Bonfrisco, prioritari nuova politica per welfare, riassetto Stato e fisco, accountability

"I manager devono contribuire fortemente alla costruzione di nuove e innovative politiche industriali. Servono un'economia e delle imprese a maggior presidio manageriale. Tra le priorità, inoltre, le proposte su una nuova politica per il welfare, sul riassetto dello Stato e sul fisco, che deve diventare il vero fattore di giustizia". Lo afferma la Senatrice Bonfrisco all’incontro tra politici e manager tenutosi a Padova. Testo integrale dell’articolo apparso su Libero Quotidiano del 14 febbraio 2013.

"I manager devono contribuire fortemente alla costruzione di nuove e innovative politiche industriali. Altro compito dei manager è quello di far diventare più responsabili le aziende nel loro agire economico, che ha forti risvolti nel sociale - ha affermato Anna Cinzia Bonfrisco, candidata Pdl al Senato - Certo, servono anche un'economia e delle imprese a maggior presidio manageriale, oggi quasi inesistente nelle pmi. Tra le priorità trovo molto importanti - ha concluso la candidata - le proposte su una nuova politica per il welfare, sul riassetto dello Stato e sul fisco, che deve diventare il vero fattore di giustizia". "I manager devono mettersi ancor più in discussione e contare di più non solo nell'economia e in questo senso tra la nostra e la vostra iniziativa trovo, seppure su piani diversi, molte affinità. Il Paese ha molto bisogno di manager, cultura manageriale e proposte concrete. L'accountability che voi proponete come principio base di una nuova e buona politica - ha sottolineato Davide Merigliano di “Fare per Fermare il declino” - è fondamentale per arrivare alla vera meritocrazia anche nella società e nell'economia". "L'impegno dei manager è determinante per la competitività e lo sviluppo nel privato, ma ancor più nel pubblico. La loro esperienza è fondamentale per la capacità di ristrutturare e cambiare le organizzazioni, oggi indispensabile fare nello Stato. Del programma apprezzo soprattutto le proposte su fisco, con il contrasto d'interesse, sul welfare e sulla produttività. C'è poco su come ridurre la spesa e il debito pubblico". Così Massimo Bitonci candidato

Lega Nord al Senato. FONTE: Libero Quotidiano

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful