Sara Sandic IIIE IL MITO DI SPARTACO NEL NOVECENTO

“Spartaco” di Vincenzo Vela

Spartaco nacque nel 109 a.C. Apparteneva a una famiglia di pastori della tribù dei Medi (o Maedi), che occupava il territorio nella parte meridionale della Penisola balcanica, tra la Peonia e la Tracia. A causa della povertà alla quale fu ridotto, acconsentì di entrare nel esercito romano con il grado di milite ausiliario. Lì fu soggetto a maltrattamenti e quindi decise di disertare, ma fu catturato e ridotto in schiavitù. Nel 75 a.C. fu mandato a Capua come gladiatore, dove, due anni più tardi, si ribellò insieme ad altri 70 gladiatori, con i quali si avviò verso il Vesuvio. Presto raccolse attorno a sé migliaia di schiavi fuggitivi (Traci, Celti, Germani), con cui predò per circa un anno la Campania, prima di avviarsi verso nord. Passati altri due anni, tornò nel sud, ma in Lucania fu accerchiato, sconfitto e ucciso da Crasso e Pompeo che guidavano diverse legioni, solitamente formate da 5000-6000 soldati ciascuna. Cinque mila seguaci di Spartaco,egli compreso, morirono in battaglia e altri sei mila furono crocifissi sulla Via Appia, tra Roma e Capua. Con l’uccisione dei schiavi che avevano tentato di fuggire verso nord, la minaccia per lo stato fu soppressa e l’autorità fu completamente ripristinata. Così Spartaco, grazie al suo coraggio e al suo ingegno, divenne un mito, un personaggio leggendario destinato alla gloria eterna. È quell’eroe visionario pronto a combattere e morire per la libertà e per la sconfitta dei usurpatori del potere, colui che dimostra che la forza mentale è superiore a quella fisica.

” In seguito a questa osservazione. Il 7 ottobre del 1918 ci fu una conferenza illegale: venne stesa l’organizzazione della rivoluzione popolare che mirava a precisi obiettivi. un grande generale.La figura di questo schiavo che diventò uno dei nemici più temuti da Roma cominciò a far parte anche della politica moderna con il filosofo (ma anche storico e giornalista) Karl Marx. concessione del diritto di associazione e di assemblea ai soldati(anche quando in servizio) e abolizione Karl Liebknecht della pena di morte e del carcere per reati militari e politici. durante Rosa Luxenburg la Rivoluzione russa dello stesso anno. agli ordini del governo del socialdemocratico Friedrich Ebert) di nuova costituzione. I fondatori erano Karl Liebknecht. il partito comunista tedesco(KPD). un politico e grande esponente delle idee marxiste e Rosa Luxemburg (pseudonimo di Rozalia Luksenburg). veramente rappresentativo del proletariato dell’antichità. nato dalla scissione del centro e della sinistra. Dal 1917. in tedesco). Il partito si trovò allora senza una . la lega funzionò come frazione organizzata del partito socialista indipendente. Nella lettera Marx disse di aver letto le “Guerre civili romane” di Appiano e che “Spartaco è l’uomo più folgorante della storia antica. Il 5 gennaio 1919 ci fu uno scontro armato a Berlino con le forze conservatrici(l’esercito imperiale) e i Freikorps (“Corpi franchi”. pensiero politico adoperato dalla direzione del partito. sosteneva di condurre la guerra “per la difesa della classe servile”). anch’egli filosofo e politico. Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht furono imprigionati e assassinati (15 gennaio 1919). appoggiò la Lega Spartachista e insieme si schierarono a favore dell’autoritarismo del proletariato e della instaurazione del socialismo in Germania. Lenin (anche lui influenzato dal mito di Spartaco. una riforma della giustizia e l’abolizione delle norme classiste in materia di diritto di voto e di procedura giudiziaria. costituita da una piccola parte del partito socialdemocratico che si era rifiutata di abolire la lotta di classe e la difesa nazionale. ma era ancora troppo instabile e privo del grande seguito desiderato nella classe operaia. che nel 1861 (il 27 febbraio) scrisse una lettera al suo amico Friedrich Engles. tra cui l’immediata fine del conflitto. Karl Heinrich Marx Questa lega era di estrema sinistra. la conquista dei diritti e delle libertà civili. politica e teorica del socialismo rivoluzionario. dalle quali verranno duramente sconfitti. un personaggio nobile. Nel dicembre del 1918 la lega diventò un vero e proprio partito. nei primi anni della Grande Guerra presero nome le lettere politiche firmate “Spartacus” che diedero vita alla Lega Spartachista (o Spartakusbund.

Assemblea operai e soldati a Berlino Monumento a Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht. costruito nel 1926 da Ludwig Mies van der Rohe e poi demolito dai nazisti .guida e la storia della Lega Spartachista finì. ma ebbe inizio quella della KPD nella Repubblica di Weimar. Novembre 1918.