UN TRAM CHIAMATO DESIDERIO di Dreamhunter

Storia che elabora una diversa versione dell'episodio 19 della prima stagione di “Bones”, con riferimenti generici sino alla fine della terza stagione e liberamente ispirata alla trama di una puntata della serie “Lois & Clark” Pairing: Booth/Brennan Rating: NC17 Genere: Romance, comedy, mistery, action

"Stai saltando sul tram che si chiama desiderio con Booth? Oh, adoro questa cosa!". - Angela in "The Man in the Morgue"

- Introduzione "L'hanno trovata nella casa dove alloggiava, ricoperta di sangue e priva di sensi", spiegò il medico facendole strada lungo i corridoi dell'ospedale. "Ha una commozione cerebrale, un polso rotto e un lobo lacerato per lo strappo di un orecchino. Il sangue che aveva addosso non è suo. Stiamo facendo le analisi, ma la cosa andrà per le lunghe". "Si è ripresa?", domandò il detective Harding. "Accusa una parziale amnesia. Non ricorda più come e quando sia arrivata qui a New Orleans. Né il perché". Giunto davanti alla porta della camera, il medico si fermò. "Il che, di per sé, non è strano. In seguito ad una commozione cerebrale di quella portata, può capitare. Però...". "Però?". Rose Harding batté impaziente la penna sul taccuino che teneva in mano. Dopo l'uragano Katrina, il suo lavoro si era fatto dannatamente più difficile e aveva sempre la perenne impressione di perdere tempo. Di essere costantemente in ritardo su qualcosa. E con mezzi ridotti sempre più al minimo. "Beh... nel giubbotto, aveva i documenti", rispose lui. "Si tratta della dottoressa Temperance Brennan, una famosa antropologa forense del Jeffersonian Institute di Washington DC. I suoi colleghi all'obitorio l'hanno confermato: era qui come volontaria, per prestare assistenza nel riconoscimento dei corpi delle vittime dell'uragano". "Perfetto", esclamò la Harding. "Se sappiamo chi è...". "Lo sappiamo noi. Ma non la dottoressa". "Mi scusi, non la capisco. Non mi ha appena detto che l'amnesia è parziale e riguarda solamente le modalità del suo soggiorno a New Orleans...". "E' più complicato di così, temo... Venga con me, detective Harding. E capirà". Ruotando la maniglia,lui la guardò. "Lasci che sia io a parlare, d'accordo?". Con un'alzata di spalle, Rose annuì. Che diavolo, l'importante era che si sbrigassero. La giovane donna nel letto sussultò, quando entrarono. Era notevolmente bella, nonostante i lividi e la mancanza di trucco. E tanto confusa. Lo si percepiva dall'incertezza nella sua voce. "Salve, dottor Spencer...". "Salve", la salutò il medico. "Tutto bene?". "Solo un po' di mal di testa". Lei si toccò la tempia. I suoi occhi verd'azzurri si spostavano confusi dall'uomo a Rose. "Avete contattato il Jeffersonian Institute?".

"Nel frattempo. sorrise la donna. fortunatamente. non so di preciso cosa poter dire. "Può cominciare con il suo nome. I colleghi di cui ci aveva fornito i nomi stanno venendo qui. Spencer le si avvicinò con fare rassicurante. Arriveranno entro sera". "Certo. Dottoressa Kathy Reichs". Perplessa... Anche se. la Harding gettò uno sguardo dubbioso al proprio taccuino: ma non si chiamava Temperance Brennan? .. Deve porle alcune domande". non c'è problema".". la spronò lui. dottoressa".. le presento il detective Harding. "Per quello."Sì. "Reichs. Stia tranquilla.

così come potrebbe non.".. "Non l'avevo mai visto succedere. "Intendeva prendere con sé il portatile per scrivere nei momenti liberi. "Potrebbe riacquistare la memoria completa tra dieci minuti. "Non riacquistarla?". soppesando fra le mani il libro che gli avevano portato l'uomo e la ragazza seduti nel suo studio. un membro dello staff della Brennan a Washington. "Dovete accedere al portatile e leggerle". mormorò. "Non ho una risposta. però so che è possibile". "Ehi.".".. "Quelle pagine. non sembrava affatto un federale.Capitolo Uno Stuart Spencer era affascinato. non mi interessa leggere che cosa ha scritto Bones.. con intriganti novità. e Seeley Booth. "Bred in the bone". per ora. non solo il paziente perde la memoria.. E' un nomignolo con cui la chiamo e. Doveva avere un po' più di trent'anni ed era chiaramente in apprensione. Il problema è psicologico ed estremamente difficoltoso da valutare". "E quindi la dottoressa sta lavorando ad un seguito del primo libro?". "Lasci stare. Si rivolse ad Angela. se si rimetterà e... Angela Montenegro. "Bisogna fare qualcosa!! Tentare qualche terapia! Non può rimanere in quello stato per . dottore.. vestito casual. Per la precisione con quel romanzo. con occhi a mandorla che lasciavano intuire origini orientali. "Bones ?". Le condizioni della dottoressa sono delicate. "In seguito ad un forte trauma. "Così mi aveva accennato subito prima di venire qui". agente Booth. impallidendo.".. Voglio sapere se la sua situazione clinica è grave. Erano arrivati in serata. aveva già pronte un centinaio di pagine. E la cui protagonista era nientemeno che Kathy Reichs. Una brunetta molto graziosa. Essenzialmente ha solo poche ferite di lieve entità e un trauma cranico in via di guarigione.. con i jeans e un giubbotto di tela. "Mai più?!?".".. Spencer sospirò. Il caso della dottoressa Brennan si prospettava a dir poco da manuale. le fece eco Booth. ma rimuove anche la propria identità. un thriller. sostituendola con una fittizia. l'agente speciale dell'FBI con cui la dottoressa lavorava regolarmente... Se non erro.. Scosse il capo. In verità. Spencer si sporse sulla scrivania. no! Un istante!". confermò lei.". esclamò Angela. balzando in piedi. L'agente Booth si agitò nervoso sulla propria sedia. che Temperance Brennan aveva scritto l'anno precedente. finora.. con tutto il rispetto per la sua curiosità scientifica. "Senta.

sorrise Booth.tutta la vita. la cosa più importante è scoprire che cosa è accaduto la notte scorsa e recuperare la memoria.". "Lo sapevano anche i sassi di fiume. Seeley.. Alla bozza del secondo libro". concordò Angela. Poi fissò gli occhi scuri ed intensi su Spencer. "Vada avanti. per acquietarlo. Lei penserà che voi stiate mentendo se sarete sinceri. Con i gomiti appoggiati sulle ginocchia e la fronte corruciata. Vi ha riconosciuti senza alcuna esitazione. calma.. al momento. domandò Booth. Ho usato la scusa di verificare i danni alla sua memoria. notando la perplessità del medico.. "E la sua aggressione? Il sangue che aveva addosso?". ha un senso". ma io sapevo di essere Andy Lister. lo interruppe Spencer... ma mi serve che sia rilassata e serena.. "Ehm. dopo ciò che mi aveva spiegato al telefono. lui annuì. Bren è sola. Dobbiamo starle vicini e per adesso siamo in grado di farlo unicamente come Teresa ed Andy". signori. mi segue? Se userete i vostri veri nomi otterrete soltanto di spiazzarla e confonderla.. violeremo la sua privacy e non è una cosa che muoio dalla voglia di fare.. Ma con nomi differenti".. Bones. Per lei. però il dottor Spencer ha ragione. lei non ha mai voluto ammetterlo.". "Calma. Per questo è necessario che voi leggiate la bozza del secondo libro. ho mostrato alla dottoressa alcune foto rintracciate attraverso Internet. "Torniamo a noi. L'agente serrò la mascella. Si ricompose. signorina Montenegro. Se si concentrerà su questi fattori... E bisogna che voi ne siate al corrente per poter recitare i ruoli al meglio".. .. "Tipo Teresa Wilson e Andy Lister?". "Certo che tenteremo una terapia. Cercherò di aiutare la dottoressa con una terapia psichiatrica che agevoli il riaffiorare dei ricordi. Angela posò una mano sul braccio di Booth. "Neanche a me".". "Oddio. Seeley". Teresa Wilson e Andy Lister". agente Booth.. sussurrò Angela. Foto vostre.ha!!".. ci sono più probabilità che riassuma con naturalezza la sua identità reale".. "Dovremmo mentire a Bones?". non. dottore. "Questa storia non mi piace. "Dovete assolutamente leggerla. dobbiamo assecondarla ed evitare di provocarle un secondo shock. "Nel pomeriggio. dottor Spencer".". "I ruoli? Dovremmo fingere di essere Andy e Teresa?". Potrebbero esserci nuove informazioni fondamentali sui vostri personaggi.. "Ah.. E perché lo sia. "L'avevo detto io!!".. commentò Angela.".". "La metta così. "Esatto. dagli articoli sui casi più famosi che avevate risolto. "D'accordo. "Per accedere al portatile di Brennan..

Angela. "Così avremo il tempo di leggere la bozza... per cui presumo che il computer sia intatto".. "A pagina quarantotto.". "Niente danni?".. sul posto non c'erano danni..".. Booth. "Per favore.... "Che c'è?".. si passò le mani fra i capelli.. "Allora significa che è stata aggredita altrove.". dubbioso. "Vado un attimo al bagno. Sono troppo su di giri". Pure io. china sul portatile. borbottò Booth. Booth sbirciò lo schermo. Circa le indagini potrete parlarne con il detective Harding. La casa dove alloggiava la dottoressa è sotto sequestro... Può darsi che sia riuscita a fuggire.". La tua presenza mi deconcentra. Da quel che mi ha raccontato il detective."Le analisi vanno a rilento. La porta del bagno si richiuse dietro le sue spalle curve per la stanchezza e . hanno appena avviato l'indagine. "Ho impiegato tre ore per riuscire a trovare la dannata password di questo computer e ancora non riesco a credere che fosse il banale nome di un osso. sul letto. "Scusa.".. comprese Angela. Dopo Katrina.. "Vorrei capire perché Bones non può comportarsi come gli altri esseri umani e andare in ferie ai Tropici". di certo non mi aiuti!".. ti dispiacerebbe tacere ?!". Anzi. Adesso sono le due del mattino e non sono nemmeno più sicura di cosa diavolo sto leggendo e tu. "Lei sa che siamo qui?". E Teresa è apparsa solo nel primo capitolo.. Sorrise anche Spencer. "No. "Lo so. domani.. "Ne ha di fantasia. Sconsolato lui le sedette accanto..".. consumando il pavimento.. "Ecco. "E' che mi sento impotente.. ma farò prelevare il portatile da uno degli uomini della Harding. "Le ho detto che sareste arrivati durante la notte a causa di un ritardo degli aerei". magari poi vattene a dormire". sarebbe inutile. L'ho avvertita e verrà qui per assistere al vostro primo incontro con la dottoressa Brennan". Di nuovo sollevò lo sguardo sul medico. Booth si umettò le labbra. Spencer vide che Booth sorrideva. tutto va a rilento. bravo. In un'altra vita le consiglio la carriera politica". Solo che ora non lo ricorda più. "A che punto sei?".. Kathy e Andy sono in trasferta a San Francisco. meditabondo. "Esatto. camminando avanti e indietro per la stanza..". "No! Lei deve fare la volontaria in un obitorio di New Orleans! E ficcarsi nei guai!".

. Ancora con l'ombra di quel sorriso sulla bocca. godendo del gemito di.. Questa volta a voce alta... forse era lei a dover dormire..... "Io. Kathy vi piantò le unghie.. Andy e Kathy ci danno dentro. "Oh. chiese Booth raggiungendola di corsa. Un momento. Che annuì gravemente. "Ok".. Seeley. No. Pareva che Angela fosse indecisa su quale espressione assumere. Lui si stava lavando le mani. quando udì la sua sonora esclamazione. era uno scherzo? Rilesse.".. Però sulle sue labbra aleggiava evidente la traccia di un sorriso. un momento. Di brutto". Ammutolito. i muscoli della schiena di Andy si contraevano ad ogni spinta sempre più forte. Le parole iniziavano a confondersi in una nebbia uniforme. . Si bloccò. Dio.Angela tentò di concentrarsi sul testo. no. E si bloccò dopo appena un paio di righe.".". Il cursore lampeggiava a metà di un paragrafo. guardò Angela. "Sì. "Che c'è?". porca miseria!". Booth sedette di nuovo sul letto e si mise il portatile sulle ginocchia. "Sotto le sue mani. "Leggi tu stesso.. Cominciò a leggere.

. "Sul serio. Non ho tenuto conto del fattore Grey's Anatomy". ma non necessariamente significa che lo creda anche la Kathy che sta nella sua testa al momento. Ritiro quest'ultimo concetto. che cosa? Se tu capitolassi e cedessi la tua virtù?". Forse.. E' accaduto cinque minuti fa". poi Angela agitò una mano.". "Di chi parli?". c'è la tua ombra fissata per l'eternità su un muro". Non dobbiamo dare niente per scontato. complimenti. continuò Angela.". non ti chiederà certo di possederla selvaggiamente in un letto d'ospedale. da qualche parte. in fondo. Ma potrebbero venire a crearsi situazioni compromettenti e. Non esattamente. "Sei spiritosa. la conosco. sì". "Non ho nessuna intenzione di capitolare. "Hai sentito cosa ha detto Spencer. Ti rendi lontanamente conto di quello che potrebbe farmi Bones. "E. Anche perché.. per costringerlo a guardarla.. "Ah.. Seeley rise. Perché la porta si aprì e lui scattò come un grillo..... nel caso. Aspetta che devo contenere le risate". "Sei sempre più spassosa. in attesa che il dottor Spencer desse loro il nulla osta per entrare.. una volta recuperata la memoria. Bones trova giustificazioni antropologiche solo quando vuole trovarle". "Se tu. procediamo un passo per volta. tagliò corto Angela..Capitolo Due "Non credevo che una persona viva potesse essere tanto pallida". vuoi? Ora come ora. "Non sono mica io quello che soffre di amnesia. Troverà una giustificazione antropologica". scettico. chiese Seeley spostando nervosamente il peso del corpo da un piede all'altro. grazie per la fiducia. "Può essere. sbuffò Seeley. esasperato. Non. "No.". Bren comprenderà". se io. E qui casca l'asino. sorniona. Si fissarono un istante. insomma.. "Di te.. cerca di calmarti". però. "Splendido". osservò Angela noncurante. giusto?".". .. "E allora riprenditi. "Sì. Me lo ricordo cosa ha detto Spencer. "La conosci. Razionalizzerà. sì.". "Se fosse? Di cosa hai paura? Di una donna che ci prova con te? Non ti è mai successo?". Brennan ha scritto che Kathy e Andy sono diventati amanti. Si trovavano nel corridoio di fronte alla stanza d'ospedale di Temperance. sì. la interruppe Seeley. Angela lo sbirciò.. Angela si piegò davanti a lui... Uno che sicuramente è stato investito dalle radiazioni. "Adesso sono molto più tranquillo. Sembri un sopravvissuto a un fungo atomico.

agente Booth. signori". Le polizie locali erano sempre diffidenti nei confronti dell'FBI. Prima che potessero rispondere. insistette la giovane detective. Rose incrociò le braccia. aggiunse comunque. agente Booth. ieri sera il dottor Spencer mi ha riferito che. "Abbiamo trovato del sangue sulla maniglia esterna della porta e anche sui gradini del vialetto. E posso garantire per la sua integrità e la sua onestà". "Forse. "Sono certa che l'agente Booth si comporta allo stesso modo durante le sue indagini". nessuna esclusa". nonostante l'aria minacciosa di Angela. le spiegò Spencer.. lui fu costretto ad annuire. è la dottoressa l'aggressore e quello è il sangue della persona che ha ucciso?". "Anche di uccidere?". "Questi sono l'agente speciale Seeley Booth e la signorina Angela Montenegro. La Harding si stava avvicinando con passo deciso e cipiglio agguerrito. Suo malgrado. "Siamo in un ospedale. Però pone un altro problema: quel sangue è dell'aggressore? La dottoressa si è difesa e lo ha ferito? Oppure si tratta di un'altra vittima della stessa aggressione? O.". gli occhi del medico si spostarono dietro di loro. "Ma se dovesse avere qualche intuizione. Serissimo. Può essere stata in grado di difendersi".. Questo conferma la sua idea. la dottoressa è addestrata alle arti marziali. uhm. Gettò alla Harding uno sguardo di chiaro rimprovero. s'intromise Angela. per favore!". "Sono qui solo come amico".". Temevano di vedersi sottrarre la giurisdizione dei casi. secondo lei. Faccio solo il mio dovere. studiando Seeley.. detective Harding. "Davvero?". la dottoressa Brennan poteva essere stata aggredita in un luogo diverso da casa sua e poi essere riuscita a fuggire. "E' uno che la sa lunga". "Lei è in veste ufficiale?". lo ascolti".Era il dottor Spencer. che è quello di vagliare tutte le ipotesi. "Beh.. colleghi e amici della dottoressa Brennan". "Insinua che la dottoressa Brennan stia fingendo l'amnesia?". Seeley scosse il capo. "Ho saputo che non c'erano danni. Non si meravigliava. "Non insinuo. Siete pronti?". Squadrò Seeley dalla testa ai piedi. scherza?!". E Bon. disse guardinga. Sia Angela che Seeley esplosero all'unisono e Spencer dovette zittirli. buongiorno! Ci sono novità?".. "Oh. "No". E' lo stesso sangue che la dottoressa aveva sui vestiti. Tutte. "Ah. "Salve. "Intende per autodifesa?".. nella casa. "Può parlare liberamente". "Ehi. sogghignò Rose.. .. "Conosco la dottoressa Brennan.

. Stava abbracciando Angela. E che Angela era Teresa. Non avrebbe mai. "Io non posso restare.. mi appello a lei. al di sopra della sua spalla. Ho dei sopralluoghi in mezza città."Ne terrò conto". E poi la vide. La detective tornò a guardare Seeley. Non ho personale a sufficienza per mettere qualcuno di sorveglianza. assicurarsi di persona che stesse bene. impellente istinto fu di correre da lei. "Andy. Se è stata veramente aggredita e il sangue non appartiene all'aggressore. Equivaleva a mettere in dubbio le sue capacità diagnostiche e di giudizio professionale. "Le starà incollato come un francobollo.. Serrò i pugni.. il viso segnato da diverse ammaccature. Ricordarsi di non chiamarla Bones. le assicurò Angela.. Temperance adesso sorrideva. Spencer la scrutò finché non scomparve oltre il corridoio.. Non perda di vista la dottoressa. "Sì. Ho già l'indirizzo del vostro albergo.. replicò Rose.. Il caro dottore. Faceva presto a parlare... Sembrava felicissima di vederli. lo poteva giurare. sciogliendosi dall'abbraccio di Angela..". bofonchiò Seeley deglutendo.. agente Booth. "Già. toccarla.. "Ovviamente non deve lasciare New Orleans. dominandosi a stento. Gesù. per piacere. agente Booth.. E che un fulmine lo colpisse all'istante. "... "Siete pronti? E. ma.. Si rivolse a Spencer. Troppo. i capelli legati. Lo seccava che l'amnesia della sua paziente potesse essere considerata fasulla. Con un cenno. e il suo primo. La Bones che conosceva non avrebbe mai dimostrato tanto apertamente i propri sentimenti. Siamo già d'accordo che alloggerà nell'albergo dell'agente Booth e della signorina Montenegro". Porca miseria.. Intanto doveva ricordarsi che il suo nome non era più Booth ma Lister. stia tranquilla". ci conti".. seduta sul letto.".. "Oh. "Ottimo". lo guardava come una donna guarda un uomo che ha visto nudo. si ricordi di non chiamarla Bones". E poi.. guardava lui. sorrise a Seeley ed Angela.". .... Rimarremo in contatto". Riscuotendosi. Rose Harding si congedò.. Oh. il colpevole è ancora in circolazione". "Io vado. Neanche il vapore li dividerà". con gli occhi chiari e luminosi. "E' sempre dell'idea di dimettere la dottoressa nel pomeriggio?".. mormorò lei. per cui avvertirò le pattuglie del quartiere e.

ribatté. ribadì Angela. Non in quel modo. Lui scelse di ignorare il noi due. Siamo intesi?". "Nulla. E' normale che tu sia confusa. entità. dichiarò. risolto. "Assolutamente". Era persino più pallido.. si arrese Temperance. A Seeley venne il capogiro. ciao.. "Non. Io.. "Siamo intesi". "Cos'hai detto?"... Brillante. mmm... "Rammento solo San Francisco". le raccomandò Spencer. Come sono finita qui?". "Penseremo noi a farla rigare dritto.. E neanche la Kathy del libro.. Mi aiuta lei?".". "Sono a sua disposizione". "Non deve essere facile scordarsi un pezzo di vita". per il caso Thompson. "Noi due.. non ben definita.. eh?"."Eh? Ehm.. E una stanza d'ospedale di New Orleans. dottoressa. Seeley si avvicinò cauto al letto. questa volta. "Direi che sono in buone mani.. ti sei cacciata in un bel pasticcio. Spencer voleva scoprire sino a che punto Brennan si fosse immedesimata nel proprio personaggio. "Sono così confusa. Ora come ora l'unica cosa che deve fare è rilassarsi.. Kathy. Poverino.. Oggi pomeriggio potrà seguire i suoi amici in albergo e le ordino di stare tranquilla sino al nostro incontro di domattina.. "Ci siamo abituati.". lo siete. Quindi il buio..". Andy?".. "Domani inizieremo la nostra terapia e la polizia sta indagando. ormai. E fece l'occhiolino a Seeley. Di nuovo guardando Seeley. Il sorriso di lei si spense.. no?". "Il caso Thompson è.. laggiù..".. è importante". Ciao.. E. Questa che aveva davanti pareva una terza. Bones non scherzava.. "Se soltanto riuscissi a capire come. preferisco non abituarmi a ricevere telefonate che mi comunicano che sei stata aggredita". "Sapessi io. rise il medico. mantenendosi comunque a distanza. scherzò Temperance.. "Non si sforzi e non si angosci. Ti. sussurrò Temperance... signorina Wilson? Avrei bisogno dell'indirizzo del vostro albergo e di sbrigare qualche altra formalità burocratica per dimettere la dottoressa Reichs.. Kathy"... "Lo siete. In quella maniera Seeley e Temperance sarebbero rimasti soli.. dottor Spencer". .. Angela impiegò poco a comprendere la manovra. Giusto. svuotarsi la mente e riposare. "Ah.

Il più lontano possibile dal letto.. non ho fatto altro che pensare a te.. "Ok. cavolo. Ma non terminò la frase. l'unico nome autentico. "No. nella paura.. "E... "Andy. A dispetto dell'inquietudine che gli trasmetteva. "Arrivo. o ho un'amnesia anche su questo?". iniziò Angela affacciandosi sulla soglia..?". "Però non eravamo giunti ad una conclusione precisa". a San Francisco avevamo discusso sull'opportunità di avere o meno una storia.. Sedette sulla sponda del letto. "Sono scivolato!".... no. balzando in piedi. Ma non posso darti dettagli. Kathy".". stava per baciarlo!! Tutto accadde nell'arco di un secondo. la rassicurò lui. Da che mi sono risvegliata in questo posto. io.".. esclamò Seeley. no. Si sorrisero.. no. "Sì? Mi cercavi?". Seeley aveva letto attentamente quel capitolo. Sì. Temperance non aveva granché indugiato sulla parte sentimentale del plot.. "E' cambiato qualcosa tra noi?". Andy e Kathy si erano interrogati sui pro e i contro di una relazione fra colleghi.. Torniamo subito. Ed avevano deciso per un forse. Dannazione. Lei si passò le mani sul viso.. Stava per baciarlo.. anche ritornati a Washington?". abbiamo continuato a... E lo sguardo di Temperance divenne più intenso.". Contemporaneamente Temperance si protese. ne avevamo discusso. tu eri....". No. "Già.dopo hai deciso di partire per New Orleans per alcune settimane di volontariato. Le dita di lei. "In. Lo fissava con l'insicurezza negli occhi.. non sarebbe meglio rimandare il discorso? Non sei in condizioni di. In seguito alla notte trascorsa insieme. sei. "Non mi dire che non sono in condizioni di parlare di noi. . Con una fragilità che la solita Bones non avrebbe ammesso nemmeno sotto tortura..... no. Spencer dice che la memoria deve tornarti spontaneamente.. senza influenze esterne". mise una mano sulle sue. hai ragione". E Seeley cadde giù dal letto.". tu sai se.. Oh.... lo interruppero. sulla sua bocca. La porta della camera si aprì. Nella confusione. "Che. "Beh..". vederci... dannazione. Questa Temperance smemorata era talmente femminile. in che senso?". "Kathy..". però c'erano stati un paio di dialoghi interessanti. "E' incredibile.. "Infatti. privilengiando le indagini poliziesche. Seeley ne fu intenerito.

. Seeley Booth non si comportava da codardo. Oddio. Però.. chi diavolo era la donna in quella stanza?! .. No. Mai..Furono nel corridoio ad una velocità che rasentò quella della luce.

tutto molto intelligente.... che cosa meravigliosa. ma non mi hai risposto. le braccia tese. e non avevi chiuso a chiave.. Secondo il medico..Capitolo Tre Ah.. Oh.. "Bo.. Gesù.. Ormai era abituato alle camere d'albergo con la scheda magnetica. E. Lentamente. "Ho bussato. da che erano arrivati a New Orleans... Che diamine.. Avrebbe tanto voluto vedere il caro dottorino al posto suo. Tutto molto bello. Con.. Tirò via l'asciugamani dal volto. il capo chino.. Non servì. Kathy.. lasciando che l'acqua gli scorresse sui capelli e la nuca.. Andy?". certo. ... Una doccia. In testa aveva ancora la voce nasale del dottor Spencer e le sue labirintiche spiegazioni al bizzarro comportamento di Bones. Ehi. per caso? Si era addormentato sotto la doccia e adesso sognava? Perché. Certo... scendendo giù lungo il corpo. Forse se lo tirava via lentamente si sarebbe svegliato. Strofinandosi vigorosamente la faccia. quella gli era parsa proprio la voce di Bones...... Seeley appoggiò i palmi alla parete piastrellata di fronte a sé. che non faceva che ridere biecamente della situazione.... Lei era lì. Non poteva mica aiutare Bones a disinibirsi. con un pigiama di raso così leggero da essere trasparente... Aprì il box doccia e cercò a tentoni l'asciugamani che aveva posato su un ripiano. come. la solitudine.... il desiderio recondito di superare la razionalità ed il controllo che la caratterizzavano. Una buona notte di riposo e forse. Invece no.... uhm... "Vuoi che ti aiuti ad asciugarti. Stava già dormendo. Tutta aria fritta..?". che.. Doveva dormire. magari. Peccato che a New Orleans molti degli alberghi più moderni fossero stati danneggiati da Katrina.".... Appoggiata allo stipite della porta del bagno. O Angela. A chiave? Accidenti. ba.. probabilmente l'amnesia e la sostituzione della vera identità con quella fittizia dell'alter ego letterario stavano lasciando emergere le sue inibizioni più nascoste. emise un sospirone contrariato. Dormire.

. mentre afferrava l'asciugamani e cercava di strapparglielo dalle mani. estremi rimedi."."Uh.... stava facendo la figura dell'idiota balbuziente. "Bo..". A parte che cominciava ad essere in preda al panico. Meglio optare per l'immobilità.. significava che Bones. Porca di quella miseriaccia.".. non nasconderlo. "Tu non sei in condizioni di.. desiderando di poter indietreggiare. oddio. Il piano d'azione si configurò velocissimo nella mente di Seeley.. "Tutto questo è ridicolo.....".. beh. Ti mantenevi immobile e il predatore rinunciava. d'altro canto...".o persino la Kathy del libro . Seeley si era già accorto di avere un'erezione.. perché mi aveva quasi fatto scordare quanto sei dotato. Cristo. insistette lei. "E. gli bisbigliò lei. Voglio prendertelo in bocca?! E da quando Bones .. Lucidità innanzitutto. "Uh.. trattenendo l'asciugamani. Kathy.si esprimeva così? Oppure era normale? Nell'intimità Bones diceva certe cose? In fondo non la conosceva in quel senso."... io.. quest'amnesia è davvero irritante. Ma sarebbe caduto come un fesso nella doccia. Bisognava giocare d'anticipo.. non era certo di quali fossero i suoi sentimenti in proposito.. probabilmente funzionava solo per le gazzelle. "Andy. Bones si stava avvicinando.. "Voglio prendertelo in bocca. "Hai un corpo bellissimo. per nulla disinteressata. aveva immaginato fosse meno fornito di quel che era. Ora come ora. Si coprì in fretta. In natura a volte aiutava... No!! A mali estremi.". "Sono assolutamente in condizioni". Il resto della mercanzia era completamente in vista e Bones di sicuro apprezzava. Non ci fu necessità di seguire la direzione dei suoi occhi. Ok. Ne abbiamo già parlato.. questo come doveva interpretarlo? Come un complimento o un'offesa? Se Kathy si sorprendeva delle sue dimensioni. "Perché ti sei coperto?". Seeley fece ostinatamente forza in senso contrario.. .... sempre più vicina. Mmm...".. L'asciugamani volò per aria e ricadde orribilmente lontano.. Abbassò lo sguardo. la voce roca. Ed in più insisteva a tenersi l'asciugamani contro la gola. Calma.. Non è il momento adatto".".. "Sciocchezze".. mugolò lei. Anzi.. Vinse lei. con un tono lascivo e conturbante che non le aveva mai sentito usare. "E lo è anche lui...

"Pronto?".... fresco e scivoloso... gli occhi luminosi e pieni di un invito esplicito. Attacco frontale.". ansimò lei. Lucidità! Lucidità! "Uh..... Seeley guadagnò la soglia del bagno.. Bene. Di quelli senza respiro... Sì. amico.. ho l'udito fine"."Ho un'idea migliore.. "Sì. "Scusami. "Eh? Ma chi è?".. la voce un po' impastata. "Ehi.. "Sono io. "Che cosa... Resisti.... bisbigliò lui.. Una sensazione unica ed eccitante. le sussurrò allusivo..". guarda che il maniaco che ansima al telefono non va più di moda. Schizzò nel bagno e si chiuse a chiave. non si era accorta della sua sparizione? Angela rispose dopo cinque o sei squilli. Era persino imbarazzante. vibra?".. Quindi la baciò. Risultava praticamente impossibile credere che quella fosse Bones e lui la stesse vedendo in un tale stato di abbandono sensuale. con il pigiama mezzo sbottonato che lasciava intravedere un capezzolo roseo ed indurito.. cioè. Eccola lì. Gesù.. Bones ammutolì. No.. Con le labbra aperte e la lingua. Non. "Sì. Incredibile.. che bacio.. resisti! La raccolse tra le braccia e con impeto la portò sino al letto. ".. separati dalla sua pelle soltanto dal raso. Angela.". Oh.. "Il mio cellulare! E' nella tasca dei miei jeans appesi in bagno!"... dai. senza fine.. . oh... Ho.... Gesù. vibra!". Potrebbe essere il detective Harding.. "E tu lo senti vibrare da qui?".. A proposito. "Ti prego. Angela.. Non brillantemente... la bocca umida ed arrossata.... devo rispondere. Recuperò il telefonino e digitò il numero di Angela.". più o meno..".. Era fondamentale evitare il coinvolgimento."."..". "Mi devi aiutare. Prima fase superata. esclamò. Modello pasto completo. con nonchalance e una mano sui genitali.. L'erezione non dava segni di cedimento. Camminando all'indietro. Una tattica rischiosa. dov'era finita quella disgraziata? Dormiva in camera con Bones. Almeno non in maniera compiuta. Seeley non aveva mai pensato che un giorno. I seni di lei si schiacciarono contro il suo torace.

"Eri nudo?". Ero convinta che si fosse addormentata e mi sono appisolata anch'io..". Tu intanto vieni a recuperarla e costringila a dormire. "Non mi importa quel che preferisce il detective Harding. Lei si alzò. CERTO CHE ERO NUDO!! Lo sono anche adesso. "Naturale che mi importa. Dobbiamo discutere di alcuni indizi che. Infilò furiosamente i vestiti.. . fingiti preoccupata..".. Spegnendo il cellulare. se si rifiuta".. Che ti piaccia o no.". no. Tu resti in albergo.. Abbattila con un colpo alla tempia.? E perché stai ansimando nel mio cellulare?". Risuonò del trambusto. Seeley si rese conto con sollievo che l'eccitazione stava scemando... sono io! Booth!"...". seduta sul letto. Me la sono ritrovata davanti uscito dalla doccia e. no. Forse così riacquista la memoria.. ok. "Andy! Ma che cosa. inspirando ed espirando. "Vieni a cercare Bones da me..". "Oh.. sconosciuta.. Io non so niente di niente. Oh. Mi aspetta di sotto. "Non lo so.". "Ti accompagno"."ANGELA!! Cristo. la incalzò Seeley. A buttarmi in qualche palude.". Io le dirò che mi ha chiamato il detective Harding e devo uscire". Seducente. calda... "E dove andrai?". "Dalla doccia?". brancolo nel buio. E di nuovo la reazione di lei gli giunse nuova.. sei ancora convalescente e anche il detective Harding preferisce che tu non ti muova". Temperance.. Ma dov'è? E' lì?"."... Lo sai.".. "Non ti starai atteggiando un tantino a drama queen? Dopotutto.. Come ti aiuto?". sussultò.. "Non sto ansimando! Sto bisbigliando! Non voglio che Bones mi senta!".".. verrò violentato nei prossimi dieci minuti.. "E' un'idea.. "Angela.. "Già. girò la chiave e dischiuse la porta. con le mani in grembo.. Con tono dolce. lo interruppe Angela. "Mmm.. "No. Bones. La vide assumere un'espressione tenera.. bofonchiò Angela e riattaccò. "Ok..... poi. "Il detective Harding. "Booth... carezzevole... In compenso avvertiva un principio di emicrania. un'imprecazione... "E come potrebbe sen. "E di quello che preferisco io ti importa?". no. In effetti faccio sempre la doccia con una tuta da sci. E se non mi aiuti.

".".. "Teresa.. E adesso? Sperò che alla reception ci fosse un portiere in vena di chiacchiere. ragazze". Lo dissero insieme. sorrise.. Si fermò soltanto a metà del corridoio... Angela spinse Seeley di lato e si precipitò verso Temperance. Seeley sbattè le palpebre e distolse lo sguardo. "Non la trovo!! Non trovo più Br. Seeley ne approfittò. fissando Bones. Parlando di drama queen. Kathy!".... "Io devo scappare.". "Scusa.. "Buonanotte. mi dispiace.Bussarono. lo afferrò con tragico slancio. Angela. Proprio come due adolescenti colti in flagrante...... in vestaglia e tutta scarmigliata. Non appena ebbe aperto.". Prima di uscire. Che lo guardava come la vera Bones non avrebbe mai fatto. . "Sei impazzita? Potevi almeno avvertirmi.".. "Ho un appuntamento con il detective Harding in centrale. sovrapponendosi. "Sono qui".. "E' qui".

e appoggiandosi su un gomito.?". Temperance si morse le labbra... presumo di sì. che andava ben al di là della semplice amnesia.. annuì Temperance. lo so. per ascoltare l'amica... Miseriaccia. sì me lo hai raccontato. nel romanzo.. "Qualcuno ti ha aggredita e hai perduto la memoria". "Non è stata colpa sua. lo sguardo fisso nel vuoto. pensierosa.. La loro amica e collega aveva subito un cambiamento radicale. chiese Angela circospetta.. "Non. Cioè. Mi ha presa in braccio e mi ha portata fino al . frizzante? Divertita? Ora Angela iniziava a capire l'inquietudine di Booth. Totalmente inedita.. "Beh.. e senza eccessivi pudori. Pareva che in lei fosse emersa una personalità fino a quel momento nascosta o negata. "E. Così si fa". infilandosi di nuovo sotto le lenzuola.".. "Brava. ammiccò infatti. Temperance rise. Caspita. Non gli ho lasciato molta scelta......". Kathy si era confidata con Teresa.. in passato. non è facile resistere ad Andy quando è nudo.. "Ti stupisce? Non ti avevo raccontato che a San Francisco. Ma è.. "Siete stati insieme?" la interruppe Angela. "E' stato bello... però mi avevi anche spiegato che volevate rifletterci e ritenevo che Andy avrebbe atteso che tu ti fossi ripresa per..".."..".Capitolo Quattro "C'è qualcosa che non va". per cominciare c'è il modo in cui mi ha baciata.... le sopracciglia aggrottate. Eppure Temperance non si era mai dimostrata tanto. "Sì. Ad Angela scappò un sorrisetto. considerò cupa Temperance. "In effetti".. Qualcosa non va in Andy". E Angela ammutolì.. rammentando che. "A me non sembra. ecco. Non mi riferivo a quello. "Certo. E' solo preoccupato per te".".. perché lo pensi?". insomma.. "Ehm. Eccitante. Come se stesse recitando una parte. Ma.. Era appena uscito dalla doccia e. Una risata da ragazzina maliziosa. a gambe incrociate sul letto... Avevano già chiacchierato di uomini e di sesso... Angela sospirò. "No. Intendevo Andy. commentò Angela.?". "Baciata?!".. "Sì"... Cosa è successo di preciso? Ti ha baciata e.. "E' come se non fosse del tutto se stesso. Non ho mai avuto il piacere.

dunque. "La scusa?". Stava sopra di me. Si interruppe.......". il cellulare aveva vibrato sul serio. "E' colpa di questa dannata amnesia.. ma tu devi collaborare. "Dopo si è chiuso in bagno e sono certa che abbia veramente parlato al telefono. quindi che avevano appuntamento in centrale". e tu credi davvero che sia stato in grado di udire la vibrazione di un cellulare? Dentro la tasca dei jeans appesi in bagno? Avrò perduto la memoria. E c'è ancora il tuo aggressore da individuare e catturare.. ha mentito"... le guance di Temperance si arrossavano.. Era così diverso.. Sbuffando.. Qualcosa che ho dimenticato e Andy non vuole rivelarmi". Strinse un pugno. perché io lo sono.. Kathy.. maledizione. "Ascoltami. Mi sento in trappola... però.. gli occhi rilucevano. Noi tutti.". per adesso. io. Solo il puro panico poteva averlo indotto a rifilare un'idiozia simile. si è tirato indietro. "All'improvviso. "Già. Angela non sapeva se piangere o ridere... . Ah.. cauta. ma non il buonsenso". "Allora.."... Come se non avessimo mai fatto sesso. "Non crearti ulteriori problemi. "Ma perché?". esclamò Temperance. E dopo?".. Seeley. che non riconosco..letto. azzardò Angela. Almeno in questo non appariva cambiata.. Mentre parlava.. inventando la scusa che aveva sentito il suo cellulare vibrare. andiamo.". "Ok. Angela le parlò con dolcezza. "In ogni caso. al cospetto di uno scheletro sul suo tavolo.... Dentro una mente che non mi risponde.. uhm. Terry.. Temperance si abbandonò tra le lenzuola. Andy. Angela finse perplessità. "Quando?". ci adopereremo affinché quest'incubo termini presto. "Ha mentito... mi capisci?". "Oh. forse.. "Le questioni personali andrebbero rimandate. "Non ne ho idea!".".". Forse Andy mi sembra differente. "Si è contraddetto: prima ha affermato che il detective Harding lo aspettava di sotto.. poi.. Effettivamente. L'espressione di Temperance era identica a quella che assumeva in laboratorio. eccitato da impazzire. che razza di confusione!! Possibile che delle avances un po' spinte lo mandassero in corto circuito in quel modo? Bisognava che qualcuno gli ricordasse che era un uomo cresciuto. "Magari non ha torto". Povero Seeley. il dottor Spencer. contrariata.". Prima dovresti cercare di guarire. Deve essere accaduto qualcosa dopo il nostro ritorno da San Francisco. Teresa.

.... Il cellulare suonò. Gli sarebbe piaciuto essere stanco. no? Ogni uomo normodotato si chiedeva presto o tardi come potesse essere a letto una bella donna che incontrava tutti i giorni. Domande. Così... è meglio.. Seeley continuava a leccarsi le labbra. Vai a nasconderti.. però aveva comunque la netta impressione che i pantaloni gli sarebbero rimasti stretti per il resto della vita. Terry.. per carità. lo spero. "Dormiamo? Magari una buona dormita ci porterà consiglio. era capitato che si fosse posto certe domande.. ricettiva. beh. Ed inizia con il riposare. sotto di lui. Le tue relazioni sono cominciate tutte in questo modo. Sprofondato in un divanetto della hall dell'albergo. Unì alla domanda un bel sorriso. Anzi.. e la sua immaginazione non era riuscita nemmeno a sfiorare la realtà. "Dove sei?".. "Lo spero..". "Qui in albergo. Ormai l'erezione era passata da un pezzo. nella hall.". Dio. Ti va?".. Aveva sempre considerato Bones attraente e. Il sapore di lei non se ne andava. La voce di Temperance si affievolì. che sorpresa. Si agitò nei pantaloni troppo stretti. Torna in camera tua. Proprio non voleva andarsene... Qualche problema?". la sua bocca.. Quasi rotolò giù dal divano per rispondere il più in fretta possibile. "Grazie di essere qui". curiosità. lo ammetteva... no. voluttuosa. "Sono io". "Le migliori amiche esistono per questo. che sorpresa. dai.. sussurrò Angela. che sorpresa.. Con una curiosità totalmente innocente. Se l'era domandato e basta..... Accoccolandosi su un fianco.. senza scopo.. che sorpresa. Brennan si è addormentata. Per esserci".concentrati su quelli più urgenti. "Booth". Ma che furbo che sei. "No. Gesù.. Maledizione.. Ma era naturale. Una curiosità totalmente innocente..... Sarai stanco. Ah. Nonché per salvare il didietro (e varie altre parti anatomiche) di un agente dell'FBI decisamente nei guai.. la luce di calda aspettativa nei suoi occhi. morbida. Lo teneva nella tasca posteriore e gli squilli producevano un bizzarro effetto dentro i jeans rimpiccioliti. sorrise di rimando ad Angela.. la sola idea gli provocava una sensazione di nausea.". . La pelle di Bones. Stanco.. sì.

Peccato che non fosse esattamente torpore quello che provava... "A scanso di equivoci mi sigillerò a chiave", brontolò. Giunto di sopra, scorse Angela, in vestaglia, che lo attendeva nel mezzo del corridoio. "Ehi". "Ehi... Che ci fai fuori della stanza?". "Volevo...". Angela serrò le labbra, rammaricata. "... mi volevo scusare". "Scusare... di che?". "Entriamo da te un attimo...", propose lei. Stringendosi nelle spalle, Seeley aprì la porta. "Che c'è, Angela? Cos'è questa storia delle scuse?". "Te le devo", insistette la ragazza. "Finora ti avevo preso in giro, pensavo che esagerassi con la tua preoccupazione per le condizioni di Brennan, ma... Santo cielo, avrei dovuto darti retta". "Che è successo? Cosa ha fatto?". "Niente di particolare... E' stato tutto l'insieme... Brennan non è più Brennan. E non è neanche il suo personaggio. Non è Kathy. Non so assolutamente chi sia". "Già. Congratulazioni per essertene accorta", sogghignò Seeley sarcastico. Poi scrollò il capo. "Perdonami, non intendevo essere villano, ma...". Angela lo stava guardando con vaga tenerezza. "Sei scombussolato, eh?". "Scombussolato? Beh, non capita tutti i giorni che la tua partner ti salti addosso nel bagno dicendoti che vorrebbe prendertelo...". Ops. Seeley si autocensurò all'ultimo secondo. "Sì, ecco, che...". "Oh. Mio. Dio!". Angela si tappò la bocca per soffocare una risata. "E' come se Zack entrasse nel bagno del Jeffersonian e mi dicesse che vuole lec...". D'un tratto le passò l'istinto di ridere. "Mmm... mi si è dipinto nella mente un quadro che avrei preferito non ci fosse...". "Anche nella mia". Seeley si tolse il giubbotto, gettandolo con stizza su una poltrona. Ci mancava solo l'immagine di Zack Addy che si cimentava in un cunnilingus. Adesso il suo parco-incubi era completo. "Chiudiamo la faccenda, per stanotte. Rifugiamoci nell'oblio". Per pietà... "No, aspetta... Brennan crede che tu le nasconda qualcosa". "Tipo... che non mi chiamo Andy Lister?". La stanchezza iniziava davvero a sopraffarlo. Stanchezza emotiva. "No, figurarsi... ", sospirò Angela ed in breve lo mise al corrente del dialogo avuto con Temperance. "Dalle ad intendere che ha ragione, che nel vostro rapporto ci sono state novità importanti dopo San Francisco e che ne

parlerete, ma solo quando avrà recuperato la memoria", lo consigliò. "Sii convincente, irremovibile". Strinse un pugno. "Sii duro". Le pupille di Seeley si dilatarono. Angela allargò le dita di scatto. "Ti auguro la buonanotte?". "Sì", gemette lui. "Magari". "Ok... ma tu pensaci". Lei gli sorrise mesta dalla porta. "’Notte ". “’Notte...". Pensarci... Rimasto solo, Seeley fu in grado di compiere unicamente due gesti elementari: chiudersi dentro a chiave e spegnere la luce. Non scostò le coperte, crollandoci sopra. E non si svestì. Troppa fatica togliere quei pantaloni così stretti.

- Capitolo Cinque Angela accavallò le gambe, schiarendosi piano la gola. Booth era silenzioso. Sedeva accanto a lei, nella saletta d'aspetto dello studio ambulatoriale del dottor Spencer, i gomiti sulle ginocchia, il volto rabbuiato chino a fissare le piastrelle del pavimento... Quasi quasi avrebbe voluto mettergli una mano sulla schiena e fargli affettuosamente pat pat... Ma pensò che non fosse opportuno. Lui sembrava ancora teso come una corda di violino. Ed immaginava che avesse anche una fame del Diavolo, dato che era sceso dalla propria camera quando ormai lei e Brennan avevano già finito la colazione. Angela poteva scommettere che il suo ritardo non fosse stato casuale... E bisognava comprenderlo. Se n'era resa conto solo una volta ritornata a letto, quella notte, nel buio... L'esempio di Zack che le proponeva un... Sì, beh, meglio dimenticare... chi lo sa come le fosse mai venuto in mente... Ma ecco, in effetti, il punto fondamentale: Angela non era affatto attratta da Zachary Addy e una sua improvvisa profferta sessuale rappresentava un'eventualità fantascientifica e demenziale... Mentre invece Booth era attratto da Brennan. Eccome, se lo era. Nonostante fosse disposto a negarlo anche in confessione. E... Oh, mamma... averla tra le braccia, disponibile, disinibita... Poverino!!! Che shock!! Lei stessa, poi, affondando il coltello nella piaga, non doveva averlo aiutato granché... "Booth...", iniziò a dire. Il cellulare di lui spezzò il suo tentativo di discorso. "Scusa", bofonchiò Seeley. E la sua espressione divenne immediatamente attenta, non appena ebbe risposto. "Detective Harding, buongiorno... Sì, siamo in ospedale, la dottoressa Brennan è con il dottor Spencer... No, non credo che... Graham Legiere? Uhm... capisco... Sì, d'accordo... Allora mi viene a prendere? Perfetto. Esco subito". Chiuse la comunicazione alzandosi in piedi. "Che succede?", domandò Angela. "Graham Legiere è uno dei medici legali che ha lavorato all'obitorio con Bones. Pare che, la sera dell'aggressione, se ne siano andati insieme". La mascella di Seeley si serrò. "Legiere aveva un paio di giorni di riposo, così l'hanno chiamato a casa, ma il telefono suona a vuoto. Il detective Harding si sta recando da lui e mi ha chiesto di accompagnarla...". "Bene. Ottimo. Qualcosa si muove".

Tu portaci buone notizie".. Rose Harding aveva conosciuto alcuni federali: in genere erano rigidi come stoccafissi.. "Sì. "Le sembrerà incredibile. ribatté Booth. Le indicò la porta a qualche passo da loro. "No. "Ottimo. "A me?". giubbotto. sorriso pronto e affabile. Non stava flirtando. "Lo spero". Finalmente. sembrava piuttosto uno dei suoi ragazzi. Socchiusa.. "Lo dice come se fossimo una razza a parte"..". mormorò Seeley e si incamminò risoluto verso l'ingresso dell'ospedale.. No. "Prego?". camminata sciolta. poi si bloccò. "Scusi. "Mi fissa la faccia". Non aveva proprio l'aria dell'agente dell'FBI.". imprecò Rose. Azione. dopo aver parcheggiato lungo la strada. Pensavo. d'accordo? Anche dopo che la seduta con Spencer sarà terminata. "Ho qualcosa sulla faccia?". un semplice poliziotto. E con una lieve ma chiara traccia di sangue sullo stipite. estraendo la pistola. al contrario. Però spari solo se strettamente necessario". E solitamente vestiti come becchini. A Rose scappò un sorriso. "Certo. oppure pieni di sé come palloncini di luna park. Grazie a Dio.. A voi federali in generale". Il suo territorio. lei lo capì.. Senti. agente Booth?". Questo Seeley Booth.. Contaci". Era un tipo a cui piaceva scherzare. . "Dannazione.. domandò Booth a bruciapelo. gioviale. ma lo insegnano anche a noi omini verdi del Bureau".. tu e Bones rimanete qui.". "Lo siete. lo rassicurò lei. "Guardi.. detective. Indagini. "Ti aspetteremo. Non mi va che giriate per le strade di New Orleans senza di me".. "Io di presunzione". Camminavano verso l'abitazione di Legiere.."Già.. maglietta. Simpatico.. "Sono due parole che si somigliano".. infatti". La mia personale". "Annuso odore di pregiudizio". Jeans. "Lei ha un'arma.

. studiandola dall'altro lato della sua scrivania..". Cristo. Tanto. tagliò corto Booth. Adesso ci era caduta dentro.. priva di argomenti. Nel profondo di se stessa.. Rose sospirò. E non capiva più niente.. per l'intero corridoio.. "Gesù. i colori del fiume sulla pelle. . "Dottoressa Reichs. una per cui la concentrazione rappresentava un dovere. Lei ha perso la memoria".. Ma è un'amnesia parziale.. Troppo. semibuia. Lo lasciò avanzare. Una volta di sopra i residui di sangue aumentarono in misura esponenziale... Pareva programmato geneticamente per essere quello che spiana la strada. E la pistola le tremò nelle mani..".... La casa era a due piani.... un punto fermo. beh. E quasi si vergognava di non ricordarsene. tanto sangue.. lei non si sta concentrando. Tutto in ordine. "Mmm. Mi segua di sopra e. "E' comprensibile.Entrarono spalla a spalla. "Già. giusto? Ho perso soltanto alcuni mesi. percepiva la sensazione precisa di essere una persona diversa..". Precedendola. Stava annegando? "Dottoressa. Specie sui gradini che conducevano al primo piano. Temperance si morse il labbro inferiore. dottoressa. Il suo subconscio deve reagire in qualche modo". Cosa che peraltro lui fece. "Mi scusi. lei ha subito uno shock molto violento. il tizio non aveva di certo avuto scampo. Ma era come se fino ad allora avesse camminato sulla riva di un fiume colorato.. Spencer aveva ragione e lei provava una sorta di malessere per questo. Non sappiamo cosa possa aver vissuto la notte in cui è stata aggredita... dottor Spencer. "Non mi ascolta". la rimproverò il dottor Spencer.. Lo so". udendo la sua esclamazione di orrore. "Vuole parlarne?". Ho la mente altrove". senza mai avere il coraggio di bagnarsi in esso. Perché allora mi sento come se avessi cambiato identità?". "Starò attento a non calpestare il sangue. Ma solo per il tempo che impiegarono a salire cautamente le scale.". E le pozze scarlatte convergevano tutte verso una stanza: a quel punto Rose desiderò istintivamente che fosse Booth ad andare avanti. "Sono perplessa".. Se apparteneva ad un unico essere umano. Me lo sentivo che sarebbe stata una pessima giornata. La cosa la irritò.. ma le tracce di sangue all'interno erano più evidenti e copiose. "Oh. appena varcata la soglia..

"Credo di aver compreso quale possa essere una possibile spiegazione. "Può darsi. "Nel senso che è di lui che voglio ricordarmi. "Andy ha una relazione con la mia amica Teresa". So che dovrei cercare di ricordare cosa è accaduto. Come se avesse paura di esserlo ancora". chi mi ha assalita.... rivelò lei.. "No.... Il seno di Temperance si alzò ed abbassò in un grosso sospiro... dottoressa. "Lei e l'agente Lister siete.. inafferrabili. Avvertiva dell'altro. Ma.. "Ma. Ho tentato di sedurlo. "In che senso?".. ieri sera.". Il dottor Spencer scribacchiò un appunto e riprese a scrutarla..?"...". ... ma poi deve essere successo qualcosa che non rammento. "No. "Andy". "L'agente Lister". "Di negativo?".".". incuriosito. "E sarebbe?". confessò. "Mi dica qual è la sua priorità. Però Temperance era scettica. Ma stranamente non è la mia priorità. Un sì tondo e preciso...Chissà. "No. Il medico raddrizzò le spalle. "Ne ha discusso con l'agente Lister?"..... "Non è l'aggressione a tormentarmi. forse. "Come se non fosse più interessato a lei?". Solo un sì. Di quello che è successo tra noi nelle settimane che ho dimenticato". ed è letteralmente scappato"... "E' così importante?".. la incitò Spencer.. "No?".. "Amanti? Lo siamo stati. "Sì"... Motivazioni che le sfuggivano tra le dita."..?"."..

Forse. giusto?". "Oppure. "Perché conosco Temperance Brennan". ma non è un'assassina.. "Non me ne rendo conto. dopo Katrina. Fissò Seeley. "Mi sono capitati cadaveri in cattive condizioni. "D'accordo.. Lanciò una rapida occhiata al muro a cui era stato inchiodato Legiere. aggirandosi nella stanza.. "No". Ma l'avverto.Capitolo Sei "Dio Mio".. Detestava il modo in cui lei aveva pronunciato la parola partner. Mi illumini". "Vuole che la illumini? Perfetto. Seeley se lo augurava. "Mio Dio". mormorò infatti Rose. Lo stomaco che gli si contraeva per l'apprensione.. Io ne sono sicuro". "Ma questo li ha battuti tutti. Saranno le prove materiali a parlare. vero. "E che. La detective assunse la sua stessa posizione.. Se il sangue maschile rinvenuto sugli abiti della dottoressa risulterà appartenente a Legiere. come avevo già immaginato io. "Bene". avrebbe smesso.. Rose Harding lo stava ripetendo da ore. Il dottor Legiere ha lasciato l'obitorio con la dottoressa Brennan. che la situazione della sua partner potrebbe aggravarsi?". le mani sui fianchi. "Già.. mentre gli agenti della scientifica facevano i rilievi. Sventrato e sfigurato. la dottoressa Brennan ha assistito all'assassinio e poi è riuscita a fuggire.. A volte nella variante opposta. ribatté Seeley. poteva comprenderla. tagliò corto Seeley. "Si rende conto. Deglutì. La Harding allargò le braccia. "Dio Mio". "Perché è uno che la sa lunga. E l'amnesia è frutto dello shock". la dottoressa mi dovrà delle spiegazioni". Certo. come avevo già immaginato. fronteggiandolo. Un'immagine orripilante. Altrimenti sarebbe stato costretto a spararle.". replicò Rose a denti stretti. Lei stesso ha affermato che è esperta di arti marziali". l'assassino è Brennan ed ora finge di essere smemorata per cavarsela".. "Le sue contusioni potrebbero essere il risultato del tentativo di Legiere di difendersi. agente Booth: se è il sangue di Legiere quello sugli abiti della sua amica e se in questa casa verranno trovate le sue impronte o qualsiasi altra traccia che riconduca a lei. "Significherà che sono stati aggrediti dalla stessa persona". . Non solo.".. la notte della sua presunta aggressione.. adesso che il corpo di Graham Legiere era stato portato via. E il medico legale ci ha già confermato che il decesso risale proprio a quella notte. Non la sopportava più.". amnesia o no.

insistette Temperance.. detective". beh. "Eh? Perché?."Ovviamente". "Sì.. Le labbra di Temperance si serrarono. ok. Tra un po' scommetto che mi afferrerà la testa e la rovescerà per osservarne l'interno... Non sia mai che la mia presenza finisca per intralciarla.. Pensavo a. Teresa?".. Era la risposta giusta? L'espressione di Temperance non le suggerì alcunché. uhm. Di nuovo quel tono. però. "Buona idea. Sto benone. incerta sull'interpretazione di quella strana richiesta.. "Sei stata aggredita e hai un'amnesia e vuoi sapere come me la passo io?". Nel primo romanzo e nella bozza del secondo esistevano riferimenti alle vicende private del personaggio di Teresa? Si parlava di un boyfriend. di una famiglia? Non se ne ricordava.. "Forse sono stanca di parlare solo di me.. "Come sto. Anzi. penetranti. Sedevano a un tavolino del bar dell'ospedale e si sentiva gli occhi di Temperance addosso.. aggiunse Rose. Le capitava se aveva dubbi su come agire. Oppure le avrebbe sparato sul serio. Ansioso di mettere una sana distanza tra loro.."... pensavo. Le darà uno strappo uno dei miei uomini".. Si vivacchia.. come te la passi?". "Pensavi?".. Con una sfumatura insultante. L'altra era talmente presa da quell'attento esame che non le rispose subito. "No.". "A cosa? Alla terapia? Ci sono stati progressi?".". a raccontarle le novità? Forse la aiuterà a ritrovare la memoria perduta... Lui le scoccò un sorriso rigido e se ne andò.. sbatté le palpebre solo dopo qualche secondo.. Cristo.". "Perché mi guardi così?". sì... Soltanto ulteriori . domandò Angela.. "Mmm.. come fa con i teschi. Angela ridacchiò.. Intensi.. che discorso pietoso.. Per il momento no".. allusiva. continuando a scrutarla.. cioè.. Angela posò i gomiti sul tavolino e si preparò ad ascoltare.. tu. sibilò Seeley...? No.".. "E.. perché non torna in ospedale... tu come stai. Anzi. in generale. ".. dall'attaccatura dei capelli sino al mento. ? In che senso? Di salute?".... sulla parola amica. esci con qualcuno?". Le solite cose.. "Se esco con.. E adesso in effetti la sua faccia era tutta un dubbio. "Ovviamente. non so.. ".

Se la svignò. Sono entrato per primo nella stanza in cui era inchiodato e ho intravisto uno sfavillio. beh....". ?"."... letteralmente. esclamò Angela.. E' sufficiente che ti dica che era inchiodato ad una parete... Se è quello di Legiere e se in quella casa troveranno solo le sue impronte. vado un attimo al bagno. Da pallida che era.".. sospirò Seeley... sincera.". "Il dottor Spencer.. "Appeso a un polsino della camicia di Legiere".. e Angela rimase attonita a fissare il vuoto di fronte a sé.. Se vuoi scusarmi.". Più di quella mattina. "E bella grossa". Sorvolerò sui dettagli. Il sole che filtrava dalle persiane colpiva l'orecchino facendolo brillare. "Sottratto al luogo del delitto.".. grazie. "Chi?"... tentando di prenderle la mano sana. "E' l'orecchino di Brennan!!". Seeley le rivolse un'occhiata significativa.. Accidenti. infilando una mano in tasca e tirandone fuori un oggetto che le mostrò. E' tutto a posto? Il dottor Spencer ti ha detto qualcosa che ti ha turbata?".. La Harding decisamente non crede che si sia tutti innocenti sino a prova contraria.. Abbiamo trovato Graham Legiere morto".. Impallidendo.".. Seeley sopraggiunse mentre cercava di contattare Spencer al cellulare. "Quello che le è stato strappato durante l'aggressione! Dov'era?"..dubbi. "Ma è scorretto!!". "Già. sì". "Temo che potrebbero diventarlo presto... Terry. "Kathy. "Pure questo. Hai cattive notizie?". "E' irreperibile".. Seeley scostò una sedia e l'avvicinò alla sua. "Ha un'urgenza. Volevo sapere di che avevano discusso lui e Brennan: è chiaro che. "Lo so. E per un motivo diverso.".. "E l'hai. "Se l'avesse trovato la Harding avrebbe immediatamente dedotto che Legiere lo aveva strappato a . intervenne Seeley. Angela diventò grigia.. "Oddio. "No. Ha il mirino puntato su Bones e non aspetta che di poter premere il grilletto". "Bones era sporca di sangue maschile.. Le sopracciglia sottili di Angela si aggrottarono. ammise Seeley. lo sai. Angela lo guardò con più attenzione e notò quanto fosse teso.". brontolò. mormorò Angela. "La camicia del cadavere?!".. "Anche noi abbiamo un'urgenza"... E' che. Temperance si alzò di colpo in piedi. "Molto morto. "Cielo. "Puoi confidarti...

E' la mia partner.. Angela. Non ho dovuto rifletterci.". ha tutta la mia fiducia". Booth. ". Nessuno dei due si accorse di Temperance.. "Sono preoccupato per Bones. . Chinò il capo. gli sorrise Angela e.... gli accarezzò un braccio. "Si tratta di Bones. L'ho fatto e basta.. Intendeva uccidere anche Bones e lei gli è sfuggita.. che li osservava in silenzio dalla porta del bagno. "Per lei e per te... Hai nascosto una prova. spinta dall'istinto. così ha usato l'orecchino a proprio vantaggio. "Sei l'ultimo dei cavalieri. Della vita di Brennan. Angela si piegò per incrociare il suo sguardo... E' il vero assassino ad averlo messo lì.Bones per difesa. Seeley.". Angela. Era contenta che Seeley Booth facesse parte delle loro vite.". Lui sollevò gli occhi scuri. stima. gratitudine.. Con affetto. "Io lo sono per entrambi".

La invidiava. concentrarsi sulla propria memoria. a causa dell'amnesia.. gliel'aveva impedito. No. una stretta interiore.e. Una voce. estasiata.. Temperance evitò la propria immagine riflessa. Si rannicchiò in posizione fetale. una verità dimenticata. Forse indigesta.. E poi Andy le era andato incontro..chi accidenti era questo Legiere? . sul mistero dell'aggressione.. le era parsa dilatata... Se cominciava a pensare ad Andy non avrebbe dormito per nulla. a parlare di sospetti con il dottor Spencer e ad accumulare altri sospetti ancora.... che le intimava in un sussurro incessante di valutare i fatti. in particolare... come se quelle precedenti fossero state normali. Era un fatto che al tavolino del bar dell'ospedale avesse visto Teresa accarezzare teneramente Andy? Era un fatto lo sguardo d'intesa che lui le stava dedicando? Si portò il polso fasciato contro il seno. intimi.. Era stata una strana giornata... Non come si era scordata il resto. I fatti. così non funzionava. assaporando ciò che conta davvero. una che non conosceva. La infastidiva: vi vedeva un'altra Kathy. Inspirò ed espirò. sprecata. Trascorsa quasi completamente in ospedale. vicini. le aveva spiegato della morte di Legiere . Per poter passare oltre. mentre baciava Andy. mentre giaceva sdraiata. una che pareva volerle rivelare un segreto. senza il coraggio di esporli a Teresa. Là fuori si aggirava un assassino che aveva tentato di massacrarla.. frustrata. Nel letto gemello Teresa dormiva già da un po'.. sedendo sulla sponda del materasso. Qualcosa. sì... piuttosto come ci si scorda delle cose inutili toccando. . sotto di lui. Che terribile pasticcio. appeso sopra la scrivania della camera d'albergo. Era uscita dalla toilette del bar decisa a seguire il suggerimento di Spencer: fugare il più in fretta possibile i dubbi su Andy e Teresa.. Oh. sì.... Però questa. da chissà dove. La notte prima. Cominciare? E perché dovrei cominciare? Non ho mai smesso. si era totalmente scordata del proprio polso. Le faceva male e anche questo era curioso. e lei. del dolore.Capitolo Sette Passando davanti allo specchio... chiarire. Sentiva che lei non ci sarebbe riuscita così facilmente. Beh.. Ma li aveva colti in quella posizione complice..

. Che riconobbe subito... no. Se chiudeva gli occhi. il suo abbraccio emergeva dalle tenebre.. Seeley si affacciò alla finestra. Non doveva. Gesù. rilassando il capo in avanti. aveva ripassato mentalmente il piano d'azione per l'indomani: intendeva indagare un po' per conto suo. Non potendo dormire. Le hai rubate. l'anima. Il buio che imprigionava il suo cervello la terrorizzava e l'unica cosa che desiderava era rifugiarsi nell'abbraccio di Andy. E credeva pure in Temperance Brennan. sì. Non hai inquinato le prove. dove e perché fosse accaduto. con discrezione. lì a New Orleans faceva caldo. sotto la vigilanza di Spencer e Angela.dannazione. Dio. ma insistenti.. mentre Temperance sarebbe rimasta in ospedale. non aveva la minima idea di come. Specie perché a quello ci stai già pensando tu. La tensione dietro la nuca comunque non accennò ad attenuarsi.. Lasciò che la brezza tiepida e leggermente umida gli rinfrescasse la pelle nuda del torace e poggiò i gomiti sul davanzale. Attutiti. Lui credeva nella giustizia. no.. Serrò la mascella. no. Eppure il cuore. Non di nuovo! . ai tempi del suo problema con il gioco d'azzardo. Era primavera. Per tenerla al sicuro dall'assassino. Si voltò sul fianco sinistro. Infine scalciò via le lenzuola e accese l'abat-jour. Il suo abbraccio.. Di dolcezza. Accompagnati da una voce sussurrata. Sino a scommettere la propria carriera su di lei.. Oh... Sceso dal letto. Un sonno triste e popolato di ombre. no.. Sorrise tra sé.. Le tre e un quarto. Che non avrebbe perso. nasceva una sensazione di completezza e protezione. Non se ne pentiva. quindi sul destro.. E al posto della paura. ma anche per evitare che la Harding potesse accusarla di eventuale inquinamento delle prove. amico. il sangue lo assicuravano che questa volta la posta in gioco valeva il rischio.... Di casa. Gli sembrava notte da una vita. Il sonno la vinse lentamente. Aveva scommesso tante volte sul numero sbagliato.. non se ne pentiva affatto. I colpi alla porta lo fecero sobbalzare...

"... Indietreggiando. esclamò. scusa!!". Seeley si rese conto di avere ancora la maglietta impigliata alla testa e la tirò giù con uno strattone. COSA?!?! "Kathy. Appariva turbata. "No".. Voglio solo parlare. Nel corridoio calò il silenzio.. ". cavolo.". "Ma di che.. Forse era meglio recuperarla. "Colpa tua?".. indossava la vestaglia.. Un attimo. lo interruppe lei... "No!! Oddio..". davvero non. farfugliò lui.. Con riserva. "Non potevi dirlo a Teresa?". "Ti piace sul serio o la stai usando per ripicca?". EH? Seeley trasecolò. Seeley la guardò.. Lei arrossì. Cavolo. Lo sbirciò. Con la maglietta infilata per metà.. Andy". "Il vostro atteggiamento era inequivocabile. Kathy. Temperance era sempre più paonazza. ti stava accarezzando".. no. "Che insinuazione orribile!! Specie dopo che io. io?". Cavolo. al bar.. sospirò Temperance. ieri notte. In effetti io.Corse all'uscio. naturalmente. Bontà sua. Assunse l'espressione di una bambina in preda alla vergogna. ti sba. "Ok. Ho fatto un sogno. "Ti prego. Deglutì. "Non se tu mi apri"... a disagio.... bisbigliò lei. "L'altro uomo!! Quello con cui ti ho tradito!!". sullo schienale di una sedia.. sul punto di confessare chissà quale imperdonabile marachella. Con chi stava lui? "Con chi sto.. "Con Teresa. Temperance entrò. è stata colpa mia se abbiamo rotto e tu ora stai con Teresa.". "Preferivo dirlo a te". vero?".. "Di lui? Lui chi?"..". agitandosi.. "Mi sono ricordata di lui.... cavolo. e credo di aver ricordato qualcosa. Le aprì. racconta". Così si sentiva troppo scoperto.. "Credo che sia stata colpa mia".". E oggi..".". "Sveglierai tutti i clienti dell'albergo!!". non negarlo. adocchiando la propria maglietta. E' venuta qui in camera tua. "Mmm. . Inequivocabile? "Bo. "Kathy! Che succede?".. "Kathy.. "In che senso? L'aggressione? La morte di Legiere?".

non mi risulta che un mio collega. "Per proteggerti.. Non si riferiva a David. A CHI?! Nei suoi romanzi non comparivano altri federali in ruoli rilevanti. Avanzando. .. e?". Ma non ho attenuanti: ti ho tradito con un agente dell'FBI. amore?.. Dove accidenti doveva mettere i piedi? Inaspettatamente.. E per giunta mentre tu eri in ospedale. così mi hai affiancato un tuo collega...". quando Bones era stata presa di mira da una famiglia mafiosa su cui avevano in corso un'indagine. D'accordo.. Bisognava procedere con cautela... dato che era un tuo collega.. da congelarlo sul posto.. con davanti un campo minato da attraversare. Magari aveva sovrapposto la figura di Kent alla fantasia di un tradimento nei suoi confronti. Le si accovacciò davanti. "L'altro. un paio di mesi prima? "Non fingere di non saperlo. Specchi tersi di lacrime e disarmante sincerità. "Ti va di sederti? Riordiniamo un po' le idee insieme?".. d'altronde. Comunque io sono stato ricoverato. in divisa. non dei suoi. "Sei un autentico lord.. replicò circospetto Seeley.... "Sì. "Va bene.".. uomo?".. Spencer.. Sul serio.. non è fondamentale. li aveva avvertiti di una simile eventualità. di recente. A causa di un'esplosione". I muscoli di Seeley iniziarono a rilassarsi: finalmente una luce in fondo al tunnel! Lui era davvero stato in ospedale. perché ero in ospedale? Questo te lo ricordi?".. Quindi. "E per qualche motivo eri preoccupato per me. come se si trovasse ancora nel Golfo.. nei confronti di Andy.. con delicatezza. Andy. Cioè. "Kathy. Si riferiva a David. "Dunque. sorridendole per incoraggiarla. La spinse piano sul letto e Temperance lo assecondò docile.. Seeley fissò gli occhi di Temperance. Forse i ricordi di Bones stavano riemergendo mescolati e confusi.". E' impossibile che tu non ne sia al corrente. Peccato che il suo ragionamento non fosse altrettanto limpido.". che poi si era rivelato un collaboratore dei mafiosi.... E gli rivolse uno sguardo così intenso. uhm. "Giusto. "Questo non me lo ricordo. Al caso aveva lavorato anche l'agente Jamie Kent.. così carico di... un tuo collega.. lei sorrise.. va bene.. Seeley prese Temperance per le spalle. sì". quel tizio conosciuto su Internet. Perfetto.Attonito.".. E in che circostanze era avvenuta?".

Seeley Booth.. seppur solo di un nanomillimetro..". Booth?"..... seguendo un film romantico alla tv. ho sognato anche che siamo usciti a cena... Seeley era finito su una mina.".". Lei si zittì. ". si trattava di Jamie Kent! Vai! "Seeley Booth".... O farai il botto... La famosa esplosione che l'aveva spedito all'ospedale.. Caspita. il professor Stires? Da una fantasia di scrittrice? Poi. "Kathy. Chissà poi perché avevano guardato proprio un film di quel tipo. Click. lui non era se stesso.". Con una scena come quella descritta da lei. ma ho sognato parecchi momenti con lui. "L'agente che. Un melò degli anni Cinquanta."... Seeley. "Beh.. Perché nella distorta realtà alternativa della sua memoria. all'improvviso. la invitò in un sussurro... Loro due avevano ballato come idioti sulle note di Hot Blooded... che ti ho affiancato si chiamava. abbiamo cominciato a scherzare. Bones era rimasta a fargli compagnia. Mi ha riportata a casa. Io avevo un vestito chiaro. Non riesco a rammentare il suo viso. toccò a Seeley ricordare. quella sera. Ma Seeley non poteva confermarlo a Temperance. con la punta delle dita. abbassando lo sguardo. forza.. Ma sì! Certo! Il film! Durante la sua degenza in ospedale... come... Se si muoveva. Fermo..... In mille brandelli stupefatti. abbiamo messo della musica.. ho una netta immagine di noi che balliamo una canzone dei Foreigner.. appena. "Booth. "Sì. non so..". c'era la luna e..Jamie Kent. Le sfiorò una guancia.".. eravamo a casa mia e. fermo. "Continua.. mormorò Temperance. sarebbe saltato per aria. "Adesso .... Temperance arrossì ulteriormente. Eh? EH? Una cena? Un abito chiaro? La luna? E questo frammento da dove arrivava? Un appuntamento con David? Con quell'ex dell'autunno precedente... "Hai mandato Seeley Booth". lasciamo perdere. sussurrò abbattuta. Anche questo corrispondeva a verità. "Sicuro?". ". E una decina di minuti dopo lui era stato investito dall'esplosione del frigorifero di lei.

no. "Tu ne sei innamorato?". Sprimacciò i cuscini e le tese una mano. le passò un braccio attorno alle spalle. "No.. La Temperance Brennan che aveva conosciuto finora non parlava d'amore. rispose al bacio e. Temperance si sporse.. "Se la ami. Kathy.. Ehi.. il mento tra . deficiente!! La mina!!! Spiazzato. "E nessuno dei due ha le energie necessarie per affrontarla questa notte. Era stanco e aveva terminato le munizioni. dolce... in una parvenza di difesa. quel sapore.". annaspò con le mani... Esitante. il fiato corto.".. sono io il primo che hai ricordato. Quella bocca sulla sua.. Sostenendosi su un ginocchio. "Tranne che di sognare?". Ingurgitò. No. Bones. Seeley si rialzò.. Lei sbatté le palpebre.".". "Però non ho mai scordato te. "E non ti secca che il primo che ho ricordato sia l'uomo con cui ti ho tradito?". L'importante è che tu stai ricordando. la memoria ti sta tornando..". "Kathy... eh? Se si distraeva.". "Tranne che di stare bene"... al contempo. "Già.". allarmante emozione nel petto. Le stiamo facendo un torto. "Non preoccuparti di niente... Teresa?"... nel panico. perché ricambi i miei baci?". Bones gli mancava.. Angela è la mia migliore amica. Erano talmente squisiti.. Che saltasse pure. Seeley aggirò il letto e vi salì sopra dal lato opposto. ehi. spenta l'abat-jour.non conta quel che è capitato con chicchessia. bisbigliò. La mina. Non era mai così...". ma Kathy... Temperance reagì staccandosi bruscamente.. Si era distratto. sussurrò. "Non sono venuta qui per questo. Porco cane. Appunto. si rannicchiò al suo fianco e lui. E lo baciò...."....... Io propongo di dormire". E poi. "Non preoccuparti di Teresa".. "Dormire?". Kathy gli risvegliava una piccola.. cosa andava a pensare... "Ah. Un'emozione pericolosissima che al momento era troppo stremato per soppesare. sorrise Temperance. "E' una situazione complicata. calda.. proclamò con impeto. "Ma. si leccò le labbra. ansimò contrariata. Al diavolo la mina. "Insieme?".. E.

strampalati giorni. liberarsi dalla morsa della paura. Era Andy Lister quella casa? O era Seeley Booth? Angela è la mia migliore amica. L'aveva notato con alcuni secondi di ritardo: Temperance aveva inconsapevolmente chiamato Angela con il suo vero nome. Come se fosse tornata alla casa che tanto aveva cercato nella nebbia. Seeley avvertì una vaga fitta di rammarico. La memoria stava veramente riaffiorando. sciogliersi.. in quei pochi.i capelli di lei. La sentì cedere.... . per la prima volta. E.

"L'hai avuta fino a questa notte... Avevano davvero dormito insieme. "Ti stavo guardando". "Ciao". Ed eccoli. Non era completamente fuori di testa. E tuttora. Di nuovo quel film...".. Quell'abito chiaro. le donava da morire. Capì che lei stava per parlare.. . Lo accarezzò tra le sopracciglia con la punta di un dito. così. Di Bones.. E pensare che non ne ho mai saputo il titolo. "Non hai dormito?".......... Lei era bellissima. "... Bones accanto a lui. "Sì. Dio. addormentato. Spalancò gli occhi. Anzi..... Aperti. E una stanza con le luci spente. come stava comodo.. "Buongiorno". Agitandosi.". e.. ma sono sveglia da un po'..Capitolo Otto C'era la luna. sì. vera. Doveva toccarla. Una sola piccola parola... sussurrò lei. "Ho una ruga sulla fronte?". Seeley mugugnò insoddisfatto. con il corpetto stretto e la lunga gonna ampia. . fissi nei suoi. Verdi e blu. replicò lui. Un momento.. in stile anni 50.. ". gli mormorò.. "Eri teso". Sei. Quello visto con Bones in ospedale. dunque..".. sei molto dolce.. Il cuore gli accelerò. i loro corpi erano letteralmente intrecciati. beh... Altrimenti lei avrebbe compreso che era senza fiato... Quelli di lei.. Di Kathy.. "Oh.. sì. a ben rifletterci non ricordava neppure la trama. Enormi. Solo il particolare della presenza di Bones accanto a lui. Per tutta la sera lui si era incantato a rimirare il modo sensuale in cui il suo leggero scialle le accarezzava le spalle nude.. ma lui non poteva più aspettare... Così calda."..". intensi. Bones lo teneva stretto tra le braccia e aveva le gambe tra le sue. Temperance sorrise. e ti è sparita la ruga qui in mezzo..

svignarsela da quel letto. crescente ansito.. la voce spezzata da un lieve. no. "L'ho chiesto prima io. Bene. "Mi sento bene". l'avrebbe volentieri presa per il collo e strozzata. Eccome. Le lenzuola si aggrovigliarono intorno ai loro fianchi. "Non mi vuoi. no.". no. No... inedite. Kathy. "E una di queste è che voglio fare l'amore con te"...". La cocciutaggine tipica di Bones. Seducenti. Entrambi gli indumenti finirono sul pavimento mentre le sinapsi di Seeley cercavano una introvabile via di fuga. le rispose.". Seeley tentò di divincolarsi.. Kathy.". Invece lei. Che aggiungeva ai lineamenti di lei sfumature nuove.. no."Già.. "Potresti stare meglio..". Andy?". Lui rise nervosamente.. O forse si ripromise di tentare.. "Ti prego. Benissimo... A cosa stava gridando quel no disperato? . no... contemporaneamente. I suoi piedi strusciarono quelli di Seeley... "Ah. no. lei si mosse. Doveva alzarsi. sì.. Adorabile. c'era qualcosa di diverso.. Percepì le sue unghie sulla pelle e il sangue gli ribollì all'istante.. no. Lo girò sulla schiena e salì su di lui... Le dipingeva in viso un'espressione battagliera. Anche quando. ancora di più. no. Temperance aderì tutta al torace e all'inguine di Seeley.. E lui. In effetti non si spostò di un centimetro. no. Il fattore Kathy. No. no. domandò Temperance. replicò Temperance. parliamo di cose serie: hai sognato altri particolari? Novità?". Lo strategico cambio di argomento non funzionò. come si sentiva? Buona domanda. Seeley impazziva per quell'espressione.. Troppo.. Lei gli infilò la mano sana sotto la maglietta. oh. Però adesso. E intanto armeggiò con la vestaglia e con la casacca del pigiama. non.. prima che. "Non dovrei essere io a chiederlo a te? Sei tu quella con un polso rotto e un'amnesia. "Ora come ti senti?". "Dimmi che non mi vuoi ed io mi fermerò". "Io sto parlando di cose serie".

"Signorina Montenegro. "Detective Harding". seguita da due agenti. "E. sovrastandola ansimante. imprigionandola. gli sguardi che si mangiavano a vicenda. "Ma è pazza? Non può irrompere qui a notte fonda e mettersi a urlare il nome di Brennan! Comprometterà le sue cure e. rischiando di rotolare giù dal materasso.". risposero dal corridoio. Il tono suonava minaccioso e. chi è?". Dalle conseguenze. Per un attimo si fissarono l'un l'altra. Sì... "Sei tu. sì. avidi.. Da qualsiasi cosa che non fossero la bocca e il corpo della donna nel suo letto. Dal buon senso.. Ma che ore erano? "Chi.". Poi lui si sfilò la maglietta e staccò la spina. Dalla realtà. "Non è notte. bofonchiò con la bocca impastata. . devo parlare con la dottoressa Brennan". sì.. sì. Sono un brav'uomo.. pareva che Bren stesse ancora dormendo. sì.Alla prospettiva che lei continuasse o a quella che lei si fermasse? La contemplò. Lei era un'artista: gli artisti hanno i riflessi pronti... Vuoto. Freddamente le indicò il letto vicino alla finestra. Dal cervello.. Seeley si sollevò e ribaltò Temperance. Da tutto. La donna si bloccò. Oddio! A giudicare dal silenzio alle sue spalle. "Aprite. Eh? Cosa? Non appena realizzò l'evidenza. sibilò. Cavolo. Nemmeno io so chi sono. Booth?". Eppure improvvisò. sì. Angela sbattè le palpebre.. i capelli scarmigliati e il pigiama di traverso. annebbiata dal brusco risveglio. "Ehi!". Con un gemito quasi rabbioso. Sono le sette del mattino".. Ma in certi casi sono un uomo e basta. "Dov'è la dottoressa Brennan?". la interruppe Rose.. però. spingendo indietro la detective.. Bones? Kathy? Non gli interessava. I tonfi alla porta esplosero di colpo e Angela sobbalzò. Nuda per metà.. i seni pallidi e pieni delineati dalla luce perlacea dell'alba. Si precipitò all'uscio. Angela impiegò qualche istante più del necessario ad accorgersi che la Harding aveva usato il vero nome di Temperance. E lei non perse tempo a sincerarsene. Spinse Angela a sua volta. La sua bellezza lo colpì allo stomaco e il desiderio montò così violento da provocargli dolore. un lampo di panico le attorcigliò le viscere.".

"Signorina Montenegro.. Gli occhi di Rose si assottigliarono. le giuro che non ne ho idea. meditabondi.". decisa.. La Harding ritornò. Guardo io nel bagno. Però. dov'è la dottoressa?". per favore. "Io. E il dono dell'improvvisazione abbandonò Angela. scura in volto... pensò Angela. il cuore in gola. . allora. "Io forse sì.. Uscì. Rose alzò una mano e gli agenti sbarrarono il passo alla ragazza. Vado a vedere."Magari è in bagno. per i miei gusti". la smetta di chiamarla Brennan".... Cielo... Appunto.. con i suoi due agenti. Questa farsa è durata a sufficienza.. "Non si disturbi.". Lanciò un'occhiataccia alla Harding. ". La camera dell'agente Booth si trova sull'altro lato del corridoio. che aveva combinato Bren? Dov'era? Perché poteva scommettere che in bagno.... Maledizione.. Che razza di strega. giusto?".

"Succede che ho fatto lavorare i tecnici di laboratorio tutta la notte per avere il più in fretta possibile i risultati dell'autopsia su Legiere e la posizione della sua. era il segno di un morso quello appena sopra il suo capezzolo destro? "Ma conosce comunque l'anatomia umana. "Devo arrestare la vostra dottoressa. si girò per bussare.presumibilmente una lampada . E il viso e la bocca arrossati in modo imbarazzante. puntualizzò Seeley. "Sì? Che succede?". i pantaloni del pigiama infilati alla rovescia. Angela bussò di nuovo.. Si parò davanti alla porta di Booth. "Mmm. Spostatevi... "Prove indiziarie". Era a torso nudo.". I due agenti guardarono dubbiosi Rose: dovevano intervenire? Lei sogghignò. Quindi si rivolse ad Angela.. "Prego. è divenuta alquanto precaria. Kathy è lì? C'è il detective Harding e ha urgenza di parlarle.. non un chirurgo". Basta che ci sbrighiamo". ringhiò alla detective. Teresa. "E le incisioni sul cadavere di Legiere sono opera di qualcuno che ha pratica di bisturi". s'intromise Angela... Vuole sapere cosa succede. Angela ingurgitò il grumo di rabbia che le bloccava la gola e. incapace peraltro di distogliere gli occhi dal torace di Booth: era. Kathy è un'antropologa forense.Capitolo Nove Lo smarrimento di Angela durò lo spazio di alcuni secondi. "Vai da . signori. uh. prego. con aria minacciosa. Richiudendo l'uscio dietro di sé. Poi la porta si aprì quel tanto per permettere al corpo di Seeley di passarvi attraverso.. Dall'interno della stanza giunsero diversi suoni sovrapposti: borbottii..... replicò Rose imperterrita.. le prove sono contro di lei". agente Lister?". "Se si azzarda a chiamarli Booth e Brennan. le giuro che io le sputerò in entrambi gli occhi".. lo sbeffeggiò lei. Poi l'adrenalina ebbe il sopravvento e si lanciò fuori della camera.. "Il sangue sui suoi vestiti è quello di Legiere e non risultano tracce di una terza persona sul luogo del delitto?". scuotendo il capo. Si accomodi. con un'ultima occhiata in cagnesco. i capelli arruffati. "Oh.un'imprecazione e altri tonfi di dubbia entità. Seeley sospirò. Silenzio. "Andy? Kathy?".. no?". Rose mimò un applauso. "Bravo!". "Br..... Andy? Scusami.".. sostenne coraggiosamente lo sguardo intenso di Rose... scavalcando letteralmente la Harding e i suoi uomini.. qualcosa che cadeva .. "E le assicuro che so sputare con estrema precisione". partner.

"Incomplete?". Aiutala a. piuttosto che considerare che potrebbe esserci molto di più sotto?". Annuendo.. "Tenete presente che sorveglieremo le uscite dell'albergo"... "Nè di arrestare qualcuno sulla base di prove indiziarie ed incomplete". "Di chi crede che stiamo parlando? Della discendente diretta di Hitler? Preferisce credere che una stimata antropologa abbia massacrato un uomo e mentito con la ferocia e la freddezza di un serial killer... Non era il momento. "Questa commedia è inutile.. O arresto anche lei per intralcio ad un'indagine di polizia". non si deve permettere di giudicare ciò che non la riguarda". per fabbricarsi un alibi". per una giornata intera. no. Touché. "Non abbiamo nessuna intenzione di fuggire". Rose ridacchiò.Kathy. Sovrastò la protesta della donna alzando la voce. certo. Booth. "Non crede che sia indispensabile stabilirlo.". lo provocò Rose squadrandolo dalla testa ai piedi. ecco. Un esperto potrà chiarire se la frattura è autoinferta o provocata". la incalzò Seeley. come può poi Kathy avere avuto la forza di inchiodarne al muro il cadavere? Quell'uomo pesava di sicuro almeno venti kg più di lei". Seeley rise piano. Paonazza.". L'espressione di Rose non mutò. "Può essersi rotta il polso da sé. Angela recepì il messaggio e si infilò nella stanza come una mangusta. detective. dopo. "Già. "Eccome".. ammutolì. eloquente. su una soglia. "Ah. Vi aspettiamo nella hall.. "In effetti. ma io considero che ci sia molto di più sotto". Che mi dice del polso della dottoressa Reichs? Si ricorda che è rotto? Se Legiere gliel'ha fratturato difendendosi. "E ci avrebbe aggiunto anche un'amnesia. La brillante detective era caduta in fallo. si morse le labbra. prima di procedere ad un arresto?". mormorò Seeley.".. Nel profondo degli occhi di Seeley si formò una luce livida. "Allora avrà anche mostrato le lastre del polso di Kathy ad un esperto". attraverso uno spiraglio ancora più stretto di quello da cui era uscito lui. Ebbe un ultimo sussulto di orgoglio. Lui decise di non raccogliere la sfida.. Molto più di quanto voglia risolverla la polizia di . E per di un più in presenza di due sottoposti. "Vogliamo risolvere questa faccenda. a visionare queste benedette lastre. Lei. Non possiamo starcene qui. "Mi delude... "Io sono un professionista e lei. Pensavo che fosse un professionista e che ragionasse dalla cintola in su". Lo fissò con evidente rimprovero. Non c'era necessità di. "Sì che c'è necessità. sbrigatevi". Si interruppe. in procinto di ribattere. "Allora andiamo tutti all'ospedale. "Davvero?". Si sposti. "Sì.".

Rosicchiandosi un'unghia. "Che stupida". miseria ladra. "Crederà che stiamo litigando. altrimenti?". La voce di Seeley si incrinò... gli occhi di lei. "Non so cosa mi sia preso. per favore. "Già. E meno male che ci avete interrotti". no.. "Non.... ragazze". Di che accidenti stiamo parlando.. "Via libera?".". "Beh. Angela lo scrutò.... Seeley indietreggiò nella propria camera... "Stavate per. impaziente. per alcuni.. si lamentò Seeley. Ancora da baciare.. Ricevette un ultimo sguardo da Rose.. grazie".. "Oh."..?".. dettagli. "Non avevo pensato che.". Silenziosa. sarebbe stato come approfittare della sua amnesia. "Anzi. Così bella da spaccargli il cuore.. Se avessi fatto l'amore con Bones..?". "Ehi. E' convinta che io e te stiamo insieme perché lei mi ha tradito con me". "La Harding è..".. EH?.".. "Avete.. nel vedere Temperance... "Bones crede che Andy si sia messo con Teresa dopo che Kathy lo ha tradito . Capirono che Temperance tentava di origliare..". realizzò Angela. ". mamma.".. C'era mancato poco... Angela non commentò. "Sì. La porta si dischiuse. tirandola per un gomito..... diretto.New Orleans". Si stringeva nella vestaglia.. Non me lo sarei mai perdonato". non abbiamo tempo per nessun discorso... con la bocca ancora gonfia. Quegli occhi. Angela invece si attardò. "Fare l'amore?". Uno scricchiolio li zittì.. fissando però Temperance... Traduci in una lingua conosciuta. "No". non hai detto fare sesso.. "Non ti preoccupare". bisbigliò Angela. non lo abbandonavano.. Parlò ad entrambe. Ma proprio poco. Oddio. "Sì. E non ne sono fiero. Dobbiamo seguire la Harding all'ospedale. ". non arrabbiarti. lo so.. Le palpebre di Angela vibrarono.. Temperance annuì e precedette Angela nella loro stanza.". Stremato attese che la donna e i suoi agenti scomparissero oltre il corridoio e poi si coprì il volto con le mani. Vi lesse comprensione. lucido. intrigata. Oh. non cavillare. Una sorta di muta concessione. risplendenti come l'alba.

borbottò lui. "Ti aiuto?"... le spiegò Seeley. "C'è che ti ha proprio in testa. le domandò Temperance. Per fortuna era creola. la strinse forte.. Lui si rifugiò in bagno. mi dileguo". "Seeley versus Andy. Lei sorrideva.. So che frequenti Andy e praticamente ci hai appena scoperto a letto insieme.... Br. Booth. "Mi consideri ancora la tua migliore amica?"... già pronta. privata del punto fermo della propria identità e del controllo delle proprie emozioni.. ma in effetti non lo invidiava. "Voglio dirti che piuttosto che discutere su chi era a letto con chi e perché. Poverino... Da Temperance giunse un sospiro. Non occorse molto e il disagio di Rose aumentò.. Terry". per cui preferirei limitarmi alla Harding".. Angela comprese che non si riferiva alle accuse del detective Harding. le propose Angela. Gli occhi smarriti di Brennan la rattristavano. eh?". tesoro. ammiccò Angela. sforzandosi di non guardare il letto sfatto. non. Kathy. "Sii sincera... "In maniera un tantino contorta".". Temperance corse da lei. "Con tutta la linfa!! Cavolo! La memoria allora le sta tornando. "Che c'è?"..". Angela sorrise. "Oh. Il respiro che non si calmava. Temperance si infilò la giacca con una smorfia. "Ho tanta paura. Nemmeno Andy Lister". Terry. "Sparisci". Si bloccò.. sull'orlo delle lacrime. Lo aveva preso in giro. naturale! Non esiste un uomo che potrebbe farmi cambiare idea su questo... "Ok. a causa dell'ingessatura. Di prima mattina posso affrontare solo un grattacapo alla volta. Allargò il sorriso. L'altra esitò. poi. E le braccia. E non seppe cosa risponderle. E in verità cominciava ad essere stanca di recitare una parte. Accarezzandole i capelli.".. "Non adesso.". preferisco assicurarmi che la mia migliore amica non finisca in prigione ingiustamente". "Mangiata la foglia?". Doveva essere terribile vivere nella confusione più totale. Vorresti dirmi che lo consideri un semplice grattacapo?". Non si era espressa duramente. ora.". "No. "Senti. . Per quel che è successo con Andy. i denti che le tormentavano impietosi il labbro inferiore. "Terry.con un certo Seeley Booth"..

C'era un maledetto assassino a piede libero.. seduta composta e rigida. la sua Bones. Sperando che Bones. dietro le sedie di Temperance e Angela. Cercando di non desiderare che Kathy rimanesse. Si alzò. "Non importa. All'antropologa forense . E bruciava dall'ansia di riscattarsi. Sono in buone mani. "Mi accompagna?". voi andate pure. Meglio battere il ferro finché è caldo". "Con piacere". Lei. "Niente di relativo al caso. "Stia tranquillo. Una frase che turbò Seeley. come una scolaretta timida. disse Seeley. detective Harding. Contavo di scoprire se sanno con chi eventualmente dovessero incontrarsi Legiere e la dottoressa Reichs. "Sul serio? Cosa?". dottore".. a braccia conserte. la sera dell'aggressione". stesse per tornare. "Bene. Senza salutare. E' comunque un progresso". purtroppo". "Le affido Kathy e Teresa. . sussurrò Temperance. signorina Teresa vada a fare colazione al bar. Ma oggi era tutto diverso. Oggi non era più sicura di niente. Qualcuno con conoscenze mediche e che ha cancellato le tracce del proprio passaggio". sono rientrati stamane.era bastato un secondo per determinare che il trauma subito al suo polso era tipico di un atteggiamento di difesa. "Kathy ha ricordato qualcosa". mentre lavoriamo. Appena il giorno precedente Rose avrebbe ribattuto con sarcasmo. "Agente Lister. Non se ne capacitava. qualsiasi esperto che avesse consultato le avrebbe ribadito la stessa cosa.Brennan o Reichs che fosse . Ora è evidente che in casa di Legiere era presente una terza persona. Rose colse il suggerimento implicito. là fuori. "Pare che sia così. "Interessante". se lei riteneva le loro testimonianze non valide. La dottoressa Reichs potrà mangiare qui. Uscì dallo studio senza voltarsi. che si erano presi un permesso e che non avevamo potuto interrogare. Voleva inchiodarlo esattamente come lui aveva inchiodato Graham Legiere. la incitò Spencer. entusiasta. Con il federale che aveva tacciato di scarsa professionalità. Aveva fatto la figura della novellina ottusa. "Un paio di volontari dell'obitorio. Seeley la osservava. sì". Spencer si animò. E la dottoressa ed io proseguiremo la terapia". agente Lister. Spencer lo confermò e precisò che.Sulla sua pelle il rossore si notava meno. Si alzò. Booth guardò Spencer. "E adesso?". aggiustandosi il colletto della giacca. Eureka.

Tu eri attratto da Bones anche prima di tutto questo pasticcio. insomma. O Kathy. In qualche punto della sua disastrata materia grigia. La bocca di lei. . ma per una questione di sopravvivenza. probabilmente. Impiccati. Cavolo. Non esisteva. Non poteva desiderare Kathy. Non è a una notte di sesso che pensi. Booth. sparati e datti fuoco. Una buona amica. lei.. già che ci sei.. Non davvero. Perché? Perché no. E con ciò? Non cambiava un accidenti. riusciva a vedere solo lei.) gli sussurrava di tanto in tanto che l'entità non era colpevole. Mmm.... Aveva impiegato parecchio per guadagnarne la fiducia e adesso voleva buttare tutto all'aria per. altrimenti. Non ti tremerebbero i polsi.. porca miseria! Era la sua partner. senza il forse. La pelle di lei sotto le mani. E non poteva desiderare Bones. ipnotica. per una furiosa notte di sesso? Oh... aveva silenziosamente deciso che d'ora in poi avrebbe definito così Bones. insomma un fico secco.. E Seeley non la vedeva. sarebbe stata lei. una vocetta fastidiosa (stranamente somigliante a quella di Angela. Il capo reclinato contro il sedile.. lei.Capitolo Dieci La strada scorreva davanti a loro. Già... Oh.. Il sapore di lei.. Rappresentava solo la proiezione dell'amnesia di Bones. Forse era vero. lei. era un po' vigliacco.. A sentire lei. gli occhi persi fuori del finestrino. L'entità ti ha solo sbattuto in faccia il tuo desiderio. Chiunque fosse. Perché. E stava diventando anche sua amica. Lei. L'entità che gli aveva impregnato sensi e cervello e minacciava di spedirlo al manicomio.

".. Si trovavano a New Orleans solo da pochi giorni. in quel momento.. "Sta bene. Magari no. "Strano. no? Se c'è di mezzo .". Tacque sino a che Goodman non ebbe terminato di replicare. Però non so quanto tempo potrà impiegare a recuperare del tutto la memoria. "Ho detto che siamo arrivati". Si riscosse. Ma tu certe volte sei come gli struzzi e vai a cercare ragioni cretine nella sabbia. per fortuna. "Sul serio?". "E' pallido e ha la fronte sudata. Strano tua sorella. di preciso non lo coglieva nemmeno lui. bello mio. Aveva senso meditare di strozzare una vocina nella testa? O significava che si era pronti per la neuro? Oltretutto la vocina non coglieva il nocciolo del problema.. "Non lo so. Ma sapeva che c'era un problema. Lui spalancò lo sportello.. poverina. comunque e. Doveva. Di sicuro. Si rifiutava di essere innamorato di Bones da quasi un anno e di non essersene accorto."... Qualcuno aveva parlato... stava ascoltando una voce. eppure le pareva di non udirla da mesi. perché?". lo conosce. Era stata la Harding..". mentre parcheggiava l'auto in retromarcia. E' talmente confusa. Non sempre. Anche Angela.. farfugliò. non so proprio quali notizie darle. però. sospirò Angela nel ricevitore. E' da quando ti ha detto "Non chiamarmi Bones" che il tuo cuore ha fatto bang.. sì. respirando grato una boccata di aria fresca.. arrivati". purtroppo non ci sono grandi novità sul suo aggressore. sebbene non coscientemente.. lo scrutò. "La dottoressa Brennan comincia a ricordare..". avrai un infarto. Booth partecipa alle indagini.. Ma al telefono. no? No? No. "No. Ed era la voce profonda e rassicurante del dottor Goodman..Ti sei innamorato.. Incredibile. Non nella testa. agente Booth?". idiota. Se continui di questo passo. Cioè.. Seeley Booth era quello con l'intuito. "Sì... Non la vocetta. ripeté Rose... Fermato il motore. "Scusi?".

. "Pensare che il dottor Legiere era così contento. tornati al lavoro anche loro quella mattina. Lei lavorava nel loro turno. La detective le mostrò il distintivo e presentò se stessa e Booth.". è come un mastino. gli assicurò. per piacere. A Josephine sfuggì un sorriso. Me l'hanno raccontato. Bren. L'infermiera Josephine Billings rientrava proprio quel giorno da un breve permesso per andare a visitare una sorella che aveva partorito. Si aggiravano per l'obitorio da due ore. con una sbirciatina a Seeley. nel bar dell'ospedale.. aveva i capelli tinti di un biondo vistoso e parecchi chili di troppo. ormai. fu soffocata da un profondo senso di solitudine. Goodman stava ridacchiando.. Da brivido. In procinto di aprire un sacco mortuario. E la dottoressa Brennan che è scampata allo stesso destino per miracolo. ci conti". ".. "E mi saluti Hodgins e Zack!". Si zittì di nuovo. seduta lì. togliendo i guanti di lattice.". Che cosa orrenda. La donna annuì gravemente. chiese Rose. "Ha saputo della morte del dottor Legiere?". "Beh. sì. "Le prometto che la chiamerò appena cambierà qualcosa. in una città a nord di New Orleans. Ma con la dottoressa Brennan non attaccava. ci provava con ogni essere di genere femminile che incontrava.". Li ho aiutati con le autopsie per tutto il pomeriggio... non erano stati d'aiuto. Mi manca la tua razionalità.. domandò Seeley. "Sì?"... Chiuse la comunicazione ed all'improvviso. Siete qui per l'indagine?". "Sa se la dottoressa avesse capitolato per qualche particolare motivo?". giusto?".. "Sì. "Infatti.. "Signora Billings?". Legiere era un donnaiolo impenitente. sa. Vicina alla sessantina."... L'addetto alle pulizie e il tecnico di laboratorio con cui avevano parlato. Entrambi rammentavano solamente la dottoressa Brennan e il dottor Legiere che chiacchieravano riponendo gli strumenti per gli esami autoptici. ritorna.l'incolumità delle persone a cui tiene.. Ed era l'ultima speranza di Seeley e di Rose. "Perché?". Josephine alzò lo sguardo sulla Harding... Però quella sera finalmente l'aveva convinta ad accettare il suo invito e vibrava per la gioia".. "Cielo. allontanò le mani da esso. L'idea sembrava impressionarla molto. niente di più.

"Ha altro da aggiungere. "Ora. "Purtroppo no. "Sta recuperando". se. "Lei è la signorina Montenegro?". Con la mascella rigida. signorina. Ma senza un nome restavano nel buio più completo. "Meglio".. La risposta di Josephine fu una stretta di spalle. Angela sorrise al giovane inserviente di fronte al suo tavolino. E la spaventò. perlomeno". lo leggeva in ogni attimo di pausa e ne discuteva con tutti". "Il dottor Spencer aveva una seduta con la sua amica. concordò sbrigativa Rose. mi hanno mandato a sostituire una collega nel suo ospedale: è un ottimo medico". "Che anche il dottor Spencer è un fan del libro della dottoressa. "La dottoressa come sta?". balbettò l'infermiera. .. Sono uscita per tornare a casa prima di loro.. "Che cosa intende?". "E il nome di questo amico?". giusto?". "Sei mesi fa. "Lo è?". Lo cercavano per un'emergenza ma il telefono suonava a vuoto e così ho bussato e . L'amico. "D'accordo". "Certo.. Di sicuro. "Sì. Era lui l'assassino. rise Josephine.". mormorò Rose. Spencer sarà in fibrillazione avendo come paziente proprio la sua scrittrice preferita". "Non l'ha mai detto. "Sì. "Grazie ugual. vero?".. "E' in cura dal dottor Spencer. L'inserviente appariva confuso. le fece eco Rose..". E Seeley trasalì.. ce l'ha tuttora. la interruppe Josephine. Quando lavoravo nel suo reparto.". Seeley fissò Josephine Billings.. Al diavolo. Legiere voleva presentarle un amico che era un fan del suo libro". signora Billings?". I pugni di Seeley si serrarono. disse Seeley. in tema di fans. "Per la verità. continuò la donna. Non in mia presenza. "Indubbiamente". sono io". Perché?". perplessa."Se ho capito bene.". "E' un problema?". nell'ufficio del dottor Spencer non c'è nessuno.

"Lo è". "Con me ed Angela. Spencer ha finto di non conoscere il libro di Bones". sibilò Seeley. livido. . Angela balzò in piedi.Di colpo in apprensione.

..". "Ah.. un tonfo. Due. di chiuso.. le faceva continue. Nello sguardo di Spencer passò un lampo di luce sinistra.. se è questo che volevi sapere".. Completamente?".. inquietata dalla strana atmosfera: dov'erano Legiere e Spencer? Poi. Spencer non batté ciglio e si accovacciò in un angolo..". Una volta ritornata indietro. martello? Sì. Meno che quarantenne.. Da qualche parte giungevano colpi forti e intermittenti. I pazzi assassini ce l'avevano quasi sempre. "Brennan".. Dal piano superiore. L'aveva indossata. senza il camice. bastardo psicopatico. e di quello che ti ho visto fare a Legiere... dunque. poi Spencer comparve nella stanza. "Oh. ora la nebbia si era dissolta.. "Mi hai dato dei gran bei grattacapi. Non si era mai accorta che fosse così giovane.. Sì. tre. Ma aveva scordato la giacca. sedie ribaltate.. insistenti domande sul suo libro. Poi la scrutò. un vago sorriso sulle labbra. La cena a casa di Legiere era stata sgradevole. Era sveglia da un po'. Quella sera.. Non conoscevo l'indirizzo del tuo alloggio e non avevo idea di come rintracciarti... probabilmente. aveva bussato senza ottenere risposta ed era entrata dalla porta aperta del retro.. "Mi ricordo di te. e nemmeno che ti rivelassi tanto forte.... La memoria è tornata... che dava sulla cucina. i suoi occhi si erano adattati alla semioscurità. su cui la polvere di intonaco si era appiccicata. Non che ci fosse granché da vedere: una serie di armadietti rovesciati. quel medico. E le parole di lui per Temperance avevano un senso.. Odore di muffa. Temperance cercò di flettere leggermente i polsi legati. Stuart. dove la sua giacca giaceva sullo schienale di una sedia. Annoiata ed infastidita. "Dottoressa Brennan". Colpi di.". te n'eri andata.". gli ingiunse in un sussurro... Ma con una faccia assolutamente qualunque. con una camicia e dei jeans umidi. Lei deglutì.. salve... temo..Capitolo Undici Acqua stagnante. "Quando sono rinvenuto non c'eri più e mi ha preso il panico.. Forse contro un muro. Graham mirava solo a compiacerla nella speranza di sedurla e il suo amico. Sogghignò. Cessarono nel giro di alcuni minuti. La salutò sorridente. "Stai bene? Nausea? Il sedativo che ti ho dato era piuttosto pesante. muovendosi con lenta tranquillità. lampade rotte. Grugniti e ansiti di qualcuno . si era congedata il prima possibile.. dottoressa Reichs. dottoressa... non immaginavo che tornassi.

ultimamente.. e alla testa. Dentro un braccio della morte".... La paura che subentrava al disgusto. era salita di sopra e... vertigini. Come in quegli stupidi film dell'orrore che non guardava mai. Qualcosa di pesante che veniva trascinato. "Sicuro. però. Del resto rammentava solo poche immagini e sensazioni confuse: una lotta selvaggia con Spencer.. Legiere era morto e Spencer lo stava. sei tu..". "Non ho mai ucciso in nome di una ragione". al lobo dell'orecchio da cui lui le aveva strappato un orecchino.. Dopo.. "Io?". "Mmm. scivolando sul sangue di Legiere. Se ti avrebbe antropologicamente ispirata. E mi sono reso conto di essere stato incosciente per almeno due ore. dottoressa". Spencer sorrise. "Oh.. lacerante dolore alla testa.". Avevo trascorso . la mattina successiva. Un lavoro che andava fatto". "Ammazzare e sventrare un essere umano tu lo chiami lavoro?". significava che ti era accaduto qualcosa. Hai un profondo senso della giustizia.". sicuro.. dal suo angolo. "La verità è che non sopportavo Graham. terrore. In ogni caso ho finito il lavoro.. A desiderare di vederti rinchiuso in una cella. tutto era piombato nel buio.... Nausea. vero? Anche se. "E mi ha ispirata... Per un attimo. lo interruppe lei. "Il lavoro?". "Perché lo è.. il dolore al polso. sibilò Temperance. Aveva lottato come una leonessa e appena Spencer era caduto. un acuto. ma se proprio hai bisogno di una ragione. Lui ridacchiò. "Sono un tipo intelligente. invece di mettersi al sicuro. "Ah.. Lo immaginavo. Le sopracciglia di Spencer si aggrottarono.. Temperance deglutì. non è stato troppo al centro dei tuoi pensieri. Forse ti avevo ferita. Polizia. Se la casa di Graham non era ancora piena zeppa di poliziotti.. "Già. La mia scrittrice preferita.. Buio totale. la famosa antropologa forense che da qualche mese collabora attivamente con i federali. proseguì Spencer.. "In nome di chi o che cosa?"...che compiva uno sforzo. La polizia. sai?". Un'assurdità simile poteva solo essere vera.". Doveva chiamarla. sventrando. lei era fuggita.. Volevo scoprire come avresti reagito all'omicidio di un collega.. non ci aveva creduto. "Il panico peraltro è durato poco". ". Il che implicava che aveva già ucciso in precedenza. beh.."..

Nient'altro". "Di che si tratta?". "No? Non ti ricordi delle nostre sedute in cui mi hai raccontato di quello che sentivi per il bell'Andy e di come volevi fartelo?". Rose li raggiunse trafelata....". riuscivi solo a pensare a scoparti Booth. La botola non è lontana dall'ufficio di Spencer. E... Non si perdonava di non aver saputo proteggere la sua migliore amica. Spencer si sporse.. a denti stretti. Anzi no. ". Spencer aveva drogato Bones: nell'ufficio avevano rinvenuto una siringa vuota e usata.. Un paio dei miei uomini dicono che ci sono segni di trascinamento sull'erba.... Seeley teneva saldamente la mano tremante di Angela e nel frattempo meditava sugli scarsi indizi che avevano a disposizione. accidenti. Sbirciò Angela. I muscoli di Temperance si irrigidirono. E lui si sentiva persino peggio. "Booth!!". Aveva consegnato Bones a Spencer. "Un inserviente si è accorto che il lucchetto nella botola di uno scantinato è stato divelto. E anche un lembo della camicetta di lei. Cristo. probabilmente dovuto ai progressi nella guarigione di Bones.. Abbassò la voce. Credevi di essere il tuo personaggio. "Forse abbiamo qualcosa. ". "Soltanto di essere fuggita dalla casa di Graham. scusami. "Non ricordo niente". Altro che intuito infallibile. dottoressa. con una ricetrasmittente. Spencer ammutolì. però invece di agire come lei. Seeley si augurava che quella fretta giocasse a loro vantaggio... Lui doveva averla trascinata fuori da lì. quindi non poteva essere andato troppo lontano.. Il volto pallido. Infiocchettata come un regalo di Natale... Quanto mi hai divertito. Gliel'aveva consegnata.. quanto mi hai deluso. impigliato al davanzale della finestra aperta sul parco..un'intera nottata a rimuginare su come rintracciarti e mi telefonano dall'ospedale per un caso di sospetta amnesia!! La tua! Che sorpresa sei stata. forse c'erano buone possibilità che non avessero lasciato il perimetro dell'ospedale. Quindi scoppiò a ridere. Un rapimento affrettato e maldestro. "Che c'è? Nessun freddo commento razionale?". le guance rigate di lacrime. Considerato che la sua auto era ancora nel parcheggio. Andy. "Io non so di cosa stai parlando".. intrigato. Perché di fatto non avevano granché a cui aggrapparsi. Mentre battevano palmo a palmo il parco dell'ospedale insieme alle unità cinofile. .". confessò Temperance..". Per sopraffarla. Per un istante.

rispose l'altro e indicò l'acqua..Gli occhi di Angela incontrarono quelli di Seeley... sentenziò Seeley. "Dannazione". ma. Sa di essere stato scoperto". "E perfetti per uno che vuole nascondersi.. L'ultima volta che ci siamo stati. ricambiando la stretta di Angela. domandò Seeley all'inserviente. "Katrina ha allagato tutto e adesso sono abbandonate. un giovane di colore alto e robusto.. le sale degli scantinati erano asciutte. Rose si volse verso uno dei due agenti scesi con loro nello scantinato. ma i locali più in basso risultavano completamente allagati. Che era socchiusa. si intromise Seeley.. "Ha spezzato il lucchetto per attirarci qui sotto. abbiamo dovuto passare per i condotti di aerazione". Corsero a perdifiato. ".. "Ci ha depistati". "Sono l'unica a credere che invece questo buco sia una trappola? Una.. "Prima dell'uragano c'erano delle sale autoptiche e per i raggi x". Seeley sollevò il fascio di luce della torcia sulla grata dei condotti. "Ehi. "Sto pensando che dobbiamo sbrigarci". concluse Rose.. reggendo una torcia elettrica."Ok.". "Non dovunque.. Lui si issò velocemente sino alla grata e scomparve all'interno del cunicolo. tomba?". ripeté Rose. Rose sospirò.. "Presto!". li attendeva accanto alla botola.". "Dopo potrà arrestarmi o spararmi. "Sta pensando ad un omicidio-suicidio?"..". lui annuì. sbraitò Rose.". "Ok?". L'ospedale non aveva fondi sufficienti per ristrutturarle". s'informò Rose. ma in realtà chissà dov'è ora. ". "Mi faccia capire. Da un certo punto in poi diventava impossibile procedere... Nella parte alta. con due agenti. .. "Sono d'accordo. "Oltre questo corridoio. L'inserviente. Si accinse a seguire Booth. spiegò l'uomo. ma i locali sono inagibili. "Cosa intende fare? Non può. esclamò lui. "Che tipo di scantinato sarebbe?". se le pare. "Ci sono i ripostigli"."... ma io vado a dare un'occhiata". "Là sotto c'è l'acqua?". Serrando la mascella. La voce le mancò.". Spencer non vuole scappare o nascondersi. "Perfetti?". "E' tutto qui? Non ci sono altre sale?". ma con sorpresa lo vide rispuntare dal condotto.. "Chiamate rinforzi". ". Angela strinse la mano di Seeley.

in apnea? Beh.. "Le pareti sono state abbattute di recente. sconfitta. "Non si azzardi". no."Detriti". Respirò a fondo più volte. "Non abbandono Bones.. E si tuffò. imprecò Rose. ricoperte di polvere di intonaco. Le mostrò le mani. "Il passaggio è ostruito".".. "Glielo ripeto. imprecò Seeley balzando giù. E la fissò.". "Occorreranno ore per rimuovere le macerie. detective. Lui se l'era sfilato e stava togliendo anche le scarpe. Gli occhi scuri e decisi. "Lo so. "Dica ad Angela di non preoccuparsi". lo so. Ha portato Bones in quei maledetti rispostigli e ci ha sbarrato la strada". se preferisce mi spari". la prevenne lui. La donna rilassò le spalle. sì.".. "Per cui Spencer non può averlo utilizzato.. Per quel che vale.. .. "E noi non le abbiamo".. Se si procede lungo il corridoio a fianco dei condotti e se si hanno buoni polmoni.. i detriti sono proprio opera sua.".. Seeley la aggirò e parlò di nuovo all'inserviente. immagazzinando ossigeno.". stia. "E' possibile arrivare ai ripostigli a nuoto?". "Non le permetterò di. "Bastardo".... Ad ogni costo". "Starò attento".. "A nuoto? Intende. Si ritrovò con il giubbotto in mano. Guardi". intimò la Harding afferrando una manica del giubbotto di Seeley. "Oh.

per osservarla da vicino. Temperance sostenne i suoi occhi feroci. ... Fu distratto. "Ci hai ingannati... Il grande agente speciale. "Non ci sarebbe nulla di male.. Ora nella sua voce c'era un tono astioso. non accadde.Capitolo Dodici Non smetteva di ridere. Adesso lui l'avrebbe di sicuro colpita. ma. E invece erano solo i sogni proibiti di una troietta qualsiasi".... Una lacrima le rotolò sino al mento. così stupido che non si è accorto di avere davanti il colpevole che stava cercando. Se ne rese conto solo per via del sapore salato sulle labbra. L'avrebbe colpita. questo purtroppo mi spinge a sospettare un'atroce verità: nella vita vera Booth non è affatto fuori del comune e tu probabilmente non sei affatto una donna di livello superiore. dottoressa? Oh. Spencer le puntò addosso uno sguardo di rimprovero. "E sei troppo in basso nella scala evolutiva per poterlo comprendere". Inspirò ed espirò. Lui storse la bocca. "Ti compatisco".. Per impedirti di scendere in particolari. Ma non intendeva concerdergli quella soddisfazione. Si piegò sino ad alitarle sulla faccia. combattendo la nausea: il polso ingessato. E a causa del rinnovato interesse di Spencer.. E pensare che nel tuo libro sembrava un tipo fuori del comune. Rannicchiò le gambe contro il seno. "Piangi.. Si chinò.. .. e perché? Sei in imbarazzo? O ti dispiace di non poter ricordare la notte in cui ti sei rotolata sul materasso con il tuo aitante collega? Non fare quegli occhioni sbalorditi. "Sei solo una sgualdrina qualsiasi che si masturba con i suoi voli di fantasia.. Però. sai? Ognuno di noi deve combattere in qualche maniera le proprie frustrazioni di piccolo essere umano.". E Temperance avrebbe voluto urlare. non capisco come una donna di livello superiore come te possa essere attratta da quell'idiota. costretto nella posa forzata dietro la schiena dalle corde. Spencer non smetteva di ridere. sussurrò.".. ma il tuo guaio è che hai coinvolto nei tuoi orgasmi cerebrali anche i tuoi lettori". iniziando a camminare in cerchio..". Inghiottendo un grumo di bile. le doleva da morire.. ". ogni parola scandita con cura.. "Ad essere sincero.. Illusi che stessimo condividendo l'estro di una mente geniale.. giusto?". "Tu non hai la minima idea di chi io sia".. Me l'hai raccontato giusto un attimo prima che ti iniettassi il sedativo". "Ho dovuto. Si alzò.

eppure con la forza micidiale della loro follia e dell'adrenalina di chi non ha più niente da perdere. Perché lei lo sapeva. Stuart. "Non essere volgare. Troppo piccola. Andy? Sei venuto a giocare all'eroe? Speri che la dottoressa te la dia per ricompensarti?". Che ha ammazzato una persona giovane e robusta come Legiere e lo ha inchiodato ad un muro. "Sei tu. muovendosi in tondo. I due uomini si fronteggiarono. Una sorta di sciabordio.. Spencer si alzò in piedi. Ma il vero problema era quella stanzetta. eh? E quindi quasi certamente la tua pistola è inservibile. E spesso si trattava di omuncoli a volte non più alti di un metro e una banana. "Credi di poterti permettere di dirmi come devo comportarmi.Da un rumore..".. Più incerto Spencer.. "Non hai la fibra necessaria".. rincarò Temperance. Appena oltre la porta semidivelta della stanza. Quel pensiero terrorizzò improvvisamente Temperance. agente speciale? Sei venuto a nuoto.. Non aveva altre armi. gelida. Sapeva che Booth era arrivato. Un'ombra di panico gli attraversò il viso. Non che anche Seeley non lo stesse considerando. Il suo corpo era un fascio di muscoli concentrati su Spencer. con un po' più di spavalderia.. Seeley apparve dal buio. Non è fine". gridando verso l'oscurità del corridoio esterno e allagato. Se Booth non arrivava.". ".. Però è uno che ha ucciso.. no? "E' così?".. bagnato fradicio.. In passato aveva sparato efficacemente anche con pistole bagnate. ribatté Spencer. Quasi certamente la tua pistola è inservibile. pronto all'attacco. "Lui sì". gli occhi pieni di sfida. Aveva sempre saputo che Booth sarebbe arrivato. Il rischio di colpire . non mi serve la pistola". "Per uno come te. Guardò Temperance solo di scorcio. Aveva già avuto scontri diretti con serial killer e psicopatici. Non era un ex ranger e federale addestrato a Quantico. Stava rammentando di aver lasciato nel condotto di aerazione il grosso martello con cui aveva abbattuto le pareti del cunicolo. L'uomo s'irrigidì. Chissà. il petto ansimante dopo la lunga apnea. Dal silenzio emersero passi lenti e misurati. Un suono simile a un'onda che lambiva la pietra. allora qualcosa di sbagliato era accaduto nel mondo.. E Booth non era tipo da permette che accadesse qualcosa di sbagliato nel mondo. Stuart.

Con un sussulto. li avrebbe uccisi lei. evitando un pugno di Spencer: si era ferito ad una spalla. sbraitò Angela.. i fianchi. il cuore in gola. Booth era arrivato. signorina Montenegro".. Tuffarsi era stato uno shock. si delineò veloce in un rivolo rosso lungo il braccio. "Oddio. Ci stavano impiegando una vita. si difese Rose. Di nuovo. vetri rotti. Goffamente e al contempo con violenza. in quei sotterranei.. Già.".. "Detesto la suspence. io non c'entro". E la cosa fondamentale era proteggerla. Un flash di Legiere esanime con il ventre aperto come una cavia da laboratorio balenò nel cervello di Temperance e l'istinto ebbe il sopravvento su ogni residuo di razionalità. Temperance li vide sbattere contro una parete. l'addome di Booth. vagamente irritata dalla nota stridula nella voce della ragazza. Armi mortali che sfioravano continuamente la schiena. E i sommozzatori che aveva richiesto alla Centrale erano in ritardo. Sarebbe bastato che inciampasse. "Ehi. Quel ripostiglio era un'angusta.. il sangue affiorò subito sul tessuto della maglietta.. piena di armadietti e scaffali appuntiti ... rifugiandosi nella pozza di luce che pioveva giù dalla botola aperta.. "La mia migliore amica è prigioniera di un pazzo psicopatico e Seeley ha deciso di trasformarsi nell'uomo di Atlantide. . sbarre d'acciaio. Si tirò su e si buttò fra di lui e Spencer. a testa bassa.Bones con una pallottola di rimbalzo era troppo alto. dannatamente fredda... Poi non ebbe più la possibilità di riflettere: Spencer scattò. Tenere Spencer lontano da lei. e io non dovrei preoccuparmi?!". le braccia incrociate..... Se oltre quel fottuto condotto non ritrovava Seeley Booth e Temperance Brennan tutti interi. Magari spingerlo verso l'acqua. Fredda. Una fastidiosa emicrania le tormentava le tempie: i tonfi delle pietre che venivano rimosse dal condotto di aerazione dagli agenti le sembravano fucilate. non dovrei preoccuparmi ?!"... "Non creda che questa faccenda mi diverta. Lo udì gemere.. un'espressione omicida. pericolosa trappola. Angela volse le spalle alle tenebre degli scantinati... "Così. E lei non poteva permettergli di combattere da solo.".

Ancora in acqua. Al Diavolo. tesoro. la sua Bones. Sempre la solita.. Addio.. sì.. Kathy.. Probabilmente le fece male. avanti. "Coraggio". ti prego... Due mani lo attirarono verso il basso.. Importava soltanto l'ossigeno. Per entrambi.. Risoluto la issò sulla pavimentazione del ripostiglio. non importava."... era cosciente. amore. ti sto chiamando amore e tesoro. Non sapeva dove fosse Spencer. no? Ho delle attenuanti. Booth. ma lei era lì.". Le accarezzò la fronte ravviandole una ciocca di capelli dal viso.. Ed ora Seeley annaspava nel buio e nel freddo con il panico che gli attanagliava lo stomaco.... Eccola!!! Rintracciò a tentoni il groviglio della corda che la legava. Ai dettagli penseremo in seguito. non riuscì a terminare la frase. La trascinò su con sé.... Doveva. lasciati trovare. Kathy non c'è più. in quell'oscurità liquida. lo so.Si era gettata addosso a loro con tale impeto che tutti e tre erano finiti fuori del ripostiglio e quindi in acqua. sì. E Bones aveva i polsi legati. Inspirò e si immerse. Ok. Amore. .. "Sto bene. ti prego. Avanti. Accidenti. Booth? La fissò. Lasciati salvare. ma stiamo annegando.. Oh.. in cerca d'aria.. "Adesso ti slego e . Riemersero ansanti. strappandolo dal fragile appiglio della pietra sdrucciolevole.. eh? Mai che gli consentisse di essere il poliziotto. lei respirava. Doveva tornare in superficie. Temperance annuì. Avanti. Un unico battito.. Tu lasciati trovare. "Tutto ok? Come stai?". Il cuore di Seeley perse un battito... Gli occhi spaventati di lei gli confermarono che qualcosa si era modificato. ti prego. con uno strattone. I suoi polmoni mandavano segnali d'allarme..

In ginocchio. ovvio. E in un secondo era sparito. protettivo.. Per favore. Booth era.. aggiunse accennando con il capo ai membri della squadra speciale dietro di lei... La stava toccando. Ci pensiamo noi.. Calma. Abbrancato da quelli che le erano parsi gli artigli di un mostro marino.". Semplicemente. "Allora?". nonostante le ferite e il dolore.. Artigli viscidi che le avevano portato via... Inghiottito dall'acqua nera. ucciso da uno come Stuart Spencer. Incredula. come una bambina sperduta. Era Booth. Appena un paio di mesi addietro. lo apostrofò la Harding.". Il giovane era ricoperto di polvere.... . Non poteva finire così... adesso". no davvero.. scrutò l'acqua. Immobile. "Booth. Rose e Angela si scambiarono un'occhiata inquieta. "Booth?". totalmente.. "Alla buon'ora. l'aveva salvata da Kenton. Non così. morire in uno scantinato allagato.. "Booth. Spencer. Un tocco caldo. suoni che narravano una trama di schizzi e vibrazioni subacquee. "BOOTH!!!" Un agente si sporse dall'imboccatura del condotto.. Ma era sicura che avrebbe sempre ricordato le sue mani con l'aspetto di artigli.Strani echi si alternavano negli scantinati.!". Lo invocò debolmente... Il rimbombo del pietrisco.. "Il passaggio è libero".. "Svelti... Senza più fiato per gridare. talmente all'improvviso che Angela e Rose quasi urlarono. No. Lontani eppure chiaramente percepibili.. per favore. ". lui era sopravvissuto all'esplosione del suo frigorifero... ma anche dell'altro. Anche se gridava dentro... bofonchiò tra sé Rose. era. Morta. Booth?". E non poteva... infilando il giubbotto antiproiettile. uscite di lì.

Rivolse un ultimo sguardo ad Angela.. replicò l'altra con un sospiro..". . "Devo proprio dirglielo?". "Non mi preoccuperò". "Sì. sì.

lo scorgeresti galleggiare qualche metro alla nostra destra. cercarlo.. eh?". Ti darò la conferma quando sarò certo di riuscire a respirare senza l'aiuto di un polmone d'acciaio.. ". "Booth... no.. passiva.. il corpo bagnato che sfiorava il suo.. "Dannazione.. Gli ho rotto il collo". La rabbia e la frustrazione le vibrarono nella gola.... Un ansito giunse dal buio.". "Gli hai. "No.". Sentì che lui nuotava. Dopo tanto tempo pensavo di essermela scordata.. "Dai. Se solo avesse potuto muoversi. Con l'intimo terrore di rivedere quegli orrendi artigli riaffiorare di nuovo e avventarsi su di loro. in un modo così famigliare da farle salire le lacrime agli occhi.". ti slego. in preda all'angoscia. "Quest'acqua è probabilmente infetta". Cioè. "Stai bene? Sei ferito?".". Sedendosi lentamente. ansimando forte. "Ho usato una tecnica imparata nell'esercito. Lei inclinò il viso per guardarlo. mormorò lui fissandola. "Sei sicuro?". o io.. "Non ti preoccupare. Seeley prese un paio di grossi sospiri. non sono ferito. "Sono qui. Seeley annuì piano.. "Ma temo che alcune cose siano come andare in bicicletta....... E' morto". . sto bene.. che hai detto. "Hai fatto quel che dovevi". gli chiese ansiosa.. "Più che sicuro..". stremato e pallido. poi si chinò verso la sua schiena. Spencer?".".".. meditò Temperance.. Per la sorpresa. Bones". Gli sfuggì un piccolo sorriso storto e amaro. Ormai Temperance lo stava cantilenando. Bones?"... lei quasi cadde in acqua. "Ristagna in questi sotterranei da mesi.. "E. Se avessimo una torcia... credo. tuffarsi. A fatica si issò sulla pavimentazione umida e restò sdraiato accanto a Temperance. Ma le corde ed il polso ingessato la costringevano a rimanere miseramente in ginocchio. "O lui. rotto il collo?". sino ad apparirle davanti.. E sì. "Booth!! Dove sei?". "Lo so". La voce sempre più flebile...".. Booth!!"....Capitolo Tredici "Booooth. ".

. "Straordinario".". La Harding non insistette. "Per cui è tutto a posto.. Con un sorriso Seeley le tese la mano.. Lui si sentì un po' vigliacco.". "Non devi preoccuparti". Considerando che ne ho inghiottito almeno due litri o più. Rose seguitava a studiarlo. In fondo siamo salvi e tu. gli occhi che si delineavano intensi nella penombra. "Non sono d'accordo.. "Sì.. l'autopsia di Stuart Spencer aveva rivelato particolari sconvolgenti."... "I medici dicono che può succedere: la mente formatta il periodo di stallo per recuperare l'equilibrio". Inavvertitamente avevano fermato un serial killer. ". Che credano davvero nel proprio mestiere. gridò Rose. "Buon viaggio.. raggiungendoli. Booth". Seeley ignorò di proposito il sarcasmo sottinteso. Il detective Harding e alcuni agenti avevano fatto irruzione nel ripostiglio. "Basterà un'antitetanica e una profilassi antibiotica per qualche giorno". mi faccia un fischio: il dipartimento di New Orleans ha bisogno di poliziotti come lei". precisò lei. Seeley fischiò. agente Booth? Se mai dovesse lasciare l'FBI. ma fu sincero... "E' un bene. questa informazione mi rasserena. Rose la strinse calorosamente. .. no?". hai recuperato la memoria". Seeley ridacchiò.. Rose. Bones. "Come me?". "Direi che. Sogghignando.". "Un'amnesia dell'amnesia. lo osservò. "Buon lavoro. "Tanto quanto il fatto che la dottoressa Brennan non rammenti più nulla della sua perdita di memoria. "Lo sa. Detective Harding". "Grazie.. Caricando l'ultima valigia nel bagagliaio del taxi per l'aeroporto. E' una cosa rara". Lui gettò via le corde e la guardò. "Non mi preoccupo.". "Tutto a posto?". voltata di sbieco.. Tacque un attimo. un bene o un male?". La luce potente di varie torce elettriche interruppero la replica esitante di Temperance. Il suo DNA corrispondeva a quello rinvenuto sui luoghi di almeno altri tre delitti irrisolti nell'area della Louisiana. sotto il sole del mattino. le mani in tasca. Decisamente un bene"..". "Mmm. Seeley e Temperance si sorrisero. "Ed è. New Orleans ha già un poliziotto di questo tipo"..Impegnato a trafficare con le corde fradice e strette.. Settantadue ore dopo..

allora. vagamente nervoso.. lei era piena di energia come alla vigilia di una vacanza. aveva riacquistato l'assetto originario. Le guance le si arrossarono. La valigetta del portatile era sul tappeto. Seeley deglutì. trafelata. i suoi occhi chiari rapiti dall'orecchino.. E sul serio il resto non aveva . Fissò sospettosa la Harding. infatti. Me lo ha raccontato Angela". Stava sistemando la valigetta del portatile". Lei sobbalzò.". Essendo di natura uno spirito libero ed irrequieto. Un orecchino. "Sì.. "Ehi. paradossalmente..".. Però. "No. al laboratorio. Angela scosse la testa. Dice così". L'insieme di quei particolari lo commosse. quella frase così tipica e consueta. "Possiamo partire. lui fece a due a due i gradini dell'albergo.. chiusa ed in ordine. "Dove. "Già. ho qualcosa da restituirti". ". "E' ancora di sopra. "Ok.. "So che apparteneva a tua madre e che ci tieni molto. Staccandosi dalla finestra.. Aveva i capelli legati in una coda di cavallo sbarazzina e un beauty case appeso a un braccio.".. ora. O Brennan che si comporta da Brennan... Forse. Seeley. Le due donne risero. Bones era veramente tornata. appoggiata al davanzale: indossava una camicetta verde cupo. Quello che Spencer le aveva strappato durante la lotta. La realtà.. poi bussò allo stipite. "Nemmeno il resto ce l'ha". nel vederlo. ma doveva ammetterlo: non esisteva nulla come il luogo che chiama casa. s'intromise.?". "Non capisco cosa intendi. L'orecchino.. nessun problema.. Si rientrava a Washington.. "Dice che è un bene che la dottoressa non ricordi"... ciò la stupiva. Per alcuni minuti. commentò Rose. una sfumatura che le donava. Temperance avanzò. al dovere.Nello stesso istante Angela sbucò dalla hall. "Se non partite. E' che io. vero?". Rivolgendo loro un cenno.. "Oh. "Bones?".".. Seeley frugò nella tasca interna del giubbotto. vi caccio io a pedate". scusatemi". scusa.... "Non ha importanza". Le porse un oggetto luccicante.. Temperance contemplava il cielo fuori della finestra. L'espressione concentrata di lei.".. lui la rimirò dalla soglia. Mi sono attardata.

Anche se gli sarebbe mancata. Raccolse la valigetta del portatile. Ma consapevole di essere stato sincero. "Ti aspetto giù". Di nuovo si sentì un po' vigliacco.importanza. serenamente.. "Non importa neanche che tu capisca.. non avevano valore. Bones gli era mancata di più. sussurrò. indietreggiando. Lui rivoleva solo la vita di prima. A tal punto che non importavano. Kathy non importava. Le loro dita si incontrarono in un fugace contatto. . neppure i sentimenti di cui il suo cuore aveva riconosciuto l'esistenza. E se ne andò con calma. La verità era che. Con la sua partner. Finalmente lei prese l'orecchino. Bones". E Seeley si rilassò.

Pulita e calda. Ed in effetti. In un mondo parallelo.. però un sigaro ogni tanto.... Seeley considerò che. Basta con i sotterranei allagati e stagnanti e la profilassi antibiotica. Ci sarebbe stata bene una birra. Ah. E l'aveva spento Bones... Non esisteva niente di meglio. ovvio. ormai.. Si rilassò al ritmo della musica diffusa dal lettore cd sulla mensola dello specchio: aveva scelto una compilation dei Foreigner.... Non aveva birra.. ... la vasca. perché no?.. rimettersi in forze... Aprì pigramente gli occhi. se sapessi. non ne avrebbe mai più avuto uno.. Ah. dopo una settimana a New Orleans. Non era un fumatore. Fuggevolmente. finiva con il rovesciarla. Adesso era a casa propria e doveva prendersi cura di se stesso. ce ne fossero ancora. Bones!! Che ci fai qui? Come sei entrata?". La prima serata di relax e. Come mai la musica si era interrotta? Certo.. Per scoprire che il lettore cd non era affatto guasto. "Maledizione.... Seeley sprofondò nell'acqua. tutte le volte che ne beveva facendo il bagno. Peccato che non ricordasse più se. costretto nei completi giacca e cravatta.. nelle occasioni speciali. Il frigorifero era praticamente vuoto... si rompeva il lettore cd. Ehi. Mmm.. O. Non voleva pensare a Brennan.. Parker... Soprattutto psichiche.. il tuo papà ha avuto una settimana difficile. Era solo spento.. a sovrastare la vasca. Toccava a lui occuparsi di Parker e suo figlio adorava i negozi di gadget strani: si sarebbero divertiti.. dopo una giornata da federale.Epilogo Ah... Il prossimo week end avrebbe potuto cercare uno di quei caschi dispensa-birra.. un sigaro. voilà.. nel cassetto del comodino in camera da letto. E.. Che grande invenzione. Esalando un profondo sospiro di soddisfazione... se si era salvato dall'infarto in quest'occasione.. Ma non conteneva "Hot Blooded". In piedi lì... peraltro.. Il suo sistema cardiovascolare era a prova di bomba al plutonio. L'unico tipo d'acqua con cui sperava di avere a che fare in futuro. se lo concedeva..

se era bella.. Lo realizzò notando il guizzo divertito che illuminò gli occhi verd'azzurri di lei. "In che senso?". Bastò un secondo. "Hai... Ho mentito". Uhm. I jeans iniziarono a scivolare lungo i fianchi di Temperance.... Ti raggiungo appena. "Cosa... Con il piede sinistro. Dio. "Uh. una mano che sfiorava avanti ed indietro la superficie dell'acqua.. ".. La domanda uscì dalla gola di Seeley in falsetto. ". Temperance si zittì... "L'ho notato.. E pure le mutandine non presentarono complicazioni. All'altezza dell'inguine di Seeley. non era il caso di chiederlo. forse non era stata la cosa più brillante da ribattere. Santa miseria.. No. sedette sul bordo della vasca. lo ammetto. Non alla luce piena.". Cristo. lei si sbottonò la camicetta e poi la lasciò cadere sul pavimento. "Non è necessario". Irrigidito.. Spariti anche i jeans. constatò infatti Temperance.... Non l'aveva mai veduta così.".".. ok.. "Poi?". Via la cintura. lui le indicò il pesce a pois che galleggiava in un angolo.". cosa stai.. ho finto a causa di Spencer. Seel."... lui annuì. "Io dico che lo è". passando alla cintura dei jeans. "C'è una papera di gomma... Non.... "Mi spoglio". rispose lei... Divertito e.. siamo d'accordo"... . "No... Giù la cerniera lampo... Non è stato molto razionale. "Non è vero che non rammento nulla. Con noncuranza. Non lo.... era il caso di chiederlo? Lo era? Un po' goffamente.. nella tua vasca. non mi piace fare il bagno in solitudine. a causa del polso ingessato. Di colpo."Ho usato la chiave che tieni sotto il vaso accanto allo zerbino".". Non con la possibilità di rimirarla dalla testa ai piedi. la fronte aggrottata. "Sì. Mi disgustava l'idea che facesse commenti su noi due. Da principio.. ma. mentito?". E. serena. E' Agnes. quello è Archibald.".. Era il turno del reggiseno. "Devo parlarti". eccitato? "Dunque.". allora va ad accomodarti in salotto. poi.".. "Già.

. Sei spacciato. Temperance sorrise sconsolata.. Non era Kathy.". Ero confusa. al collo.. Il mondo tramutato in un cuore che pulsava a mille. non ho risposte. faccio così. Andy e Kathy parlavano d'amore.. Lei si immerse nella vasca."."..". Di solito.".. Io comprendo le ossa. "No! So solo che ogni volta che tento di lavarmi in santa pace."Poi.. Lui le immobilizzò le anche.. s'imbronciò Seeley... fino alle spalle.". "No. ".. ecco.. però. gli occhi grandi.". Morbidi.. "No. alle guance... Deglutì. sino a che lui le cedette e la accolse. tu fai irruzione nel bagno e io mi ritrovo nudo davanti a te.. Accovacciata sopra Seeley. non mi conforta... Ma io e te non siamo Andy e Kathy: di cosa stiamo parlando? Della necessità antropologica di fare sesso?". perché non so per quale motivo lo fai". Era Bones... "Se... "Booth. Seel. Perché mi stai dicendo tutto questo completamente nuda?". con un soprassalto di ribellione.. però.. "Non lo so di preciso.. Solleticandogli le labbra con la lingua.... Ho realizzato che non potevo continuare a mentirti e neppure risolvere tutto con spiegazioni logiche. su questo genere di cose. sei tu quello che le ha.. mi è sembrato più semplice fingere con tutti. "E' un particolare che non mi conforta".. beh.. "Io. Non capisco cosa significhi. sussurrò Temperance sulla sua bocca. come poteva resistere oltre? Come... "Non mi va di essere una necessità antropologica.. sinceri. E lo baciò.. "No. ". Oh. Eppure con un residuo dell'altra personalità. Le sue dita gli carezzavano con delicata dolcezza il membro. trovò con la mano sana la sua erezione. Bones... "E questo? Ti ha confortato?". Siamo in parità". se lei si comportava in maniera tanto tenera e sensuale? Arrenditi.. tu hai detto che non importava se non capivo. ti è di conforto?".. testardo. Per quasi mezzo minuto. Sono nuda anch'io.. ma non ciò mi è capitato quando mi hai restituito l'orecchino. "Sì.. Piano. Gesù..". "Appunto.. le mani di Seeley risalirono dai fianchi di Temperance lungo la sua schiena liscia. Lei si protese. "Non lo sai?". Temperance ansimava. Una sensazione intima e splendida... ". "No?".". io sono più confuso ora.". "E che ti è capitato?". io. ma Seeley la ignorò.. . Lei si piegò.

. Ma non temettero di annegare... soldato. ho imparato ad avere molta fiducia nel tuo intuito. risolviamo anche il nostro. Agnes la papera e Archibald il pesce fronteggiarono acque agitate..". La attirò a sé. se ci applichiamo con impegno. Ben presto.. Bones."... Bandiera bianca. "Ed io ho imparato ad apprezzare il tuo genio.Lo sei stato da subito. Dall'istante in cui hai deciso che non la sopportavi. insieme.. "Mmm. Gli animaletti di gomma non sono complicati come gli esseri umani.. Arrenditi.". abbiamo risolto tanti misteri.... Booth. "In un anno. Dall'attimo in cui l'hai conosciuta. "Magari.". FINE (2008) . Si baciarono.