Twitter in un sabato pomeriggio del tardo impero

Ingenuamente riponevano una tale fiducia nei moduli sullo stress che la stressavano per riempirli o credevano che per combattere l'entropia bastasse uscire ordinatamente durante la prova di evacuazione seguire le procedure. Furono smentiti più volte: quando la sirena suonò per sbaglio, quando il termosifone simulò una catastrofe con due sbuffi di fumo nero quando riapparve sulla facciata la dichiarazione d'amore che avevano cancellato solo pochi mesi prima.

Per salvarsi dal rumore guarda l'immagine sfocata della ragazza vestita di bianco, piccola contro il grande albero le richiedono velocità, efficienza. Lei oppone sorda un merletto antiquato si porta dietro un piccolo giardino fiorito sulla gonna. E’ la cura una musica spettrale, una collana di perline

se si sente in trappola ricorre alla t-shirt con le farfalle.

Sembra spenta, ma ha un’energia che non si vede. Che spossatezza tutta questa certezza, questa furia la presunzione della ragione la fa sentir svuotata. “ Ma sé di forza e di tesor mendica/ lascia parer senza vergogna” e cerca come disapparir completamente

https://twitter.com/zycron

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful