Cenni storici e metodologici Fondamenti

QuuIche cenno storico suI temu

deI rupporto mente/ cerveIIo
460-379 ac 384-322 ac
Due concezioni opposte sulla funzione cerebrale
Cervello÷ sede delle
sensazioni, ma anche
dell`intelligenza
cuore la sede
dell`intelligenza
Cervello÷ un radiatore
per raIIreddare il sangue
Galeno
130-200 dc
Medico dei gladiatori (un
antico traumatologo)
Esperto di dissezioni
anatomiche sul cervello
di pecora
L`inalterata -1500 aa-
fortuna di una teoria
~scientifica¨:
Il ruolo dei ventricoli e
della circolazione
liquorale nelle funzioni
neurologiche
Vesalio
Importante contributo
alle nozioni anatomiche
Cartesio (1596-1650)
Il cervello possiede
proprieta di controllo di
Iunzioni 'bestiali¨.
Ogni attivita mentale
'umana¨ e deputata alla
'mente¨
I ventricoli ricevono le
sensazioni dai nervi cavi. La
ghiandola pineale poi dirige
la risposta motoria su
comando della 'mente¨
Il movimento e permesso
dalla pressione esercitata dal
liquor (umori animali) sui
muscoli, che si gonIiano,
attraverso i nervi
Movimenti riflessi:
un`intuizione esatta
Fine XVIII secolo: chiarita l`esistenza del SNC, suddivisione in sostanza
grigia e sostanza bianca, anatomia macroscopica dell`enceIalo...
..consistenza interindividuale delle suddivisioni cerebrali
in lobi, circonvoluzioni e solchi
Luigi Galvani: scoperta della bioelettricita
1737-1798
·
gli animali hanno una loro elettricità interna (elettricità animale);
·
la sostanza dei nervi è particolarmente adatta a condurre l`elettricità;
Se un nervo e un muscolo di rana erano
toccati da un conduttore bi-metallico
nello stesso istante in cui, a distanza,
veniva provocata una scarica elettrica
con una macchina elettrostatica, si
veriIicavano delle contrazioni.
Polemica con Alessandro Volta
1745-1827
Ripete gli esperimenti di Galvani e sostiene che
la contrazione dei muscoli non e dovuta
all`elettricita animale, che non esiste, bensi al
collegamento del nervo e del muscolo.
Gall e la Frenologia (1809)
Propone che le protuberanze
esterne del cranio abbiano
una corrispondenza con i
tratti di personalità e con le
dimensioni della parte di
cervello sottostante .
Un precursore della
localizzazione delle funzioni
cerebrali (ma con un metodo
molto diverso!!)
Fortuna della Frenologia
!!
Dimostra il ruolo
delle radici posteriori
nella sensibilità somatica
Dimostra il ruolo delle radici
ventrali nella motilità (1810).
Metodo della lesione sperimentale
Sensazioni e comandi motori
lungo le stesse fibre?
Conclusione: ciascun nervo contiene Iibre sensitive e motorie
Metodo delle lesioni sperimentali
Evidenze sul ruolo del
cervelletto nella
coordinazione
motoria.
Però conclude che tutte le
porzioni del cervello
partecipano nella stessa
misura a tutte le funzioni
mentali!
Ferrier, 1881, rimozione della corteccia
motoria della scimmia: emiplegia
controlaterale
Fritch e Hitzig, (1870): stimolazione della corteccia frontale
produce movimenti degli arti controlaterali
Munk: ablazione occipitale: cecità
Bisogna aspettare la fine del secolo, con Golgi e Cajal, per
capire che i neuroni non comunicano con i vasi
e che costituiscono le unità ~minime¨ del sistema nervoso
Ha descritto l`unità motoria
Ha introdotto il termine sinapsi
Ha studiato i riflessi spinali
Brodmann
1909: mappa citoarchitettonica della corteccia cerebrale
Paul Broca (1861)
Franz Joseph Gall (1809), Carl Wernicke (1876)
Dalla "scatola nera¨ alla neuropsicologia e alle neuroscienze
cognitive: localizzare le facoltà mentali, si può? È utile?
Corsi e ricorsi storici
John Harlow descrive il
caso di Phineas Gage
(1848)
Dalla "scatola nera¨ alla neuropsicologia e alle neuroscienze
cognitive: localizzare le facoltà mentali, si può? È utile?
Corsi e ricorsi storici
ARISTOTELE
~la natura, la sostanza e
le determinazioni
accidentali dell`anima¨
ARISTOTELE
~la natura, la sostanza e
le determinazioni
accidentali dell`anima¨
QUAL È L'OGGETTO DÌ STUDÌO DELLA PSÌCOLOGÌA?
1.B. WATSON 1913
Pubblica l`articolo
~Psychology as the
Behaviorist views it¨
Fonda il
comportamentismo
1.B. WATSON 1913
Pubblica l`articolo
~Psychology as the
Behaviorist views it¨
Fonda il
comportamentismo
Dalla "scatola nera¨ alla neuropsicologia e alle neuroscienze
cognitive: localizzare le facoltà mentali, si può? È utile?
Corsi e ricorsi storici
Utile
Comportamento emotivo
Apprendimento...
Tutte le risposte osservabili
Utile
Comportamento emotivo
Apprendimento...
Tutte le risposte osservabili
Cosa studia il comportamentismo?
Inutile
Il contenuto della
coscienza
Inutile
Il contenuto della
coscienza
Dalla "scatola nera¨ alla neuropsicologia e alle neuroscienze
cognitive: localizzare le facoltà mentali, si può? È utile?
Corsi e ricorsi storici
La scatola di Skinner
Dalla "scatola nera¨ alla neuropsicologia e alle neuroscienze
cognitive: localizzare le facoltà mentali, si può? È utile?
Corsi e ricorsi storici
La localizzazione cerebrale in neuropsicologia
La psicologia cognitiva
LE NEUROSCÌENZE COGNÌTÌVE

Metodi di studio
METODI INVASIVI SU ANIMALI (es. cavie, primati)
÷ Misurazione deII'attività cerebraIe
» registrazione ceIIuIe singoIe
÷ Inattivazione di aree cerebraIi
» metodi di Iesione e di ricerca farmacoIogica
METODI DI STUDIO SULL'UOMO
÷ Misurazione deII'attività cerebraIe
» VisuaIizzazione deI cerveIIo "in vivo"
» Registrazione deII'attività eIettrica
÷ Disfunzione aree cerebraIi
» TMS
» Metodo neuropsicoIogico
÷ Metodi comportamentaIi
» Metodi di indagine deIIa speciaIizzazione emisferica
Correlati anatomofisiologici del comportamento
Correlati anatomofisiologici del comportamento
Difficile comparare animale-uomo?
Difficile comparare animale-uomo?
Registrazione deII'attività di singoIi neuroni
Registrazione deII'attività di singoIi neuroni
Si penetra il neurone con un
microelettrodo connesso ad un
oscilloscopio che registra il
cambiamento di voltaggio.
Che tipo di stimoli attiva il neurone?
(luce, suono, volti, etc.)
L'inattivazione di altre aree modifica la
scarica di quel neurone?
Metodi invasivi di ricerca fisioIogica
Metodi invasivi di ricerca fisioIogica
Registrazione deII'attività di singoIi neuroni
Registrazione deII'attività di singoIi neuroni
Alcuni neuroni della corteccia parietale scaricano solo quando lo sguardo è fissato
su uno stimolo che suscita interesse (associato ad una ricompensa).
Metodi di visuaIizzazione
deI cerveIIo umano "in vivo"
Immagini strutturaIi
· Radiografia con contrasto
· Tomografia assiaIe di positroni (TAC)
· Risonanza magnetica (RM)
Immagini funzionaIi
· Risonanza magnetica funzionaIe (RMf, fMRI)
· Tomografia ad emissione di positroni (PET)
Visualizzazione del cervello in vivo
Risonanza Magnetica nucIeare
ottima risoIuzione spaziaIe risoIuzione spaziaIe in assenza di radiazioni
SÌ POSSONO AGGÌUNGERE DATÌ FUNZÌONALÌ
PsicoIogiu sperimentuIe
Visualizzazione del cervello in vivo
Tomografia ad emissione di Positroni (PET)
Rilevazione dell'attività metaboIica del cervello, uso di traccianti radioattivi
Studi cIinici in pazienti
· CorreIazione tra ipometaboIismo corticaIe e dfeficit comportamentaIi
· CorreIazione tra riduzione deII'ipometaboIismo e recupero funzionaIe
Studi di attivazione cognitiva
· CorreIazione tra aumento deI metaboIismo regionaIe e svoIgimento di
uno specifico compito

PET
PET
Visualizzazione dell'attività funzionale del cervello
Visualizzazione dell'attività funzionale del cervello
PET: IpometaboIismo in demenza di tipo AIzheimer
PET: IpometaboIismo in demenza di tipo AIzheimer
Studi clinici Studi clinici
PET e Morbo di Parkinson
PET e Morbo di Parkinson
Livelli di dopamina in un soggetto normale (sinistra) e in
un paziente affetto da Morbo di Parkinson (destra).
Studi clinici Studi clinici
PET e Psichiatria
PET e Psichiatria
Depressione
Schizofrenia
Studi clinici Studi clinici
Studi di attivazione cognitiva:
logica delle analisi nella PET ed fMRÌ
QuaIi aree deI cerveIIo si sono attivate in
funzione deIIa manipoIazione sperimentaIe?
·
A = aree attive neIIa condizione a
·
B = aree attive neIIa condizione b
·
A-B = aree attive escIusivamente neIIa
funzione che differenzia a da b.
Metodo sottrattivo
Stimolo visivo
Immagini di attivazione cognitiva

AIta attivazione
Bassa attivazione
Metodi elettrofisiologici non invasivi
Metodi elettrofisiologici non invasivi
Registrazione deII'attività eIettrica suIIa cute e suIIo scaIpo.
CorreIazione tra variazioni degIi indici psicofisioIogici e dati
comportamentaIi.
Indici eIettrofisioIogici
SNCENTRALE EEG
SNSOMATICO movimenti ocuIari; contrazione muscoIare
SNAUTONOMO conduttanza cutanea; attività cardiovascoIare
Registrazione dell'attività elettrica del cervello Registrazione dell'attività elettrica del cervello
Elettroencefalogramma (EEG)
Elettroencefalogramma (EEG)
Registrazione grafica nel tempo di variazioni spontanee di
potenziale elettrico generate dai neuroni.
Registrazione dell'attività elettrica del cervello Registrazione dell'attività elettrica del cervello
EEG e stati di vigilanza
EEG e stati di vigilanza
·
Segnale EEG
sincronizzati
temporalmente ad un
evento.
·
EVENTO: stimolo
sensoriale (es. luce,
suono), evento mentale
(es., riconoscimento di
un colore).
PotenziaIi
PotenziaIi
evocati
evocati
(PE)
(PE)
Il PE e un segnale piccolo che deve essere estratto dal rumore di
Iondo: il tracciato deve essere suddiviso in 'epoche¨
s s s s s
0 2000 ms 1000 200 400 600 800 1200 1400 1600 1800
s
5 µV
2
0

a

3
0

e
v
e
n
t
i
Estrazione deIIa media: Sommando "algebricamente¨ le epoche si annullano
le variazioni casuali e si sommano quelle sincronizzate con lo stimolo.
·
ampiezza ~ Iorza dell`attivita neurale
·
latenza ~ aspetti temporali dell`attivita neurale
·
topografia ~ localizzazione dell`attivita neurale
Iatenza
caratteristica
Lesioni virtuali del cervello Lesioni virtuali del cervello
Stimolazione Magnetica Transcranica
Stimolazione Magnetica Transcranica
·
Bobina posta sopra lo
scalpo (coil).
·
Quando percorsa da
corrente elettrica,
trasmette un campo
magnetico alla
corteccia sottostante.
·
Il campo magnetico
stimola
elettronicamente i
neuroni.
TMS: potenzialità
TMS: potenzialità
·
P
u
ò

a
t
t
i
v
a
r
e

Neuropsicologia
Neuropsicologia
Indagine sistematica dei deficit cognitivi
conseguenti a Iesione cerebraIe (metodo quasi-sperimentale) (metodo quasi-sperimentale):
1. con intenti diagnostici e riabiIitativi diagnostici e riabiIitativi
2. con intenti conoscitivi conoscitivi:
- suII'organizzazione neuro-anatomica dei processi cognitivi superiori;
- suII'organizzazione funzionaIe di tali processi (valore teorico della
neuropsicologia) l'osservazione di un sistema danneggiato fornisce
informazioni sui meccanismi cognitivi normali
Assunti di base
Assunti di base
·
QuaIsiasi funzione compIessa è scomponibiIe in moItepIici
costituenti eIementari (modularità).
·
II danno cerebraIe può aIterare una o più costituenti Iasciando
gIi aItri intatti (frazionamento).
·
Ogni processo cognitivo eIementare è mediato daII'attività
neuraIe di una determinata area cerebraIe (corrispondenza).
Associazioni e dissociazione di sintomi
Associazioni e dissociazione di sintomi
Sintomi diversi tendono a verificarsi insieme in
seguito ad una specifica lesione (sindrome)
.
Riconoscimento di
oggetti
Riconoscimento di
voIti
P
a
z
i
e
n
t
e

1
P
a
z
i
e
n
t
e

2
S
t
i
m
o
l
i

r
i
c
o
n
o
s
c
i
u
t
i
Disturbi diversi compaiono a
seguito di lesione diverse
(dissociazione semplice o doppia)
Studi sull'aplisia
·
l'aplisia apprende e "ricorda¨
·
il ricordo cambia le risposte cellulari
·
c'è addirittura induzione genica dovuta
alla "parola¨ (quindi per esempio alla
psicoterapia)?
Risposte "neurobiologiche¨ alla psicoterapia?
L'idea di Eric Kandel
g. sRF
Neuroni prossimali
h. prima dell`uso i. dopo l`uso
c. sRF
Neuoni distali
d. prima dell`uso e. dopo l`uso f. aIIerramento passivo
Induzione genica indotta dall`attivita motoria (uso di uno strumento)

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful