You are on page 1of 1

Cremonaliutaria

liuteria in festival

Il DNA degli Amati


Palazzo Pallavicino Ariguzzi - Piazza S. Omobono, 3 IL DNA DEGLI AMATI Una dinastia di liutai a Cremona (mostra storica) 30 settembre - 15 ottobre (30 settembre - ore 10.00 - Apertura mostra)
Catalogo edito dal Consorzio Liutai A. Stradivari Cremona

2006

La dinastia degli Amati

THE AMATIS DNA A dinasty of stringed Instrument makers in Cremona (historical exhibition) september 30th - october 15th (september 30 - 10 a.m. - Opening of the exhibition)
th

Catalogue by Consorzio Liutai A. Stradivari Cremona

15 ottobre/october 15th ore 10.00 - 12.30 / 15 - 18 / 10 a.m. - 12.30 a.m. / 3 p.m. - 6 p.m. Gli Amati e la liuteria cremonese nel 600 Giornata di studio/seminar Auditorium Camera di Commercio 30 september/september 30th - ore 21.00/ 9 p.m. Concerto Quartetto Amati

li strumenti degli Amati, la pi antica dinastia di artigiani liutai, tornano a casa, tornano a Cremona. Violini, viole e violoncelli faranno rivivere, attraverso una grande esposizione, la storia di una famiglia e del suo percorso artistico. Arriveranno a Cremona da altre citt italiane come Milano, Firenze e Modena, ma anche dalle capitali europee come Londra e Mosca, dallaltra parte dellOceano e da posti remoti come il Sud Dakota e lo stato canadese del Saskatchewan. Palazzo Pallavicino Ariguzzi sar la sede prestigiosa della retrospettiva storica in programma dal 30 settembre al 15 ottobre 2006. Questo edificio, sottoposto di recente a un lungo e accurato restauro, sar il palcoscenico che vedr sfilare un secolo e mezzo di liuteria cremonese. La dinastia di questi artisti artigiani ebbe origine con Andrea, nato nel 1505, noto come il padre del violino. Larte venne trasmessa ai figli Antonio e Gerolamo, in seguito venne Nicol (figlio di Antonio) che dopo i quarantanni divent padre di Gerolamo II e che prima aveva istruito come suo erede artistico Andrea Guarneri, capostipite di unaltra eccelsa famiglia di liutai. Lultimo degli Amati proseguir in un clima di maggiore competizione e senza grande successo lattivit familiare. La storia si concluse e inizi la leggenda. Una parabola durata dal rinascimento agli albori dellet dei lumi, un secolo e mezzo che ha visto in azione, nelle botteghe di Cremona, quella magica alchimia che ha prodotto qualcosa di unico e di irripetibile, unalchimia che metodo costruttivo, conoscenza empirica dei materiali, uso della forma interna, capacit di trovare i giusti spessori. Un vero e proprio DNA passato di padre in figlio, un Codice

Amati che segn la storia della liuteria e della musica. Una magia che si diffuse in tutta Cremona nel sedicesimo secolo, unepoca straordinaria per la citt che vedr contemporaneamente convivere le botteghe degli Amati, laffermarsi del genio di Antonio Stradivari e la presenza in citt dei Guarneri e dei Ruggeri. Leccezionale mostra organizzata a Cremona vedr esposti strumenti che coprono tutto larco dellattivit della famiglia Amati, dal 1566, questa la data dello strumento pi antico, al 1719, anno che vide Gerolamo II costruire lultimo violino esposto. Lappuntamento rappresenta, dopo la celebrazione del cinquecentenario dalla nascita di Andrea avvenuta lanno scorso, il secondo momento nella serie di eventi internazionali che lEnte Triennale ha voluto dedicare alla nascita del violino. Le manifestazioni organizzate si concluderanno nellottobre del 2007. Il prossimo anno vedr infatti la presentazione della completa catalogazione delle opere del capostipite della liuteria cremonese e i risultati di nuove ricerche negli archivi cittadini. Lo scorso mese di ottobre, in occasione della grande mostra tenuta a Cremona Andrea Amati e la nascita del violino stato possibile ammirare e studiare alcuni dei rarissimi strumenti del liutaio. Il catalogo pubblicato in quelloccasione ha divulgato i risultati delle indagini scientifiche eseguite sul violino Carlo IX. Le indagini, che proseguiranno questanno, riguarderanno altri strumenti storici: la viola realizzata da Antonio e Gerolamo ed il violino di Nicol. La domanda che gli storici della liuteria e gli appassionati di musica si sono sempre posti : come ha fatto Cremona a diventare la capitale indiscussa della liuteria? Perch tanto talento artistico e artigianale si

concentr tutto in questa citt? Per quale accidente della storia, per quale strano fenomeno questo patrimonio di conoscenza si diffuse ma rimase cos tipico e, soprattutto, insuperato? Le risposte vanno cercate con il rigore della ricerca storica e scientifica, ma ciascuno di noi potr comunque scoprirle, il prossimo mese di ottobre, camminando fra le pietre antiche della citt e nelle sale di Palazzo Pallavicino. Nulla potr sfuggire al buon investigatore osservando i maestosi legni dei liutai Amati. Fausto Cacciatori

Fratelli Amati, viola c. 1607 - University of Saskatchewan - Canada

Strumenti in mostra / Instruments exhibition


ANDREA AMATI (1505 c. 1577) ANTONIO e GEROLAMO (1540 c. - 1607) (1548 c. - 1630) GEROLAMO GEROLAMO GEROLAMO Fratelli AMATI Fratelli AMATI Fratelli AMATI Fratelli AMATI Fratelli AMATI Fratelli AMATI Fratelli AMATI Fratelli AMATI Fratelli AMATI Fratelli AMATI NICOLO AMATI (1596- 1684) Violino Il Carlo IX (1566) Viola La Stauffer 1615 Violoncello 5 corde 1600 Violino 1604 Violino Piccolo 1613 Viola tenore ridotta 1595 Viola tenore ridotta 1597 Viola c. 1607 Viola da gamba tenore 1611 Viola c. 1615 Viola c. 1620 Viola 1620 tenore ridotta Violino 1627 Violino 1628 Violino 1629 Violino 1628 Violino 1637 Violino 1651 Violino 1658 Violoncello 1645-1650 c. Violino 1662 Violino 1670 forma grande Violino 1671 Violino 1683 Violoncello 1690 Violino 1719 Collezione Gli Archi di Palazzo Comunale, Cremona Collezione Gli Archi di Palazzo Comunale, Cremona R.A.M. Royal Academy of Music - Londra National Music Museum -The University of South Dakota National Music Museum -The University of South Dakota Collezione J.&A. Beare - Londra Conservatorio Giuseppe Verdi - Milano University of Saskatchewan - Canada Collezione Statale degli Strumenti Musicali - Mosca Collezione Gli Archi di Palazzo Comunale, Cremona Galleria Estense - Modena R.A.M. Royal Academy of Music - Londra University of Saskatchewan - Canada Collezione Statale degli Strumenti Musicali - Mosca R.A.M. Royal Academy of Music - Londra National Music Museum -The University of South Dakota University of Saskatchewan - Canada Fondazione Pro Canale - Milano Collezione Gli Archi di Palazzo Comunale, Cremona Galleria dellAccademia, Museo degli Strumenti Musicali, Collezione Cherubini - Firenze R.A.M. Royal Academy of Music - Londra Collezione J.&A. Beare - Londra R.A.M. Royal Academy of Music - Londra Museo Civico Castel Ursino - Catania University of Saskatchewan - Canada R.A.M. Royal Academy of Music - Londra

GEROLAMO II (1649 - 1740)