P. 1
L’immigrazione nelle notizie dell’Ansa

L’immigrazione nelle notizie dell’Ansa

|Views: 43|Likes:
Published by giacomosolano

Il report riporta i risultati di una ricerca svolta sulle notizie dell'Ansa, relative al tema dell'immigrazione, pubblicate nel 2010 sul sito internet dell'agenzia di stampa.

Il report riporta i risultati di una ricerca svolta sulle notizie dell'Ansa, relative al tema dell'immigrazione, pubblicate nel 2010 sul sito internet dell'agenzia di stampa.

More info:

Categories:Types, Research
Published by: giacomosolano on Dec 20, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF or read online from Scribd
See more
See less

05/14/2014

pdf

Sections

Report di ricerca

L’immigrazione nelle notizie dell’Ansa
Giacomo Solano

Indice
Introduzione 1. 2. La tipologia delle notizie Le parole utilizzate p. 1 p. 4 p. 13 p. 18 p. 23 p. 29 p. 36

Conclusioni Riferimenti bibliografici Appendice 1: tabelle Appendice 2: le notizie mese per mese

Giacomo Solano: laureato in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Genova, attualmente è dottorando in Urban and Local European Studies (Urbeur) presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università degli Studi di Milano–Bicocca. Si occupa di numerosi aspetti relativi all’immigrazione, e in particolare dell’attività imprenditoriale degli immigrati, delle pratiche di confronto culturale nei quartieri e dell’immagine che i mass media danno dell’immigrazione. Per citare: Solano G. (2012), L’immigrazione nelle notizie dell’Ansa, report di ricerca.

Introduzione

Prima di illustrare i risultati della ricerca qui proposta, sembra utile fare alcune considerazioni preliminari e sintetiche riguardo la rappresentazione che i mass media forniscono dei fenomeni migratori. Numerosissime sono state le ricerche condotte in questo campo e la bibliografia sull’argomento è, difatti, molto nutrita1, anche se i risultati di tali lavori sono stati, in realtà, tutti molto simili: in generale si è messo in evidenza come ci sia, nei discorsi dei media, una connessione stabile fra immigrazione e criminalità. Tale connessione diventa sia un criterio di selezione delle notizie che criterio di interpretazione e inquadramento delle stesse. Si tende a mettere in rilievo la provenienza straniera degli autori di reati (e molto meno di chi subisce un reato) anche quando questa è solo presunta. I media fanno attenzione quasi esclusivamente alla quotidianità, ai piccoli atti criminali: il fenomeno “immigrati” viene presentato soprattutto nella cronaca e nella sezione di politica interna; sono da sempre invece molto scarsi, se non quasi assenti, inchieste e approfondimenti sul tema dell’immigrazione. Le notizie ci suggeriscono l’idea di un binomio fra immigrazione e devianza: le notizie di atti criminosi da parte di immigrati si susseguono di giorno in giorno, al più cambia il reato che gli si imputa. Il tema immigrazione viene trattato prettamente come un problema da risolvere (solitamente di ordine pubblico) e come emergenza, più che come un fenomeno da analizzare e approfondire: questa dimensione problematica e di eterna eccezionalità e emergenza trasmette un’idea erronea dell’immigrazione, non facendo comprendere all’audience come questa sia ormai è un fatto ormai strutturale e ordinario della nostra società. L’effetto dell’immagine stereotipata che i mass media presentano porta alla sedimentazione di un senso comune sull’argomento: si creano così una serie di stereotipi e categorizzazioni che rappresentano l’immigrato (o più frequentemente l’extracomunitario o il clandestino) come portatore di degrado, violenza e criminalità: si impone di conseguenza l’idea che l’immigrazione debba essere controllata, se non addirittura completamente fermata. A dare una legittimazione a quanto riportato dai mass media sono le numerose citazioni di rappresentanti istituzionali (forze dell’ordine, politici ecc.) o presunti esperti del tema; a ciò fa da contr’altare una pressoché assenza di parola dei diretti interessati. Gli argomenti più ricorrenti sono quelli dell’invasione (sbarchi, sovraffollamento ecc.) e della sicurezza e della criminalità (prostituzione, spaccio, terrorismo islamico ecc.). Si può notare, leggendo qualsiasi giornale o vedendo un qualunque telegiornale, come vi siano alcuni leitmotiv per
1

Per ricerche e pubblicazioni sull’argomento si vedano i riferimenti bibliografici.

1

quanto riguarda le notizie sull’immigrazione e sugli immigrati: queste ricorrenze possono essere individuate su tre livelli. Nelle pagine “internazionali” e nazionali di carattere generale i due argomenti ricorrenti sono il terrorismo di matrice islamica (legato agli immigrati di fede musulmana) e l’arrivo, come se fosse un’orda, di persone nelle nostre coste. A livello nazionale, ma prevalentemente nelle pagine dedicate alla cronaca, e in quelle locali, l’immigrato viene descritto nella maggior parte dei casi come un deviante: vengono infatti presentate un susseguirsi di articoli riguardanti atti di microcriminalità imputabili a stranieri. In Italia si possono identificare quindi tre nuclei di tematiche riguardo all’immigrazione (COtesta, 1998; Maneri, 2009). Il primo fronte è quello esterno, relativo agli sbarchi di navi piene di migranti sulle coste del Sud Italia. Il secondo è il fronte interno, relativo a criminalità, devianza e ruolo della polizia. Dal 2001 si è poi aggiunto il fronte internazionale con la minaccia del fondamentalismo e del terrorismo di matrice islamica. Emergenza, clandestinità, invasione, sbarchi, criminalità, disperazione e terrorismo sono parole che sembrano ricorrere costantemente in relazione all’immigrazione. Per quanto riguarda il linguaggio, questo è spesso allarmistico, oltre a essere spesso metaforico e iperbolico; non mancano, tuttavia, descrizioni più sobrie e obiettive. I termini usati fanno riferimento sia al linguaggio militare che ad un’immagine “idraulica” delle migrazioni (“flusso”, “ondata” etc.). Dal punto di vista terminologico, spesso la condizione di immigrato (e/o la sua nazionalità) è l’unica informazione che viene data del deviante nelle notizie. Ogni crimine viene di fatto “etnicizzato”: questo fa scattare in chi legge un meccanismo di generalizzazione per cui alla lunga si penserà che tutti i rumeni stuprino, che i nigeriani spaccino ecc. Vi è da una parte la personalizzazione del fatto di cronaca (per es. immigrato albanese) e dall’altra un’inevitabile generalizzazione (tutti gli immigrati albanesi sono criminali). Inoltre, alcune azioni negative sono poi attribuite agli immigrati senza che vi siano prove certe, spesso solo sulla base di supposizioni fatte da rappresentanti delle forze dell’ordine o dalle vittime stesse. É da notare che, se quasi sempre il fatto di essere immigrati (o meglio, extracomunitari o clandestini) viene citato quando l’immigrato è imputato di qualche delitto, molte meno volte questo avviene se invece ne è vittima: per esempio in una ricerca condotta da Marcello Maneri è emerso che «già nel 1993 gli immigrati coinvolti in episodi di cronaca nera erano nominati con un appellativo etnicizzato nel 99% delle volte nel caso fossero gli autori del reato e il 72% delle volte quando si trovavano nella posizione di vittime» (Maneri, 2009:69). Attualmente dalle numerose ricerche condotte si può notare come il termine extracomunitario sia il riferimento principale di tutte le rappresentazioni dell’immigrazione. Questo termine è fortemente 2

legato alla dimensione regolarità/irregolarità e al tema della sicurezza e della criminalità. Questo termine sottolinea di fatto la non appartenenza, l’esclusione dei migranti dal “progetto” di Unione Europea. Inoltre nei giornali, spesso implicitamente o addirittura esplicitamente, si connette il degrado di una zona all’arrivo degli immigrati: in ogni caso questi vengono sempre presentati, anche quando sono visti con sguardo più benevolo, come miserabili e come disperati. L’extracomunitario diventa quindi portatore di criminalità o nei migliore dei casi di degrado e pertanto questi diventa un problema in sé e, in quanto problema, deve essere soggetto a controlli da parte del sistema politico ed amministrativo. Si sta poi ponendo sempre più l’accento sul termine “clandestino”. Termine che esce dall’ambito giuridico per definire, nel senso comune, l’“immigrato cattivo”, cioè quello che quasi sicuramente è dedito ad attività delinquenziali: la condizione di clandestino diventa pertanto predittrice di comportamenti devianti. Infine, per concludere, sembra utile riportare più nello specifico i risultati dell’unica ricerca svolta sulle notizie dell’Ansa (Corte, 2002). La ricerca ha analizzato i dispacci dell’agenzia in quattro periodi diversi (e di differente durata): Prima fase (22 Luglio-19 Settembre 1998), Seconda fase (18 Dicembre-31 Dicembre 1998), Terza Fase (11 Gennaio-19 Gennaio 1999), Quarta fase (12 Luglio13 Agosto 2002). La ricerca si è concentrata soprattutto sulla divisione fra notizie su immigrati irregolari e immigrati regolari, senza però trascurare altre tre importanti dimensioni: l’andamento generale del numero di notizie, la tipologia di notizia e l’argomento di tale tipologia. L’andamento del numero di notizie è stato altalenante, legato a singoli fatti di fatti di cronaca. Per quanto riguarda la dimensione notizie su immigrati irregolari/notizie su immigrati regolari, la ricerca ha rilevato una netta preponderanza di notizie su persone irregolari: nei quattro periodi analizzati la percentuale di dispacci relativi a questa categoria varia da un minimo di 77% a un massimo di 92%. Nella tipologia di notizie (che i ricercatori dividono in: semplici notizie -cronaca-, comunicati e dichiarazioni ufficiali, reportage e servizi -approfondimenti-, inchieste) le notizie semplici di cronaca la fanno da padrone in tutti e quattro le fasi (circa il 52% delle notizie totali), seguono le dichiarazioni ufficiali e politiche ed infine gli approfondimenti (circa il 16% delle notizie totali) Infine, a proposito degli argomenti di tali notizie, il principale oggetto delle notizie è la dimensione degli arrivi e degli sbarchi (che è la prima in tutte e quattro le fasi), e ciò è dovuto principalmente al fatto che la maggioranza delle notizie tratta di immigrati irregolari. Segue la categoria relativa a iniziative politiche, legislative etc., mentre le notizie di cronaca nera e bianca (cioè quelli legati a fatti di tipo amministrativo e politico non inserite nelle altre categorie) più o meno si equivalgono. 3

1.

La tipologia delle notizie: appiattimento mediatico sui singoli fatti ed eventi?

Prima di presentare i risultati della ricerca sembra utile rendere conto brevemente della metodologia usata per la ricerca che si andrà qui a illustrare, frutto di un’analisi condotta sulle notizie dell’agenzia di stampa italiana Ansa, pubblicate sul loro sito internet nel corso del 2010. In generale, l’obiettivo che ha guidato l’analisi è stato quello di pervenire a una descrizione quantitativa del numero di notizie, della loro frequenza, della tipologia e degli argomenti trattati nelle notizie pubblicate dall’Ansa sul suo sito nel corso del 2010. La selezione delle notizie è stata svolta attraverso il motore di ricerca interno al sito dell’agenzia usando quattro keywords di ricerca, impostando tale ricerca esclusivamente sui titoli: immigrazione; immigrat?2; extracomunitario or3 extracomunitari; clandestin?. Si è scelto di non analizzare le notizie che si riferiscono solo alle singole nazionalità in quanto si è deciso di limitare l’analisi alla rappresentazione dell’immigrazione e degli immigrati più in generale. Le parole clandestino ed extracomunitario sono state selezionate in quanto immediatamente connesse con l’immigrazione: le notizie dell’Ansa trovate in base ai criteri e alle keywords appena illustrate sono state 5774. L’Ansa pone nella maggior parte dei casi davanti al titolo la parola immigrazione (e a volte la parola immigrati quando si parla specificatamente di singole persone e/o di gruppi), come una sorta di etichetta per categorizzare le notizie5: questo a permesso senza ombra di dubbio nel corso della selezione delle notizie di comprendere tutte quelle a proposito dell’argomento considerato (anche quelle che dal mero titolo non sarebbero state inserite nella selezione). Passando a trattare più nello specifico dei risultati della ricerca, in questo primo paragrafo verranno analizza la categoria di notizie e gli argomenti trattati, con particolare riferimento anche alla distribuzione mensile. In particolare si cercherà di vedere in che modo l’Ansa “tratta” il fenomeno immigrazione e quale immagine ne dà.

2 3 4

Il simbolo “?” corrisponde ad un qualsiasi carattere nel motore di ricerca. “Or” aggiunge alla ricerca un criterio opzionale. Il numero di 577 è stato ricavato dopo una scrematura iniziale nella quale sono state tolte le notizie pubblicate più

volte (infatti l’Ansa pubblica le notizie in più sezioni e quindi alcune sono ripetute più volte), le photogallery (photostory) e alcune notizie che presentavano il termine clandestino ma che non c’entravano niente con il tema dell’immigrazione.
5

Esempio: «Immigrazione: Grecia, nuova politica asilo».

4

Per quanto riguarda la categoria delle notizie si è scelto di suddividerle in quattro categorie (mondo, politica, cronaca, approfondimenti) più una residuale (varie/altro). Nella categoria “mondo” sono state messe tutte le notizie provenienti dall’estero e che non coinvolgono direttamente l’Italia, mentre quella “politica” raccoglie le notizie di carattere politico legate alla situazione italiana o legate all’Unione Europea (o comunque che coinvolgono indirettamente l’Italia). Quelle inserite nella categoria “cronaca” trattano argomenti relativi alla mera cronaca (crimini, sbarchi, truffe ecc.). Per quanto riguarda la categoria “approfondimenti” questa, invece, comprende sia gli approfondimenti e le statistiche sull’immigrazione che tutte quelle notizie che riguardano iniziative varie legate all’immigrazione. La classe che domina i discorsi sull’immigrazione si conferma essere, come già rilevato da ricerche precedenti, quella della cronaca (63,1%), che rappresenta, quindi, la moda della distribuzione. Importanti sono poi gli approfondimenti (16,6%): questo in parziale discordanza con le ricerche precedenti, ma probabilmente ciò è imputabile al fatto che, mentre i giornali e i telegiornali presentano solo quello che ritengono più “appetibile” per il pubblico, invece l’Ansa, in quanto agenzia di stampa, offre una gamma di notizie più ampia e variegata. Meno numerose sono poi le notizie di politica e dal mondo (7,1%). È molto interessante e poco incoraggiante che ben più della metà delle notizie sia di cronaca in quanto questo significa focalizzarsi soprattutto sui singoli fatti, singoli fatti, che per forza di cosa, tendono ad illustrare qualsiasi fenomeno dal punto di vista più negativo.

Figura 1. Categoria delle notizie

Approfon. 17%

Varie/Altro Mondo 1% 7% Politica 12%

Cronaca 63%

5

Analizzando i titoli delle notizie per ogni categoria in relazione ai vari argomenti, si può vedere come quelle relative al mondo nel 2010 trattino principalmente del dibattito sulla legge antiimmigrati dell’Arizona e della politica francese in materia di immigrazione. Quelle appartenenti alla categoria “politica” hanno avuto come principale oggetto le dichiarazioni politiche del Presidente della Repubblica Napolitano, di Ministri del governo italiano e di rappresentanti delle gerarchie ecclesiastiche (su tutti il Papa). Quelle relative alla cronaca hanno riguardato un’ampia gamma di avvenimenti, da Rosarno6, ai continui blitz della polizia per contrastare l’immigrazione clandestina e le organizzazioni criminali che sfruttano gli immigrati, dai fatti di Brescia (l’occupazione della gru da parte di alcuni lavoratori immigrati), ai continui arrivi sulle coste del Sud Italia di imbarcazioni con a bordo migranti, alle notizie relative alle rivolte nei CIE (centro di identificazione ed espulsione). Infine le notizie di approfondimento hanno avuto come oggetto le numerose statistiche sull’immigrazione e la pubblicazione del dossier Caritas/Migrantes. Passando a trattare dell’argomento delle notizie, si sono individuati 11 macroargomenti: arrivi e sbarchi: comprende tutte le notizie che trattano degli arrivi degli immigrati sia via mare che via terra rivolte immigrati e CIE: vi sono tutte le notizie che riguardano le rivolte degli immigrati, sia nei CIE che altri fatti (come quelli di Rosarno) e più in generale tutte quelle che hanno come tematica CIE e affini crimini immigrati soggetti attivi: in questa classe sono state poste le notizie che vedono gli immigrati come soggetti attivi di azioni negative (vi sono anche tutte le notizie relative a operazioni della polizia riguardanti l’immigrazione) crimini immigrati soggetti passivi e vittime: include tutte le notizie in cui gli immigrati sono soggetti passivi o vittime di fatti criminali azioni positive e iniziative immigrati: comprende tutte le iniziative promosse da immigrati o da associazioni di immigrati (come scioperi, iniziative varie ecc.) statistiche e approfondimenti: in questa categoria sono comprese le notizie di approfondimento vere e proprie e quelle statistiche (dossier Caritas/Migrantes, statistiche ISTAT) notizie politiche: comprende le dichiarazioni politiche e le notizie di carattere politico che non possono essere inserite in altre categorie (è pertanto “residuale”)

6

Nel Gennaio Rosario è stata protagonista di una rivolta vera e propria da parte degli immigrati residenti nella cittadina

e sfruttati nei campi della zona per la raccolta di agrumi e ortaggi. A fare scoppiare la protesta fu il ferimento da parte di persone non identificate di due extracomunitari con un’arma ad aria compressa e pallini da caccia.

6

-

espulsioni e clandestinità: comprende le notizie su espulsioni e clandestinità in maniera residuale, nel senso che spesso il termine clandestino (o similare) ricorre in notizie ascrivibili ad altre tipologie di argomenti e quindi non tutte quelle che presentano tale termine sono inserite nella classe suddetta

-

pronunciamenti giuridici e legislativi: comprende tutte le notizie comprendenti pronunciamenti legislativi e giuridici (Consulta ecc.)

-

iniziative da parte di non-immigrati: in questa categoria sono state poste le notizie riguardanti iniziative di persone non immigrate a favore degli immigrati o comunque legate all’immigrazione

-

altro: comprende tutte le notizie che non possano essere ricompresse nelle altre categorie

Analizzando quindi i risultati dell’analisi per argomento, è emerso che quello che ricorre maggiormente è quello degli arrivi e degli sbarchi (20,8% del totale), seguita da “crimini immigrati” (18,2%): questo dimostra come la rappresentazione dell’immigrazione e degli immigrati sia molto appiattita su due argomenti, che danno un’immagine non certo positiva del fenomeno. Infatti gli immigrati vengono presentati come criminali e si rimarca sempre l’aspetto dell’arrivo (e mai quello dell’integrazione per esempio) nel processo migratorio: è sintomatico che le due categorie suddette insieme coprano il 39% delle notizie. In generale gli argomenti che possono essere recepiti dall’opinione pubblica in senso negativo (“arrivi e sbarchi”, “rivolte immigrati e CIE”, “crimini immigrati soggetti attivi” ed “espulsioni e clandestinità”), nelle quali viene cioè suggerita in maniera implicita una visione dell’immigrazione come pericolosa, problematica ecc., sono pari al 51,7% delle notizie totali, senza contare le dichiarazioni e le notizie che trattano di argomenti politici e che spesso danno una visone allarmistica e problematica del fenomeno. Figura 2. Argomento delle notizie

7

Una volta descritti quali sono stati gli argomenti e la tipologia delle notizie sembra utile andare a vedere innanzitutto come, per ogni categoria, si distribuiscano i diversi argomenti. In “mondo” si può vedere come predominino maggiormente le notizie politiche (36,6% del totale della categoria), seguite da quelle inerenti la clandestinità (19,5%) e agli arrivi (12,2%); non mancano poi le notizie di approfondimento, che arrivano quasi ad essere il 10%. Passando ad analizzare la categoria “politica”, abbastanza naturalmente la quasi totalità di notizie ha come argomento dichiarazioni politiche e similari (82,3%), con una buona percentuale di quelle riguardanti la clandestinità (8,8%). La “cronaca” contiene invece notizie relative a problematiche e crimini: l’argomento principale è quello relativo agli arrivi (30,5%), seguito a poca distanza da tutta una serie di notizie che presentano gli immigrati come parte attiva in azioni che costituiscono reato (28,6%). Altre due categorie che superano il 10% sono quella relative alle rivolte e ai CIE (e similari), che sono l’11% del totale, e quelle che presentano gli immigrati come oggetti passivi e vittime di atti criminosi (truffe, aggressioni ecc.), che rappresentano il 10,2% della totalità delle notizie mensili. Gli “approfondimenti” presentano, e ciò è abbastanza scontato, una buonissima percentuale di argomenti che possono essere considerati statistiche o approfondimenti veri e propri. Vi è poi una buona percentuale di notizie che informano riguardo a iniziative per gli immigrati da parte di persone che non sono immigrate (questo perché il maggior discrimine fra la categoria “approfondimenti” e l’argomento “approfondimenti e statistiche” è proprio che la prima comprende anche le iniziative riguardanti l’immigrazione mentre la seconda no). Da quanto fin qui detto emergono importanti conferme ai risultati delle principali ricerche svolte precedentemente; emerge un appiattimento dell’informazione su singoli fatti (e ciò si vede dalla preponderanza della cronaca), fatti spesso legati a situazioni emergenziali o di criminalità (non a caso i due principali argomenti sono “arrivi e sbarchi” e “crimini immigrati soggetti attivi”). L’immagine che viene data è poi strettamente legata sia all’aspetto dell’arrivo (sbarchi, clandestinità) che alla pericolosità sociale degli immigrati (sia in quanto criminali che come portatori di degrado). Presentazione nella cronaca e immagine dell’immigrazione come legata all’emergenza e alla criminalità che emerge dall’incrocio (come si è visto) fra tipologia di notizia e argomento: la categoria cronaca è infatti prevalentemente composta dalle due categorie di argomenti predominanti. Questa concentrazione delle notizie su singoli fatti viene confermata anche se si analizza la distribuzione annuale di tali notizie.

8

Infatti analizzando la distribuzione annuale di tali notizie, si evidenzia un andamento largamente legato soprattutto ad alcuni fatti, come vedremo, che producono molte notizie e provocano un incremento del numero mensile (si ha infatti un mese con un picco massimo e il mese successivo con un picco minimo). In generale si passa da mesi con quasi 30 notizie (Febbraio e Marzo) a mesi con ben più di 70 (Agosto e Ottobre); la media mensile è di 48,08 notizie. Rispetto alla media, cinque mesi presentano un numero di notizie superiore (Gennaio, Luglio, Agosto, Ottobre, Novembre) mentre gli altri sono sotto la media (alcuni nettamente come Febbraio e Marzo, altri in maniera molto meno netta come Settembre -46-). La seconda parte dell’anno è stata caratterizzata da un numero maggiore di notizie: infatti quelle uscite tra Luglio e Dicembre “coprono” il 61,5% del totale dell’anno. Attraverso l’utilizzo dei quartili è possibile indagare più a fondo la distribuzione delle notizie (si può osservare bene dalle percentuali cumulate): in una distribuzione perfettamente omogenea il 25% si dovrebbe raggiungere a Marzo, il 50% a Giugno, il 75% a Settembre e il 100% chiaramente a dicembre. Invece suddividendo la distribuzione in quattro parti si vede come si raggiunga il 25% delle notizie totali ad Aprile, il 50% ad Agosto e il 75% a Ottobre. Questo dato è molto interessante e conferma come la maggioranza delle notizie siano uscite nella seconda parte dell’anno. Questo è intuibile anche vedendo quanti mesi “impiega” la distribuzione ad arrivare allo step successivo: se per arrivare al 25% “passano” 4 mesi e lo stesso per arrivare al 50%, gli ultimi due traguardi vengono invece raggiunti col passare di due soli mesi per ciascun traguardo. Inoltre dei quattro gruppi di mesi che si individuano dividendo le modalità della variabile mese, si può vedere come il primo gruppo (Gennaio-Febbraio-Marzo) rappresenti il 20,3% delle notizie totali, il secondo (Aprile, Maggio-Giugno) solo il 18,2%, il terzo (Luglio-Agosto-Settembre) ben il 32,2% e l’ultima triade (Ottobre-Novembre-Dicembre) il 29,3%.

Figura 3. Distribuzione notizie per mese
Gennaio Dicembre 80 60 Novembre 40 20 Ottobre 0 Aprile Marzo Febbraio

Settembre

Maggio

Agosto Luglio

Giugno

9

La maggior predominanza della seconda metà dell’anno è dovuta principalmente ad alcuni fatti avvenuti in quel periodo: più in generale attraverso una panoramica mensile delle notizie per mese si cercherà di dimostrare come le notizie dell’Ansa confermino sostanzialmente ciò emerso dalle le ricerche fatte precedentemente sia sull’Ansa (Corte, 2002) che sui mass media in generale (per esempio: Censis 2002b), e cioè che, come già detto, l’interesse dei mass media al fenomeno è legato soprattutto all’interesse per avvenimenti episodici, trattati solitamente in maniera sensazionalista e/o allarmistica: Gennaio: le notizie politiche (20,6%)7 e quelle di crimini legati ad immigrati (19,0%) sono quelle maggioritarie. Molte sono infatti le dichiarazioni politiche di questo mese (intervengono Berlusconi, il Papa, il ministro Maroni ecc.); quelle legate a crimini di immigrati sono quasi tutte riguardanti operazioni di polizia e arresti di immigrati. A livello più generale l’argomento principale del mese è stata la rivolta degli immigrati a Rosarno8, e questo spiega il perché Gennaio sia uno dei mesi con più notizie, come si è visto precedentemente. Un numero rilevante sono poi anche le notizie riguardanti i CIE e in particolare le rivolte degli immigrati nei Centri (11,1%) Febbraio: dominano le notizie legate a crimini degli immigrati e similari, che sono il 38,5% del totale; abbastanza cospicui rispetto al totale di quelle mensili sono poi gli approfondimenti che, in questo caso, sono statistici (la più significativa è quella relativa al fatto che gli immigrati sono il 7,1% della popolazione); vi è anche qualche notizia a proposito di iniziative per gli immigrati, come per esempio la nascita a Bologna di una tv web appositamente per gli immigrati Marzo: oltre la solita categoria delle notizie di atti criminali e operazioni di polizia aventi come protagonisti negativi gli immigrati (28,5%), il mese è caratterizzato dalle iniziative legate al cosiddetto sciopero degli immigrati del I Marzo: infatti una quota cospicua (17,9%) parla proprio delle iniziative degli immigrati Aprile: il mese vede una buona frequenza di notizie politiche (23,7%), soprattutto dichiarazioni politiche legate a interventi della Santa Sede (Papa, cardinale Tettamanzi ecc.), alla legge anti-clandestini che era in corso di dibattito in Arizona, e connesse alla critica dell’Unione Europea alla politica italiana dei respingimenti. Si registra un’impennata
7

Le percentuali riportate in questo paragrafo fanno riferimento alla quota di notizie del mese preso in considerazione

ascrivibili ad una particolare argomento in rapporto alle notizie totali del mese scelto.
8

Nel Gennaio Rosario è stata protagonista di una rivolta vera e propria da parte degli immigrati residenti nella cittadina

e sfruttati nei campi della zona per la raccolta di agrumi e ortaggi. A fare scoppiare la protesta fu il ferimento da parte di persone non identificate di due extracomunitari con un’arma ad aria compressa e pallini da caccia.

10

rispetto ai mesi precedenti delle notizie relative ad arrivi e sbarchi di immigrati (18,4%), anche se sicuramente la percentuale è molto più bassa rispetto all’incidenza delle stesse nel periodo Giugno-Settembre Maggio: il mese vede un’ampia gamma di argomenti trattati, dalla politica (22,2%), a notizie di crimini da parte di immigrati (18,5%) o legate agli immigrati che “partecipano” come vittime (18,5%). Ve n’è anche un buon numero legate ad iniziative per gli immigrati (14,8%). Giugno: vi è di gran lunga una preponderanza di notizie relative ad arrivi e sbarchi (30%). Abbastanza numerose sono poi quelle relative ai crimini commessi da immigrati, operazioni di polizia ecc. (17,5%) e statistiche/approfondimenti (15%) Luglio: continuano ad essere numerose le notizie riguardo ad arrivi e sbarchi (25,4% del totale mensile). Abbastanza elevato è anche il numero delle notizie politiche (20%) con informazioni sulla riforma sull’immigrazione in Arizona e le varie dichiarazioni politiche dei politici italiani sugli arrivi degli immigrati Agosto: è il mese con l’incidenza maggiore di notizie relative agli sbarchi e agli arrivi (31,7%), vengono pubblicate in maniera ininterrotta notizie di sbarchi di persone. I titoli delle notizie su tale argomento si susseguono: «Bloccati 66 extracomunitari su costa Salento», «sbarco sulla costa ioniche reggina, anche bimbi» Numerose sono poi quelle relative alla categoria di argomento “crimini immigrati soggetti attivi” (15,3%) Settembre: in questo mese la fanno da padrone le notizie su arrivi e sbarchi e sui crimini e le operazioni di polizia che hanno come soggetti negativi gli immigrati; questo è forse il mese in cui la rappresentazione degli immigrati è più incentrata sulla dimensione dell’arrivo e delle “problematiche securitarie” Ottobre: è caratterizzato dalla pubblicazione del rapporto Caritas-Migrantes, e quindi preponderanti sono le notizie di carattere statistico e di approfondimento (24,1%) Novembre: anche questo mese continuano, sulla scia dei mesi precedenti, le notizie riguardanti gli arrivi degli immigrati (18,5%). Con la stessa incidenza vengono pubblicate anche informazioni relative alle iniziative degli immigrati e notizie politiche riguardanti l’immigrazione. É infatti questo il mese dell’occupazione della gru da parte di lavoratori immigrati a Brescia Dicembre: in questo mese aumenta di nuovo la percentuale di notizie relative agli arrivi degli immigrati (25%) e rilevante è anche la quota di queste relativa a immigrati come protagonisti di atti criminali (16,7%)

11

Questa veloce analisi degli argomenti evidenzia come nel corso dell’anno alcuni argomenti specifici abbiano fatto incrementare il numero di notizie; questi argomenti sono: i fatti di Rosarno, che hanno prodotto ben 15 notizie, le proteste degli immigrati a Brescia (con 12 notizie) e il Rapporto Caritas-Migrantes (da cui traggono spunto 18 dispacci). Più in generale l’aumento delle notizie mensili sembra dovuto (fatto salvo gli specifici eventi appena sottolineati) all’incremento delle notizie sugli arrivi e sbarchi (più frequenti nei mesi della seconda parte dell’anno). Il panorama generale sembra quindi quello di un generale appiattimento mensile delle notizie su fatti di cronaca nera (con gli immigrati come protagonisti negativi, in particolare), o al più di notizie politiche legate all’argomento (soprattutto dichiarazioni di politici e mai degli immigrati stessi): nei mesi più caldi si va poi ad aggiungere l’argomento agli arrivi e agli sbarchi e questo fa incrementare il numero di notizie. La pubblicazione delle notizie, occorre ribadirlo, appare quindi strettamente connessa a singoli fatti o eventi; il numero di notizie pubblicate per mese dipende quindi in larga maggioranza da impulsi esterni che forniscono l’occasione all’Ansa di parlare del tema, e mai (o quasi mai) da un’iniziativa di qualche giornalista che si dimostra interessato ad approfondire aspetti magari più quotidiani ma meno eclatanti. L’interesse per il fenomeno appare quindi molto superficiale se non scarso. Bisogna però sottolineare come a questo quadro ci sia una rilevante eccezione, e cioè la buona fetta di approfondimenti (16,6%), percentuale molto simile a quella rilevata da Corte (2002). C’è allora da chiedersi come mai, a fronte di una panorama generale come quello fin qui descritto, vi sia una quota così alta di notizie di approfondimento. Sembra opportuno innanzitutto analizzare i titoli di tale categorie di notizie: «Giornata mondiale 2010, attenzione sui minori», «Nasce 'carta Trapani'», «Cgia, in Molise +390,9% negli ultimi 7 anni», «Istat: piu' residenti grazie a immigrati», «Trentino; Caritas, stranieri 8,8% popolazione». Da questi titoli presi come esempio si può notare come nella maggior parte dei casi l’input per l’articolo venga sempre da un comunicato, una dichiarazione o un approfondimento (statistico ecc.) fornito da terzi e quasi mai derivante dal lavoro diretto dell’Ansa. È quindi confermato il carattere poco attivo dell’interesse che l’agenzia di stampa ha nei confronti dell’immigrazione. Resta però la buona notizia di un’apertura (seppur lieve) verso notizie che vadano al di là della mera cronaca; questo sembra legato alla specificità dell’Ansa o ad un panorama mediatico in fase di maturazione, questa tendenza è sicuramente incoraggiante soprattutto se la si confronta con il risultato dell’unica precedente ricerca svolta sull’agenzia di stampa: in quel caso il peso della categoria era risultato minore (terza dietro notizie, dichiarazioni e programmi “politici”).

12

2.

Le parole utilizzate: segnanti ma non troppo

È poi interessante analizzare la ricorrenza di certi termini nei titoli delle notizie selezionate, per vedere come a livello terminologico i media, e in questo caso l’Ansa, rappresentino il fenomeno considerato, soprattutto in comparazione e alla luce di quanto fin qui detto. Si è deciso di analizzare solo le parole che sono state usate come keywords, in modo da non falsare il confronto. Le parole forse più neutre (“immigrat/migrant”) sono risultate essere quelle che maggiormente ricorrono nelle notizie (nel 37,1%). E questo non può che essere un fatto positivo visto che vocaboli maggiormente segnanti come clandestino ed extracomunitario ricorrono meno. È da rilevare poi che quasi il 40% dei titoli delle notizie non presentano nessuna delle tre categoria di parole. Analizzando la ricorrenza delle parole per ogni categoria, le parole legate alla clandestinità hanno una maggior frequenza (rispetto al totale delle notizie della categoria) nei titoli della “cronaca” (24,8%), e di quella “mondo” (22%). È invece in “varie/altro” che si ha l’incidenza percentuale maggiore delle parole legate a “extracomunit” (75%); l’incidenza nella cronaca è invece pari al 5%. Per quanto riguarda i termini legati a “immigrant/migrant”, le maggiori incidenze si hanno nella classe “approfondimenti” e in quella “mondo”.

Figura 4. Parole per categoria di notizie

mondo

politica Clandestin cronaca Extracomunit Immigrat/Migrant approfon.

varie/ altro 0 50 100 150 200 250

13

Dal punto di vista dell’argomento, le parole legate a “clandestin” sono presenti nell’83,9% dei casi quando si parla di espulsioni e s imilarie questo appare logico. Significativo è il fatto che la parola clandestino sia presente nel titolo di circa una notizia su tre in “arrivi e sbarchi” (36,1%) e “crimini immigrati soggetti attivi” (28,5%). Qui si può vedere come sia il confezionamento stesso della notizia a dare un’immagine poco approfondita e stereotipata degli immigrati, in quanto pur entrando senza una specifica autorizzazione nel paese spesso queste persone hanno tutti i requisiti per diventare dei rifugiati o comunque molti di essi saranno almeno richiedenti asilo: «coloro che riescono ad arrivare via mare in realtà non sono irregolari clandestini, ma richiedenti asilo […] e quindi non solo regolari, ma degni della maggiore considerazione e tutela» (Ballerini, 2011:88). Analizzando invece la frequenza di parole con radice “immigrat/migrant” i dati emersi sembrano molto interessanti. Il primo dato significativo è che la quota in cui queste appaiono per ogni argomento è nettamente maggiore quando si parla di azioni positive svolte da parte di immigrati e di notizie in cui gli immigrati sono “vittime” (rispettivamente 85,2% e 70,7%) mentre quanto gli immigrati sono protagonisti negativi questa quota scende al 26,7% e, come già visto, intervengono altri termini, più “segnanti”, come clandestino ed extracomunitario (che insieme appaiono nel 35,3% dei titoli di quest’argomento): chi è vittima è immigrato, migrante, al più extracomunitario (9,8%) ma mai o quasi mai clandestino. Rilevante è anche la presenza di vocaboli legati a “immigrat/migrant” in approfondimenti (58,8%), quota che rileva la maggiore neutralità della notizie di quest’argomento a fronte anche di una pressoché totale assenza in questa categoria delle altre due parole analizzate.

14

Figura 5. Parole per argomento notizia (percentuale per argomento)
arrivi e sbarchi riv. imm. e CIE crimini immigrati soggetti attivi crimini imm.sogg. passivi/vittime azioni pos.iniziative imm. statist. e approfond. notizie politiche espuls. e cland. pronun. giuridici e legislativi iniziative di non-immigrati altro Clandestin Extracomunit Immigrat/Migrant

0

20

40

60

80

100

Dal punto di vista dell’analisi della distribuzione delle parole nelle vari argomenti (verrà quindi analizzata la percentuale di notizie per ogni argomento sul totale delle notizie che presentano il termine), si può vedere come le parole legate alla clandestinità siano preponderanti negli argomenti “negativi”: “arrivi e sbarchi”, “rivolte immigrati e CIE”, “crimini immigrati soggetti attivi” e “espulsioni e clandestinità” coprono il 91% delle notizie totali presentanti tale parola. Anche non contando la categoria “espulsioni e clandestinità”, visto che potrebbe sembrare tautologico tenerla in considerazione, la percentuale rimane molto elevata (67,6%). Analizzando la seconda classe di vocaboli (“extracomunit”) possiamo notare che qui la percentuale riguardo agli argomenti “negativi” si riduce ma comunque sfiora il 70%. La situazione cambia notevolmente quando si ha a che fare con termini più neutri, legati a “immigrat/migrant”: gli argomenti fino a ora analizzati coprono solamente il 33,6%. Da quanto fin qui rilevato appare chiara una cosa: in presenza di argomenti (o tipologie di notizie) maggiormente neutri (approfondimenti, immigrati come vittime ecc.) le notizie (o meglio i titoli) presentano una terminologia meno marcata e segnante; quando invece ci si focalizza sugli argomenti che forniscono una visione “preoccupante” dell’immigrazione allora vi è un incremento vertiginoso delle parole escludenti (extracomunitario e clandestino). 15

Sembra inoltre, rispetto alle ricerche presentate precedentemente, che la parola extracomunitario, fino a poco tempo fa molto usata, sia stata soppiantata dal termine clandestino: se prima era l’extracomunitario ad essere considerato un deviante, adesso il connubio si dimostra essere quello fra clandestinità e criminalità, visto che tale parola è fortemente presente quando si parla in negativo (o in senso di allarme sociale) degli stranieri. Riassumendo ulteriormente quanto emerso in questo paragrafo, risulta in generale un uso maggiore dei termini neutri, ma il “problema” è dove i termini più segnanti vengono utilizzati, e cioè quando si parla degli stranieri in negativo: attraverso questo meccanismo terminologico i mass media, di fatto, suggeriscono un collegamento fra situazione di clandestinità e propensione all’atto criminale. Infine sembra utile e significativo mostrare l’analisi grafica delle parole che più ricorrono nei titoli delle notizie selezionate. Qui sotto riportiamo due differenti figure: la prima rappresenta graficamente la ricorrenza delle parole comprese le etichette che l’Ansa mette nei titoli (come già detto all’inizio) e la seconda senza queste etichette. Entrambe fanno emergere cose molto interessanti (e simili): le parole che maggiormente ricorrono (prendendo in esame la seconda immagine) sono: immigrati, clandestin/o, arresti (e similari) e immigrazione. Ma interessanti sono poi anche le altre parole che si intravedono qua e là: extracomunitari, lavoro, Rosarno, sbarco, Cie, Calabria. Da queste parole arriva la conferma di una visione del fenomeno immigrazione schiacciata sulla dimensione dell’arrivo, spesso considerato solo via mare (sbarco), della clandestinità e della criminalità (soprattutto legata al fenomeno della repressione, come ci indica le parole legate all’arresto), e non ci sia molta attenzione al fenomeno nella sua complessità, complessità che non viene riprodotta né a livello di tipologia e argomento della notizia (come abbiamo visto nel paragrafo precedente) né a livello terminologico visto che i vocaboli più ricorrenti (al di là di immigrati e immigrazione) forniscono un’immagine semplicistica.

16

Figura 8. Le parole dei titoli delle notizie (con etichette)

Figura 9. Le parole dei titoli delle notizie (senza etichette)

17

Conclusioni

In conclusione, sembra utile riprendere innanzitutto, in maniera sintetica, i più importanti risultati emersi dalla presente ricerca in modo da fornire una visione d’insieme dell’immagine dell’immigrazione nelle notizie dell’Ansa. Le notizie trovate sono state 577, la loro distribuzione annuale appare legata ai singoli fatti: si hanno mesi con poche notizie (per esempio Febbraio e Marzo) e mesi con ben più di 70 (Agosto e Ottobre); la media mensile è di poco più di 48 notizie. La tipologia predominante si conferma essere, come già rilevato da ricerche precedenti, quella della cronaca; seguono, molto staccati, gli approfondimenti. Per quanto riguarda le tematiche, l’argomento che più ricorre è quello degli arrivi e degli sbarchi (20,8% del totale), seguito dalle azioni “negative” che hanno come protagonisti gli immigrati (18,2%). Incrociando le tipologie di notizie con gli argomenti più ricorrenti sono emersi alcuni interessanti risultati. Nella cronaca la fanno da padrone “arrivi e sbarchi” e “crimini immigrati soggetti attivi”, che insieme coprono poco più del 59%. Gli approfondimenti sono invece caratterizzati, oltre che da una larga preponderanza di “statistiche/approfondimenti” (62,5%) anche da una buona percentuale di notizie relative a iniziative per l’immigrazione e per i migranti (23%). Analizzando poi la ricorrenza di alcune parole (vocaboli con radice “clandestin”, “extracomunit” e “immigrant/immigrant”) nei titoli delle notizie è emerso che i termini forse più neutri (“immigrat/migrant”) sono quelli maggiormente presenti (37,1%). E questo non può che essere un fatto positivo visto che gli altri vocaboli - clandestino (19,2%) e extracomunitario (4,5%) - sono connotati in maniera maggiormente negativa. Quasi il 40% dei titoli però non presentano nessuna delle tre categorie. Incrociando la tipologia e l’argomento delle notizie con la presenza delle parole si è visto innanzitutto che le parole legate alla clandestinità hanno una maggior frequenza (rispetto al totale della categoria) nei titoli della “cronaca” e del “mondo” mentre i vocaboli legati a “immigrant/migrant” hanno una maggiore incidenza in “approfondimenti” e in “mondo”. È invece nella categoria residuale “varie/altro” che si ha l’incidenza percentuale maggiore delle parole legate a “extracomunit” (75,0%). Per quanto riguarda l’argomento, i termini legati a “clandestin” hanno una grande incidenza (ed è naturale) in “espulsioni e clandestini” (quasi l’84% delle notizie presenta tali parole), ma ancor più interessante è che siano presenti in circa una notizia su tre di “arrivi e sbarchi” e “crimini immigrati 18

soggetti attivi”. I vocaboli con radice “immigrat/migrant” sono maggiormente presenti quando si parla in chiave positiva (o come vittime) degli immigrati e molto meno quando gli immigrati sono protagonisti in negativo. Dal punto di vista dell’analisi della distribuzione dei termini nei vari argomenti, quelli legatei alla clandestinità sono presenti maggiormente quando si parla in maniera meno positiva degli immigrati: “arrivi e sbarchi”, “rivolte immigrati e CIE”, “crimini immigrati soggetti attivi” e “espulsioni e clandestinità” coprono il 91% delle notizie totali presentanti tale parola. Lo stesso accade con i vocaboli presentanti la radice “extracomunit” anche se qui la percentuale scende a poco più del 69%. La situazione è differente per quanto riguarda “immigrat/migrant”, infatti in questo caso gli argomenti “negativi” coprono solo il 33,6%. Sembra utile a questo punto confrontare i dati emersi con quelli delle ricerche precedenti: da tale confronto emergono due conferme, già ampiamente sottolineate, e una novità. La prima conferma è che i mass media prestano attenzione soprattutto ai singoli avvenimenti, alle situazioni negative suggerendo un binomio fra immigrazione e devianza e che immigrazione viene sempre presentata come una continua emergenza. Secondo punto confermato dalla presente ricerca, è il fatto che la maggioranza delle notizie sull’immigrazione sono di cronaca (il 63,1%). Terzo fatto, che va in controtendenza a quanto emerso nelle ricerche precedenti, è che la categoria “approfondimenti” è qui abbastanza rilevante, essendo la seconda per numero di notizie. L’Ansa ha infatti pubblicato 96 notizie nel corso del 2010, che rappresentano il 16,6% del totale annuale. Sono quindi presenti numerosi approfondimenti (per lo più statistici) relativi all’immigrazione, poche sono però le inchieste che approfondiscono determinati fenomeni legati all’immigrazione. Le notizie che vengono pubblicate sono per lo più la riproposizione di studi e ricerche svolte dall’Istat o da altri enti di ricerca o associazioni (Università, Caritas ecc.). Il fatto che vi siano più approfondimenti rispetto alla norma può essere spiegato, come già accennato, con il fatto che, mentre i giornali e i telegiornali selezionano e presentano solo le notizie che pensano che possano interessare maggiormente il loro pubblico, invece l’Ansa, in quanto agenzia di stampa, offre una gamma informativa più ampia e variegata e non finalizzata al ritorno in termini di ascolti o copie vendute. Inoltre, confrontando i risultati della ricerca qui presentata con quella svolta precedentemente sull’Ansa (Corte, 2002), emergono alcune interessanti considerazioni. In primis viene confermato l’andamento altalenante del numero di notizie sull’immigrazione, andamento che sembra molto legato ai singoli fatti e poco a un interesse generale sulla tematica.

19

Dal punto di vista della categoria, viene ribadita la predominanza della cronaca. Gli approfondimenti risultano essere un numero in linea con la ricerca di Corte (2002): questa è l’unica particolarità che sembra distinguere l’Ansa dagli altri media analizzati nelle ricerche precedenti. Parlando invece dell’argomento di tali notizie, anche in questa ricerca, come in quella del 2002, sono maggioritarie le notizie relative ad arrivi e sbarchi; le notizie politiche (presentate nella ricerca precedente come relativi a progetti, commenti e critiche su azioni politiche, legislative ecc.) sono però molto meno nella mia ricerca (13,8%) contro una media del 23% nella ricerca presentata in Corte (2002). Dopo aver riassunto i risultati fin qui emersi dalla lettura delle notizie dell’agenzia di stampa, sembra utile tratteggiare in conclusione un profilo sintetico della rappresentazione dei fenomeni migratori nelle notizie analizzate. Innanzitutto l’immagine degli immigrati risulta molto schiacciata sui singoli fatti di cronaca, che presentano quindi il fenomeno in una maniera frammentaria e poco approfondita. L’immagine che risulta dall’analisi dei titoli dell’Ansa è fortemente negativa (al di là che questa corrisponda o meno alla realtà), in quanto l’immigrazione viene presentata come un fenomeno che porta criminalità e problemi. Anche l’Ansa come giornali e telegiornali presta attenzione soprattutto ai singoli avvenimenti, alle situazioni di degrado, ai piccoli fatti di criminalità e alle situazioni di emergenza e non di integrazione o inserimento positivo: manca quindi una visione approfondita e di lungo periodo, che vada al di là dei meri fatti di cronaca (che invece, come si è visto, risultano preponderanti anche nelle notizie dell’Ansa). Due sono quindi i principali argomenti sull’immigrazione che emergono da questa ricerca: il connubio fra immigrazione e criminalità (e soprattutto fra clandestini e criminalità) e la visione degli immigrati come un’onda continua che si abbatte sulle coste del nostro paese. In primis, come appena detto, vi è un continuo suggerimento di un binomio fra immigrazione e devianza: se si considerano le sole notizie aventi come argomento gli immigrati come soggetti attivi di azioni criminose, queste sono più del 18% di quelle totali. Gli stessi titoli indirizzano verso un’immagine degli immigrati e dell’immigrazione molto legata alla criminalità: «Rissa tra extracomunitari a Torino, tre romeni feriti», «In bici investe pedone e fugge, manette a clandestino Modena», «Troppo occidentale, pestata da padre a Modena» ecc. Altro aspetto che emerge è la presentazione del fenomeno come una continua emergenza, dovuta, non tanto all’inadeguatezza delle politiche statali, ma soprattutto alla continua “invasione” e al continuo arrivo di immigrati sul suolo nazionale. Anche qui sintomatici sono i titoli che si susseguono durate i mesi (soprattutto estivi i quanto è con la bella stagione che aumentano gli 20

sbarchi): «Approdati in Corsica 124 clandestini», «Immigrazione, scoperti 10 clandestini a Ventimiglia», «Cadavere clandestino trovato in spiaggia», «In 41 sbarcati a Linosa, fermati dai carabinieri». A questo proposito è utile sottolineare che, da quanto emerso in questa ricerca, l’immagine di coloro che arrivano nel nostro paese è quella di persone povere, in difficoltà e, soprattutto, clandestine (in una notizia su tre della categoria “arrivi e sbarchi” appaiono parole legate alla clandestinità). È proprio attraverso lo stigma della clandestinità che l’arrivo e l’atto criminale si saldano, diventando un tutt’uno: infatti la parola clandestino è presente in più del 28% delle notizie totali della categoria “crimini immigrati soggetti attivi”. L’immagine che l’Ansa fornisce è quella di un forte connubio fra clandestinità e criminalità; la connessione con la criminalità si estende poi a quasi tutta la popolazione immigrata in quanto le notizie relative agli arrivi presentano come clandestini tutti coloro che giungono in Italia. Esagerando un po’ ciò che emerge è l’arrivo costante di clandestini che va a fomentare la criminalità nelle nostre città. Le notizie quindi, come già detto, continuano a suggerire un binomio fra immigrazione e devianza e l’immigrazione viene sempre vista come continua emergenza: infatti le notizie relative a fatti criminosi (o similari), emergenziali (categorie “arrivi e sbarchi”, “rivolte immigrati e CIE”, “crimini immigrati soggetti attivi” ed “espulsioni e clandestinità”) arrivano al 51,7%, senza contare quelle politiche, e soprattutto le dichiarazioni politiche, che spesso delineano comunque un quadro allarmante del fenomeno. Bisogna rilevare poi che in generale, l’uso di vocaboli maggiormente segnanti (clandestin e extracomunit) è limitato a meno del 24% delle notizie totali: il problema è però proprio dove queste vengono collocate (cioè dove si parla in maniera non certo positiva dei migranti e dell’immigrazione). Importante è inoltre porre l’accento come una forte presenza di notizie di approfondimento non sembri portare alcun giovamento all’immagine del fenomeno in termini di confronto positivo: infatti troppo spesso questo approfondimenti sono di tipo specialistico e/o statistico e quindi sono consultati e letti da una cerchia ristretta del pubblico. Un’altra ampia fetta di approfondimenti sono poi notizie relative a iniziative di persone non immigrate a favore dei migranti; queste suggeriscono una visione pietistica: il discorso sulla criminalità si unisce perfettamente a questa visione pietistica degli immigrati, considerati come persone che vivono in situazioni di marginalità e degrado sociale. Questa visione si sposa perfettamente con la precedente in quanto, nell’immaginario collettivo, una persona marginale, povera e in difficoltà viene considerata socialmente pericolosa. Anche le parole, come si è visto precedentemente, che più ricorrono nei titoli delle notizie (immigrati, clandestin/o, arresti, immigrazione, extracomunitari, lavoro, Rosarno, sbarco, Cie, 21

Calabria) ci fanno capire come siano i fatti più eclatanti (ma non per questo per forza preponderanti) a farla da padrona nell’immagine dell’immigrazione e degli immigrati. In conclusione, i dati qui presentati mostrano che l’immagine che i mass media riflettono del fenomeno immigrazione è ancora troppo semplicistica e soprattutto troppo schiacciata sui singoli fatti di cronaca anche se si registra un certo miglioramento “qualitativo” (in direzione di un maggior bilanciamento e di leggermente più “variegati” contenuti informativi) rispetto a quanto evidenziato da precedenti ricerche: l’aumento delle notizie di approfondimento, ad esempio, e anche il maggior uso di termini “neutri”.

22

Riferimenti bibliografici

Baggiani B., Longoni L., Solano G. (a cura di) (2011), Noi e l'altro? Materiali per l'analisi e la comprensione dei fenomeni migratori contemporanei, Discanti Editore, Bagnacavallo (Ra). Ballerini A. (2011), Analisi delle politiche dell’immigrazione e del sistema giuridico italiano, in Baggiani B., Longoni L., Solano G. (a cura di). Bauman Z. (2007), “I lavavetri? Scarti del sapere-informazione”, Intervista di Tonino Bucci al sociologo ospite al Festival di Filosofia, 16 settembre 2007. Belluati M., Grossi G., Viglongo E. (1999), Mass-media e società multietnica, Anabasi, Milano. Binotto M., Martino V. (a cura di) (2004), FuoriLuogo. L’immigrazione e i media italiani, Luigi Pellegrini Editore, Cosenza.

Calvanese E. (2012), Media e immigrazione tra stereotipi e pregiudizi: la rappresentazione dello straniero nel racconto giornalistico, Franco Angeli, Milano. Caritas/Migrantes (2002), Immigrazione. Dossier Statistico 2002. XII Rapporto sull’immigrazione, Anterem, Roma. Caritas/Migrantes (2009), Immigrazione. Dossier Statistico 2009. XIX rapporto sull’immigrazione, Anterem, Roma. Censis (2002a), L’immagine degli immigrati e delle minoranze etniche nei media, report.

Censis (2002b), Tuning into diversity, Immigrati e minoranze etniche nei media, report.

Corte M. (2002), Stranieri e mass media. Stampa, immigrazione e pedagogia interculturale, Cedam, Padova.

Cospe (Cooperazione per lo sviluppo dei Paesi emergenti) (2003), Media e immigrazione, report.

23

Cospe (2009), Razzismi Quotidiani. La voce degli stranieri e dei media su razzismo e discriminazione, report.

Cotesta V. (1992), La cittadella assediata. Immigrazione e conflitti etnici in Italia, Editori Riuniti, Roma.

Cotesta V. (1998), Comunicazione e immigrazione in Italia, in Delle Donne M. (a cura di)

Cotesta V. (1999), Sociologia dei conflitti etnici, Laterza, Roma-Bari. Cotesta V. (2002), Lo straniero. Pluralismo culturale e immagini dell’altro nella società globale, Laterza, Roma-Bari. Dal Lago A. (2005), Non-persone. L’esclusione dei migranti in una società globale, Feltrinelli, Milano.

Delle Donne M. (a cura di) (1998) Relazioni etniche, stereotipi e pregiudizi, EdUP , Roma.

Di Massa M. (2003), Immagini di immigrati, Rivista Elettronica di Scienze Umane e Sociale specializzata in Approcci e Metodologie Qualitative, n. 2/2003.

Downing J., Husband C. (2005), Representing Race: Racism, Ethnicity and the Media. Sage, London.

Giaccardi C. (2005), La comunicazione interculturale, Il Mulino, Bologna.

Hartmann P., Husband C. (1974), Racism and mass media, Davis-Poynter, London.

King R., Wood N., (eds.) (2001) Media and Migration. Constructions of Mobility and Difference, Routledge, London.

Livolsi M. (a cura di) (2000), Manuale di sociologia della comunicazione, Laterza, Roma-Bari.

Losito G. (1994), Il potere dei media, Carocci, Roma. 24

Macciò A. (2012), Informazione e discorso sull’immigrazione nei media della carta stampata ligure, report. Mai N. (2001), ‘Italy is Beautiful’: the role of Italian television in the Albanian migratory flow to Italy, in: King R., Wood N (eds), 95-109.

Mai N. (2002), Myths and moral panics: Italian identity and the media representation of Albanian immigration, in Grillo R.D., Pratt J. (eds), The Politics of Recognising Difference: Multiculturalism Italian Style, Ashgate, Aldershot, 77-95. Mai N. (2004), 'Looking for a More Modern Life…': the Role of Italian Television in the Albanian Migration to Italy, Westminster Papers in Communication and Culture, 1(1), 3-22.

Maneri M. (1998a), Lo straniero consensuale. La devianza degli immigrati come circolarità di pratiche e discorsi, in Dal Lago A. (a cura di) (1998), Lo straniero e il nemico. Materiali per l’etnografia contemporanea, (pp. 236-266), Costa & Nolan, Genova. Maneri M. (1998b), Immigrati e classi pericolose. Lo statuto dell’ “extracomunitario” nella stampa quotidiana, in Delle Donne M. (1998).

Maneri M. (2001), Il panico morale come dispositivo di trasformazione dell'insicurezza, in “Rassegna italiana di Sociologia”, 1/2001, 5-40.

Maneri M. (2003), La construction d'un sens commun sur l'immigration en Italie. Les gens dans le discours médiatique et politique, in “Revue internationale et strategique” 2003/2, n. 50, 95-104.

Maneri M. (2009), I media e la guerra alle migrazioni, in Palidda S.(a cura di) (2009), Razzismo democratico. La persecuzione degli stranieri in Europa, (pp.66-85), Agenzia X, Milano.

Maneri M., ter Wal, J. (2005), The Criminalisation of Ethnic Groups: An Issue for Media Analysis, Forum: Qualitative Social Research, 6 (3), Art. 9.

Mansoubi M. (1990), Noi stranieri d'Italia. Immigrazione e mass-media, Maria Pacini Fazzi, Lucca. 25

Marletti C. (1989), Mass media e razzismo in Italia, in “Democrazia e diritto”, NovembreDicembre 1989, 107-125.

Marletti C. (1991), Extracomunitari. Dall'immaginario collettivo al vissuto quotidiano del razzismo, VQPT-RAI, Roma.

Marletti C. (1995), Televisione e Islam. Immagini e stereotipi dell'islam nella comunicazione italiana, VQPT-RAI, Roma.

Mazzara B. (1998), Stampa e immigrazione: due casi a confronto, in Delle Donne M. (a cura di).

McQuail D. (1985), Sociology of Mass Communication, Annual Review of Sociology 11, 93-111.

McQuail D. (1996), Sociologia dei media, Il Mulino, Bologna.

Moloch H., Lester M. (1974), News and purposive behavior: on the strategic use of Routine Events, accidents and scandals, American Sociological Review, 39, 101-112.

Morcellini M. (a cura di) (2009), Immigrazione e asilo nei media italiani, report.

Naga (Associazione volontaria di assistenza socio-sanitaria e per i diritti di stranieri e nomadi) (2009), Razzismi Quotidiani. La voce degli stranieri e dei media su razzismo e discriminazione, report. Naldi A. (2000), “Clandestini” e “criminali”? La costruzione giornalistica dell'allarme sociale attorno alla figura dell'immigrato straniero in Italia, in Scidà G. (2000), I sociologi italiani e le dinamiche dei processi migratori, (pp. 143-152), Franco Angeli, Milano.

Naletto G (ed.) (2009) Rapporto sul razzismo in Italia. Roma: Manifestolibri. Prina F. (1997), Il vizio dell’etichetta:stereotipi e catalogazione della diversità nell’informazione, Atti del seminario Redattore Sociale 1997, Capodarco di Fermo (Ascoli).

26

Queirolo Palmas L. (2005), Guayaquil nei vicoli genovesi. I giovani migranti e il fantasma delle bande, contributo per il seminario interdisciplinare “Problemi e rappresentazioni della devianza tra i giovani immigrati”, (Torino, 14 Ottobre 2005), Fondazione Giovanni Agnelli.

Sciortino G., Colombo A. (2004), The flows and the flood: the public discourse on immigration in Italy, 1969–2001, Journal of Modern Italian Studies, 9(1), 94-113.

Sibhatu R. (2004), Il cittadino che non c'è. L'immigrazione nei media italiani, EdUP, Roma.

Solano G. (2011), Immigrazione, mass media e opinione pubblica, in Baggiani B., Longoni L., Solano G. (a cura di).

Solano G. (2012), Cultura, identità e comunità nella società contemporanea, in Grimaldi G. (a cura di) (2012), Pensare la modernità, Limina Mentis Editore, Villasanta (MB).

Solano G. (2012), Le migrazioni in Abdelmalek Sayad, in Solano G., Sozzi F. (2012) (a cura di), Maestri delle scienze sociali, Limina Mentis Editore, Villasanta (MB). Solano G. (2012), “Mai c’è una sola ragione per la quale un essere umano è portato a migrare”, in “Sottotraccia” n. 7. Soravia G. (2000), L’immagine dell’Islam nei media italiani, Commissione per l’integrazione, Dipartimento per gli Affari Sociali, Workin Paper n. 7, Roma.

Sorice M. (2005), I media. La prospettiva sociologica, Carocci, Roma.

ter Wal J. (1997), The reproduction of ethnic prejudice and racism through policy and new discorse. The Italian case (1988-1992), tesi di dottorato, Firenze. ter Wal J. (2001), Media e diversità culturale in Italia e nel contesto europeo, in “Economia della cultura”, n. 3.

ter Wal J. (2002), Racism and Cultural Diversity in the Mass Media, EUMC (European Monitoring Centre on Racism and Xenophobia), Vienna. 27

ter Wal, J., d’Haenens, L., Koeman, J. (2005), (Re) presentation of Ethnicity in EU and Dutch domestic news, in “Media, Culture and Society”, 27(6), 937-950.

Van Dijk T. (1991), Racism and the Press. Critical Studies in Racism and Migration, Routledge, London.

28

Appendice 1: tabelle Tabella 1. Notizie per mese
Mese Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Totale Frequenza 63 26 28 38 27 40 55 85 46 79 54 36 577 Percentuale 10,9 4,5 4,9 6,6 4,7 6,9 9,5 14,7 8,0 13,7 9,4 6,2 100 P.cumulate 10,9 15,4 20,3 26,9 31,5 38,5 48 62,7 70,7 84,4 93,8 100

Tabella 2. Categoria delle notizie
Cat. Notizie Mondo Politica Cronaca Approfon. Varie/Altro Totale Frequenza 41 68 364 96 8 577 Percentuale 7,1 11,8 63,1 16,6 1,4 100

Tabella 3. Argomento delle notizie
Argomento arrivi e sbarchi rivolte immigrati e CIE crimini immigrati soggetti attivi crimini immigrati soggetti passivi e vittime azioni positive e iniziative immigrati statistiche e approfondimenti notizie politiche espulsioni e clandestinità pronunciamenti giuridici e legislativi iniziative da parte di non-immigrati altro Totale Frequenza 120 42 105 41 27 67 80 31 11 33 20 577 Percentuale 20,8 7,3 18,2 7,1 4,7 11,6 13,8 5,4 1,9 5,7 3,5 100

29

Tabella 4. Argomenti per ogni categoria di notizie
Arrivi/ sbarchi 5 12,2% 1 1,5% 111 30,5% 3 3,1% 0 0,0% 120 20,7% Rivolte / CIE 0 0,0% 2 2,9% 40 11,0% 0 0,0% 0 0,0% 42 7,3% Crimin i imm. 1 2,4% 0 0,0% 104 28,6% 0 0,0% 0 0,0% 105 18,2% Imm. vittime 3 7,3% 1 1,5% 37 10,2% 0 0,0% 0 0,0% 41 7,1% Iniz. Imm. 0 0,0% 1 1,5% 22 6,0% 4 4,2% 0 0,0% 27 4,7% Stat./ appr. 4 9,8% 0 0,0% 3 0,8% 60 62,5% 0 0,0% 67 11,6% Not. politiche 15 36,6% 56 82,3% 9 2,5% 0 0,0% 0 0,0% 80 13,9% Espul./ cland. 8 19,5% 6 8,8% 16 4,4% 1 1,0% 0 0,0% 31 5,4% Pron. giur./leg. 2 4,9% 1 1,5% 7 1,9% 1 1,0% 0 0,0% 11 1,9% Iniziat. non Altro imm. 0 0,0% 0 0,0% 11 3,0% 22 23% 0 3 7,3% 0 0,0% 4 1,1% 5 5,2%

Categoria v.a. Mondo v.p. v.a. Politica v.p. v.a. Cronaca v.p. v.a. Approfon. v.p. Varie/ altro v.a. v.p. v.a. Totale v.p.

Totale 41 100,0% 68 100,0% 364 100,0% 96 100,0% 8 100,0% 577 100,0%

8 100,0 0,0% % 33 5,7% 20 3,5%

Tabella 5 .Distribuzione per categorie di notizie per ogni mese (percentuale per mese)
Mese Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Mondo 11,0% 7,7% 0,0% 18,4% 7,4% 2,5% 16,4% 2,4% 8,7% 1,3% 5,6% 8,3% Politica 17,5% 7,7% 3,6% 18,4% 25,9% 2,5% 12,7% 10,6% 4,3% 10,1% 14,8% 13,9% Cronaca 54,0% 53,8% 75,0% 52,7% 59,3% 70,0% 58,2% 70,5% 78,3% 59,5% 64,8% 58,3% Approf. 17,5% 30,8% 21,4% 10,5% 7,4% 25,0% 3,6% 15,3% 8,7% 29,1% 14,8% 13,9% Varie/ altro 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 9,1% 1,2% 0,0% 0,0% 0,0% 5,6% Totale 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0%

(N=577)

30

Tabella 6. Distribuzione per categorie di notizie per ogni mese (percentuale per tipologia di notizia)
Mese Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Totale Mondo 17,1% 4,9% 0,0% 17,1% 4,9% 2,4% 22,0% 4,8% 9,8% 2,4% 7,3% 7,3% 100,0% Politica 16,2% 2,9% 1,5% 10,3% 10,3% 1,5% 10,3% 13,1% 2,9% 11,8% 11,8% 7,4% 100,0% Cronaca 9,3% 3,8% 5,8% 5,5% 4,4% 7,7% 8,8% 16,5% 9,9% 12,9% 9,6% 5,8% 100,0% Approf. 11,5% 8,3% 6,3% 4,2% 2,1% 10,4% 2,1% 13,4% 4,2% 24,0% 8,3% 5,2% 100,0% Varie/ altro 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 62,5% 12,5% 0,0% 0,0% 0,0% 25,0% 100,0%

(N=577) Tabella 7 .Distribuzione delle notizie per argomenti per ogni mese (percentuale per mese)
Arrivi/ sbarchi 9,5% 7,7% 3,6% 18,4% 3,7% 30,0% 25,4% 31,7% 30,4% 21,4% 18,5% 25,0% Rivolte/ CIE 11,1% 0,0% 10,7% 5,3% 3,7% 7,5% 10,9% 10,5% 6,5% 6,3% 3,7% 2,8% Crimini imm. 19,0% 38,5% 28,5% 18,4% 18,5% 17,5% 12,7% 15,3% 32,7% 13,9% 7,4% 16,7% Imm. vittime 9,5% 0,0% 7,1% 7,9% 18,5% 2,5% 7,3% 10,6% 0,0% 5,1% 5,6% 11,1% Iniz. Imm. 3,2% 7,7% 17,9% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 2,2% 6,3% 18,5% 5,6% Stat./ appr. 12,7% 15,4% 14,3% 7,9% 0,0% 15,0% 3,6% 11,8% 4,3% 24,1% 11,1% 8,3% Not. politiche 20,6% 7,7% 0,0% 23,7% 22,2% 7,5% 20,0% 11,8% 8,7% 8,9% 18,5% 13,9% Espul./ cland. 8,0% 0,0% 7,1% 10,5% 11,1% 5,0% 5,5% 3,5% 6,5% 6,3% 1,9% 0,0% Pron. giur./leg. 1,6% 3,8% 3,6% 2,6% 0,0% 2,5% 5,5% 1,2% 2,2% 1,3% 0,0% 0,0% Iniziat. non imm. 3,2% 11,5% 3,6% 0,0% 14,8% 10,0% 0,0% 2,4% 4,3% 5,1% 14,8% 8,3%

Mese Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Sett Ott Nov Dic

Altro 1,6% 7,7% 3,6% 5,3% 7,4% 2,5% 9,1% 1,2% 2,2% 1,3% 0,0% 8,3%

Totale 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0%

(N=577)

31

Tabella 8. Distribuzione per categorie di notizie per ogni mese (percentuale per argomento della notizia)
arrivi/ rivolte/ crimini imm. sbarchi CIE imm. vittime iniz. imm. stat./ appr. not. espul./ pron. politiche cland. giur./leg. 16,2% 16,1% 2,5% 0,0% 0,0% 6,5% 11,3% 12,8% 7,5% 9,7% 3,8% 6,5% 13,7% 9,7% 12,5% 9,7% 5,0% 9,7% 8,7% 16,1% 12,5% 3,2% 6,3% 0,0% 100,0% 100,0% 9,1% 9,1% 9,1% 9,1% 0,0% 9,1% 27,2% 9,1% 9,1% 9,1% 0,0% 0,0% 100,0% iniziat. per altro imm. 6,1% 5,0% 9,1% 10,0% 3,0% 5,0% 0,0% 10,0% 12,1% 10,0% 12,1% 5,0% 0,0% 25,0% 6,1% 5,0% 6,1% 5,0% 12,1% 5,0% 24,2% 0,0% 9,1% 15,0% 100,0% 100,0%

Mese Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Sett Ott Nov Dic Tot

5,0% 16,7% 11,4% 14,5% 7,4% 11,9% 1,7% 0,0% 9,5% 0,0% 7,4% 6,0% 0,8% 7,1% 7,6% 4,9% 18,5% 6,0% 5,8% 4,8% 6,7% 7,3% 0,0% 4,5% 0,8% 2,4% 4,8% 12,2% 0,0% 0,0% 10,0% 7,1% 6,7% 2,4% 0,0% 9,0% 11,7% 14,3% 6,7% 9,8% 0,0% 3,0% 22,5% 21,4% 12,4% 22,0% 0,0% 14,8% 11,7% 7,1% 14,2% 0,0% 3,7% 3,0% 14,2% 11,9% 10,5% 9,8% 18,5% 28,3% 8,3% 4,8% 3,8% 7,3% 37,1% 9,0% 7,5% 2,4% 5,7% 9,8% 7,4% 4,5% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0%

(N=577)

Tabella 9. Parole
Parola Clandestin extracomunit immigrat/migrant nessuna delle parole Totale Frequenza 111 26 214 230 581
9

Percentuale 19,2 4,5 37,1 39,9 100,7
10

9

Il totale delle notizie in questo caso non è 577 in quanto 4 titoli delle notizie contengono sia la parola clandestin che

immigrat o migrant.
10

La percentuale totale è maggiore di 100 per lo stesso motivo per cui il totale delle notizie è 581 invece che 577.

32

Tabella 10. Parole per categoria di notizie
Categoria Mondo Politica Cronaca Approfon. Varie/ altro Totale v.a v.p v.a v.p v.a v.p v.a v.p v.a v.p v.a v.p Clandestin Extracomunit 9 22,0% 6 8,8% 91 24,8% 5 5,2% 0 ,0% 111 19,1% 0 ,0% 1 1,5% 18 5,0% 1 1,0% 6 75,0% 26 4,5% Immigrat/ Migrant 17 41,5% 18 26,5% 129 35,1% 50 51,5% 0 ,0% 214 36,8% Nessuna 15 36,6% 43 63,2% 129 35,1% 41 42,3% 2 25,0% 230 39,6% Totale 41 100,0% 68 100,0% 367 100,0% 97 100,0% 8 100,0% 581
11

100,0%

11

Il totale delle notizie in questo caso non è 577 in quanto quattro titoli delle notizie contengono sia la parola

clandestin che immigrat o migrant. Pertanto la categoria cronaca avrà 3 notizie in più nel totale per quanto appena detto, e la categoria approfondimenti più una notizia.

33

Tabella 11. Parole per argomento notizia (percentuale per argomento)
Argomento Arrivi sbarchi e v.a v.p Clandestin Extracomunit 44 36,1% 1 2,4% 30 28,6% 1 2,4% 0 ,0% 2 2,9% 1 1,3% 26 83,9% 3 27,3% 2 5,9% 1 5,0% 111 19,1% 5 4,1% 2 4,8% 7 6,7% 4 9,8% 0 ,0% 0 ,0% 1 1,3% 0 ,0% 0 ,0% 1 2,9% 6 30,0% 26 4,5% Immigrat/ Migrant 34 27,9% 8 19,0% 28 26,7% 29 70,7% 23 85,2% 40 58,8% 27 33,8% 2 6,5% 2 18,2% 17 50,0% 4 20,0% 214 36,8% Nessuna 39 31 40 Totale 122 42 105

32,0% 100,0% 73,8% 100,0%

Riv. imm. e v.a CIE v.p Crimini v.a immigrati soggetti attivi v.p Crimini v.a imm.sogg. passivi/vittime v.p Azioni v.a pos.iniziative v.p imm. Statist. e v.a approfond. v.p Notizie politiche Espuls. cland. Pronun. giuridici legislativi Iniziative nonimmigrati Altro Totale v.a v.p e v.a v.p v.a e v.p di v.a v.p v.a v.p v.a v.p

38,1% 100,0% 7 41

17,1% 100,0% 4 27

14,8% 100,0% 26 51 3 6 68 80 31 11

38,2% 100,0% 63,8% 100,0% 9,7% 100,0%

54,5% 100,0% 14 34

41,2% 100,0% 9 230 20 581
12

45,0% 100,0% 39,6% 100,0%

12

Il totale delle notizie in questo caso non è 577 in quanto quattro titoli delle notizie contengono sia la parola

clandestin che immigrat o migrant. Pertanto la categoria “arrivi e sbarchi” avrà 2 notizie in più nel totale per quanto appena detto, la categoria “statistiche e approfondimenti” più una notizia, come anche “iniziative non-immigrati”.

34

Tabella 12. Parole per argomento notizia (percentuale per parola)
Argomento Arrivi sbarchi e v.a v.p Clandestin Extracomunit Immigrat/Migrant Nessuna 44 39,7% 1 0,9% 30 27,0% 1 0,9% 0 0,0% 2 1,8% 1 0,9% 26 23,4% 3 2,7% 2 1,8% 1 0,9% 111 100,0% 5 19,2% 2 7,7% 7 26,9% 4 15,4% 0 0,0% 0 0,0% 1 3,8% 0 0,0% 0 0,0% 1 3,8% 6 23,2% 26 100,0% 34 15,9% 8 3,7% 28 13,1% 29 13,6% 23 10,7% 40 18,8% 27 12,6% 2 0,9% 2 0,9% 17 7,9% 4 1,9% 214 100,0% 39 17,0% 31 13,5% 40 17,4% 7 3,0% 4 1,7% 26 11,3% 51 22,2% 3 1,3% 6 2,6% 14 6,1% 9 3,9% 230 100,0%

Riv. imm. e v.a CIE v.p Crimini v.a immigrati soggetti attivi v.p Crimini v.a imm.sogg. passivi/vittime v.p Azioni v.a pos.iniziative v.p imm. Statist. e v.a approfond. v.p Notizie politiche Espuls. cland. Pronun. giuridici legislativi Iniziative nonimmigrati Altro Totale v.a v.p e v.a v.p v.a e v.p di v.a v.p v.a v.p v.a v.p

35

Appendice 2: le notizie mese per mese
GENNAIO Immigrazione, 9 morti in Grecia Spagna: crisi frena immigrazione Immigrazione: Grecia, nuova politica asilo Israele: clandestini sono una minaccia Amsterdam: solo dirigenti immigrati Spagna: crolla assunzione immigrati Germania: assumere piu' immigrati Immigrazione: monito Napolitano Immigrazione: Napolitano, servono ordine e legalità Papa: soluzioni giuste e pacifiche per immigrazione Immigrazione: la Francia non e' l'Italia Immigrazione: Frattini, bene Sarkozy Immigrazione: Trentino; Lega, servono controlli psichiatrici Immigrazione: Trentino; Dellai, Lega Nord scherza col fuoco Maroni: dati dicono meno clandestini meno reati Berlusconi:meno clandestini,meno crimini Papa:gli immigrati vanno rispettati Immigrati: Cei, sono criminali come gli italiani Immigrazione: extracomunitari in rivolta, feriti e caos Immigrazione: falsi avi italiani per cittadinanza, arrestato Immigrazione: rivolta Cie, 4 condanne Immigrazione: operazione nella Chinatown di Prato Immigrazione: 12 clandestini scoperti in Tir porto Ancona Immigrazione: primo sbarco a Lampedusa dopo tre mesi Immigrazione: lavoro nero, autodenuncia Trovato cadavere extracomunitario in ex stadio Tratta clandestini da Cina a Europa,Ps scopre organizzazione Stuprata nel box di casa, clandestino arrestato a Milano Maroni, i clandestini saranno espulsi Maroni: status di protezione internazionale ai clandestini feriti a Rosarno Approdati in Corsica 124 clandestini Blitz Chinatown Prato: clandestini di nuovo liberi Immigrati: rivolta extracomunitari Rosarno: ripresa protesta immigrati, persone in strada Rosarno: abitanti fanno blocco stradale, via immigrati Rosarno: gli immigrati arrestati sono sette Rosarno: gambizzati 2 immigrati Rosarno: 37 feriti, gravi 2 immigrati colpiti con spranghe Rosarno, trasferiti 250 immigrati Rosarno: immigrato ferito Rosarno: notte tranquilla per immigrati trasferiti a Crotone Rosarno: convalidato arresto per 5 dei 7 immigrati Rosarno: immigrato ferito colpi fucile Agente aggredito da immigrato,staccato lobo orecchio a morsi Rosarno: concluso trasferimento immigrati, notte tranquilla Rosarno: a fuoco auto immigrato Rosarno, tensione tra Egitto e Italia Immigrati discriminati. Frattini, non e' vero Niente velo, botte e aborto per immigrata Carceri:immigrato muore a S.Vittore Immigrati: troppe tragedie Mediterraneo No espulsione immigrati con figli

36

Contraffazione:Roma,arrestato immigrato Immigrazione: Giornata mondiale 2010, attenzione sui minori Bankitalia:immigrazione,sos scuola A Bolzano la popolazione aumenta per l'immigrazione Immigrazione: su bus Trento cartelli con storie di migranti Gli immigrati valgono 10% del pil Calabria: il 61,5% calabresi chiusi a immigrati Rosarno: in Val d'Aosta immigrato guadagna fino a 2.000 euro Diventati italiani circa 40mila immigrati ''Blacks out - un giorno senza immigrati'' Scuola: Bankitalia, più immigrati, meno risorse a pubblica Immigrati: 40 mila adesioni a corteo 1 marzo FEBBRAIO Grecia: naufragio, 8 immigrati morti Catalogna: scontri immigrati-polizia Maroni: contributi Ue per immigrazione insufficienti Immigrati, premier attacca sinistra Immigrazione: operazione polizia, 44 ordinanze a Mantova Immigrazione: tribunale Brescia, no obbligo lingua italiana Immigrazione: polizia Pesaro scopre racket permessi falsi Immigrazione: scoperto a Mantova traffico nulla osta Immigrazione clandestina: operazione Dda, 67 arresti Immigrazione: operazione ingresso facile Immigrazione: arrestato per ingresso illegale marocchini Immigrazione: stranieri in piazza Sgominata banda che favoriva clandestini Archeologia:antico sito Puglia, primi resti 'immigrato' Asia Trovati immigrati su tir frigorifero Falsi permessi a immigrati, arrestati parroco e avvocato a Siracusa Immigrati invitano Paese a pranzo 3.000 e. per falsa assunzione immigrato,artigiano denunciato Censis: 8 italiani su 10 dicono sì alle cure per clandestini Clandestino attore in film su Malavoglia Magdalena, film sulla storia di una giornalista immigrata Eurostat studia risparmi immigrati Editoria: Bologna, nasce la web tv che parla agli immigrati Istat: piu' residenti grazie a immigrati Immigrati, 7,1% della popolazione. Continua il calo delle nascite Sbloccare 80 mila immigrati stagionali MARZO Pillay: non criminalizzare i clandestini Immigrazione:sciopero Milano, partito corteo da piazza Scala Immigrazione: blitz a Bologna contro laboratori clandestini Immigrazione:gomme tagliate e scritte contro 'Cie' bolognese Immigrazione: un espulsione ed un arresto a Bolzano Immigrazione: clandestini dal Brasile, 2 arresti a Torino Immigrazione: operazione 'Lavoro pulito', arresto nel Piceno Immigrazione: notte violenza al Cie di Ponte Galeria Roma Immigrazione: falsi contratti da badante per cinesi Passatore arrestato, clandestino con foto Bin Laden Trasportavano 11 clandestini in Francia, 2 arresti

37

In asili nido di Torino si' a figli i immigrati clandestini Sciopero immigrati,siti No Tav chiusi e tinti di giallo Sciopero immigrati:giorno manifestazioni Denuncia nel Casertano, bus non si fermano per gli immigrati Sciopero immigrati: a Trieste, Udine e Pordenone Giornata di sciopero lavoratori immigrati, cortei e manifestazioni in Italia Ventimiglia, cinque immigrati pestati a sangue Protesta immigrati al Cie di Roma Immigrati aggrediscono americani a Campo de fiori,un ferito Turisti italiani non vogliono immigrati Immigrati: naufragio nel Nilo, 7 morti Immigrazione: matrimoni misti piu' che triplicati in 10 anni Figlia ex clandestino da' voce al Carroccio Clandestini da espellere anche con figli a scuola Inail: immigrati a rischio infortuni Dimezzate domande asilo immigrati 2009 Wenders e 'Il volo' degli immigrati APRILE Usa:immigrazione,Obama no legge Arizona Obama:maggioranza per legge immigrazione Usa:in Arizona si'legge anti-clandestini Usa: L'Arizona sfida Obama sulla legge anti-clandestini Repubblicano Usa,microchip a clandestini Australia, stop immigrati da Afghanistan Shakira testimonial contro la stretta sugli immigrati in Arizona Immigrazione, Santa Sede: accordo Italia-Libia viola diritti Immigrazione: Tettamanzi, no ai ghetti immigrazione: Benedetto XVI, garantire diritti e vita degna Immigrazione: Europa critica respingimenti Italia Lega, test italiano a extracomunitari per aprire negozi Immigrati: Fini,non possiamo escluderli Papa: diritti e vita degna a immigrati Immigrazione: si rovescia barca a Lampedusa Immigrazione: 30 arresti in Italia Immigrazione: 3 arresti a Bolzano Immigrazione: clandestini su nave, protesta in porto Immigrazione: nave Napoli, clandestini al Cie di Brindisi Immigrazione: Trento; permesso a papa' clandestino per figli Immigrazione:immigrati sfruttati da rete connazionali Rimini Immigrazione, scoperti 10 clandestini a Ventimiglia Immigrazione: raid in mensa universita' Bologna contro Cie Respingimenti, direttore ps immigrazione a processo (a Siracusa) Immigrazione: truffa a stranieri per documenti, arresti Immigrazione:opifici cinesi clandestini,3 arresti 15 denunce Immigrazione: 29 irregolari scoperti in porto Ancona Rissa tra extracomunitari a Torino, tre romeni feriti Traffico di clandestini, da Italia all'Europa Omicidio marocchino clandestino, c'e' un indagato Scoperti 10 clandestini a Ventimiglia Lampedusa, fuori pericolo i tre immigrati soccorsi Immigrazione:immigrati sfruttati da rete connazionali Rimini Immigrati sfruttati a Rosarno, arresti Immigrazione: Bologna e' sempre piu' multietnica, +10,6%

38

Immigrazione:2009, 40mila nuovi italiani Immigrazione: in Calabria 290 mln di proventi illeciti Immigrazione: piu' solenne cerimonia cittadinanza italiana MAGGIO Usa: immigrazione, tensione in stati Sud India: mano dura per 20 mln clandestini Immigrazione: nuove scintille Lega-Fini Immigrazione: Moratti, e' normale che clandestino delinqua Immigrazione:Moratti, non rinnego frasi Immigrazione: Papa,favorire integrazione Immigrazione: Amnesty accusa Italia Frattini, indegno Immigrazione: monito Onu all'Italia Brambilla: dobbiamo aiutare clandestini Immigrazione: pescherecchio lascia 3 migranti e fugge Immigrazione: 39 rimpatri in 7 giorni Immigrazione: corsi falsi per permessi, 20 perquisizioni Immigrazione: 1000 euro per falsi permessi Immigrazione: Cie Modena, magrebini tentano stupro nigeriano Immigrazione:da Ps Bologna e Cineca sistema prenotazione web Immigrazione: senegalese difende autista Atm da sconosciuto Immigrazione:arrestato ex sindaco Marche per favoreggiamento Immigrazione:donna si cuce labbra per rifiuto asilo politico Immigrazione: pm Bari,romeni nuove vittime raccolta pomodoro Immigrazione: anche la Toscana avra' un cie entro l' anno Immigrazione: Cgil, in Puglia 'schiavi' per raccolta angurie Carceri: Osapp, detenuto extracomunitario si impicca a Lecce Figli immigrati in scuola D'Annunzio Immigrato ucciso in casa per rapina Immigrato marocchino ucciso nel napoletano, connazionale Immigrazione: nasce network citta' dialogo, primo in Europa Su tv diocesi Arezzo notiziario per immigrati in 6 lingue GIUGNO Immigrazione: Libia, ufficio UNHCR chiuso perché illecito Immigrati: Chiesa, sanzioni non bastano Immigrazione: disordini al Cie di Bari, due arresti Immigrazione:via da Rosarno dopo rivolta e sfruttati,arresto Immigrazione: blitz Cc in laboratorio cinese a Falconara Immigrazione: naufragio in Sardegna,Gdf salva 23 clandestini Immigrazione: barcone migranti lancia Sos in Canale Sicilia Immigrazione:16 curdi su lussuoso yacht sbarcano nel salento Immigrazione: rogo e scritte anti-Cie Misericordia Ravenna Immigrazione: espulsi 4 romeni sorpresi al mercato di Aosta Immigrazione: Consulta boccia aggravante clandestinità Immigrazione: bloccati 35 immigrati nelle acque del salento Immigrazione: sgombero extracomunitari nel Salernitano Immigrazione: tolto sostegno a bimbo down a Pordenone Immigrazione: vescovo Palermo,da Sud Italia in forte ripresa Immigrazione, 30 clandestini bloccati vicino a porto Otranto Immigrazione: scoperti clandestini in porto Bari Immigrazione: 17 extracomunitari bloccati a Linosa Immigrazione: corteo contro cie a Modena, una denuncia

39

Immigrazione, clandestini su barca a vela nel Salento 36 extracomunitari abitavano in 2 mini appartamenti a Jesolo Tre extracomunitari arrestati a Padova in operazione Polizia Naufragio in Sardegna, Gdf salva 23 clandestini Abusa di una bimba di 6 anni, fermato clandestino 60/enne Sbarchi clandestini nel Salento, trovati oltre 50 migranti In furgone stipati 17 clandestini, due arresti in Friuli No assembramento, 3 immigrati multati Intercettato dai libici un barcone con trenta immigrati Immigrazione: bloccati 35 immigrati nelle acque del salento Sgomberato stabile in disuso a Treviso, c'erano 24 immigrati Immigrazione:a Cassano nasce casa accoglienza per lavoratori Immigrazione: da Regione fondi per ospitalita' stagionali Immigrazione: nasce 'carta Trapani' Immigrazione: 462.840 stranieri residenti in regione Emili a Romagna, +9,45% Oltre 5.1 mln di immigrati, crescono clandestini Istat,aumenta popolazione per immigrati Treviso multietnica, immigrati sono 11% popolazione Censis: immigrati, 32% in nero Corso di bicicletta per donne immigrate a Bolzano Caritas, in Italia 5 mln di immigrati LUGLIO Obama: riforma immigrazione fondamentale Ministro Immigrazione sposa tunisina Immigrazione: giudice, no legge Arizona Immigrazione: giudice Arizona, stop a nuove norme razziste Immigrazione, Arizona sfida Obama Spagna: 5 morti su barcone immigrati Deserto Arizona pieno cadaveri immigrati Sarkozy contro immigrati che delinquono Francia: immigrati, presto nuove norme Immigrazione: Fvg; disciminatorio requisito residenza Napolitano: canali aperti per immigrazione legale Immigrazione: Maroni, dopo Lampedusa emergenza e' Malpensa Immigrazione: Berlusconi, Ue intervenga Immigrazione: Lega, tetto 30% di stranieri in nidi Trieste Immigrazione: Spacca a Maroni, nessun Cie nelle Marche Legge toscana su immigrazione,no Consulta a ricorso Governo Immigrazione: clandestini su barca a vela in lido Gallipoli Immigrazione: 3 clandestini nascosti in auto, arresti a Bari Immigrazione: Un Cie in Toscana, sorgera' a Campi Bisenzio Immigrazione: bloccato tentativo fuga da Cie Trapani Immigrazione: scoperta rete trafficanti in Sicilia,8 arresti Immigrazione: 7 arresti per favoreggiamento clandestini Immigrazione: due pizzerie chiuse a Isernia per lavoro nero Immigrazione: Viminale, rimpatriati 65 clandestini egiziani Immigrazione: disordini nei Cie Immigrazione, 60 clandestini in barca a vela ad Otranto Immigrazione: cadavere clandestino trovato in spiaggia Immigrazione: espulsa e arrestata in Nigeria rischia morte Immigrazione: rintracciati nel Salento 43 clandestini Immigrazione:sbarco Calabria; minorenne disperso da 2 giorni Immigrazione: Puglia;cerimonia finanzieri uccisi da scafisti

40

Immigrazione: clandestini su camion, bloccati su A18 Ct-Me Immigrazione: bloccati 48 afghani Immigrazione:24 operai cinesi 'schiavi' azienda connazionali Immigrazione: rivolta Cie Bari,sei in fuga,feriti 4 militari Immigrazione:anziani usati per assunzione fittizie a Catania Una decina di clandestini trovati in container su nave cargo Trasportano clandestini in barca a vela, 2 arresti Bloccati 48 afghani clandestini in barca a vela ad Otranto Da Grecia 39 immigrati in barca a vela Fermati 18 immigrati sbarcati sulle coste siracusane Pirata strada investe immigrato, arrestato dalla polizia Liberta' impresa, paletti su immigrati Rivolta al Cie di Milano, tre immigrati riescono a fuggire Malta e Libia soccorrono 55 immigrati Donna trovata morta in strada a Bari, e' immigrata russa Trafficante immigrati chiede passaggio a cc, arrestato Immigrato non identificato travolto ed ucciso sulla A1 Immigrazione: Cnel,in Emilia-Romagna piu' facile integrarsi Inail: calano infortuni degli immigrati Lega A: primo no a inversione su extracomunitari Figc, si' a riduzione extracomunitari Calcio: tetto extracomunitari, si passa da 2 a 1 Figc:extracomunitari,decisione legittima Abete:extracomunitari,non torno indietro AGOSTO Usa: arrestati 370 clandestini Francia: la destra divisa su politica immigrati di Sarkozy La Russa, norme piu' dure sull'immigrazione Immigrazione:Governo dice no a voto;sindaco, andremo all'Aia Immigrazione:Mantovano,avviati contatti con Grecia e Turchia Immigrazione: Ue, si attuino le regole Immigrazione: Mantovano, Italia corretta Immigrazione: Viminale replica a Ue Espulsioni immigrati, vincolati a Ue Cei: Italia vincolata a Ue su espulsioni immigrati Immigrati: Vaticano, varare norme comuni Immigrazione: sbarca in Calabria, fermato presunto scafisca Immigrazione: auto di marocchini bruciate nell'Alessandrino Immigrazione:39 clandestini in porto Ancona fra pesce guasto Immigrazione: diventa papa' dopo ordine espulsione, restera' Immigrazione: bloccati 66 extracomunitari su costa Salento Immigrazione: 40 clandestini a Linosa Immigrazione: clandestini intercettati al largo Capo Teulada Immigrazione: 44 afgani stipati su barca a vela nel Salento Immigrazione:permesso soggiorno 'nel regno di Dio',arrestato Immigrazione:in 41 sbarcati a Linosa,fermati dai carabinieri Immigrazione: sbarco in Calabria, fermati presunti scafisti Immigrazione: fuga dal Cie di Brindisi, rintracciati in 20 Immigrazione: rivolta al Cie di Milano, fugge un algerino Immigrazione: 25 fuggono da Cie Gradisca, 14 ripresi Immigrazione: nuove fughe organizzate dai Cie italiani Immigrazione, guardia finanza arresta trafficanti in Salento Immigrazione: rintracciati altri 5 evasi da Cie Gradisca

41

Immigrazione: fuga da Centro identificazione Trapani Immigrazione: fallisce tentativo di evasione da Cpa Cagliari Immigrazione: trovato morto cittadino iracheno in Friuli Immigrazione:sbarco sulla costa ioniche reggina, anche bimbi Immigrazione,ora si usano gli yacht Immigrazione: Verona, arrestato trafficante clandestini Immigrazione: Ue, le norme sulla libera circolazione Immigrazione: sbarco con yacht, arrestato uno degli scafisti Immigrazione: matrimoni misti sono al top in Emilia-Romagna Immigrazione: clandestini sbarcano su costa del Salento Immigrazione: afgano tenta sbarco ad Ancona vestito da donna Immigrazione: sbarco con veliero, arrestati due scafisti Immigrazione, ancora sbarchi clandestini nel Salento Immigrazione: 33 clandestini nel Salento, scafista arrestato Immigrazione: tensione per sgombero campo nomadi a Sanremo Immigrazione: barca con 8 migranti intercettata a Lampedusa Immigrazione: il 9 fuggono da Cie Gradisca, 1 viene ripreso Immigrazione: nuova rivolta Cie Gradisca, 3 militari feriti Immigrazione: 28 clandestini nel Salento, sequestrato yacht Immigrazione: trasportava clandestini da Albania, arrestato Immigrazione clandestina, Gdf intercetta yacht nel Salento Sequestrato appartamento con 30 posti letto extracomunitari Rissa tra extracomunitari nella zona di via Padova a Milano Lite con colpi di bottiglia tra extracomunitari a Napoli Due extracomunitari sbarcano a Lampione In bici investe pedone e fugge, manette a clandestino Modena 2 clandestini afgani in camion frigo rischiano assideramento Pizzeria chiusa a Campobasso,clandestini vivevano in cucina Clandestini sbarcano in Calabria Compra documenti falsi per vacanza con fidanzata clandestina Ancora sbarchi di clandestini al sud Sbarcati 10 immigrati a Pantelleria Incendi: in fiamme dormitorio immigrati, nessun ferito Sbarcati 100 immigrati curdi in Calabria Immigrato trovato morto in edificio abbandonato Chatillon Nuovo sbarco di immigrati nel Salento,rintracciati 24 afgani Rissa tra immigrati cinesi a Terzigno, un morto ed un ferito Immigrati: lavoro nero,2 arresti e 33 denunce nel Napoletano Razzismo:immigrato preso a calci da bambini, genitori ridono Incendio in vecchio edificio a Palermo, morto un immigrato Razzismo:immigrato preso a calci;sindaco, non siamo razzisti Tre rapine a Livorno, immigrato ferito da colpo di pistola Immigrato preso a calci: ricostruzione Cc Civitanova Marche Immigrazione: Puglia; acqua gratis per lavoratori stagionali Immigrazione: CGIA; +131% imprenditori cinesi in 7 anni Immigrazione: Cgia, in Molise +390,9% negli ultinmi 7 anni Immigrazione: sbarchi diminuiti dell'88% Immigrazione:Salento, sbarchi triplicati Sinodo Valdese,in aumento immigrazione pastori africani Immigrati contribuiscono per 15 mld di euro a pil milanese Economist, Lega non ferma immigrati Domestiche immigrate, italiane al lavoro Bankitalia, per italiane lavoro piu' facile grazie a immigrate Piu' immigrati per nuovi posti lavoro Immigrati: aumento 23% del lavoro

42

Sui treni non multe ma lezioni di legalita' agli immigrati Juve, extracomunitari: Krasic in pole SETTEMBRE Usa:immigrazione, crolla numero illegali Immigrazione: Consiglio d'Europa, Parigi non rispetta diritti Messico: bloccati 80 clandestini Scuola:Gelmini,tetto immigrati serve Immigrazione: Cie a Rovigo; Zaia, nulla di ufficiale Vaticano: si dimette Marchetto, difensore rom e immigrati Immigrazione:sbarco in Calabria, 3 fermi Immigrazione, in 24 ore 15 migranti arrivati a Pantelleria Immigrazione: Puglia; trovati afghani, quasi tutti ragazzi Immigrazione: sbarco nel crotonese, arrestati tre scafisti Immigrazione: operazione Gdf contro falsi permessi, arresti Immigrazione: lavoro agricolo clandestino,6 arresti a Cesena Immigrazione:Cie Gradisca,al via ristrutturazione dopo fughe Immigrazione: arrestato a Treviso evaso da CIE Gradisca Immigrazione: 64 clandestini su moto yacht nel Salento Immigrazione: errore Questura, sudamericana resta in Italia Immigrazione: in 59 sbarcano su coste ioniche Calabria Immigrazione: Cc denunciano falso datore lavoro clandestina Immigrazione, bloccati 4 extracomunitari in coste ragusano Immigrazione: sbarco a Linosa Immigrazione: blitz cc a Prato,trovati clandestini al lavoro Immigrazione: sbarchi con off-shore, arrestati due maltesi Immigrazione: scoperta banda,7 arresti Immigrazione: ondata di sbarchi nel sud Sardegna Immigrazione: finti matrimoni Sicilia-Marocco, 5 arresti Immigrazione: sbarco nel Catanese, e' il terzo in nove anni Immigrazione: 21 clandestini rintracciati a Corsano Immigrazione: finti matrimoni;donna sposata con 3 marocchini Immigrazione: sbarco migranti a Sciacca, ricerche in corso Immigrazione, sbarco a Lampedusa durante prove 'O scia' Clandestino rapiva prostitute, arrestato Non c'erano clandestini sul Tir che ha forzato posto blocco Va a veder nascere il figlio, clandestino arrestato Egiziano clandestino da 30 anni arrestato a Milano Regolarizzano clandestini, scoperta organizzazione criminale Immigrato residente a Napoli ingoia ovuli eroina, arrestato Immigrato salvo' amica da rapina,avra' permesso di soggiorno Sfruttavano immigrati a Cerignola, arrestati due romeni Stranieri figli immigrati nati Roma, bufera su assessore GdF blocca 4 immigrati in coste ragusano 14 letti in monolocale Napoli,arrestato immigrato Bangladesh Immigrati clandestini in tir profumi, arrestato autista Immigrazione: progetto per insegnare l'italiano a migranti Immigrazione, corsi italiano per extracomunitari Immigrazione: Titti, dalla tragedia in mare al cinema Abi: rimesse immigrati 1.500 euro OTTOBRE Clandestina diventa Usa a 101 anni

43

Immigrazione: Ue, accordo con Libia Libia: 5 mld da Ue per stop immigrazione Immigrazione: Ue a Libia, 5mld euro non li abbiamo Strasburgo: Europa affronti immigrazione Immigrazione: sindaco Parma, via comunitari non in anagrafe Immigrati uccisi Padova: Zaia, testimoniano clima da gestire Immigrati presenteranno lista civica alle elezioni a Milano Papa: immigrati rispettino leggi e identita' nazionale Immigrazione: altri 20 migranti bloccati a Lampedusa Immigrazione: rivolta nel Centro accoglienza di Elmas Immigrazione: falsi contratti lavoro,ordine cautelare per 14 Immigrazione: uomini e caporali;arrestati anche due avvocati Immigrazione: clandestini sbarcano sulle coste di Latina Immigrazione: nuova rivolta in centro accoglienza Elmas Immigrazione: doppio sbarco in Calabria, arrestato scafista Immigrazione: 20 clandestini curdi sbarcati in Calabria Immigrazione: sciopero nel Napoletano contro caporalato Immigrazione: 13 clandestini in sottofondo tir carico torba Immigrazione: in 2000 scioperano contro 'caporali' a Caserta Immigrazione: in Italia con falsi tirocini, arresti a Ancona Immigrazione: Maroni, 4 nuovi Cie entro 2011 Immigrazione: sbarco a Vasto, comandante denunciato Immigrazione: 128 palestinesi su barcone Immigrazione: permessi a irregolari, 22 arresti a Roma Immigrazione: sbarco 80 curdi Immigrazione: sbarco a Lampedusa, cc bloccano 15 migranti Immigrazione: 8 clandestini afghani trovati su Tir a Modena Immigrazione:sbarco a Lampedusa,migranti ospiti in residence False regolarizzazioni di clandestini, arrestato artigiano Barcone clandestini sbarca su coste Latina Lavoro a clandestini in cantieri, cinque arresti polizia Sedici clandestini curdi fermati al Brennero, 2 arresti Passatore indiano arrestato al Brennero con due clandestini Clandestini:difficile espellere genitori Clandestini sbarcati a Catania, via a rimpatri Rosarno: incontro in Prefettura, case adeguate per immigrati Immigrati uccisi a Padova: tre fermi per uno dei due omicidi Immigrati uccisi a Padova: 8 donne a City Angels, scortateci Estorce denaro ad immigrato con promessa permesso soggiorno Sbarco di immigrati a Latina, in molti sono fuggiti Immigrati uccisi a Padova: arresti, individuati responsabili Calabria: sbarcati 20 immigrati curdi Sciopero immigrati contro caporalato Sindaco Lega stanzia fondo per retta asilo bimbi immigrati Rivolta immigrati al Cpa di Cagliari, 10 arresti Rivolta degli immigrati a Cagliari, 11 arresti Immigrati occuparono macello Udine, assolti perche' poveri Rivolta Cpa Cagliari: avviato trasferimento 70 immigrati Immigrati feriti a coltellate in locale Padova, due arresti Amici immigrato assediano Cc per multa stradale, tre arresti Immigrati, piu' tutele a minori Intercettato barcone di immigrati nel Catanese Immigrati irregolari: 21 arresti a Roma Immigrati sbarcati a Catania: diciotto arrestati Viminale, 68 immigrati rimpatriati oggi

44

Immigrazione: a Riccia corsi gratuiti di italiano Immigrazione: nasce premio Jerry Masslo contro caporalato Progetto dell'associazione Tolba' per favorire immigrazione Immigrazione: Caritas, nel 2009 rimesse per 8,2 mln in Vda Immigrazione: a Rosarno sara' presentato il rapporto Caritas Caritas fotografa immigrazione, cresce anche con la crisi Immigrazione: Caritas, stranieri regolari sono 100 mila Immigrazione:Emilia-R. 1/a regione per studenti e residenti Immigrazione: Caritas, 480.616 stranieri residenti in Veneto Immigrazione:365mila contribuenti in Veneto per 7,8 mld euro Immigrazione: in crescita nelle Marche, ora 10% popolazione Immigrazione: Trentino; Caritas, stranieri 8,8% popolazione Immigrazione: 12.992 gli stranieri presenti in Basilicata Immigrazione: Caritas; in Liguria 126.400 (+12%) a fine 2009 Diminuisce ritmo di crescita dell'immigrazione in Alto Adige Immigrazione: Airole comune record, 35% stranieri (ricchi) Immigrati: Caserta, corteo contro caporali 29 strutture per accoglienza immigrati in Italia, 7.653 posti, 13 i Cie Immigrati a quota 4,2 milioni Meno nascite, aumentano immigrati Caritas, immigrati a quota 5 mln Dossier Caritas, in Umbria oltre 93 mila immigrati regolari In Italia quasi 5 milioni gli immigrati regolari NOVEMBRE Immigrazione: Libia, no legge su asilo Svezia: preso cecchino anti-immigrati Francia: fiamme tra immigrati, 7 morti Immigrazione, Pdl-Lega contro Fli Immigrazione: Fvg; Seganti, polizia locale vicino a Cara Immigrazione: Maroni, mai diritto a voto Immigrazione: Gheddafi a UE, 5 mld per stop clandestini Immigrazione: Gheddafi, Italia unico Paese che ci aiuta Immigrati Brescia, Camusso preoccupata Lega Nord, asilo nido solo per figli immigrati da 15 anni Maroni contro il voto agli immigrati: con me non lo avranno mai Immigrazione: 50 clandestini sbarcati a Crotone Immigrazione: sbarco Crotone, arrestati 12 scafisti egiziani Immigrazione: in 5 anni da operaio sfruttato a sindacalista Immigrazione: 21 iracheni bloccati su trimarano nel Salento Immigrazione: tentano fuga dal Cie Bari, bloccati Immigrazione:sbarco in Calabria, in 80 su motoscafo 20 metri Immigrazione: scontri a Brescia, manifestazione a Bologna Israele: si'immigrazione 8 mila etiopi Immigrazione: bloccato veliero con 137 clandestini Immigrazione: un'altra barca a vela al largo di Crotone Immigrazione: Cie Gradisca, sedato tentativo di rivolta Immigrazione: 18 clandestini stipati in furgone al Brennero Immigrazione: 'troppo occidentale',pestata da padre a Modena Droga:Verona, arresto 10 extracomunitari Calabria, bloccato veliero con 137 clandestini Cinque immigrati ancora sulla gru a Brescia, 'Non molleremo' Continua protesta 6 immigrati da 5 giorni su gru a Brescia Nuovo sbarco di immigrati in Calabria, 78 bloccati

45

Da ieri sera 7 immigrati su torre Milano per protesta Immigrati su gru registrano videomessaggio per Napolitano Immigrati: Brescia, sgomberato presidio Immigrati su gru, scontri a Brescia Sbarchi immigrati, indagini su criminalita' est Europa A Spoleto un progetto per accoglienza immigrati in ospedale Immigrati Brescia: 6 arresti, 12 espulsi Continua protesta immigrati, ora pronti a sciopero fame Immigrati Brescia: manifestante indiano scende dalla gru Immigrati su torre Milano; don Quadri, vicinanza Tettamanzi Sceso dalla gru un secondo immigrato a Brescia Immigrati Brescia: corteo e scontri Immigrati: Milano, scendono in due Immigrati Brescia:giu'da gru,in questura Immigrato minaccia suicidio da edificio Corteo pro-immigrati su torre a Milano Calabria: fermata nave con 137 immigrati Immigrazione: iniziative in 42 citta' Immigrazione: Molise, stranieri sono 2,5% della popolazione Tv: Sky lancia Babel e punta a immigrati Maltempo: Goran e gli altri, immigrati nel fango per Vicenza Immigrati Brescia: i sei della gru, le storie Nel 2050 10 mln di immigrati Cna: crescono imprenditori immigrati Cna: crescono imprese immigrati DICEMBRE Kenya: giro di vite contro i clandestini Francia: aumentare espulsioni immigrati Australia: naufraga barcone immigrati, decine di morti Fli: ha aderito Kobla Bedel, responsabile immigrazione Pdl Immigrazione: Ue archivia infrazione per delibera Azzano X Napolitano: immigrazione fondamentale Libia a Ue: meno impegno anti-immigrati Napolitano, immigrati sono imprescindibile contributo Immigrazione: tentata fuga in Cie Milano Immigrazione: bloccati 30 clandestini in porto Bari Immigrazione: un morto e 9 feriti durante sbarco in Puglia Droga e immigrazione clandestina,operazione Cc varie regioni Immigrazione:Vasto, mobilitazione per aiutare 21 clandestini Immigrazione: controlli su richieste bandanti, 61 denunce Immigrazione:false regolarizzazioni,arrestato commercialista Immigrazione: indagati a Teramo 170 naturalizzati italiani Immigrazione: 17 extracomunitari sorpresi in rimorchio Tir Immigrazione: false regolarizzazioni, 1 arresto e 5 denunce Immigrazione: 60 clandestini sbarcano a Barletta Immigrazione: a Prato esauriti moduli per permessi soggiorno Immigrazione: 25 clandestini fermati su spiaggia Leuca Muore extracomunitario intossicato da monossido di carbonio Consulta,non punibile clandestino povero 25 clandestini fermati a S.Maria Leuca Milano, immigrati scendono dalla torre Cadavere immigrato trovato nel casertano 'Miliardario' premia immigrato, tabaccaio cerca truffarlo

46

Immigrati, assunzioni-truffa da datori lavoro anche defunti Immigrato muore per esalazioni Immigrazione: in Alto Adige anche 'esamino' di tedesco Immigrazione: da domani esame lingua per permesso soggiorno Donne piu' integrate con immigrati Esame di italiano per immigrati Immigrati: Firenze, quasi 50 mila quelli residenti a Firenze Immigrazione: 13/12 disagi utenti sportello unico L'Aquila Immigrazione: Universita' Trieste, collana su America Latina

47

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->