P. 1
Update World Wide Control

Update World Wide Control

|Views: 32|Likes:
Published by lareteingabbia
Aggiornamento della rassegna dei sistemi di controllo, filtraggio e censura di Internet di in giro per il Mondo al 23 febbraio 2014.
Aggiornamento della rassegna dei sistemi di controllo, filtraggio e censura di Internet di in giro per il Mondo al 23 febbraio 2014.

More info:

Published by: lareteingabbia on Dec 31, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
See more
See less

03/07/2015

AUS RALIA ! Con l'obiettivo di portare entro il 2021 la
connessione a banda larga nel G V del territorio na&ionale D
partito da Canberra un progetto che mira a ridisegnare il
panorama na&ionale della telecomunica&ione# 1 costi si
aggirerebbero attorno ai "0 miliardi di dollari( stando alle stime
dei vertici della ,ational -roadband ,et5or3 CompanA
.,-,C2( la societ* controllata dallo stato che potrebbe( inoltre(
essere privati&&ata alla !ine del progetto# 1noltre( sono in arrivo

"1

per il provider :elstra 11 miliardi di dollari dal governo per la
predisposi&ione di nuovi cavi che avranno una capacit* minima
di 100?egabit al secondo' in un secondo momento( :elstra
dovr* competere con gli altri gestori per il mercato delle
connessioni' nel !rattempo( a giugno 2011( il provider stesso
raggiungeva l'accordo con l'altra grande telco del paese( la
0ptus( per il tras!erimento dei propri clienti alla ,-,C# Ad
ottobre 2011 il piano veniva approvato con oltre il GGV di voti
a !avore dagli sta3eholders di :elstra#

7n'importante senten&a nel !ebbraio 2011 nell'ambito del caso
A;AC: vs ii,8: ribadisce il ruolo di mero intermediario degli
1+$ nell'ambito delle in!ra&ioni al copAright a me&&o $2$# ?a
alla !ine di mar&o 2011 l'Australian ;ederation Against
CopAright :he!t annunciava tramite un comunicato che la sua
lunga battaglia contro ii,et sarebbe !inita presso l'Alta Corte
australiana' l'A;AC: sperava che il massimo organo
giudi&iario oceanico avrebbe ribaltato le due senten&e
precedenti a !avore di uno dei pi) grandi provider del paese(
accusato dalla ;ederation di aver ignorato le numerose richieste
antipirateria giuntegli negli anni( cosa che lo escluderebbe dalle
tutele riservate agli intermediari duri e puri che lo hanno
protetto !in'ora nelle cause giudi&iarie#
,el luglio 2011 invece i vertici dell'A;AC: inviavano ai
provider del paese una lettera nella quale con toni minacciosi si
chiedeva di chiarire la propria disponibilit* a prendere parte a
quella che si prospetta una nuova crociata contro la pirateria( la
quale vedrebbe gli 1+$ nel ruolo di poli&iotti#
?a nell'aprile 2012 la senten&a della 6igh Court o! Australia
dava ancora una volta ragione al provider#

=a modi!ica pi) sconvolgente sarebbe l'introdu&ione nelle

"2

nuove norme a tutela del diritto d'autore del ribaltamento del
principio di colpevole&&a% imputati non pi) innocenti !ino a
prova contraria ma costretti( in una situa&ione rovesciata( a
dimostrare di non essere colpevoli# 1l tutto col pretesto di
accelerare i tempi di processi che vederebbero !issata a 10mila
euro la massima multa comminabile#

1n Australia risultano !iltrati migliaia di siti di pedopornogra!ia
e gioco d'a&&ardo( ma dalle rivela&ioni di Wi3ilea3s si apprende
che lo stesso trattamento D riservato anche a contenuti religiosi
e materiale di aggiramento della censura' l'AC?A starebbe
dunque pensando ad un !iltraggio sempre pi) pervasivo( cosa
ovviamente smentita da Canberra .non da meno il vicino
neo&elandese2' in ogni caso( dal luglio 2011 i principali 1+$ del
paese .:elstra( 0ptus e $rimus2 hanno imboccato la strada del
!iltraggio dei @00 siti accusati di pedopornogra!ia inseriti nella
/e!used Classi!ication ./C2 dall'AC?A stessa# 1l problema D
la segrete&&a degli 7/= inseriti nella lista( cosa che !a storcere
il naso a chi ricorda( ad esempio( l'episodio che vide !inire nelle
maglie della censura il sito di uno studio dentistico nel mar&o
200G# =e polemiche e le proteste !acevano retrocedere il
governo dalle posi&ioni maggiormente rigide verso la !ine del
2012#
?a le polemiche sulla gestione dei ta3edo5n continuava'
nell'ottobre 2012 il maldestro oscuramento di un blog causava
il ta3e do5n di 1(@ milioni di spa&i online collegati alla stessa
piatta!orma# ,el maggio 201 ( l'Australian +ecuritA and
1nvestments Commission ammetteva altri errori in materia di
oscuramenti multipli( questa volta in materia di commercio#

1l governo australiano metteva a punto per la !ine del luglio
2011 un paper di discussione volto ad innal&are il limite d'et*

"

per l'iscri&ione a ;aceboo3 a 1M anni e a concedere ai genitori
l'autori&&a&ione ad accedere agli account dei propri !igli# 1n
Australia sono 10 milioni gli iscritti a ;aceboo3( il 1"V dei
quali risultano essere minori di 1M anni#

Arriva in Australia un “tre colpi e poi causa dal giudice”( ma a
mandare gli avvisi sono gli 1+$#

Alla !ine di mar&o 2012 >oogle veniva condannata per
viola&ione delle norme sulla pubblicit* ingannevole' sotto la
lente( il posi&ionamento di alcune inser&ioni# ?a nel !ebbraio
201 -ig> veniva assolto dall'Alta Corte di Canberra#

7n ventenne pubblica su ;aceboo3 !oto che ritraggono la sua
e9 sen&a veli# 7na ripicca 2#0 per essere stato lasciato# ?a il
giudice lo condanna a sei mesi di carcere#

,ellFagosto 2012( il garante della privacA australiano chiedeva
a >oogle di distruggere tutti i dati intercettati nelle connessioni
5i !i dalla >oogle Car nel suo tour nel paese dei canguri#
$oche ore prima la se&ione inglese di -ig > aveva ammesso di
essere ancora in possesso di una piccola parte dei dati raccolti
durante il servi&io di mappatura#

Xuello che viene pubblicato sulle pagine ;aceboo3 di marchi
commerciali deve sottostare alle leggi sull'advertising vigenti
nel $aese#

Alla !ine di ottobre 2012 >oogle veniva condannato per
di!!ama&ione non avendo rimosso dai suoi risultati di ricerca un
contenuto ritenuto in viola&ione# $artiva subito il ricorso in
appello da parte di -ig>( che perJ veniva !rustrato dalla Corte

""

+uprema#

>li stratagemmi del “dar3 Web” non sempre signi!icano
impunit*( come dimostra la vicenda del tra!!icante di droghe
australiano arrestato nel !ebbraio 201 #

,el mar&o 201 partiva da Canberra il piano per l'estensione
della copertura del $aese con la banda larga a me&&o satelliti#

NUOVA -ELANDA ! Anche in in ,uova Yelanda si a!!accia
il capovolgimento del principio della presun&ione d'innocen&a%
in caso di processi per $2$ in!atti l'utente verr* considerato
colpevole !ino a prova contraria#

Dopo aver pensato di archiviare la se&ione G2 della nuova
legge sul copAright( quella nella quale si prospettava un three
stri3e alla !rancese .che verr* comunque ridiscussa entro il
20122( le autorit* neo&elandesi hanno deciso di implementare
nello stesso CopAright .1n!ringing ;ile +haring2 Amendment
-ill questo discutibile principio in “stile +ar3o&A” con l'intento(
dicono dal governo( di ridurre i tempi della giusti&ia in materia#
=e nuove regole prevedono la disconnessione !ino a 4 mesi e
multe !ino a Gmila euro# ,el maggio 2011 arrivava l'allarme
della =ibrarA and 1n!ormation Association o! ,e5 Yealand
Aotearoa .=1A,YA2( associa&ione locale che tutela gli interessi
di biblioteche e pro!essionisti dell'in!orma&ione# =a =1A,YA
sostiene che se le biblioteche neo&elandesi dovessero seguire
alla lettera le suddette regole dovrebbero implementare dei
meccanismi di tracciamento delle naviga&ioni di tutti gli utenti
connessi ai net5or3 messi a disposi&ione dalle strutture' i costi
legati a questi sistemi sarebbero insostenibili( e tanto varrebbe
chiudere gli accessi per non rischiare di essere ritenuti

"@

responsabili di eventuali reati commessi dagli utenti# 8 sarebbe
decisamente un passo indietro#
,ell'agosto 2011 si eviden&iava comunque la possibilit* di un
curioso contrappasso per le norme che erano in procinto di
entrare in vigore% un neti&en avviava un do5nload illegale
all'interno della rete dell'1+$ che !ornisce connettivit* al
governo' la provoca&ione era rivolta alla parte della legge che
prevede la disconnessione in base all'identi!ica&ione su 1$( il
che espone il governo al pericolo di essere esso stesso
disconnesso in caso di utili&&o di un 1$ ad esso correlato per un
do5nload illegale# =a correla&ione 1$Eidentit* D un nodo
sollevatosi un po' dovunque#
:uttavia( il 2 novembre 2011 i maggiori provider del paese
annunciavano di aver ricevuto la prima noti!ica dall'entrata in
vigore della nuova legge .1 settembre2# ,el luglio 2012 i primi
numeri del “nuovo corso”# ,ell'ottobre 2012( nuove statistiche
e la decisione( da prte delle eitchette( di !ar cadere le accuse per
gli scariconi arrivati all'ultimo step# ,el gennaio 201 ( la prima
multa#

1n ,uova Yelanda il primo caso di condanna al carcere per reati
commessi su ;aceboo3% accade ad un ventenne colpevole di
aver postato una !oto della sua e9 nuda sul social net5or3(
prima per la sua rete di amici e poi a disposi&ione di tutta la
/ete di ;aceboo3# $er lui quattro mesi di reclusione .la
condanna contempla anche altri reati tra cui minacce di morte2(
con il giudice che ha obbligato l'imputato a non coprirsi il volto
dopo la lettura della senten&a perchH vi era una certa simmetria
tra quello che stava subendo e ciJ che aveva !atto alla sua e9”(
sottolineando come il comportamento irresponsabile del
giovane abbia messo in !orte imbara&&o la raga&&a dimostrando
come una tecnologia possa essere usata nel peggiore dei modi#

"4

/ipetendo l'esempio australiano( quasi unanime il consenso
degli sta3eholder al 0ne ,et5or3 na&ionale#

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->