell’impasto è funzionale ad evitare che la zucca si senta troppo. Variante: potete rendere più croccantini gli gnocchi aggiungendo nel formaggio fuso delle noci tritate grossolanamente e potete tagliare l’impasto come più vi pare perchè non è necessario che lo gnocco sia rotondo per forza dal momento che nella teglia, cosparso di formaggio, diventa pressochè irriconoscibile Consiglio: è necessario utilizzare del formaggio forte altrimenti il risultato finale è uno gnocco troppo dolce. Oltre al gorgonzola va benissimo il pecorino romano e qualsiasi formaggio erborinato, ovvero con la muffa. Sono ottimi con Roquefort e Camembert entrambi “stemperati” dal brie.
166

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Gnocchi ripieni in salsa al gorgonzola
http://laricciachepasticcia.blogspot.com/2011/10/gnocchi-ripieni-in-salsa-al-gorgonzola.html

Ingredienti 1Kg di patate Farina qb (150-200g dose indicativa) Sale Pepe Noce moscata

Cuocere e passare nello schiacciapatate le patate ed aggiungere il sale, un pizzico di pepe e noce moscata e poi tanta farina quanto basta. Tornando a quello che dicevo prima, potrei indicarvi un 150-200 gr di farina ma il tutto dipende dal tipo di patate che usate, dalla farina, dall'umidità che questa assorbe ecc ecc. Comunque, quando riuscirete a lavorare un impasto sodo e compatto vorrà dire che ci siete. Con l'impasto ottenuto ho formato una sorta di salsiccione dalla quale ho staccato man mano una pallina, che schiacciavo sul palmo della mia mano, farcivo con un pezzo di prosciutto cotto e un dado di provola affumicata e richiudevo a formare appunto i miei gnoccoloni! Una volta pronti, si cuociono in acqua bollente e salata e si scolano non appena salgono a galla. Io li ho poi conditi con una semplicissima quanto altrettanto gustosissima salsa al gorgonzola ottenuta ponendo sul fuoco una bella noce di burro, gorgonzola q.b, una fettina tritata finemente di prosciutto cotto e un goccio di latte ad amalgamare il tutto. Non guasterebbe sopra al piatto ultimato, una manciatina di noci tritate finemente.

167

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Spatzle Calabresi
http://blog.giallozafferano.it/dolcemela/spatzle-calabresi/

Ingredienti per 5-6 persone 500 g di farina 6 uova 1 bicchiere di latte 1 pizzico di noce moscata 1 cucchiaio di olio extra-vergine d’oliva Per il condimento: 400 g di zucca fiori di zucca 50 g di salsiccia piccante di Maratea 50 g di parmigiano 50 g di nduja calabrese 1 noce di burro 1 cipolla piccola sale

Per prima cosa prepariamo gli spatzli: mettere in una terrina la farina, le uova, il latte,un pizzico di noce moscata e il sale; aggiungendo man mano acqua, lavorare il composto fino ad ottenere una pasta molto morbida. Portare ad ebollizione una pentola con abbondante acqua salata; far scendere gli spatzli nell’acqua attraverso i buchi portando avanti e indietro la vaschetta contenente l’impasto (in mancanza dell’utensile versare il composto su un tagliere e con l’aiuto di un coltello far cadere una piccola quantità d’impasto nell’acqua). Scolarli con la schiumarola appena vengono a galla, versarli in acqua fredda per fermare la cottura, scolarli di nuovo e condirli con il sugo aggiungendo un’abbondante spolverata di parmigiano. Mantecare per bene e se occorre allungare un mestolino di acqua di cottura dei spatzle. Preparare il condimento: tagliare a pezzetti la salsiccia, pulire la cipolla e tritarla, metterla in un tegame con 1 noce di burro e farla appassire senza lasciarla colorire; unirvi la salsiccia e subito dopo la zucca tagliata a cubettini, far cuocere a fuoco lento aggiungendo acqua calda se occorre. In ultimo aggiungere i fiori e la nduja, aggiustare di sale e il sugo è pronto !!
168

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Le palle dei medici
http://staffettaincucina.blogspot.com/2011/11/le-palle-dei-medici.html

Ingredienti per 5-6 persone Tempo di preparazione 1 oretta 600 g di ricotta 2 uova 450 g di spinaci surgelati 6 cucchiai di farina Sale Noce moscata Sugo di pomodoro

Scongelate gli spinaci e asciugateli in padella ripassandoli con una noce di burro. In una terrina mescolate la ricotta con le uova, gli spinaci, i 6 cucchiai di farina, sale e noce moscata. Con l’aiuto di un cucchiaino formate delle palline (grandi più o meno come una noce) e infarinatele. Nel mentre, fate bollire l’acqua, salatela e tuffate gli gnocchi pochi alla volta. A mano a mano che vengono a galla, raccoglieteli con una schiumarola e fateli sgocciolare bene. Trucchetto: invece di servire subito gli gnocchi un piatto alla volta, preferiamo ripassarli in forno sia per asciugarli meglio, che per sederci a tavola tutti insieme. Quindi, mettete un po’ di sugo sul fondo di una teglia, disponete gli gnocchi e sopra aggiungete ancora un po’ di sugo. Cuocete in forno per 10-15 minuti circa a 180°. In alternativa si possono mettere anche nel microonde per 2-3 minuti. Servite con dell’altro sugo (in una salsiera) e abbondante parmigiano. Volendo, si possono condire anche con burro e salvia.

169

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Malloreddus
http://blog.giallozafferano.it/elfapasticciona/i-miei-malloreddus/

Ingredienti 200 gr di semola rimacinata 100 gr di farina 00 acqua e sale

Ho mescolato le due farine, aggiunto una presa di sale e l’acqua tiepida a filo mescolando con le dita, fino a formare un impasto che poi ho lavorato sulla spianatoia fino a farlo diventare liscio e omogeneo. L’ho lasciato riposare per una mezz’ora, poi ho preparato dei cordoncini che ho tagliato a tocchetti. Ho passato ognuno dei tocchetti sui rebbi di una forchetta (tradizionalmente si usa un cestino, ma si può fare anche col retro di una grattugia, o con l’apposito strumento di legno rigato). Ho lasciato asciugare i malloreddus su un telo per una sera Li ho presentati a cena al fidanzato conditi con un sugo leggero fatto con polpa di pomodoro, un filo d’olio e cipolla a crudo, e spolverati con abbondante parmigiano.

170

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Crepes al salmone
http://lacucinadiesme.blogspot.com/2011/10/crepes-al-salmone.html

Ingredienti: per 12 crêpes: 4 uova 100gr di farina 1 tazzina di latte 1 cucchiaio di burro fuso sale q.b. per il ripieno: 300 gr di ricotta di pecora 200 gr di salmone affumicato 1 uovo cipolla brandy 250ml di besciamella

Iniziate con la preparazione delle crêpes. Inserite tutti gli ingredienti nel robot da cucina e mescolate per 4 minuti. Versate il composto così ottenuto, poco alla volta, in un padellino per crêpes rovente ed unto con un filo di olio, cercate di farle il più sottili possibile fino ad esaurimento del composto. (Un consiglio per non farle attaccare mentre le fate, tra l'una e l'altra mettete un quadrato di carta forno). In una padella antiaderente fate soffriggere della cipolla in un filo d'olio, appena sarà imbiondita eliminatela e mettete nella padella il salmone tagliato a pezzettini, cuocete un paio di minuti rigirando, versate due cucchiai di brandy, lasciate evaporare e spegnete il gas. Mentre aspettate che il salmone si raffreddi, ponete in una ciotola la ricotta, l'uovo salato e alla fine aggiungete il salmone ormai freddo. Mescolate bene e cominciate a spalmare questo composto su tutta la superficie della crepes, stando attenti a lasciare libero il bordo, come potete vedere nella foto arrotolate le crepes a cannellone e ponetele in una pirofila da forno, precedentemente imburrata e nella quale avrete anche versato un paio di cucchiai di besciamella. Versate altra besciamella sulle crep ed infornate a forno caldo a 180° per 20 minuti. Questa preparazione necessita di una besciamella poco densa, per cui se la comprate già pronta in scatola, allungatela con un poco di latte.
171

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Crepes o crespelle alla Valdostana
http://batuffolando.blogspot.com/2011/10/crepes-o-crespelle-alla-valdostana.html

Ingredienti 80 gr. farina 00 1,5 d. di latte 2 uova 1 cucchiaio di burro fuso 1 pizzico di sale (se le preparate dolci, stessi ingredienti ma aggiungete 1 cucchiaino di zucchero) Per la farcia: 2 etti di prosciutto cotto di ottima qualità 2 etti fontina di Aosta Per condire: besciamella e grana padano o parmigiano reggiano dosi per la besciamella: 25 gr. di farina 00 25 gr. di burro 250 ml. di latte sale una grattata di noce moscata

Per le Crêpes Io metto tutti gli ingredienti in un frullattore e miscelo. Prendere una padella per crêpes se ce l'avete, in alternativa una padella per frittate, imburratela appena, quando è calda, con un mestolo versate una minima quantità di impasto sufficiente da ricoprire il fondo, mentre fate questa operazione roteate la padella in modo tale che si uniformi bene sul fondo. Fate cuocere a fuoco medio-basso finchè i bordi della crêpe iniziano ad incresparsi. A questo punto, prendetela delicatamente da un bordo con una mano, con l'altra aiutatevi con un utensile in legno piatto e rigiratela. Fate cuocere per qualche minuto anche dall'altro lato. A cottura avvenuta, lasciatela scivolare su un piatto piano che la contenga bene. Continuate così fino ad esaurimento dell'impasto. Preparare la besciamella: Sciogliere il burro senza che prenda colore, aggiungere il sale e una grattata di noce moscata, lontano dal fuoco aggiungere (tutta in una volta) la farina.
172

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Mescolare velocemente con una frusta. Aggiungere, poco per volta, il latte sempre mescolando. Rimettere sul fuoco, lento, e fare raddensare. Prendere le crespelle e farcire con cubetti di fontina e prosciutto. Aggiungere un po' di besciamella. Richiuderle a triangolo, o se preferite a cornetto, e adagiarle dentro una teglia precedentemente unta abbondantemente con burro. Spolverizzare con abbondante grana (o parmigiano), farcite ancora con altri pezzettini di fontina e besciamella, mettete a cuocere in forno già caldo a 180°/190° per una mezz'oretta. Qui dovete regolarvi voi in base al vostro forno. Devono essere appena croccantine ma non troppo, sennò si seccano.

173

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Crepes gorgonzola e rucola
http://blog.giallozafferano.it/unavitaspeziata/crepes-gorgonzola-e-rucola/

Ingredienti 40 g di Burro 250 g di farina 1/2 litro di latte 1 pizzico di sale 3 uova per la farcitura gorgonzola rucola mortadella

In una ciotola verso la farina setacciata, il sale e il latte a disposizione. Inizio ad amalgamare gli ingredienti fino ad ottenere un crema liscia. In un’altra ciotola sbatto le uova e le aggiungo poi al resto del composto. Ad ultimo aggiungo il burro fuso, sigillo la ciotola e lascio riposare il composto in frigo per mezz’ora. Faccio scaldare sul fuoco la padella per le crepes, precedentemente unta con un goccio d’olio. Verso un po’ di composto cercando di distribuirlo in maniera uniforme.Lascio cuocere da entrambe le parti e tolgo dal fuoco appena la crepe avrà un leggera doratura. Man mano che le crepes son pronte le sistemo su un piatto. Una volta pronte, inizio a farcirle. Sistemo delle fettine di gorgonzola, poi la mortadella e la rucola. Ripiego

174

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Bocconcini crepes farina ceci e peso al basilico
http://blog.giallozafferano.it/miracucina/bocconcini-crepes-farina-ceci-e-pesto-al-basilico/

Ingredienti per le crepes 200g acqua fredda 3 uova 150g farina di ceci 50g farina 00 60g olio evo noce moscata q.b. sale q.b. Ingredienti per il ripieno 5 cucchiai abbondanti di pesto al basilico home made + qualche cucchiaino per condire 180g prosciutto crudo a fette 180g emmenthal a fette 50g di panna da cucina per condire i bocconcini
Per fare i bocconcini crepes farina ceci e pesto al basilico per prima cosa occorre preparare la pastelle per le crepes così: In una terrina mettere le due farine, aggiungere le uova e mescolare bene. A questo punto versare a filo l’acqua e mescolare per evitare che si formino grumi. Unire l’olio e mescolare ancora. Aggiungere la noce moscata e il sale. Mescolare. Prendere una padella antiaderente, con un pezzo di carta da cucina oliato, oliare la padella e versare un mestolo di pastella. Cuocere da entrambe le parti le crepes. Fare così per ognuna crepes, a me ne sono venute 5 di spessore grosso, ma voi fatele dello spessore che più vi piace. Farcire ogni crepes con un cucchiaio di pesto al basilico, una o due fette di prosciutto crudo e due o tre fette di emmenthal. Arrotolare le crepes e tagliare a pezzettini di 3 cm circa, posizionarli in una teglia da forno. Versare sopra ai bocconcini crepes farina ceci e pesto al basilico della panna da cucina. Sigillare con carta alluminio ed infornare a 180° per 30 minuti. Passato questo tempo, togliere la carta d’alluminio e reinfornare a 160° per altri 10 minuti. Servire mettendo nel piatto un cucchiaino di pesto e volendo anche uno sopra ai bocconcini dove c’è la panna che in cottura si è sciolta ma non del tutto, in quanto l’alluminio ha evitato che lo facesse.

175

http://fusillialtegamino.blogspot.com/

Timballo di crepes
http://unapasticcionaincucina.blogspot.com/2011/10/timballo-di-crepes.html

Ingredienti Per 22-25 crepes : 200 g di farina Antigrumi 2 uova 1/2 litro di latte 2 cucchiai di olio Per il ripieno 400 g di carne tritata 400 g di mozzarella tagliata a fette 500 ml besciamella 400 g di mortadella tritata q.b. di pepe nero 150 g di formaggio grattugiato 100 g burro q.b. di sale q.b. di noce moscata Per il sugo 1 litro di passata di pomodoro q.b. olio extravergine di oliva 1 spicchio d'aglio q.b. di sale basilico

Mettete le uova in un contenitore e lavorate un po' con una frusta ; aggiungete poco per volta la farina e diluirla con il latte , versandolo poco alla volta , quindi , mescolate continuamente fino ad ottenere una pastella perfettamente liscia e omogenea . Nel frattempo scaldate una padella unta con dell'olio , versatevi una piccola quantità di pastella e roteate velocemente la padella , in modo che la pastella si distribuisca uniformemente sul fondo , quindi , fate cuocere le crepes . Quando i bordi della crepe iniziano a dorarsi e a restringersi , girate la crepe dall'altro lato e proseguite la cottura , dopodichè adagiate la crepe pronta su un piatto , sul quale porrete tutte le crepes preparate , una volta terminata la cottura

176