You are on page 1of 2

Aneddoti storici dell'et romana

-Cesare cominci a presentare le prime calvizie allet di quarantanni e per nasconderle si faceva sempre ritrarre con una corona dalloro in testa. -In epoca romana il battistero di Firenze era consacrato a Marte. -NellImpero Romano cera la possibilit di far lavare i propri vestiti nelle prime lavanderie della storia. Oltre al pagamento in denaro il cliente era obbligato a lasciare un vaso contenente la sua urina perch questultima veniva impiegata nel lavaggio degli indumenti. -Dopo la morte del primo imperatore, Augusto, i suoi eredi si danneggiarono reciprocamente per raggiungere il potere. Tiberio, figlio adottivo di Augusto, fece uccidere i genitori e i fratelli di Caligola(discendente naturale di Augusto) per assicurarsi il potere. Caligola velocizz la morte del vecchio Tiberio per diventare imperatore. Il successore di Caligola, Claudio, venne avvelenato dalla moglie Agrippina per mettere sul trono il figlio Nerone. Dopo tutti questi omicidi strategici alla morte dellimperatore Nerone non era pi rimasto nessun erede al trono della una volta numerosa famiglia Giulio-Claudia. -Allimperatore Caligola, in realt Gaius Julius Caesar Germanicus, venne attribuito questo soprannome perch era cresciuto in un campo militare. Da Caligae, gli stivaletti dei legionari, venne soprannominato Caligola, cio, letteralmente, stivaletto. -Appena i romani smisero di perseguitare i cristiani il cristianesimo divenne religione di stato e si cominci a perseguitare i pagani. -Per diffondere pi velocemente il Cristianesimo Santi cristiani vennero associati a Dei pagani. Marte venne sostituito con San Giorgio, entrambi protettori degli eserciti, il Dio celtico Lug venne sostituito con SantAntonio (entrambi sono sempre accompagnati da un suino: per Lug un cinghiale, per SantAntonio pu essere sia un cinghiale che un maiale), Apollo con San Giuseppe. Persino laspetto di Dio identico a quello di Giove nelle raffigurazioni. Altri Dei ebbero pi sfortuna e vennero identificati con entit negative. Il Dio Pan, per esempio, ha lo stesso aspetto del diavolo della tradizione cristiana. -Per ingraziarsi Cicerone, Cesare decise di pagargli tutti i debiti. Questa operazione finanziaria gli venne a costare una somma di denaro maggiore a quella spesa alcuni anni prima per corrompere tutto il senato. -In una lettera scritta da Cicerone allamico Attico il famoso oratore si lamenta della qualit delle abitazioni costruite da Crasso:...sono cos piene di crepe che gli affittuari e perfino i topi le hanno sgomberate. -Silla firmava talmente tante liste di proscrizione (elenchi di suoi avversari considerati nemici dello stato e che tutti potevano uccidere) che per liberarsi del proprietario di un terreno che gli interessava, il generale Sillano Crasso si limit ad aggiungerne il nome su una delle liste che il dittatore avrebbe firmato. -Nerone fece una delle sue prime interpretazioni a Napoli. Mentre cantava un terremoto colp la citt e subito si cominci a vociferare che la causa fosse limperatore. -Quando una zia stitica di Nerone gli disse di essere cos fiera di lui da poter considerare terminata la sua vita, Nerone la prese alla lettera e la fece uccidere con una dose letale di purganti. Nerone, per un certo periodo, usc abitualmente in incognito durante la notte per divertirsi a picchiare(o peggio) le persone che facevano ritorno a casa ad un orario da lui considerato indecente. Quando venne picchiato quasi fino alla morte dal marito di una donna che aveva disturbato gli pass la voglia di continuare questa pratica.

-Ai tempi di Cesare e Cicerone si usavano due termini diversi per designare i ladri: Fur, furis si riferiva ai ladri di citt, Latro, latronis ai briganti o ladri di campagna. Nellalto medioevo, dopo essere state saccheggiate fino allo stremo, le citt si spopolarono e il Fur, furis si ritrov senza lavoro visto che era gi stato rubato tutto. Cos il ladro ufficiale divenne il ladro di campagna, che poi estese il suo campo dazione anche alle citt.