You are on page 1of 2

MAGGIO 2012

PROPOSTA PER MANTENERE IL MUNICIPIO NELLA SUA ATTUALE SEDE E LA BIBLIOTECA NELLA NUOVA SEDE DI VIA PERTINI
Cominciamo con laffermare che la nostra attenzione va in primo luogo alla sicurezza del luogo di lavoro per i dipendenti che operano allinterno dellEnte comunale e dei cittadini che si recano presso gli uffici comunali: una sicurezza che deve essere sempre garantita. Daltra parte prendiamo atto che una parte delledificio comunale risulta a norma per il lavoro di impiegati che operano allinterno di uffici non aperti al pubblico; unaltra parte delledificio risulta invece a norma per gli uffici aperti al pubblico. Dopo aver messo al primo punto la sicurezza di chi lavora e di chi si reca presso gli uffici comunali per le proprie pratiche, riteniamo fondamentale garantire la presenza del comune in centro paese, perch spostarlo significa spostare lerogazione dei servizi in zona periferica del paese con la creazione di disagi a tutti i nostri concittadini. Riteniamo inoltre fondamentale mantenere il comune presso Palazzo Landriani (in via Prinetti) una collocazione storica che rappresenta lidentit di tutti i bernareggesi. Proprio perch rappresenta storia ed identit dei cittadini di Bernareggio, il comune deve essere ristrutturato nelle parti ove richiesto, affinch tutto ledificio si presenti a norma per la collocazione di uffici aperti al pubblico. Vogliamo poi salvaguardare la destinazione a biblioteca del nuovo edificio angolo via Morselli-via Pertini: un edificio pensato, progettato, realizzato e studiato negli arredi e nella distribuzione degli spazi per diventare sede della nuova biblioteca e centro di un vero e proprio polo culturale e civile. Al fine di garantire al meglio lutilizzo degli spazi pubblici e limitare al massimo ulteriori spese che graverebbero sulle spalle dei cittadini con grave danno per essi e lAmministrazione tutta, facciamo una proposta chiara e concreta.

LA NOSTRA PROPOSTA PER MANTENERE LA SEDE DEL COMUNE PRESSO PALAZZO LANDRIANI IN VIA PRINETTI E UTILIZZARE IL PALAZZO SITO IN VIA MORSELLI ANGOLO VIA PRINETTI COME NUOVA SEDE DELLA BIBLIOTECA

FASE 1
A. LAmministrazione procede ad una riorganizzazione interna degli uffici affinch vengano rispettate le norme previste per essi: 1. gli uffici non aperti al pubblico siano collocati negli spazi dove ci sia consentito; 2. gli uffici aperti al pubblico negli spazi a norma per tale funzione. B. LAmministrazione procede alla pianificazione dellintervento di ristrutturazione delledificio comunale affinch tutte le sue parti siano rese a norma per la collocazione di uffici aperti al pubblico. C. La biblioteca dalla sua attuale sede si trasferisce nella sede nuova, cos come stabilito sin dallinizio.

FASE 2
A. Terminata la pianificazione della ristrutturazione (compresa la quantificazione dei tempi) gli uffici interessati dalla ristrutturazione si trasferiscono temporaneamente presso gli spazi lasciati liberi dal trasferimento della biblioteca pari a circa 140 metri quadri. Il trasferimento sar temporaneo per permettere la ristrutturazione delle parti del comune cos come evidenziato dalla relazione tecnica. B. Terminata la ristrutturazione tutti gli uffici interessati si trasferiranno di nuovo presso il palazzo comunale. La proposta permette di avere costi molto ridotti perch: 1. Lattuale sede della biblioteca (presso la scuola secondaria di primo grado) dotata di servizi igienici adeguati, collegamenti elettrici e telefonici. 2. Gli spazi si trovano in buona posizione rispetto al centro del paese. 3. Non sono necessari particolari interventi edilizi. 4. Il disagio per lavoratori e cittadini sarebbe molto contenuto. Si conferma che lo spostamento sar temporaneo, per un tempo limitato perch relativo al solo effettivo intervento concreto di ristrutturazione di parte del comune: la parte progettuale e quella relativa a tutti i permessi verranno infatti espletate nella FASE 1.